Omaggio a Rocco Tanica (Milano, 13 febbraio 1964, pseudonimo di Sergio Conforti,

batterista del gruppo di Elio e Le Storie Tese, lavora spesso con Claudio Bisio.

 

1.     Ho deciso di praticare il sesso sicuro: cioe' esco con una solo se ho la certezza di farmela. (Claudio Bisio & Rocco Tanica)

2.     L'unico modo per Espiare e' Eguardare dall'Ebuco dell'Eserratura... (Rocco Tanica e Elio e le Storie Tese)

3.     Rapput. E quella volta una domenica d'ottobre già l'autunno ci moriva addosso io fumavo sigarette amare tu come uno specchio rotto riflettevi quell'immagine sbiadita del ricordo del frammento del brandello di un profumo di quell'angolo di estate e mi dicesti voglio vivere la vita come un alito di vento nell'aurora che inseguita dalla notte già racchiude le speranze di un domani tutto mio che mi appartenga e come donna accarezzare nuovi scampoli d'assenza io dicevo sì capisco vuoi gli scampoli d'assenza ma pensavo... PUTTANA. Così pensasti decidesti mi annunciasti quest'estate vado in Grecia con Giovanna mi preparo a accarezzare nuovi scampoli d'assenza io ti dissi scusa cara cosa cazzo ti prepari per l'estate siamo a ottobre quantomeno prematuro tu piangesti tutta notte ed al mattino ti svegliasti gli occhi pesti ri piangesti mi dicesti siamo onesti vuoi che resti per tarpare le mie ali ed impedirmi di volare come donna accarezzare nuovi scampoli d'assenza io ti dissi no prudenza non potrei vederti senza quei tuoi scampoli d'assenza io rispetto le tue scelte questo dissi ma pensavo dentro me che tu e Giovanna in Grecia ci andavate solo per sentirvi (che ne sai della nostra autonomia che trafigge i solai)... PUTTANA! Poi sei tornata dalla Grecia io fingevo che non m'importava niente ti chiedevo le notizie più banali tipo chissà quanta gente avrai trovato che bordello di turisti tu negavi ed affermavi no no no no no no no no no no no no no no eravamo solamente io e Giovanna sopra un'isola deserta insomma tipo c'hai presente due chilometri di spiaggia tutta vuota dormivamo in un capanno in riva al mare ed ogni sera i pescatori ci portavano del pesce facevamo le grigliate sulla spiaggia e cantavamo a squarciagola le canzoni di Battisti fino all'alba tanto l'isola è deserta mi dicevi e io pensavo ma che cazzo tutti quelli che ritornan dalla Grecia sono stati sopra un'isola deserta tipo c'ho presente due chilometri di spiaggia vuota con capanno e pescatori ma contando tutti quelli che mi dicono sta cosa io mi chiedo quante cazzo di isolacce deve averci questa merda di una Grecia poi sti pescatori greci non potrebbero pescare in alto mare ed impiccarsi con le reti e non andare a importunare le r!agazze come te che normalmente sono brave ma travolte dagli eventi non disdegnano di fare la... PUTTANA! E adesso tu mi chiedi come mai son così pallido e patito mentre tu sei tanto sana la risposta è fra le righe di quest'aria che ti canto che nel mentre che tu stavi sopra l'isola deserta  strafogandoti di cozze con Giovanna e i pescatori io da solo chiuso in casa non potevo fare a meno di pensare a te lontana già da qualche settimana e comporti una canzana praticando una gimcana che mi ha fatto alfin capire che tu sei saresti stata eri fosti sarai sempre dillo pure anche a Giovana... PUTTAAAANA! (Tutti insieme) Il mio amore, sì il mio amore nonostante qualche dissapore come una libellula selvaggia io sorvolerei però... dimmi cos'hai fatto con il greco sulla spiaggia! Senza fiato, senza bronco tu sei ritornata ma ti stronco se ti lascio in faccia i segni del saldatore so che capirai, io non ti serberò rancore! (Claudio Bisio e Rocco Tanica)

4.     Riuscivo ad eccitarmi solo guardando la radiografia di una prostata. Ma, credetemi, non ero felice. La radiografia di una prostata non puo' sostituire l'amore vero... No, neanche se e' nitida. (Claudio Bisio e Rocco Tanica)

5.     Avevo contratto debiti di gioco. Praticamente mi ero rovinato a <<Palla avvelenata>> ....poi certi tipacci mi avevano tirato dentro in un giro di <<Strega comanda color .....>>. (Claudio Bisio & Rocco Tanica)

6.     Non chiedermi di amarti con le tecniche orientali. Non cercare di sorprendermi all'incrocio dei miei pali. Non chiedermi di rivelarti dov'è il punto G: Con il mio alfabeto arrivo fino a F. (Paola Cortellesi) (Rocco Tanica)

7.     "Rocco Tanica è stato definito la risposta italiana alla domanda: "Come ti chiami?". (Rocco Tanica dalla prefazione del suo libro "Scritti scelti male")

8.     Claudio Bisio e' un attore che definire calvo e' riduttivo.

9.     Nel mio condominio c'e' un signore iperattivo che passa la vita a fare bricolage, cominciando a martellare alle 8 e un quarto. Ho cercato in tutti i modi di farlo smettere: ho parlato alla portinaia, ho appeso un tazebao nell'androne: niente. Alla fine ho adottato una contromisura estrema: una scatola di tappi di cera. Gliel'ho infilata nel culo e lui ha smesso. (Claudio Bisio e Rocco Tanica)

10.  Date retta a uno che potrebbe essere vostro padre e non è detto che non lo sia.

11.  Ci tengo a dire “Bukkake” nel senso buono della parola.

12.  Rocco Tanica vuole bene a Sergio Conforti di un amore fraterno. Conforti è antipaticuccio perché è il lato "ufficiale" di Tanica. A lui preferisco Tanica che è più simpatico, Conforti ha dei difettucci che è meglio perderlo che trovarlo. Sergio Conforti stima Rocco Tanica perché gli porta a casa i soldi, gli fa mangiare il pane.

13.  Solo un po’ di amarezza, ve lo confessiamo, per avere ricevuto il premio della critica: vorremmo il premio del complimento. Siamo stufi di critiche, critiche, critiche e critiche: dopo trent’anni di attività fateci ‘sto complimento!

14.  Un ragazzo incontra un’affascinante sconosciuta ad una festa. Lei è molto seduttiva, lui la invita a casa sua e fanno l’amore. Quando l’indomani il ragazzo si sveglia la donna non c’è più, ma ha lasciato sullo specchio una frase scritta col rossetto: «Benvenuto nell’AIDS». Nello stesso momento lei, ormai lontana, apre la borsetta e trova un biglietto con scritto: «Benvenuta nell’AIDO (Associazione Italiana Donatori Organi)». Si dà una controllata, e non ha più la figa. (Rocco Tanica in "Scritti scelti male")

15.  Comprate questo libro, farete contenta tutta una serie di persone e avrete speso l'equivalente del pieno di benzina di una macchina microscopica: il vostro cervello. (quarta di copertina di Prima comunella, poi comunismo di Claudio Bisio) (Rocco Tanica)

16.  Mi piace la tv eccessiva, quella che ti fa venire l'imbarazzo e cambiare stanza, tipo Uomini e Donne e il Tg4. Poi sono un feticista di alcuni canali satellitari, quelli delle piccole emittenti regionali come Calabria Channel.

17.  Da giovane, all'inizio della storia degli Elio e le Storie Tese, io sognavo un mondo diverso. Poi ho capito negli anni che dovevo un po' rivedere i miei obiettivi, e oggi sogno un mondo identico.

18.  Era una ragazza colta, parlava il russo come l'italiano. Tu le chiedevi "Come si dice in russo 'Castagna', e lei: 'castagna'. (Claudio Bisio e Rocco Tanica)

19.  Una sera tornavo a casa da lei con i fiori, un bel regalo, mi sembrava anche una cosa carina. Caso vuole che mi cada l'occhio su 'io donna' con lo speciale 'quando lui ti tradisce'. Apro, sfoglio e leggo: "quando lui ti tradisce, per via del senso di colpa, spesso torna a casa con fiori e regali". "Cazzo, è vero", mi sono detto. Sai da quella volta cosa faccio? Tradisco, torno a casa e la offendo. Così lei non sospetta niente. "Caro, bentornato", "fottiti, stronza!". (Claudio Bisio e Rocco Tanica)

20.  Il compenso di Carlo Conti per Sanremo 2015 costa ad ogni italiano come un caffè! Preso 160 volte al giorno!!!

 

Se vuoi tornare alla home page

Se vuoi tornare all’indice degli Autori