Omaggio a Cristina Correani

1.     Se la Maria Elena Boschi Ź la prima laureata di famiglia significa che il di lei padre Ź potuto entrare nel Cda di banca Etruria, essere nominato vicedirettore senza il titolo di studio? Per forza le banche poi, falliscono.  

2.     L'unica cosa ampiamente chiarita dalla Boschi Ź il suo essere un'irriducibile bugiarda. Nei paesi appena piĚ seri di questo la cosa che gli elettori e i cittadini non perdonano mai al politico Ź la menzogna. Qui invece non solo i politici bugiardi vengono difesi anche da una sostanziosa parte di opinione pubblica ma addirittura sostenuti e protetti dalle istituzioni che dovrebbero invece impegnarsi ed agire sempre in rispetto della veritą.  

3.     In Calabria un vicino di casa fa il baciamano al boss della 'ndrangheta catturato dopo 23 anni di latitanza trascorsa, come sempre accade coi latitanti introvabili, a casa sua. A Sperlonga il sindaco torna a casa dal carcere per i domiciliari e i cittadini lo accolgono come una rockstar. Ad occhio mi pare che il problema preminente di questo paese non sia la legge elettorale.  

4.     Invece di scarabocchiare scemenze sulle vacanze di Grillo chissą perché Zucconi e Iacoboni che si danno di gomito nel twitter l'uno ritwittando i pettegolezzi dell'altro perché si sa, Stampubblica Ź pur sempre una grande famiglia, non scrivono mezza parola sulle rivelazioni del New York Times su Giulio #Regeni e la sua fine orrenda, su Obama che fornď all'Italia le prove del coinvolgimento dei servizi di Al-Sisi riguardo le torture e l'omicidio, di Renzi che sapeva ma non ha fatto nulla e sull'ennesima "ragion di stato" che ha rimandato l'ambasciatore italiano al Cairo perché, anche questo si sa, gli affari vengono prima del rispetto per la vita, della veritą sulla morte di Giulio e del dovere del giornalismo di raccontare agli italiani le cose importanti, non le idiozie utili alla propaganda filorenziana.  

5.     Il New York Times Ź autorevole solo quando fa il gossip sulla monnezza di Roma. Quando fruga nel letamaio dello stato italiano no. I giornalisti del NYT fanno il lavoro che quelli italiani non vogliono piĚ fare, molti non lo hanno mai fatto e qualcuno si permette pure di fare il presuntuoso. I servi di Renzi si vergognino di essere stati i complici delle bugie sulle torture e la fine orrenda di Giulio Regeni e la smettano di fare ancora da spalla al bugiardo seriale, rispettino il dolore di una famiglia perbene che, come altre nel momento del bisogno Ź stata abbandonata dallo stato.  

6.     Nel famoso paese normale Milena Gabanelli sarebbe da tempo un'autoritą in Rai. In questo viene costretta allo standby da uno che per requisiti e meriti conquistati sul campo potrebbe al massimo aprirle lo sportello della macchina.  

7.     Ammazzi una persona con 34 coltellate, ti condannano a 30 anni di galera, in carcere hai la possibilitą di studiare, laurearti col massimo dei voti e vantare il record di essere il primo detenuto in Italia a raggiungere questo obiettivo tanto da meritarti anche un articolo su Repubblica. Da detenuto organizzi un convegno sulle condizioni dei carcerati in Italia. Dopo sei anni di carcere ottieni la semilibertą, la grazia del presidente del repubblica e un anno dopo fondi una cooperativa che viene regolarmente iscritta alla Lega delle Cooperative per mezzo della quale, insieme ad un criminale incallito e alla politica collusa di tutti i colori organizzi il sacco di Roma e nessuno per anni se ne accorge. Chi lo ha detto che la riabilitazione in carcere non funziona? Con Salvatore Buzzi ha funzionato alla perfezione.  

8.     Approvata anche la norma salva-verdini che potrą cosď candidarsi all'estero. Vediamo se stavolta la truffa pd si capisce meglio.  

9.     In tre giorni Weinstein oltre a quel che restava della sua reputazione ha perso il posto nell'Accademia degli Oscar: una nomina che dura tutta la vita e la Legion d'Onore francese che Macron ha immediatamente ritirato. Qui Berlusconi, il quale oltre ad aver avuto una condotta molto simile a quella del produttore americano Ź stato condannato in via definitiva per frode allo stato deve ancora perdere ufficialmente il titolo di cavaliere, viene ancora chiamato presidente, ha ancora libero accesso nelle stanze del potere, viene invitato in tivĚ come una guest star, rischia di essere perfino riabilitato dalla corte di Strasburgo per i diritti umani e la politica se lo litiga quale probabile alleato e interlocutore affidabile. Trovate le differenze.  

10.  Treno Pd - Altri 400.000 euro per la tournée in treno dopo i milioni dilapidati per il referendum fallito. Renzi prende il treno per andare ad "ascoltare la gente": quel no del 4 dicembre gli sarą sfuggito.  

11.  Quello che "se perdo il referendum vado a casa" fa la questua casa per casa per andarsene in gita in treno.  

12.  Di Maio ha fatto bene a cancellare il dibattito tivĚ con Renzi: non Ź [piĚ] lui il suo interlocutore diretto.  

13.  La puzza di mafia in Sicilia si sente da quando si atterra a Punta Raisi, ogni strada che abbiamo percorso l'estate scorsa durante le vacanze ricorda un tributo di sangue dei Giusti che hanno sacrificato la vita per combatterla sul serio. Quando ho visto la stele di Capaci, gli alberi della Memoria sotto casa di Falcone e a via D'Amelio, non sarei mai tornata a casa senza passare nei luoghi che avevo sempre visto in foto e in tivĚ mi sono sentita male come 25 anni fa.
Ai siciliani che hanno votato il candidato dell'amico di Dell'Utri, il fondatore di forza Italia, cosa serve, ancora, per sentire la puzza di mafia?  

14.  DiMaio ha paura”, disse quello che vive da tre anni nel bunker, entrando e uscendo dalla porta di servizio pure a casa sua.  

15.  Annullare le 5400 preferenze di Cateno De Luca significherebbe invalidare le elezioni. Decisamente troppo, in un paese dove per tirare fuori qualcuno dalla politica non bastano nemmeno i tre gradi di giudizio.  

16.  Berlusconi che non vuole lo ius soli perché "non possiamo dare la cittadinanza ad un bambino, dobbiamo sottoporlo ad un esame, perché spesso viene da culture incivili, non Ź un degno italiano”, non scandalizza nessuno? Il degno italiano Ź lui, un corruttore colluso con la mafia che ha rubato al popolo italiano e pagato ragazzine per i suoi sollazzi privati da presidente del consiglio? E questo sarebbe il leader moderato, l'europeista convinto da tenersi da conto perché Ź meglio di Di Maio? Voi che lo riabilitate fate schifo, che vi chiamiate Scalfari o Fazio non fa differenza.  

17.  Ma la Meloni, alleata di berlusconi, quando parla di liste pulite che intende? Qual Ź il concetto di igiene della sorella d’Italia, mettersi al fianco di un condannato in via definitiva per frode allo stato Ź pulizia?  

18.  Messner Ź uno, il 60% degli italiani che si sono gią espressi sulla Boschi sono di piĚ. Quindi piantatela con questa propaganda stracciona ripetuta a tutte le ore. Quando non c'Ź il pretesto per manganellare qualcuno dei 5stelle si passa alla santificazione della Boschi per conto Messner. L'indecenza vi dovrebbe seppellire.  

19.  Se a Messner piace tanto la Boschi se la porti pure in vacanza tutte le volte che vuole, senza pretendere di rifilarla a tutta l'Italia. Solo in un paese costretto a subire un'informazione miserabile l'opinione di Messner sulla Boschi diventa una notizia.  

20.  Prima dicono ‘senzadime’ e poi quando gli altri si organizzano senzadiloro frignano come i ragazzini viziati che per la prima volta si confrontano con un no. Un partito il cui “stato maggiore” ha epurato il suo sindaco con un atto del notaio contro il volere dei cittadini che lo avevano eletto, regalato il Comune di Roma ai suoi piĚ acerrimi nemici e dato cosď il via al suo inizio della fine, concretizzato con la perdita di sei milioni di elettori in tre anni non dovrebbe avere in gestione nemmeno una gabbia coi criceti. Per il bene dei criceti.   

21.  Tutti contro il reddito di cittadinanza perché Ź assistenzialismo per fannulloni da divano, ma nessuna polemica sui vitalizi che costano ai contribuenti molto di piĚ e vanno ad arricchire patrimoni di chi non ha bisogno di continuare a farsi mantenere con le tasse dei cittadini.  

22.  Hanno detto di Renzi che ai matrimoni vuole essere la sposa e ai funerali il morto.  

23.  Renzi Ź un'occasione perduta solo per chi si Ź fatto sedurre da un bugiardo con ambizioni di strapotere che per ottenerlo Ź stato sempre disposto a tutto. L'unica a descriverlo bene, a spiegare perché Renzi Ź quel che Ź sempre stato, fu la compianta Professoressa Signorelli, non a caso un'antropologa, la quale commentando le vicende giudiziarie in cui sono coinvolti i genitori disse: “la famiglia Renzi socio-antropologicamente Ź un caso abbastanza rappresentativo ed emblematico della piccola borghesia clientelare e scalatrice italiana. O meglio: Ź rappresentativa della parte peggiore di quella piccola borghesia“.  Se qualcuno avesse ancora qualche dubbio su chi Ź Renzi e sulla sua reale appartenenza politica basta guardare da chi si Ź sempre fatto circondare, chi erano gli habitué delle sue leopolde anche prima che arrivasse a palazzo Chigi. Renzi Ź sempre stato un bluff, uno che si Ź preso il potere grazie ai soliti giochini di palazzo che diventano legittimi solo grazie a regole democratiche brutte, storte e fatte male, che hanno permesso ad un "signor" nessuno di spodestare un presidente del consiglio e un sindaco eletto dai cittadini. Le stesse che gli consentono oggi, dal basso del suo misero 2% scarso di poter ricattare il governo.  

24.  "Papą, papą, ma perché la BBC dice che sei un cazzaro?".  

25.  A 83 anni Berlusconi ha scoperto il valore della sobrietą. Nella prossima vita scoprirą anche quello dell'onestą: in questa non c'Ź riuscito.  

26.  Ogni volta che Salvini strepita piĚ del solito e ritira fuori lo spauracchio dei migranti Ź perché gli tocca nascondere qualche magagna della Lega. E siccome di magagne ce ne sono tante si puė ben capire la fatica.  

27.  Nella lista dei 167 politici del mondo, in carica ed ex che chiedono la libertą per Assange non c’Ź nemmeno un italiano. Garantisti da parata che fanno da scudi umani a delinquenti e mafiosi ma non sanno appoggiare una giusta causa manco per sbaglio.  

28.  Tallini Ź stato arrestato nell'ambito di un'inchiesta su una truffa alla sanitą che riguarda i farmaci oncologici. L'organizzazione criminale aveva l'obiettivo di comprare i famaci e rivenderli all'estero al triplo del costo. Tallini e il clan criminale dei Grande Aracri volevano fare profitto sui malati di tumore. Ma questo non scandalizza gli arriccianaso di destra e non solo che chiedono le dimissioni di Morra, al quale probabilmente si vuol far pagare l'aver inserito Tallini nella lista degli impresentabili.  

29.  Angela Merkel sceglie la linea dura e tutti si inchinano alla cancelliera responsabile che ha a cuore la salute dei cittadini. Se lo fa Conte Ź dittatura sanitaria e privazione dei diritti minimi di libertą personale. Perché siamo circondati da cosď tanti deficienti?  

30.  A Wuhan possono festeggiare il capodanno in piazza perché loro il lockdown l'hanno fatto. Noi no. Quando a Wuhan la gente non metteva nemmeno il naso fuori dalle finestre qua si rivendicava il diritto allo shopping e all'apericena.  

31.  A Wuhan possono festeggiare il Capodanno in piazza perché loro il lockdown l'hanno fatto. Noi no. Quando a Wuhan la gente non metteva il naso fuori dalle finestre qua si rivendicava il diritto allo shopping e all'apericena.  

32.  Dopo l’Enrico stai sereno e l’epurazione di Marino previo atto del notaio chi avrebbe mai potuto immaginare la slealtą e la vigliaccheria di Renzi? Berlusconi almeno aveva un progetto: salvarsi dalla galera e mettere al riparo il patrimonio. Renzi, che Ź peggio, che progetto ha?  

33.  "Investire di piĚ sulla sanitą", ha detto quello che tagliė dal SSN anche l'intervento alle cataratte e per mezzo dell'apposita Lorenzin ha fatto rimettere in fascia C anche la pillola anticoncezionale.  

34.  La stampa estera ha massacrato Renzi per aver scatenato la crisi di governo e qui i giornalisti ancora lo vedono come un vincente. Ci sarą un problema in questo paese? Una crisi di governo durante una pandemia che ha fatto 80.000 e piĚ morti Ź giocare una partita? Giocare?  

35.  Il Mes non l’ha chiesto nessuno oltre a Renzi. Nemmeno la Grecia. Ora Bianchina glielo dice. Magnate tranquilli.  

36.  L'unico ad essere stato condannato finora per la strage all'Hotel di Rigopiano di quattro anni fa, 29 morti e 11 feriti, Ź il padre di una delle vittime che aveva violato la zona interdetta per depositare dei fiori.  

37.  Italia “viva” non voterą le misure anti covid. L’alleanza di Renzi con la destra Ź gią iniziata.  

38.  Il danno che ha fatto Napolitano piazzando Renzi al posto di Letta Ź incalcolabile e lui non ne pagherą nemmeno una rata.  

39.  Ai giornalisti italiani salta la mosca al naso solo quando di mezzo ci sono la Cina e la Russia, basta vedere il casino per Navalny e il silenzio su Assange che i crimini contro l'umanitą li denunciava, non li ha commessi.  

40.  Quindi secondo i nostri raffinati analisti da poltroncine dei talk show Renzi, lobbista nelle dittature e senatore in Italia deve avere voce in capitolo nella risoluzione della crisi perché Ź lui che l'ha provocata. Che Ź un po' come chiedere di cambiare la serratura della porta al ladro che Ź entrato in casa per rubare.

41.               Nell’ultimo anno e mezzo fratelli d'italia ha raggiunto il record negativo di arrestati per ‘ndrangheta, ma la Meloni si vergogna per Conte.

Per tornare all’HomePage

Per tornare all’indice degli Autori