I FIGLI

1.     In tribunale: "Ma mentre rubava lei non pensava a suo padre?". "Certo, ma non ho trovato nulla che gli potesse piacere!".

2.     PerchÄ Babbo Natale non puo' avere bambini? PerchÄ viene una sola volta all'anno e per di piu' con una renna!

3.     Un balbuziente napoletano, cieco in un occhio e senza una gamba, torna a lavorare dopo un lungo periodo di ferie. Un collega lo saluta e gli chiede cosa abbia fatto in quel periodo. E lui: "M-m-m-mi sono sssp-p-possato!". "Ah, e con chi?". "C-c-cccon M-m-mmmmargher-r-r-ita!". "E chi e'?". Per solidarieta' interviene un altro collega: "Margherita, non te la ricordi? Quella daltonica, strabica, su una sedia a rotelle, senza capelli".  E il primo collega: "Ah siŇ! Margherita. E cosa avete fatto?". "Ab-b-bbbiamo f-f-f-attto u-u-u-n f-f-f-iglio". "Auguri! E come lo avete chiamato?". "U-u-u-u-u-uu...". "...Ugo?". "N-n-n-o. U-u-u-u-u...". "Umberto?". "N-n-n-o. U-u-u-u-u...". "Ubaldo?".  "N-n-n-o. U-u-u-u-u ittammu!".

4.     "Oggi e' una giornata nera" come disse il carabiniere assistendo alla nascita del figlio di colore.

5.     Un carabiniere e sua moglie decidono di adottare un figlio. Vanno in Cambogia e scelgono un piccolo cambogiano di pochi mesi. Tornati in Italia si recano a Napoli dove ha sede l'Istituto di Lingue Orientali e chiedono al Direttore di poter frequentare i corsi di lingua khmer. "Come mai? " chiede il Direttore. E il carabiniere: "Abbiamo adottato un piccolo cambogiano. Fra poco incomincera' a parlare e vorremmo capire che cosa dice! ".

6.     PerchÄ i carabinieri di rado hanno una famiglia numerosa? PerchÄ sparano sempre il primo colpo in aria.

7.     Un figlio di carabiniere torna a casa con la pagella piena di 4. Battendo i pugni sul tavolo (knock, knock) il padre dice: "Ma sei proprio duro, non devi aver preso sicuramente da me". Al che il figlio: "Papa' hanno bussato alla porta". "Tu aspetta qui: apro io".

8.     "Zia, perchÄ non hai figli?". "perchÄ la cicogna non me li ha portati". "E perchÄ non hai cambiato uccello?".

9.     "Sorellina, la mamma ha deciso di lasciare il babbo". "Non a noi, spero". (Altan)

10.  La madre dei creduloni e' sempre incinta. La madre dei furbi e' sempre incinta. I loro figli si frequentano!

11.  Ufficio di collocamento: "Ho disperato bisogno di lavoro: ho 12 figli". "Bene, e oltre a questo cosa sa fare?".

12.  Lei: "Mio figlio assomiglia tutto al padre!". L'amica: "Un pochino anche a tuo marito!".

13.  "Mamma, che cos'e' un orgasmo?". "Che ne so... chiedilo a tuo padre!".

14.  Una donna con una vistosa pelliccia e un figlioletto sale sul treno. Un signore cerca di attaccare discorso: "Che bel bambino! Che bella pelliccia! E' un regalo di suo marito?". E la signora: "No, se era per lui neanche lui avevo!".

15.  "Signor dottore, come mai io e mia moglie abbiamo avuto un figlio coi capelli rossi, mentre nessuno di noi li ha cosi'?". "Ma voi quante volte fate all'amore?". "Una volta all'anno". "E' chiaro: e' la ruggine!".

16.  Il figlio va dal padre: "Pa', mi daresti un centone?". "Vabbe' anche se...". I giorni dopo stessa scena finche': "Pa' mi daresti due centoni?". E il padre: "Figliolo, hai le mani bucate!". E lui: "Le mani?? Vedessi le braccia!!".

17.  Due padri vantano gli exploits dei loro figli. Il primo: "Mio figlio di 2 anni riesce a tenere alzato un martello di 10 Kg!". Il secondo: "Il mio di un anno riesce a tenere alzata ogni notte tutta la famiglia".

18.  Napoli: "Ho 10 figli; si chiamano tutti Gennarino". "E come fai a distinguerli?". "Li chiamo per cognome!".

19.  "Figlio mio, tu non mi hai dato soddisfazioni da quando sei nato!". "Si', papa', ma prima di nascere ?". (Achille Campanile)

20.  "Mi scusi, ma secondo lei quello che sta arrivando e' un uomo o una donna?". "Ma quello e' mio figlio!". "Ma guarda che gaffe. Proprio alla madre dovevo chiederlo!". "Ma io sono il padre!".

21.  Le mie due figlie hanno sposato due salumieri : ho due generi alimentari! (Comix)

22.  "Papa', mi devi dare 5 milioni perchÄ ho messo incinta una ragazza". Secondo figlio: "Papa', mi devi dare 5 milioni perchÄ ho messo incinta una ragazza". Arriva la figlia: "Papa' sono incinta". "Oh finalmente si incassa".

23.  Ho visto genitori molto attempati mettere al mondo dei nipoti.

24.  Certe donne amano talmente il proprio marito che per non sciuparlo prendono quello delle loro amiche. (Alexandre Dumas figlio)

25.  Come si chiama la madre della madre di un figlio di nessuno? Nonnulla.

26.  Signora: "Pronto? E' lei che ha salvato il mio bambino che stava annegando?". "Si', signora, sono io". "... e il cappellino dove l'ha messo?".

27.  Una coppia di sardi, dopo anni di sforzi, riesce finalmente ad avere un figlio. Gavinu corre dal parroco per dargli la notizia: (l'accento sardo e' di rigore): "Finalmente Padre! Anch'io ho un figlio!". "Bene! Sono felice per lei. Come lo chiamera'?". "Ah, gia'! Il mio figliolo e' molto importante e deve avere un nome importante. Lo chiamero' Napoleone!". E il prete: "Be', non mi sembra un nome appropriato, abbia pazienza ne trovi un altro". E Gavinu: "Va bene. Allora un nome bello, fiero, come e' mio figlio. Lo chiamero' Garibaldi". E il prete: "Ma non e' adatto ad un bambino! Pensi a quando sara' grande". "Ha ragione Padre, ma sono cosi' emozionato, sa, e' il primo figlio. Devo trovare un nome importante. Lo chiamero' Giulio Cesare". "Insomma, va meglio, pero' trovi un nome piu' semplice, piu' facile da ricordare". "Va bene Padre. Ho deciso. Visto che mio figlio e' importante per me solo un nome e' degno di lui. Lo chiamero' DIO!". E il prete: "Mamma mia, ma non crede di esagerare adesso, signor Porcu?".

28.  La catena del matrimonio e' cosi' pesante che a volte bisogna essere in tre per portarla. (Alexandre Dumas figlio). (Georges Feydeau) (Sacha Guitry)

29.  E' nato il piccolo e il padre tutto orgoglioso lo va a trovare in maternita'. Ma appena lo vede si sente mancare: il neonato assomiglia tanto, in piccolo, al suo principale: uguale il naso, uguali gli occhi, uguali le orecchie e cosi' via. Corre infuriato dalla moglie e senza tanti preamboli le comunica tutti i suoi dubbi. E lei: "Ma, caro, e' tutta colpa tua! Sono mesi che non fai che dire 'Sono stufo del mio capo, ne ho i coglioni pieni'!".

30.  Una signora accompagnata dalla sua giovane figlia attende il taxi. Quando questo arriva vi salgono sopra e poco dopo la bambina nota delle signore, vestite in modo sexy, che passeggiano per il viale e chiede alla madre chi siano. La madre racconta che si tratta di signore che aspettano i mariti all'uscita dal lavoro. Ma il taxista interviene sghignazzando: "Ma che dice signora? Le dica la verita'. Sono delle puttane che stanno battendo!". La madre rimane un po' interdetta, ma tace. Poco dopo la bambina fa una seconda domanda: "E quelle signore hanno dei figli?". E la madre subito risponde: "Certo! Seno' come credi che nascerebbero i taxisti?".

31.  Sono nato in una famiglia povera. Mia mamma ha dato alla luce pochi figli. La maggior parte li ha dati al buio. (Boris Makaresko)

32.  Ci sono due amici che si incontrano ai giardini; si salutano e il primo fa: "Allora come va? tutto a posto?". "Si', tutto ok e tu?". "Non mi posso lamentare". Mentre i due discutono del piu' e del meno passa un pezzo di figa incredibile; allora il primo dice all'altro: "Vedi quella la'?". "Si'". "Beh, quella si prende certi cazzi cosi' (indicando l'avambraccio)". "L'altro, paonazzo, dice: "Ma quella e' mia figlia!!". "Si', ma so' fini fini fini..."

33.  Le donne possono avere bambini, gli uomini possono avere computers... 

34.  Gli uomini sono come gli aquiloni, piu' si da' loro corda e meglio si tengono. (Alexandre Dumas figlio)

35.  Come si chiamava il figlio di Ali' Baba' ? Ali' bebe' ...

36.  A una giovane sposina di Bilbao: Auguri e figli baschi! A una femmina di cane da slitta: Auguri e figli husky!

37.  Se e' vero che i padri ne sanno sempre di piu' dei figli, perchÄ non e' stato il padre di Einstein a formulare la teoria della Relativita'?

38.  Algebra poetica carducciana: "Carducci aveva 12 figli: sei (6) nella terra fredda, sei (6) nella terra negra".

39.  "Scusi lei e' un nababbo?".  "No, sono un nafiglio!"

40.  Per farmi addormentare mio padre mi lanciava in aria. Purtroppo non era mai la' quando tornavo giu'. (Robin Williams)

41.  "Sono nata col parto indolore, mamma?". "Si'. Ne approfitto per ricordarti che e' l'unica soddisfazione che mi hai dato, a tutt'oggi". (Altan)

42.  Ursula Andress ha avuto un figlio da 007 e l'ha chiamato Raggio per raggio per 3,14. (Gene Gnocchi)

43.  "Non son degno di te, babbo". "Allora sei proprio l'ultima delle merde". (Altan)

44.  Una signora e' venuta a chiedere al dottore se e' il caso che una donna abbia figli oltre i 35. Ho risposto che 35 figli e' abbastanza per qualsiasi donna. (Gracie Allen)

45.  La prima meta' della vita e' rovinata dai genitori, e la seconda meta' dai figli. (Clarence Darrow)

46.  Preferisco i mascalzoni agli imbecilli, perchÄ a volte si concedono una pausa. (Alexandre Dumas figlio)

47.  Uno scozzese dibatteva molto animatamente con il controllore riguardo al prezzo del biglietto: 50 cts. oppure 75. Alla fine il controllore, disgustato, raccolse la valigia dello scozzese e la gettś fuori dal finestrino proprio mentre passavano su di un ponte. La valigia termino' la sua corsa con uno splash! "Uomo! - grido' lo scozzese - non solo stai tentando di fregarmi sul prezzo. Ora cerchi anche di annegare mio figlio?!".

48.  Il sesso e' ereditario. Se i tuoi genitori non hanno avuto figli e' molto probabile che non ne avrai neanche tu. (Clarence Day) (Joseph Fischer) (Dick Cavett)

49.  Mio padre era sempre fissato con lo sbarco sulla Luna, tant'e' vero che io avevo una sorellina e mio padre l'ha chiamata Luna. Poi a 8 anni ha perso un braccio in un incidente e adesso la chiamano: LUNA MENO UN QUARTO!!!". (Dado Tedeschi)

50.  La ricchezza dei poveri e' rappresentata dai loro figli, quella dei ricchi dai loro genitori. (Massimo Troisi)

51.  I giovani all'inizio amano i loro genitori, poi crescendo li giudicano e qualche volta li perdonano. (Oscar Wilde)

52.  Dietro la frase: 'Mio figlio e' un piccolo genio' c'e' sempre un genitore idiota. (Ivan Della Mea)

53.  Non imprestar mai la tua macchina a qualcuno che hai partorito. (Erma Bombeck)

54.  Non ha figli, ama i bambini. Percio' ne ha presi quattro a lavorare nel suo cantiere e li paga con qualche caramella.

55.  Ogni generalizzazione e' pericolosa, inclusa questa. (Alexandre Dumas figlio)(nel 'The Left Handed Dictionary)

56.  Un neopadre e' nella sala d'attesa del reparto maternita' che aspetta fremente. Arriva una infermiera tutta sorridente che porta in braccio due bei gemellini. L'uomo li guarda un po' in silenzio poi fa: "OK! Prendo questo a destra!"

57.  Un marito un po' attempato, volendo a tutti i costi un figlio, si fa iniettare degli ormoni di scimmia nella speranza di mettere incinta la giovane e bella moglie. La cura riesce e dopo qualche mese la donna, felice, annunzia al marito che e' in attesa d'un bimbo. Arriva il giorno del parto e il padre, nervoso, passeggia nella sala d'attesa finche' blocca un medico che sta passando e gli chiede: "Allora, dottore, e' andato tutto bene? E' maschio o femmina?". Il medico lo guarda ed esclama con tono burbero: "Beh, in effetti e' andato tutto bene, ma non possiamo ancora dirle di che sesso e' ! Stiamo aspettando che scenda dal lampadario..."

58.  Ai postumi l'ardua sentenza. (Toto' in "Rita, la figlia americana"), 1965)

59.  Un uomo spiega ad un amico di avere un modo sicuro per far addormentare il suo bambino: "Non faccio altro che buttarlo in aria e riprenderlo al volo". "E funziona?". "Certo". "E pensi che funzionerebbe anche con mio figlio?". "Sicuro. Se anche tu hai i soffitti bassi !!!"

60.  "Mah, che avra' detto tuo padre quando ti hanno messo in carcere?". "Mi ha detto: benvenuto, figliolo!"

61.  Quando ti nasce un figlio non sai mai chi ti metti in casa. (Achille Campanile)

62.  Trovatello: Bambino che si e' sbarazzato dei suoi genitori, non giudicandoli all'altezza delle sue condizioni e delle sue prospettive. (Ambrose Bierce)

63.  "Babbo, che ne sara' di me?". "Per intanto, sei giovine. Poi farai l'emarginato, il soldato e il disoccupato. Poi scegli: o meridionale o donna". (Altan)

64.  In tutte le epoche, insomma, avere figli ha sempre significato sacrificio, almeno fin che non viene il giorno in cui col colapasta e il grembiule si apre un periodo nuovo: cioe' l'eta' scolare. (Alessandro Bergonzoni)

65.  Il conte Ugolino passo' alla storia per essersi mangiato i figli. Li guardo' in faccia: Anselmo il primo, Gaddo il secondo, Marco come contorno e se li mangio'. (Anatolj Balasz)

66.  Le cose cambiano, il tempo passa e mi sono fatto una nuova famiglia. Vi ricordate mio figlio Alcatraz, il condor? Ormai e' sistemato, ha seguito le orme del padre: non fa un cazzo. Con la mia nuova famiglia ho tre figli: Thomas, Nicholas e Giuseppes, per coerenza. (Antonio Albanese).

67.  Noi nella mia famiglia lavoriamo tutti. Da generazioni. Mio nonno ha fatto il capannone piccolo, mio padre il capannone grande, io il capannone grandissimo. Mio figlio si droga. (Antonio Albanese)

68.  Io non sono mai stato il preferito dei miei genitori. Ed ero figlio unico. (Gianni Palladino)

69.  A mia moglie Derelitta ci ho fatto sette figli in 6 anni... e prendeva la pillola! Sei figlie femmine mi ha dato prima di avere il maschio: Crocefissa, Derelitta jr, Addolorata, Immacolata, Selvaggia e Deborah, tutte come la madre... e poi e' nato Oronzo, che io, mondo cano, l'ho chiamato Oronzo Adriano Celentano Catozzo, non per spregio a Little Tony, ma Adriano e' sempre dentro il cuore, mondo cano! (Vito Catozzo)(Giorgio Faletti)

70.  Il Bestia abitava in una casetta piccolissima e stava stretto. Poi ha avuto un colpo di fortuna: ha vinto alla lotteria e ha comprato una casa di 200 metri quadri. Allora ha detto alla moglie: "Adesso possiamo fare un figlio". Gli e' nato un figlio di 200 metri quadri ed e' stretto ancora adesso! (Francesco Salvi)

71.  Non ho mai avuto molti rapporti con mio papa': lui preferiva le donne... Pero' mi voleva bene. Quando voleva parlarmi mi diceva sempre: "Ascolta, cretino!". Non ho mai capito perchÄ mi chiamava "Ascolta". Ma quando si hanno tanti figli non si puo' dar retta a tutti.  Meno male che sia io sia i miei fratelli siamo tutti figli unici: nel loro genere. Ci chiamiamo tutti Mino, Lino, Gino, Pino, Rino, Vino, Sino, Zino, Bino, Cino, Rino secondo estratto, Dino, Fino, Qino (gli piace disegnare fumetti), Tino e io. (Francesco Salvi, "Una strana famiglia")

72.  Passeggera: "Tassista sia prudente, sono madre di nove figli". Tassista: "E dice a me di essere prudente?"

73.  Quando io ero un ragazzo, comandavano i padri.  Ora che io sono un padre, comandano i figli. Ma a me non tocca mai? (Pino Caruso)

74.  Il mio punto di vista sul controllo delle nascite e' leggermente distorto dal fatto di essere il settimo di nove fratelli. (Robert Kennedy)

75.  Quand'ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli. (Woody Allen)

76.  Chi fa tanti figli e' convinto che il traffico urbano non sia un grande problema. (Mirco Stefanon)

77.  E' vergognoso che alcuni abbiano figli muti ed altri addirittura poliglotti. (Paolo Cananzi)

78.  Prenditi la tua rivincita! Vivi abbastanza a lungo da essere un problema per i tuoi figli!

79.  Se i genitori riuscissero soltanto a capire quanto annoiano i loro figli. (Bernard Shaw)

80.  Tutti sanno la storia di quel padre che, bastonando il figlio, gli diceva: "Figlio mio, credimi, fa piu` male a me che a te". Al che il figlio rispose: "Allora, papa`, perchÄ non lasci che ti bastoni io?". (Bertrand Russell, Elogio dell'ozio)

81.  Un figlio non Ć abbastanza, ma due sono decisamente troppo. (Assioma di O'Toole)

82.  Un anziano contadino si reca all'anagrafe per richiedere dei certificati. IMPIEGATO: "Il signore si chiama ?". SIGNORE : "Mario Rossi". IMPIEGATO: "Il signore e' coniugato ?". SIGNORE: "Coniu...che ?". IMPIEGATO: "Dicevo... il signore ha moglie ?". SIGNORE: "Ah si', sono sposato". IMPIEGATO: "E... il signore ha prole ?". SIGNORE: "Pro...che ?". IMPIEGATO: "Prole...". SIGNORE: "Pro...che ?". IMPIEGATO: "Volevo sapere se lei ha dei figli". SIGNORE : "Ah si', un prolo e una prola".

83.  Lei ha ragione, signore: mio padre era un meticcio, sua madre era una negra, e i suoi genitori erano due scimmie. Dunque il mio pedigree comincia esattamente dove finisce il suo. [A un uomo che lo insultava perchÄ Dumas discendeva da una schiava di colore.] (Alexandre Dumas padre)

84.  Quando mio figlio va in discoteca sto in ansia. Finche' il mio BMW non torna in garage qui nessuno chiude occhio. (Davide Ceccon)

85.  Nessuno ha rispetto per me. A Natale ho regalato al mio bambino una pistola BB. E lui mi ha regalato una maglietta con disegnato sul retro un bersaglio. (Rodney Dangerfield)

86.  Dieci regole per uscire con mia figlia.
Regola numero Uno: Se entri nel mio vialetto e suoni il clacson e` meglio che tu abbia qualche pacco da consegnare, perche` di sicuro non carichi nulla.
Regola numero Due: Non toccare mia figlia davanti a me. Puoi guardarla, finche` non sbirci nulla al di sotto del suo collo. Se proprio non riesci a tenere occhi o mani lontani dal corpo di mia figlia, vorrł dire che te li dovrś togliere.
Regola numero Tre: Sono al corrente che e` considerato di moda, per i ragazzi della tua eta`, l'indossare dei jeans cosi` larghi che paiono caderti dai fianchi da un momento all'altro. Ti prego, non prenderlo come un insulto, ma tu e i tutti i tuoi amici siete una manica di idioti. Comunque, voglio essere gentile e di mente aperta in proposito, per questo ti propongo un onesto compromesso: Tu puoi arrivare sulla mia porta con la tua biancheria in vista ed i tuoi jeans piu` larghi di dieci taglie e io non avro` nulla da obbiettare. Comunque, per essere sicuri che i tuoi vestiti restino al loro posto, almeno durante l'appuntamento con mia figlia, prendero` la mia chiodatrice elettrica e te li fissero` solidamente ai fianchi.
Regola numero Quattro: Sono certo che ti e` stato detto che, al giorno d'oggi, fare sesso senza utilizzare un "metodo barriera" di un qualche genere ti puo` uccidere. Lascia che ti chiarisca il concetto, quando arriverai a pensare al sesso con mia figlia, io saro` la barriera, e io ti uccidero`.
Regola numero Cinque: Si considera normale che, per conoscerci meglio, noi si debba parlare di sport, politica, e altri argomenti quotidiani. Ti prego di non farlo. L'unica informazione che desidero da te e` quando pensi di riportare indietro mia figlia sana e salva a casa, e l'unica parola che mi occorre di sentire in proposito e` "presto."
Regola numero Sei: Non dubito che tu sia un ragazzo popolare, con molte opportunita` di appuntamenti con altre ragazze. Questo mi va benissimo fintanto che va bene a mia figlia. Quindi, una volta che sei uscito con mia la mia bambina, continuerai a uscire con lei e nessun'altra finche' lei non ti lascerł. Se tu fai piangere lei, io faro` piangere te.
Regola numero Sette: Mentre te ne stai sul vialetto di casa mia, aspettando che mia figlia appaia, e che quell'oretta e piu` trascorra, non startene lô a sospirare e lamentarti. Se volevi arrivare in tempo per il film non dovevi prendere appuntamenti. Mia figlia si sta truccando, un procedimento che puo` richiedere piu` tempo della tinteggiatura del Golden Gate di S.Francisco. Invece di startene li` a far nulla, perchÄ non fai qualcosa di utile tipo cambiarmi l'olio alla macchina?
Regola numero Otto: I seguenti posti non sono adeguati per un appuntamento con mia figlia: Luoghi dove ci siano letti, sofa`, o qualsiasi cosa piu` morbida di una seggiola in legno. Luoghi senza genitori, poliziotti o suore a portata di vista. Luoghi dove c'e` poca luce. Luoghi dove si balla, ci si tiene per mano o dove c'e` allegria. Luoghi dove la temperatura ambiente e` abbastanza calda da indurre mia figlia ad indossare shorts, canottiere, mezze magliette o qualsiasi altra cosa che non sia una tuta da lavoro, un maglione e un eskimo - allacciato fino alla gola. I film fortemente romantici o a tema sessuale devono essere evitati; i film con motoseghe vanno bene. Le partite di Hockey sono okay. Case di persone anziane vanno meglio.
Regola numero Nove: Non mentirmi. Posso sembrarti un ridicolo ometto di mezza eta` con pancetta e calvizie incipiente, poco furbo e sorpassato. Ma per mia figlia, io sono l'onniescente e spietato dio del tuo universo. Se io ti chiedo dove stai andando e con chi, tu hai solo una possibilita` per dirmi la verita`, tutta la verita` e nient'altro che la verita`. Ho un fucile, una vanga e due ettari dietro casa. Non cercare di imbrogliarmi.
Regola numero Dieci: Abbi paura. Abbi molta paura. Ci vuole veramente poco per confondere il rumore della tua auto sul vialetto con quello degli elicottero sulle risaie vicino ad Hanoi. Quando la mia intossicazione da diserbanti torna a farsi sentire, le voci nella mia testa continuano a ripetermi "pulisci il fucile mentre aspetti che riporta a casa tua figlia". E' per questo che quando arrivi sul vialetto di casa mia devi: uscire dalla macchina con entrambe le mani bene in vista. Dire la parola d'ordine, annunciando con voce forte e chiara che hai riportato mia figlia a casa sana, salva e presto, per poi tornare in macchina. No non c'e` bisogno che entri. Il volto cammuffato che vedi alla finestra e` il mio.

87.  Se i figli nati fuori dal matrimonio sono naturali perchÄ gli altri non si chiamano minerali? (Fabio Fazio)

88.  Quattro signore molto pie chiacchierano in salotto davanti a una tazza di the. La prima racconta orgogliosa alle amiche: "Sapete mio figlio e' un prete. Ogni volta che entra in una stanza con altra gente tutti si alzano in piedi e lo chiamano 'padre'". La seconda allora replica: "Mio figlio invece Ć vescovo e chi lo incontra lo chiama sempre 'Vostra Grazia'". La terza donna allora dice: "Sapete, invece mio figlio Ć un cardinale e quando incontra qualcuno questo si inginocchia e lo chiama 'Vostra Eminenza'". Intanto, visto che la quarta signora continua a sorseggiare il suo the in silenzio, la prima delle altre tre la incoraggia a raccontare anche lei qualcosa di suo figlio: "Dunque...?". E la quarta allora fa: "Mio figlio Ć un muscoloso spogliarellista, alto uno e novanta, quando entra in una stanza la gente dice 'Mio Dio...'".

89.  Io compiango Marat. Non ha avuto fortuna... Per una volta che ha fatto il bagno ! (Alexandre Dumas figlio)

90.  Ci sono uomini dei quali la natura tira quante copie vuole, senza stancarsi minimamente. (Alexandre Dumas figlio)

91.  Siate sempre molto gentili con i vostri figli, perchÄ saranno loro che un giorno sceglieranno la vostra casa di riposo. (Phyllis Diller)

92.  L'altra sera mio figlio - appena sedicenne - mi chiese le chiavi dell'auto perchÄ aveva un appuntamento con una ragazza. Gli ricordai che non aveva ancora la patente. Lui alzo' le spalle e mi rispose "Che mi frega? Tanto non usciamo dal garage". Promette bene. (Mauroemme)

93.  Non posso abbandonare mio padre e mio fratello: sono come parenti per me. (Jay Mohr)

94.  Figlio: "Ci ho la bambola che partorisce, pa'.". Padre:  "E che vuoi da me?  La prossima volta fa piu' attenzione". (Donarelli)

95.  Quando la figlia si sposa, il padre perde la dote, ma riguadagna il bagno e il telefono.  (Robert Lembke)

96.  Fino a tredici anni credevo che il mio nome fosse "Stazitto". (Joe Namath)

97.  "Sono stata a trovare mia madre". "E come l'hai trovata?". "Beh, la strada me la ricordavo benissimo". ("Buffy, l'ammazzavampiri")

98.  Vi sono persone, e molte, che si pentono sinceramente solo delle loro buone azioni. (Alexandre Dumas figlio)

99.  Cosa pensa mia figlia di me? Me l'ha detto: per lei sono una stronza. Pero' ha detto che mi vuole bene. Ma non le piaccio. Ha paura di me. La intimidisco. Dice che mi rispetta, ma non vorrebbe mai diventare come me. Insomma, abbiamo un normalissimo rapporto madre-figlia...(da "California suite") (Neil Simon)

100.                Nessun figlio Ć tanto inutile da non servire almeno per una detrazione sulla dichiarazione dei redditi. (Robert Lembke)

101.                Un giorno, tornando a casa dalla scuola elementare, scoprii che i miei avevano fatto trasloco.  Allora capii perchÄ la mia merenda era stata avvolta in una mappa. (Alan Law)

102.                Johanna al pestilenziale figlio Gerolamo: "Se continui cosi' piovono botte". E Gerolamo: "Bene, vado a mettere l'impermeabile". (Jean Charles)

103.                Non alzare mai le mani sui tuoi figli. Lasceresti il tuo inguine senza protezione. (Red Buttons)                   

104.                LA LETTERA DELLA MAMMA (1). Caro figlio, ti scrivo queste poche righe per farti sapere che sono ancora viva. Scrivo lentamente perchÄ so che non sai leggere in fretta. Tuo padre ha un nuovo lavoro molto soddisfacente. Ora ha 500 uomini sotto di lui. Taglia l'erba al cimitero. Ho trovato una lavatrice nella nuova casa quando ci siamo trasferiti, ma non funziona tanto bene. La scorsa settimana ci ho messo dentro una dozzina di camicie, ho tirato la catena e non le ho piu' ritrovate. Tuo zio Mario e' morto affogato in una vasca di vino della azienda vinicola. Alcuni suoi colleghi si sono tuffati per salvarlo, ma li ha respinti con coraggio. Abbiamo cremato il corpo. Ci sono voluti tre giorni per spegnere il fuoco. Ha piovuto solo due volte la scorsa settimana. La prima volta per quattro giorni e la seconda per tre.  E' meglio che vada ora, tua sorella Lucia ha appena avuto un bambino questa mattina. Non so ancora se e' un maschietto o una femminuccia, quindi non posso dirti se sei diventato zio o zia. Con affetto, Mamma.

105.                Le donne non pensano a nulla o pensano ad un'altra cosa. (Alexandre Dumas, figlio)

106.                I genitori moderni non  menano mai i propri figli se non per legittima difesa. (Jean-Luc Michel)

107.                "Io sono solo. E' una scelta di vita". "Si', delle donne". (Silvio Orlando e Diego Abatantuono in "Figli di Annibale")

108.                Mia madre non vide mai l'ironia nel chiamarmi figlio-di-puttana. (Richard Jeni) (Jack Nicholson)

109.                Tutto ciś che un figlio puś ragionevolmente aspettarsi da suo padre Ć che sia almeno presente all'atto del concepimento. (Joe Orton)

110.                Quando ero piccolo i miei genitori litigavano in continuazione, dalla mattina alla sera. Fino a 7 anni sono stato convinto di chiamarmi "tuo figlio". (Sergio Viglianese)

111.                I miei genitori mi odiavano. Come giocattoli da bagno avevo una radio e un tostapane. (Rodney Dangerfield)

112.                Una volta mi ero perso, ho visto un poliziotto e gli ho chiesto di aiutarmi a ritrovare i miei genitori. Gli ho domandato se pensava che li avremmo mai trovati. "Non lo so, ragazzo, ci sono cosô tanti posti dove possono nascondersi". (Rodney Dangerfield)

113.                Quand'ero piccolo i miei genitori traslocavano spesso, ma io li trovavo sempre. (Rodney Dangerfield)

114.                Una volta io dissi a mio padre che mi sentivo solo. Lui mi guardś e mi disse: "Chi sei?". (Valerio Peretti Cucchi)

115.                Mia figlia non Ć una cima. Ogni mattina appena sveglia, mi viene a dire: "Papł, ho mal di testa!" e io le rispondo sempre: "Tesoro, quando ti alzi dal letto, prima i piedi!". (Billy Crystal)

116.                Il direttore di una scuola elementare chiama i genitori di tre bambini che si sono picchiati. Entra la prima coppia di genitori: due uomini. "Come, due uomini !?". " Si', ci siamo conosciuti, ci siamo innamorati e adesso viviamo felici con questo bambino che abbiamo adottato". "Fuori di qui!" esplode il direttore inorridito: "La vostra non Ć una famiglia normale, ma una coppia di pervertiti ! Andate via, voi e il vostro bambino !". Entra allora la seconda coppia di genitori: due donne. "Due donne !?". "Si', stiamo assieme da molti anni e abbiamo avuto questo bambino con l'inseminazione artificiale". "Anche il vostro Ć solo un covo di pervertiti !" esplode nuovamente il direttore. "Fuori di qui, deviate, e non fatevi piŁ vedere!". A questo punto entra il padre del terzo bambino. "Guardi - dice rassicurando il direttore - io sono un normalissimo uomo eterosessuale, e glielo posso dimostrare subito. Ecco, vede in strada quella donna con il braccio ingessato e la faccia piena di lividi ? Bene, quella cretina sottosviluppata Ć mia moglie". E il direttore: "Oh, grazie al cielo ! Finalmente una famiglia normale !"

117.                Dopo tutto, non vi sono figli illegittimi, ma solo genitori illegittimi. (Anthony Burgess)

118.                Conviene, a chi nasce, molta oculatezza nella scelta del luogo, dell'anno, dei genitori. (Gesualdo Bufalino)

119.                Ho portato i miei figli ovunque, ma hanno sempre trovato la via di casa. (Robert Orben)

120.                TEST: SIETE PRONTI AD AVERE UN FIGLIO?
TEST DEL DISORDINE: Spalmate divano e tende di marmellata. Mettete un bastoncino di pesce dietro il divano e lasciatecelo tutta l'estate.
TEST DEI GIOCHI: Procuratevi una confezione magnum di Lego sostituibile con pari quantitł di puntine da disegno. Chiedete ad un amico di spargerli per tutta la casa. Bendatevi gli occhi. Tentate di raggiungere il bagno o la cucina. Non urlate perchÄ svegliereste il bambino.
TEST DEL SUPERMERCATO: Fatevi prestare uno o due piccoli animali (le capre sono la scelta piŁ adatta) e portateli con voi al supermercato. Mentre fate la spesa teneteli sempre d'occhio e pagate per tutto ciś che mangiano o danneggiano.
TEST DELLA PAPPA: Procuratevi un bottiglione. Riempitelo per metł d'acqua. Appendetelo al soffitto con una corda. Mentre oscilla cercate di "imboccarlo" con una pappina di cereali facendo finta di essere un aeroplano. Infine spargete il contenuto del bottiglione sul pavimento.
TEST DELLA NOTTE: Preparate un piccolo sacco riempiendolo di 6/8 chili di sabbia. Bagnatelo con abbondante acqua. Alle 3 di pomeriggio iniziate a cullarlo tra le braccia e cantare ninne nanne fino alle 9 di sera. Deponete il sacco e mettete la sveglia alle 10 di sera. Alzatevi. Riprendete in braccio il sacco e cantate tutte le canzoni che vi passano per la testa. Inventatevene altrettante e cantate e cullate il sacco fino alle 4 di notte. Andate a letto mettendo la sveglia alle 5. Alzatevi e preparate la colazione col sorriso sulle labbra.
TEST DELL'AUTOMOBILE: Dimenticatevi la macchina sportiva e comprate una station wagon. Comprate un cono di gelato al cioccolato e mettetelo nel cassettino del cruscotto. Prendete una moneta e inseritela nel lettore CD. Comprate una confezione famiglia di biscotti al cioccolato e frantumateli sul sedile posteriore. Passate un rastrello su entrambi i fianchi della macchina.
TEST FISICO: Comprate un capiente zaino; riempitelo di fagioli e appendetelo sul davanti. Lasciatelo per 9 mesi. Ora togliete 10 fagioli ed evitate di guardare gli abiti appesi nel vostro guardaroba. Non li indosserete per un po' di tempo.
TEST FINALE: Trovate un coppia che ha un bambino. Parlategli di come possono migliorare la loro disciplina, pazienza, tolleranza, igiene personale e galateo del bambino. Godetevi questa esperienza. Sarł l'ultima volta che avrete tutte le risposte alle loro domande.

121.                "Per voi uomini e' diverso: Charlie Chaplin ha avuto figli fino a 73 anni". "Si', ma non riusciva a tenerli in braccio!". (Meg Ryan e Billy Crystal in "Harry, ti presento Sally")

122.                Genitori: Due persone che insegnano ad un bambino a parlare e a camminare, per in seguito dire loro di tacere e di stare fermi.

123.                I figli in provetta? Sicuramente possono dire di essere stati voluti. (Diego Parassole)

124.                "Papł, ho una crisi d'identitł". "La smetta di darmi del tu e si presenti".

125.                Mio figlio era proprio un giovanotto intelligente. Un giorno arrivś a casa con la sua pagella e disse: "Papł, questa Ć la mia pagella. E questa invece Ć una delle tue che ho trovato in solaio".

126.                Un padre Ć un banchiere fornito dalla natura.

127.                Dovevo lasciare la mia famiglia per andare all'Universita'. Eh si', i miei genitori organizzarono una gran festa d'addio per me. Secondo quel che dice la lettera. (Emo Philips)

128.                Recentemente ho compiuto 50 anni, che Ć un'etł giovane per un albero, media per un elefante, e avanzata per un jogger il cui figlio dice: "Papł, non vengo piŁ a correre con te a meno che non mi porti qualcosa da leggere!". (Bill Cosby)

129.                Donne oneste ce ne sono piu' di quelle che non si crede, ma meno di quelle che si dice. (Alessandro Dumas figlio)(in "L'amico delle donne")

130.                E' vero: ho un debito con mio padre. All'incirca un cucchiaino di sperma. (J.B.)

131.                Mio padre mi voleva bene e me lo dimostrava continuamente; mi accarezzava, mi faceva giocare con una pallina di gomma, ogni tanto mi portava in un prato e mi lanciava un bastone. (Teo Teocoli)

132.                Il figlio era praticamente uguale alla madre, ma senza baffi. (Ezio Greggio)

133.                Fin da piccolo ho fatto quello che desiderava mio padre: lui voleva un medico e io sono andato a chiamarglielo. (Paolo Vitullo) (Comix)

134.                Figlio: tassa trentennale, variabile dagli uno ai due milioni al mese. (Martino Ragusa)

135.                Una madre prende in disparte la sua bambina: "Samantha...". "Sô, mamma?". "Devo dirti una cosa...". "Ok, dimmi pure...". "Non so se posso, Ć una cosa che ti puś far star male...". "Oddio, dai non tenermi sulle spine!". "Va bene, senti, io...io...no, non ce la faccio !". "Ti prego, dimmelo!". "Ok, senti, io... io... io non... io non sono la tua vera madre...". "Oh mamma mia !!!"

136.                Una signora si reca in drogheria con i suoi due figli adottati, l'uno dai forti lineamenti slavi e l'altra dalla pelle nera e' di origine etiope. Il proprietario li guarda incuriosito ed esclama: "Sono suoi signora questi bimbi??". "Certo" risponde orgogliosa la donna. "Sono stati adottati vero???". "Si', certo". "Me n'ero accorto, lei e' troppo vecchia per avere figli cosi' piccoli".

137.                C'Ć sempre un prezzo da pagare. (Nanni Moretti in "La stanza del figlio")

138.                Mi piacerebbe conoscere quello che ha inventato il Tavor: lui sô che fa stare bene la gente, lui sô. (Nanni Moretti in "La stanza del figlio")

139.                Non provare a far crescere i tuoi figli per farli diventare come te, potresti riuscirci. (Russell Baker)

140.                I genitori sono le ultime persone al mondo che debbano avere figli. (Samuel Butler)

141.                La mamma di Ale incontra una sua amica che non vede da anni e le chiede: "Come sta tua figlia?". E l'altra: "Molto bene, e la tua?". "Beh, e' cresciuta... ormai e' un ometto..." (Maurizio Tecli)

142.                I nostri figli non sono violenti. Non ci odiano mica. Se ogni tanto ci picchiano e' per il nostro bene. (Lia Celi)

143.                Tutti questi giovani che ammazzano i genitori. Pazzesco. Con tutti i soldi che gli diamo non potrebbero pagarsi un killer? (Lia Celi)

144.                Un figlio e' una riproduzione assolutamente originale. (Fulvio Fiori)

145.                Vedendomi crescere, un giorno mia madre mi disse: "Bravo, sei diventato proprio un OMETTO". Subito dopo mi trovai chiuso in un armadio...

146.                L'atto di ragione fa esistere: d'altronde Ć noto che i figli son frutti del pen... siero. (El Barzo)

147.                Papł, Mi piacerebbe venirti a trovare, Papł. Mi piacerebbe stare un po' con te mentre fai la settimana enigmistica. Ti ricordi quando facevamo a gara a chi la finiva per primo. Avevo 10 anni, tu la compravi e io te la rubavo, bruciavo dalla frenesia di aprirla alla pagina mia, quella dove c'era l'unico gioco che io sapevo fare: unire tutti i puntini e scoprire la figura della settimana. IO, prima che lo facessi tu. Poi tu mi hai spiegato le parole crociate con tutte quelle definizioni orizzontali, verticali, e li Ć nata la mia prima illusione. Il pensiero che la vita puś essere un incastro perfetto basta avere le risposte giuste, no ? ma la vita non Ć cosi e tu lo sapevi, vero papł adesso lo so anch'io... Papł mi piacerebbe telefonarti, per farti gli auguri di compleanno, per dirti la frase che ti dicevo sempre "Allora, quanti ne compi stavolta ?" e sentire la risposta di sempre... "18 !! " seee, pe gamba... Per darti quei regali inutili, scelti distrattamente, senza essermi mai interrogato veramente sui tuoi gusti quella cravatta che non hai mai messo, quella pipa che non hai mai fumato e quell'agenda... che non hai mai aperto. Papł, mi piacerebbe parlarti e raccontarti che adesso anch'io sono papł che c'Ć un bimbo che mi chiama papł, come io chiamavo te... Oddio, veramente lui chiama piŁ spesso mamma, ma sentissi come lo dice bene "Papł - Papł" e le fossette sulle guance quando ride. Oddio, lui sembra me, che sembro te... Chissł se un giorno mi dirł le stesse cose che sto dicendo a te. Beh, speriamo non cosi presto perś, eh. Papł, vorrei... vorrei tenere la mano nella tua come tutte le volte in cui l'ho tenuta, tranne una... quella volta li', che non c'era da andare insieme al cinema, non c'era da tuffarsi insieme nel mare e non c'era neanche da attraversare insieme la strada o forse si... una strada da attraversare c'era ma quella strada, l'hai attraversata da solo... Io sono rimasto di qua...a salutarti... Ciao Papł. (Gabriele Cirilli)

148.                Io sono una di quelle donne che hanno avuto la fortuna di arrivare alla maternita' con una certa esperienza, Possedevo da tre anni uno Yorkshire terrier. A dieci mesi i miei figli erano capaci di accucciarsi al piede. A un anno sapevano afferrare un frisbee a mezz'aria con i denti. A 15 mesi, dopo aver passato settimane a strofinargli il naso nei loro bisogni e a cacciarli fuori, erano addestrati a non sporcare per terra. ( Erma Bombeck)

149.                Chiedi a tuo figlio quello che vuole da mangiare solo se paga. (Ask your child what he wants for dinner only if he's buying) (Fran Lebowitz)

150.                LA LETTERA DELLA MAMMA (2). Carissima figlia mia, Se non ricevi questa mia lettera avvisami, cosô te la rimando. Sai, noi non abitiamo piŁ nella vecchia casa. Tuo padre ha letto in un giornale che la maggior parte degli incidenti avvengono entro un raggio di 30 Km dalla casa, per cui abbiamo deciso di traslocare piŁ lontano. A proposito: se vedi tuo fratello digli che ci venga a trovare, se non lo vedi, non dirgli nulla. Sfortunatamente, non posso mandarti il nuovo indirizzo perchÄ la famiglia che abitava in questa casa prima si Ć portata via il numero civico, per non dover cambiare indirizzo. Sai, questo posto Ć davvero meraviglioso. Il clima non Ć male, la scorsa settimana ha piovuto solo due volte, la prima volta ha piovuto per tre giorni, la seconda per quattro. Ti abbiamo spedito la giacca che mi avevi chiesto. Tuo padre ha detto che era un po' troppo pesante per mandarla via posta, cosô abbiamo tolto i grossi bottoni e li abbiamo messi in una delle tasche. Abbiamo ricevuto una raccomandata dalla Funeraria Bertelli, dicono che se non paghiamo l'ultima rata del funerale della nonna, la dissotterrano. Ieri tuo padre ha inavvertitamente chiuso l'auto con le chiavi dentro, io e tua zia Gertrude eravamo molto preoccupate perchÄ ha impiegato piŁ di due ore per tirarci fuori. Tua sorella Ermenegilda si Ć sposata con suo marito e proprio questa mattina ha avuto il suo primo bebĆ. E' bellissimo. Ancora non sappiamo che sesso Ć, per cui non sappiamo se sei diventata zia o zio. La cosa bella Ć che se sarł una femminuccia, tua sorella ha deciso che la chiamerł come me: la chiamerł Mamma. Purtroppo ho una brutta notizia, lo zio Asdrubale ha avuto un grave incidente sul lavoro: la scorsa settimana Ć caduto in una botte di grappa. Alcuni operai della distilleria hanno cercato di tirarlo fuori ma lui ha resistito finchĆ non Ć affogato. Lo abbiamo fatto cremare, ed Ć ancora lô che arde. Il tuo amato cagnolino Boby si Ć molto divertito, ha rincorso un'auto per tutta la settimana, poi ha dovuto smettere perchÄ l'auto Ć partita dal parcheggio. Ti ricordo con affetto. Mamma. (Mauroemme)

151.                Un mio amico ha avuto un'infanzia molto difficile, con un padre terribile che lo picchiava sempre. A volte, quando era particolarmente incazzato, metteva la cinghia per terra e ci sbatteva sopra il figlio. (Mauroemme)

152.                Quando qualche idiota mi chiede come abbiamo fatto a fare due gemelli, rispondo che Ć bastato fare due forellini nel preservativo. (Mauroemme)

153.                Tempo fa, un tale mi chiese se avevo figli. Si, due gemelli, gli risposi. Geniale! Mi disse. Si, gli dissi io, succede una volta ogni centomila. Lui mi guardś esterrefatto e mi disse: santo cielo, sei arrivato gił a centomila in cosô poco tempo? (Mauroemme)

154.                LA LETTERA DELLA MAMMA (3). Caro figlio, ti scrivo queste poche righe perchÄ tu sappia che ti ho scritto. Se ricevi questa lettera, vuol dire che e' arrivata. Se non la ricevi, fammelo sapere, cosi' te la rimandero'. Scrivo lentamente perchÄ so che tu non riesci a leggere in fretta. Qualche tempo fa tuo padre ha letto sul giornale che la maggior parte degli incidenti capitano entro un raggio di un chilometro dal luogo di abitazione. Allora abbiamo deciso di traslocare un po' piŁ lontano. La nuova casa e' meravigliosa. C'e' una lavatrice, ma non sono sicura che funzioni. Proprio ieri ci ho messo dentro il bucato, ho tirato l'acqua e poi il bucato e' sparito completamente. Il tempo qui non e' troppo brutto. La settimana scorsa ha piovuto due volte: la prima volta per tre giorni e la seconda per quattro. A proposito della giacca che mi avevi chiesto, tuo zio Piero mi ha detto che spedirtela coi bottoni sarebbe stato molto caro (per via del peso dei bottoni). Allora li ho staccati. Se pensi di riattaccarli, te li ho messi tutti nella tasca interna. Tuo fratello Gianni ha fatto una grossa sciocchezza con la macchina: e' sceso e ha chiuso di scatto la portiera lasciando dentro le chiavi. Allora e' dovuto rientrare a casa a prendere il secondo mazzo di chiavi, e cosô anche noi abbiamo potuto scendere dalla macchina. Se vedi Margherita salutala da parte mia. Se non la vedi, non dirle niente. La tua mamma che ti vuole tanto bene!
P. S.: volevo metterti anche un po' di soldi, ma avevo gia' chiuso la busta.

155.                Mia figlia ha aspettato talmente tanto a nascere che sono diventato prima nonno. (Prof. Spalmalacqua)

156.                Non sono mai stato il preferito di mia mamma, e sono figlio unico. Un giorno le ho chiesto: "Mamma, sono stato adottato?". Mi ha risposto: "Non ancora, ma abbiamo messo un annuncio". (Aldo Colombini)

157.                Potete essere sicuri che i vostri figli stanno crescendo quando smettono di chiedervi da dove vengono e rifiutano di dirvi dove vanno.

158.                Le madri normali per tenere buoni i bambini gli concedono di vedere i cartoni animati. Mia madre invece mi dava solo i cartoni. (Claudio Bisio)

159.                Ebbene si', io picchio mio figlio. Per leggitima difesa ... (Ottovolante)

160.                "Papł, ti secca se ti chiamo pelato?". "Per nulla, figlio imbecille. PerchÄ?"

161.                I figli sono un genere voluttuario. (Marcello Marchesi)

162.                Rientra il figlio trentenne, che vive ancora con i genitori. La madre: "Ha telefonato un tuo amico!". Il figlio: "Come si chiama?". La madre: "Non mi ricordo!". Il figlio: "Mannaggia, la prossima volta, scrivilo!". Il giorno seguente, il figlio rientra e trova un biglietto sul tavolo: <HA TELEFONATO UN TUO AMICO>.

163.                I figli illuminano davvero una casa: non spengono mai le luci!

164.                Il Principe di Monaco ha riconosciuto un altro figlio. Se va avanti cosi' avra' piu' figli che sudditi. (Skizzo)

165.                Io e lei potremmo essere parenti, chesso' cugini... Avevo uno zio che andava spesso a prostitute. (Furio Ombri)

166.                Quando e' nata mia figlia, abbiamo filmato la nascita. Adesso, quando mi fa arrabbiare, pigio rewind e la rimetto dentro. (Grace White)

167.                Avremmo meno problemi con i nostri figli se per mantenere accesa la TV fosse necessario spaccare la legna.

168.                Proprio noi siamo la gente contro la quale ci avevano messo in guardia i nostri genitori.

169.                PerchÄ hai difficoltł a capire i tuoi figli? PerchÄ in realtł non sono davvero i tuoi figli! (Bilbo Baggins)

170.                Con i miei genitori le cose vanno alla grande: parlo con loro almeno una volta alla settimana ed e' il meno che io possa fare, dal momento che vivo ancora con loro. (D. Corrado)

171.                La figlia 18enne: "Mamma, io devo riuscire! Cosa debbo fare?". "Esci, rientra e poi riesci nuovamente!". (DrZap)

172.                Mio figlio Ć stato a casa da scuola tre giorni, la settimana scorsa. Il suo insegnante mi ha mandato una nota di ringraziamento. (Milton Berle)

173.                Ieri sera mi sono preoccupato un po' quando mio figlio, vedendomi accendere la TV, mi ha detto: "Forse, papa', sarebbe meglio che tu ascoltassi prima la mia versione...". (DrZap)

174.                I miei figli hanno preso tutto dalla madre. Da me hanno preso solo i soldi. (Gianluca Giugliarelli)

175.                Babbeo: l'orgoglioso padre di un qualunque teen ager. (Bilbo Baggins)

176.                Un adolescente alla madre: "Mamma, posso farti due domande?". La madre: "Certo, caro!". "Posso andare con gli amici a una festicciola che finirł verso le quattro del mattino?". "E quale sarebbe la seconda domanda?". "PerchÄ non posso?". (La Settimana Enigmistica)

177.                Mio figlio e' cattivo. Blocca con lo scotch i vermi sul marciapiede e poi guarda gli uccellini farsi venire l'ernia. (Rodney Dangerfield)

178.                Mia moglie Ć incinta. Siamo andati a fare la prima ecografia. Il dottore ci ha dato le immagini di nostro figlio, ma non si vede niente: sono tutte nere con dei puntini bianchi. Arrivato a casa ho unito i puntini ed Ć venuta fuori la scritta: VOGLIO LA PLAYSTATION. (Leonardo Manera)

179.                "Papł, papł! Mi compri l'ultimo cellulare con wi-fi, bluetooth, sms, mms, touch screen, videocamera, fotocamera, mp3 e internet?". "Scusa figliolo, ma perchÄ non ti droghi come tutti i tuoi amici?".

180.                Genitori a cui basta sentirsi dire: 'Oh, io esco eh? ' per chiederti who, when, why, which, what, e in piŁ il senso della vita. (Pietro Borrelli)

181.                Due genitori vanno dallo psichiatra: "Dottore, non ce la facciamo piŁ. Nostro figlio ha piŁ di 30 anni e vive ancora sulle nostre spalle. Cosa possiamo fare?". "Avete provato a scuoterlo un po'?". "Sô, ma quando lo faccio, lui salta sulle spalle dell'altro".

182.                Mamma: "Fai il ruttino... coraggio, fai il ruttino...". Figlio: "Burp!". "Bravooo!". Dieci anni dopo: "Burp!". "Maiale, ma chi te lo ha insegnato?". (Sebastiana Coma)

183.                E' femmina! Voglio che sappiate tutti che non Ć come pensate, sono felicissimo. E' una bellissima notizia, la amerś come fosse un maschio. (Marco Camillieri)

184.                Un figlio naturale comporta sempre una quantitł di problemi: meglio un figlio frizzante.  (Renato R.

185.                Secondo uno spot norvegese gli italiani sono tutti dei mammoni. Ma mia madre dice che i norvegesi non capiscono niente. (Francesco Conte)

186.                "Mamma, papł... ho deciso di vivere da sola... i vostri bagagli sono fuori". (ossimorobiondo)

187.                L'illegittimo: lapsus talami. (Gian Carlo Moglia)

188.                "Sai che mia figlia si sposa?". "Oh porca puttana!". "Nooo, non quella! L'altra".

189.                Crescere un figlio richiede molta pazienza. Soprattutto da parte del figlio. (El Perich)

190.                Dieci regole per uscire con mia figlia:
1. Trovati un lavoro
2. Sii consapevole del fatto che NON mi piaci
3. Ricordati che io sono OVUNQUE
4. Portala sempre a casa con 30 minuti di anticipo
5. Se la fai soffrire, io farś soffrire te
6. Trovati un avvocato
7. Se mi dici una bugia io lo scoprirś
8. Lei Ć la mia principessa, non una tua conquista
9. Io non ho problemi a ritornare in prigione
10. Tutto quello che farai a lei, io lo farś a te

191.                Che emozione ! Mio figlio ha detto " Genitore 1 " per la prima volta ! (Teomondo Scrofalo)

192.                Dopo la definitiva abolizione delle differenze fra figli naturali e figli legittimi i figli da ora in poi si divideranno in figli di puttana e no. (DrZap)

193.                Era un cosi' cattivo padre che si portava dietro i due figli gemelli attaccati ai polsini. (DrZap)

194.                Quanto Ć giunto fino a noi Ć stato tramandato di padre in figlio. Di puttana. (Zew)

195.                Una mattina sono entrato in camera di mio figlio: era tutto in ordine!!! Poi ho capito. Nella notte c'erano stati i ladri. (DrZap)

196.                Vende il figlio online a 150mila sterline. Ú che non si fida dell'euro. (George Clone)

197.                "Figlio, perchÄ continui a pensare che sei stato adottato?". "これを翻訳しているなら、私はあなたを愛していることを知っている". "Se la metti cosô..." (Battutiere)

198.                Elisabetta Gregoraci e Flavio Briatore: ĎStiamo lavorando a un secondo figlioË. Speriamo che sia femmina, ma non chiamatela Passera. (Marinella Etzi)

199.                Raffaella Fico: "Pia cresce velocemente. Gattona e gia' parla, chiama mamma e DNA. (Ivan Leonte) (Prugna)

200.                I miei genitori hanno il vizio di interrompere ogni cosa che... SI' MAMMA, ARRIVO! (Mordicchio)

201.                Io sono figlio vedovo di madre unica. (Toto')

202.                Voleva un figlio e io lŇho affecondata. (Andrea Bertora)

203.                Matteo ad Aldo: "che ci fai cosô presto di domenica mattina?". Aldo: "compro un regalo a mia figlia!". Matteo: "fa il compleanno?". Aldo: "no Ć perchÄ si chiama domenica e vuole un regalo ogni domenica". Matteo: "che fortuna che hai". Aldo: "perchÄ?". Matteo: "mia figlia si chiama alba".

204.                Io sono uno all'antica. Dopo il sesso chiedo sempre "Ti Ć piaciuto?". Lei di solito risponde: "No, papł". (Cinico e baro)

205.                Dovete trovare un posto dove lasciare i vostri ingestibili figli quando andate al supermercato. Nel profilattico ad esempio. (Violentina)

206.                "Mamma, e' vero che da piccolo sono stato adottato?". "Sô, ma poi ti hanno riportato indietro". (Igor)

207.                Lui: "Cara, hai visto che brutto indente lô in strada?". Lei: "Caro, ti prego, smettila di chiamare cosi' nostro figlio!"

208.                Quando ero piccola sono caduta dalle scale di testa. Quando mio padre mi ha chiesto come avevo fatto, sono risalita in cima alle scale e sono ricaduta di testa apposta per fargli vedere.

209.                "Mamma, papł penso sia giunto il momento che viva da solo". "Va bene". "Sapevo che avreste capito, ho lasciato le vostre cose fuori casa". (Isterica)

210.                Quando qualcuno mi dice: ĎFidati di meË mi viene in mente sempre mia madre quando da bambino mi diceva: "Vieni qua, non ti faccio niente".

211.                Date retta a uno che potrebbe essere vostro padre e non Ć detto che non lo sia. (Rocco Tanica)

212.                Insegnate ai vostri figli come pensare, non cosa pensare. (Richard Dawkins)

213.                Lui: "Amore, che nome diamo a nostra figlia?". Lei: "Diamole il nome di mia mamma". Lui: "A me di chiamare stronza mia figlia non mi va". (L'asino che ride)

214.                Quelli che quando piove entrano in classe con la macchina lo fanno per dimostrare di volere molto bene ai loro figli. (Leo Morabito)

215.                La famiglia piu' numerosa d'Italia a Sanremo: "E' stato lo Spirito Santo!". Classico di noi italiani: facciamo una cazzata, diamo la colpa ad un altro! (Satiraptus) (Andrea Vasumi)

216.                "Come si chiamano le bimbe?". "Asia e India: le abbiamo concepite in giro per il mondo... e i tuoi?". "Ronco e Bilaccio: c'era coda in appennino..." (Robgere)

217.                80enne abbandonato in autostrada dal figlio. "Signore, cosa fa qui solo in mezzo alla strada? Potrebbe farsi male...". "Mio figlio mi ha lasciato qui". "Chi Ć suo figlio?". "Quello di una grandissima puttana..." (Fabio Cavallari)

218.                Quando il Corsaro Nero ebbe un figlio che era un vero tesoro, la moglie comincio' a preoccuparsi molto. (DrZap)

219.                Due amiche si reincontrano dopo molti anni. "Ciao, cara, come va?". "Io bene, e tu?". "Io ho un po' di problemi. Ho avuto un figlio senza sposarmi. Solo che il padre non ha riconosciuto il bambino". "Eh, ma... come lo avevi vestito?"

220.                Ai miei figli ho detto: "Non prendetemi mai in giro perche' dovete aiutarmi col computer. Io vi ho insegnato a usare un cucchiaio". (Caffeina)

221.                La scienza ci insegna che piu' sei distante da casa, piu' tua madre urlera' al telefono. (Prugna) (Luca Farinelli)

222.                Tra poco mio figlio inizia la scuola materna. Sembra ieri che denunciavo la Durex per il prodotto difettoso. (Prugna) (Valerio Coscetti)

223.                "Ecco mia figlia, la minore". "Ecco la mia, fa diesis". (Lucilla Masini)

224.                Danimarca. La campagna per fare piu' figli si chiama "Fallo per mamma". E' attesa la versione maschile "Patata per papł". (Soppressatira) (Paolo De Santis)

225.                "Che vuol dire che non vieni al compleanno di Luca?". "Maddai, c'e' il derby e poi Luca lo conosco da meno di un anno". "Ma Ć tuo figlio!". (Prugna d'Oro 2015) (Prugna) (Konrad Schubert)

226.                Ma i figli alle cicogne chi li porta? (Antonio Di Stefano) & (Lino Giusti)

227.                Ilary Blasy e Totti non vogliono conoscere il sesso del terzo figlio. Tanto gli metteranno comunque un nome del cazzo. (Michele Todaro)

228.                Con mia moglie abbiamo dato un ultimatum ai ragazzi..se non mettono in ordine la stanza gliela bombardiamo. ((COL)LATERAL) (Matteo Nespoli)

229.                Latina, picchia il figlio con il cric. Ora si sente sollevato. (Fabio Cavallari)

230.                Il fatto che mio figlio non dica ancora "papł" ha i suoi vantaggi: tipo quando di notte si sveglia urlando "MAMMA!"

231.                Sono incazzato nero. Oggi mi hanno dato la custodia di mio figlio, ma lui, dentro, non c'era! (CoL-Lateral) (Gigi San)

232.                "Papa', mi fai tu l'esercizio di matematica?". "No figliolo, non sarebbe giusto". "Ma potresti almeno provare!!"

233.                Un altro figlio? Ho valutato tutti i pro, ma hanno vinto i Control. (Prugna) (Andrea Bertora)

234.                Per educare mio figlio alla generosita' gli chiedo un morsetto del suo gelato. Ma glielo mangio tutto, per educarlo pure alla dura realta'. (Prugna) (Max Mangione)

235.                "I figli non sono diritti", come disse Rigoletto. (Gedeone Courbert)

236.                E dopo Cristian e Chanel arriva Isabel. Figlia di Francesc e Ilar Tott. (Soppressatira) (Laura Barresi)

237.                Statisticamente in Italia il 25% dei terzogeniti non sono figli del padre ufficiale. Cosô, per dire che Ć nato il terzo figlio di Totti. (Davide Marchetti)

238.                Ultim'ora. Totti ha lasciato l'allenamento per raggiungere Ilary in clinica. Probabile che l'ostetrica lo faccia entrare in sala parto per gli ultimi dieci minuti. (Prugna) (Giancarlo Cristallo)

239.                Christian, Chanel, Isabel. Totti non ce la fa neanche a finire i nomi, figurati una partita. (Prugna) (Federico Bagnolesi)

240.                Mi sorge un dubbio: si dice figlio di primo letto anche quando e' concepito in camporella? (Gianni Soria)

241.                Ciao, sono Giulio. 42 anni. Una laurea. Una figlia in prima elementare. Dopo averle fatto fare i compiti, mia moglie li ricontrolla. (Prugna) (Fitzgiulio)

242.                Vorrei ricordare mia madre con la breve storia triste in tre parole che mi raccontś quando le chiesi come ero nato: MALEDETTI PRESERVATIVI ECONOMICI. (Daniele Di Leo)

243.                India, diventa madre a 70 anni e chiama il bambino Desiderio. Praticamente, un tram. (Antonio Paladino)

244.                "I figli sono di chi li cresce" come diceva San Giuseppe. (Satiraptus) (Lara Pan)

245.                Istat: 6 su 10 ancora a casa dopo i 30 anni. 'Sta piaga dei genitori che non se ne vanno, prima o poi va risolta. (Arsenale K) (Paolo Parziale)

246.                Dati Istat 2016: 6 giovani su 10 vivono ancora coi propri genitori. Gli altri 4 si sono sposati e vivono coi genitori di lei. (Kotiomkin) (Gabriele Iannicelli)

247.                Consiglio di un padre alla figlia bruttina: "Cara, se qualcuno ti corre dietro, rallenta seno' non ti raggiungono". (DrZap)

248.                Gli psicologi mettono in guardia: "appellativi come 'campione' o 'principessa' fanno diventare i figli narcisi. Quindi mio padre che mi chiamava 'testa di cazzo' lo faceva solo per il mio bene? (Satiraptus) (Paolo Parziale)

249.                "Ti piacerebbe avere un figlio?". "Ma certo!". "E come lo chiameresti?". "Col cellulare". (Oleandrobianco)

250.                Madre respiriana sgrida il figlio col fiatone: "Piantala d'ingozzarti!". (elmorisco)

251.                Mi hanno detto che sono figlia di Dio. Mamma nega. (Sarś bre') (Lucilla Masini)

252.                Io al Fertility Day vi porto i miei figli. Cosô vi faccio passare la voglia. (Kotiomkin) (Aurora De Francisci)

253.                Per una donna un figlio Ć una ragione di vita, ma per un uomo prima dei quarant'anni la gioia di avere un figlio Ć seconda soltanto alla gioia di avere dei calcoli biliari. (Geppi Cucciari)

254.                Padre kazako e madre magiara fanno figlio kazaro. (Sarś bre') (Vincenzo Nizza)

255.                Una mamma telefona al figlio: "Giulio, porti a cena degli amici?". "Sô mamma, stiamo arrivando, siamo in 500". "Non vi sembra di esagerare?". (Walter Angelucci)

256.                Mick Jagger padre a 73 anni. Una casa piena di pannolini e pannoloni. (Antonio Di Stefano)

257.                Figli: il bastone della nostra vecchiaia. Speriamo non in testa. (Sarś bre') (Chiara Meneguzzi)

258.                Lascia il figlio di 3 anni in auto al freddo per giocare alle slot. La sua giustificazione: "Scusate, pensavo fosse il cane". (Salvatore Cacciola)

259.                Farlo nascere settimino Ć cedere al suo primo capriccio. (Sarś bre') (Pietro Gorini)

260.                Mio figlio VORREBBE dirmi: "Ti voglio bene papł, andiamo insieme a lavare l'auto?" Ma Ć troppo emozionato e riesce solo a dire:"Mi dai 20█?". (Words)

261.                "Amore, nostro figlio sta inserendo le formine nei fori corrispondenti e non ne sbaglia una". "Eh ma c'ha pure 32 anni". "Sempre a sminuirlo tu".

262.                Mia moglie oggi mi ha chiamato dicendomi: "A TUA FIGLIA PIACE LA BANANA". Purtroppo GRATTUGGIATA Ć arrivata un secondo dopo l'infarto. (Il Bomma)

"Mamma, tu da piccola com'eri?". "Ero una bambina educata". "E poi cosa ti Ć successo?"

Crisi: un trentenne su due vive con i genitori. Il che Ć particolarmente seccante se sei orfano. (dovetosanoleaquile)

263.                "I miei figli guardano la Tv dieci ore al giorno". "Non temi per la loro salute mentale?". "Per niente, la Tv la tengo spenta"

264.                Il figlio di Vendola, ha i tratti somatici dei nativi d'America. Pare sia stato usato liquido seminole. (Giuliano Gavagna)

265.                Se i genitori suonano spesso e volentieri i loro figli da piccoli lo fanno perche' da grandi vogliono che diventino dei grandi musicisti? (DrZap)

266.                Secondo una ricerca svedese fare figli fa vivere di piŁ. Deve essere crescerli, quello che ammazza. (Gilberto Nuvolari Duodo)

267.                Un figlio in provetta ? Ma quale 'provetta'. Proviamoci e basta! (Sarś bre') (Pietro Vanessi)

268.                Mio figlio mi ha danneggiato l'iPhone, quindi lo regalo. Se qualcuno lo vuole, ha 4 anni, capelli scuri e occhi marroni.

269.                Abramo e Sara ebbero Isacco da vecchi. Per fortuna non avevano vicini. (Capsicum) (Giovanna Prati)

270.                COCCHI DI MAMMA. Discussione fra marito e moglie: "Tu i figli li vizi troppo". "Solo perchÄ gli porto la colazione a letto ?". "Non tanto per questo, quanto per il fatto che per portargliela vai da Roma a Firenze tutte le mattine". (Walter Angelucci)

271.                EDUCAZIONE. Figli: se prendono una brutta piega non fargliela passare liscia. (Sarś bre') (Lucilla Masini)

272.                Due genitori mancini hanno solo il 25% di probabilitł di generare figli mancini a loro volta. Peccato che la regola non valga anche per i figli coglioni. (Capsicum) (Stefano Prada)

273.                Educare un figlio Ć rimetterlo al mondo. (Sarś bre') (Pietro Gorini)

274.                Lorenzin: "Noi donne siamo destinate alla gravidanza". Rendiamole atto che non sia facile riuscire ad irritare, con una sola frase, le donne con figli, quelle che non vogliono averne e quelle che non possono averne. (Kotiomkin) (Nicla Simonetta)

275.                In 36 ore, sono state oltre 27mila le richieste per il contributo maternitł. Il bonus boom. (Renato R.)

276.                Vedi figliuolo? Un giorno tutto questo sarł muTUO. (Lucilla Masini)

277.                I nostri figli probabilmente non avranno la pensione, ma una cosa Ć certa. Non prenderanno mai il morbillo. (Antonio Di Stefano)

278.                Ma i figli alla cicogna chi li porta? (Lino Giusti) & (Antonio Di Stefano)

279.                Educare figli Ć impegnativo, educare genitori Ć quasi impossibile. (Sarś bre') (Carla Lucci)

280.                Se ti chiama 'principessa' Ć solo perchÄ ti vuole a casa entro mezzanotte. (Lucilla Masini)

281.                ĎTu picchi tuo figlio?Ë. ĎNo, troppo rischiosoË. (Sarś bre') (Pietro Gorini)

282.                Siracusa. Picchia la madre per farla prostituire. Non cŇĆ riuscito ma ha ottenuto il suo scopo. EŇ un gran figlio di puttana. (Antonio Di Stefano)

283.                Aveva avuto 7 figli splendidi: sani, belli e intelligenti. Quello successivo pero' nacque un po' scemino... era stupidotto. (DrZap)

284.                Genitori lasciano le figlie in auto: lui gioca alle slot, lei si prostituisce. In effetti l'auto era il posto migliore. (Enrico Maria Bruno)

285.                Una mia amica ha chiamato il figlio Leone. Alla Asl invece che un pediatra gli hanno assegnato un veterinario. (Antonio Di Stefano)

286.                Ú meglio parlare coi figli di sesso. Almeno impariamo qualcosa! (Lucilla Masini)

287.                Oltre il 70% dei genitori non parla ai figli di sesso, contraccettivi o malattie sessualmente trasmissibili. Peccato, sai quante ne imparerebbero? (Lucilla Masini)

288.                Ho provato a spiegare a mio figlio di 9 anni che e' normale avere il pisellino piccolo. Ma niente, continua a prendermi in giro. (Capsicum) (Stefano Bonaventura)

289.                La madre che ha ucciso i figli di 2 e 5 anni ora rifiuta le cure. Lo sa anche lei che andava curata prima, non dopo. (Il Sarcastico)

290.                Consiglio della tata. Vendetta per tutto quello che vi fanno passare: cercate di vivere abbastanza a lungo per diventare un problema per i vostri figli. (Maria Pia Timo)

291.                Mastrota annuncia il quarto figlio: credo sia giunto il momento di vendere anche i materassi di casa. (Mario Cafiero) (Gianluca Foresi)

 

Per tornare allŇHomePage

Per tornare allŇindice degli Argomenti