Omaggio a Manuel Cerfeda, autore comico presente su Facebook, Twitter e YouTube. Ha pubblicato “L’anagramma di derma” ed Ź l’autore di “Ragnetti Rossi

http://www.manuelcerfeda.it

1.    Nel mio paese le strade sono cosď dissestate che mi salta anche la musica nell'Ipod.

2.    Il supereroe piĚ imparziale Ź Super Partes.  

3.    Allo scoccare dell’ora X, la partita finď in paritą.  

4.    Il vero miracolo del calcio femminile Ź vedere 11 donne che indossano tranquillamente, in pubblico, lo stesso vestito.  

5.    Ragazza diventa improvvisamente ignorante. Per errore le hanno praticato l'info-drenaggio.  

6.    Amare Ź dove finisci se cadi dal molo.  

7.    L'ortopedico comincia le sue diagnosi con " Anche perché...".  

8.    Ob torto collo venit cervicalem.  

9.    Crisi greca verso soluzione, volano le borse. E i piatti, i bicchieri, le sedie...  

10.Marino: la destra torni nelle fogne. Ci hanno provato, ma a Roma i tombini sono tutti intasati.  

11.Corona libero, schiaffo morale all'India.  

12.Maturita' 2015, Scientifico: piano tariffe di operatore telefonico nella prova di matematica. Per prepararsi al callcenter.  

13.Previsti problemi di adattamento in Italia per AstroSamantha, perché in sua assenza, da noi, la gravitą Ź aumentata.  

14.Salvini: "Migrante Ź un gerundio". No, Ź "razzista" che dovrebbe essere passato remoto.  

15.Corea del Nord, Kim Jong Un fa giustiziare il capo delle forze armate con un cannone. L'ha proprio silurato.  

16.750 anni da nascita Dante Alighieri, ‎Benigni al Senato. Per l'occasione i presenti hanno sollevato la bocca dal fiero pasto.  

17.E' normale che Paperino abbia un quiproquo, ma da quando in qua?  

18.Queste sanguisughe sono fastidiose, brutte figlie di mignatta!  

19."Quella pagnotta Ź magnifica, un profumo, un sapore, la mollica soda e fragrante". Avete ascoltato un panegirico.  

20."Alla cerimonia c'erano solo i parenti stretti". "Perché, non c'era posto?".  

21.A volte indosso guanti e scarpe da elettricista e faccio il giro dell'isolato.  

22.Ai primi freddi, la cicala dice "Dove andremo a frinire?".  

23.Incidentale: Quando vi cade il tubetto del dentifricio Ź difficile che lo colgate.  

24.Quando un pescatore tira su uno storione, ti narrerą come ha fatto con un racconto lunghissimo.  

25.Nel castello c'era un pauroso drago che non destava alcuna preoccupazione, perché era, per l'appunto, pauroso.  

26."Signor giudice, io niente feci!". "Una purga?".  

27.Qualcuno conosce il sig. Amen, quello che ha scritto tutte le preghiere?  

28.I cavernicoli si trovavano spesso in situazioni grottesche.  

29.Il meteorologo amante delle citazioni leggeva solo le massime.  

30.Ancora un caso di lavoro rubato a noi italiani. Un paese sconvolto. Tutta colpa della sinistra buonista.
Entra in ufficio e trova un extracomunitario a lavorare al suo posto
ť successo a Strangolacefali (QZ), piccolo paesino montano famoso per la tipica noia artigianale.
Ancora un grave fatto di cronaca dovuto a questi immigrati che non ne vogliono sapere di integrarsi.
Ieri mattina Marco Visita, impiegato comunale di Strangolacefali (QZ), 50 anni, si Ź recato, come ogni tanto fa, al lavoro, la mattina prestissimo – erano le 11:15 – quando ha trovato seduto alla sua scrivania Alď Ben Hammud, immigrato algerino di 30 anni. Il mariuolo – per giunta anche un po’ negro – non solo aveva timbrato il cartellino del povero impiegato addirittura qualche minuto prima delle otto antimeridiane, ma aveva anche chiuso delle pratiche che da anni raccoglievano polvere sulla scrivania del Sig. Visita.
Va sottolineato, ad aggiungere ulteriore sdegno, che il Ben Hammud non possiede le competenze necessarie per quel lavoro, avendo conseguito ben due lauree in scienze economiche e in diritto presso l’Universitą di Algeri, potendo quindi al massimo, con quel grado di istruzione, vendere teli da mare sulla spiaggia, come ci si aspetterebbe da un africano.
“ť il momento di basta con questi migrati che ci arrubbano lu lavore” protesta un Visita visibilmente scosso “ci aggio messo anni ad accumulare tutte chelle pratiche per fare i’ mmuro di carta e poter leggere (o vedere le figure, n.d.r.) il Corriere dello Sport in sant’ apace, ora come facerė? ”.
Vibrate anche le proteste del Capoufficio, il Dott. Stefano Grattapanzi, anch’egli vittima del vile atto terroristico: “Mi sono visto arrivare sul tavolo ben 5 – dico 5 – pratiche da firmare, ma non sono riuscito a uscire dall’ufficio in tempo. Non posso accettare di essere sottoposto a questa mole di lavoro. Per colpa di questo increscioso episodio non ho potuto fare le compere che mi aveva chiesto mia moglie, e abbiamo dovuto rimandare la preparazione della parmigiana di melanzane, alla quale avevo gią fatto la bocca. Se ne vadano, anzi, se ne andassero a casa loro a fare gli efficienti!”.
Gli abitanti del paese di Strangolacefali sono sconcertati dall’episodio: c’Ź chi esprime la sua viva solidarietą al Sig. Marco “Non va mai in ufficio, per una volta che andava a prendere qualche penna per i nipoti guarda che bella sorpresa che ha trovato!”, chi stigmatizza il comportamento del lestofante “Come si fa a pensare di lavorare in un ufficio pubblico? Questa Ź una strategia terroristica verso i poveri impiegati!”, e chi – il solito coglione - invoca la pena di morte. Una comunitą che impiegherą giorni a ritrovare la noia perduta, prodotto tipico che turisti da tutto il mondo vengono ad ammirare nella centrale Piazza dello Sbadiglio.
Secondo alcune indiscrezioni, il malfattore sarebbe anche musulmano: la sua presenza in un pubblico ufficio, dotato di crocifisso a norma di legge (cm. 160 X 120, cioŹ circa scala 1:2 della vera croce), ha comportato il pronto intervento del parroco Don Adamo OcĚlio de Bimbis, con una benedizione d’urgenza.
L’autore del folle gesto ha dato legittime giustificazioni al suo furto di lavoro, ma ci guardiamo bene dal pubblicarle, e gli Ź stato notificato un decreto di espulsione, quindi sicuramente lascerą il nostro Paese volontariamente non appena sarą a piede libero.
Il sindaco, Dott. Devoto Di Scambio, ha invitato i cittadini a denunciare qualsiasi persona anche solo lievemente abbronzata che svolga attivitą diverse da vendere calzini o raccogliere pomodori, auspicando che, se proprio devono stare qui in Italia, “si facessero i capelli come a Balotelli che mi piace, magari pure biondo ossigenato. Goool!”.
Alessandro Cecchi Cecrede  

31.Il mio giardiniere ci mette troppa foga, Ź un invasato.  

32.Fu arrestato quando era ormai vicino alla pensione. Della nonna.  

33."Buongiorno, posso parlare con Napoleone?". "No, ha una riunione in corso".  

34."Il mare ha bisogno del sale fino o del grosso?" "Del fino".  

35."Ehi, ma cos'Ź quel mostro che mangia automobili e poi attraversa il lago?". "ť un draghetto". (GdP)  

 

Per tornare all’HomePage

Per tornare all’indice degli Autori