I BAR

1.     Un cavallo entra in un bar e il barista gli chiede: "Come mai quel muso lungo?".

2.     Come si chiama il bar della jungla dove si dissetano gli elefanti? Bar...rito.

3.     Un balbuziente entra in un bar: "Ba-ba-barista, scu-scu-scusi, mi fa un ca-ca-caffe'?". "Si', lo pre-pre-preparo su-subito !". "Ma che fa mi pi-pi-piglia in gi-gi-gi-giro ?". "No, ba-ba-ba-balbetto a-a-a-anche io". A questo punto entra un altro cliente: "Mi fa un caffe' per favore ?" e il barista prontamente: "Certo lo preparo immediatamente". Il primo cliente allora innervosito: "Ma, a-a-a-a-llo-allo-allora, mi pi-pi-pi-pipi-pigliava in gi-gi-gi-giro !!". - No, pi-pi-pi-pi-pigliavo in gi-gi-gi-giro lui !".

4.     Al bar c'e' la pubblicita': Tost di tutti i tipi. Un signore: "Mi da' un tost con la scimmia senegalese?". Il barista:" Mi dispiace abbiamo finito il pane da tost!".

5.     Al bar: "Perché bevi con gli occhi chiusi?". "Perché il dottore ha detto che l'alcool non lo devo neppure vedere!"

6.     Un tale con la fidanzata entra in un bar e chiede: "Un Campari" e intanto infila una mano dentro al reggiseno. Il barista: "Soda?". "E a te che te ne frega!".

7.     Al bar: "Mi da' xfdghdfxcvbvxvcgd Coca Cola ?". Il barista: "Una lattina di cosa?".

8.     Cosa fa un uomo assetato in un deserto? Accende un cerino, ottiene un barlume, spegne il lume  e gli rimane il bar.

9.     "Avete un latte macchiato?". "Come vi permettete! Il nostro bar e' pulito!".

10.  Al bar entra un signore con un uovo di Pasqua e chiede: "Vorrei un Marsala". "All'uovo?". "No, a me!"

11.  Oggi sono andato al bar con un negro: io ho bevuto un negroni, lui un bianco secco. L'integrazione razziale e' possibile!

12.  Un tale entra in un bar:  "Un panino con merda e cipolla". Il barista, un po' sconvolto, fa il giro dei bagni e trova uno stronzo bello fresco, lo prende con due forchette, lo mette nel panino con la cipolla e lo porta al tizio, che se lo mangia senza problemi, paga ed esce. Il giorno dopo il tizio torna:  "Un panino con merda e cipolla". Il barista, rifa' il giro dei cessi ma deve aspettare che qualcuno "deponga". Fa il panino, il tizio se lo mangia e poi esce. Il giorno dopo il tizio torna. - Un panino con merda. Curioso, il barista gli chiede:  "Niente cipolla, oggi?". E il tizio:  "No, mi puzza un po' l'alito".

13.  Al bar: "Vorrei un panino con la coppa". "perché cosa ha vinto?".

14.  Al bar: "Un succo di frutta al fico". "Al fico e' finito!". "Ma guardi che il fico sono io!".

15.  Al lungo bancone di un bar sono seduti ad una estremita' un uomo gia'  abbastanza alticcio, e dall'altro una ragazza con un abito nero senza maniche e un po' scollato. Nello stesso momento, alzano tutti e due un braccio per chiamare  il barman, e la ragazza ha l'ascella non depilata. Il barman si avvicina per primo all'uomo che dice: "Da bere a me e offro anche a quella ballerina laggiu' in fondo". Il barman gli chiede: "Ma come fa a sapere che fa la ballerina?". E lui: "perché solo una ballerina potrebbe alzare tanto in alto una gamba!".

16.  Al bar entra un tizio: "Due whisky, uno per me e uno per il mio amico". E cosi' tutte le sere per molte sere. Una sera: "Barman, un whisky". "Ah, e' successo qualcosa al suo amico?". "No, sono io che ho smesso di bere!".

17.  Al bar un ragazzo chiede prima un whisky, poi due e infine 10. Il barista gli chiede perché. "Festeggio il mio primo bocchino!". E il barista: "Posso offrirgliene un undicesimo?". "Guardi se il gusto non passa con 10, non credo che 11 migliorino le cose!"

18.  Al bar: "Posso prendere un'altra zolletta di zucchero?". "Si', ma ne ha gia' prese sei". "Lo so, ma si sciolgono subito".

19.  Uno entra in un bar e chiede 10 litri di camomilla. "Ma cosa se ne fa?". "E A LEI CHE CAZZO GLIENE FREGA!!!"

20.  Colmo per un barista: ritirarsi in un convento per fare il cappuccino.

21.  Un disoccupato vede un cartello fuori di un bar: "Cercasi persona per mansioni delicate". Entra per vedere di cosa si tratta e il padrone gli dice: "Sa, qui tutte le sere ci viene Gigi la Bestia, un tipaccio grande e grosso che fa sempre il prepotente. Allora mi servirebbe una persona ben piantata come lei  per fargli capire educatamente che il suo modo di fare e' un po' fuori luogo. perché se lo si prende per il verso giusto, non e' cattivo ... ". "Beh, ci posso anche provare... quanto mi date?". "150.000 a sera". "Affare fatto!". Sicche' il giorno dopo si presenta al bar alle sette, vestito elegante. Ad un certo punto entra nel bar un omone grande e grosso che comincia ad urlare, dando cazzotti sul banco, e si mette a mangiare e bere come uno sfondato, ruttando in faccia alla gente e mollando scoregge a tutto gas. Allora il tizio si avvicina ed educatamente gli fa: "Buonasera, io sono...". Ma il tipaccio non lo lascia neanche finire, lo prende per la collottola, lo butta per terra, lo rialza, lo copre di pugni, poi prende un boccale di birra e glielo rovescia in testa, infine gli cala i pantaloni e gli ficca una bottiglia in culo. Quindi finisce di bere, gli fa un ruttone in faccia e se ne va senza neanche pagare. "No, aspetti, non vada via! Devo dirle una cosa...". E l'omone allungando il passo: "No, ora devo scappare, tra poco arriva Gigi la Bestia e sono cazzi amari per tutti!"

22.  Ci sono due tedeschi che, appena finita la guerra, stanno fuggendo. Cosi' dopo essersi cambiati gli abiti, decidono di mimetizzarsi tra la gente come due comunissimi italiani. Ad un tratto, dopo aver camminato per molto tempo, decidono di entrare in un bar per bere qualcosa. Il primo tedesco fa al secondo: "Ascolta, visto che io sono piu' intelligente di te, lascia ordinare me perché con la tua solita stupidita' ci farai  scoprire". Si avvicinano al bancone e il tedesco fa  rivolto all'oste: "Due martini !".  E l'oste: "Dry ?". E il tedesco: "Nein drei, zwei !".

23.  Un bianco entra in un bar con un alligatore al guinzaglio: "Servite i negri?". "Certo". "Allora un whisky per me e un negro per l'alligatore".

24.  Due socialisti si incontrano al bar: "Andiamo a prendere qualcosa?". "A chi?".

25.  Come si chiama il piu' famoso barista giapponese? Nogosuchi Nechinoti.

26.  Un tizio entra in un bar e chiede una birra. Dopo che gliel'hanno servita gli scappa di andare urgentemente al bagno. Per evitare che la birra gia' pagata rimasta sul bancone sia bevuta da un altro appoggia di fianco al bicchiere un biglietto con su scritto: "CI HO PISCIATO DENTRO". Al ritorno trova la birra e sul biglietto una scritta aggiunta: "ANCH'IO!!".

27.  Un italiano, che si trova in America, entra in un bar per bere un caffe'. A consumazione ordinata chiede il conto al barista il quale risponde: "Five cents!" [N.B. da pronunciare "faiv sens"]. E l'italiano: "E tu fai schif!".

28.  Una donna molto attraente entra in un bar in un paesino. Dopo una mezz'ora chiama a gesti il barista. Quando questi arriva, lei gli fa dei cenni seducenti chiedendogli di avvicinarsi. Comincia a carezzargli dolcemente la barba, che e' parecchio lunga. "Sei il padrone del bar ?" - chiede la donna, continuando a carezzargli la barba con entrambe le mani. "No" - risponde lui. "Puoi chiamarlo ?" - Chiede la donna, mentre gli continua a carezzare la barba ed a passargli la mano tra i capelli. "Mi dispiace ma non posso." - dice l'uomo, chiaramente eccitato - "Posso fare qualcosa per lei ?". "Si', mi puo' aiutare." dice la donna mentre infila un dito in bocca al barista, facendoglielo succhiare languidamente  "Digli che nel bagno delle signore manca la carta igienica".

29.  Un tipo entra in un ristorante di lusso e chiama il cameriere: "Sono venuto a vedere quel pompinaro del tuo padrone !". Il cameriere, un po' stupito, dice all'uomo: "Potrebbe parlare un po' piu' educatamente ? Faccio venire subito il padrone". Il proprietario arriva ed il tipo gli dice: "Sei tu quello stronzo che possiede questo schifo di catapecchia ?". "Certo, sono io. Ma le sarei grato se evitasse di usare un tale linguaggio in questo ristorante". Il tipo replica: "Fottiti, emorroide, dov'e' il cazzo di piano ?". "Ho capito, lei e' venuto per quel lavoro da pianista !!!". "Certo stronzo, finalmente hai capito". Il proprietario lo accompagna fino al pianoforte e lo supplica di non parlare nel microfono. "Sai suonare canzoni blues ?". Il tipo inizia a suonare il piu' stupendo blues mai sentito. "Incredibile" - dice il proprietario - "Come si intitola ?". "Vorrei sfondarti la vagina sul divano". Il proprietario rimane di sale, ma si riprende e gli chiede: "Conosci canzoni jazz ?". Il tipo suona l'assolo piu' bello che si sia mai sentito. "Magnifica" - dice il proprietario - "Come si intitola ?". "Mi sono fatto una sega sopra la lavatrice". Il padrone e' ancora imbarazzato, ma gli chiede: "Conosci delle ballate ?". Il tipo suona la melodia piu' struggente del mondo. "Fantastica, come si intitola?". "Scopandosi le pecore sotto le stelle mentre il chiaro di luna luccica sul mio cazzo peloso". Il proprietario e' disgustato dal linguaggio del tipo, ma la sua musica e' stupenda, e pertanto gli offre il lavoro a patto di non introdurre i titoli delle canzoni prima di suonarle. Il tizio accetta. L'accordo va bene per un paio di settimane, fino a quando il tizio una sera sente il bisogno impellente di farsi una sega. Entra in bagno e si masturba. Mentre ha quasi finito sente la voce del proprietario: "Dove cazzo e' andato a finire quel cazzone del pianista ?". Cosi' il tizio si ritira su i calzoni in tutta fretta, ritorna al suo posto e ricomincia a suonare le sue canzoni. Dopo un po' si avvicina una donna e gli sussurra: "Lo sai che hai il cazzo che ti esce dai pantaloni e hai macchie di sperma su tutte e due le scarpe ?". Il tizio replica: "Cazzo, la conosci ? L'ho scritta io !!!".

30.  Un tizio entra in un pub. Sul bancone c'e' un cartello con su scritto: Hamburger  £ 5000, Hot Dog £ 6000, Seghe £ 15000. Dopo aver controllato i soldi nel portafoglio, il tizio si avvicina a una delle tre bellissime bionde al bancone, che serve da bere ad un gruppo di uomini sbavanti. "Si'?", gli sorride la tettona bionda, "Posso aiutarla?". "Mi stavo chiedendo...", le sussurra lui, "se sei tu quella che fa le seghe". "Si', certo", gli risponde provocante, "sono io!". "Allora, lavati le mani che voglio un hot dog!".

31.  Un uomo entra in un caffe' per fare colazione. Dopo aver finito paga la consumazione e lascia per mancia 3 monete da 10 lire. Il tizio e' quasi arrivato alla porta quando la barista, parlando con un altro cliente, dice: "Lei lo sa che da queste tre monetine e' possibile sapere molte cose dell'uomo che le ha lasciate?". L'uomo, che ha sentito, si volta e incuriosito ritorna dalla barman e le chiede: "Mah veramente? E mi dica, che cosa dice la prima monetina?". "Bene, questa monetina mi dice che lei e' un uomo molto parsimonioso". E l'uomo: ""Hemm, si', e' abbastanza vero. E cosa dice la seconda monetina?".  "Questa monetina mi dice che lei e' scapolo". E l'uomo: "Sorprendente! Brava! E' proprio vero! E la terza monetina?". La terza monetina mi dice che lo era... anche suo padre!"

32.  Cosa fa una cassiera con due automobiline? Uno scontrino.

33.  Paesino della Sicilia. In uno dei bar piu' famosi della citta' entra un amico del proprietario: "Ciao, Antonio, come va ?". "Male... il cliente ha sempre ragione, mmiiiinchia, ma a volte ti verrebbe voglia di rompergli la testa". "Ma che ti e' successo ?". "Qualche minuto fa e' entrato un uomo, un tipo apparentemente normale, mi si avvicina e mi fa: 'Senta mi dia una granita e 2 brioches'. Io gli faccio: 'Mi dispiace, ma non abbiamo brioches'  e lui: 'Ah! Vabbene, allora mi dia un gelato alla fragola e 2 brioches'. Io nella mia infinita bonta', senza sospettare quanto fosse stronzo, gli faccio: 'Senta, forse non mi sono spiegato bene. Abbiamo esaurito le brioches !'. Lui quasi si dispiace e subito mi fa: 'Ahhhh, non avevo capito... allora mi dia 3 paste di mandorle e 4 brioches'. A questo punto non ci ho visto piu' e gli ho urlato che le brioches le avevamo finite. Allora questo emerito stronzo indovina che mi dice ?". "Non so... ti avra' ordinato qualcosa altro!". "Nooooo, mi fa: 'Allora mi dia solo 6 brioches e non ne parliamo piu' !!". "E tu ?". "Io ho cominciato ad insultarlo e l' ho fatto cacciare via dal mio garzone di bottega". "Ma sei stato un signore! Se una cosa del genere fosse capitata a me... guarda avrei preso 'sto vassoio pieno di brioches e glielo avrei sbattuto in faccia!"

34.  Un tizio si presenta al bar e ordina un cappuccino e una pasta. Il barista prontamente serve il cliente. Finito di mangiare e bere l'uomo fa per andarsene e il barista: "Scusi, ma lei non ha pagato" e l'altro: "Io non pago perché sono grosso e non c'ho paura di nessuno". E dicendo cosi' esce dal bar. La mattina dopo si ripresenta, ordina un cappuccino e una pasta. Dopo esserseli finiti si avvia verso la porta e il barista: "Guardi che lei neanche oggi ha pagato" e il tizio: "Io non pago perché sono grosso e non c'ho paura di nessuno" e dicendo cosi' esce dal bar. Allora il barista, incazzato come una belva, pensa fra se' e se': "Adesso ti sistemo io" e telefona subito ad un suo amico molto grosso chiedendogli una mano per il giorno dopo. Infatti il giorno dopo arriva questo suo amico e il barista lo fa nascondere sotto il bancone. Puntuale come sempre si presenta il solito tizio che chiede un cappuccino e una pasta, che non appena terminata la consumazione si incammina verso la porta. A questo punto il barista gli domanda: "E il conto?" e lui: "Io non pago perché sono grosso e non c'ho paura di nessuno". A questa risposta allora il barista fa un cenno all'amico che si alza in piedi e dice: "Anch'io sono grosso e non ho paura di nessuno". Sentendo cosi' il tizio, allora, si gira verso il barista e dice: "Allora, per domani mattina facce trova' due cappuccini e due paste".

35.  Un tipo legge una insegna Snack Bar ed entra nell'esercizio. Dice: "Mi dia uno snack bar !". Il barista: "Guardi, qui c'e' un equivoco ...  ". Il cocciuto: "Allora mi dia l'equivoco ...". Il barista: "Questo e' proprio tosto ...". Il cocciuto piu' che mai: "Allora lo bagnero' nel latte ..."

36.  Al bar arriva un tizio che esclama rivolto al barista: "3 caffe', uno per me, uno per te ed uno per quella puttana di tua moglie!". Il barista soprassiede e gli serve i tre caffe'. Il giorno seguente il tizio ritorna: "3 caffe', uno per me, uno per te ed uno per quella puttana di tua moglie!". Il barista, un po' spazientito, lo serve. Il terzo giorno il personaggio si ripresenta: "3 caffe', uno per me, uno per te ed uno per quella puttana di tua moglie!" . A questo punto il barista scavalca il bancone e lo pesta a sangue. Dopo una settimana di convalescenza il tizio torna al bar ed esclama: "2 caffe', uno per me, uno per quella puttana di tua moglie. Per te niente perché sei troppo nervoso!!!"

37.  Un signore, con le braccia bloccate all’altezza delle spalle, entra in un bar, dove ordina un caffè. Facendo notare il suo problema al barista gli chiede di zuccherarlo e di mescolare. Poi, gli chiede se può gentilmente portargli la tazzina all’altezza della bocca in modo che riesca a bere il caffè. Dopo un po’ gli scappa un bisognino e chiede nuovamente al barista di essere così gentile da dargli una mano. Il barista, un po’ riluttante, lo accompagna in bagno, apre la lampo dei pantaloni, e lo aiuta a soddisfare il suo bisogno. Quando finalmente escono dal bagno, il cliente allunga le braccia e stiracchiandosi dice: «Certe mattine mi sveglio e non ho proprio voglia di fare nulla».

38.  Del Borneo tutti parlano ma nessuno sa dov'e'. Dei miei amici hanno detto che per aprire un bar in Borneo non ci vuole nessuna licenza. (Gene Gnocchi)

39.  Per chi ama il rischio, ci sono le partite a tresette al bar degli Anziani e le gare di testate contro le macchine, dopo la mezzanotte. C'è anche un topless bar, nel senso che è l'unico senza topi tra i tavoli. (Stefano Benni)

40.  Al bar: "Un caffe, per cortesia". "Come glielo faccio, corretto?". "No, no, con le mani!!!"

41.  Un uomo va al bar e dice al cameriere: "Una birra alla spina per favore". Il cameriere versa la birra: "Ecco qui signore". "Ma questa birra è solo di schiuma!". "Aspetti un po'! Tra poco la schiuma scomparirà, e resterà solo la birra". Allora il cliente chiede al barista: "Mi scusi, quant'è?". "Sono tre euro". Il cliente mette sul bancone una moneta da un euro, al che il barista dice: "Scusi ma sono tre euro, non uno!". "Aspetti un po', tra poco diventeranno tre...". (Scirio)

42.  Al bar: "Mi dia il solito amaro monte negro!". "Vuole che glielo incateno?". (Scirio)

43.  In un bar di periferia un giorno entra un omone grande grosso e muscoloso che batte con forza sul bancone e dice: "Una birra! Presto! Una birra! Ha capito?". E il barista impauritissimo lo serve. Questa storia va avanti almeno tre giorni. Il quarto giorno un vecchietto che ha sempre assistito alla scena si alza, va al bancone e decide di fare come l'omone: "Una birra! Presto! Una birra!!". E il barista ridendo dice: "E sennò?!?". "...e se no, una Coca Cola va bene lo stesso, grazie!"

44.  Un tale entra in un bar e si siede al bancone. Il barman gli chiede: "Cosa desidera?". "Cosa desidero?? Una casa piu' grande, avere piu' soldi, che mia moglie sia piu' bella...". "No, no, intendevo dire cosa vuole...". "Cosa voglio??? Avere un attico in centro, essere milionario, che mia moglie sia stupenda e sexy...". "No, veramente intendevo cosa preferisce?". "Cosa preferisco??? Io preferisco che sia un maschietto, ma se mi viene una femmina va bene lo stesso...". "No, accidenti! Intendevo dire che cosa prende, cosa le devo portare?". "Ah, ho capito... poteva dirlo prima, no? Che cos'ha?". "Niente, niente, solo un po' di reumatismi, tutti i giorni qui, dietro il bancone..."

45.  Al bar ad un gruppo di persone viene servito un caffè bollente! Tutti cominciano a soffiare nella tazzina per raffreddarlo... tranne uno che invece la fissa attentamente!! Aveva uno sguardo di ghiaccio!!

46.  Il bar che frequentavo da giovane era talmente malfamato che i cocktail che servivano non erano ornati con degli ombrellini, ma con delle siringhe. (Paolo Burini)

47.  Una volta ho aperto un minibar e dentro c’era un barista nano.

48.  Al bar per l'Happy Hour. "Scusi, quando costa un aperitivo?". "Il primo lo paga, il secondo e' gratis!". "Allora mi dia il secondo!". (Pino Campagna)

49.  Al bar: "Un caffè senza cognac, grazie!". "Il cognac s'é finito, se vuole le posso fa' un caffè senza grappa". (da Il vernacoliere)

50.  "Un uomo entra in un caffè". "Brrrr!!!". "No, guarda che fa 'Splash!". "Beh, veramente il caffè era freddo".

51.  Tutta 'sta gente che chatta e va su Facebook è demenziale. Se volete parlare con qualcuno andate al bar! (Claudio Amendola)

52.  Ho conosciuto un barista che ha lasciato il suo lavoro e si e' ritirato a fare il cappuccino. (DrZap)

53.  Bar: unità di misura della pressione dell'acqua nelle macchine del caffè. (Bilbo Baggins)

54.  Barare: raccontare alla moglie che si fa tardi in ufficio mentre in realtà si passano le serate con gli amici del bar. (Bilbo Baggins)

55.  Barista: chi gestisce un bar a Bari. (Bilbo Baggins)

56.  Stanotte non ho dormito, e all'alba ero talmente stanco che mi sono fermato al primo bar che apre, quello dell'ospedale, ed ho preso una flebo di caffè nero e una supposta di croissant! (Bilbo Baggins)

57.  Entro in un bar con un amico. Mi chiede: "Cosa prendi?". Rispondo: "Niente, grazie!". E lui: "Dai, prendi qualcosa!". E io: "Non voglio niente, grazie!". E lui: "Insisto perché prendi qualcosa!". E io: "Va bè, allora prendo una marca da bollo da 14,62 euro!". (Massimo Bagnato)

58.  Un fornitissimo bar situato in un appartamento adibito a garçonnière si denomina miniBAR se la partner indossa la minigonna. Una volta che se l'è tolta, si denomina tromBAR. (Renato R.)

59.  Decidemmo di andare a prendere qualcosa al bar: io scelsi la specchiera dietro il bancone, Giorgio la plafoniera sopra la cassa. (UomoMordeCane)

60.  Avventore: "Per me uno scotch, grazie". Barista: "Come lo desidera?". Avventore: "Biadesivo". (Mix) (Periferia Galattica)

61.  Oggi, al bar, un mitomane mi ha accusato di plagio perché ho chiesto un cappuccino subito dopo di lui.  (Gaspare Bitetto)

62.  Se uno partecipa ad un tafferuglio davanti ad un bar si deve parlare di cafferuglio ? (DrZap)

63.  Due amici al bar: "Offri tu o offro io?".  "Oggi facciamo alla romana: <Ah bello, portace du' caffè macchiati, li mortacci tua !>". (otorongo)

64.  Un tale entra in un bar e si siede al bancone. Il barman gli chiede: "Cosa desidera?". "Cosa desidero?? Una casa piu' grande, avere piu' soldi, che mia moglie sia piu' bella...". "No, no, intendevo dire cosa vuole...". "Cosa voglio??? Avere un attico in centro, essere milionario, che mia moglie sia stupenda e sexy...". "No, veramente intendevo cosa preferisce?". "Cosa preferisco??? Io preferisco che sia un maschietto, ma se mi viene una femmina va bene lo stesso...". "No, accidenti! Intendevo dire che cosa prende, cosa le devo portare?". "Ah, ho capito... poteva dirlo prima, no? Che cos'ha?". "Niente, niente, solo un po' di reumatismi, tutti i giorni qui, dietro il bancone...". (Mauroemme)

65.  Mia moglie vuol aprire un bar solo per vegetariani. Lo chiamera' Bar...babietola. (DrZap)

66.  C'è talmente tanta povertà che nei bar le bustine di zucchero hanno la catenella. (Spinoza.it)

67.  Cosa prende un lupo che fa colazione al bar? Cornetto e cappuccetto. (DrZap)

68.  Un dislessico entra in un bra.

69.  Al bar un tizio al barista: "Quanto viene una bottiglia di whiskey?". "50 euro". "Il dottore mi ha detto che con quello che ho non posso berlo". "E che cosa ha?". "Solo un biglietto da 10"

70.  Dopo aver bevuto un caffè al bar ho chiesto al barista: "Scusi, la toilette?". Lui mi ha risposto: "Tazza grande o tazza piccola?". (Walter Di Gemma)

71.  Ieri sono andato al bar per misurare la pressione atmosferica. (tiamq)

72.  "La mia colazione era salata". "Non è vero, hai preso cappuccino e brioche". "Sì, ma ho speso 10 euro". (Genio78)

73.  Ieri sono stato in un piano bar. Nel senso che ho ordinato un succo d'ananas e me l'hanno servito dopo 12 minuti. (Andrea Troiani)

74.  Al Bar c'è un Unicorno viola vestito da suora che ha ordinato un Tè Caldo. Lo so che non ci credete ma vi assicuro che era un Tè caldo. (Genio78)

75.  Il problema dello scioglimento dei ghiacci e' molto grave disse il barman. (Fabio Carapezza)

76.  Volevo aprire un bar e chiamarlo ‘Punto G’. Ma poi mi sono detto che nessuno sarebbe stato capace di trovarlo.

77.  Al bar: "Uno stock". Barista: "84?". "No! Uno solo!!!"

78.  Il barista che di solito disegna cuori sul cappuccino della mia ragazza, oggi ha addirittura fatto un cervo sul mio cappuccino. Bravissimo!

79.  Da quando frequento quel locale mi si è riaccesa la speranza...Bar Lume. (Gabriele Tortuga Greco)

80.  Un Architetto di piramidi entra in un Menu' Bar ed ordina un "Save As".  (Micinibvs Istaticvs) (Ottorino Respighi)

81.  Mose' entra in un Bar e nota sul bancone una ciotola di bottigliette fosforescenti con la scritta PIAGHE: "Quanto costa una di queste?", chiede. "Nulla, e' gratis", gli risponde il barista. "Ah bene. Allora me ne incarti dieci". (Micinibvs Istaticvs)

82.  Il gatto di Schrödinger entra in un bar. E non ci entra. (Oltreuomo)

83.  Al vertice ci sono quelli che vogliono uscire dall'Europa. Poi ci sono quelli che vogliono uscire dall'Italia. Quindi ci sono quelli che vogliono uscire dal Veneto. Sul fondo ci sono quelli che, come me, vorrebbero uscire dal bar, ma non ce la fanno. (cinemanu)

84.  Va' dove ti porta il cuore. Io ti aspetto al bar. (genio78)

85.  Barista scivola sul lastricato bagnato dalla pioggia mentre lavora e si fa male seriamente. Versa in cattive condizioni. (Cinemaniaco)

86.  Ha aperto a Bologna il primo bar per ciechi. Ma non si è visto un cliente. (Scie comiche)

87.  Aperto a Bolzano il primo bar senza alcool. E non avete visto il bordello senza figa. (Carlo Trombetta) (Kotiomkin)

88.  Bolzano, apre il primo bar senza alcool. Che è un po' come Forza Italia senza mafiosi. (Cesare LionZion Di Trocchio) (Kotiomkin)

89.  Al bar. Cliente: "Mi fa un panino col prosciutto cotto?". Barista: "Se vuole, ci metto anche i funghetti!". Cliente: "No, i funghi mi piace solo raccoglierli...". Barista: "Beh, allora glieli butto per terra!"

90.  Entro' nel bar a mano armata per fare una rapina e il barista gli disse: "Ma sei matto? A viso scoperto?". E lui: "Allora mi dia una cappuccio!". (DrZap)

91.  Due amici al bar: "Offri tu o offro io?". "Oggi facciamo alla romana: "Ah bello, portace du' caffè macchiati, li mortacci tua !". (Walter Angelucci)

92.  Entro' nel bar e grido': "Questa e' una rapina". E il barista gli rispose: "Ma come? Sei cretino ? A viso scoperto?". E lui: "Allora mi dia un cappuccio". (DrZap)

93.  Da mercoledì prossimo, alcuni baristi regaleranno una bottiglietta d'acqua a chi fa colazione. Bravi, BERE, bis ! (Renato R.)

94.  Baruffa - Bar di periferia dove ci si annoia.

95.  L'ammazzacaffè è un cecchino che si nasconde nei bar e spara alle tazzine? (Massimo Bozza)

96.  Un uomo entra in un caffè e... gli viene il diabete. Troppo zucchero! (Gatto Randagio)

97.  Aperto il primo bar per vecchi rockettari obesi: Lard rock cafè. (Sergio Masse Massetani)

98.  Un frate entra in bar. Il barista: "cappuccino?" Il frate: "No, francescano."

99.  Sono talmente fissato con la pulizia che al bar prendo il caffè smacchiato. (ilmarziano)

100.                Due uomini sono seduti al bar a farsi un drink. All'improvviso uno dei due fa una faccia strana e dice all’altro: «Hai mai visto un pezzo di ghiaccio con un buco in mezzo?». E l’altro: «Certo, ci sono stato sposato 15 anni!».

101.                Rissa in un bar, gli avventori si lanciano contro le tazzine di caffè. Interviene immediatamente la Polizia per sedare i cafferugli. (Sandro Skapigliato)