Omaggio a Slartibartfast alias Valentino Pescetelli

1.     Una notte Mario si svegliė per un rumore, una voce che diceva: "Non gioco piu'!" - "Non gioco piu'!"  Cercė per tutta casa, sembrava proprio che la voce fosse vicina. Continuo' a cercare, cambio' stanza, entro' nel bagno e trovo' il colpevole: era il rubinetto che perdeva! Poi mentre tornava a letto, risenti' dei rumori, erano dei passi, provenienti dalla cucina, decise di andare a controllare ma i passi si facevano sempre piu' forti, sembravano come un esercito che marciava, entro' in cucina trovo il colpevole: era il pane che avanzava... Tornato infine a letto per il meritato riposo, sentď voci, urla e rumori vari provenire dall'armadio. Circospetto, lo aprď: erano le cravatte chiassose... e quello scalpiccio che proveniva anch'esso dall'armadio? null'altro che i vestiti che PASSAVANO di moda... Per non parlare dei gemiti di dolore della maglia in lana vergine che se la faceva con la pelliccia di montone... FinchŹ la maglia di lana, dopo un bagno caldo, disse: "io mi ritiro"... mentre fuori dalla porta d'ingresso si sentivano gli squilli della tromba delle scale. Ma cos'Ź quel rumore di vetri infranti? Ah, gią, le windows che vanno in crash... Chiuse l'armadio... sentď una voce... "LAAA"  "LAAAA"... "LA DO REEE"... Riaprď l'antina... la cravatta si intonava con la camicia. Poi delle grida provenienti dal frigo: i fermenti lattici vivi dello yogurt. Nel mentre la presa piangeva: gli si era infilata una spina... No, la presa era incazzata marcia!!! Era una presa per il culo!!! E quando finalmente riuscď a riprendere sonno venne svegliato di soprassalto dall'urlo del pisolino che stava schiacciando. Appena si riaddormento' un urlo bestiale lo fece svegliare, all'urlo seguirono cori e applausi: il lavandino aveva pareggiato.  

2.     Nuova Netiquette: Come postare e non postare. Rispondi sempre in alto! Alcuni di voi possono avere problemi software o handicap che lo rendono necessario. Altri no. Non importa. Posta semplicemente sempre in cima al messaggio. Ci sarą qualcuno di questi lettorucoli di Newsgroup che si lamenterą - Ignorateli! Il top posting permette scambi di vedute senza rendere necessaria una discussione. Ed Ź per questo che esistono questi gruppi.
Fate commenti "ad hominem": se non gradite il contenuto di quello che gli altri scrivono, attaccateli personalmente. E' particolarmente ben fatto accusarli di pedofilia (non che a qualcuno interessi veramente), o accusarli di aver detto qualcosa che non hanno detto in passato (non c'Ź modo di controllare).
Accusate la gente di essere Nazisti: Quando non vi piace quello che la gente dice, dategli del Nazista o del Fascista, o del Gestapo, oppure dite qualcosa del tipo "Hitler era piĚ ragionevole di te"! A qualcuno forse non piacerą, e magari inizierą a strillare in giro di vittime. Ignorateli (sono Nazisti!).
Criticate le firme degli altri: Una firma Ź la parte in fondo dopo il "-- ".  La gente la usa solo per provocarvi personalmente. E' buona cosa criticare la gente per questo.
Ignorate gli altri gruppi inclusi nei cross-post: Alcuni messaggi vengono spediti in diversi gruppi contemporaneamente. Molti newsreader vi dicono se il messaggio che state leggendo, o rispondendo verrą postato in altri gruppi. Non ve ne dovete preoccupare. Dopo tutto voi state leggendo il messaggio in diciamo, uk.p.d. che Ź quello importante. infischiatevene degli altri. L'unico momento in cui vi dovrete occupare di questo Ź quando sentite il bisogno di dire qualcosa di divertente, allora Ź il caso di controllare. Per esempio le barzellette sugli ebrei vengono meglio se il messaggio lo postate anche in soc.culture.jewish.holocaust, quello sugli Irlandesi un po' rozzi se il messaggio lo postate anche su soc.culture.irish.
Sghignazzate e sorridete un sacco: ROFL o ROFLASTC significano "Rotolarsi dal ridere Spaventando il gatto". Non si usano mai abbastanza. Questo vuol dire anche che potete offendere quanto vi pare e che nessuno ci baderą. Cosď, per esempio, "Tu sei solo un grossolano, Nazista Irlandese Pedofilo ROFL" Ź perfetto (soprattutto se crospostato su soc.culture.irish!). Se vi annoiate potete anche usare <grin> o lol.
Lamentatevi se vi trattano male: Qualcuno Ź brusco. Possono usare parole affilate, o appena dissimulate come "testa di ca@@o". Questo Ź triste ma vero. Lamentatevene con il loro service provider, che li sbatterą subito fuori da usenet. E' anche un'ottima idea l'offendersi profondamente, e qui viene la parte interessante, - per qualcun'altro. Per esempio "non mi preoccupo se mi dai del figlio di %roia, ma la mia vecchia bisnonna di 107 anni/bimbo di 4 anni legge regolarmente questo gruppo e ne rimarrą terribilmente scossa/o!"
Giocate la carte del disabile: Se avete la sensazione che state perdendo qualche colpo, giocate la carta del disabile. Per esempio, "OK, cosď tu pensi di aver provato che la terra Ź rotonda, Nazista di un Pedofilo,  ma io, che sono addolorato/malatissimo coperto dai problemi della mia vita, non posso stare qui a spiegarti perché Ź piatta, per il momento". Questo vi farą senz'altro vincere la disputa.
Pretendete di essere personamente superiori: Stabilirą realmente la giusta gerarchia con gli altri postatori se gli direte che il vostro Quoziente Intellettivo Ź di 200 o piĚ. Non vale la pena che  spieghiate che lo avete scoperto rispondendo ad un questionario trovato nelle pagine di "Novella 3000" o allegato al pacchetto delle patatine. Oppure potete dire: "So di avere ragione, perché sono piĚ vecchio di te" oppure "So di aver ragione perché io sono laureato e tu no": questo tronca definitivamente ogni discussione.
Riferitevi al display della vostra macchina: PiĚ o meno tutti i newsreader sono uguali, cosď come molti provider o server di news. Cosď se voi, Federico e Jane state discutendo o, meglio, valutando qualcosa che voi potete definire come "Quello che Jane diceva a tre risposte sopra a questa nel thread", tutti capiranno istantaneamente quello a cui vi state riferendo.
Se potete, postate usando .html: Alcuni dei piĚ moderni newsreader vi permettono di postare in .html.  se potete, fatelo. I messaggi sono molto piĚ carini in .html!
Scrivete usando le maiuscole: Talvolta troverete piĚ semplice scrivere usando le maiuscole. Uno dei vantaggi Ź che non dovrete preoccuparvi di mettere le maiuscole giuste all'inizio delle frasi o nei nomi propri. E' anche molto piĚ facile da leggere. Per esempio, "TU SEI UN OFFENSIVO ROZZO PEDOFILO E STUPIDO NAZISTA, IO SONO MOLTO PIU' INTELLIGENTE DI TE, E MI LAMENTERO' CON IL TUO PROVIDER PER LE TUE OFFESE, ANCHE SE NON TI POSSO DIMOSTRARE CHE LA TERRA E' PIATTA SOLO perché OGGI NON MI SENTO AFFATTO BENE".
Non controllate gli archivi: Qualcuno sostiene di andare in posti come www.deja.com e di controllare cosa qualcuno ha veramente detto nei messaggi passati. Anche se fosse vero sarebbe assolutamente fuori luogo e inutile. Rispondetegli semplicemente "non essere cosď stitico, razza di pedofilo Nazista!".
Non permettete al vostro newsreader di quotare le cose: Molti newsreader, quando gli dite che volete rispondere ad un messaggio, mettono quelle cose del quote ">" tutte in giro per il messaggio a cui state per rispondere. Questo sarebbe un sistema per facilitare la comprensione su chi ha detto cosa. Eliminatelo. E' molto piĚ divertente se ci mettete le vostre cose, come il curioso ------>>, sparso in giro.
Non tagliate!: C'Ź in giro della gente che taglia un sacco di testo a cui risponde, a volte sostituendolo con <SNIP> o qualcosa del genere, per far vedere dove Ź stato fatto. Questa Ź cattiva educazione. Specialmente se state scrivendo correttamente in cima al messaggio, Ź molto piĚ semplice rispondere usando tutto il testo originale, anche se Ź di un centinaio di righe. I tuoi lettori capiranno subito dove avete messo il vostro commento.
Non leggete i messaggi degli altri!: Usenet Ź quello che si chiama un "Media di sola scrittura" questo Ź un modo carino per dire che, anche se voi leggete quello che gli altri scrivono in realtą basta scorrere i testi rapidamente. Per poi scrivere in risposta la prima cosa che vi viene in mente (Sopra al messaggio!). Rispondere con quelle orribili cose del quote, punto per punto, Ź una cosa che fanno solo dei <grin> pedofili Nazisti stitici lol!
Non pensate prima di scrivere!: I messaggi su Usenet non sono conservati da nessuna parte (Vi ho gią detto di ignorare quella roba di deja). Voi sapete che Ź vero, perché se impostate correttamente il vostro newsreader i messaggi spariscono dopo pochi giorni vero? Cosď la gente non ricorderą comunque quello che avete detto, no? E' bene farsi prendere dalla furia per qualcosa che qualcuno ha detto e fulminarlo con una risposta "a botta calda". Non ve ne pentirete!
Non fatevi imbrogliare dai RFCs: RFC sta per Really Funny Comments. Anni fa un gruppo di stupidi buffoni ha iniziato a scrivere queste "regolette" su come dovreste postare. Sfortunatamente, un po' come quei fastidiosi avvisi di virus, un sacco di gente ha iniziato a prenderli sul serio! Ma se qualcuno inizia a parlarne, voi, sapete che sono tutte balle. Ma Ź divertente tenergli il gioco e far finta che siano vere. E' divertente iniziare a dire alla gente di fare qualcosa sulla base del numero di RFC che avete trovate! Per esempio, "Il motivo per cui la mia firma Ź di 43 righe e contiene la mia collezione di lucertole disegnata in ASCII Art Ź perché l'RFC 4037  me lo consente"!.

Definizioni utili:
Sig file: Una cosa che la gente mette alla fine dei messaggi per farvi arrabbiare.
Abuso della rete: Quando gli altri usano parolacce, qualcosa di cui lamentarsi con i service providers.
Crosspost: [1]  Posting when you feel really cross [intraducibile] - ricordate che Ź una buona idea non pensare prima di scrivere; [2]  Messaggi mandati a piĚ di un gruppo - ricordate che gli altri gruppi sono irrilevanti.
Fuori tema: Qualcosa che fanno gli altri.  Quando voi siete "in rete", e state scrivendo messaggi su di un argomento particolare, voi siete "in tema". Gli altri a volte scrivono fuori tema. Questo Ź uno scrivere di un tema che vi irrita (la conseguenza Ź un tema che vi sca@@a).
 

3.     Se i sistemi operativi fossero linee aeree: 
Dos Air: Tutti i passeggeri sono in pista, spingono l'aereo fino a che e' in aria e poi ci saltano su. Qualche secondo prima di atterrare saltano giu'. Poi rispingono l'aereo in aria e ci saltano su. Qualche secondo prima di atterrare saltano giu'. Poi rispingono l'aereo in aria e ci saltano su. Qualche secondo prima di atterrare saltano giu'. Poi rispingono l'aereo ... 
Mac Airways: Gli assistenti di terra, gli assistenti di volo ed il pilota sono uguali uno all'altro. Se gli ponete una domanda circa il volo vi rispondono che non volete davvero sapere anzi non dovete sapere, e che fareste meglio a tornare al vostro posto e continuare a guardare il film. 
Windows Airlines: Il terminal e' pulito ed ordinato, gli assistenti di volo  cortesi, il pilota capace. La flotta di jet e'immensa. Il vostro aereo decolla senza problemi, nessuna  turbolenza, passa silenzioso attraverso le nuvole e a 20.000 piedi da terra, senza nessun avvertimento, esplode. 
OS/2 Skyways: Il terminal e' quasi vuoto, solo alcuni passeggeri all'orizzonte. L'assistente di terra annuncia che il volo  e' appena partito, eppure sulla pista non c'e'  nessun aereo. Il personale della linea aerea chiede ripetutamente scusa ai clienti, indicando potenti jet nuovi di zecca parcheggiati al di fuori del terminal. Le assistenti continuano a rassicurare i clienti parlando di quanto meraviglioso sara' il volo, piu' sicuro e confortevole di quelli di Windows Air. Pero' bisogno aspettare che il tecnico finisca il sistema di volo, forse fino a meta' 1999 forse un po' piu' a lungo. 
Fly Windows NT: I passeggeri si portano i sedili sulla pista e li dispongono come se fossero all'interno dell'aereo. Poi si siedono, allargano le braccia ed imitano i suoni del jet, come se stessero volando. 
Unix Express: Ogni passeggero porta con se' un pezzo di aereo ed una cassetta di attrezzi. Tutti si fermano sulla pista e  litigano circa quale modello di aereo costruire. Quindi si dividono in gruppi e costruiscono diversi aerei ai quali danno lo stesso nome. Sono tutti convinti di essere arrivati, ma solo alcuni passeggeri raggiungono la destinazione finale.    

4.     DIECI BUONI CONSIGLI PER SLACCIARE (O NON FARSI SLACCIARE) IL REGGISENO
(Per Lui: per slacciare)
- Evitare come primo approccio la famosa posizione figurata c.d.della Dea Kalď, quella ovvero, in cui vi aggrovigliate attorno alla vostra compagna utilizzando tutto ciė che sporge dal vostro corpo per attorcigliarvi intorno ai ganci del reggiseno;
- Evitate di voler assomigliare a David Copperfield e quindi tentare di aprire il reggiseno con la sola forza del pensiero: Voi non siete un mago e quel cesso della vostra compagna non Ź certo la Schiffer;
- Evitate di allenarvi a slacciare reggiseni al di fuori del vostro mŹnage abituale. In ufficio si chiama molestia sessuale, nei giardini pubblici si chiama tentata violenza e con vostra suocera si chiama beneficenza;
- Le donne in genere amano essere spogliate delicatamente. Evitate quindi, quando vi trovate in una situazione particolarmente intrigante, di estirpare dal busto della vostra compagna lo stesso reggiseno. Oltre a non essere generalmente un comportamento gradito, rischiate di staccarvi la retina di entrambi gli occhi con l'elastico delle spalline;
- Evitate di ridere sguaiatamente quando, dopo aver finalmente conquistato quella vostra amica dotata della quarta di reggiseno, le slaccerete quel trabatello che ha sul petto e scoprirete che in realtą utilizzava uno di quei reggiseni rinforzati con le Pirelli P 6000 (che tengono anche sul bagnato.)

(Per Lei: Per non farvelo slacciare)
- Non mettetelo
- Mettetene uno di quelli per fare attivitą sportiva. Nel momento di massima eccitazione, il vostro  occasionale compagno impazzirą mentre continuerą a far mulinare la lingua tra le vostre gengive ed allo stesso tempo chiedersi dove cavolo sono i cari, vecchi gancini;
- Bendatevi come Cleopatra (da morta, ovviamente) e godetevi lo stupore del vostro compagno nel momento in cui vi sfilerą la camicetta;
- Mettete una trappola per topi in prossimitą della chiusura del vostro reggiseno. Attenzione perė; le reazioni possono essere di due tipi. O stupore misto ad una sequela di parolacce che neppure la vostra fervida immaginazione avrebbe mai potuto immaginare, oppure sorrisi di gioia e mugolii di soddisfazione. In questo secondo caso, preparatevi ad essere prese probabilmente a bastonate nelle gengive nel corso del vostro incontro erotico;
- Utilizzate uno di quei busti con le stecche. Dopo venti minuti che il vostro partner starą armeggiando con quell'aggeggio infernale, si addormenterą come un bambino sulle vostre ginocchia, e voi potrete andare a fare shopping con le amiche.
(Reposted by Slartibartfast)

5.     "In-flight Humor".
Talvolta il personale di bordo si sforza di interpretare le "Istruzioni per la sicurezza a bordo" e gli altri annunci in modo piĚ "spettacolare". Qui ci sono alcune testimonianze di fatti realmente accaduti:
1. Da uno stewardt della Southwest Airlines: "possono esserci 50 modi di vie di fuga dal vostro amore, ma in questo aereoplano sono solo quattro. ("There may be 50 ways to leave your lover, but there are only 4 ways out of this airplane.")
2. Pilota: "Ragazzi, abbiamo raggiunto la nostra altezza di crociera, ed quindi sto per spegnere il segnale "allacciare le cinture". Potete passeggiare dove volete, ma vi prego di restare dentro l'aereoplano fino all'atterraggio. Fa un po' freddo fuori, passeggiando sulle ali potreste modificare i parametri di volo."
3. Dopo l'atterraggio: "grazie per aver scelto la Delta Business Express. Speriamo che abbiate gradito preferirci almeno quanto noi a noi Ź piaciuto portarvi a spasso" ("We hope you enjoyed giving us the business as much as we enjoyed taking you for a ride.")
4. Dopo l'atterraggio, appena prima del completo arresto all'aeroporto Washington National, una voce esce dall'altoparlante: "Oihooo, bestione. Ohoo!"
5. Dopo un atterraggio particolarmente rude, avvenuto durante una tempesta a Memphis, uno stewardt di un volo Northwest annuncia: "Vi preghiamo di fare attenzione nell'aprire i portaoggetti, dopo un atterraggio come questo, ci potete scommettere che si Ź incasinato tutto."
6. Da uno stewardt della Southwest Airlines: "Benvenuti a bordo del volo Southwest XXX per YYY. Per usare la vostra cintura di sicurezza, inserite la barretta di metallo nell'incastro, e tirate forte. Funziona proprio come tutte le cinture di sicurezza e se non sapete come funziona, probabilmente non dovreste andare in giro da soli. In caso di improvvisa perdita di pressione, le maschere ad ossigeno scenderanno dal soffitto. Smettete di strillare, acchiappate la maschera, e tiratevela sulla faccia. Se viaggiate con bambini piccoli, mettetevi la maschera prima di aiutarli ad indossarla. Se viaggiate con *due* bambini piccoli, decidete adesso quale dei due amate di piĚ."
7. "Le previsioni meteorologiche per la nostra destinazione sono di 50 gradi con qualche nuvola sfrangiata, ma cercheranno di ripararla prima del nostro arrivo. Grazie e ricordate che nessuno ama di piĚ voi o i vostri soldi piĚ della Southwest Airlines." ("Weather at our destination is 50 degrees with some broken clouds, but they'll try to have them fixed before we arrive. Thank you, and remember, nobody loves you or your money more than Southwest Airlines.")
8. "Il cuscino del vostro sedile puė essere utilizzato per galleggiare. In caso di ammaraggio di emergenza, vi preghiamo di prenderlo con voi con i nostri migliori auguri."
9. "Vi preghiamo di non dimenticare gli oggetti di vostra proprietą uscendo dall'aereomobile. Tutto ciė che lascerete verrą distribuito tra gli assistenti di volo. Siete pregati di non lasciare mogli o figli".
10. "L'ultimo che esce dall'aereomobile dovrą pulirlo".
11. Dal pilota durante il suo discorso di benvenuto:  "Siamo fieri di avere alcuni dei migliori assistenti di volo sul mercato. E' una sfortuna che nessuno di loro sia su questo aereo."
12. Questa Ź stata sentita su di un volo American Airlines per Amarillo, in Texas, in una giornata di vento e pioggia particolarmente intensi in cui, durante l'avvicinamento, il capitano aveva dovuto veramente combattere. Dopo un atterraggio molto duro, la hostess prende il microfono e annuncia, "Signore e Signori, benvenuti a Amarillo. Vi preghiamo di rimanere seduti al vostro posto con la cinture allacciate fino a che il capitano trascina quello che Ź restato del nostro aereoplano fino al completo arresto!"
13. Un altro assistente di volo, commentando un atterraggio meno che perfetto: "Vi preghiamo di rimanere seduti al vostro posto mentre capitan Canguro saltella fino al terminal."
14. Un pilota ha scritto di un atterraggio in cui aveva colpito la pista *molto* duramente. La linea aerea richiedeva al primo ufficiale di restare sulla porta, all'uscita dei passeggeri, sorridendo e dicendo a tutti "Grazie per aver volato con noi." Ma, sapendo che il suo atterraggio non era stato dei migliori, era un po' imbarazzato nel guardare i passeggeri negli occhi, e si aspettava che qualcuno avrebbe fatto qualche battuta. Alla fine, dopo che quasi tutti i passeggeri erano usciti fa per uscire l'ultimo, una piccola vecchietta con il bastone. ll pilota canta la sua tiritera e la vecchietta lo guarda e dice, "Figliolo, ma siamo atterrati o ci hanno abbattuto?"
15. Dopo un violento atterraggio a Phoenix, l'assistente di volo prende il microfono e dice, "Signore e Signori, vi preghiamo di restare al vostro posto finché Capitan Crash e la sua ciurma avranno frenato, sgommando, contro l'uscita. Quando il fumo dei pneumatici si sarą sollevato e i campanelli di allarme saranno stati spenti, verranno aperte le porte e potrete attraversare i rottami e raggiungere il terminal."
16. Parte dell'annuncio d'arrivo di un assistente di volo: "Vogliamo ringraziarvi tutti, ragazzi, di aver volato con noi oggi. E la prossima volta che avrete il folle desiderio di schizzare nei cieli in un tubo di metallo in pressione, speriamo che penserete a noi della US Airways."
 

6.     Si arenarono in una baia desolata. Stavano gia' urlando tutta la loro disperazione, quando vennero avvicinati da alcuni indigeni dall'aspetto assai poco raccomandabile. Il primo era un individuo dei Millantuallera, portava la coda di cavallo ma non soffriva del mal del ciuco. Si rivolse ai naufraghi con versi del tipo "Topa-ulla-Topa-caa-voi-caa'". L'aura ne rimase folgorata, tanto da dimenticarsi del cammello morto di profilo. Il secondo, seguito dalla consorte teneva in bocca un rozzo fischietto di osso, e biascicava espressioni sconnesse quali "Dodo-Dudu-Guru-Ghiri-Fuck". Il terzo era l'unico a capire ed esprimere qualche parola di Italiano, si chiamava Ugo ma per una strana forma di dislessia invece di dire Ugo diceva "Slartibartfast". La sua donna non c'era perché a lezione di ateismo. Il quarto si mosse amichevolmente incontro a Lord Kappa, e sorridendo gli si rivolse dicendo "Una faccia una razza". Lord Kappa si tasto' i coglioni...beh, una parte dei coglioni. I naufraghi vennero condotti al villaggio. Vennero perquisiti dal Bodyguard, L'Aura con particolare cura. Li fecero entrare nella capanna piu' grande e di ricchezze ornata. All'interno v'era un uomo, fisico da granatiere, in compagnia della consorte. Primo Levi Sandri, felice come un canopo cinocefalo, gli si appropinquo', e seraficamente disse: "Mister Zap, i suppose". "Mavaffanculova'". (in collaborazione con Franco Kappa)

7.     Nuovo Elemento: "Administratium".
Un grosso istituto di ricerca ha di recente annunciato la scoperta dell'elemento piu' pesante conosciuto in natura dalla scienza. Questo nuovo elemento e' stato chiamato momentaneamente Administratium.
L'Administratium ha un solo neutrone, 12 assistenti neutroni, 75 deputati neutroni e 111 assistenti deputati neutroni, raggiungendo quindi la massa atomica di 312.
Queste 312 particelle sono tenute insieme da una forza chiamata moroni, che sono circondati da una grande quantita' di particelle lepton-like chiamate peoni.
Poiche' l'Administratium non ha elettroni, esso e' inerte. Tuttavia, esso puo' essere rilevato in quanto impedisce ogni reazione con cio' con cui viene a contatto.
Una minima quantita' di Administratium causa una reazione che richiede oltre 4 giorni per completarsi quando di norma basterebbe solo un secondo.
L'Administratium ha un'emivita normale di 3 anni; non decade, ma al contrario va incontro a riorganizzazione, nella quale una porzione degli assistenti neutroni e dei deputati neutroni e degli assistenti deputati neutroni cambia posto. Infatti, la massa dell'Administratium in realta' aumenta col tempo, poiche' ogni riorganizzazione fa si' che alcuni moroni diventino neutroni, formando isodopi.
Questa caratteristica moroni-inducente ha indotto alcuni scienziati a pensare che l'Administratium si forma tutte le volte che i moroni raggiungono una certa concentrazione. Questa ipotetica quantita' e' chiamata "Critical Morass".
Lo conoscerete quando lo vedrete.  

8.     Perché il pollo ha attraversato la strada (secondo Tin.It.Umorismo) (Quozzamax)

QUOZZAMAX: Il pollo ha attraversato la Strada, e Maria, distratta, manco se n'Ź accorta.

WOWBAGGER: Ezechiele 25:17. Il cammino del pollo timorato Ź minacciato da ogni parte dalle iniquitą degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi. Benedetto sia colui che nel nome della caritą e della buona volontą conduce i polli attraverso la strada delle tenebre perché egli Ź in veritą il Pollivendolo di suo fratello e il ricercatore dei pulcini smarriti. E la mia automobile calerą sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno, su coloro che proveranno ad ammorbare ed infine a distruggere  i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome Ź quello dell'automobilista quando farė sgommare la mia Ford Fiesta sopra di te... BRUM! BRUM! BRUM! BRUM! BRUM! SCREEEEEEEEEEEECK!!!

VON FELIX: Un pollo?? dove?? Arf! Arf! arf! <=== arf di eccitazione

CERESBIONDA: Povero pollo... e pensare che dovevo vendergli il mio vibratore da 40 centimetri....

NICK: E' ancora in vendita ? devo fare il regalo di San Valentino al mio Marcelo....

TINMARTIN: Poveretto..... Ź morto mentre era di riTORNIO a casa, e del resto, se ne puė fare della bellissima FRESA di pollo

EL CABALLERO: Povero pollo.... gli daranno la tomba vicino al mio Pony...

LORD YORUNO: Il pollo mi sa che Ź morto.... il filmato Avi dell'incidente Ź stato caricato sul mio sito sotto la voce "gli indispensabili"

BORIS ABITO: Beh, solo un "pollo" poteva attraversare li la strada....

AZZURRA: Ecco che il pollo tenta un'azione...... pallonetto.... ma ecco che interviene l'automobilista..... prima.....seconda....terza.... ecco che frena..... retromarcia..... ed Ź addosso al pollo che tenta un dribbling per salvare le penne....tenta un passaggio.... cross dell'automobilista... ecco che viene centrato in pieno dalla ruota anteriore destra.... la partita si conclude con :     Automobilista 1, Pollo 0.

KIAKIM: Certamente era un pollo Tamokko proveniente da chissą quale valle altoatesina..... Mah! era meglio se fosse rimasto a preparare lo Strudel e il vin BrulŹ a casa.... che polli che ci sono al giorno d'oggi.

LUCA NICK DI VERSO: La salma sarą cucinata a Chąberton...

SKIPPER: un pollo.... ecco cosa era quella cosa che galleggiava vicino alla prua....

BEAR: Il bastardissimo pollo meritava di morire perché non aveva mandato due righe scritte alla Tin, per la riattivazione dei Binari su Tin.It.Umorismo.

DR.ZAP: Potete trovare tutte le barzellette sui polli, alla voce "POLLI" sul mio sito. ( mavvą! )

SLARTIBARTFAST: Maledetto pollo..... ci sono voluti due caricatori di SPAS 15 a pallettoni, tre post di Pirotti e uno del Biso per farlo morire! Sia lode a Zarquon!

GUIDO PIANTIERI: TG BERLUSCONI 12/02/2003. E' stato ritrovato un pollo assassinato sulla strada statale.... si sospetta di Berlusconi, Fede o Ferrara....

SIMONE: Il pollo Ź morto perché non gli hanno lanciato i componenti per trasformarsi in Jeeg Robot D'acciaio....

JAMMIN: Ho visto un pollo fare il morto al suo funerale....

SIR MITHRAS: Io gliel'avevo detto che era meglio se si fosse reincarnato in un pipistrello.... no, lui voleva per forza essere un pollo.... e adesso mi
tocca correggere anche il suo epitaffio....

CAGLIOSTRO: Un pollo..... ecco cos'era quel rumore sotto la macchina, stamattina mentre andavo a lavorare.....

LAURIK: Maledizione.... e pensare che lo volevo frustare fino a fargli cadere le penne....

TESLAZAP:  <Pollo mode on> ........  < Pollo mode off>

TAITA: Ma non si puė lavorare cosď!!! c'Ź un pollo che mi sta tacchinando da stamattina e mi mostra le penne della coda..... mi sa tanto che prenderė la macchina fotografica e vi manderė una foto del tanga del pollo....

PASO: Acciderbolina.... lo conoscevo.... il pollo serviva la messa nella mia parrocchia insieme a me.... un minuto di silenzio....

9.     L'ultima Poesia. / Le rose sono rosse / Le viole sono blu / Se io fossi un poeta / La poesia farebbe rima.  

10.  Proposta Surrettiziamente Revisionata di Polici - TIU - v 1.33
                               A cura della Lega Italiana Postatori Umoristi
                                           Redazione di Slartibartfast
*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*^*
1) Il Ciambellano ha ragione;
2) Il Ciambellano ha SEMPRE ragione;
3) Nell'improbabile  ipotesi  che altri abbiano ragione, vedi le regole 1) e 2);
3 bis) ogni Gargonza che prometta  foto di sŹ e/o della  di lei sorella discinta e/o in pose provocanti senza mantenere la promessa sia coralmente  blammata e il  suo indirizzo email sia forwardato a Pirotti. Questo articolo ha effetto retroattivo, con la sola esclusione dalla retroattivitą di Ceresbionda sennė toccherebbe blammarla da qui alla fine dei tempi"?
4) Non si possono inserire messaggi che trattino argomenti PARTICOLARI. Ad esempio:
   -    E` vietato seccare
   -    E` vietato seccarsi
   -    E`  vietato cercare complici per rapine, truffe, stupri, furti, aggressioni, stupri (mi piacciono molto gli stupri);
   -    E` vietato lo Spam in ogni  sua  forma  e  genere. I  violatori verranno, saltuariamente, avvisati; piĚ frequentemente Blammati
        (Vedi "Accademia di Caccia al Frescone") occasionalmente sottoposti a tortura;
   -    non si possono passare agli  amici  o cercare: NUI, password di sistemi  privati, numeri  di  carte  di  credito,  misure della Mapina, ecc...
   -    non  si  puo`  insultare nessuno, in particolare il Ciambellano (NEMMENO se avete ottimi motivi per farlo); 
   -    e` vietato fumare, raccogliere fiori, sputare in terra, calpestare la Iole, passare o fermarsi sotto i carichi sospesi, parlare al  conducente,  giocare  al pallone, giuocare  d'azzardo, gettare codice a oggetti  dai finestrini, sostare  nei passaggi di  intercomunicazione,  aprire  le portiere prima del completo arresto totale del treno,  fare  uso  della ritirata durante le soste  in   stazione,  slacciare le cinture prima che sia stato spento l'apposito segnale luminoso e i  motori, disperdere questa  policy nell'ambiente; il  Gnus rifiuta  la guerra come strumento di risoluzione delle controversie fra partecipanti. In caso di conflitto insanabile, la competenza Ź di Ezechiele. In assenza di Ezechiele si faccia uscire lo Storpio.
5) L'HTML Ź tollerato solo per Morigerati e Atipici Invii (M.A.I.);
6) Non inserite messaggi strettamente personali: esistono ICQ, e-mail o al limite il telefono;
6 bis) Per postare e' gradito sottoscrivere la seguente clausola: Il sottoscritto, autorizzato a rappresentare se stesso, si impegna a devolvere ad arbitrato irrituale, secondo quanto previsto della polici, le controversie connesse al gnus con la  presente lettera di Assunzione di Responsabilitą.
7) The Lady od the Ring domina il Gnus, Boris Abito lo sconvolge ed il pony gli fa compagnia (Buliccio!);
8) Il  repost  non  Ź un crimine ma il popolo del Gnus vi sarą grato se lurkerete prima di  postare la vostra barza del qore. Chi Ź qui da sempre, potrebbe averla gią letta. (vedi art.20)
9) I  maschietti del niusgruppo  sanno di piacere. Hanno avuto circa 30 ragazze nella loro vita con piena soddisfazione di entrambe.
10) ;oirartnoc la erevircs otateiv `E .ąrehgap azziP e arriB ąraf ol euqnumoc ihC.  O, a sua scelta, essere legato  e torturato  da tre  giudici di sesso opposto al colpevole. La divisa del plotone sarą il latex  e il plotone stesso sarą  scelto fra le persone piĚ vicine geograficamente, adulte e consenzienti.
11) Se riuscite a leggere qui non avete bisogno di occhiali;
12) La Gargonza non Ź mai OT su TIU...;
13) E'  vietato  offrire  cornetti caffŹ e cappuccini, pietanze varie e aperitivi  sul  niusgruppo,  ad  eccezione delle pizze rituali. Per questo il postator cortese se ne va su tin.extreme. Fanno eccezione i dolci della rensyna, essendo questi parte essenziale  dei  suoi  saluti,  nonchŹ  ottimi spunti per riposte intrise di umorismo porco.
13 bis) Gnusgrappa: distillato altamente alcoolico (pron.anglosassone), di purissimi spiriti nobili,  privo di testa  (era ovvio)  e di coda  (fanno eccezione il Pony e i Gattacci che la coda debbono averla), dall'aroma delicato e un po' bulliccio. E' tassativamente  vietata  l'aggiunta di  "spirito di patate".  La bevanda della tappa se la bevi  non fa mappa ma ti fa scappar la cacca, porca vacca!!! Al contrario del repost Ź d'obbligo il replay.
13 ter) se avesse postato.......non so  un qualcuno che salutava e basta inserivi anche quello?? Si.
14) Niente  animali immaginari tipo draghi verdi e simili; La gerarchia dei vampiri del Gnus Ź guidata da Sir Mithras  che ha lo Ius  Primae Morsum su ogni nuovo partecipante che dichiari  di appartenere  all'universo femminile, a prescindere dalla grandezza  delle bocce.  A Marvin  Ź  concesso di cambiare loro l'olio all'automobile, riparare gli elettrodomestici (eventualmente modificandoli) e fare compagnia al loro pc.
15) Lo sport; il Gnusgruppo promuove le Arti e gli gli sport: A  intervallli  improbabili  vengono indette le Gnus-olimpiadi. Nel confronto non possono venir  posti limiti  d'etą  o genere. Le nuove specialitą vanno proposte all'assemblea che le vaglierą, se ne avrą voglia, o surrettiziamente inserite senza preavviso. Gli sport ad oggi riconosciuti sono:
        - Tiro al Frescone, (Detto anche "Il Nobile Sport")
        - "Broccolamento & Tacchinaggio", con specialitą di "Tacchinaggio Artistico", "Tacchinaggio su ghiaccio " (obiettivo non collaborante) e "Beach Broccoling"
        - Arrampicata sugli specchi,
        - SPAM a Ostacoli (Vedi  "Federazione Italiana Tiro Al Frescone")
        - Antiquariato Pnakotico;
16) Il Computer e` tuo amico;
17) Il Sysoppo; Mitico Amministratore dei sistemi TIN Che Tutto Legge E Che Se  Non Ci  Fosse  Lui Ce Ne sarebbe Un Altro Al Suo Posto. Grazie a lui, ed al Subcomandante Bear, si ricorda con affetto, la "Binarizzazione".  Esistono molte ipotesi sul QI del Sysoppo e rare immagini. La sua esistenza e' dedita acche' ogni messaggio giunga ai News server dei vari provider; ma nonostante tutte le sue risorse, talvolta ciė non accade. Il volgo mormora di infide paludi in Blacklistia dove cadrebbero, ignari  postatori sorteggiati dal caso o dal Maligno.  Spiriti  mistici mormorano che che cambiando il proprio nome deltatau-cai si possa fuggire dalla trappola.  Mai nessuno  ha scoperto cosa realmente accada agli infelici e perché.
18) Oh, niente...
19) La lingua ufficiale  di TIU e` il Klingon. Sono tollerati, messaggi in  Italiano,  oppure in palermitano, inglese, francese, sardo, tedesco,  spagnolo,  russo,  pugliese,  cinese  o  serbo-croato (Tradurre e citare la fonte e` cosa gradita); per scrivere  correttamente, il  Comitato Per  La Conservazione Del Congiuntivo dicesse:
        - Concordare i pronomi con il suo antecedente.
        - Non usare virgole, che non sono necessarie.
        - Il verbo devono concordare con il soggetto.
        - E' importante un'uso corretto del apostrofo.
        - Bisogna che si sappi usare il congiuntivo.
        - E' importante  servirsi del pronome relativo che si collegano le frasi e si evitano ripetizioni.
        - Rileggere sempre cio' che si e' scritto per vedere se qualche parola.
        - L'ortografia e' esenziale.
20) Ricordate  sempre che la tradizione che ci lega ai  padri fondatori ci fa ritenere il nonnismo un atto altamente formativo e fondamentale per l'educazione delle nuove leve ed il loro  pieno inserimento nella comunita` (quindi, muti e rassegnati).  Se  dal primo post vi mandano subito a quel paese,  o peggio, non prendetevela,  chi vi assale probabilmente non sa perché lo sta facendo, voi si;
21) Quando il Ciambellano si firma: "Nell'Esercizio Delle Sue Funzioni" o "Figlio di Pastore Protestante"  parla  ex  Cathedra  Vicarii Georgii Leonis Rutigliani Primi;
22) Chiunque dichiari di essere pazzo puo`essere esentato dallo scrivere su TIU, ma chiunque chieda di essere esentato dallo scrivere su TIU evidentemente non e` pazzo;
23) Nel  Da:  di ogni  messaggio e` obbligatorio usare il proprio "nome delta-tau-cai" (pseudonimo, Nik, soprannome che dir si  voglia). In caso di dubbi, rivolgersi con  esplicita fiducia a Quozzamax che ve ne troverą uno;
24) Se pensi che sia divertente, probabilmente lo Ź. Se pensi che sia osceno, lo Ź. Se pensi di controllare i messaggi degli altri, ti sbagli. Se sai solo lamentarti di tutto e non proponi nulla, va dove ti cagano. Se ti senti offeso da qualcosa che hai letto qui, Ź un tuo problema. Se non ti sta bene, sparisci, ricorda che puoi scegliere se aprire o no tutto ciė che ti passa per il monitor. Non prendertela con gli altri per le tue opinioni. Per  coloro che intendono comunque menarcela si ricorda che su TIU vige la norma per cui le controversie sono devolte ad arbitrato irrituale.
25) Partecipate  anche voi al gioco: "Chi blammiamo questa settimana?";
26) La  carica  di  "Ciambellano  di  TIU"  Ź elettiva e somministra lo "Sticazzi"  distribuendone,  imparzialmente, secondo necessitą;
27) Come  disposizione temporanea la carica di Ciambellano viene affibbiata a "Wowbagger, The Infinitely Prolonged", finché non decida di cederla spontaneamente o il popolo del  Gnus non  risolva di rovesciarlo tramite Insurrezione Istituzionale  Surrettizia.
27bis)  Anche  in  caso  di Insurrezione Surrettizia, il candidato alla carica di Ciambellano deve dimostrare di saper scrivere correttamente la parola Schwanzstück in meno di 14 secondi...
28) Ho forse detto niente draghi viola?;
29) Ius primae  Broccolis:  Il  Ciambellano  di  TIU  ha  il diritto di broccolare per  primo,  ogni nuovo partecipante che dichiari di portare almeno la quarta e che lasci sospettare, di appartenere all'universo femminile.;
30) Pizza: Si intende per "Pizza"  la preparazione culinaria, a base di farina di grano (o anche di granturco, castagne,  ecc.),  impastata con acqua o latte, lievito, uova, e olio  o sugna o burro, con l'aggiunta  di  ingredienti  vari e cotta in forno in forme rotonde e basse. Le pizze da pagare al di fuori di un raggio di 42 KM sono automaticamente convertite in preparati per pizza da spedire al momento;
31) L'umorismo non conosce vergogna o frontiere. Si puė e si deve ridere degli skipper, e'lecito ridere di tutto e tutti;  Uomini, Donne, Skipper Omosessuali, Ebrei, Cristiani, ometti verdi di Marte, mia madre, tua sorella, ecc., ecc.  Chi si offende, s'arrabbia, si autocensura o si scusa, paga la pizza a tutto il Gnus;
32) E` vietato organizzare collette in TIU;
33) Cercate di quotare  poco e  bene: Quotare significa non  dover mai dire: "Ma Che Cazzo Stai Dicendo?". Per dubbi & incertezze chiedete pure il "Corso di Quoting" (S.A.T.A.N.) all'erede dell'autore, Sir Mithras od al suo scherano Lord Yoruno;
34) Il post degli allegati era una conquista del popolo del  Gnus,  ottenuta con lunghi mesi di dura lotta guidata dal sub-comandante Bear  il  quale,  alla testa di pochi pasdaran, con sprezzo del pericolo, e dell'altrui pazienza, martellava senza posa o pietą i coglioni del Sysoppo e degli utenti di Usenet tutta, fino alla vittoria finale.  (Hasta  siempre Comandante!).  Ma a questo ha posto rimedio Herr Doktor StranaPaso con la scoperta di yEnc http://www.yenc.org/ un Mitico programmillo che,  con un minimo di fatica, consente l'allegaggio di file di vario tipo. MA... D'ora innanzi allegati troppo pesanti e/o porno-cretini verranno  blammati  con violenza  e precisione alla  stregua di spam. Si informa pertanto, chiunque abbia intenzione  di mandare roba poco pertinente, che  la ferocia in questo caso sarą estrema, e sarą quindi meglio pensarci 3000 volte prima di postare le foto delle emorroidi della nonna morta nel 1902. Ezechiele, lo Spammerfuker, lo Storpio e le Brigate F.I.T.A.F. avranno facoltą di agire "a vista" e con la massima crudeltą.
35) Non irritare e non irritarti: Le opinioni espresse sul Gnus possono rappresentare le opinioni dei  giovani  adolescenti,  di  ogni etą e genere, che le hanno scritte  e non rappresentano necessariamente le opinioni di chi ne possiede di diverse;
36) E` vietato pubblicizzare sul Gruppo URL o Homepage. L'"Accademia di Caccia  al  Frescone"  (iscrizioni  aperte) Ź stata fondata per contrastare l'invadenza pubblicitaria su Usenet. Lo "Spammerfucker"  esiste  non  chiedete cos'Ź, temetelo!;
37) Per  tutto quanto non e` indicato qui fate riferimento a: http://www.freewebz.com/iosononiubbo/iosononiubbo.htm. Ma  anche se siete Vecchie Volpi© non dimenticatevi di: http://www.inferentia.it/netiquette/
38) Inserite  messaggi  commerciali!: L'"Accademia di Caccia al Frescone" (iscrizioni aperte) Ź impaziente di appendere le corna di Frescone sopra  al caminetto in biblioteca e i neofiti fremono per avanzare nella gerarchia del Club. (Apprendista, Cacciatore, Esperto, Ciambellano) e  di mostrare al mondo la loro mira. I grilletti sono facili e le canne lustre. Stanare il vostro Internet Provider per chiedergli la revoca del vostro account sarą un vero piacere;
39) Non e` tollerata la propaganda politica, di qualunque segno;
40) E`vietato inserire messaggi come "Questa e`una prova, mi ricevete?"; per queste cose esistono tin. test - it.aiuto e it.news.aiuto
41) NON URLATE: esistono anche i caratteri minuscoli, nonostante alcuni a volte fatichino a ricordarsene;
42) Massimo Cavazzini. Un Mito, Un Modello, Una Guida: Ad  imperituro  esempio dei cacciatori e monito ai  fresconi si cita il suo racconto di caccia grossa: http://punto-informatico.it/p.asp?i=39788&p=2  E  la  sua guida pratica "Come colpire gli spammer al portafogli" http://www.maxkava.com/spam.htm

11.  Ridere Ź disinquinante, antiallergico, energetico, geniale, creativo. Ridere ci rende superiori alle macchine, simili agli dei. Ridere smaschera la stupiditą, galvanizza la creativitą, esagera il sex appeal.  

12.  Sala Radio, ore 07:30. Telefonata in arrivo.
-Pronto scusi, c'Ź stato qualche incidente da Trento a Bologna?-
-Qualcuno. Come mai Ź interessata, signora?-
-Aspetto mio marito che Ź partito da Trento e non Ź ancora arrivato. Sono molto preoccupata-
-A che ora Ź partito?-
-Alle 07:00-
-E dove deve arrivare?-
-A Bologna-
[e checcaz$#!] -Signora, guardi che Ź un po' presto per agitarsi. Non sarą nemmeno uscito dalla cittą!-
-Dice? Allora... Mi scusi per il disturbo..-
-Si figuri, siamo qua apposta-

Ore 08:30. Telefonata in arrivo.
-Pronto scusi, c'Ź stato qualche incidente da Trento a Bologna?-
-Lei Ź la signora di prima, vero?-
-Ss..sď-
-Signora, Ź ancora presto! Suo marito sarą ancora in viaggio!-
-Ah gią... Ma... Posso richiamare piĚ tardi?-
-Certamente. Siamo sempre qui.-

Ore 09:30. Telefonata in arrivo.
-Pronto scusi, c'Ź stato qualche incidente da Trento a Bologna?-
[sospiro] -No signora. Suo marito dovrebbe essere all'incirca a Mantova [se Ź rimbambito come lei forse non Ź arrivato neanche a Rovereto]. Mi scusi ci sono altre telefonate in coda.-

Ore 10:30. Telefonata in arrivo.
-Pronto scusi, c'Ź stato qualche incidente da Trento a Bologna?-
-Mmmmh sďď.. Si Ź ribaltato un autoarticolato di proprietą del Circo Orfei. Ci sono 40 gorilla che saltano da una corsia all'altra e importunano gli utenti, ma nessun ferito.-
-Ci sono auto targate Bologna coinvolte?-
-Nessuna-

Ore 11:30. Telefonata in arrivo.
-Pronto scusi, c'Ź stato qualche incidente da Trento a Bologna?-
-Come ha detto, scusi?-
-C'Ź stato qualche incidente da Trento a Bologna?-
-COOOSA?!? PARLI PIU' FORTE!!-
-C'Ź stato qualche INCIDENTE da TRENTO a BOLOGNAA?!?-
-INFATTI NON LA SENTO NEMMENO IO! D'ACCORDO, RICHIAMI TRA UN PO'!!-
Ore 12:30. Telefonata in arrivo.
-Pronto scusi, c'Ź stato qualche incidente da Trento a Bologna?-
-Signora, adesso comincio a preoccuparmi davvero. Non c'Ź stato nessun incidente in questa mattinata tra Trento e Bologna. Non riesco veramente a capacitarmi del ritardo del suo marito. Mi lasci il suo numero e il nome di suo marito. Casomai avessi notizia di lui, sarą mia premura contattarla immediatamente.-

Ore 13:00. Smonto dal servizio e mi ritiro in camera.

Ore 14:00. Vengo svegliato dal collega che mi aveva dato il cambio. Mi riferisce che c'Ź una signora al telefono che vuole parlare a tutti i costi con me.
-Signora carissima! Mi dica tutto!-
-Senta, volevo solo ringraziarla per la disponibilitą e comunque volevo farle sapere che mio marito Ź finalmente arrivato a casa.-
-Ah! Che bellezza! Lei mi toglie un peso dal cuore! Ma mi dica, qual era il motivo del ritardo?-
-Una banalitą. Il treno ha fatto un ritardo di 2 ore-
-Ah! Molto bene! Quindi niente di grave... E... Ma.. MA CHE CAZZ CAVOLO HA DETTO?!??-
-Ehm.. Il treno.. Il treno ha fatto ritardo..-
-SIGNORA, MA PORKAPUTTANA, NOI SIAMO LA POLIZIA STRADALE!!! STRA!-DA!-LE!!! NOI CI OCCUPIAMO DI QUELLE COSE CHE FANNO "BRUM! BRUM!" E NON "CIUFF! CIUFF!" MA COME CACCHIO E' POSSIBILE?!?! E.. AAARGH!!! AIUT..! COUGH!! UN CARDIOTONICO!!-
-Ma io credevo che voi.. che fosse uguale..-
[click]
Tratto da  http://digilander.libero.it/rabbrividisco/faq.html
 

13.  COSE DIFFICILI DA DIRE QUANDO SEI UBRIACO
Indubbiamente
Innovativo
Preliminario
Proliferazione
Cinnamomo

COSE MOLTO DIFFICILI DA DIRE QUANDO SEI UBRIACO
Specificitą
Costituzione Italiana
Disturbo passivo-aggressivo
Transustanziale Loquace

COSE ASSOLUTAMENTE IMPOSSIBILI DA DIRE QUANDO SEI UBRIACO
Grazie, ma non voglio fare sesso, sono sposato
No, per me basta alcolici
Mi dispiace, ma davvero tu non sei il mio tipo
Buona sera agente, non Ź una magnifica serata questa?   
No grazie, non ho fame.
Oh, non posso! A nessuno piace starmi a sentire cantare.
Grazie, ma non cercherė di ballare, non  ho coordinazione. Non sopporterei di rendermi ridicolo!

(Xander)(con aggiunte di Slartibartfast)

14.  Caro diario, giorno 1
---------------------
Oggi ho deciso di installare Linux. Non si puė essere un vero hacker se non si usa Linux, e io voglio essere un vero hacker. Soprattutto per far colpo sulle ragazze. Ho chiesto a quelli che conoscevo ed ho scoperto che Giovanni usa Linux; stranamente ha gli occhiali spessi, Ź sovrappeso, non si lava molto, non si rade e non conosce nessuna ragazza. Mi aspettavo qualcuno di piĚ figo, con gli occhiali scuri anche al chiuso e il trench di pelle. Probabilmente si traveste per non dare nell'occhio. Una doppia vita! Che cosa emozionante diventare un hacker. Mi ha consigliato la Debian dicendo che Ź la "distruzione di Linux" per veri duri. Io sono un duro. Uso il computer da quando ero piccolo; sempre Macintosh, ma quando uno sa usare un computer, li sa usare tutti! Pensa: l'hacker di "Indipendence Day" entrava nel sistema operativo di una nave aliena: figata! Chissą perché si chiama "distruzione di Linux". Dovrė chiedere. Che nome da duro!

Caro diario, giorno 2
---------------------
Giovanni mi ha spiegato oggi che la Debian Ź una DIS-TRI-BU-ZIO-NE di GNU/Linux. Non distruzione. Dice che Ź molto importante che si dica GNU/Linux, se si dice solo Linux la Microsoft (che dovrei scrivere Micro$oft o Microsuck, non so perché) prenderą il controllo del pianeta, provocherą l'Apocalisse, spegnerą il sole, farą piangere GesĚ Bambino e impedirą che ci siano giochi recenti per GNU/Linux. In questo ordine (di importanza). Giovanni dice che GNU vuoi dire "GNU Non Ź Unix", perė Linux Ź Unix e Giovanni dice che Ź da queste contraddizioni apparenti che si capisce chi Ź un vero hacker. Tutti gli altri sono dei perdenti che si meritano che un Virus spedisca alla nonna pezzi di E-Mail pornografiche scambiate con la morosa. Io non posso essere un perdente perché mia nonna Ź quadriplegica e non sa usare il computer; oltre tutto, non ho mai avuto la morosa, anche se ho scritto dei racconti un po' spinti su Kaori della pubblicitą del Philadelphia. Sto gią diventando un vero hacker.

Caro diario, giorno 3
---------------------
Ho smesso di fare domande a Giovanni, perché il suo travestimento da non-figo puzza davvero tanto e non riesco a concentrarmi trattenendo il fiato. Chissą dove si procura il suo "odore di ascella non lavata da quindici giorni", Ź DAVVERO realistico. Un altro segreto hacker, immagino. Ho comprato una rivista con i CD della Debian. Da questa notte il mondo sarą mio: devo solo installarla, poi sarė un vero hacker. Nella rivista non ci sono donnine nude: un vero hacker si eccita con le immagini dei computer nudi (smontati), o con il "codice sorgente". Ci ho provato, ma ho ancora molto da imparare.

Caro diario, giorno 4
---------------------
Non trovo setup.exe nel CD. Sarą rovinato. Domani lo vado a cambiare.

Caro diario, giorno 5
---------------------
Non c'Ź il setup.exe! E' tutto molto semplice: si inserisce il CD a computer spento, si seleziona da BIOS di boot-are (un modo di dire inglese che vuoi dire "stivalare", ah! gergo hacker!) da CD, e si installa. Facilissimo. Ci ho messo solo 3 ore a capirlo. Ora devo solo scoprire come invocare il BIOS.

Caro diario, giorno 7
---------------------
Sono fortunato! Il BIOS nel mio computer si invoca semplicemente premendo i tasti CTRL-ALT-SHIFT-CANC-Q-W-E-R-T-Y-1-2-3-4-5 contemporaneamente nei 4 microsecondi in cui avviene il check della memoria. Pensa che nel computer di uno che conosco Ź possibile invocarlo solo nelle notti di luna nuova, dopo la mezzanotte, se si rimane all'interno d'un pentagramma tracciato per terra col sangue d'un gallo nero. E' destino che io diventi un hacker.

Caro diario, giorno 8
---------------------
Sto installando. Ho aspettato 4 ore che comparisse la schermata grafica, ma continuo solo a vedere delle scritte. E non compare la freccetta del mouse. Devo chiedere.

Caro diario, giorno 9
---------------------
Le scritte andavano lette! Pensa come sono furbi questi hacker, nessuno puė usare il LORO GNU/Linux se non sa che le scritte vanno lette. E' un po' come una societą segreta.

Caro diario, giorno 10
----------------------
Ieri mentre installavo mi Ź stato chiesto di "partizionare l'hard-disk". Ho spinto OK quattro o cinque volte e sono andato avanti. Cosa sono i moduli del kernel? Non so, ne ho scelti alcuni a caso.

Caro diario, giorno 11
----------------------
In solo una settimana ho fatto partire il sistema. Pare che io abbia cancellato tutto quello che c'era sull'hard disk quando lo ho partizionato, ma non Ź grave: c'erano solo le mie mail personali degli ultimi 3 anni con tutti gli indirizzi (quando sarė un hacker famoso, si rifaranno vivi tutti) e la copia digitale della dimostrazione dell'ultimo teorema di Fermat che avevo trovato in soffitta della nonna, dopo che Ź morta (non sono andato al funerale perché stavo installando). Poco male: diventerė un hacker, ed ho la copia cartacea. Non faccio una doccia da quando ho cominciato, ho la barba un po' lunga e sto solo mangiando pizza e hamburger. Perė sto bene.

Caro diario, giorno 12
----------------------
I moduli del kernel non andavano scelti a caso. Pare che io abbia fatto qualcosa che non va riguardo al modulo per la scheda grafica. Il monitor Ź esploso. Poco male: ne ho un altro. Nell'incendio Ź bruciata la copia cartacea della dimostrazione dell'ultimo teorema di Fermat. Non importa, non trattava di Linux. Le mie ferite guariranno in un mese, nessuno farą caso alle cicatrici quando sarė un hacker figo. Ho messo su 4 chili: smaltirė poi, ora non ho tempo.

Caro diario, giorno 14
----------------------
Ho passato due giorni a scegliere quali programmi installare: l'elenco ne comprende 6739, con nomi di solito senza vocali come ed, amb, brlscnb e mvf fncl; di questi, 1356 sono editor di testo! Pare che servano tutti: gli hacker ne sanno una piĚ del diavolo!

Caro diario, giorno 15
----------------------
XF86Config ne sa MOLTE piĚ del diavolo. O forse serve ad evocare il diavolo stesso, non ho capito bene.

Caro diario, giorno 20
----------------------
Finalmente il computer funziona. Meno di tre settimane per sistemarlo: un record di velocitą. Ho dovuto saltare le docce per risparmiare tempo, ma non ne ho risentito. Certo, non funziona l'audio, la grafica non va a piĚ di 16 colori a 640*480, il masterizzatore non dą segni di vita e il cursore si teletrasporta da un angolo all'altro dello schermo: ma Ź proprio dalla capacitą di affrontare questi piccoli disagi che si vede il vero hacker. Ora mi connetterė a Internet. Mi hanno detto che gli altri hacker sono sempre molto disponibili verso chi vuole imparare. Sono passati i vicini a chiedere dove era il cadavere. "Quale cadavere" ho chiesto io. "C'Ź odore di cadavere in decomposizione" hanno risposto. Non capisco. Non sento nessun odore: saranno impazziti? In effetti mi lanciavano delle occhiate poco rassicuranti.

Caro diario, giorno 21
----------------------
Oggi ho provato a connettermi a Internet. Ho un WinModem. Questo Ź MALE.

Caro diario, giorno 22
----------------------
Oggi ho provato a connettermi a Internet. Qualche cosa Ź andato storto, dal nuovo modem vengono rumori strani e un po' irati.

Caro diario, giorno 23
----------------------
I rumori strani erano la voce di un cambogiano che rispondeva alle telefonate. Pare che il suo numero di telefono sia quello usato di default per la connessione a Internet. Ha detto che, se voglio, mi legge ad alta voce il giornale, cosď mi sento nell'autostrada dell'informazione. Per ora ho declinato. Si chiama Chea Vichea.

Caro diario, giorno 24
----------------------
Mi sono connesso! Fino a che non esco dal pentagramma di sangue di gallo nero, tutto funziona a meraviglia! Mi chiedo cosa succederą all'alba. Sento degli strani rumori provenire dalla cantina.

Caro diario, giorno 25
----------------------
Ho mandato delle mail su Internet chiedendo aiuto per capire meglio. Ho scritto sulla mailing list Kernel Dev, mi sembra il posto migliore per trovare degli esperti.

Caro diario, giorno 26
----------------------
Chi Ź RTFM? E quando comincerą ad aiutami?

Caro diario, giorno 31 (o forse 52)
-----------------------------------
Sono stato multato. Pare che sia vietato bruciare i computer in terrazzo. Ho detto che dopo tutto era Capodanno, ma mi hanno spiegato che Capodanno Ź stato tre settimane fa: devo aver perso il conto dei giorni. Ora che ho eliminato il computer, sto molto meglio. Dopo la terza doccia ho sentito i miei vicini di casa urlare "era ora che riparassero quel tombino, l'aria era proprio irrespirabile!". Ho comprato un machete per tagliarmi la barba, fino ad ora ho rotto tre rasoi. Domani parto per la Cambogia, ho ritelefonato a Chea Vichea. Mi ha trovato un lavoro come bracciante nelle risaie. Non vedo l'ora di cominciare: ha detto che il computer piĚ vicino Ź a 5km dal suo villaggio. Basterą?
(da IAT Slartibartfast)

15.  Ho effettuato un upgrade del software installato sul processore Mamma aggiungendo tutte le librerie di sistema per permettere l'accesso ad Internet di detto HW. Sei pregato di aiutarmi nel debugging delle librerie installate inviando copiose mail all'indirizzo di posta abcdefg.hilmnop@qrstu.vz e pregando tua sorella (della quale mi sono riperso la mail) di fare altrettanto (forse persona meno indicata in quanto in contatto giornaliero col sistema di cui sopra). Per ora sono certo della capacita' di ricezione del sistema per quanto riguarda mail testuali, meno certo delle possibilita' di risposta e delle capacita' di gestione di eventuali attach di tipo grafico (immagini) audio (ti prego non lo fare) o video (dio ce ne scampi e liberi) perche le librerie installate sono state decodificate e tradotte ma il porting non e' stato semplice ed i conflitti in fase di installazione sono stati (come ti puoi immaginare) numerosi e faticosi da risolvere. Questo progetto sperimentale e' del tutto esplorativo ed e' usato per vedere l'overclocking del sistema Mamma 1.0 fino a dove ci puo' portare e' a costo quasi 0 (a meno appunto della fase di debug) e non dovrebbe avere controindicazioni quindi mi sento di sponsorizzarlo e di finanziarlo in todo. Bye, Karl (ufficio amministrazione di sistema)  

16.  Era cosi' bionda che mi ha mandato un fax con un francobollo.  

17.  Era cosi' bionda che pensava che un quarteback fosse un rimborso delle tasse.  

18.  Era cosi' bionda che si Ź annodata con il cordone di un telefono senza fili.  

19.  Era cosi' bionda che alla fine del modulo, dove c'era scritto "Sign over" [Firmare qui] ha scritto "Sagittario".  

20.  Quando ha saputo che il 90% dei crimini avviene in casa, ha traslocato.  

21.  Era cosi' bionda che ci ha messo mesi per capire che poteva usare la sua radio AM anche di pomeriggio.  

22.  Era cosi' bionda che resta seduta ore a guardare il succo d'arancio perché c'Ź scritto "Concentrato".  

23.  Era cosi' bionda che ha studiato per un esame del sangue e lo ha fallito.  

24.  Qual Ź la definizione di "Infinito"? Quattro bionde ad un incrocio.  

25.  Simpatica risposta dei tizi di un sito di Torrents svedese alla richiesta di 'Cease and Desist' della Dreamworks che li accusa di pubblicare Sherk2...
http://static.thepiratebay.org/dreamworks_response.txt
Estratto interessante:
Come potete o non potete sapere, la Svezia non fa parte degli Stati Uniti d'America. La Svezia Ź un paese del nord Europa. A meno che non ve lo siate sin qui immaginato, le leggi americane non si applicano qui. Per vostra informazione, non sono state violate leggi svedesi. Vi preghiamo pertanto che ogni ulteriore vostro contatto con noi, indipendentemente dal mezzo usato, produrrą
a) una istanza per molestie;
b) una lamentela formale presso il tribunale del vostro consulente legale, per l'invio di ridicole minacce legali.
E' opinone nostra e dei nostri legali che siate dei fottuti stupidi, e che dobbiate cortesemente andare a sodomizzarvi da soli tramite manganelli telescopici.
Vi preghiamo inoltre di tener nota che le vostre e-mail e lettere verranno integralmente su:
http://www.thepiratebay.org
Andate a farvi fottere.
Come sempre educatamente,
anakata (postato da Slartibartfast)

26.  Perché i gorilla hanno le narici grandi? Perché hanno delle grandi dita.  

27.  Problema: Oggi fa freddo e fuori ci sono zero gradi. Le previsioni dicono che domani farą freddo il doppio. Che temperatura farą domani?   

28.  Si continua a discutere del fare una Costituzione per l'Iraq. Ma perché non gli diamo la nostra? E' stata scritta da un sacco di gente veramente in gamba, ha funzionato per piĚ di 200 anni e comunque noi non la usiamo piĚ.  

29.  Tre cadaveri arrivano all'obitorio, tutti con un grande sorriso in faccia. Il medico legale chiama il poliziotto che era di guardia per informarlo dei fatti. Il medico inizia: "Il primo corpo Ź di un francese di 72 anni. E' morto per un attacco di cuore mentre era con la sua amante. Per questo sorride". "Il secondo corpo Ź di un Irlandese di 25 anni d'etą. Ha vinto mille Euro alla lotteria e se li Ź spesi tutti in whisky. E' morto da avvelenamento da alcool, ecco perché sorride". A questo punto l'agente chiede, "Che mi dice del terzo corpo?". "Ah," fa il medico, "Questo Ź il piĚ strano. Antonio Caputo, italiano residente a Milano, 30 anni, colpito da un fulmine". "E allora perché sta sorridendo?" domanda l'agente. "Pensava gli stessero facendo una fotografia".  

30.  Trucchi da campeggio.
1) In campeggio, un trombone, appoggiato sul tavolo da picnic terrą libere le piazzole attorno.
2) Per campeggiare indossa sempre una camicia a maniche lunghe. Avrai sempre qualcosa su cui pulirti il naso.
3) Fai un semplice test per vedere se sei in grado di fare campeggio libero. Puntati la pila in un orecchio. Se il raggio di luce passa dall'altra parte, non andare da solo per boschi.
4) In situazioni d'emergenza, puoi sopravvivere nella foresta cacciando piccoli animali con una fionda fatta con la fascia elastica delle tue mutande.
 

31.  Se Dio Ź onnipotente, puė creare qualcosa troppo grande perché Lui la sollevi?  

32.  Se nuotare snellisce come si spiegano le balene?  

33.  Se la penna Ź piĚ potente della spada ed un'immagine vale cento parole, che danni puo' fare un fax?  E' un'arma di distruzione di massa?  

34.  L'unico piĚ stupido di chi sa tutto Ź quello che discute con lui.  

35.  La differenza tra il divorzio ed una separazione legale Ź che la separazione lascia tempo al marito di nascondere i soldi.  

36.  I miei genitori ci mettevano a letto lanciandoci in aria. Certo, perché il sistema funzioni ci vogliono dei soffitti bassi.   

37.  *Ivan Epishkin* ha scritto & Slartibartfast ha tradotto:
QUELLO CHE DOVREBBE SAPERE UNA PERSONA SU DUE.
Come proteggere la propria vita:
1) Se, quando vi svegliate di notte, vedete che, dalla finestra, vi Ź venuto a trovare un ladro, dategli una mano ad uscire per la stessa strada aiutandovi col piccone o l'accetta.
2) Un occhio di vetro, fissato allo spioncino della porta, farą fuggire spaventato dal vostro appartamento qualsiasi ladro.
3) Lasciando da soli i bimbi in casa, insegnate loro a rispondere a qualsiasi squillo: <Papą e mamma sono occupati a pulire e oliare i mitragliatori>.
4) Quando i banditi iniziano a spaccare la porta provate a spaccarla, contemporaneamente dal vostro lato. Questo rende perplessi i malviventi.

38.  *Ivan Epishkin* ha scritto & Slartibartfast ha tradotto:
REGOLE DI SOPRAVVIVENZA IN STRADA:
1) Se incontrate qualcuno che vi chiede da fumare, la cosa migliore da fare Ź di colpirlo immediatamente in fronte con un pugno.
2) Se vi porgono la cordicella di un palloncino, prima di tutto trattenete il respiro e chiudere gli occhi. Contemporaneamente aprite la borsa antigas, estraete la maschera ed indossatela. Ricordate che, dalla rapiditą dei vostri movimenti puė dipendere la vostra vita.
3) Prima di entrare in un passaggio poco illuminato, lanciateci dentro qualche pietra per prendere l'iniziativa contro possibili aggressori.
4) Se comunque incontrate tipi sospetti nell'androne di casa, fate attenzione a non spaventarli, chiedetegli subito i documenti.
5) Al momento dell'attacco non gridate mai: <Aiuto!, mi ammazzano!> E' meglio usare qualcosa di piĚ neutro, come: <Il nemico!> <Ehi del traghetto!>
6) Alcun consigli sul come respingere l'attacco di un violentatore restando comunque belle e attraenti: Alle ragazze ed alle signore si raccomanda di non portare minigonne o truccarsi. Un vecchio cappotto, stivali militari in similpelle e il volto imbrattato di fuliggine attirano meno l'attenzione del potenziale maniaco.
7) Una bella acconciatura puė essere afferrata dal delinquente per immobilizzarvi. Per questo la testa dev'essere rasata a zero, spalmata di vaselina o di crema grassa, la prossima volta potrebbe salvarvi la vita.
8) Per salvarsi la vita la donna deve usare qualsiasi oggetto si trovi nella borsetta. Potrebbe trattarsi della spazzola, del deodorante, un sifone dell'acqua...
9) Se osserverete queste semplici regole, per i delinquenti sarą difficile rapinarvi o usarvi violenza, quindi sceglieranno qualcun'altro come vittima.
E non iniziate a perdere sangue finché non arriviamo.

39.  Il presidente di una democrazia Ź un uomo che Ź sempre pronto a spendere la tua vita per il suo paese.  

40.  Mostrami un uomo con i piedi ben piantati per terra, ed io ti mostrerė un uomo che non riesce neanche a togliersi i pantaloni.  

41.  Sei cosď calvo che posso vedere quello che pensi.  

42.  Bisogna essere simpatici, far ridere
Con le donne con gli amici, sempre ridere
Ź una febbre che ci prende, come un malattia
come dire siamo condannati, alla simpatia

Uno strano, uno diverso, fanno ridere
uno sveglio, uno furbo, sanno far ridere
ma non importa cosa costa, la gente fa cosď
Falla ridere e ti dirą sempre si

Vuoi ridere, sai ridere, fai ridere
vuoi ridere, sai ridere, fai ridere
vuoi ridere, sempre ridere

e allora ridi, che la mamma fa gli gnocchi
ridi Ź cosď bello essere un po sciocchi
e se hai voglia di andare via, eccoci siamo qua
vi porteremo in un'altra realtą

A ridere, vuoi ridere, fai ridere
A ridere, vuoi ridere, fai ridere
Vuoi ridere, sempre ridere

Solo le bestie, quelle no, non sanno ridere
ma Ź l'intelligenza a noi, che ci fa ridere
di quelle cosa strane e assurde, che tu dici: "ma no dai!"
Ma la cosa piu divertente, Ź che anche tu le fai

E se non capisci basta ridere
"non Ź li che stiamo andando!", tutti a ridere
Le cose vanno come vanno, e la nausea sale su
una battuta e torna tutto giĚ

E vuoi ridere, sai ridere, fai ridere
vuoi ridere, sai ridere, fai ridere
vuoi ridere, sempre ridere

E allora ridi, perché il mondo ride poco
ridi, come fosse tutto un gioco
ridere o non ridere, tanto Ź cosď
e allora ridi, che oggi Ź lunedď

Si ridi, non c'Ź piĚ niente che ti tocchi
ridi, che quando ridi chiudi gli occhi
ridere, ma ridere, fino alle lacrime
che quello Ź il piĚ bel modo che hai per piangere

E vuoi ridere, sai ridere, fai ridere
vuoi ridere, sai ridere, fai ridere
vuoi ridere, sempre ridere, ma si...

Marco Carena
(da Frittomix)  (postata da Slartibartfast)

43.  La Verita' ti rende libero. Ma anche con una buona balla ce la si puė cavare.   

44.  Se un Generale Ź di grado superiore ad un Maggiore, perché un malessere maggiore Ź piĚ importante di un malessere generale?   

45.  Un Greco ed un Italiano sono seduti in un caffé discutendo della superioritą delle proprie culture. Al terzo caffé il Greco dice, "Beh, noi abbiamo il Partenone". Inarcando le sopracciglia l'Italiano risponde, "E' vero e noi abbiamo il Colosseo". Ma il Greco insiste, "In Grecia abbiamo dato i natali alla matematica". E l'italiano, facendo un cenno d'assenso aggiunge, "Cosď come noi abbiamo costruito l'Impero Romano". E via cosď, finché il Greco arriva a quello che ritiene metterą fine alla discussione. E, con un gesto teatrale dice, "Noi abbiamo inventato il sesso!". Al che l'Italiano risponde: "E' possibile, ma sono stati gli Italiani che lo hanno insegnato alle donne!" ("...it was Italians who introduced it to women!")  

46.  La Vispa Teresa
di Carlo Alberto Salustri detto Trilussa (1917)

   Se questa Ź la storia
che sanno a memoria
i bimbi di un anno,
pochissimi sanno
che cosa le avvenne
quand'era ventenne.

   Un giorno di festa
la vispa Teresa
uscendo di chiesa
si alzava la vesta
per farsi vedere
le calze schiffonne
che a tutte le donne
fa molto piacere.
Armando, il pittore,
vedendola bella,
le chiese il favore
di far da modella.
Teresa arrossď,
ma disse di sď.
"Verrete?" - "Verrė:
ma badi perė..."
"Parola d'onore!"
rispose il pittore.

   Il giorno seguente,
Armando, l'artista,
stringendo furente
la nuova conquista
gridava a distesa:
"T'ho presa, t'ho presa!"
A lui supplicando
Teresa gridė:
"Su, su, mi fai male
la spina dorsale:
mi lasci che anch'io
son foglia di Dio...
Se ha qualche programma
ne parli alla mamma..."
A tale minaccia
Armando tremė,
dischiuse le braccia,
ma quella restė.
Perduto l'onore,
sfumata la stima,
la vispa Teresa,
piĚ vispa di prima,
per niente pentita,
per niente confusa,
capď che l'amore
non Ź che una scusa.
Per circa tre lustri
fu cara a parecchi:
fra giovani e vecchi,
oscuri ed illustri,
la vispa Teresa
fu presa e ripresa.
Contenta e giuliva
s'offriva e soffriva.
(La donna che s'offre.
se apostrofa l'esse,
ha tutto interesse
a dire che soffre.)

   Ma giunta ai cinquanta,
con l'anima affranta,
col viso un po' tinto,
col resto un po' finto,
per torsi d'impaccio
dai prossimi acciacchi
apriva uno spaccio
di Sali eTabacchi.
Un giorno un cliente,
chiedendo un toscano
le porse la mano
cosď... casualmente.
Teresa la prese,
la strinse e gli chiese:
"Mi vuole sposare?
Farebbe un affare!"
Ma lui, di rimando,
rispose: "No, no!...
Vivendo e fumando
che male ti fo'?
Confusa e pentita
Teresa arrossď,
Dischiuse le dita
e quello fuggď.

   Ed ora Teresa,
pentita davvero,
non ha che un pensiero:
d'andarsene in chiesa.
Con l'anima stracca
si siede e stabacca,
offrendo al Signore
gli avanzi di un cuore
che batte la fiacca.
Ma, spesso, fissando
con l'occhio smarrito
la polvere gialla
che resta sul dito,
le sembra il detrito
di quella farfalla
che un giorno ghermiva
stringendola viva.

Cosď come allora,
Teresa risente
la voce innocente
che prega ed implora:
"Deh, lasciami! Anch'io
son figlia di Dio!"
"Fu proprio un bel caso!"
sospira Teresa,
fiutando la presa
che sale nel naso.
"Se qui non son lesta
mi scappa anche questa."
E fiuta, e rifiuta,
tossisce e sternuta:
il naso Ź una tromba
che squilla e rimbomba
e pare che l'eco
si butti allo spreco...
Tra un fiotto e un rimpianto,
tra un soffio e un eccď,
la vispa Teresa...
................
lasciamola lď.
 

47.  Democrazia americana.
democracy  (pre-Bush):
from the Greek demos ("common people") and kratos ("strength").

democracy  (post-Bush): from the English demo ("a non-working prototype")
+ c ("the lowest passing grade, a mark of mediocrity")
+ racy ("scandalous,not suitable for public consumption").
____________________

Per chi non mastica l'inglese
____________________
Il significato di Democrazia prima di Bush:
Dal Greco demos ("Gente comune") e kratos ("potere").

Il significato di Democrazia: (dopo Bush):
dall'inglese demo ("prototipo non funzionante")
+ c ("il voto di ammissione piĚ basso, segno di mediocritą")
+ racy ("scandaloso, non adatto al consumo pubblico").
  

48.  Se dai un programma ad un uomo, lo renderai frustrato per una giornata. Se gli insegni a programmare, lo renderai un frustrato a vita.  

49.  L'ottimista vede la ciambella. Il pessimista vede il buco. Il pragmatista si mangia la ciambella.  

50.  Due rabbini, un Riformato ed un Ortodosso, discutono delle rispettive congregazioni. Il rabbino Riformato chiede al leader Ortodosso: "Perché non lasci che uomini e donne siedano assieme, come fanno nel mio tempio?". Il rabbino Ortodosso - noto per il suo senso dell'umorismo - replica: "Se vuoi sapere la verita', e' che non mi interessa affatto se siedono assieme o no. Ma vedi, i miei sermoni non sono poi cosď interessanti ed io non posso accettare che dormano assieme".  

51.  E' facile trovare i vincitori, sono quelli che non si lamentano delle regole.  

52.  Giocattoli nel mondo.
a.. Capitalismo - Chi muore con piĚ giocattoli, vince.
b.. Hari Krishna - Chi gioca con piĚ giocattoli, vince.
c.. Giudaismo - Chi compra i giocattoli al prezzo piĚ basso, vince.
d.. Cattolicesimo - Chi si nega piĚ giocattoli, vince.
e.. Anglicani - Quelli erano i nostri giocattoli, prima.
f.. Greci-Ortodossi - No, prima erano i nostri.
g.. Ramo Davidiano - Chi muore con i giocattoli piĚ grossi, vince.
h.. Mormoni - Ogni bambino puė avere tutti i giocattoli che vuole.
i.. Avventisti del 7° giorno - Chi gioca di sabato perde.
j.. Chiesa di cristo - Colui i cui giocattoli fanno musica, perde.
k.. Amish - I giocattoli a batteria sono sicuramente peccaminosi.
l.. Battisti - Una volta che hai giocato hai giocato per sempre.
m.. Chiesa scientista di cristo - Noi siamo i giocattoli.
n.. Testimoni di Jehovah - Chi "piazza" piĚ giocattoli porta a porta, vince.
o.. Pentecostali - Chi ha i giochi che parlano, vince.
p.. Non-denominazionalisti - Importa da dove vengono i giocattoli?
q.. Comunismo - Tutti hanno lo stesso numero di giocattoli.
r.. Confucianesimo - Una volta che un giocattolo Ź caduto in acqua, non Ź piĚ asciutto.
s.. Voodoo - Lasciami prendere quella bamboletta per un attimo...
t.. Edonismo - Lascia perdere il manuale! Giochiamo!
u.. Ateismo - Non c'Ź nessun giocattolaio.
v.. Politeismo - Ci sono molti giocattolai.
w.. Evoluzionismo - I giocattoli si costruiscono da soli.
x.. Esistenzialismo - I giocattoli sono frutto della tua immaginazione.
y.. Baha'i - Ci vanno bene tutti i giocattoli.
z.. Taoismo - La bambola Ź importante come il camion della spazzatura.
 

53.  Non Ź basso, Ź affetto da una rara patologia. Entrambe le gambe sono una piĚ corta dell'altra.  

54.  Scala Topica Slartibartfast-Siffredi:
10 = GBG (Gran Bella Gnocca)
09 = BG (Bella Gnocca)
08 = MG (Molto Gnocca)
07 = G (Gnocca)
06 = D (Donna)
05 = R (Racchia)
04 = C? (Cesso?)
03 = C! (Cesso!)
02 = U? (Uomo?)
01 = M (Mostro)
00 = VBBdT (Vorace Bestia Bugblatta Di Traal)  

55.  3° CAMPIONATO MONDIALE PER SPALATORI DI NEVE !

Grazie alla collaborazione della F.I.S.N.F. (Federazione Italiana Spalatori Neve Fresca) e alla W.S.S.F (World Snow Spalator Federation) si svolgerą anche quest'anno l'importantissimo campionato mondiale. Giunto alla terza edizione, anche quest'anno si terrą a La Thuile (A0) Italy.
La prima edizione si era svolta a Dubai, negli Emirati Arabi , e aveva avuto un incredibile successo. PiĚ di 5000 concorrenti erano giunti da ogni parte del mondo trasformando l'evento in uno spettacolo seguito da tutte le televisioni del globo ed in particolare Eurosport con numerose dirette.
La scelta per L'edizione 2004 Ź caduta su LaThuile (Italia) e lo spettacolo non Ź stato da meno, tant'e' che l'organizzazione ha ritenuto giusto ripetere il campionato nello stesso luogo. 6245 concorrenti si sono dati battaglia sul campo con prove spettacolari, faticose ma nello stesso tempo divertenti.
Ricordo che la scelta, come abbiamo gią scritto, Ź toccata a La Thuile e piĚ precisamente presso la stazione di servizio Ip di Musetti Flavio. L' iscrizione quest'anno Ź gratuita per venire incontro ai partecipanti dei paesi piĚ lontani (Sri Lanka, e Guadalupa per citarne alcuni). Basta semplicemente cliccare sul libro degli ospiti e scrivere i propri dati (Nome, E-mail, commento)
Regolamento edizione 2005:
(1) I concorrenti devono giungere in macchina (possibilmente a benzina e a secco).
(2) Devono portarsi la propria pala da casa.
(3) La gara si svolgerą esclusivamente in caso di abbondanti nevicate e i partecipanti dovranno presentarsi sul campo di gara (il benzinaio di La Thuile) entro e non oltre le ore 6,30 di mattina.
(4) Il ritardo comporterą la immediata squalifica.
(5) Ai concorrenti verrą assegnata un'area del distributore che dovrą essere spalata nel piĚ breve tempo possibile.
(6) Ai fini della classifica verrą tenuto conto sia del tempo impiegato che della pulizia della zona assegnata.
Una giuria altamente specializzata valuterą i risultati e proclamerą il vincitore della 3° edizine di questo campionato del mondo.
Verra' anche assegnato il trofeo "La Pala d'oro" al partecipante giunto dal paese piĚ lontano.

La Classifica edizione 2003
1° Huan PalaiCina
2° Gregorius PalaosGrecia
3° Ivan BadileskiRussia

Classifica edizione 2004
1° Alfred PalanderNorvegia
2° Pasquale ImpalatoItalia
3° Hammed PhalalląTurchia
(Flavio Musetti)
http://www.ilbenzinaio.it/Campinato%20spalatori.htm
(postato su TIU da Slartibartfast)

56.  Ci credete? Monica Lewinsky ha compiuto 37 anni questa settimana. Sembra solo ieri che gattonava in giro per la casa bianca su mani e ginocchia. Crescono cosď in fretta!!!!!   

57.  "Tolleranza" Ź lasciar divertir la gente a modo suo invece che a modo tuo.  

58.  Per un verme, scavare la terra dura Ź piĚ rilassante di andare a pesca.  

59.  Nulla cura l'insonnia come la consapevolezza che Ź ora di alzarsi.  

60.  Non Ź importante se vinci o perdi; Ź a chi dai la colpa.  

61.  Se non sai come la tua vita potrebbe essere piĚ complicata e frustrante non ti preoccupare... E' compito del governo.   

62.  Quando tua moglie impara a capirti, di solito smette di starti a sentire.  

63.  E' stato bello vedere il presidente messicano ed il governatore austriaco della California, riunirsi per risolvere i problemi dell'America.  

64.  Potrebbe sembrarvi un po' all'antica, ma io credo che la cosa piĚ importante in un matrimonio sono io.  

65.  Quando in Russia l'operaio arrivava in anticipo lo prendevano per sabotatore, se arrivava tardi per uno scansafatiche, ma a chi arrivava in orario gli chiedevano come faceva a permettersi un orologio.   

66.  Io l'IKEA e la morte. (by Slartibartfast)
Insomma andiamo all'IKEA a prendere l'ultimo billy marrone per la nostra sala, il bello dell'IKEA Ź che non vendono veramente librerie, ma vendono cose, e quindi tu invece che comperarti un salotto puoi prenderlo un pezzo ogni tanto, alla fine un salotto IKEA Ź una raccolta di cose messe le une accanto alle altre, e noi in un anno abbiamo comperato cinque librerie billy marroni e ora ci manca l'ultima, c'Ź proprio il buco nella parete si vede che manca qualche cosa, e allora andiamo all'IKEA a comperare anche l'ultima libreria billy marrone e quando siamo nella parte finale del budello IKEA andiamo dove di solito ci sono le librerie billy marroni e vediamo che lo scaffale Ź vuoto.
"Si vede che vanno a ruba" dice cecilia perplessa.
"Sono le migliori" dico io a bassa voce e mi gratto il mento, e mestamente mi dirigo alle informazioni dove c'Ź un ragazzo che sembra un altro me stesso, solo che lui ha la maglietta gialla con la scritta blu IKEA.
"Salve -dico- mi serviva una libreria billy marrone"
Il ragazzo mi fissa, come se non mi vedesse e poi mi dice che non esistono le librerie IKEA marroni.
"Uh. Ne ho cinque in salotto"
"PiĚ" aggiunge il tipo passandosi una mano sulla faccia.
"PiĚ" ripeto io senza capire.
"Non esistono piĚ le librerie billy marroni" l'IKEA non le fa piĚ, adesso fa il color faggio.
"Cioé? faggio cioé?" dice Cecilia che nel frattempo mi si Ź messa a fianco e inizia la sua burrascosa esplosione adrenalinica, non dovrei mai andare con cecilia in un negozio, e il tipo ripete che l'IKEA non fa piĚ le librerie billy marroni, adesso c'Ź il nuovo color faggio.
Cecilia sorride e dice voi non potete. "Voi non potete" ripete e sorride serafica guardandosi le scarpe, e poi -di colpo- alza un braccio e lo abbatte sul tavolo e inizia ad alzare la voce e dice che lei ha scelto IKEA proprio come ha scelto COCA-COLA, cioé, cose che sono uguali in tutto il mondo e fra dieci anni la coca cola avrą lo stesso gusto di coca cola di dieci anni fa, e l'IKEA fra dieci anni farą ancora la billy marrone nel caso cambiassimo casa e volessimo comperare la sedicesima libreria billy marrone, che fa parte dell'alleanza non scritta tra IKEA e consumatore, che non si butta cosď alle ortiche un rapporto fondato sulla serialitą, e alla parola serialitą cecilia si passa una mano (quella non sbattuta sul tavolo) all'angolo della bocca per nettare via la saliva, e resta immobile a fissare il commesso con occhi fiammeggianti.
Il commesso ha intanto attuato la tecnica, certo io la penso esattamente come voi, e dice che abbiamo perfettamente ragione e che l'IKEA sono una manica di stronzi, e questa parte gli riesce facile.
Comunque -aggiunge- possiamo prendere il nuovo color faggio che Ź davvero molto bello, ma questa uscita sfortunata del commesso spacca il vaso di pandora gelosamente custodito in cecilia, e che rivela essere pieno di oscenitą irripetibili che cosa cazzo me ne faccio di un billy faggio che vuol dire molto chiaro in mezzo a cinque librerie billy marroni che vuol dire molto scuro, e mentre cecilia spiega questa cosa, fa anche dei mimi con le mani a significare il molto chiaro e molto scuro, e il numero cinque e il numero uno che si infila in mezzo al numero cinque, e il senso del mimo Ź che il commesso Ź un idiota e il commesso abbassa il capo e si prende dell'idiota, Ź retribuito.
"Senta -dico io- non c'Ź proprio modo di avere ancora dei billy marroni, a noi ne serve solo uno", e viene fuori che sď, possiamo ordinare -pagando in anticipo- uno dei billy marroni ancora rimasti in magazzino nel mondo e loro lo faranno arrivare qua e noi ce lo andremo a prendere. E ce lo siamo presi, ci hanno dato un foglietto, quando arriva vi telefoniamo e voi andate nel magazzino che sta da un altra parte rispetto all'IKEA e ve lo andate a prendere.

Dopo un mese l'IKEA ci chiama e dice che Ź arrivato il mobile e che abbiamo cinque giorni per ritirarlo, adesso si sono fatti scazzati, abbiamo gią pagato.
"Prendiamo il foglio e andiamo" dico a cecilia e lei chiede che foglio, e io le dico il foglio che ci hanno dato un mese fa quando lo abbiamo prenotato e lei ride, e dice un mese fa Ź un tempo lontanissimo per un foglio, per questo hanno inventato i libri, i fogli da soli sono indifesi.
Insomma il foglio Ź sparito.
"Beh, chiamiamo il numero verde dell'IKEA e chiediamo se possiamo ritirarlo senza foglio, in fondo hanno i nostri dati" dico io e cecilia apre l'elenco telefonico e inizia a dettarmi il numero telefonico e dice uno nove nove e io dico ferma. "Ho detto numero verde che vuol dire otto zero zero, uno nove nove sono i servizi tipo telefonia sexy, roba che si paga" spiego e cecilia guarda per bene e dice che non esiste il numero verde IKEA, il servizio informazioni Ź uno nove nove, cioé anche le informazioni sono un prodotto IKEA, si devono pagare anche quelle.
Resto con la cornetta in mano, poi faccio l'uno nove nove e resto in attesa con le musichette e mentre sono in attesa penso che c'Ź qualcuno che sta guadagnando soldi per questa mia attesa e poi una voce dice che certo posso ritirare anche senza foglietto e mi dimentico tutto. Partiamo e mentre siamo in viaggio cecilia dice e se il magazzino chiudesse prima? voglio dire sono le sette, l'IKEA chiude alle sette e mezza e il magazzino e se chiudesse prima e allora ritelefoniamo al numero a pagamento e una signorina ci dice che figurati, il magazzino fa lo stesso orario dell'IKEA e mentre ce lo dice sta guadagnando dei soldi.

Arriviamo all'IKEA e cerchiamo il magazzino, seguo le indicazioni alla lettera e mi trovo di fronte a un cancello che Ź chiuso. Tutto buio non c'Ź nessuno.
"E' chiuso" dico.
"Chiuso" conferma Cecilia mettendosi le nocche sopra gli occhi e torniamo indietro all'IKEA, andiamo al servizio informazioni che non esiste si chiama cambi e resi, e dico salve io dovevo ritirare un mobile billy marrone ho telefonato all'uno nove nove e mi ha detto che il magazzino era aperto e invece Ź chiuso, e la tipa dice sul foglietto c'Ź scritto, chiude alle sei e mezza, e io dico ma l'uno nove nove mi ha detto che chiude quando chiude l'IKEA, e la tipa dice ma lei ha chiesto del magazzino gondrand, e io dico no, io manco so chi sia gondrand io ho chiesto il magazzino IKEA e lei sorride come dire imbecilli e dice eh doveva dire magazzino gondrand sul foglietto c'era scritto, e io inizio ad alzare la voce e poi penso vaffanculo, esco bestemmiando e non posso neppure sbattere la porta sia aprono e chiudono da sole.
"Non ci torniamo piĚ" mi sussurra cecilia in macchina e io dico abbiamo gią pagato, e lei dice i soldi ce li danno indietro se non siamo soddisfatti del prodotto e io dico che il prodotto manco l'abbiamo visto e poi aggiungo che abbiamo un buco in salotto e lei se ne sta.

Il giorno dopo torniamo alle sei e dieci e il magazzino gondrand Ź chiuso.
Mentre mi dirigo verso il bancone cambi e resi inizio gią a mandare a fanculo queli che incontro, dico tra me e me IEKA di merda ma a voce alta per farli sentire, agito le braccia, cecilia non ha niente da lamentarsi.
Faccio la mia coda poi urlo a una nuova signorina IKEA che ieri ci hanno detto che il magazzino gondrand chiudeva alle sei e mezza e invece non era vero, e lei dice che no chiude alle sette.
Ammutolisco. "Alle sette di cosa?" e guardo cecilia che non capisce e quella intanto legge l'incertezza nei nostri occhi e prende un foglietto e dice ah no scusate alle sei. Chiude alle sei e mi dice vedete c'Ź anche scritto sul foglietto e lo indica e io dico ma ieri la signorina mi ha detto alle sei e mezza e lei mi ha appena detto alle sette, e la ragazza risponde dice beh, vorrą dire che ci saremo sbagliate. Guardo cecilia, cecilia scuote la testa e io penso che c'Ź qualche problema, lo dico anche a cecilia in macchina c'Ź qualche problema, ce ne siamo andati senza dire niente, c'Ź qualche problema, e dico che questa gente promette una felicitą certificata che in realtą potrebbe garantire solo a un numero limitato di persone e per una serie fortunata di coincidenze, ma questa gente non Ź tanto onesta da ammetterlo e dice
sarete tutti felici, avrete tutti il vostro prodotto, e il vostro prodotto sarą bello e sano come quello degli altri. "E invece non Ź vero, questi prodotti non danno la felicitą, siamo noi a renderli felici" spiego e cecilia dice che ho ragione, anche con i macintosh, siamo noi a renderli felici.
"Uh? E perché con windows non funziona?"
"Incompatibilitą del sistema operativo" risponde lei, e intanto guarda fuori dal vetro genova che piomba nelle tenebre.

Il giorno dopo sono le nove del mattino e io e cecilia siamo usciti dal magazzino gondrand abbiamo la libreria billy marrone sul portapacchi e a metą strada sentiamo che c'Ź vento ci sembra che balli.
"Ci vuole un'altra corda" dice cecilia e io dico che le abbiamo finite e lei mi indica un insegna, CORDERIA GENOVESE e io dico manco sapevo che esistessero le corderie, metto la freccia e accosto.
Nel negozio c'Ź un tipo bassino che mi chiede cosa voglio.
"Una corda" dico.
"Ha sbagliato negozio" mi risponde lui, poi aggiunge che scherza, ma Ź molto serio, mi dice che tipo di corda.
"Mah, una corda normale, che non costi troppo ma che sia resistente" e il tipo mi guarda in maniera strana, prende da dietro il bancone una
corda e la butta sul bancone e poi mi afferra la mano che gli tendeva il bancomat e mi guarda negli occhi, fisso.
"Mi dica onestamente: si vuole suicidare?" mi chiede.
"Uh? Si vede che ne vengo dall'IKEA?" chiedo cercando di divincolarmi.
"No" fa lui mollandomi la mano e tenendosi il bancomat. Ma -mi spiega-quando arriva uno da lui e gli chiede una corda normale che non costi troppo ma che sia resistente, a lui viene sempre il dubbio che sia, o un imbecille, o uno che voglia suicidarsi, e lui come commerciante si sente la responsabilitą della morte, della morte del cliente.
"No, guardi - dico ritirando il bancomat- devo solo legare una libreria sul portapacchi, e lui dice va bene che mi crede, e mi accompagna fino alla porta e poi mi dą la corda e mi dice sottovoce di ricordarmi il sapone.
"Uh? Vendete anche prodotti per il bagno?"
"No, dico, per la corda, passatela prima nel sapone perché altrimenti resta morbida e il collo non si spezza, con il sapone e meglio" mi confida facendomi l'occhietto e io lo ringrazio, si Ź fatto un nuovo cliente gli dico.
--
http://www.venerandi.net
 

67.  In questi giorni, nel 1826, Ignace Wrozlewarskcyczka inventė a Varsavia il sedile per il Gabinetto. L'invenzione comunque non iniziė a diffondersi come meritava finché un suo conoscente, Jacob Lewitzky, non si decise a fare un foro in mezzo ad uno dei prototipi.  

68.  Un elenco di veri annunci fatti ai passeggeri dai guidatori della metropolitana londinese...
1) "Signore e signori, mi scuso per il ritardo nel nostro servizio. Lo so che non vedete l'ora di tornare a casa, certo non se foste sposati con la mia ex-moglie, nel caso preferireste passare al binario opposto".
2)"Il vostro ritardo di questa sera Ź causato da un controllore del traffico che soffre della sindrome di G & C, che lo porta ad ignorare la differenza tra il suo gomito ed il suo culo. Sarą mio dovere trasmettervi ulteriori aggiornamenti non appena me ne verranno comunicati altri."
3)"Preferite avere prima una buona notizia o quella cattiva? Le buone sono che venerdď scorso era il mio compleanno e me ne sono andato in cittą dove ho passato una bella serata. Quella cattiva Ź che c'Ź un un incidente in un punto tra Stratford e East Ham, il che vuol dire che probabilmente non giungeremo a destinazione."
4)"Signore e signori, ci scusiamo per il ritardo, ma c'Ź un allarme della sicurezza a Victoria station e pertanto per il futuro immediato siamo incastrati, pertanto cerchiamo di non pensarci e di passare questo tempo assieme. Ora tutti assieme... 'Viva la pappa pappa, col popopopopomodoooro...'".
5)"Stiamo attraversando ora la stazione di Baker Street, come potete vedere la stazione di Baker Street Ź chiusa. Sarebbe stato bello che me lo avessero detto in modo che a mia volta avessi avuto la possibilitą di dirvelo prima, ma no, a queste cose non ci pensano".
6)"Su questo treno operano dei mendicanti, vi preghiamo di NON incoraggiare questi mendicanti professionisti, se avete della moneta, vi preghiamo di darla ad un'associazione caritatevole registrata, in alternativa, potete darla a me."
7)Nel corso di un'ora estremamente di punta sulla Central Line, il guidatore annuncia, con un pesante accento West Indian: "per la sauna accomodatevi da questa parte, signore e signori... sfortunatamente non vengono forniti gli asciugamani".
8)"Fate scendere i passeggeri dal treno PRIMA!" (Pausa...) "Oh allora continuate pure ad ammucchiarvi come sardine, che me ne importa - tanto ho finito il turno..."
9)"Vi preghiamo di lasciar chiudere le porte. Cercate di non confondere questo annuncio con 'Please Vi preghiamo di tenere le porte aperte. Sono diverse e distinte istruzioni."
10)"Vi preghiamo di notare che il cicalino che viene dalle porte, significa che le stesse stanno per chiudersi. Non significa gettarsi, voi o i vostri bagagli, tra le porte."
11)"Non possiamo ripartire a causa di qualche idiota che ha la sua fottuta mano incastrata in una porta"
12)"Al gentleman con un lungo cappotto grigio che cerca di uscire dalla seconda carrozza - quale parte di 'allontanarsi dalle porte' non capisce?"
13)"Vi preghiamo di allontanare tutti i bagagli dalle porte (Pausa...) Vi preghiamo di allontanare TUTTI i bagagli dalle porte (Pausa...) Questo Ź un messaggio personale per l'uomo con il completo marrone e occhiali nel retro del treno - metti giĚ la torta, quattrocchi, e sposta le tue maledette mazze da golf dalla porta prima che venga li e te le infili su per il culo di traverso"
14)"Si informano tutti i passeggeri che Ź severamente vietato fumare in qualsiasi parte della metropolitana. In ogni caso, se vi state facendo una canna, Ź cortese passarla al resto del vagone".
(riportate da Slartibartfast)

69.  GesĚ a cena. Questa sera ha suonato il campanello. Ho aperto la porta Ź sono stato illuminato da un uomo ben vestito. "Sono venuto a portare gesĚ a casa vostra" ha iniziato il tizio. La mia prima reazione Ź stata "viene par cena?". E il tizio "Viene sempre quando sei pronto". Aha, questo Ź arzillo. "Bene, stasera avremo frittata. A gesĚ piace il pollo?" gli ho chiesto. Negli occhi dell'uomo Ź brillata una luce strana. Allora ho continuato "Non so se dopo tutti questi anni continua a mangiare kosher, ma questa Ź una casa kosher, quindi dovrebbe poter mangiare tranquillamente". Il tizio ha iniziato a frugare nella valigetta e mi ha passato un volantino stampato, che io ho ignorato. "Se poi vuole il daven Mincha [dire le preghiere della sera] prima di venire, il shul [sinagoga] Ź solo a tre isolati da qui,". Ho concluso. "Cosa?", mi ha singhiozzato in risposta il missionario. Ho ripetuto il tutto e poi ho aggiunto, "Intende gesĚ cristo vero?". Mi ha annuito. "Nato a betlemme?" ho proseguito. Ha annuito ancora ed ha iniziato ad allontanarsi dalla porta. Ho sorriso "se Ź quello, il ragazzo Ź ebreo". Mentre iniziava a voltarsi per anndarsene ho aggiunto, "e' invitato anche lei, ma non abbiamo burro in tavola". Il tizio ha quasi iniziato a correre per le scale. Mia moglie, che era in cucina mi ha chiesto chi era alla porta, "un qualche amico di GesĚ". Mi conosce. Si Ź stretta nelle spalle e mi ha chiesto. "Lo hai invitato a cena?". "Certo!.  Ho invitato lui e gesĚ a cena, ma il tizio Ź scappato via". Lei Ź tornata in cucina, bofonchiando dietro le spalle, "Tu non parli aramaico, scemo.  gesĚ si sarebbe annoiato da noi". Ve l'ho detto che mi conosce. Mi ero del tutto dimenticato dei problemi di lingua.  

70.  A situazione dell'istruzione in Itaglia Ź quella che Ź: er livello arisurta basso in tutti li campi e speciarmente ner campo scientifico dove li nostri ragazzi vengheno umiliati da li alunni de mezzo monno, inclusi l'Arto Vorta, Silon e Onduras Britannico e non c'Ź quindi da stupisse se er nostro illuminato superministro dell'economia nun esita ad abbatte la sua ghijottina anche su l' atenei e su l'enti de ricerca. Le classi so' fraciche e fatiscenti, a carta pe' pulisse er culo nun ce sta, li fili elettrici penzoleno da li soffitti, li compute so' caa manovella, li bbanchi so quelli de Franti cor calamajo.
Se moltiplicheno li simpatici episodi de bullismo, tanto piĚ allegri e divertenti si quanno la vittima arisulta esse, come se dice, diversamente abbile, come che di' che Ź mpo' ambecille. Miracolosamente perė, le percentuali de promossi so' artissime, ancor de ppiĚ cor trucco de li debbiti formativi, che pare quasi che la prima preoccupazione der corpo cosiddetto docente sia quella de levasse da li cojoni le teste calle ar piĚ presto, piuttosto che prova' a insegnaje quarcosa, a cacciaje du' regolette facili facili ner cragno.
Ma, si sa, la corpa Ź der sistema e non de li singoli. Anzi: ce stanno fior fior de professori che se impegneno a lo spasmo pe' cerca' de ottene' quer minimo de risurtati pe' ffa ssď che li nostri virgulti poi ponno affrontą la vita a testa alta, che magari nun sanno fa' 'n'addizzione ma armeno so sgamati ar punto da non pijasselo ner cesto dar primo venditore de tappeti che bussa a la porta.
Quanno quinni che la supplente de matematica te prenne cinque ggiovini da la cosiddetta lezione de ginnastica, che gią me vie' da ride si penso a la palestra, e se li porta naa stanza der sostegno e lď je fa appunto er sostegno, ma quello come che si deve, non solo nun vedo er motivo de lo scannalo ma ritengo che essa dovrebbe ariceve ar piĚ presto la cattedra quanno che non la direzione dell'istituto.
Sarebbe invece da arimanna' direttamente in miniera er resto der corpo insegnante che arisurterebbe preda de lo sconforto piĚ profonno. Una de queste teste lucide anfatti, nun se vergogna de dichiara', papale papale, che stanno a ffa' "di tutto per predisporre un'ottima offerta formativa. Piani di accoglienza, attivitą alternative, laboratori, giornalini, teatro. E poi arriva una cosď e getta discredito su tutti noi e su questa scuola".
Discredito? Discredito? A stronza! apparte che l'attivitą in questione me pare che sia popo arternativa e come 'na specie de labboratorio che manco costa de attrezzatura ma tu, carampana de' sto par de ciufoli, vorresti attirare a la scuola li ggiovani co' li piani de accojenza? Co' l'ottima offerta formativa? Co' quer du' par de palle de teatro? CO' LI GGIORNALINI? LI GGIORNALINI! no ma, ve rennete conto in che mani stanno li nostri ragazzi? Poi dicheno che c'Ź l'abbandono scolastico. Ettecredo! ma che ddu'palle de scuola je damo? Ma ce andereste voi, visto che manco se impara n'cazzo?
E volemo di' du' paroline a li genitori dei cinque fortunelli che si precipiteno da li caramba pe' la denuncia? Ma li morté. C'ate li fiji che se smazzeno paggine e paggine de firmati porno da l'internette, che pijano a carci ne li cojoni li compagni di classe co' la trisomia ventuno, che magari se lo pijano ar sacco dar prete pe' pagasse la plestescio e voi v'incazzate se 'na supplente, molisana perantro, che Ź 'na specie de garanzia, ve svezza li pupi e li prepara a affronta' la vita senza li complessi?
UN MONUMENTO je dovreste da fa'.  

71.  Un missionario riceve il compito di andare a battezzare gli aborigeni su di un'isola sperduta, solo dio sa dove. Il programma Ź semplice:  acchiapparli e buttarli in acqua. Comincia con il primo gli mette il palmo della mano sulla testa, inozia a recitare una preghiera e inizia a spingergli la testa in acqua. "Hai visto GesĚ, figlio mio?". "No, padre". Altra manata e giĚ, sott'acqua. "E allora? Hai visto GesĚ?". "No, padre...". La procedura si ripete un paio di volte. "Hai visto gesĚ?!!". "Padre, e se non fosse affogato in questo lago qui?".  

72.  Quando Hillary Clinton ha visitato le truppe americane in Iraq, il Blackhawk dell'esecito usato per il trasporto del senatore ha ricevuto il soprannome radio di "broomstick one". (manico di scopa)
 --------------------------------------------------------------------------
Torre: "Delta 351, avete traffico a sei miglia alle dieci in punto!"
Delta 351:"Torre dateci un'altra traccia! A bordo abbiamo solo orologi digitali!"
 --------------------------------------------------------------------
Al pilota di un Piper Cherokee 180 viene chiesto dalla torre di attendere in pista per far atterrare una MD80. L'MD80 atterra, rulla, gira e passando a fianco al Cherokee. Qualche cabarettista spiritoso dell'equipaggio dell'MD80 alla radio chiede, "Che bell'aeroplanino.  Ve lo siete fatto voi?"
Il pilota del Cherokee, impassibile, risponde: "Si l'ho costruito con pezzi di MD80. Ancora un atterraggio come quello e ne avrė abbastanza per farne un altro".
 --------------------------------------------------
Gira una storia sul pilota militare che chiede un atterraggio di emergenza perché il suo monojet aveva dei problemi. Il controllo del traffico aereo gli risponde che era al secondo posto dopo un B-52 con un motore fermo. "Ah," osserva il pilota, "il temuto atterraggio a sette motori."
 ----------------------------------------------
Un alunno della scuola di volo si perde durante un volo in solitaria. Mentre cerca di individuarlo sul radar il controllore del traffico gli chiede, "Qual era la vostra ultima posizione nota?". Studente: "Ero il primo nella lista di decollo."
  --------------------------------------------------
Mentre sta rullando sulla pista di decollo, un 757 si ferma all'improvviso, fa un inversione e torna alla piazzola di sosta. Dopo un'ora di attesa, finalmente decolla. Un passeggero preoccupato chiede ad uno stewardt qual Ź stato il problema. "Il pilota era preoccupato da un rumore che sentiva arrivare dal motore," spiega l'assistente di volo, "e c'Ź voluta un'ora per trovare un altro pilota."
  --------------------------------------------------
"Volo 2341, girare a destra di 45 gradi per le normative di riduzione del rumore". "Ma... torre, siamo a 35.000 piedi. Quanto rumore potremo mai fare qui?". "Ha mai sentito il rumore che fa un 747 quando colpisce un 727?".
  

73.  Vantaggi nell'essere cinquantenni.
1. I pedofili non sono molto interessati a te.
2. Nel caso ti prendano in ostaggio sarai tra quelli liberati per primi.
3. Nessuno si aspetta che tu corra da qualche parte.
4. La gente che ti chiama alla nove del pomerigigo ti chiede, "Ti ho svegliato?"
5. La gente non ti vede piĚ come un ipocondriaco.
6. Non ti Ź rimasto niente da imparare con l'esperienza.
7. Le cose che comperi dureranno abbastanza.
8. Puoi cenare alle quattro del pomeriggio.
9. Puoi vivere senza sesso ma non senza gli occhiali.
10. Ti piace sentir parlare delle operazioni degli altri.
11. Sei l'arbitro delle discussioni sulle pensioni.
12. I limiti di velocitą non sono piĚ una sfida.
13. Hai smesso di trattenere lo stomaco. Chiunque entri in camera.
14. Canticchi sulla musica degli ascensori.
15. I tuoi occhi non possono peggiorare.
16. I tuoi piani di accumulo e di investimento iniziano a pagare.
17. Le tue articolazioni sono piĚ precise del servizio meteorologico nazionale.
18. I tuoi segreti sono al sicuro con i tuoi amici visto che non se ricordano piĚ, neanche loro.
19. La tua dotazione di neuroni Ź finalmente arrivata ad un numero maneggevole.
20. Non riesci a ricordare chi ha postato questa lista.
Noterai che Ź stato tutto scritto in stampatello, per venirti incontro.
 

74.  La moglie sente il marito aprire la porta di casa al sesto piano del palazzo e manda di corsa l'amante sul balcone. Il marito entra in camera e fa: "Allora, cara, lo so che hai un amante. Dov'e'?". "Beh... si e' nascosto sul balcone". "Cara, ma quante volte devo ripetertelo? Noi non abbiamo un balcone".  

75.  Raccontando ad un gruppo di bambini della resurrezione, uno dei bimbi chiede cosa abbia detto GesĚ, uscendo dalla tomba. Il catechista spiega che i vangeli non lo dicono, una bimba alza la mano velocemente. "lo so, lo so!". "Scommetto che ha detto, 'Ta-dah!'".   

76.  Etichetta del pompino (da una donna)
1 - Tanto per cominciare, non siamo obbligate a farlo.
2 - Comma all'articolo #1- Se te ne fanno uno, sii grato.
3 - Non ci interessa cosa fanno nei porno che avete visto; non Ź pratica comune il venire in faccia qualcuno/a.
4 - Comma all'articolo #3- No, non dobbiamo ingoiare. Le orecchie non sono maniglie.
5 - Comma all'articolo #4- non spingete la testa. Che si sappia, gola profonda non Ź mai esistita. Poi, ci tenete tanto a farvi vomitare sull'uccello?
6 - Non ci interessa quanto tu vi sentiate rilassati, non Ź mai quello il momento di scoreggiare.
7 - Se abbiamo le nostre cose non vuol dire che sia la "settimana degli sconti" -fatevelo entrare in testa- Siamo gonfie e ci sentiamo delle merde, quindi no, non ci sentiamo particolarmente obbligate a pomparvi solo perché non potete fare sesso "subito".
8 - Comma all'articolo #7- "palle paonazze" funzionava con le ragazzine al liceo- se siete cosď disperati, andate a farti una sega e lasciateci sole con il nostro dolore.
9 - Se ci dobbiamo fermare per toglierci un pelo pubico dai denti, non diteci "hai rovinato tutto".
10 - Lasciarci a letto mentre andate a giocare al computer subito dopo Ź altamente sconsigliabile se volete che il comportamento si ripeta in futuro.
11 - Se vi piace come lo facciamo, Ź probabilmente meglio non indagare sulle origini del nostro talento. Godetevi il momento e siate felici che siamo brave. Vedi anche l'art. #2 per "Gratitudine".
12 -No, non ha un sapore particolarmente buono. E non ci interessa il contenuto in proteine.
13 - No, non lo facciamo mentre guardate la TV.
14 - Quando sentite un amico lamentarsi che non riescono a farsene fare abbastanza spesso, tenete la bocca chiusa. E' inoltre inappropriato simpatizzare o vantarsi.
15 - Solo perché "Ź sveglio" quando vi alzate non vuol dire che dobbiamo dargli il "bacio del buongiorno".

Risposta degli uomini
1 - Prima di tutto, si siete obbligate a farlo. se non lo fate troveremo qualcuna (piĚ giovane, piĚ bella e sporcaccione) che lo farą.
2 - Secondo, ingoiare un cucchiaino di crema Ź un sacco piĚ facile che leccare un pesce morto.
3 - Vogliamo parlare di scoreggia? La parola "pussy fart" vi dice niente?
4 - Useremo le vostre orecchie per quello che ci pare servano. Non preoccupatevene e siate grate che non tiriamo i capelli.
5 - Quando avete le vostre cose, riempirvi la bocca di qualcosa Ź l'unico modo di interrompere lamentele e pianti. Succhiate!
6 - Parlando della cosa, se sanguinate per cinque giorni pieni, avete bisogno di tutti i fluidi che potete trovare, credeteci.
7 - You bitch about the taste, but trust me when i tell you that we get the shit end of the stick in flavor country. (da tradurre)
8 - Quantomeno non c'Ź pericolo che un cazzo vi sanguini in bocca.
9 - Giocate con le balle.
10 - Non importa quanto pensiate di essere brave nel farlo, ne abbiamo avuti di migliori.
11 - Accarezzate il culo, anche. Ci piace.
12 - Battete il ferro finché Ź caldo. Adesso Ź "bello sveglio" la mattina, ma quando sarete vecchie e grasse e cercherete per per un po di movimento, vi ga-ran-tia-mo che sarą "completamente addormentato".
13 - Se ingoiate, non dovrete preoccuparvi di averne in faccia, e adesso ce lo fate?
 

77.  Due suore vanno al mercato per le compere del convento e passano davanti ad un furgone di bibite alcoliche. La piĚ giovane chiede all'altra se anche a lei piacerebbe una birra. La seconda risponde che le piacerebbe molto ma che si vergogna troppo per farlo. Al ché la prima risponde di non preoccuparsi, ci avrebbe pensato lei, prende un pacco da sei e va decisa alla cassa. Il cassiere sembra sorpreso, e la suora per tranquillizzarlo gli fa, "sono per lavarci i capelli". L'uomo non perde un colpo e tira fuori, da sotto il bancone, un pacchetto di patatine che infila nella busta assieme alle birre, dicendo... "Ecco, non dimenticate i bigodini!".  

78.  Notizie vere dall'America. Una vecchietta, tornando alla macchina, ha notato quattro uomini che se ne stavano andando sulla sua auto. Ha lasciato cadere le borse della spesa, ha tirato fuori la sua pistola e ha iniziato ad urlare, "ho una pistola e so usarla! uscite subito dalla macchina, sacchi di merda!" I quattro non hanno aspettato neanche un attimo per darsela a gambe levate, mentre la signora, un po scossa, caricava le borse nei sedili di dietro e si metteva al sedile di guida. Era cosď scossa da non riuscire ad infilare la chiave d'accensione. Ma, dopo aver provato qualche volta, ha capito il motivo. La sua macchina era parcheggiata pochi posti piĚ avanti. Ha spostato le borse e si Ź diretta verso la stazione di polizia piĚ vicina. Il sergente a cui ha spiegato i fatti si Ź quasi spezzato in due dalle risate indicando, l'altro capo del bancone, dove quatro maschi bianchi, e pallidi, stavano denunciando un furto d'auto ad opera di una vecchietta, descritta come bianca, alta meno di un metro e 50, occhiali, capelli bianchi e ricci ricci con una grossa pistola. Non sono state registrate denunce.  

79.  Samuele muore. E, nel suo testamento destina 50.000 Euro per un funerale 'elaborato'. Quando l'ultimo degli invitati lascia la casa, dopo la cerimonia, la vedova Sarah, si rivolge alla sua migliore amica, e le dice "Bene, sono sicura che a Sam sarebbe piaciuto". "Ne sono certa," le risponde Rachele, abbassando la voce e avvicinandosi. "Ma dimmi, quanto Ź costato davvero?". "Tutto," risponde Sarah. "Cinquantamila". "No!" esclama Rachele. Voglio dire, molto bello, carino, ma davvero Ź costato, 50.000 Ř?". E Sarah conta: "Il funerale Ź costato 6.500 Ř. Ho donato 500 Ř alla sinagoga per il servizi del rabbino. Il cibo shiva e le bevande fanno altri 500 Ř. Il resto Ź andato nella pietra del memoriale". Rachele fa i conti rapidamente. "42.500 Ř per una pietra? OI VEY, ma quanto Ź grossa?!". "Due carati e mezzo".  

80.  Hanno aperto un salone di bellezza. Mia moglie e' entrata e ci Ź rimasta per due ore. Solo per il preventivo!  

81.  Mentre il dottore mi teneva lo stetoscopio sul petto gli ho chiesto, "Dottore, allora come sto?". Lui mi ha risposto "E' quello che mi chiedo anch'io!". Allora gli ho detto che a volte sento uno squillo strano nelle orecchie". Mi ha detto di non rispondere!  

82.  Volevo dimenticare la visita Ź ho alzato un po' il gomito. E alla fine mi hanno portato in questura. Quando mi sono svegliato il piantone mi ha detto che ero lď per il bere. Non ho capito perché, quando gli ho detto che poteva cominciare a versare, si Ź arrabbiato.  

83.  Poi sono uscito e a un tizio che passava... ho chiesto 10 Ř fino alla paga. E questo mi fa "Quando Ź il giorno di paga?" "Che ne so io" gli ho risposto, "Sei tu che lavori amico!". Non ho capito quello che mi ha risposto.  

84.  Montezemolo annuncia la nuova gamma del gruppo. Aprirą la serie la media `bravo', a cui faranno seguito, l'ammiraglia `bravissimo' e l'economica `per caritą'.  

85.  Un italiano sta bevendo in un bar di New York mentre riceve una chiamata sul cellulare. Dopo aver chiuso la chiamata inizia a sorridere da un orecchio all'altro e inizia ad offrire da bere a tutti, annunciando che sua moglie ha appena partorito un tipico bambino italiano da 12 chili. Diversi avventori non ci credo no che un neonato possa pesare cosď tanto e glielo dicono, ma l'italiano scrolla le spalle e risponde, "E' solo nella media del mio paese -- come ho detto, il mio Ź un tipico bambino italiano". Viene coperto dalle congratulazioni, e da "WOW" di stupore.  Uno addirittura sviene per empatia del dolore. Due settimane dopo il tizio torna nel bar. Il barista lo accoglie con, "Ma di un po, non eri tu il padre del bambino tipico italiano che pesava dodici chili? Qua tutti hanno scommesso su quanto sarebbe stato grosso dopo due settimane -- di un po', quanto pesa adesso?". E il padre, orgoglioso, risponde, "otto chili e mezzo". Il barista, confuso e  diventa sospettoso. "Che Ź successo? Pensavo che ne pesasse dodici quando Ź nato!". Il padre italiano prende una lunga sorsata di Sambuca, si pulisce le labbra sulla manica della camicia e, piegandosi verso il barista dice orgoglioso: "Lo abbiamo fatto circoncidere".  

86.  Mio fratello si muove in cucina come se ci fosse nato, danza quasi attorno a questa ragazzina con i capelli neri a caschetto e una faccia che non puė non ricordarmi quella di un topo, o comunque di un roditore generico. Lei non sorride, si guarda attorno con sguardo cinico; si sofferma sugli adesivi di actarus attaccati alle piastrelle, sul marciume che rimane nell’interstizio tra lavatrice e muro, sul circolo di carbonizzato che fa parte integrante ormai delle padelle appese a scolare, sulla presa sventrata da cui escono fili annodati che vanno a finire poi in un polveroso frullatore, sul calendario di padre pio scocciato al frigorifero e aperto sul mese di gennaio 1998, sui piatti polverosi appesi al muro con dipinte pernici dallo sguardo sbigottito, sulla teoria di vasetti di spezie vuoti e dalle etichette ridotte a un monocromo per il sole, sui vasetti di conserva riutilizzati per tenerci delle cose esplose in muffe che probabilmente hanno a che fare con il post-biologico, sulle sei piastrelle mancanti e sul buio scheletro di cemento nudo che rivelano, sulle tre carte di profilattico messe dentro al portapane, sull’altra cosa poggiata dentro al portapane qualunque cosa sia, sulla sedia coperta di intimo lacerato da macchie ancora in odor di intestino, sui sacchetti della spazzatura ammonticchiati gli uni sopra gli altri come una mancata costruzione babelica, sulle piastrine usate del vape antizanzare abbandonate sotto ad un coso rosso della vape attaccato alla spina e rimasto acceso probabilmente dall’estate scorsa, sul sottoscritto venerandi che la sta fissando cercando di ricordare dove aveva gią visto quei denti leggermente cavallini, quei capelli neri come se fossero stati inchiostrati di recente (lo sono stati, la ragazza usa la tintura), quelle unghie parzialmente morsicate alla mano destra e smaltate di viola alla sinistra, quelle labbra lisce sottili con quella lingua invece inaspettatamente manzottina e porosa, la peluria scura e dura che cresce anche tra sopracciglio e sopracciglio, dandole una incerta seduzione pilifera, il nasino appuntito modello cleopatra dopo il veleno, ecco tutto quel figurino fragile mi sembra di averlo gią visto da qualche parte, una parte vicinissima che adesso sembra sfuggirmi pur restandomi addosso come un odore, io le sorrido e cerco di metterla a fuoco mentre lei distoglie lo sguardo da me, fissa una piastrella del pavimento che si inclina ogni volta che mio fratello ci passa sopra, liberando una piccola pozzetta di acqua densa che subito dopo si rinasconde nuovamente sotto la piastrella di finto cotto, fintissimo, e alla fine chiede a mio fratello cosa sta per fare da mangiare di ricordarsi che lei non mangia carne che lei Ź vegana.
“Vegana” ripete mio fratello meccanicamente e da come lo dice capisco che non sa cosa significhi.
“Vegana. Non mangio carne”
Mio fratello fa spallucce. “Ho del prosciutto”
C’Ź dell’imbarazzo. “Prosciutto di che?” chiede lei.
“Cotto. Prosciutto cotto”
La ragazza mi guarda, io distolgo lo sguardo e poi con voce indolore dico a mio fratello che anche il prosciutto Ź carne.
“Beh sď, forse”
“Non forse ivano. E’ carne”
“Forse”
“E’ assodato. Il prosciutto Ź carne”
“Mh” dice mio fratello ma non Ź convinto.
“Cosa posso fare per farti capire che davvero il prosciutto Ź carne?
Cose tipo foto, ricerche scientifiche, testimonianze di artigiani del settore” dico e intanto guardo la vegana che non sembra particolarmente divertita.
“Io ho fame” dice e mio fratello la guarda e resta con lo sportello del frigo semiaperto. “Ho del prosciutto” ripete meccanicamente.
“Nel senso di solo prosciutto? In questa casa c’Ź solo del prosciutto come genere alimentare?” fa lei. Ha un tono della voce che sembra una variante del rassegnato.
“Mh” risponde mio fratello e torna a fissare l’interno del frigo.
“Forse abbiamo delle scatolette di tonno” faccio io, non tanto per trovare una soluzione alla fame vegetale della ragazza, quanto per orgoglio, per mostrare che in casa nostra c’Ź comunque un minimo di variante alimentare. “E anche delle lenticchie” aggiungo preso da un certo entusiasmo.
Mio fratello si volta verso di me e mi fissa per qualche secondo. “Le lenticchie hanno avuto un problema” dice alla fine e la vegana si copre gli occhi con la punta delle dita.
“Ah” faccio io.
“Potremmo ordinare delle pizze” annuncia allora mio fratello chiudendo il frigo e si gratta una gamba in maniera ostentatamente rumorosa.
“Pizze” ripete la ragazza.
“Pizze” conferma mio fratello smettendo di grattarsi.
A questo punto nella stanza c’Ź una pausa lunghissima, molto cinematografica.
“Lo sai che abbiamo avuto dei problemi con le pizze” dico io.
“Uh? Che problemi? Io adoro le pizze!” fa mio fratello mandandomi una occhiata scurissima e battendosi il petto con un pugno.
“Non con le pizze in quanto pizze, intendevo con chi consegna le pizze”
“Ah. Quel bastardo”
“Lui. Non credo che metterą piĚ piede in casa nostra”
“Cosa...” inizia la ragazza ma mio fratello la interrompe alzando una mano verso il cielo.
“Non chiedere” aggiunge e si appoggia al lavandino con fare pensieroso.
“Capisco che possa essere imbarazzante” dico alla ragazza che sta mettendo gli occhi a mezz’asta, come per lanciare una maledizione a mio fratello che non si Ź accorto di niente. Poi ivano schiocca le dita.
“Uova” annuncia senza nessun entusiasmo.
“Uova? Noi non compriamo uova da...” inizio io mettendo le dita della mano a piramide ma mio fratello fa di nuovo quel gesto assoluto e io sto zitto, guardo la ragazza che ora ha uno sguardo panico.
“Non voglio dire che noi abbiamo delle uova” spiega mio fratello.
“Ah”
“Ma noi le abbiamo avute. Tempo fa”
“Puė essere” faccio io conciliante. “Non lo escludo” aggiungo.
Mio fratello adesso annuisce vigorosamente ad esprimere assenso a se stesso. “Abbiamo posseduto uova. E in quell’occasione, se ricordi bene, due le abbiamo prestate alla vicina di casa che ce le aveva chieste”
“Alla vicina”
“Esatto. La vicina di sotto, quella vecchietta che ha il cocker che piscia sulle scale. Quello brutto. Lei ci deve due uova e quindi credo sia proprio giunto il momento di scendere di sotto e di farci dare le nostre due uova”
“La vicina del cocker”
“Esatto”
“E’ morta”
Mio fratello smette di gesticolare e si gira verso di me come se mi vedesse solo in quel momento. “Ah” dice. “Morta”. “Morta. Sono due anni che Ź morta”. La ragazza cerca una sedia con la mano, poi cambia idea e si mette a braccia conserte in piedi tra me e mio fratello. “Due anni sono tanti” fa lei, schiarendosi la voce. “Un gran bel po’ di tempo” incalzo io e mio fratello si ritrae contro il lavandino.
“E le uova? Non ce le ha restituite” dice alla fine, leggermente offeso. Io alzo le spalle. “Potremmo sentire gli eredi, ma io su quelle uova ci metterei una pietra sopra. Metaforicamente intendo”. Mio fratello ci pensa un attimo e poi anche lui alza le spalle. “Erano solo due uova. Possiamo farne a meno”. “Bravo. Mi piaci cosď” gli dico e fingo di dargli un buffetto sulla spalla. La ragazza resta a braccia conserte e poi dice che comunque lei le uova non le avrebbe mangiate. “Continuo a essere vegana. Noi non mangiamo le uova”.
Mio fratello si inclina leggermente verso di lei e contemporaneamente si aggrappa al lavandino. “Guarda che non ci sono bestie dentro alle uova che si mangiano. E’ solo roba bianca e gialla, solo uovo!”. “Io non inghiotto niente che sia prodotto da un animale. Anche le uova”. “Niente che sia prodotto da un animale” ripete tra sé e sé mio fratello mentre la ragazza si inarca all’indietro, ci fissa con un vendicativo sguardo viperino e aggiunge “quindi -ad esempio- niente ingoio” e in quel momento io e mio fratello ci guardiamo aprendo gli occhi, barcolliamo e balliamo mentre la cucina sembra esplodere, schiantarsi e io capisco dove l’ho gią vista la giovane vegana pomp.  

87.  La borsa: 1. Quando una persona vende un'azione un'altra persona la compra. Entrambi sono convinti di essere astuti.
2. Puoi iniziare a dubitare del tuo agente se, quando gli chiedi di comprare mille azioni della 3M, ti chiede come si scrive.
3. Il segreto per fare una piccola fortuna in borsa Ź iniziare con una grande.
4. Non rischiare. Prendi tutti i tuoi risparmi, compra qualche buona azione e tienila fino a che non cresce, poi vendila. Se non sale non comprarla.
 

88.  Ingegneria genetica - Amebiglio: incrocio tra un ameba ed un coniglio; si moltiplica e si divide contemporaneamente.  

89.  Cosa fanno 500 avvocati in una barca in fondo al mare? Fase 1 conclusa.  

90.  Ci sono ancora degli incurabili "romantici"... Abbiamo bisogno di antibiotici migliori.  

91.  I bambini che, quando li chiami, arrivano tardi o non arrivano mai, da grandi faranno i medici; se invece sono li prima di essere cercati faranno gli avvocati.  

92.  E' la donna che sceglie l'uomo che la sceglierą.  

93.  Un marito Ź quell'uomo che si aspetta che una moglie sia perfetta per capire perché non lo Ź lui.  

94.  Nessun uomo ha successo fino a che non lo ammette la suocera.  

95.  E' innegabile... le femmine mi inseguono instancabili... se si includono le zanzare.  

96.  Donne e gatti faranno sempre quello che gli pare, uomini e cani dovrebbero abituarsi all'idea.  

97.  Il problema nel possedere una casa Ź che ovunque tu guardi, vedi qualcosa che dovrebbe essere fatto.  

98.  Le relazioni uomo-donna funzionerebbero meglio se le donne accettassero il fatto che gli uomini sono stupidi e li perdonassero per questo.  

99.  Qualunque uomo pare stupido con sandali e calzini bianchi.  

100.                Gli uomini che non perdono i capelli tendono, in etą avanzata, ad assomigliare alla propria madre.  

101.                Uomini che scrivono lettere d'amore non vivono in questo secolo.  

102.                Il momento migliore per dare consigli ai propri figli Ź quando sono ancora abbastanza piccoli da credere che sappiate veramente di cosa state parlando.  

103.                Un uomo puė aspettare tre ore che un pesce abbocchi ma non riesce ad aspettare un quarto d'ora perché la propria donna si vesta.  

104.                AAA. Cercasi ragazza ricca troppo orgogliosa per accettare che il marito lavori.  

105.                Gli esseri umani sono l'unica creatura vivente sulla terra che accetta che propri piccoli vivano in casa fino ad etą avanzata.  

106.                I libri piĚ venduti sono: i libri di cucina e quelli di diete, che ti insegnano a non mangiare quello che hai appena imparato a fare.  

107.                La perfezione Ź atea, rivoluzionaria e anoressica.  

108.                Un tale, calvo e con una gamba di legno, viene invitato ad una festa mascherata. Non sa che costume mettersi per nascondere la testa e la gamba e decide di scrivere ad una ditta di costumi per risolvere il suo problema. Pochi giorni dopo riceve un pacco con il seguente biglietto: "Caro signore, troverą accluso un costume da pirata. Il fazzoletto a pallini serve per coprire la sua calvizie e, con la sua gamba di legno, sarą un perfetto pirata. Cordialmente, Acme Costume Co". Ma l'uomo, convinto che il costume enfatizzi la gamba di legno, si lamenta per lettera con la ditta. Dopo un'altra settimana riceve un altro pacco con un una lettera che dice: "Egregio signore, le inviamo un costume da monaco. L'abito lungo coprirą la sua gamba di legno e, la mancanza di capelli, la farą sembrare una vero uomo di chiesa. Molto cordialmente, Acme Costume Co". Ma l'uomo questa volta si arrabbia davvero visto che per non mostrare la gamba gli hanno proposto di andare alla festa con la testa scoperta, e decide di scrivere un'altra lettera di protesta, molto piĚ piccata. Il giorno dopo riceve un altro pacchettino ed un altro biglietto dove legge: "Egregio signore, troverą acclusa un barattolo di nutella ed un sacchetto di noccioline. Si versi la cioccolata sulla pelata, ci sparga sopra le noccioline, si infili la gamba di legno in culo e vada alla festa come croccante. Distinti saluti, Acme Costume Co".  

109.                La Kroll Ontrack, societą specializzata nel recupero dei dati dai dischi rigidi di computer che hanno subito gravi danni, ha stilato una top ten nella quale compaiono i casi piĚ incredibili pervenuti nei propri centri assistenza nel 2007. Le dieci peggiori disavventure informatiche sono state selezionate fra le migliaia risolte quest'anno.
  - Sul terzo gradino del podio sale uno scienziato alquanto imbranato, ricercatore, alla ricerca della tranquillitą assoluta, sentendo cigolare il suo disco fisso ha pensato bene di risolvere il problema praticando un foro sullo stesso per poi versare dentro dell'olio. Il disco ha smesso di fare rumore, ma anche di funzionare.
  - Medaglia d'argento ad una non meglio precisata societą britannica che, per testare le funzionalitą di un paracadute, lo ha lanciato da un aereo assieme ad una telecamera. Il paracadute, ma forse questo era quasi scontato, ha fallito il test: il fragile oggetto si Ź frantumato al suolo andando in mille pezzi. La Kroll Ontrack Ź stata in grado di riassemblare il supporto di memorizzazione e recuperare cosď il filmato del mancato funzionamento del paracadute.
  - La medaglia d'oro spetta perė ad un fotografo tailandese che, all'interno del proprio disco rigido, ha trovato un formicaio. Come quelle formiche potessero vivere serenamente su quell'hard disk nessuno sembra averlo capito. Di fatto, il proprietario del dispositivo, ha pensato di sbarazzarsi degli scomodi inquilini rimuovendo il rivestimento dell'apparecchio per poi spruzzare un potente insetticida sui piatti. Le formiche non se ne sono andate mentre i dati contenuti sul disco sď.   

110.                "Manon lesbė": un documentario sulla lirica nell'arcipelago greco.  

111.                Ieri sono andato al cinema e ho trovato una mia amica bionda. Avevo prenotato un posto vicino al corridoio, come il solito, mi piace avere spazio. Le luci si erano appena spente e il film stava iniziando quando, dal centro della fila lei si Ź alzata e ha iniziato ad uscire. "Permesso! Porcabojafammipassare. Levati. Oops! Scansati. Mi scusi signorina". Quando Ź arrivata a me, l'avevo gią riconosciuta ed ero un po' seccato, le ho chiesto se non avesse potuto uscire un po' prima. "No!" mi ha risposto con un forte sibilo. "Il segnale 'Per favore, spegnete il vostro cellulare' si Ź acceso proprio adesso e il mio Ź in macchina".  

112.                Un praticante di provincia, passeggia lungo una strada di campagna con Sara, la segretaria che sta cercando di abbindolare con storie di testamenti a domicilio, quando, passando vicino ad un campo, vedono un toro di razza chianina che si ingroppa una vacca. Indica le bestie a Sara e le fa ammiccante: "Anche a me piacerebbe fare cosď un giorno". La segretaria, smagata, gli risponde: "Faccia quello che vuole, avvocato, ma ricordi che la vacca non Ź la sua".  

113.                Ieri stavo in un'agenzia di collocamento, dalle parti di Brescia quando ho visto che cercavano un assistente di ginecologia. Visto che non avevo niente da fare, ho chiesto al tizio allo sportello di sapere qualcosa di piĚ. L'impiegato ha scartabellato qualche istante negli archivi e poi mi ha risposto: "Ah eccolo... si, i compiti richiesti sono di preparare le pazienti alla visita. Deve aiutarle con la biancheria, farle stendere e lavare le parti intime. Poi deve applicare della schiuma da barba, radere i peli pubici ed cospargerle con dell'olio lubrificante per prepararle all'esame. Lo stipendio Ź di 54.000 euro all'anno ma temo che dovrą recarsi a Bologna". "Oh perché, lo studio del dottore Ź li?". "No, il dottore Ź di Brescia - li comincia la fila".  

114.                C'Ź una chiesetta, qui sui monti, dove suona un'organista con delle tette fenomenali. Sono cosď enormi che ballano e tremano mentre suona, distraendo almeno metą della comunitą. In effetti le beghine, stupefatte, avevano proposto di cambiare organista ma poi, consultatesi tra di loro, hanno deciso di dare una possibilitą alla povera donna. Una delle beghine, discretamente, Ź andata a parlare con l'organista e le ha consigliato di strofinarsi del succo di caco acerbo astringente sul seno prima di iniziare a suonare per restringerlo un poco. L'organista, che non voleva di mettere scompiglio nel paesino, ha detto che avrebbe provato alla prima funzione della domenica. La beghina le ricorda di fare attenzione a lavarsi bene le mani dopo aver usato quella roba. Se quel succo le finisce in bocca ci vogliono delle ore prima di poter ricominciare a parlare in modo normale. La domenica successiva, al del sermone, il parroco va al pulpito e fa: "Pur prblmi indipndenti dll mi volont', oggi nn ci sr' srmn!".  

115.                I dieci migliori pesci di aprile secondo Wired
*1962*
Volete la televisione a colori? Mettete un collant sullo schermo del vostro apparecchio in bianco e nero e lasciate fare il resto all'effetto Moiré. Questo Ź quello che l'esperto dell'unica stazione televisiva svedese raccomandava. In migliaia sono andati a caccia di calze.

*1976*
Precisamente alle 9:47 del mattino del primo di aprile, Plutone passerą dietro a Giove causando una breve riduzione nella gravitą terrestre. L'astronomo Patrick Moore invita i suoi radioascoltatori della BBC a fare un salto in quel preciso momento per sperimentare la sensazione di assenza di peso. Alle 9:48 decine di radioascoltatori iniziano a chiamare la stazione radio per confermare.

*1984*
Lasciate perdere la guerra fredda; i sovietici vogliono iniziare una discussione senza vincoli con gli americani utilizzando i gruppi di discussione di usenet. Questo secondo un messaggio da quello che sembra un server del Cremlino (kremvax.UUUCP). Ed Ź cosď che sono nate le bufale di internet (hoax). Quando, anni dopo, Ź apparso il primo vero sito di un server Usenet a Mosca, Ź stato chiamato kremvax.

*1994*
Una proposta di legge vieterą le chat a sfondo sessuale e la navigazione sotto l'effetto dell'alcool. "Sembra che il congresso ritenga pericoloso andare in autostrada, indipendentemente dal tipo di di autostrada". Questo il tema dell'editoriale di PC Computing. Il presunto proponente della legge, il senatore Ted Kennedy, non sta al gioco. Dopo le furibonde proteste dei pervertiti ubriachi, rilascia una smentita formale.
(N.d.Sl. Questo Ź feroce, a T.K. fu impossibile candidarsi alle presidenziali a causa di unincidente che lo rese etilicamente famoso)

*1995*
L'"Hotheaded naked ice borer"(*), una specie di talpa con la testa ossuta ed incandescente Ź in agguato sotto il continente antartico, fondendo il ghiaccio sotto il culo dei pinguini indifesi per divorarli quando affondano. Quando la rivista Discover pubblica la smentita tutti i pinguini, ovunque si trovino, tirano un sospiro di sollievo collettivo.
*Perforatore di ghiaccio testacalda

*1997*
Tra il 31 marzo ed il 2 di aprile, il World Wide Web verrą chiuso per manutenzione. Cinque robot navigatori e poliglotti di produzione giapponese, provvederanno alla rimozione di "relitti, rottami e cianfrusaglie varie". Ma non credete a tutto quello che leggete in una mail.

*1998*
Secondo il passaggio biblico che descrive il rapporto tra la circonferenza e diametro di un vaso nel tempio di Salomone (1 Re 7:23), l'assemblea legislativa dell'Alabama ha approvato l'arrotondamento del valore di Pi Greco a 3,0, Beh almeno questo Ź quello che anno sostenuto i New Mexicans for Science and Reason nella loro Newsletter, o meglio "Circolare"

*1998*
La Disney ha comprato il MIT (Massachusset Institute of Technology) per 6,9 miliardi di dollari. L'istituto di Engineering verrą ribattezzato istituto di Imagineering ed il campus verrą spostato ad Orlando, questo almeno secondo gli Hacker che anno alterato la homepage del MIT. E' probabile che qualsiasi cosa sia meglio che lavorare in un Athena Cluster.

*1999*
Per finanziare il progetto del governo americano da 4 miliardi di dollari per una nuova generazione di internet, verranno messi in vendita milioni di nodi internet ad un prezzo iniziale di 100$ l'uno su webnode.com. Il comunicato stampa della Business Wire induce quasi 2.000 aspiranti investitori a tentare l'acquisto. Un altro nome di questo pesce d'aprile Ź stato "il tech boom"

*2003*
E' morto Bill Gates, colpito da un cecchino solitario ad una raccolta di fondi per beneficenza a Los Angeles. Dopo che tre reti Sud Coreane hanno trasmesso la notizia sulle televisioni locali facendo scattare il panico, la borsa di Seoul perde l'1,5% per un valore equivalente di circa 3 miliardi di dollari. L'ennesimo crash dovuto a windows.
 

116.                A quanto pare Calderoli avrą il ministero della Delegificazione. In realtą si tratta di una sorta di devolution legislativa. Un dicastero
nato per semplificare le leggi in modo da renderle comprensibili anche a Bossi.  

117.                Donne, credetemi, io mi vergogno
di tutto ciė che vi sto per dire,
ma Ź stata Venere a consigliarmi
di non temere di farvi arrossire.
Sia vostra cura conoscervi bene
per valutare le situazioni
e in base alla forma del vostro corpo
sapere scegliere le posizioni.
Tu che sei bella rimani supina
perché il tuo viso lui possa ammirare
ma se hai le spalle piĚ belle del viso
Ź chiaro che tu ti devi voltare.

Se c'Ź una ruga che segna il tuo ventre
devi nasconderla con le tue arti
e con sapiente premeditazione
dall'altra parte tu devi mostrarti.
Tu che hai gambe cosď agili e belle
devi cercare di metterle in vista
e sulle spalle del tuo compagno
devi appoggiarle vicino alla testa.
Tu che sei piccola sali a cavallo
ma se sei alta non devi mai farlo
difatti Ź noto che Ettore mai
chiese ad Andromaca di cavalcarlo.

Se sai di avere bellissimi i fianchi
resta in ginocchio sull'orlo del letto,
stenditi invece un po' obliquamente
se nei tuoi seni non c'Ź alcun difetto.
Non ritenere sia sconveniente
sciogliere tutti i tuoi biondi capelli
tieni presente che sul fianco destro
potrai passare i momenti piĚ belli.
Nemmeno i tripodi del grande Febo,
neanche il famoso Cornigero Ammone
vi san cantare come io faccio
una cosď deliziosa canzone.

E' stata forse la lunga esperienza
che mi ha aiutato a conoscere un'arte
fatta di mille nascosti segreti,
potete fidarvene, statene certe!
Dovrai cercare che sia per entrambi
contemporanea la conclusione
e sussurrando parole d'amore
sarą piĚ dolce la situazione.
Anche se sei per natura un po' fredda
io ti consiglio di fingere un poco
ma quando fingi non ti tradire
e non scoprire le carte del gioco.

Donne credetemi, io mi vergogno,
ci sono cose che non so svelare,
ma voglio darvi ancora un consiglio,
poi finalmente potrė terminare.
Non spalancate mai le finestre
l'ambiente deve restare un po' scuro,
ci sono parti del vostro corpo
che vanno in ombra, questo Ź sicuro.
E se alla fine al vostro compagno
volete chiedere un pegno d'amore,
potete chiederlo ma a condizione
che il dono sia di nessun valore.

E a questo punto, giovani amiche,
termina il canto, termina l'estro,
ma ricordatevi di dire sempre,
che Ź stato Slarti il vostro maestro.
(Publius Ovidius Naso)  

118.                Una coppia decide, dopo vent'anni di matrimonio, di andare da un analista dove, alla domanda su quale fosse il problema, la donna inizia un'appassionata, dolorosa tirata elencando tutti i problemi che hanno avuto in tutti gli anni passati dopo le nozze. E continua ancora ed ancora: negletta, mancanza di intimitą, vuoto, solitudine, sensazione di non essere amata o amabile, un'intera lista della spesa dei desideri insoddisfatti che ha provato nel corso del matrimonio. Alla fine, dopo averla lasciata andare avanti per un po, il terapista si alza e, dopo aver chiesto alla donna di alzarsi in piedi, la abbraccia e la bacia appassionatamente mentre il marito li guarda con un sopracciglio alzato. Alla fine la donna tace e si siede sognante. Al che il terapista si rivolge all'uomo e gli dice, 'Questo Ź quello di cui sua moglie ha bisogno, almeno tre volte a settimana. Pensa di farcela?'. Il marito resta un attimo sovrappensiero poi risponde, 'Beh, gliela posso lasciare lunedď e mercoledď, ma il venerdď vado a pescare'.  

119.                Discipline olimpiche potenziali:
Salto con l’astice
Salto con l’astra
Dressage a piedi
Tiro con l’arto (superiore e inferiore)
Ginnastica da camera (v.m. 18 anni)
Lotta continua
Bestemmia artistica (concordo con Slartibartfast)
Briscola
Gara a chi dice la balla piĚ berlusconicamente credibile
Depistaggio sincronizzato
110 milioni di evasione fiscale ad ostacoli
Due anni con (la condizionale)
Combinata torbida
4 x 400 avvocati stile libero
Salto del processo
Ricusazione dei 3000 giudici
Lancio dell’anatema
Maratona elettorale
Medaglia d’oro al valore
Sollevamento obesi
Tiro con l’archŹ (fortissimi i Greci)
Fioretto francescano
Salmo triplo
Ciclismo con pista (visti i tempi)
Ciclismo su pasta
Cinismo su strada
Lancio del ciambellotto (questa Ź come la capivo io per davvero a Monaco ‘72, le prime olimpiadi che ricordo, avevo 5 anni)
Tiro dell’arco
Downloading sincronizzato
Canottaggio su ghiaccio
Tuffo col giavellotto
Lancio del trampolino sincronizzato
Uovo sbattuto a cronometro su strada
Salto in basso.
Briscola sincronizzata.
400×400 stile libero.
Karaoke su pista.
Ginnastica autistica.
Unathlon.
Giardinaggio artistico.
Seduta libera.
Lancio del peto.
Salto Subito.
Santo sull’asta.
canoa pluviale
canottaggio senza remi (cannotaggio)
Calcio negli stinchi a staffetta in vasca corta
Lancio del martello in mountain bike sincronizzato
Indigestione a squadre sincronizzata
Badminton con granata a frammentazione
3000 siepi dorso
sollevamento pesi piuma
Spada, sciabola e Fiorello
Salto in basso
Windsurf su pista
Insulto a montano-mosetti (puė essere disciplina olimpica??)
Tiro alla coca (abbiamo dei fuoriclasse in Italia)
Cavallina
Tiro alla fune
Corsa coi sacchi
Campanaro
Nascondino
Poker
Scala40
Scopa
Briscola
Risiko
Monopoli
Volano in vasca corta
Salto dall’alto
Scimitarra
Esportazione di democrazia in campo aperto
Lancio del nano (troppo scontato? e poi, resisterą da qui a tre quattro anni?)
Gara dell’anguria!
Staffetta partigiana
Pedestre a squadre
Salto con l’asticciola
Getto del pesce di 56 libbre
Saldo triplo (mia moglie Ź fortissima)
Lancio della falce e martello
Getto del peso massimo
(Da http://www.spinoza.it/2008/oulimpo)

A cui aggiungerė:

Salto con l'astra
Insulto a squadre
Anelli al naso
Tiro alle rune
Palla a nano
Lancio del cartello

--
   ______________
(___
____)lartibartfast

120.                La politica Ź la seconda professione piĚ antica del mondo. Avrebbe potuto essere la prima, ma ha deciso di lasciare ad altra gente l'onere di stilare il codice etico.  

121.                Dopo averne buttati giĚ un paio di quelli forti la ragazza si gira, lo guarda dritto negli occhi e gli fa: "Ascolta bello, io mi fotto chiunque, comunque ed ovunque, da te, da me, in macchina, davanti, dietro, per terra, in piedi, seduto, nudo o vestita, pulita o... non mi interessa. Lo faccio da quando sono uscita dall'universitą e mi piace davvero". Con gli occhi spalancati dall'attenzione, lui le risponde: "Non scherzare. Anche io faccio l'avvocato. Per che studio lavori?".  

122.                Il Presidente Napolitano  entra in una banca con un sacchetto in mano, e dice: "Buongiorno". "Buongiorno, ma... Non posso credere ai miei occhi!". "Ci creda, pure, giovanotto, ci creda". "Lei Ź... il Presidente della Repubblica". "Proprio io, gią". "E si Ź messo in fila proprio al mio sportello!". "Sa com'Ź, stamattina passavo di qui... e mi sono detto: perché no?". "Che onore, ma... non sapevo che avesse un conto qui". "In effetti, ora che mi ci fa pensare, non ce l'ho". "Ah. Vorrebbe aprirne uno?". "No, grazie per l'interessamento, no!". "E quindi... Ź interessato a qualche nostro prodotto? Io sono solo un cassiere, forse Ź meglio se chiamo il direttore di filiale e...". "No, non lo disturbi. Lei andrą benissimo per quello che mi serve". "Va bene, allora dica. Cosa posso fare per lei?". "Dunque, la vede questa borsina? Ecco, vorrei che lei aprisse la cassaforte per me, e la riempisse di banconote di piccolo taglio". "Ma...". "Devo avvertirla che sono armato. Un vecchio sten che avevo nascosto in attesa di tempi migliori". "ť uno scherzo?". "No, senz'altro no. E non si azzardi a premere quel pulsante, l'ho vista sa?". "Ma lei... Ź il Presidente. Voglio dire, non puė rapinare le banche". "In effetti fino a qualche giorno fa non potevo. Ma un qualche giorno fa Ź uscito l'ultimo numero della Gazzetta Ufficiale con il Lodo Alfano, l'ha letto? Avvincente. Ecco, in pratica quel lodo mi consente di rapinare tutte le banche che voglio". "Ma...". "Cosď oggi stavo passando di qui e mi sono detto: perché no? Adesso, giovanotto, puė fare quello che le dico? Perché non ho tantissimo tempo". "Un attimo! Sento come una voce... un megafono lą fuori". "Ah, ecco, ci mancava anche questa". "Giorgio!". "Auff". "Giorgio, sono Silvio, sono venuto a parlarti". "Tutti i giorni questa storia". "Giorgio, senti, io posso capire che l'immunitą... a una certa etą... possa fare un brutto effetto...". "Il solito cafone". "Del resto, guarda, anch'io stamattina ho corrotto un paio di finanzieri... cosď... giusto per provare quel brivido... l'adrenalina... per cui ti posso capire, Giorgio. Perė... insomma, Ź la dodicesima banca che rapini stamattina". "E allora?". "Il capo della polizia Ź disperato, non sa piĚ cosa fare. Ho dovuto promettergli che ci pensavo io. Allora senti, questa volta non prendere ostaggi, per favore. Sto entrando nella banca, mi senti? Sto entrando disarmato. Niente armi. Solo me e te. Ci facciamo una chiacchierata tra immuni, ok? Mi senti? Spara un colpo in aria se mi senti". Bang. “Allora entro, eh? Oh, eccoti qua, ciao Giorgio. Senti, perché non....". Bang. Bang. Bang. "Ouch! Cos'hai fatto?". “Ti ho sparato Silvio, sď. Era una cosa che sognavo di fare da anni”. “...Ma...”. “Mi sono sempre trattenuto, perché sai com'Ź, le leggi, la rispettabilitą, tutti questi lacciuoli piccolo-borghesi... finché un giorno tu non mi hai dato l'immunitą”. “...Io credevo che...”. “Renditi conto. Prima hai lasciato che un ex comunista stalinista salisse al Quirinale, e poi gli hai dato l'immunitą. E poi ti lamenti se quello ti spara? Un po' te lo meriti, eh”. “...Muoio”. “Vedo. Non mi resta che sciogliere le camere. Chissą se poi una volta sciolte le riapro, mah. Devo pensarci bene. Dopotutto il mondo Ź mio. Uah uah uaaaaaaaargh!”
****
“Aaaaargh!”. “Silvio, che hai? Sei tutto sudato”. “Ho fatto un sogno... un incubo... c'era Napolitano che entrava in una banca e poi...”. “Come incubo non sembra un granché”. “Sď, ma poi arrivavo anch'io... e lui mi uccideva... a sangue freddo. Dio! Perché non ci ho pensato prima!”. “A cosa dovevi pensare?”. “Ho lasciato l'immunitą... un potere immenso, quasi diabolico... a un comunista! Ora lui puė fare quel che vuole, puė persino...”. “Ma vedrai che non ci farą niente, Ź solo un vecchietto un po' suonato”. “Sarą. Ma non sono tranquillo per niente, Veronica”. “Veronica a chi?”. “Ah, scusami, gią... Anita”. “Mi prendi in giro”. “O eri la Bice? O la Chicca? Scusami, ma non mi ricordo piĚ con chi mi sono coricato ieri sera. Eri una nuova, mi pare”. “Gianfranca. Mi chiamo Gianfranca”. “Ah, gią, Gianfranca. Mi ricordo di te. Cosď alta e abbronzata, anche se... un attimo. Dove sono i tuoi lunghi e fluenti capelli neri?”. “Me li sono tolti, mi impicciavano”. “Ma quindi tu non sei...”. “Dentro di te sai benissimo chi sono. Accendi pure il lume, se vuoi”. “Non ci posso credere! Gianfranco!”. “Proprio io, gią”. “Ma come ho potuto...”. “Silvio, a una certa ora ormai tu sei in grado di abbordare qualsiasi oggetto in movimento e io, modestamente, sono ancora un bel pezzo di oggetto in movimento”. “Ma cosa hai intenzione di fare? Ricattarmi?”. “Ma no, perché? Il mio piano Ź molto piĚ banale. Ora che mi sono introdotto con l'inganno a Palazzo Chigi, intendo soffocarti con questo cuscino, come fece Caligola con l'imperatore Tiberio. Perché io alle mie radici ci tengo”. “Ma ti scopriranno! Hai lasciato impronte praticamente... dappertutto!”. “E allora? Io sono immune, non ricordi? Sei tu che mi hai voluto immune”. “Ma io credevo che...”. “Lo so, tu credevi che io fossi una mezza calzetta. L'hai sempre creduto. E io te l'ho sempre lasciato credere. ť stato un piano minuzioso, messo a punto in vent'anni... e ora...”. “Gianfranco, aspetta! Parliamone! Noi due possiamo ancora fare tante cose insieme!”. “E' troppo tardi, vecchio. Muori”.
****
“Aaaaah!”. “Renato, cos'hai? Un altro incubo?”. “Sď... questa volte c'era Napolitano che entrava in una banca... e poi Silvio a letto con Gianfranco... una cosa oscena... io...”. “Renato, forse dovresti fare terapia”. “Eh, forse sď”. “Voglio dire, un po' di rimorsi li posso anche capire... ma Ź passato un anno, ormai, da quando li hai strangolati nel sonno tutti e tre”. “Del resto cosa potevo fare? Non l'ho mica chiesto io di diventare Immune”. “Ci dovevano pensare bene, prima”. “CioŹ, lo hanno sempre saputo che avevo contatti con la mafia. Dico, bastava leggere Travaglio. Lo hanno sempre saputo, e un giorno mi hanno nominato Immune. Secondo loro cosa sarebbe successo, dopo? Bastava un po' di fantasia”. “Erano dei minchioni, Renato. Hai fatto bene a sistemarli. Adesso dormi, che domani c'Ź l'inaugurazione”. “Del ponte sullo stretto? ť gią pronto?”. “Non proprio, no. Anche perché ho sentito che hanno un po' ampliato il progetto”. “In che senso ampliato?”. “Hanno deciso di allungarlo fino a Lampedusa, sarą il ponte piĚ lungo dell'Universo. Domani inaugurano il nuovo cantiere”. “Aaaaaaarg!”
***
“Aaaaaarg!”. “E adesso che c'Ź, Presidente?”. “Un incubo orribile! C'era Schifani che... Dio mio, che ho fatto!”. “Che hai fatto, Presidente?”. “Ho firmato il Lodo Alfano! Una legge diabolica, un mostro giuridico che... ci trasformerą in tanti mostri... ma forse faccio ancora in tempo... Clio, ricordami di chiamare la Corte Costituzionale, domani”. “Ma non sono Clio. Clio Ź a Stromboli in confino, non ricordi?”. “E tu chi sei?”. “Sono la vergine del venerdď”. “Del venerdď?”. “Davvero non rammenti? Da quando sei diventato immune, pretendi di giacere ogni notte con una vergine diversa, e al mattino le fai mozzare la testa”. “Aaaaaaaaarg!”. “Su, non prendertela! Vieni qui che ti racconto una storia. Comincia cosď. C'Ź il Presidente Napolitano che entra in una banca con un sacchetto in mano...”.  

123.                Cern - Ginevra. Il fascio di protoni ha rallentato la sua corsa dopo l'introduzione nell'anello di accelerazione del Carfagno, un elemento instabile della famiglia dei Mignotters, che si attacca ai protoni e li devia nei posti piĚ oscuri del tunnel per scopi non meglio precisati. I protoni, dopo il trattamento al Carfagno, visibilmente stanchi e scomposti, hanno ripreso lentamente la loro corsa. Il Carfagno Ź stato subito tolto dal tunnel e mostrava chiari sintomi di indigestione.
Un altro esperimento Ź gią stato eseguito. Dopo l'accelerazione a 2356MEV, il fascio di protoni Ź stato indirizzato su un cubetto di Bossio. Il Bossio Ź un derivato dannoso della Leghite ed ha un comportamento instabile, imprevedibile e guascone. Anche se cėlto da ictus quantici Ź duro a morire e piĚ viene sollecitato piĚ assume comportamenti cazzoni. I protoni hanno deviato all'improvviso e spontaneamente la traettoria a 90 gradi, dirigendosi verso i bagni, dove li hanno ritrovati a liberarsi di una sostanza giallastra, probabilmente un proto-vomito.
Il sindacato Protoni Democratici ha diffuso una nota di protesta dichiarando che questi scherzi da cappellano non sono degni degli scienziati e che se si ripeteranno smetteranno di girare ed incroceranno le orbite. Di controparte, gli scienziati si sono giustificati, affermando che non era uno scherzo ma la verifica che anche le particelle elementari hanno una dignitą ed una sensibile intelligenza. "Pensavamo che solo noi", ha affermato un portavoce degli scienziati, " fossimo cėlti da riso, disperazione e vomito, quando lo vedevamo". Il proto-vomito Ź stato pesato ed analizzato e sono giunti alla stupefacente conclusione di non sapere di avere in casa un cosď temibile e potente deterrente nucleare. Voci, subito smentite dalla Difesa, affermano che molte testate nucleari, avvicinate al Bossio, si sono ritirate in convento di clausura, abbandonando le loro ogive.
Che sia il Bossio lo "scudo spaziale" di Bush?
Se lo mettiamo in orbita, ci proteggerą dalle radiazioni cosmiche?
Se ci mandiamo tutta la Lega, risolveremo il problema del Buco nell'Ozono?
Cern - Ginevra  

124.                Quando PLS venne ricoverato... Era gią anziano, malato e ricoverato in un reparto dove l'infermiera lo faceva diventare matto. Ogni volta che entrava in corsia lo trattava come un bimbo piccolo, gi parlava in tono materno, 'come andiamo stamattina?', oppure 'siamo pronti per il bagnetto?', 'abbiamo fame?'. Una mattina che PLS ne aveva abbastanza dell'infermiera, a colazione, nascose il bicchiere di succo di mela sotto le coperte e poi, quando gli diedero il barattolo per la raccolta delle urine, lo riempď con quello. Quando arrivė l'infermiera per raccogliere i campioni prese il barattolo delle urine di PLS e lo guardė. 'Oh! Caro, siamo un attimino opachi oggi!'. Al ché il vecchio le prese il barattolo dalle mani, lo bevve d'un fiato e disse 'allora lo facciamo ripassare dai reni, magari questa volta viene meglio'. E mentre l'infermiera sveniva, l'infame sorrise.  

125.                Avrė avuto si e no un paio d'anni, quella volta che la mamma dovette uscire e lasciė a mio padre l'incarico di badare a me e mia sorella, che aveva compiuto da poco due anni. Qualcuno le aveva regalato un servizio da te per le bambole ed il suo gioco preferito era di organizzare il te per le bambole. Io e papą ce ne stavamo in soggiorno a guardare le notizie del telegiornale quando Lucia portė a papą una piccola tazza di "te" che poi era solo acqua. Il babbo la prese e la bevve per farle piacere e lei continuė a portargliene. Dopo molte tazze e molti complimenti per un te cosď buono, la mamma tornė a casa. Il papą la fece restare in soggiorno per vedere "Lucia che serve il te (Ź cosď carina!)". La mamma restė a osservare Lucia che dava la tazza a papą, attraversando tutta la stanza, e il babbo che se la beveva deliziato prima di commentare (come solo una madre puė)... "Non ti Ź venuto in mente che l'unico posto da cui puė arrivare a prendere dell'acqua Ź il gabinetto?".  

126.                Un uomo entra in un caffe' ... con un pezzo di asfalto sotto braccio e chiede, "Due birre prego. Una per me ed una per la strada."
... dopo l'esame di latino e chiede "un martinus grazie." Il barista chiede, "Intende un martini?" Ed il latinista risponde, "Senta, se ne volevo un paio lo avrei chiesto."
... e vede un cavallo al bancone ed il barista che gli chiede "Allora, perché quel muso lungo?"
... e vede un pinguino che chiede al barista: "Scusi, ha visto mio padre?" ed il barista che risponde: "Non saprei, puė descrivermelo?"
... e vede un cervello chiedere una birra. Ed il barista "Mi spiace ma non posso servirla, lei Ź fuori di testa"
... e vede entrare un orso che fa al barista: "Vorrei una birra e ... un pacchetto di noccioline." Ed il barista: "Perché quella pausa?"
... quando entra un canguro che chiede una birra. Dopo averlo servito il barista gli fa "fanno 10 Euro. Lo sa che non serviamo molti canguri da queste parti?" Il canguro tira fuori i soldi dalla borsa e fa "e a 10 Euro a birra non ne vedrete molti"
... con un panino al formaggio e il barista lo avverte "Guardi che non serviamo il cibo qui"
... e poco dopo un pesce rosso salta nel locale. "Cosa le posso servire?" chiede il barista. "Un bicchiere d'acqua grazie"
... e vede che a servire dietro al bancone c'Ź un cavallo. Rimane a fissarlo per un po, fino a che il cavallo se ne accorge e gli chiede "Cos'hai da fissare? Non hai mai visto un cavallo servire bibite prima?". L'uomo risponde "onestamente no. Non avrei mai immaginato che il pappagallo vendesse il locale"
... dopo un po entra uno scheletro che chiede: "Una birra e uno straccio, grazie"
... in Irlanda e chiede qual Ź il modo piĚ veloce di arrivare a Dublino. "A piedi o in macchina?" chiede il barista. "In macchina certo" risponde l'uomo. "Bene, quello Ź il modo piĚ veloce" risponde il barista.
... vicino a Buckingham Palace a Londra, si siede e chiede, "Una birra. Ho avuto una giornata terribile al lavoro oggi." E il barista "Davvero? Cosa fa?". L'uomo "Mi occupo dei corgis - sa, i cani della famiglia reale." Il barista chiede "E' un lavoraccio vero?" e l'uomo "See. Tutti gli accopiamenti incrociati hanno peggiorato l'intelligenza ed il carattere. E neanche i cani sono troppo svegli."
... e chiede, "Dammi da bere, prima che comincino i guai." Il barista gli versa da bere. Lui lo scola e chiede ancora, "Dammi da bere, prima che comincino i guai." L'uomo beve anche quello e fa, "Dammi da bere, prima che comincino i guai." Altro bicchiere ma questa volta il barista gli da' lo scontrino. L'uomo lo scola e poi dice "E adesso cominciano i guai..."
... e ordina quattro bicchiere dello Scotch di puro malto piĚ vecchio e li scola uno dopo l'altro. Il barista gli fa "Sembra andare di fretta". E l'uomo risponde "Lo sarebbe anche lei se avesse quello che ho io". "Perché? Cos'ha". "Cinquanta centesimi".
... ed ordina da bere. Poi si guarda in tasca e ne ordina un altro. Va avanti per un po fino a che l barista gli chiede "Cosa fa, cosa ha in tasca?". L'uomo risponde "E' una fotografia di mia moglie. Quando inizia a piacermi, so che Ź il momento di tornare a casa".
... Ź molto timido e, quando vede una ragazza molto bella seduta al bancone, ci mette un'ora prima di avvicinarsi e chiederle se puė sedersi accanto e chiacchierare un po. "NO, NON VERRO' A LETTO CON TE STANOTTE!" gli urla in risposta la ragazza. Tutto il bar si volta a guardarli e l'uomo, naturalmente molto imbarazzato, torna in silenzio al suo tavolo. Dopo qualche minuto la ragazza lo raggiunge e gli fa "Mi spiace per prima. Ma vede, io studio psicologia e sto facendo una ricerca su come reagisce la gente in situazioni imbarazzanti". Al chŹ l'uomo risponde "COME SAREBBE A DIRE 200 EURO?!"
 

127.                Dimissioni di Veltroni: 1) A Roma una folla commossa ha dato l'ultimo saluto a una delle piĚ grandi figure del teatro comico italiano: il Pd. 2) Franceschini: "Non rifarė il governo ombra". Non ci sono abbastanza iscritti per coprire tutti i posti. 3) Veltroni rimane sulle tracce di Obama. Adesso il suo obiettivo Ź diventare il primo presidente bianco del Senegal. 4) Il Giornale: "Fini Ź il leader ideale del Pd". Dura replica di D'Alema: "Non sbanderemo a sinistra". 5) Il Pd deposita il simbolo per le europee: Ź un dado. 6) Liberate le due suore italiane rapite in Kenya. ť bastato minacciare di mandare lą Veltroni. 7) Presto le due religiose torneranno in Italia. Troppo tardi per  candidarsi alla segreteria del Pd.  

128.                Ritrovato in una valigia il corpo di un amministratore di condominio. Era diviso in millesimi.  

129.                Anna Politkovskaja: 1) Concluso il processo per l'omicidio della giornalista Anna Politkovskaja: non ci sono colpevoli. Soprattutto, non c'Ź stato nessun omicidio. E poi, di che processo cianciate? 2) Ad Anna Politkovskaja non hanno sparato. ť lei che Ź inciampata su un proiettile. 3) Putin soddisfatto per la sentenza. "E comunque avevo un alibi".  

130.                La crisi: 1) Auto, crollano le vendite: mai cosď male dal '93. Dal 1893. 2) Berlusconi sulla crisi: "La colpa Ź dei media". Apprezziamo la sana autocritica. 3) Quindi rilancia: "Nazionalizzare le banche". E poi dice che Ź la Costituzione a essere comunista. 4) Alemanno: "Dedicheremo una via a Craxi". La delusione di Provenzano: "Due anni in galera e mi hanno gią dimenticato".  

131.                Festival di San Remo 2009: 1) Il motivo del successo del Festival? Lo stesso che fa rallentare gli automobilisti davanti agli incidenti stradali: la gente Ź curiosa di vedere com'Ź ridotta Patty Pravo. 2) A me Ź piaciuto il pezzo di Fausto Leali. Cantava il dramma di un padre.  Quello di Povia. 3) Il messaggio della canzone di Povia: se i tuoi si separano, diventi gay.  Se invece non ti picchiano abbastanza, diventi Povia. 3) A Sanremo manifestazioni di gay e cassintegrati Fiat. Be', una cosa in comune ce l'hanno. 4) Fuori programma durante la serata di venerdď: una pornostar nuda ha fatto irruzione sul palco. Bonolis le doveva ancora 50 euro.  

132.                Agli Oscar trionfa 'The Millionaire': la storia di un uomo che diventa improvvisamente ricchissimo e adorato dal popolo, mentre la polizia cerca invano prove dei suoi imbrogli. Molto apprezzate anche le musiche di Apicella.  

133.                Paolo e Max, due vecchi amici, si incontrano abitualmente tutti i giorni nel parco a dar da mangiare ai piccioni, guardare le pantegane e discutere dei loro acciacchi. Un giorno Paolo non si presenta. Max sulle prime non vi da' peso immaginando che si sia preso un raffreddore o qualcosa di simile ma, dopo che Paolo non si fa vedere per piĚ di una settimana, Max inizia a preoccuparsi seriamente. Ma, visto che gli unici incontri che avevano avuto erano stati nel parco, Max non sapeva dove abitava Paolo e non poteva scoprire cosa gli era successo. Dopo un mese, quando Max inizia a pensare che non rivedrą piĚ il suo amichetto, ecco che Paolo torna alla solita panchina nel parco dove -- immaginatevi un po'! -- sta seduto Max! Paolo Ź molto eccitato e felice di vederlo e glielo dice. E subito dopo gli chiede: "Ma dove sei andato a finire per tutto questo tempo, Paoletto?". E Paolo gli risponde: "Sono stato in galera". "Galera? - strilla Max - E per che diavolo?". "Beh,' inizia Paolo, 'hai presente Ale, quella bella cameriera bionda del barihu, dove andiamo qualche volta?". "See,' gli fa Max, 'Mi pare di ricordarmela. Che le Ź successo?". "Sai, mi ha accusato di violenza sessuale e, a piĚ di 89 anni, ero cosď fiero che, quando mi hanno processato, mi sono dichiarato 'colpevole'. E, quel bastardo del giudice, mi ha dato trenta giorni per spergiuro".  

134.                Dopo il successo di "IRRITAZIONE DI UN PESCATORE NORVEGESE CON UN ATTACCO DI FUOCO DI SANT'ANTONIO IN UNA PALLIDA NOTTE D'AUTUNNO", ritorna su TIU il grande cinema d'Essai (si, essai che palle!), con un film del grande regista Renzo Succhiafawa, dal titolo:
 QUELLA SPORCA STROZZINA
(sottotitolo): "perché Mi Hai Portato Su Feisbuk Se Anche Li Facciamo Le Stesse Cose Di Tiu Tranne Che Si Sta Online E Io Ho La Connessione Farlocca Che Scarica Solo 150 Kb Per Volta E Poi Si Congela"

Era una giornata come tante, e Quozzamax, ormai casto marito e pio padre a tempo pieno, con giornate di circa 26 ore su 24, in un rarissimo momento di riposo, compreso tra la lotta nel periodo premestruale di gran parte della sua famiglia, e casi di ciucci, calzini e pannolini spariti al momento del bisogno, durante il quale riusciva a scovare anche 243 calzini, tutti dello stesso colore, ma di misure diverse.. Il raro momento di relax, si trasformė in coma profondo... in fondo era da capire, sniffava ginseng e beveva caffŹ alla cocaina, per tenersi su e gestire questo bailamme, un pė come Arnold Scwarzennagger il primo giorno di scuola nel film "Un Maestro alle elementari"... Durante il sonno profondo, si ritrovė in un tempio....in un lungo corridojo pieno di statue...
riconobbe tra queste, i volti noti solo a lui e a pochi altri... Geme... Babalino...Satan...Morgana....Topoldo...Le Bocce Sarde con dietro la Mapina....e, cazzarola, non stava camminando su un pavimento... quello era lo Swantstück del ciambellano.... raccolse una foto da terra e sgranė gli occhi... era il gronchi rosa del gniusgrup, il santo graal di TIU... era la foto "numero 5"... Un odore dolciastro di erba spiacciona riempiva l'aria.... e una voce rieccheggiė tra le statue... "QUOZZA!!!! Limortacci tua!!!!!" ecco svelato l'arcano, era "lui", l'eterno prolungato.....Il luogo poteva sembrare la cattedrale di Westminster... solo che al posto delle voci bianche e dell'organo a canne, rieccheggiava in sottofondo "porcoddio padrepio" dei San Culamo... e tre quarti dell'album "i predatori dell'arca madonna"... compreso il famoso, a lui caro, "Sticazzi!!!" sempre dei san culamo...
La "Voce" tornė a farsi sentire... "Quozza, hobbisogno del tuo aiuto... ho 'namissione importantissima da affidarti... me devi riportą i miei ragazzi suttiĚ!... sė  annato a calibbrą un modem del cern degginevra in artide e quanno sėrritornato, nun c'era piĚ nnessuno... tutti su feissbuccke"
"ho fatto il mio tempo...ora sono riuscito a inventare un modo per far fuori lo stipendio prima ancora di prenderlo... l'ho chiamato "Famiglia"
"costa tanto?"
"No, ma essendo a conduzione familiare, non posso scaricarlo dal 730"
"Quozza... aiutami.,.. non sai cosa significhi alzarsi la mattina e non aver  nessuno da insignire.. non sai quanto vorrei.. chessė... assegnare una minzione d'onore, o che so... una fronda di menesbatto..."
"Vorrei tanto.. ma come faccio coi miei? quelli mi hanno fatto comprare l'HONDA CBF600 perché tornando a 220 km all'ora a casa, rincazo 1 minuto e 26 secondi prima.... pensa che volevano comprarmi la Ninja"
"E tu digli che scendi a comprare le sigarette, no?"
"O Figa! ma penseranno che tradisca mia moglie!"
"Pensa a cosa ti farebbero se sapessero che affronterai questa missione per  me..."
"O figa! c'Ź solo un piccolissimo particolare"
"quale?"
"Io non fumo.."
"Oh quozza, sempre appensare ai particolari..."
"Hai ragione... quale Ź il piano?"
(rullo di tamburi militari in sottofondo)
"Stasera, alle ore 23.36 zulu, ti aspetterą in un parcheggio isolato, sulla tibburtina, il capitano Slartibartfast... guarda... qua sulla mappa... quando arrivi a questobbivio, prendilo, e prendi pure st'incrocio... quanno arrivi qui... cercalo... nome in codice "MAGNUM"... quando ti risponde, e ti chiede la parola d'ordine,  apri la busta e digli la parola d'ordine scritta qui..."
"Ok..."
poche ore dopo, nel luogo stabilito...
"ma in che cazzo di posto mi ha mandato Wowbagger.... qui Ź pieno di zoccole... e non parlo dei topi...  MAGNUM!...... MAGNUUUM!!!!.... MAAAAGNUM!!!"
"No, bel moretto... ma se cerchi quialche arma, io ho un bel missile..."
" Mettetelo 'ndel cul! trambione dell'ostrega! MAGNUUUM! MAGNUM!!! dio canaja de dio!! (un pė di
mosconi ci voleva)"
"PAROLA D'ORDINE!!!" disse un mucchio di frasche davanti al quozz... che lesto aprď la busta e lesse
la parola..
"GRANATA!!"
"CAZZO!!! UNA GRANATA!!!! AL RIPARO!!" disse il mucchio di legni secchi, animandosi e diventando un mucchietto di erba secca 5 metri piĚ in la..
"ma no.... GRANATA!"
"CAZZO! UN'ALTRA GRANATA!! ISLAMICI DI MERDA!!!! TALEBANI FOTTUTI! ANCHE LE  GRANATE SILENZIOSE HANNO
INVENTATO!!! LANCIAMI QUELLA SACCA CON LE GRANATE AL FOSFORO PER QUESTI BASTARDI!"
"Capitano slarty!! SONO QUOZZAMAX!!!"
"Porc... potevi dirmelo subito... " disse slarty, lanciando una granata verso la fiat punto di due trans...
"Ma Slarty! cazzo fai!"
"Mica la potevo sprecare!"
"Capitano... cosa sono quelle casse?"
"Oh, armamento individuale..."
"saremo armati?"
"Oh, si, giusto due cosette per rispondere ad un eventuale imboscata nemica..."
"Tutta quella roba li?"
"Ma no, a testa, sono solo 4 missili Stinger, un PSG-1, una M60, 10 nastri da 100 colpi, uno Steyr AUGm caricatori vari, una 9x21 UZI, una Glock 17, munizioni, 30 granate a frammentazione, 30 mine claymore, 30 flashbang... e un paio di camillus con lama da 35 cm...."
"Slarty... non sarą un pė troppo?"
"Hai ragione... meglio prendere un coltello solo..."
"Slarty, quale Ź il piano?"
"Ruberemo un'ambulanza, cosď non daremo nell'occhio"
"Giusto... guarda... li ce n'Ź una..."
"ok, andiamo.."
poco dopo, nell'ambulanza...
"Cazzo slarty, non mi avevi detto che era piena...chi cazzo Ź questo qua dietro?"
"Sono il grnade Kenzo Ishikawa"
"PALLE! qui su questo foglio, c'Ź scritto brazil..."
"No, io sono il grande regista kenz.."
"Tappati quella bocca o ti faccio una presa d'aria per l'aria condizionata al cervello"
"ok, ok, se mi puntate addosso una pistola..."
"CAZZO!!! Hai sentito come l'ha chiamata??.... pistola.... PISTOLA HA DETTO LUI!!... questa, piccolo cazzetto moscio, Ź una IMI DESERT EAGLE... IMI STA PER Industrie Militari Israeliane... hai capito cazzone?.... IMI, le stesse che producono la 9x21 uzi... Pistola me la chiama....guarda qui... caricatore maggiorato da 8 colpi calibro 357 magnum, canna in acciaio balistico brunito, meccanismo di scatt..."
"Ok, ok, slarty... basta... ha capito..."
"Voi suonate le vostre trombe, noi suoneremo le nostre campane.... come disse pier capponi ai francesi..."
"Ti piacciono i proverbi? senti questo... Il silenzio Ź d'oro, la parola Ź di piombo: come disse un capitano che ha militato nel SAS, nei Marines, nella SWAT, nel GSG9, e negli Spetznatz russi ad un EX- disobbediente di sta cippa...."
"perché "EX"???"
KLI-KLAKT!!!!
"Ok, ok, sto zitto..."
"Ecco, bravo frocetto... hai visto che prima o poi la persona DAVANTI alla canna della pistola, la pensa come quello DIETRO la canna?..... e tu, quozza, dove cazzo siamo?"
"Non so, ma l'ultimo cartello diceva "Bressanone/brixen"
"Manca tanto a Crotone?"
"Non so, ora chiedo... scusi... per Crotone?"
"Ach! TERRONEN!!"
"Non Terrone... CRO-tone..." disse slarty affacciandosi dal finestrino..
"NEIN TERRONEN!! RAUS!!"
"Aspetta, ho un'idea"
"Slarty!! cosa fai con quel lanciarazzi?? FERMO!!"
"Allora, mangiacrauti con lo yogurt.... vuoi rispondere o giro questa levetta da SAFE verso ARM??"
"Crotone?? ah... Ź qui vicinen... sono circa 1500 km circa... da quella parten! vi conviene fare il pienen a Pisen.... e mangiare qualcosa di buono verso posillipen..."
"Quozza, lo vedi che con le buone maniere si ottiene sempre tutto? basta chiedere nel modo giusto".
"Gią.. cazzo di server centrale di feisbuk... dopotutto, dobbiamo solo far finta di essere tecnici del telefono, entrare e formattare il mainframe principale,... roba di 10 minuti..."
"Scusascusascusa.... cioŹ, dovremmo entrare SENZA ARMI, in un posto guardato solo da un portinaio, e scrivere solo FORMAT C su un terminale?"
"si, piĚ o meno..."
"E non ci sono massicci sbarramenti di carri armati, truppe con giubbotti antiproiettile di massima copertura a livello III che difendono una roccaforte contenente silos con missili intercontinentali nucleari ICBM, che dobbiamo disinnescare trovando un codice protetto da porte spesse un metro in acciaio al carburo di molibdeno e massicci gruppi di soldati pronti a tutto per difendere la sala di
lancio?"
"No... quella mi sembra la trama di CALL OF DUTY 4: MODERN WARFARE..."
"Strano... era il titolo del DVD del simulatore per questa missione che mi ha dato il wowbagger per farmi allenare..."
"no, quello Ź un videogioco..."
"CioŹ, non esistono missili da disinnescare, truppe da sgominare, bombe atomiche da disattivare? e quello che ho fatto era solo un videogioco?"
"si..."
"Fottuto ballista di un wowbagger! lo dicevo che non mi chiamavo Soap Mc Tavish!... e allora.."
"Non dirmi che ci sei cascato di nuovo... come quella volta... cosa era??"
"Quella volta che ho salvato mapina da quei due rapitori?... operazione
Splinter Cells...."
"Gią... allora ti chiamavi Sam Fisher.."
"Si, ma ho sgominato la banda... pensa erano tutti in giacca e cravatta....
e facevano pure finta di
avere dei modi gentili..."
"Slarty.. quello non era il covo della banda, era "la sala del regno" e quei
terroristi che dici tu,
erano in realtą brave persone... erano dei testimoni di geova.."
"Cazzo! 'sto geova dovrą trovarsi altri testimoni per quel processo..."
"perché... cosa hai fatto?"
"Oh... nulla....."
"slarty....."
"ma no.... poca roba...."
"Slaaaaartyyyyyy....."
"uh... sai quelle tre casse da 50 kg di Pentrite che mi erano rimaste in
cantina??"
"noooooooooooooo".
Giusto una ventina di ore dopo, arrivati sul posto, entrarono tranquilli... spacciandosi per due tecnici della "sippe", tal Guglielmo Cancelli e Antonio Viaggio.. col loro aiiutante nippoitaliano Kenzo Iscicavua.. raggiunsero il mainframe e applicarono facilmente il comando di formattazione.. TIU era salva... senza sparare un solo colpo, con grande delusione del capitano Slarty...
Il casino per il quozza, una volta tornato a casa, fu di spiegare al parentado che fumava, per rendere piĚ credibile la cosa comprė anche un gratta e vinci da 5 euro, che risultė il vincitore di 500.000 euro... se non fosse che il piccolo Riccardo, prese il biglietto in un attimo di distrazione e lo nascose per giocare... non si seppe piĚ che fine fece, ma un lampo negli occhi e un sorriso maligno ogni volta che passa una Ferrari, lascia ad intendere che il biglietto lo ritroverą Riccardo a 18 anni, ormai fuori di casa e libero da vincoli monetari con la famiglia...
Wowbagger, dopo il ritorno di tutti su TIU, ha ricominciato a insignire come un tempo, e non passa giorno che non faccia la nobile arte del tiro al frescone o del salto della gargonza... pare sia ringiovanito di 10 anni... per uno che Ź immortale poi... piove sul bagnato... Qualcuno perė, deve avercela con lui, dato che Ź gią saltata in aria la terza delle sette case che lui possiede, ed Ź gią scampato a sei attentati.... rivendicati tutti da un certo Sam Fisher... ma nessuno sa chi sia...

135.                Un cammello entra in un bar e muore di profilo. (Wowbagger  & Slartibartfast)
Un mito intramontabile. La nascita della sienadipendenza come movimento culturale. Vediamo un po' di capirci qualcosa, chiedo la spiegazione ad un esperto:
[BOSSI* MODE ON]
Tale Marco Sillepsi mi scrive per richiedere il Mio illuminante parere sulla barzelletta "Un cammello entra in un bar e muore di profilo."
Allora.
Prima di tutto, dopo aver fatto eseguire ampie ricerche sui mammiferi ruminanti degli Ungulati dal pelo lanoso e abbondante e testa piccola (ma si parla di donne allora! mmmhh.. sesso! sesso! slurp!), ho evinto che un cammello ha due gobbe dorsali. E fin qui ci siamo. Ovviamente si tratta di una reminiscenza del seno materno (slurp!), che l'autore rimembra frontalmente, a mo' di cavalcatura spagnola (sluurp!). Deduco il suo sforzo sintattico: Primo elemento per la costruzione di una barzelletta sporca, l'accenno all'atto sessuale dissoluto, lascivo (sluurp!), impudico, (sluuurp!) e lussurioso. Percio' il cammello e' da intendersi come una perifrasi della donna con mammelle (slurp!) prosperose.
Poi codesto "animale" entra in un bar.
Ma perche' proprio in un bar, mi domando e dico? Poffarbacco, evidentemente c'e' un accenno larvato ad altre boutanades, quali l'intramontabile "un signore entra in un caffe'...*splash!*" nonche' "Vaticano, il Papa esce dal bar e ordina un Martini. Cardinale.": Questo e' senza fallo (Sic!) il secondo elemento di una barzelletta, la c.d. "location", individuata infatti nel luogo preferito di incontri maschili, il bar, usato soprattutto per parlar di donne (slurp!) in loro assenza.
E muore di profilo.
Evidentemente "muore" e' una circonlocuzione atta a a ricordarci qualche proverbio. Ho scartato aprioristicamente alcuni di essi, quali "Chi di speranza vive disperato muore (V. Campa, cavallo etc., N.d.A.).", "Chi nasce afflitto muore sconsolato.", "Chi nasce Ź bello, chi si sposa e' buono e chi muore e' santo." e "La mala erba non muore mai".
Il proverbio "Chi muore giace e chi vive si da' pace." invece, e' la frase risolutiva del capoverso. Con un giro di parole, sta a significare: L'animalesca signora, pelosa e popputa che entra con fare lascivo nel bar di cui sopra giacerebbe volentieri (sluuurp!) con qualche avventore, basta che sia vivo e lei (slurp!) lo  accontenterebbe. Ovvio che la tipa nel bar ci sta'. E per giunta di profilo, sta' cammellona!
Ah, dimenticavo "pro-filo":
L'ultima parola, scomposta (mmmhh... scomposta... slurp!) infatti, nei termini "Pro" (in favore di) e "Filo" (che ha amore, tendenza) e' quindi la chiave di volta della barzelletta.
In conclusione:
E' la solita battutaccia anti-leghista sul trans brasiliano con le tette rifatte che, dopo aver lavorato tutta la notte su e giu' per Via
Montenapoleone, stanco e assonnato va a prendersi un caffe' nel bar sotto casa mia, gli avventori del mattino sono tizi nerboruti dal ghigno feroce e dallo sguardo incazzato, li conosco tutti. Appena la vedono si eccitano (gomitate, battutine sottovoce), mi par di vederli: il Bepi, il PierUgo e il Michele (che pero' non fa testo, vien da Voghera e quindi e' quasi un meridionale)... "Neh, Bepi!" - "Ghe s'e'?" - "C'e' una cammellona..." Il trans, appoggiato con i gomiti al bancone li vede con la coda dell'occhio, si compiace degli apprezzamenti pesanti e si eccita a sua volta. Sorride bevendosi il caffe', pensando di farseli tutti. Poi si volta. Compie un mezzo giro e, quando si mette di profilo, *Ta-taa!* loro gli vedono il bozzo, capiscono tutto e lo finiscono a suon di mazzate, a 'sto pervertito d'un terun.
(c'era un articolo proprio cosi' sulla "Padania" di ieri...)

[BOSSI* MODE OFF]

--
Marco.

(*) Bossi nel senso del sessuologo ampolloso, mica quell'altro dell'ampollina nel Po, oibo'!

136.                Lo sapevate che se accendete una candela al chiar di luna e ripetete per tre volte il nome del vostro amore, sembrerete veramente stupidi?    

137.                Le piante hanno vissuto miliardi di anni prima dell'uomo e ora vogliono essere innaffiate da me? (in collaborazione con leosilver1)

138.                Quando si stucca in cucina evitare di preparare le sogliole alla mugnaia.  

139.                Oggi mi hanno offerto di fare del sesso con una ragazza di 21 anni. In cambio avrei dovuto fare pubblicitą tra i miei amici ad un qualche tipo di detergente per bagni. Chiaramente ho rifiutato, contando sul mio elevato profilo morale e la mia indomabile volontą; indomabile proprio come Ajax, il detergente per i bagni, oggi disponibile al profumo di limone e vaniglia.  

140.                Nove donne si trovano in parrocchia per migliorare il loro rapporto con i propri mariti. Il parroco chiede: “Chi di voi ama il proprio marito?”. Tutte le donne alzarono la mano. Allora il parroco gli chiede: "Quando Ź stata l’ultima volta che gli avete detto che lo amate?". Alcune dicono “oggi”, altre “ieri”, altre non ricordano. Allora il parroco le invita a mandargli un sms con il messaggio: "Amore mio, ti amo tanto e sono orgogliosa di tutto quello che fai per me e per la nostra bella famiglia. Ti amo”. PiĚ tardi chiede alle donne di leggere ad alta voce le risposte. Che risultano essere:
1. Stai bene?
2. Cazzo! Non dirmi che hai fatto un altro incidente.
3. Che vuol dire questo messaggio?
4. Cazzo! E adesso che hai fatto? Guarda che questa volta non ti perdono!
5. Ti sei fatta una canna?
6. Dimmi quanto ti serve e basta.
7. Sto sognando o questo messaggio Ź per il vicino di casa?
8. Se non mi dici per chi era questo messaggio ti do un sacco di botte.
9. Chi sei? Non ho il tuo numero sul cell, perė mi piacerebbe conoscerti. Mandami una foto...

141.                L'autoironia Ź l'ipotenusa della saggezza, di base ce l'ha solo chi Ź all'altezza.  

 

Per tornare all’HomePage

Per tornare all’indice degli Autori