Omaggio a Gandhi

1.     Per prima cosa ho imparato i concetti della non-violenza nel mio matrimonio (I first learned the concepts of non-violence in my marriage).

2.     E' una calunnia parlar di sesso debole a proposito di una donna.  

3.     Giornalista (a Mahatma Gandhi): "Signor Gandhi, cosa pensa della Civilizzazione Occidentale?". Gandhi: "Penso che sarebbe una buona idea".  

4.     Dato che non penseremo mai nello stesso modo e vedremo la veritą per frammenti e da diversi angoli di visuale, la regola della nostra condotta Ź la tolleranza reciproca.  

5.     Un genitore saggio lascia che i figli commettano errori. E’ bene che una volta ogni tanto si brucino le dita.  

6.     Non vale la pena avere la libertą se questo non implica avere la libertą di sbagliare.  

7.     Se non avessi il senso dell'umorismo mi sarei suicidato molto tempo fa.  

8.     Il rumore non puė imporsi sul rumore. Il silenzio sď.  

9.     A tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Potete citarli. Essere in disaccordo con loro. Potete glorificarli o denigrarli, ma l'unica cosa che non potete fare Ź ignorarli. Perché riescono a cambiare le cose. E mentre qualcuno potrebbe definirli folli, noi ne vediamo il genio. Perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero.  

10.  Un genitore saggio lascia che i figli commettano errori. E' bene che una volta ogni tanto si brucino le dita.  

11.  La vita non e' aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia.  

12.  Non vale la pena avere la libertą se questo non implica avere la libertą di sbagliare.   

13.  Rifiutarsi di pagare le tasse e' il miglior modo di far cadere un governo.  

14.  God has no religion.  

15.  Ammiro il vostro Cristo, non ammiro i vostri cristiani. I vostri cristiani sono cosď diversi dal vostro Cristo.  

16.  Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre.  

17.  Dice un proverbio africano (spesso attribuito a Gandhi): "Se fai qualcosa per me senza di me, lo fai contro di me".

18.  Quando Gandhi studiava diritto all'Universitą di Londra aveva un professore, Peters, che non lo sopportava; Gandhi, perė, non era il tipo da lasciarsi intimidire.
Un giorno il professore stava mangiando nel refettorio e Gandhi gli si sedette accanto. Il professore disse: – Signor Gandhi, lei sa che un maiale e un uccello non possono mangiare insieme? – Ok Prof, sto volando via… rispose Gandhi, che andė a sedersi a un altro tavolo.
Il professore, profondamente infastidito, decise di vendicarsi al prossimo esame, ma Gandhi rispose brillantemente a tutte le domande. Allora decise di fargli la domanda seguente: – Signor Gandhi, immagini di stare per strada e di notare una borsa; la apre e vi trova la saggezza e molto denaro. Quale delle due cose tiene per sé? – Certamente il denaro, Prof. – Ah, io invece al posto suo avrei scelto la saggezza. – Lei ha ragione Prof; in fondo, ciascuno sceglie quel che non ha! Il professore, furioso, scrisse sul libretto la parola IDIOTA e glielo restituď. Gandhi lesse il risultato della prova e tornė subito indietro. – Professore, Lei ha firmato l’esame ma si Ź dimenticato di mettere il voto!  

19.  Ogni persona che incontri Ź migliore di te in qualcosa. In quella cosa, impara.