1. Meglio tacere e dare l'impressione di essere stupidi, piuttosto che parlare e togliere ogni dubbio!

2. Vivi come se dovessi morire domani e pensa come se non dovessi morire mai.

3. Ogni giorno che ci viene regalato e' un giorno in piu' di quello che ci meritiamo.

4. Non mi preoccupo perche' gli uomini non mi conoscono. Mi preoccupo perche' io non conosco gli uomini.

5. Alla fin fine la scienza consiste nel sapere che sai quello che sai e che non sai quello che non sai

6. Studia il passato se vuoi prevedere il futuro.

7. Quando arriva la prosperità, non usarla tutta.

8. Imparare senza pensare e' fatica perduta; pensare senza imparare e' pericoloso.

9. Il potere è la malattia degli impotenti.

10. Apprendere e non meditare è vano. Riflettere senza studio è pericoloso.

11. Chi vede il giusto e non lo fa, è senza coraggio.

12. Con la giustizia si contraccambi il male e con il bene si contraccambi il bene.

13. Non preoccuparti del fatto che la gente non ti conosce, preoccupati del fatto che forse non meriti di essere conosciuto.

14. Quando si è in un pasticcio tanto vale goderne il sapore.

15. Quando la coscienza non avverte niente di sbagliato, che c'è da sentirsi inquieti, che c'è da temere?

16. Sapere di sapere quello che si sa e sapere di non sapere quello che non si sa: ecco il vero sapere.

17. Solo i grandi sapienti ed i grandi ignoranti sono immutabili.

18. Il vero signore e` lento nel parlare e rapido nell'agire.

19. La felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo una caduta.

20. Non conta il colore del gatto, conta che acchiappi il topo.

21. Arrendersi e' il piu' grande vantaggio che si puo' dare al nemico

22. Dovunque tu vada, vacci con il tuo cuore.

23. Chi conosce il territorio ha le maggiori possibilita' di vittoria in battaglia

24. Non importa se vai avanti piano, l'importante è che non ti fermi.

25. Ciò che a te stesso non vuoi che sia fatto, non farlo agli altri uomini.

26. Il dignitario di Lu, Chi Wentzu, rifletteva tre volte prima di agire. Udito questo, Confucio disse: "Due volte bastano". ('I Dialoghi')

27. L'uomo superiore comprende ciò che è giusto, l'uomo inferiore quello che vede