William Shakespeare (alcune citazioni), nato a Stratford upon Avon il 23 aprile 1564 e morto a Stratford upon Avon il 23 aprile 1616

1.     La vita e' una favola narrata da uno sciocco, piena di strepito e di furore ma senza significato alcuno. (William Shakespeare)

2.     Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce. (Blaise Pascal) (William Shakespeare)

3.     La guerra uccide piu' cornuti di quanto non la pace generi uomini. (William Shakespeare)

4.     Se tutto l'anno facessimo vacanza, fare sport sarebbe noioso come lavorare. (William Shakespeare) ("The First Part of King Henry the IV")

5.     Attraverso le vesti stracciate si mostrano i vizi minori: gli abiti da cerimonia e le pellicce li nascondono tutti. (William Shakespeare)

6.     Non si e' ancor mai vista donna bella e stupida. (William Shakespeare)

7.     Bello e' brutto e brutto e' bello. (William Shakespeare)

8.     Il diavolo sa ben citare la Sacra Scrittura per i suoi scopi. (William Shakespeare)

9.     Non c'e' belva tanto feroce che non abbia un briciolo di pieta'. Ma io non ne ho alcuno, quindi non sono una belva. (William Shakespeare)

10.  Se l'amore Ź cieco tanto meglio: si accorda con la notte. (William Shakespeare)

11.  La sventura costringe l'uomo a far la conoscenza di ben strani compagni di letto! (William Shakespeare)

12.  Niente arriva a sproposito, se arriva insieme al denaro. (William Shakespeare)

13.  Chi non ha denaro, mezzi, né contentezza Ź senza tre cose buone. (William Shakespeare)

14.  I clamori avvelenati di una donna gelosa sono piĚ micidiali dei denti di un cane idrofobo. (William Shakespeare)

15.  C'e' del metodo in questa pazzia. (William Shakespeare) (in "Amleto", atto II)

16.  E’ della tua paura che ho paura. (William Shakespeare)

17.  Per prima cosa, ammazziamo tutti gli avvocati. (William Shakespeare)

18.  Noi siamo per gli dei quel che sono le mosche per un ragazzo capriccioso: ci uccidono per divertirsi. (William Shakespeare)

19.  Sei onesta come le mosche d'estate, al mattatoio, che rinascono dalla loro stessa merda. (dall'Otello) (William Shakespeare)

20.  Non c'Ź mai stato un filosofo che potesse sopportare pazientemente il mal di denti. (William Shakespeare)

21.  Il saggio sa di essere stupido, e' lo stupido invece che crede di essere saggio. (William Shakespeare)

22.  Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno. (William Shakespeare)

23.  Chiamami solo amore, e sarė ribattezzato. (William Shakespeare) (in "Romeo e Giulietta")

24.  PiĚ di una bella impiccagione previene un pessimo matrimonio. (William Shakespeare)

25.  Fragilitą : il tuo nome Ź donna. (in "Amleto") (William Shakespeare)

26.  La pazzia, signore, se ne va a passeggio per il mondo, e non v'Ź luogo in cui non risplenda. (William Shakespeare)

27.  Il buon successo di un'arguzia si trova tutto nell'orecchio di colui che l'ascolta e non mai nella lingua di colui che la proferisce. (Da 'Pene d'amor perdute) (William Shakespeare)

28.  Ben impiccato Ź sempre meglio di mal sposato! (William Shakespeare)

29.  Salutarsi Ź una pena cosď dolce, che ti direi addio fino a domani. (William Shakespeare)

30.  Da sempre gli uomini muoiono, di tanto in tanto, e i vermi li mangiano, ma non per amore. (Da 'Come vi piace') (William Shakespeare)

31.  La vita si puė prolungare con la medicina, ma la morte si impadronirą anche del medico. (William Shakespeare)

32.  La donna e' un piatto per gli dei, se a condirla non e' il diavolo. (da 'Antonio e Cleopatra') (William Shakespeare)

33.  Pochi amano sentir parlare dei peccati che amano compiere. (William Shakespeare)

34.  E' una bella prigione, il mondo. (William Shakespeare)

35.  Assomiglia al fiore innocente, ma sii il serpente sotto di esso. (William Shakespeare)

36.  Un politicante... uno che sarebbe stato capace di circuire anche Dio. (William Shakespeare)

37.  La donna uscď dalla costola dell'uomo, non dai piedi per essere calpestata, ne' dalla testa per essere superiore. Ma dal lato per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta e accanto al cuore per essere amata". (William Shakespeare)

38.  Sospetto e' l'ornamento di ogni cosa bella. (William Shakespeare)

39.  Vi Ź qualche particella di bene anche nelle cose peggiori, sta agli uomini saperla attentamente estrarre. (William Shakespeare)

40.  Chi muore paga tutti i debiti. (William Shakespeare)

41.  Il derubato che sorride ruba qualcosa al ladro. (William Shakespeare)

42.  La disinvoltura con cui molte persone non si accorgono mai di nulla Ź disarmante. (William Shakespeare)

43.  Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi. (William Shakespeare)

44.  Gli uomini raccoglieranno sempre la mele cadute a terra, anziché faticare per prendersi le migliori che sono sulla cima. (William Shakespeare)

45.  I giovani amano con gli occhi, non con il cuore. (William Shakespeare)

46.  Il tempo Ź molto lento per coloro che aspettano. Molto veloce per coloro che hanno paura. Molto lungo per chi si lamenta. Molto breve per quelli che festeggiano. Ma, per tutti quelli che amano, il tempo Ź eternitą. (William Shakespeare)

47.  Tu dici che ami la pioggia, ma quando piove apri l'ombrello. Tu dici che ami il sole, ma quando splende cerchi l'ombra. Tu dici che ami il vento, ma quando tira chiudi la porta. Per questo ho paura quando dici che mi ami. (William Shakespeare)

48.  Ama tutti, credi a pochi e non far del male a nessuno. (William Shakespeare)

49.  La stringatezza Ź l’anima dell’arguzia e gli uomini di poche parole sono gli uomini migliori. (William Shakespeare)

50.  Ché un boccale di birra Ź un pasto da re. (da Il racconto d'inverno, atto IV, scena III) (William Shakespeare)