GLI AMICI

 

1.     Un amico e' uno che sa tutto di te e nonostante questo ti vuol bene lo stesso. (Elbert Hubbard)

2.     Che differenza c'e' fra un albero e un amico? Se secca l'albero si taglia, se secca l'amico si pianta.

3.     Al bar davanti ad un whisky sta seduto sconsolato un tizio. Il cameriere gli chiede come mai. E il tizio racconta: "Oggi sono tornato a casa prima del previsto e ho trovato mia moglie a letto col mio migliore amico. Allora ho preso mia moglie a calci e l'ho buttata fuori di casa". E il cameriere: "E del tuo miglior amico cosa ne hai fatto?". "L'ho guardato negli occhi e gli ho detto: Brutto cane cattivo!".

4.     Il denaro prestato a un amico puo' essere recuperato da un nemico. (Money lent to a friend must be recovered from an enemy).

5.     Il denaro non fa cosi' tanti amici sinceri quanti nemici veri. (Money makes not so many true friends as real enemies).

6.     Un amico non e' colui che ti asciuga una lacrima, ma colui che ti impedisce di versarla.

7.     Era un tipo molto socievole: cercava sempre di farsi delle amiche. Erano le amiche che non volevano farsi lui. (Daniele Giacchetta)

8.     Perfino gli amici piu' inseparabili non possono partecipare l'uno ai funerali dell'altro. (Albran Kehlog )

9.     Il mio migliore amico e' fuggito con mia moglie e, lasciatemelo dire, mi manca tanto. Lui. (Leopold Fechtner)

10.  Lui non ha un nemico al mondo. Pero' tutti i suoi amici lo odiano. (Tony Randall)

11.  Conoscente: una persona che conosciamo quanto basta per chiederle soldi in prestito, ma non tanto da prestargliene.  (Julian Tuwim). Indica un grado di amicizia definito superficiale quando l'oggetto e' povero o oscuro, e intimo quando e' ricco o famoso (Ambrose Bierce).

12.  Due tizi sono amici per la pelle, uno e' un tecnico nucleare, l'altro un barista. Il tecnico si reca giornalmente a trovare il suo amico barista, Andrea, col quale fa lunghe chiacchierate. Un giorno il tecnico riceve la comunicazione di recarsi nel piu' gran segreto in Giappone. Quindi parte senza dir nulla a nessuno, neanche ad Andrea, e sta in Giappone per due anni. Al ritorno, ansioso di scusarsi dell'improvvisa partenza, appena arrivato all'aeroporto prende un taxi, si reca al bar di Andrea, entra con le valigie in mano ed esclama: "Andrea, sono qui...". "Che cazzo fai??? Parti???"

13.  Colmo per due persone magrissime: essere amiche per la pelle!

14.  Amico e' con chi puoi stare in silenzio. (Camillo Sbarbaro)

15.  Il falso amico e' come l'ombra che ci segue finche' dura il sole.  (Carlo Dossi)

16.  Chi trova un amico... ha una sorella carina. (Paco d'Alcatraz)

17.  Gli egoisti sono gli unici fra i nostri amici verso i quali abbiamo un'amicizia disinteressata. (Henri de Montherlant)

18.  Era un tipo tutto d'un pezzo. Per questo non si faceva mai in quattro per un amico.

19.  Il vero amico lo riconosci da come ti mente. (Alessandro Morandotti)

20.  Adolfo Celi: "Hai hai hai! Ci troviamo di fronte ad un tipico caso di defecazio isterica, si ha la chiara e netta sensazione di defecare, ma non esce nulla. Bisogna operare subito!". (Da "Amici miei - Atto II")

21.  "Vedi Rambaldo? La madonna mi ha ascoltata...". "O brutta imbecille! E La Madonna, per far restar vergine una come te... AFFOGA TUTTA FIRENZE?!?!". (Il Melandri in "Amici miei - Atto II")

22.  Che cos'Ć il genio? E' fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocitł d'esecuzione. (Gastone Moschin in "Amici miei - Atto II).

23.  Conte Mascetti: "Sii astuto come un cervo". Il Nerozzi: "Che bischerate tu dici? Il cervo non Ć astuto. Semmai, astuto come una volpe". Conte Mascetti: "Sô, ma la volpe 'un ci ha mica le corna". (Ugo Tognazzi e Renzo Montagnani in "Amici miei - atto II")

24.  Anch'io ho sofferto, ho sofferto come un cane: per quasi tre quarti d'ora. (Adolfo Celi a Gastone Moschin in "Amici miei", 1975)

25.  E io rimasi lô a chiedermi se l'imbecille ero io... che la vita la prendevo tutta come un gioco, o se era lui... che la prendeva come una condanna ai lavori forzati, o se lo eravamo tutti e due. (Da "Amici miei - Atto II)

26.  Perozzi: "... come chi sono io? Lei ha il tratto ed i modi della persona colta, signora... Si ricorderł sicuramente di Omero e dell'Odissea... Signora, io mi chiamo... Nessuno!". (Da "Amici miei")

27.  Avrebbe pugnalato il suo migliore amico per poter scrivere un epigramma sulla sua tomba. (Oscar Wilde)

28.  E' piu' facile perdonare un nemico che un amico. (William Blake)

29.  Una ragione per la quale il cane ha tanti amici: muove la coda invece che la sua lingua!

30.  Giobbe sopporto' tutto, ma quando vennero i suoi amici a consolarlo, allora perse la pazienza!

31.  Descrivimi minuziosamente come sono fatti i tuoi capezzoli. (Ugo Tognazzi in "Amici miei") 

32.  Ma poi, Ć proprio obbligatorio essere qualcuno? (Ugo Tognazzi in "Amici miei")

33.  Tarapôa tapioco, la supercazzola prematurata con scappellamento a destra come se fosse antani... (La celebre litania che Ugo Tognazzi tirava fuori ogni volta che doveva confondere le persone in "Amici miei")

34.  Melandri: "Ragazzi, ora che si fa?". Perozzi: "Lo sci d'acqua!!!". (durante l'alluvione di Firenze) (Da "Amici miei - Atto II")

35.  Gli amici si dicono sinceri, ma in realta' sinceri sono i nemici. (Arthur Schopenhauer)

36.  Chi trova un amico chiede un prestito. (Marcello Marchesi)

37.  Quando penso alla carne della mia carne, chissł perchÄ, divento subito vegetariano. (Philippe Noiret pensando al figlio in "Amici miei")

38.  La donna non Ć capace di amicizia, conosce solo l'amore. (Friedrich Nietzsche)

39.  Due amici che non si vedono da anni si incontrano per caso e cominciano a raccontarsi le loro vite. Dopo un po', visto che hanno ancora molto da raccontarsi, uno propone: "Senti, perchÄ non vieni a cena a casa mia sabato, cosi' conosci anche mia moglie ed i miei due figli?". "OK" risponde l'amico. "Dove abiti ?". "Questo e' l'indirizzo.  Lascia pure l'auto nel parcheggio dietro il palazzo. Quando arrivi al portone spingilo con un piede, vai all'ascensore e schiaccia il bottone con il gomito destro. Quando arrivi al sesto piano esci e la seconda porta sulla destra e' casa mia. Con il gomito sinistro puoi suonare il campanello". "Va bene, va bene... Ma cos'e' questa storia di aprire la porta con i piedi, usare i gomiti per schiacciare i bottoni ??". "Beh, certamente non verrai a mani vuote..."

40.  Amicizia: una nave abbastanza grande da portare due persone quando si naviga in buone acque, ma riservata ad una sola quando le acque si fanno difficili. (Ambrose Bierce)

41.  Quando il tuo amico ti tiene teneramente le mani puoi stare tranquillo, perchÄ puoi tenere d'occhio le sue. (Ambrose Bierce)

42.  E l'amicizia fa camminare l'uomo a testa alta. Certo che puo' essere esagerato farlo sempre, perchÄ prima o poi camminando cosi' si sbatte contro qualcosa. (Alessandro Bergonzoni)

43.  Ci vogliono il tuo nemico e il tuo amico insieme per colpirti al cuore: il primo per calunniarti, il secondo per venirtelo a dire. (Mark Twain)

44.  Un amico t'ha rubato l'amante? Gli perdonerai. Tu hai rubato l'amante a un tuo amico? Non gli perdonerai mai. (Ugo Ojetti)

45.  Mi piace avere amici rispettabili; mi piace essere il peggiore della compagnia. (Jonathan Swift)

46.  Il posto giusto di un amico Ć di essere dalla tua parte quando sei nel torto. (Mark Twain)

47.  Ognuno vuole amici potenti. Ma loro ne vogliono di piu' potenti. (Elias Canetti)

48.  Il mio miglior amico ha sposato mia sorella. Adesso mi odia come un fratello! (Tony Randall)

49.  Chi trova un amico trova un tesoro. Chi trova un tesoro se ne fotte dell'amico. (Ivan Della Mea)

50.  Per raro che sia un vero amore, e' molto piŁ rara una vera amicizia. (FranŹois de La Rochefoucauld)

51.  L'amicizia Ć piŁ tragica dell'amore perchÄ dura piŁ a lungo. (Oscar Wilde)

52.  Gli amici vanno e vengono, ma i nemici si accumulano. (Thomas Jones)

53.  Perdoniamo facilmente agli amici i difetti che non ci toccano. (FranŹois de La Rochefoucauld)

54.  I vostri amici non sapranno molto, ma sanno sempre ciś che farebbero al vostro posto. (Ambrose Bierce)

55.  Un fondamentalista islamico suona alla porta del paradiso. San Pietro risponde chiedendo: "Chi Ć?". "Sono un fondamentalista islamico!" risponde... "Ma lei non puś entrare qui!" risponde San Pietro. E lui ribatte: "Veramente io non voglio entrare... siete voi che avete 30 secondi per uscire tutti con le mani alzate..."

56.  Tu ed io siamo talmente amici che se ci trovassimo su una nave che affonda e fosse rimasto un solo giubbotto di salvataggio, mi mancheresti molto e ti penserei spesso.

57.  L'amore Ć cieco. L'amicizia chiude gli occhi. (Blaise Pascal)

58.  L'unico modo per avere un amico Ć essere un amico. (Ralph Waldo Emerson)

59.  L'amico Ć la persona davanti alla quale posso pensare ad alta voce. (Ralph Waldo Emerson)

60.  "Trova un amico e troverai un tesoro", dice il proverbio e son parole d'oro, ma io credo sia meglio si dica "Trova un tesoro e troverai un'amica".

61.  Strano: esiste un verbo ben preciso per esprimere l'amore, ma neppure uno per esprimere l'amicizia. (Giorgio Mazzoldi)

62.  Ci sono tre tipi di amici: il tuo amico, l'amico del tuo amico e il nemico del tuo nemico. (Hazrat Ali)

63.  Gli amici sono il modo di Dio per scusarsi dei parenti!

64.  Quando un uomo ride dei propri guai, perde molti amici. Non gli perdoneranno mai il furto delle loro prerogative.  (Henry Louis Mencken)

65.  Tra un tesoro di amico e un amico con un tesoro di moglie non ho mai avuto dubbi su quale tesoro scegliere. (Ivan Della Mea)

66.  Chandler: "Avevo un amico immaginario che... i miei genitori preferivano a me". (da "Friends")

67.  Due famiglie amiche hanno preso in affitto per le vacanze due casette vicine in campagna e si scambiano continuamente visite e cortesie. Durante l'estate, un mattino presto squilla il campanello. E' l'amica che dice: "Scusami l'ora, ma proprio adesso la donna mi stava dicendo che le mie galline hanno rovinato i tuoi fiori. Mi dispiace tanto". "Non te la prendere. Anzi sono io che devo scusarmi perchÄ ieri il mio cane si Ć mangiato due delle tue galline". "Pazienza! perchÄ vedi, il tuo cane l'ho investito io ieri sera rientrando..."

68.  LŇamicizia tra un uomo e una donna Ć sempre un poco erotica, anche se inconsciamente. (Jorge Luis Borges)

69.  Amicizia: il tacito accordo fra due nemici di voler collaborare per un bottino comune. (Elbert Hubbard)

70.  I veri amici sono rari perchÄ la domanda Ć minima. (Marie von Ebner Eschenbach)

71.  Gli amici falsi sono come i fagioli. Parlano da dietro.

72.  Non si Ć soli se qualcuno e' andato via, si e' soli se qualcuno non e' mai venuto.

73.  Tutti vogliono avere un amico, nessuno si occupa d'essere un amico. (Alphonse Karr)

74.  Non credo che gli amici siano le persone che ti piacciono di piŁ; sono semplicemente le persone che sono arrivate lô per prime. (Peter Ustinov)

75.  Un amico Ć un uomo che trova piŁ credito di chiunque altro quando parla male di noi. (Jean Rostand)

76.  Dagli amici si vogliono critiche impietose che poi non si perdonano. (Dino Basili)

77.  L'amico migliore. Fino ad oggi pensavo che la peggiore frase che ti potesse dire una ragazza fosse: "Ti devo parlare...". Invece no, la peggiore e' "anch'io ti desidero... pero' solo come amico". Questo significa che per lei tu sei il piu' simpatico del mondo, il piu' bravo ad ascoltarla, il piu' vicino ai suoi sentimenti... pero' non uscira' con te ma con uno della peggiore risma, il cui unico scopo e' appunto la scopo. E cosi', quando rimarra' delusa delle intenzioni del compagno ti chiamera' per chiederti consiglio. E' come se tu andassi a cercar lavoro e ti dicessero: "Lei e' proprio la persona idonea per ricoprire quel posto, il piu' preparato, pero' non la assumiamo. Al suo posto abbiamo deciso di prendere un incompetente. E quando questo ci combinera' qualcosa, potremo chiamarla per toglierci dai guai?". Mi chiedo cosa ho fatto di male: siamo stati al cinema, abbiamo riso, siamo stati ore al bar a bere caffe'... a partire da quale caffe' siamo diventati amici? Dal quinto? Dal sesto? Cazzo, avvisami, no?  Un caffe' di meno e a quest'ora sarei a letto con lei. Per lei un amico e' come un Tampax: ci puoi andare in piscina, montare a cavallo, ballare... l'unica cosa che non puoi fare con lui e' avere rapporti sessuali. E poi pensi: se per una ragazza considerarti suo amico significa rovinare la tua vita sessuale, che fara' mai coi suoi nemici? Beninteso, mi pare una buona cosa essere suo amico, quello che non capisco e' perchÄ da amici non possiamo avere relazioni sessuali. Io credo che l'amicizia tra ragazzi e ragazze non esista, perchÄ se esistesse si saprebbe. Il fatto e' che quando lei ti dice che ti desidera solo come amico, per lei significa questo e punto. Pero' per te no. Per te significa che se una notte ti trovi in spiaggia, lei si ubriaca, c'e' la luna piena, si sono allineati i pianeti e un enorme meteorite minaccia la terra, allora ci provi. A questo aspiri, perchÄ non perdi mai la speranza. E se si dovesse incazzare con l'Oscar di turno? Magari si lasciano... quando lo fara' tu attacchi con la tecnica del "consolatore": "Non piangere, quell'Oscar e' una bestia... tu meriti di meglio...uno che ti capisca, che ti sia sempre vicino quando hai bisogno di lui... che non sia troppo bello perchÄ i belli sono presuntuosi... insomma uno come me!". Perlomeno, essendo amico, puoi seminare zizzania per eliminare la concorrenza. E' la tecnica del miserabile verme. Quando lei ti dice: "Ah, che bello che e' quel Tizio, vero?"  "Chi, Tizio? Si, bello... un po' strabico, no?" "No, non e' strabico, e' solo che ha uno sguardo molto sexy" "Beh, se e' per questo hai ragione... in effetti lo notai l'altro giorno, quando guardava Marta" "Ma non guardava lei, guardava me!!" "Lo vedi che e' strabico?". Il fatto e' che le ragazze ritengono di avere una relazione veramente superspeciale con un ragazzo quando possono dormire con lui nello stesso letto senza che accada nulla. Ma, dico io, superspeciale non lo sarebbe se accadesse qualcosa? Dopo una festa, ti fermi per aiutarla a sistemare, come fai sempre, e quando finisci di mettere a posto lei ti dice: "Uh, ma e' tardissimo! perchÄ non ti fermi a dormire?" "E dove dormo?" "Beh, nel mio letto, no?" Ti tremano le gambe, e pensi: questa e' la mia notte, si sono allineati i pianeti. Presto pero' ti accorgi che non sono propriamente i pianeti quelli che si sono allineati, perchÄ lei, essendo amici e in tutta confidenza, rimane con la camicetta e mutandine, e tu vedendo tanto ben di dio pensi: Devo rimanere in mutandine, con l'allineamento di pianeti che mi ritrovo. E cosi' ti sistemi nel letto su un fianco, incrociando le ginocchia per dissimulare. Allora lei si ficca sotto le lenzuola, ti da' una pacca sul culo e ti dice: "A domani!" E si addormenta. Ma come fa ad addormentarsi cosi' in fretta? Ma come, neppure una misera preghierina, niente? E ti ritrovi a letto con la ragazza che ti piace. All'inizio non ti azzardi a muoverti, per non toccare nulla. Sai bene che se in quel momento si indicesse un concorso per l'uomo piu' attizzato del mondo vinceresti il primo premio. E che lunga la notte! Ti salgono alla mente una montagna di domande: "Toccarle la tetta con la spalla sara' un gesto da amico?" "E se fosse la tetta che tocca me?" Pero' dopo molte ore ti rimane in testa una sola domanda, sempre la stessa: "Ma saro' un coglione?" Non puoi credere che ti trovi nello stesso letto con lei e che non accada nulla. Speri sempre che in qualsiasi momento si giri e ti dica: "Vieni qui, tonto, hai sofferto abbastanza... fammi tua!". Invece no. Alle ragazze non sembra mai che tu abbia sofferto abbastanza. Eccome soffri!. perchÄ hai tutto il sangue concentrato nello stesso posto. Si conoscono casi di ragazzi scoppiati. Pero' non termina li' la tua umiliazione. Alle sette del mattina suona il campanello della porta. "Ah, e' Oscar!" "Oscar? Ma non lo avevi mollato?" "Ah, si, ti raccontero' un'altra volta... ora ho fretta. A proposito, mi sono dimenticata di dirti che avrebbe portato il suo cane, perchÄ siccome andiamo in spiaggia, gli ho detto che il suo cane avrebbe potuto stare con te. Tu si che sei un caro amico!... Ma che faccia che hai... hai dormito bene?".  E li' ti trovi e resti con un palmo di naso e col cane che ti annusa il pisello, il miglior amico dell'uomo. Il cane, intendo. (Mauroemme)

78.  I veri amici sono i solitari insieme. (Abel Bonnard)

79.  Riprendi l'amico in segreto e lodalo in palese. (Leonardo Da Vinci)

80.  Gli amici sono pericolosi, non tanto per ciś che vi fanno fare, quanto per quello che vi impediscono di fare. (Henrik Ibsen)

81.  Nelle disgrazie dei nostri migliori amici troviamo sempre qualcosa che non ci dispiace. (FranŹois de la Rochefoucauld)

82.  Il migliore amico Ć colui che riesce a tirare fuori il meglio di me. (Henry Ford)

83.  Come fate voi a dire al vostro migliore amico che non credete nellŇamicizia? 

84.  L'uomo non ha amici, ne ha soltanto la sua buona fortuna. (Napoleone Bonaparte)

85.  Due coniugi stanno passeggiando per le strade del centro storico intenti a fare shopping. Ad un certo punto il marito scorge in lontananza una persona e chiama a sÄ la moglie che nel frattempo stava ammirando una vetrina. "Cara, lo vedi quell'uomo laggiŁ?". "Quale?". "Quello laggiŁ col cappotto blu e la sciarpa rossa!". "Si, allora?". "Quello Ć Luigi, un carissimo amico mio, un vero pezzo di pane, pensa, in vent'anni che ci conosciamo mai uno screzio, mai uno sgarbo. Andiamogli incontro!". Lo raggiungono ed il marito lo abbraccia con trasporto: "Caro vecchio Luigi! Come stai? E' un po' che non ci si vede!". "Eh gił!". "Ti trovo benissimo. Un caro amico come te... in vent'anni mai uno screzio, mai uno sgarbo! Hai da fare questa sera a cena?". "No, perchÄ?". "Allora vieni a cena a casa mia!". La moglie lo tira in disparte con una scusa e gli fa: "Ma come? Avevi promesso che mi avresti portato al cinema questa sera!". "E vabbe'... ti ci posso pure portare un'altra volta! Qui si tratta di Luigi, in vent'anni mai uno screzio, mai uno sgarbo!". Detto fatto, si portano Luigi a casa. Il marito in cucina si rivolge alla moglie: "Allora, voglio una cenetta coi fiocchi... come antipasto tartine di caviale, per primo, risotto al salmone e come secondo, spigola ai ferri. Tanto la spigola ce l'abbiamo nel freezer, basta scongelarla col forno a microonde!". "Ah... pure antipasto di caviale!!!". "Ma certo! Guarda che si tratta di Luigi, mica di un amico qualunque! In vent'anni che lo conosco mai uno screzio, mai uno sgarbo!". Finita la sontuosa cena, il marito se ne esce con un'altra delle sue: "Ma qui dobbiamo brindare! Perś per Luigi ci vuole qualcosa di speciale, un ottimo champagne e non il solito spumante. Maria, se non ti dispiace, fai un salto al bar sotto casa e compra una bottiglia di Dom Perignon!". Maria mentre sta per uscire, chiama il marito: "Adesso pure lo champagnino all'amichetto?". "Ma cara, per una volta che ti chiedo un favore! E poi si tratta di Luigi, non di un amico qualsiasi. In vent'anni mai uno screzio, mai uno sgarbo!". Dopo cinque minuti la moglie torna su con lo champagne. Lo stappano ed il marito propone un brindisi: "Al caro amico Luigi che da vent'anni che lo conosco... mai uno screzio, mai uno sgarbo!". Dopo cena vanno avanti a chiacchierare fino a che non si fanno le ore piccole. Vista l'ora, Carlo si decide ad invitare Luigi: "Luigi, Ć tardissimo e tu abiti dall'altra parte della cittł, perciś tu stasera rimani a dormire qui da noi... non voglio sentire ma!". La moglie strattona Carlo: "E no, a dormire no! E poi dove lo mettiamo?". "Ma come dove lo mettiamo? Luigi, piŁ che un amico un fratello, in vent'anni mai uno screzio, mai uno sgarbo! Ma lo mettiamo a dormire nel lettone con noi, e dove sennś?". Nonostante le rimostranze di Maria, va a finire che si mettono tutti e tre a dormire nel letto matrimoniale, Luigi in mezzo! Durante la notte Luigi si sveglia, trova Maria distesa a pancia sotto e cosô le tappa la bocca con una mano, le alza la camicia da notte, le abbassa le mutandine e se la incula. Il mattino dopo, baci ed abbracci con Carlo, Luigi se ne va. Maria rimane sotto shock per alcuni giorni, non sa se confessare o no l'accaduto al marito. Dopo un paio di settimane, a cena Maria fa: "Carlo, ti ricordi quando abbiamo incontrato Luigi due settimane fa?". "Ma come no?!? Luigi... in vent'anni mai uno screzio, mai uno sgarbo!". "Che poi lo hai invitato a cena...". "E figurati se non lo invitavo a cena!". "Che poi abbiamo brindato con lo champagne...". "Certo, l'occasione meritava proprio! In vent'anni mai uno screzio, mai uno sgarbo!". "E poi Ć rimasto a dormire da noi...". "Eh gił, proprio un caro amico Luigi. Ma cosa mi devi dire?". "Beh... durante la notte mi s'Ć inculata!". "A te ti si Ć inculata! A me in vent'anni MAI UNO SCREZIO, MAI UNO SGARBO!"

86.  Quel che ci piace negli amici Ć la considerazione che hanno di noi. (Tristan Bernard)

87.  Tutti si preoccupano di avere un vero amico, ma pochi di esserlo... (Anonimo)

88.  Avevo un'amica mulatta... facevo portare sempre tutto a lei ! (Scirio)

89.  Anche i migliori amici non possono andare l'uno al funerale dell'altro. (Lamento di Logan)

90.  Avevo un amico che faceva il magazziniere... era un vero rompi scatole! (Scirio)

91.  Passi che l'amore abbia delle spine: e' un fiore. Ma che? Anche l'amicizia? Quella e' un legume! (Paul-Jean Toulet)

92.  L'amicizia Ć una relazione disinteressata tra eguali; l'amore, una relazione abietta tra schiavi e tiranni. (Oliver Goldsmith)

93.  L'amico lo si vede nel momento del bisogno, il pirla invece compare sempre a sorpresa! (Flavio Oreglio)

94.  Io ero l'amico immaginario del ragazzo della porta accanto. (Emo Philips)

95.  Differenze tra un amico e un vero amico.

 

-       Un amico pensa che i problemi che hai sono recenti.

-       Un vero amico ti dice: "Smettila di lagnarti sempre per le stesse cagate, e trova una soluzione, che mi hai rotto i coglioni"

 

-       Un amico non ti ha mai visto piangere.

-       Un vero amico ne ha piene le palle e sa che sei un coglione senza spina dorsale.

 

-       Un amico porta una cassa di birre quando dai una festa.

-       Un vero amico arriva ubriaco, si beve tutto compresa la varechina, prende in giro i tuoi invitati e ti fa fare una figura da stronzo.

 

-       Un amico non sopporta che lo chiami alle due del mattino, perś ti ascolta lo stesso.

-       Un vero amico insulta te, tua madre, tua sorella e ti sbatte il telefono in faccia.

 

-       Un amico, quando lo inviti a casa tua, si comporta come un invitato.

-       Un vero amico entra a casa tua anche quando non lo hai chiamato, apre il frigo, ti insulta se Ć vuoto, sporca il bagno, si butta sul divano e guarda il suo programma preferito alla TV.

 

-       Un amico pensa che un'amicizia termina se c'Ć una discussione accesa, e non ti insulta mai.

-       Un vero amico ti insulta, ti maltratta, ti prende a botte, e il giorno dopo non ricorda niente, ma non preoccuparti, Ć tutto OK.

 

-       Un amico ti difende con l'arma del convincimento, se tentano di prenderti a pugni.

-       Un vero amico si butta per primo nella mischia e si batte per te, perś alla fine le prendi anche tu, perchÄ hai cercato di difenderlo.

 

-       Un amico non ti dice mai cose che lui sa che ti danno fastidio.

-       Un vero amico, se sa che una cosa ti da' fastidio, te la ripete fino alla nausea.

 

-       Un amico ti direbbe: "Trasmetti questo messaggio a tutte quelle persone che veramente apprezzi e cui vuoi bene, e tutti i tuoi desideri saranno realtł"

-       Un vero amico ti direbbe: "Ma smettila di leggere cazzate! E mandami qualcosa di buono, se no ti mando un virus".

96.  (Mauroemme)

97.  Tra amici. "Ti ho mai detto che sei il mio migliore amico?". "No". "Ah! Meno male!".

98.  Io per il mio commilitone Antonino attraverserei la spiaggia rovente di piombo, supererei le barriere di fuoco nemico, mi strapperei l'elmetto sui reticolati sporchi di sangue amico, ucciderei nemici senza pietł a destra e a manca (no, a manca li mancherei), lo scoverei anche sotto il tavolo del quartier generale nemico e lo riporterei dietro le linee alleate. E siccome sono una persona generosa, solo dopo mi farei restituire i tre euro e cinquanta che gli ho prestato. (Mauroemme)

99.  Tutti sono capaci di compatire le sofferenze di un amico, ma ci vuole un'anima veramente bella per godere dei successi di un amico. (Oscar Wilde)

100.                Qual Ć il miglior amico dell'uomo? Il cesso... I veri amici si vedono nel momento del bisogno!! (E_A_N-8)

101.                Il sistema migliore per riconoscere i veri amici, Ć di andare ad abitare al settimo piano, di un palazzo senza ascensore!

102.                Se l'amicizia (o l'amore) e' una pallina di cacca, tu per me sei una valanga di merda! (su un SMS)

103.                Oggi mi sono fatto un sacco di nuovi amici, sono molto contento, ma loro... l'hanno presa male! (Dr. ICE)

104.                Un uomo camminava per una strada con il suo cane. Si godeva il paesaggio, quando ad un tratto si rese conto di essere morto. Si ricordś quando stava morendo e che il cane che gli camminava al fianco era morto da anni. Si chiese dove li portava quella strada. Dopo un poco giunsero a un alto muro bianco che costeggiava la strada e  che sembrava di marmo. In cima a una collina s'interrompeva in un alto arco che brillava alla luce del sole. Quando vi fu davanti, vide che l'arco era chiuso da un cancello che sembrava di madreperla e che la strada che portava al cancello sembrava di oro puro. Con il cane s'incammino verso il cancello, dove a un lato c'era un uomo seduto a una scrivania. Arrivato davanti a lui, gli chiese: "Scusi, dove siamo?". "Questo Ć Il Paradiso, signore" rispose l'uomo. "Uao! E non si potrebbe avere un po' d'acqua?". "Certo, signore. Entri pure, dentro ho dell'acqua ghiacciata". L'uomo fece un gesto e il cancello si aprô. "Non puś entrare anche il mio amico?" disse il viaggiatore indicando il suo cane. "Mi spiace, signore, ma gli animali non li accettiamo".  L'uomo pensś un istante, poi fece dietro front e tornś in strada con il suo cane. Dopo un'altra lunga camminata, giunse in cima a un'altra collina in una strada sporca che portava all'ingresso di una fattoria, un cancello che sembrava non essere mai stato chiuso. Non c'erano recinzioni di sorta. Avvicinandosi all'ingresso, vide un uomo che leggeva un libro seduto contro un albero. "Mi scusi, - chiese. - Non avrebbe un po'  d'acqua?". "Sô certo. LaggiŁ c'Ć una pompa, entri pure". "E il mio amico qui?" disse lui, indicando il cane. "Vicino alla pompa dovrebbe esserci una ciotola".  Attraversarono l'ingresso ed effettivamente poco piŁ in lł; c'era un'antiquata pompa a mano, con a fianco una ciotola. Il viaggiatore riempô la ciotola e diede una lunga sorsata, poi la offrô al cane. Continuarono cosô finchÄ non furono sazi, poi tornarono dall'uomo seduto all'albero. "Come si chiama questo posto?" chiese il viaggiatore. "Questo Ć il Paradiso". "Be', non Ć chiaro. LaggiŁ in fondo alla strada uno mi ha detto che era quello, il Paradiso". "Ah, vuol dire quel posto con la strada d'oro e la cancellata di madreperla? No, quello Ć l'Inferno". "E non vi secca che usino il vostro nome?". "No, ci fa comodo che selezionino quelli che per convenienza lasciano perdere i loro migliori amici".

105.                Accludo due biglietti per la prima serata del mio nuovo spettacolo; porti un amico... se ne ha uno. (George Bernard Shaw a Winston Churchill). Purtroppo non riuscirś a partecipare alla prima serata, verrś al secondo spettacolo... se ce ne sarł uno. (Risposta di Winston Churchill)

106.                Cerchi dei veri amici? Prova a guardare sulle pagine gialle sotto la "A"! (Bilbo Baggins)

107.                Chi coltiva l'amicizia con calore tenga conto dell'effetto serra. (Dino Basili)

108.                Un vecchio amico Ć meglio di due nuovi. (Detto Yiddish)

109.                Le vecchie amicizie sono come i vecchi vini, non perdono mai gusto. (Detto ebraico)

110.                I tuoi amici ti invitano a pranzo: arriva pure tardi, se vuoi. I tuoi amici ti chiamano perchÄ tu li consoli: affrettati. (Chilone)

111.                Un amico e' uno che ti pugnala davanti. (Oscar Wilde)

112.                Il mio amico immaginario dice che hai grossi problemi mentali.

113.                Compare: Amico fidato che ha la particolaritł di materializzarsi quando meno lo si aspetta. (Marcantonio) (da http://ilvocabolariodizionario.blogspot.com/)

114.                Un amico Ć colui che guarda oltre i tuoi fallimenti e tollera i tuoi successi. (Doug Larson)

115.                Non ti rendi conto di quanti amici hai fino a quando non affitti una casa sulla spiaggia. (Anonimo)

116.                Un amico serve quanto hai torto. Quando hai ragione non ti serve a niente. (Da "Un mercoledi' da leoni")

117.                Melandri: "Ho incontrato... un angelo!" Sassaroli: "Un angelo maschio o un angelo femmina?". Melandri: "Gli angeli non hanno sesso!". Il conte: "Insomma c'ha le poppe o non c'ha le poppe?!". (da "Amici miei - atto II")

118.                Valeria: "Guardi, le avevo ritagliato l'articolo sulle antiche leggende del Casentino!". Mascetti: "Ah interessante! Ma lei se la blinda la supercazzola prematurata, come se fosse anche un po' di Casentino, che perdura anche come cappotto, vede... M'importa sega!". (da "Amici miei - atto III")

119.                Chi trova un amico trova un tesoro. Chi trova un tesoro trova tanti amici. E fin qua niente da dire. Ma se tanti amici trovano un tesoro... beh il continuo leggetelo sulla cronaca di domani. (Rex Akragas)

120.                Chi trova un amico... ha un regalo in piŁ da fare ogni anno! (Pierluigi Cavarra)

121.                Io sono amico dell'operaio, e preferisco essergli amico che essere un operaio. (Clarence Darrow)

122.                Mascetti alla Torre di Pisa: "Servizio torri, sgomberare!". Turista: "Che succede?". Mascetti: "Ma che le pare normale? 'un lo vede come pende?". ( Ugo Tognazzi alias Conte Mascetti in "Amici miei - atto II")

123.                Sorella? Col tarapio tapioca come se fosse antani la barella anche per due, con lo scappellamento a sinistra? No, eh? Pazienza... (Mascetti in "Amici miei")

124.                Ragazzi, come si sta bene tra noi, tra uomini! Ma perchÄ non siamo nati tutti finocchi? (Il Melandri in "Amici miei")

125.                Culo alto, ci fo un salto. (Mascetti in "Amici miei")

126.                Conte Mascetti: "Dove sei stata, troia??". Titti: "A cavallo!". Conte Mascetti: "Di chi, puttana??" (Ugo Tognazzi in "Amici miei")

127.                Melandri (in chiesa, al battesimo del Melandri, rivolto al Mascetti): "Don Angelo Bernocchi. Il Reverendo Bernocchi !". Mascetti (rivolto al reverendo): "Ah, pardon ! Tarapio tapioco come se fosse antani, la supercazzola prematurata con dominus vobiscum blinda ?". Reverendo Bernocchi: "Come, prego ?". Mascetti: "Tarapio sulla supercazzola con scappellamento a destra o sinistra ?". Reverendo Bernocchi: "No, la cappella sinistra Ć a destra". Mascetti: "Antipodi !". (Gastone Moschin e Ugo Tognazzi in "Amici miei - atto II")

128.                Sassaroli (a casa del Perozzi durante lo scopone): "Lo sai che c'ha il ragazzino? Non ride mai". Perozzi: "Mai! Ú come la madre, gli manca completamente il senso dell'umorismo, anzi c'ha... come si dice il contrario?". Necchi: "Il senso di rompere i coglioni!". (da "Amici miei - atto II")

129.                Alla clinica del Sassaroli tentando di far dire alla figlia del Mascetti chi l'ha ingravidata. Necchi: "Parla, puttana!!". Mascetti: "Ma come ti permetti di dare della puttana a mia figlia?". Necchi: "Ma gliel'hai detto pure tu prima!". Mascetti: "Eh, ma io sono il padre! Tu chi sei, scusa?". Necchi: "Ma 'un s'era detto che io ero lo zio?". (da "Amici miei - atto II")

130.                Direttrice della casa di riposo: "Lei ha fenomeni di erezioni mattutine, al risveglio?". Melandri: "Dio bono, si! Fenomeno, Ć proprio la parola giusta!". (da "Amici miei - atto III")

131.                Direttrice della casa di riposo: "Mi fa piacere che si trovi bene qui da noi, ma le ricordo che per gli ospiti c'Ć un apposito telefono a gettone nell'atrio". Mascetti: "Sô, ma la sbiriguda della sbrinzellona come fosse antani, come facevo?". Direttrice della casa di riposo: "Prego?". Mascetti: "Ho provato con la supercazzola con scappellamento paraplegico a sinistra, ma non funzionava! Faceva : tu-du!". Direttrice della casa di riposo: "In che senso?". Mascetti: "Nel senso anafestico! Eh sô, forse per handicappo d'altitudine, no?". Direttrice della casa di riposo: "Ah, vuol dire che il telefono Ć troppo alto?". (da "Amici miei - atto III")

132.                Gli amici veri sono sempre pronti a darti una mano nel momento del bisogno, cioĆ quando hanno bisogno di aiuto. (Mauroemme)

133.                Piu' ricchi sono i tuoi amici, piu' ti costeranno. (regola di Marbury)

134.                Un amico nel bisogno e' un amico da evitare. (Legge di Samuel)

135.                Gli amici! Passano anni a cercare di trovarti un fidanzato, ma appena te ne trovi uno, sperano solo che lo molli! (da "Che pasticcio, Bridget Jones!")

 

136.                Hai provato a chiamarlo? E non lo hai trovato? PerchÄ non provi a chiamarlo alle tre di notte? Almeno sei sicura di trovarlo in casa... Io faccio sempre cosô con i miei amici e li trovo sempre. Ú anche vero che non ho piŁ amici. (Walter Chiari)

137.                PoichÄ sarebbe troppo faticoso avere tutti amici, basta non avere troppi nemici. (Seneca)

 

138.                Possono definirsi veramente amiche solo due persone che siano riuscite a superare una vacanza assieme. (Jerome K. Jerome)

139.                L'amico si vede nel momento del bisogno. Il pirla, invece, compare sempre a sorpresa. (Flavio Oreglio)

140.                Ero cosô povero che da piccolo quando mi veniva a trovare il mio amico immaginario si portava sempre due panini. (Currenti Calamo)

141.                Da piccolo avevo un amico immaginario: rompeva le cose e dava la colpa a me. (puccio di luce)

142.                Non esisto. Mi sono fatto un amico reale per fargli i dispetti. (orio)

143.                Avevo un amico immaginario anoressico: gli portavo la merenda, ma lui non la mangiava mai. (Votafone)

144.                A otto anni, il mio amico immaginario si chiamava Bruce Wayne. A sedici, Cameron Diaz. (Votafone)

145.                Da piccolo avevo anch'io un amico immaginario con cui giocare, anzi ne avevo due. Solo che gli stronzi non mi facevano mai giocare con loro. (DrZap)

146.                Non Ć vero che un amico si vede nel momento del bisogno, un amico si vede sempre. (Roberto Benigni)

147.                Un amico alla porta: "Scusa l'orario, ma ho bisogno di parlare con un vero amico. Gli altri mi trattano come se fossi una merda". "Qualsiasi cosa, ma staccati dallo zerbino o dovrś buttarlo". (Marco Makkox Dambrosio)

148.                Se aiuti un amico nel momento del bisogno, si ricorderł di te, la prossima voltł che avrł bisogno. (Legge di Cheit)

149.                Una mia amica molto bella voleva morire perchÄ non aveva dei jeans, e gli regalai i miei. Un'altra mia amica abbastanza carina voleva morire perchÄ non poteva permettersi di comprarsi delle scarpe nuove, e le regalai le mie.Un'altra mia amica veramente brutta, voleva morire perchÄ non trovava il ragazzo. Per me, poteva pure morire! (Ridi che ti passa)

150.                Le amicizie sono come le tette. Alcune sono grandi, altre sono piccole. Alcune sono vere, altre sono finte.

151.                Dall'amicizia all'amore il passo e' breve, ma purtroppo e' la retromarcia che non funziona.

152.                Se una persona ha un amico immaginario Ć pazzo. Se tante persone hanno lo stesso amico immaginario Ć religione. (Anonimo)

153.                A volte basta poco per far felici gli amici. Ieri, ad ed., non sono uscito di casa.

154.                Un vero amico ti difende in pubblico ... E ti corregge in privato.

155.                Gli amici si vedono nel momento del bisogno: quando hanno bisogno, chiamano. (Gian Carlo Moglia)

156.                Io ho degli amici in comune con il Sindaco.

157.                Spesso possiamo renderci piŁ utili agli altri togliendoci di mezzo.

158.                Ci sono tre cose nella vita che non dovrebbero essere rotte: le promesse, le amicizie, e le palle !!!

159.                Quando hai successo i tuoi amici sono contenti, ma soltanto quando hai un insuccesso sono veramente felici. (Harry Truman)

160.                Gli amici si contano sulle dita di una mano. Per i nemici basta il medio.  (C. su Friendfeed)

161.                Aiuta una persona quando e' in difficolta'... e lui si ricordera' di te quando sara' nuovamente in difficolta'.

162.                Ci sono amici bravi e amici falsi... ma soprattutto amici bravi ad essere falsi.

163.                Il mio amico immaginario dice che sono simpatico per essere uno che esiste veramente. (IdeeXscrittori)

164.                Una cosa che non ho mai detto al mio amico immaginario: "Grazie di esistere". (IdeeXscrittori)

165.                Il mio amico immaginario Ć cambiato. Sembra l'ombra di se stesso. Ora esiste. (IdeeXscrittori)

166.                Gli amici ti apprezzano come sei. Non come sette oppure otto. (Fed_1991)

167.                La mia amica immaginaria s'Ć messa col mio fidanzato. Non la perdonerś mai. (robrighi)

168.                Oggi ho perso un grande amico. Sento un grande vuoto. Insomma sono sotto vuoto 'spinto'... (DrZap)

169.                LŇamicizia Ć come un castello di sabbia: difficile da fare, facile da distruggere...

170.                Sono preoccupato. Non vedo piu' il mio amico immaginario. Che l'abbiano rapito? (DrZap)

171.                Ci sono amici bravi e amici stronzi... Io ne ho uno bravo a fa' lo stronzo... 

172.                Gli amici si contano sulle dita di una mano. Per i nemici basta il medio! (il leone bianco)

173.                Amico A: "Cosa mi diresti se ti dicessi che ho trombato tua moglie?". Amico B: "Siamo pari".

174.                Se non puoi sconfiggere il tuo nemico immaginario, fattelo amico nella realtł!". (cinaski, il nuovo Sun Tzu)

175.                Grazie dei consigli riguardo al come dire alla mia ragazza immaginaria che Ć immaginaria senza ferirla. (David_IsayBlog)

176.                Il mio amico immaginario Ć un malato immaginario. (Sarś bre') (DrZap)

177.                L'amico immaginario del mio amico immaginario dice che io non esisto. (DrZap)

178.                Il Diavolo Ć lŇamico sempre pronto a darti una pacca sulla spalla... dopo che ti sei abbrustolito al sole. (Dlavolo)

179.                Nei momenti di scarsa autostima il mio amico immaginario Ć convinto di esistere. (IdeeXscrittori)

180.                Ci sono amici bravi e amici falsi, ma soprattutto amici bravi ad essere falsi.

181.                Ho una fidanzata immaginaria che mi ha detto che preferisce che rimaniamo amici immaginari. (DrZap)

182.                Ricchezza: Roba capace di attirare moltissimi amici. Poverta': Roba capace di selezionarli. (Il Vocazzolario)

183.                Il mio psichiatra ha detto che il mio amico immaginario non esiste. Ma il mio amico immaginario mi ha detto che lo psichiatra non esiste. E ora io non so a chi dare retta. (Gente Allegra)

184.                Vendesi amico immaginario, non lo voglio piŁ! (Shery1982)

185.                Il mio psichiatra mi ha detto che il mio amico immaginario non esiste. Ma il mio amico immaginario mi ha detto che lo psichiatra non esiste, e io non so a chi dare retta. (Gente Allegra)

186.                Aveva un amico immaginario. Ma se Jack era un personaggio immaginario, allora... l'amico era vero! (utoepia)

187.                Il mio amico immaginario sta soffrendo troppo. Mi ha chiesto di staccare la spina. Vuole che io smetta di immaginarlo. (IdeeXscrittori)

188.                Certe amicizie sono come le assicurazioni automobilistiche: FinchÄ non hai incidenti, tutto funziona a meraviglia. (Walter Di Gemma)

189.                Un vero amico Ć quello che, quando tu gli dici che ti senti un perfetto fallito, ti risponde che non sei perfetto... nemmeno come fallito!

190.                Io e te saremo amici finchÄ non perdo la memoria. A quel punto vorrł dire che faremo nuovamente amicizia ogni giorno.

191.                Da piccolo avevo due amici immaginari, ma non mi facevano mai giocare con loro. (DrZap)

192.                Da piccolo giocavo spesso con un mio amico immaginario. Ma non mi divertivo... era privo di immaginazione! (DrZap)

193.                Pensate come stamo messi nella mia cittł: l'evento piŁ importante Ć il funerale di un amico immaginario. (dox)

194.                Io ci tengo a fare bella figura con i miei amici, Ć per questo che non li invito mai a casa mia.

195.                Siedo sulla riva del fiume. Vedo passare solo amici. (Altan)

196.                "Lo sai che i rapporti umani sono complessi?" "E certo, ho un amico immaginario". (Antonio Chiloiro)

197.                Il mio amico immaginario continua ad osservarmi, credo sia pazzo. (genio78)

198.                Da piccolo avevo un amico immaginario che voleva sempre giocare coi numeri complessi. (DrZap)

199.                A volte mi fermo ad osservare i miei amici e penso: "Eppure quando li ho conosciuti, sembravano cosô normali╔"

200.                Un mio amico Ć sempre calmissimo: quando Ć nervoso si fa la Valeriana, sua moglie. (Walter Angelucci)

201.                Se prestate 100 euro ad un amico e non lo rivedete piŁ, sicuramente avete fatto un buon affare.

202.                L'amicizia di due donne non Ć che un complotto contro una terza. (A. Karr)

203.                "In quanti sarete?". "In due. Io e il mio amico immaginario". "Ma lui non conta". "Anche lui pensa questo di te". (IdeeXscrittori)

204.                E, comunque, ci sarebbero meno adulti logorroici, se non aveste tolto l'amico immaginario a certi bambini... (valemille)

205.                Chi trova un'amico fa un errore ortografico. (Paperoga Style)

206.                Lapo Elkann: "A 13 anni ho subito abusi sessuali". Dall'amico immaginario. (Andrea Rastelli)

207.                Il mio psicanalista ha detto che io ed il mio amico immaginario soffriamo di schizofrenia. (DrZap)

208.                Se hai un amico immaginario vai dallo psicologo. Ma se siete in tanti con lo stesso amico immaginario andate in chiesa.

209.                Chi Ć amico di tutti non Ć amico di nessuno. (Arthur Schopenhauer)

210.                Scelgo i miei amici per la loro bellezza, le mie conoscenze per la loro rispettabilitł, e miei nemici per ka koro intelligenza. (Oscar Wilde)

211.                Il mio amico immaginario si e' dichiarato. Ora e' diventato il mio fidanzato immaginario. (Solo Jo)

212.                E' difficile avere un amico. Un amico vero. Di quelli che t'aiutano a seppellire un corpo senza farti domande.

213.                Cercasi amico immaginario nuovo. Il mio e' impazzito!

214.                Berlusconi si Ć chiesto: "Se due amici sono in barca e uno butta l'altro in mare, di chi Ć la colpa se la barca sbanda ?". Io risponderei: "Dal fatto che non erano amici !" (Renato R.)

215.                I falsi amici sono come i fagioli; parlano dietro!

216.                Anche il mio amico immaginario ha smesso di credere alla mia esistenza. (entropiclanguage)

217.                ", a longobardo, non ho capito, ma quanta benzina porta la macchina tua?". "A taxi driver... e la tua quanti stronzi porta?". "Va... Va... vaffanculo va..." (Tomas Milian in "Uno contro l'altro praticamente amici")

218.                E' difficile avere un amico. Di quelli veri. Di quelli che ti aiutano a seppellire un corpo senza farti domande.

219.                Molti mici, molto odore. (Daniele Totolo)

220.                Pare che anche l'Uomo Invisibile abbia un amico immaginario. (DrZap)

221.                Non credo nell'amicizia casta uomo donna. Le mie piť grandi amiche me le sono fatte, anzi dopo siamo diventati amici. (Twittopolis)

222.                Sono preoccupato, mio figlio ha solo 4 anni e ha gił un amico immaginario. Non so come ucciderlo e far sparire il corpo senza che se ne accorga. (Marco Camillieri)

223.                Gli amici sono quelli che puoi chiamare da mezzanotte alle sette del mattino. Gli altri sono solo conoscenti. (Wander Knight)

224.                "Gli amici? Meglio pochi, ma buoni" diceva Hannibal Lecter.

225.                John Lennon da piccolo aveva l'amico Imaginerio. (Massimo Bozza)

226.                Fermata Ambulanza con assicurazione falsa. Ma trasportava solo malati immaginari. (Kotiomkin) (Danilo Petrelli)

227.                Me li figuro, i miei amici immaginari, mentre mi vedono passare e bisbigliano, riferendosi a me: "Ú lui! Quello che pensa di esistere!". (IdeeXscrittori)

228.                A pensarci bene tutti i credenti hanno un amico immaginario. O anche piŁ di uno. (ilfascinodelvago)

229.                Come diceva un mio amico di cui non ricordo il nome, gli amici non si scordano mai.

230.                Il colmo per un gruppo di amici? Fare insieme un solitario. (DrZap)

231.                Sono il tipo di amico che arriverebbe perfino ad aiutarti a nascondere un cadavere, ma se mi tradisci, ricorda: so come nascondere un cadavere.

232.                Fiducia Ć potere dormire con una amica senza che succeda nulla. Lui sta pensando: "Al primo segnale la infilzo". E lei: "Cazzo, lui Ć proprio una checca".

233.                Chi trova un amico con il suo stesso disturbo psichiatrico, trova un tesoro. (Amore psichiatrico)

234.                Se tutti i tuoi amici ti dicono che sei uno stronzo devi essere umile e ammettere che hai un problema: scegli amici di merda. (Valerio Coscetti)

235.                Un mio amico greco (philos) filantropo filo-americano da giovane faceva il filo ad una della filanda. Ora ho saputo che si e' laureato in filologia. (DrZap)

236.                Sono andato a fare una passeggiata e ho incontrato un amico, e cosô ci siamo messi a chiacchierare, perś siccome era molto tardi non abbiamo fatto in tempo a fare quattro chiacchiere, e siamo riusciti a farne solo tre! (Antonello Iaccarino)

237.                "Mi bastano pochi amici, ma buoni", come diceva Hannibal Lecter.

238.                Inferno: casa immaginaria del nemico immaginario del vostro amico immaginario.

239.                La moglie di un amico non Ć una donna per me. Ma se Ć strafiga, Ć lui a non essere piŁ mio amico. (Words)

240.                "Hai anche degli amici piemontesi?". "Non molti, solo qualcuneo...". (Antonello Iaccarino)

241.                All'amico non si fa credenza, perche' si scorda e non ci pensa, quando ti vede cambio vico, perdi il denaro e anche l'amico.

242.                Come diceva un mio amico di cui non ricordo il nome, gli amici non si scordano mai.... (Massimino Amsterdam)

243.                Bologna. Ospite da 2 anni di una donna, le ha bruciato la casa, perchÄ lei gli rifiutava del denaro. Quando si dice "mandare in fumo un'amicizia !". (Renato R.)

244.                L'amicizia tra un uomo e una donna Ć come vedere una scimmia sotto un albero: non si capisce se sia gił salita oppure se vuole salire. (Proverbio senegalese)

245.                Voglio cambiare giro di amicizie, ora provo in senso antiorario. (@enzapet)

246.                Gli amici sono il modo con cui Dio chiede scusa per i parenti. (Alessandro Campinoti)

247.                Ho coltivato con cura le mie amicizie, ma devo aver usato troppo concime perche' sono circondato da stronzi. (Satiraptus) (Carlo Sabbatini)

248.                La bambina sovrappeso venne messa a dieta...ma si consolava con la sua michetta immaginaria... (Carlo Campinoti)

249.                Ultimamente ho rivisto amici che non vedevo e sentivo da molto tempo. Uno Ć rimasto senza lavoro, un altro ha da poco divorziato, una ha lo sfratto, un'altra ha problemi con la banca... Ú proprio vero che gli amici si vedono nel momento del bisogno!!! (Cristina Foti)

250.                Alla fine Ć bello fare nuove amicizie perchÄ cosô hai modo di odiare gente sempre nuova. (Enrico Miceli)

251.                Ho due amici che detestano le poesie. Hanno pareri contro versi, pur essendo d'accordo tra loro. (Silvia Scaratti)

252.                Stasera vengono una decina di amici a giocare a casa mia. Ognuno giochera' col suo telefonino. (DrZap)

253.                Io e il mio riccio siamo inseparabili. Siamo aculeo e camicia! (@ilbeso)

254.                "Vita sociale?". "Per stare al passo con l'attualitł ora ho un amico immaginario che lavora al CNEL". (IdeeXscrittori)

255.                Salutando i miei due amici piŁ piccoli e magri, ho detto loro: "Ć stato bello stare con voi due minuti". (Storpionimi) (Roberto Venerando)

256.                Io e la mia amica dermatologa siamo amici per la pelle. (DrZap)

257.                Da quando girano voci sulla mia esistenza, i miei amici immaginari non mi considerano piŁ uno di loro e vengo ghettizzato. (IdeeXscrittori)

258.                Sono un po' preoccupato perchÄ io e il mio migliore amico siamo innamorati della stessa ragazza e sarebbe brutto rovinare un'antica amicizia. Ma insieme ce la faremo. (Satiraptus) (Fulvio Maranzano)

259.                Virginia Raggi ricoverata per un malore. Ecco spiegate tutte quelle polizze sulla vita. (Francesco Sanfrancesco)

260.                Grazie alla Raggi finalmente ho aperto gli occhi. Ho visto che razza di amici di merda ho. Nessuno di voi mi ha mai fatto una "polizza vita" con il sottoscritto come unico beneficiario. SIETE DELLE MERDE!!! (Francesco Sanfrancesco)

261.                C'Ć un mio amico che non porta mai le cose a termine. Si chiama Renato Misonoa. (Lucilla Masini)

262.                Sono triste, non ho amici!

263.                + Ehi, proprio 5 minuti fa ti cercava al telefono uno della tua compagnia

-       Ah sô? Chi era?

264.                + Luca, della Vodafone". (@skapigliato)

265.                Dai, restiamo almeno amici. Giusto un pompino ogni tanto... (Sarś bre') (Pietro Vanessi)

266.                Tutte abbiamo un'amica geniale. Le mie amiche hanno me. (enzapet)

267.                Bei tempi, quando avevamo l'amico immaginario. Ora invece in tanti hanno il nemico immaginario. (Anna Mallamo)

268.                Meglio un amico sbronzo che un amico stronzo. (murales)

269.                Ho organizzato una rimpatriata invitando vecchi amici immaginari che non immaginavo da anni. (IdeeXscrittori)

270.                Nell'entourage dei miei amici immaginari ho inserito anche un panda rosso perche' tengo molto alla biodiversita' del mio ecosistema psichico. (IdeeXscrittori)

271.                Il mio fidanzato immaginario Ć talmente realistico che Ć un coglione come tutti gli altri. (Corsivo Corrosivo) (Terzanota)

272.                Se gli amici veri si contano sulle dita di una mano .. gli amici di Facebook si contano sulle zampe di un millepiedi. (Antonio Covatta)

273.                "Lei crede nell'amicizia fra uomini e donne?". "Se non c'Ć alternativa..." (Tute)

274.                Ho un amico immaginario che si chiama Provaci. (Sarś bre') (Giovanni Govoni)

275.                Secondo una ricerca 7 bambini su 10 hanno un amico immaginario. Sono quelli che, da grandi, diventano Ministro dell'Economia e vedono il Paese  uscire dalla crisi. (Gidan)

276.                Circondatevi di persone che non vi dicono di quali persone dovete circondarvi. (Roberto Dei Maltesi)

277.                Oggi Ć la giornata mondiale della salute mentale. Non so voi, ma io la festeggio col mio amico immaginario. (Lucilla Masini)

278.                Chi smette di esserti amico non lo Ć mai stato. (Esiodo)

279.                TRA AMICHE. Ti trovo un po' fotosciupata. (Sarś bre') (Sebastiano Paulesu)

280.                Quando mi disse: "Ti vedo piŁ come un amico" le prenotai la visita da un oculista. (La Sveltina) (DottKang)

281.                "Io ti considero un amico... ti faccio una domanda: tu mi consideri unŇamica?" "Certo!" (Amicizia coŇrrisposta) (GdP) (Silvia ScarattI)

282.                Di recente ho scoperto che il mio amico immaginario se la fa con la mia amica immaginaria. Sono un cornuto immaginario. (DrZap)

283.                La mia collega piange, perchÄ ha scoperto che suo marito la tradisce con la sua migliore amica. Non sapendo come consolarla, le ho detto: "Ma se Ć la tua migliore amica, perchÄ non vorresti che fosse felice?". Piange ancora. (Matemartica)

284.                Ho un amico immaginario che mi fa stalking. (DrZap)

285.                La mia amica Lia per farla arrabbiare basta chiamarla 'coda di pag...Lia'. (DrZap)

286.                Gli amici piŁ cari sono quelli a cui dobbiamo restituire un prestito che ci hanno fatto. (DrZap)

287.                Erano due ragazze molto amiche e molto religiose. Si assomigliavano come due gocce di acqua santa. (DrZap)

288.                Il mio amico immaginario si Ć iscritto all'Universitł alla Facoltł di Matematica: Ć diventato un esperto dei numeri immaginari. (DrZap)

289.                Ma secondo voi anche i preti hanno degli amici immaginari? Non rischiano di essere accusati di pedofilia? (DrZap)

290.                Ma secondo voi un nutrito gruppo di amici puś arrivare ad essere affamato? (DrZap)

291.                Io ho due amici immaginari, ma sono sempre solo perchÄ adesso giocano tra di loro. (DrZap)

292.                Ho litigato con la mia fidanzata immaginaria. Perś ha detto che possiamo rimanere amici immaginari. (DrZap)

293.                Non ho mai capito perchÄ un'amica si puś apostrofare, e un amico no. (DrZap)

 

Per tornare allŇHomePage

Per tornare allŇindice degli Argomenti