EDEN (Adamo ed Eva)

1.     Poco dopo la cacciata dal Paradiso Adamo: "Eva! Ma possibile che tu voglia sempre fare l'originale!". (Achille Campanile)

2.     Adamo comincia a raccontare una fiaba ai suoi figli Caino e Abele: "Ci sara' una volta...".

3.     Si dice che Adamo fosse geloso di Eva.

4.     Quanto costavano le mele al tempo di Adamo e Eva?  L'ira di Dio.

5.     La storia di Adamo ed Eva e' stato il primo ... melo-dramma? (Zap)

6.     Cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso. "Tu, Adamo, pagherai con il sudore della tua fronte! E tu, Eva, con il sangue ... ma in comode rate mensili!

7.     Adamo ed Eva sono originari della Russia: infatti erano nudi, scalzi, dividevano una mela in due e credevano di stare in Paradiso.

8.     Adamo fu punito per una mela, e se si faceva una pera ? (Comix)

9.     Il nudo integrale e' nato quando Adamo comincio' a mangiare la foglia.

10.  Adamo e' nudo fuori del Paradiso Terrestre: fallo da espulsione.

11.  Adamo appena sbattuto fuori dal Paradiso Terrestre e' incacchiatissimo. Si rivolge a Dio e protesta, indicandosi la foglia di fico: "Ti sembra un fallo da espulsione questo?".

12.  Adamo va da Dio lamentandosi del fatto di essere stato dotato di 32 denti e di un solo cazzo:  "Dio, visto che mi piace molto di piu' scopare che mangiare, perchŽ non mi hai dato 32 cazzi e un solo dente ?". E Dio:  "Se tu vuoi cio', ti posso accontentare, ma dopo non lamentarti !". E cosi' Dio fece il miracolo, e Adamo si ritrovo' con un solo dente in bocca e 32 cazzi fra le gambe. Mentre Adamo si allontanava carico di gioia, fu richiamato da Dio:  "Adamo, dove vai ? Hai dimenticato di prendere le tue 64 palle !".

13.  E Dio creo' Adamo dal fango, lo creo' a sua immagine e somiglianza e poi gli sputo'. E Adamo disse "cominciamo bene!!". (Giobbe Covatta)

14.  Dio dice ad Adamo:  "Adamo, come stai?".  "Non male, ma  sono solo qui e mi annoio".   "Beh? Io ti posso trovare un po' di compagnia, una che cucina per te, pulisce tutto, ti tiene caldo di notte, con grande passione, va sempre d'accordo con te e non ti crea nessuna noia. Ma ti costera' caro. Ti costera' un occhio della testa".  "Un occhio? Ma, che puoi fare solo con una costola ?". (M. Verlander)

15.  E' mattino e Adamo si sveglia! Come tutte le altre mattine la prima cosa che fa e' di contarsi le costole ed alla fine esclama : " ....E ANCHE OGGI PIPPE !!"

16.  Qual e' stata la prima cosa che Adamo ha detto ad Eva ? Fatti indietro, perchŽ non ho la piu' pallida idea di quanto puo' diventare grosso...."

17.  Adamo ed Eva nel paradiso Terrestre. Lui dice a lei: "Sfogliati!".

18.  Un giorno nel Paradiso Terrestre Dio chiama Adamo e gli dice: "E' l'ora che tu ed Eva iniziate a popolare la Terra, percio' voglio che la baci". Adamo risponde che non sa cos'e' un bacio e cosi' Dio glielo spiega. Adamo allora prende Eva per mano e la porta in un vicino cespuglio appartato. Alcuni giorni dopo Adamo ritorna e dice: "Grazie Dio, e' stato proprio bello". E Dio risponde: "Adamo, ora mi piacerebbe che accarezzassi  Eva". Adamo risponde che non sa cosa sia una carezza. Dio di nuovo da' una breve spiegazione ad Adamo che va dietro al cespuglio con Eva. Alcuni giorni dopo, Adamo ritorna sorridente e dice: "Dio, questo era anche migliore del bacio". E Dio risponde "Bene, Adamo. Ora voglio che tu ed Eva facciate l'amore". Adamo chiede spiegazioni su che cosa vuol dire fare all'amore, Dio glielo spiega e cosi' Adamo si apparta con Eva dietro al cespuglio, ma stavolta riappare dopo pochi secondi. Adamo domanda: "Dio, che cosa vuol dire 'mal di testa'?".

19.  Non era la mela singola sull'albero, ma il paio sul terreno che causo' il guaio nel giardino dell'Eden. (dalle leggi di Murphy sul sesso)

20.  Qualche volta le donne sono oltremodo diffidenti nei confronti dei  loro mariti. Quando Adamo una sera ritorno' tardi a casa  Eva era molto agitata e gli disse: "Non sarai andato con altre donne?". Adamo le rispose: "Tu sei irragionevole, tu sei  l'unica donna sulla terra". I due continuarono a litigare finche' Adamo non cadde addormentato. Ad un tratto venne svegliato da qualcuno che lo toccava nel torace. Era Eva. "Che stai facendo?" chiese Adamo. Ed Eva: "Sto contando le tue costole!".

21.  PerchŽ Adamo e' stato l'uomo piu'  fortunato del mondo ? E' stato l'unico al mondo a non avere una suocera.

22.  La maestra: "Come mai hai chiamato Adamo il protagonista del tuo tema ?". Pierino: "perchŽ lei aveva detto di scriverlo in prima persona..."

23.  Paradiso dell'Eden. Adamo vede Eva nuda e le domanda: "Ma cosa sono quelle due cose ?". Eva: "Sono le tettine". Adamo annusandole esclama: "Ah, profumano di primavera. E quel cosino li' ?". "Questo e` l'ombelico". "Profuma di giovinezza. E quella cosa li' ?". Eva: "Beh, questa e' la passerotta ?". E Adamo annusando: "Morta ?".

24.  Adamo e' nel Paradiso terrestre con tutti i comfort possibili, ma sente che gli manca qualcosa che riesce solamente ad accostare ad un colore, un rosa pallido. Dio se ne accorge e crea la donna. Ma pecca di presunzione... Adamo voleva la Gazzetta dello Sport. (Lella Costa)

25.  Adamo si aggira arrabbiatissimo per il Paradiso Terrestre imprecando: "Porca Eva, proprio a me doveva capitare... porca Eva, maledizione, ma cosa ho fatto di male...". Dio lo sente e lo sgrida: "Ma, Adamo, e' peccato maledire. In fondo ti ho donato un mondo bellissimo e una donna stupenda. E' cosi' che mi dimostri la tua benevolenza?". E Adamo: "Ma, porca Eva, cosa ho fatto di male per meritarmi proprio quella donna?". "Ma cosa c'e' che non va in quella donna?". E Adamo: "Ma e' una che si fa sbattere dal primo che incontra!"

26.  PerchŽ i pesci puzzano? Adamo ed Eva hanno appena finito di fare all'amore la prima volta dalla creazione e mentre Adamo e' coricato sull'erba morbida del Paradiso Terrestre, Dio gli si avvicina e gli dice: "Figlio mio, che cosa ne pensi?". "E' stato davvero incredibile - dice Adamo - Non so esprimere quanto mi sia piaciuto". "Ed e' piaciuto anche ad Eva?" chiede Dio. "Anche lei ne e' entusiasta" risponde Adamo. Dio si guarda intorno e chiede: "Ma dimmi, Adamo, dov'e' la tua donna?". Adamo risponde: "E' laggiu', vicino al fiume, si sta lavando". I cieli si oscurano e Dio esclama angosciato: "Non riusciro' mai piu' a togliere quell'odore dai pesci!".

27.  Dopo una dura giornata nel Paradiso Terrestre Adamo torna a casa e vede Eva che strofina un sasso su una foglia di fico. La domanda gli sorge spontanea: "Eva... ma che stai a fa' ?". "Ma come Adamo... te sto a stira' le mutande!!"

28.  Caino e Abele. Siamo tutti fratelli: i fratelli Taviani, i fratelli Lumire, i fratelli Karamazov, le sorelle Adamoli, i fratelli Bardazzi... Ce ne sono altri due nel mio paese, i Fratellini, Rocco e i suoi fratelli, i fratelli Cervi, i fratelli Fabbri. Rosanna Fratello, e via e via e via, e ne aggiungerei un altro: e via! Ma i primi veri due fratelli dai quali tutti noi discendiamo, amici infelici, erano Caino e Abele. Non c'e' errore di stampa, e' proprio scritto cosi'. Caino e Abele dettero luogo a tutto il mondo e c'e' un asterisco sulla Bibbia, vedere per la spiegazione in fondo, e se andiamo a vedere in fondo ando' cosi'. Quando eran piccini tutto regolare: Caino un po' piu' nervoso e Abele piu' perbene: "Buongiorno, mamma!". "Buongiorno a te!". "Buongiorno, babbo! Come stai?". "Bene grazie, non c'e' male". "Figurati, ciao eh...". Insomma, tutto perbene Abele. Caino invece un po'... "Buongiorno!". "Che e' 'sto buongiorno? Che mi interessa?". Quando erano piccoli niente di strano, quando cominciarono a crescere, che il sesso cominciava a bollire nella pentola dell'uomo, a scoperchiare il cervello erotico... beh, bisogna buttar giu' la pasta, ragazzi... "Mamma, ciao!". "Caino, non far tardi!". "Mah! Se trovo qualcosa puo' darsi che rimanga a dormire, arrivederci! Ciao, Adamo! Ciao, Abele!". Andava fuori, cominciava a guardare: zebre, sassi, piante, fiumi, stelle, foglie, frutti, Scalfari, Celentano, ma di donne, non c'era l'ombra! Non gli riusci' a incontrare una donna a pagarla oro, e non ce n'era proprio! Primo sabato niente, il secondo sabato uguale, terzo sabato uguale, alla fine non ce la faceva piu'. Comincia a dargli di balta il cervello e comincia a guardare Abele in maniera un po' strana... "Caro Abele...". "Cosa?". "Niente! Ho detto caro Abele, sembri un po' nervoso oggi...". "perchŽ?". "Niente, sei mio fratello...". "Uhm, cosa?". "Niente, ho detto: sei mio fratello! - dice. - Ci mancherebbe altro che tu fossi la mia... ti vedo un po' nervoso! Guarda li' come cammina di dietro!". Insomma, questa malsana idea comincio' a entrargli in testa, finche' ci pensa tutta la notte e un giorno chiama il fratello e lo redarbonisce un po'. "Abele! Vieni un minuto qua, per curiosita'. Scusa, nel mondo c'e' le cose maschili e femminili, no? Sappiamo, come si chiama nostro padre, che e' un uomo?". "Adamo!". "Uhm, e io?". "Caino!". "E te?". "Abele!". "Guarda un po', strano: Adamo, "o", la finale, dico. Caino, "o"; te invece: Abele, "e", femminile plurale. Non e' proprio Eva, "a", pero'... Ciao, Abele, ci si vede, eh?". Abele comincio' a impaurirsi, narrano i giornalisti dell'epoca: girava proprio armato. Ora, questo Caino, sempre piu' indispettito, un giorno lo chiama: "Abele, guarda... m'avete fatto uno scherzo e mi e' piaciuto, mi son divertito, pero' il gioco e' bello quando dura poco, eh?! Bisogna arrivare a essere cinque miliardi e bisogna darsi da fare, eh? Te devi essere mia moglie per forza. Abele! Vai a casa, mettiti un tailleurino rosa e fatti la barba che mi vergogno di fonte al mondo di avere una moglie va in giro vestita cosi'! ". Abele insiste che e' un uomo. Caino non ci vede piu': gli salta addosso e l'ammazza! Era il primo delitto della storia. S'impauri', si nascose. Ma Dio lo vide e si arrabbio': "Caino, Madonna bonaaa! - Caino sempre piu' nascosto. - Caino! Dio bonooo!". "Che?". "Dov'e' Abele?". "Chi Abele?". "La tua sorell... il tuo fratello! Mi hai fatto imbrogliare anche a me, imbecille!". "Non lo so!". "L'hai ammazzato! te andrai all'inferno". "All'inferno?! Ce n'e' donne?". "Stai zitto! Sottosviluppato!". Bum!! Lo mando' giu' all'inferno. Il diavolo contento: arrivava la prima persona che vedeva. Aveva appena finito di preparare. Entra questo Caino, vede un altro essere vivente e va subito a presentarsi: "Buongiorno! Piacere, Caino!". Il diavolo dice: "Il piacere e' tutto mio: Satana!". "Satana, "a"!". Bestia della miseria! Ci fu una rincorsa nei gironi: al VII Girone lo prese, e da questo terribile connubio tra Caino e Satana nacque l'infelice genere umano. (Roberto Benigni)

29.  L'Ira! Se c'e' uno che si incazza piu' di Lui, ragazzi! Dalla mattina alla sera non c'e' un momento che e' calmo: gia' all'inizio Adamo ed Eva gli presero una mela. "Eeeeh! Fuori di casa mia! Te partorirai con dolore! Te lavorerai con sudore!". Per una mela? Te la pago, mamma mia! Un casino! No, ora io posso anche ammettere: gli hanno preso una cosa che ci teneva. Uno se la piglia, no? Ma poi ti passa... A lui non gli e' ancora passata. Son duemila anni che ci fa battezzare per quella mela. Tutto il giorno me lo immagino, in casa: "Madonna, m'hanno rubato una mela, Dio bono, accidenti a loro mi piaceva tanto e non gliela volevo lasciare, ora chi me la ripaga, mi piaceva a me, la volevo far cotta, me l'hanno presa". "Fattene un'altra...". "Ma mi piaceva quella, Madonna bona, ora voglio vedere, metto un albero di fichi, voglio vedere se mi pigliano anche quelli". Una cosa, guarda! Poi dice aumenta il prezzo della frutta! A quel tempo una mela costava l'ira di Dio! Guido, te lo sai, t'ho voluto bene, accidenti a te! E' venuto a vedere lo spettacolo, e' qui sopra, non ha mica pagato il biglietto, figurati, se passa di la', paga, e' pure tirchio eh? Vieni a pagare le cinquemila lire, accidenti a Guido! E' di piu', lo so. Cinquemila lire ti garberebbe, eh? Ottomila, nove! Allora non viene proprio nemmen qui sopra, se e' nove non si fa proprio vedere nella zona. Guido, si fa per scherzare, eh? Non vorrei, siccome siamo all'aperto, m'arriva un fulmine, Guido, per dire due battute, sai com'e', no? Ti sara' capitato anche a te, no? Accidenti! Pensa che mo' io mi ritrovo di la'... "Benigni, ti sembrava d'esser simpatico con quello spettacolo? Vado a mangiare insieme a Guido, dice: 'Piglia 'sta macedonia'. "No grazie, non si sa mai cosa c'e' dentro, ci fosse un pezzo di mela, tieni Guido, un pezzo di mela nella macedonia". (Roberto Benigni)

30.  PerchŽ Dio ha creato Adamo prima di Eva? Per dargli la possibilita' di dire qualcosa.

31.  Prima di estrargli una costola per fare la donna, Dio diede un sonnifero ad Adamo e gli disse: "Dormi tranquillo, figlio mio. E' l'ultima volta che potrai farlo!"

32.  Paradiso Terrestre: Eva chiede a Dio: "Signore, ho un problema!". "Cosa cÕe', Eva?". "Signore, so che mi hai creata, e hai fatto per me questo splendido giardino e tutti questi meravigliosi animali, e quellÕallegro e comico serpente, ma io non sono proprio felice...". "Come mai, Eva?". "Dio, mi sento sola. E sono proprio stufa di queste mele!". "Bene, Eva, in questo caso posso aiutarti, creero' un uomo per te". "CosÕe' un uomo, Signore?". "Questo ŌuomoÕ sara' una creatura difettosa, con molti tratti negativi. Ingannera', mentira', e sara' superbo; insomma, ti dara' parecchi grattacapi. Fara' spesso brutte figure, e sara' scioccamente curioso. Avra' scarso intelletto e poca sensibilita' e trovera' soddisfazione in cose infantili come cacciare o prendere a calci una palla. Come vedi non sara' molto brillante e avra' sempre bisogno dei tuoi consigli per pensare correttamente. Ma, visto che me lo chiedi, lo creero', e lo faro' in modo che possa soddisfare le tue, ehm, esigenze fisiche". "Mmm... sembra proprio una gran cosa!" dice Eva alzando ironicamente le sopracciglia. "Cosa devo fare in cambio, mio Dio?". "Si', allora... lo potrai avere ad una condizione... come ti ho gia' detto sara' orgoglioso e arrogante, e colmo di autocompiacimento... percio' dovrai fargli credere che ho creato lui per primo... ma ricorda... questo sara' il nostro segreto... da donna a donna!"

33.  E Dio sul far della sera prese due costolette di Adamo, ma non trovando pronta la griglia sul fuoco tuono': Puttana Eva! (Mirco Stefanon)

34.  "Ha mangiato la foglia" come disse Eva con Adamo in ginocchio.

35.  Ero iscritto all'universita' e ci convocarono per annunciare che dovevamo considerarci tutti volontari. Commento' Giorgio C., che aveva letto la Bibbia ed era anche molto spiritoso: "Mi sento come Adamo quando Dio gli disse: 'Questa e' Eva, e adesso scegli la tua sposa'". (Enzo Biagi)

36.  Adamo disse a Dio: "Signore, voglio una donna, costoli quello che costoli".

37.  La Nutella e il Paradiso. Once upon a time, many, many, many, ma Ōna cifra of many years ago, at the beginning of the initiation of the mond, there was the caos. One day, God (God is the nome dÕart of Dio), God, who was disoccupated, had a folgorant idea and so God created the Nutell. And God saw that the Nutell was good, very good, very very good, good Ōna cifra. The mangiation of God was long, He manged one million of barattols of Nutell sfrutting the fact that God has not a Mamm that strills if you sbaff too much Nutell... And after this mangiation, God invented the Water Closed Run, the cors in the cabinet, and some NutellÕs derivates like the red bubbons, the panz, the cellulit and ceter, and ceter. After di which (dopodichŽ) he invented Adamo ed Eva and all the paradise and he diss to Adamo and Eva: "Now you have all the Paradise, you can do everything, very tutt: you have the permission to eat, to drink, to kiss, to scop; nothing lavor, nothing affit, nothing concors of impiegats, nothing cod alla post, nothing IRPEF, ILOR. Only very ozious life: television, telenovels, football, moviols, process of Monday, appell of Tuesday, cassazion of Wednesday, and ceter, and ceter. You have gratis restaurants, cinemas, theaters, all the Paradise is yours: air-conditioned, autom riscaldament, moquette, parquett, tresset, bidet, omelette, eccet, eccet....  "ThereÕs just one thing, remember, in tutt the Paradise just one thing absolutely prohibited. Come, come to me in the giardin: this is "the Nocciol", the alber of the Nutell. Only this alber of the Nutell is prohibited, because I like the Nutell very much, very very much, much Ōna cifra and I want all the Nutell, tutt the Nutell for me." During the prim temps, Adamo and Eva were very happy. Adamo said: "What a cool! ("Cool" is not in Italian "freddo", no, "What a cool" means "Che cul") All the Paradise is nostr!". And everyday, ognigiorn, they discovered something new. A lot of scoperts, many scoperts, many many scoperts, Ōna cifra di scoperts. One day the scopert of the hot water, one day the scopert of the spaghettis, one day the cigarettes, and ceter, and ceter. But one day, a trist day, a very very trist day, trist Ōna cifra, Adamo and Eva fecer the scopert of the first colazion. And after the scopert of the cappuccin, the scopert of the aranch succ, the scopert of the cornetts, they understood that something was mancant. "Eva!" said Adamo "DonÕt you think that qualcos is mancant here, proprio here, Ōncopp this fett?". "Second me" Eva risposed "Õncopp the fett you have to metter burr and marmelade." "No, no Eva, you know that the marmelade schif myself. I want Ōncopp this fett something very particular, very very particular, particular Ōna cifra. What do you think about the Nutell?" "No, Adamo you are scording that the Signor said thatÕs vietat!" "Yes, I remember, but only a little assaggiation, donÕt succed nothing!" And Adamo sces in the cortil where the alber of the Nutell was and he pres a small barattol and spalmed the brown cream on the fett and assagged the Nutell. Adamo and Eva donÕt ebber the time to exprimer the godiment that the tuons and fulmins apparved in the ciel and one voice said:"Potevamo stupirv you with special effects, but IÕm God, not Fantagod!  Adamo, Eva, come here! IÕm very incazz with you, very very incazz, incazz Ōna cifra! How did you permit to tocc the Nutell? DidnÕt you remember that it was prohibited?" "Cazz!" esclamed Adamo "It was prohibited! Oh, sorry, God, IÕm very very sorry, sorry Ōna cifra, God, I really really was completely scordat..." "DonÕt do that fint tont, Adamo, IÕm God, I can see everything, very tutt, and I know that you and the woman have deliberatament assaggiated the Nutell. So you have a big punhition, a very castig for your peccat. But siccom IÕm sconfinatly good, you can choose, you have two scelts: "Scelt number 1: nothing Nutell for ever and ever in the secols of the secols, amen!" "Nooo!" Eva was piagnucoling "ItÕs a thing very tragic, very very tragic, tragic Ōna cifra!". "Aspett!" said God "DonÕt be frettolous woman... "Scelt number 2: you can take the Nutell, no problem, letÕs prend, prend, but for you is the cacciation out of the Paradise.  You will have to lavorar with the sudor of your front, you will zapp the terr, youÕll have mal of schien and, like this donÕt bastass, everytime you will mang Nutell, the malediction of the brufols, of the mal of panch, of the cacarel will be cadent on you." "AlŽ!" esclaimed Adamo "Thank you God, thank you, we donÕt interess the cacciation dal Paradise, the important is to have the Nutell! Goodbye! Ciao, ciao!". And so Adamo and Eva were cacciated and this original peccat and this malediction cadded on lor and on lor discendents, and on the discendents of the discendents. Infact, tuttÕogg, you can veder in the pubblicity all the ragazz that per aver one fett of pan and Nutell they scalan the mountains they stay in a tend al fredd and al gel and ceter, and ceter. But the final pensier of tutti noi is "ItÕs meglio faticar and soffrir with the Nutell piuttost che the Terrestr Paradise senz the Nutell."

38.  Adamo aveva l'ombelico?

39.  In un WC: Nessuno dal capo mi leva/ che il "pomo" era il culo di Eva/ e il serpente che pendeva dal ramo/ era il cazzo di Adamo!

40.  La storia del cesso. 
Un d“ nel giardino felice
Adamo domanda a se stesso:
"PerchŽ porca la meretrice
io non posso cacare su un cesso?"

Fu su quel suo preciso volere
cui il Divino ci mise la mano,
cre˜ l'oggetto d'agognato piacere
per donarlo al popolo umano.

E il cesso dal quel dato momento
fu nei secoli l'unico arnese
a far l'uomo felice e contento
per le gioie del suo luogo cortese.

Anche quando Cleopatra la bella
nel rifugio pi intimo e caro,
scaricava la sua cacarella
dentro al Nilo che scorreva ignaro.

E si narra che Cesare Augusto
ci correva ogni quanto poteva,
per goder l'irresistibile gusto
di cagar tutto quel che doveva.

E non fu mai di meno Archimede
che uno studio ci costru“ intorno,
perchŽ il tanto pensare richiede
d'andar s“ pi d'una volta al giorno.

Carlo Magno possiam ricordare
che a ogni terra da lui nuova invasa,
da due servi lo faceva portare
per sentirsi un po' come a casa.

Ricordando che Re Baldovino
un amante di gran deiezioni,
nel suo cesso faceva un inchino
e schizzava in tutte le direzioni.

E menzion or faremo di Dante
che da sommo qual era il poeta,
assai spesso ne cagava tante
da star dentro pi d'un ora completa.

Senza dir poi di Napoleone
che l'aveva di gemme e dorato,
ma una volta di solo marrone
lo lasci˜ dopo aver evaquato.

Il famoso signor Garibaldi
che l'eroe dei due mondi  stato,
nei momenti di guerra pi caldi
pi di uno l'ha lasciato intasato.

Anche oggi i politici moderni
ne han uno con volte e arcate,
perchŽ tra ministri e governi
han prodotto solo grandi cagate.

E cos“  la storia del cesso
che non  e non sarˆ mai finita,
e a raccontarla sarˆ indefesso
il continuo scorrer della vita!
--
(Guru)

41.  Un giorno, nel giardino dell'Eden, la prima donna, che per comoditˆ chiameremo Eva,  disse a Dio... "Signore, ho un problema". "Che problema, Eva?". "Signore, so che mi hai creata e che hai provveduto per questo giardino bellissimo, e per tutti questi meravigliosi animali, soprattutto i miei adorati cani, e quell'allegro e buffo serpente... ma io non mi sento davvero felice". "Come mai, Eva?" fu l'immediata replica dall'alto "Signore, mi sento sola. E sono proprio stufa delle mele...". "Bene Eva, in questo caso ho una soluzione. Creero' un uomo per te". "Che cos'e' un 'uomo', Signore?". "Questo 'uomo' sara' una creatura difettosa, con molti aspetti negativi. Ti dirˆ la veritˆ o ti mentira', a seconda di quello che gli conviene, ma mai con la malizia che ti contraddistingue. Ti prendera' in giro e sara' vanaglorioso, in   pratica ti dara' un sacco di problemi. Sara' piu' grande di te e piu' veloce, pi forte, sarˆ violento e amera' cacciare ed uccidere. Avra' uno sguardo scioccamente curioso, insistente, ma visto che ti stai lamentando, lo creero' in modo che possa anche soddisfare le tue, ehm, necessita' fisiche. Sara' un po' scarso di intelletto e si impegnera' in occupazioni infantili, come la lotta e prendere a calci una palla. Non sara' molto sveglio, e avra' spesso bisogno dei tuoi consigli per pensare correttamente. Anzi, spesso, dovrai proprio prenderlo per mano ... e non solo da piccolo ... bada che ti darˆ piaceri e tanti dispiaceri, cominciando dal dolore al momento della nascita ... " "Sembra una cosa divertente!" commento' Eva ammiccando ironicamente. " e dove sta la fregatura?". "Nessuna fregatura, ma ... beh... lo puoi avere ad una condizione". "Quale?". "Come ti ho detto, sara' orgoglioso, arrogante e autocompiacente... percio' dovrai fargli credere che  stato creato lui per primo... pero' ricorda... e' il nostro segreto... da donna a donna!".

42.  Cosa disse Dio dopo aver creato Adamo? Eppure dovrei essere capace di fare di meglio ! E cosa disse Dio dopo aver creato Eva? Solo dopo aver gia' fatto pratica si raggiunge la perfezione.  

43.  Quando Eva imparo' a cucinare, Adamo si copri' le intimita' con una sfoglia. (Mauroemme)

44.  Chi fu il primo radiotecnico della storia? Adamo, perchŽ con una costola costru“ un altoparlante.

45.  PerchŽ Eva morsico' la mela proibita? PerchŽ il sapore era migliore che quello della banana di Adamo. (oppure: PerchŽ Adamo non gli dava la banana!!)

46.  Se Adamo si fosse accontentato di pesche, uva, pere e ananassi, oggi vivremmo nel Paradiso Terrestre. (Bertrand Russell)

47.  "Sei l'unica donna della mia vita" come diceva Adamo ad Eva

48.  ADAMO ED EVA di Giobbe Covatta. Riassunto della puntata precedente: In sei giorni il Signore aveva creato tutte le cose: il sole, la luna, quello scemo di Maradona, i puffi, la forfora, e tutti gli animali del creato, tranne Andreotti, che era gia' suo segretario da tempo immemorabile. E allora il Signore disse: <<Orsu', prendiamo del fango. Orsu', impastiamolo. Orsu'...>>.* Poi ci sputo' sopra, e nacque Adamo. E Adamo, asciugandosi il viso, disse:<<Cominciamo bene!>>. Ma i suoi guai non erano finiti li', perchŽ il Signore, non ancora soddisfatto, gli face l'anestesia totale e creo' la donna. E Adamo disse: <<Signore, manca un pezzettino...>>. Ma il Signore rispose: <<No, questa e' la donna>>. E Adamo ancora disse:
-----------
* <<Orsu'>> ha probabilmente il significato di <<Un, due, tre, stella...>>
-----------
<<Signore, mancano almeno tre etti... Si vede a occhio nudo!>>. Ma il Signore non volle sentire ragioni, e li mise entrambi in un posto cosi' bello che si chiamava come un cinema a luci rosse: Eden. E allora il Signore disse: <<Qui potete mangiare di tutto: carne, pesce, pane e Nutella, fritto misto, pizza margherita, ma non le mele, le mele no, LE  MELE NO!>>. E Adamo rispose: <<Non ti incazzare...Ci stanno gli aranci che mi piacciono pure di piu'... Mangeremo gli aranci!>>. Ed ecco che Adamo si diede a dare i nomi agli animali. E diceva: <<Tu ti chiamerai levriero, tu ti chiamerai porco...>>. E il maiale diceva:<<Ma come?! Quello levriero e io porco? E dove sta la giustizia divina?>>. <<E che cosa dovrei dire io, allora?>> si lamentava lo scarrafone. In quella Eva si trovava vicino a un albero; a un tratto si giro' e vide un serpente. E disse: <<Che schifo!>>. <<Sei bella tu!>> rispose il serpente, che era permaloso. Ed ecco che prese a parlare ad Eva con voce suadente: <<Le mele fanno bene, contengono le vitamine, una mela al giorno leva il medico di torno, meglio farsi una mela che farsi le pere... Se mangerete di questo frutto diventerete intelligenti>>. Ed Eva disse: << Ma noi siamo gia' intelligenti!>>. E il serpente guardo' Adamo e disse: <<Chillo e' n'ora che va parlanno co' nu porco... Ti pare intelligente?>>. <<E' vero>> rispose Eva, e sputo' in faccia ad Adamo. <<Che brutta giornata>> disse Adamo. <<Sono stato appena creato e gia' mi hanno sputato in faccia due volte>>. Ed Eva gli offri' una mela, ma Adamo rispose: <<La mela no, costa un'ira di Dio!>>. Ma Eva minaccio' di portarlo in un ristorante cinese, e Adamo accetto' la mela. E mangiarono il frutto proibito. Ed ecco che arrivo' il Signore e disse: <<Vi caccio, quant'e' vero Dio!>>. Ed Eva suggeri' piano ad Adamo: <<Diciamogli che siamo atei!>>. Ma Adamo scosse la testa: <<Non posso, lo conosco personalmente>>, e si copri' il viso per evitare che qualcuno gli sputasse in faccia. E il Signore disse: <<Donna, tu partorirai con gran dolore. Uomo, tu lavorerai con gran sudore, ammesso che troverai lavoro. E la Terra produrra' spine e sofferenze>>. E Adamo disse: <<Ma santo Dio, tutto questo per una mela? Domani te ne porto un chilo...>>. <<Non e' la mela,>> disse il Signore <<e' una questione di principio: oggi la mela, domani la collezione di francobolli, che figura ci faccio di fronte alla gente?>>. <<Ma se non c'e' nessuno!>> disse Adamo, ma il Signore fece finta di non sentire e sventolando il cartellino rosso se ne ando' dicendo: <<A me!>>, che in antica lingua divina vuol dire <<Addio!>>, ma nessuno lo capi'. E Adamo ed Eva abbandonarono il Paradiso terrestre, e affittarono una caverna: due stanze, servizi e cucina abitabile, contratto uso foresteria. E Adamo chiese a Eva:<<Ti ha detto nulla la mamma?>>, ma subito aggiunse: <<Ah gia', la mamma sono io!>>. E dovettero procedere per tentativi: prima un dito in un occhio, poi un piede in bocca, poi un ginocchio nell'orecchio... Fin quando si conobbero in senso biblico. E Adamo disse: <<E' stato un piacere conoscerti, bambola, a te cosa e' sembrato?>>. <<Certo meglio di quando mi hai infilato il gomito sotto l'ascella... Comunque, per essere uno appena uscito dall'eternita', ci hai messo proprio un attimo!>>. E quella notte Eva rimase incinta. E Adamo disse: <<Che iella, alla prima botta!>>. Ed Eva disse: <<Potevi starci almeno attento, pensi solo a te stesso!>>. E fu cosi' che fu gettato il seme del primo uomo e anche quello della prima incomprensione. Ed Eva si gonfio' sul ventre. E Adamo disse: <<Prova con due dita in gola>>. Ma Eva disse: <<Non e' lo stomaco, questo e' un figlio... Dobbiamo pensare al nome da dargli!>>. E Adamo disse: <<Se esce da dove sono entrato io, lo chiamiamo Houdini!>>. E nacque Caino, e Adamo lo guardo' e disse: <<Come e' piccolo! Io appena nato non ero cosi' piccolo...>>. E Adamo volle conoscere di nuovo Eva. E il Signore vide e chiamo': <<Adamo!>>. E Adamo, che stava conoscendo Eva proprio in quel momento, disse: <<Questa e' la segreteria telefonica di Adamo. Non sono in casa...>>. E il Signore disse: <<Adamo, non fare il cretino, e smetti di fornicare>>. <<E va be', e le mele no, e fornicare no... Tu hai bisogno di uno psicanalista!>>.  E per questa distrazione Eva rimase incinta per la seconda volta, e Adamo disse: <<A proposito, Signore, non e' che potresti creare la farmacia? Sai come vanno le cose: far bene la conoscenza fa bene alla conoscenza...>>. Ma Dio non creo' la farmacia, ed Eva non volle piu' conoscere Adamo. E quando Eva voleva conoscere, Adamo aveva mal di testa. E non si trovarono mai piu' d'accordo su questo argomento, e questa fu la vera maledizione per l'umanita'. Parola di Giobbe. (Giobbe Covatta)

49.  CAINO E ABELE. E' lecito chiedersi come Caino e Abele abbiano potuto generare l'umanita'. Un pastore e un agricoltore, anche tenuti in cattivita' insieme per quarant'anni, non avrebbero mai potuto farcela, anche se il pastore fosse stato un brasiliano operato. Un agricoltore e una pastorella si'. Un pastore e un'agricoltrice si'. Ma un pastore e un agricoltore? No. Quella che segue e' la cronaca di come andarono effettivamente le cose. L'assoluta mancanza di testimoni rende del resto improbabile una smentita. Caino e Abele non erano stati sempre due. Infatti, prima della nascita di Abele, Caino era figlio unico, ma proprio unico, perchŽ sulla faccia della Terra ci stava solo lui con i suoi genitori. La solitudine pesava molto a Caino, e mamma Eva cercava invano di consigliarlo per il meglio: <<Caino dovresti trovarti una ragazza, Caino perchŽ non telefoni a qualcuno, Caino porta a pranzo qualche amico...>>. E fu cosi' che Caino non riusci' mai a superare il suo senso di solitudine, e divento' presto anche psicopatico. Eva era molto preoccupata, e disse ad Adamo: <<Dovremmo dargli una sorellina>>. E fu cosi' che nacque Abele, che crebbe e divenne bello, biondo, alto, con la minigonna di leopardo e le messa in piega con le meches: una specie di Donatella Rettore, ma piu' educato. E Caino comincio' ad odiare Abele perchŽ ogni sera, quando tornava a casa, Abele chiedeva: <<Chi e'?>>. E Caino rispondeva: <<E chi puo' essere, che sulla faccia della Terra ci stiamo solamente noi due?>>. E ogni volta che Caino usciva, Abele si raccomandava: <<Non parlare con  gli sconosciuti>>. E il carattere di Caino peggiorava. La sera, non sapendo che fare, i due fratelli giocavano allo schiaffo del soldato. Abele stava sotto, e Caino colpiva con un grosso ramo di quercia la mano del fratello. Poi chiedeva: <<Chi e' stato?>>. <<Caino>> rispondeva Abele. <<Sbagliato, stai sotto ancora tu>>. In questo modo, Caino costringeva Abele a stare sotto anche per sei mesi di fila, dimostrando cosi' Caino la sua malvagita', e Abele la sua idiozia. Crescendo, Abele divenne pastore, e Caino agricoltore. Abele aveva un sacco di agnelli, che chiamava per nome: Gianni, Susanna, Umberto, Edoardo...Ma non sapeva che farsene. Provo' ad aprire un ristorante:"Chez Abel", specialita' abbacchio al forno, ma dovette chiudere per mancanza di clienti, visto che Caino era vegetariano. Allora si diede al commercio, ma nessuno voleva le sue pecore: Caino ne comprava giusto una di tanto in tanto, poi, quando non ne era piu' innamorato si faceva una giacca di montone rovesciato. Abele, per disperazione, si diede a fare sacrifici al Signore. Ogni giorno bruciava sette o otto agnelli in sacrificio. Caino, invece, non faceva mai sacrifici al Signore. E Abele diceva: <<Cai', ti aiuto io>>. E Caino rispondeva: <<Abe', se tocchi qualcosa ti ammazzo!>>. Un giorno Caino torno' a casa e trovo' Abele tutto allegro: <<Sorpresa!>> disse Abele. <<Ho sacrificato per te tutte quelle foglie brutte, secce e puzzolenti che tenevi in cantiva. Il Signore e' contento, e tu ti sei liberato di tutta quell'erbaccia schifosa!>>. <<Schifosa?>> grido' Caino. <<Quella era erba buonissima!>>. E fu cosi' che Abele scopri' che Caino faceva uso di stupefacenti; ma non fece in tempo a rammaricarsene perchŽ Caino, incazzato come una biscia, gli diede una martellata che lo fece stramazzare a terra come un tappetino da bagno. E in quella si udi' una voce: <<Ashfatal sich ismnael eton oschitah viro'!>> Che in antica lingua divina significa: <<Ehi tu!>>. E Caino alzo' gli occhi al cielo, non perchŽ fosse stufo, ma perchŽ da li' proveniva la voce. E la voce continuo': <<Ehi tu, laggiu', coso li', come ti chiami... Ue', con tutta 'sta gente che ho creato non mi ricordo mai un nome!>>. <<Sono Caino, tu chi sei?>>. E la roboante voce rispose: <<Rambo, no, macche' Rambo, sono... Superman... Ma no, che sto dicendo? Sono... chi sono? Non mi ricordo piu', oddio... Ah, gia', Dio, e' vero, ecco chi sono, Dio... O no?>>. E Caino capi' che il fumo del sacrificio era arrivato fino in cielo. <<Caino, dov'e' Abele?>> chiese Dio. <<Boh?>> rispose Caino. <<"Boh?"! Qua stiamo facendo la Bibbia e tu dici "boh?"!? Forza, fai sentire, come si deve dire?>>. E Caino disse: <<Ufff... Che palle, e va bene: Sono forse io il guardiano di mio fratello?>>. <<Bravo,>> disse il Signore <<lo vedi che quando ti applichi non sei poi cosi' cretino?>>. E il Signore puni' Caino per l'omicidio del fratello, e disse: <<Donna, tu partorirai con gran dolore, uomo, tu lavorerai con gran sudore... Ah no! Questo l'ho dato come compito a casa l'altra volta. Allora scegli: dire, fare baciare, lettera o testamento?>>. E Caino rispose: <<Proviamo testamento...>> <<Antico o Nuovo?>>. <<Uffa, fai un po' tu...>> E il Signore disse: <<Per punizione farete la partenza intelligente ad agosto, e vi alzerete alle due di notte per non trovare traffico, e vi accorgerete che tutti sono partiti alle due di notte per non trovare traffico, e vi troverete con quattro milioni di intelligenti al casello dell'autostrada, e gli unici cretini saranno i ladri che in citta' ripuliranno tutti gli appartamenti...>>. <<E' terribile>> disse Caino, ma Dio non aveva ancora finito. <<E vi dovrete fare tutti gli anni i regali di Natale. E dopo aver girato tre settimane per trovare un pigiama di flanella da regalare ai vostri parenti, riceverete in regalo diciannove pigiami di flanella, e sarete condannati a una catena di Sant'Antonio di pigiami di flanella...>>. <<Basta, ti prego!>> esclamo' Caino, ma Dio non aveva ancora finito. <<E quella volta su duecento che una donna vi si concedera', a condizione di usare il profilattico per paura delle malattie, ci sara' lo sciopero delle farmacie, e non troverete in casa neanche il domopak, per risolvere la faccenda artigianalmente...>>. <<E poi?>> chiese Caino, ma questa volta Dio aveva veramente finito, e disse: <<Te l'avevo detto, Caino: fate l'amore, non fate la guerra!>> <<E con chi?>> urlo' Caino <<Che qua ci stavamo solo io e quell'altro rimbambito?!>>. <<Ue', Caino, abbassa la voce, eh! Dio ci sente perfettissimamente, in cielo, in Terra e in ogni luogo. Egli non e' sordo. Ho detto>>. E Dio fece per incrociare le braccia, ma cosi' facendo gli scappo' un fulmine che inceneri' Caino sul posto. <<Perbacco,>> disse il Signore <<speriamo che non abbia visto nessuno>>. Poi si rese conto che in realta' non c'era nessuno che potesse vedere. E il giorno dopo, riposato da un bel sonno, ma ancora con un gran mal di testa, il Signore creo' Ciro e Luisa. Ed essi furono i veri progenitori dell'umanita'. Parola di Giobbe. (Giobbe Covatta)

50.  DISCENDENZA DI ADAMO. Riassunto della puntata precedente: Adamo ed Eva generarono Caino e Abele, che ebbero qualche problema. Seconda Puntata. Ciro e Luisa generarono ENOS, che fu padre di tutti i pastori (che menano il can per l'aia), di tutti gli allevatori di galline (che cercano il pelo nell'uovo), e anche di uno che fece il parrucchiere. Enos non beveva, non fumava e non andava a donne anche perchŽ ce n'erano tre o quattro in tutto. Egli in questo modo visse novecentocinque anni, ma non si diverti' un granche'. Enos genero' KENAN, che fu padre di tutti gli alcoolizzati e i fumatori d'oppio, e fu lui stesso un fumatore doppio, perchŽ fumava due sigarette alla volta. In questo modo Kenan visse solo novecento anni, ma si diverti' molto piu' del padre. Kenan conobbe sua moglie quattro volte ed ebbe quattro figli: ogni botta un centro, e con quattro centri vinse un orsacchiotto. Kenan genero' MALLALLALEA, che fu padre di tutti i balbuzienti e di tutti e trentatre' coloro che entrarono a Trento tutti e trentatre' trotterellando. Mallallalea conobbe sua moglie tre volte, ed ebbe nove figli, e quando gli portarono l'orsacchiotto lo accetto' ma con sospetto. Mallallalea mori' raggiunta l'eta' di 3427951, 06 per chi chiama da fuori Roma. Mallallallea genero' IARED, che fu padre di tutti coloro che si iscrissero alla scuola Radioelettra di Torino per diventare riparatori radio-tv, fotografi, idraulici, con diploma riconosciuto. Iared conobbe sua moglie una infinita' di volte, ma ebbe solo due figli. Sua moglie fu una donna appagata, ma lui mori' a novecentosessantatre' anni senza nemmeno un orsacchiotto. Iared genero' ENOCH, padre di quasi tutti i bambini che nacquero in quel tempo, in quei luoghi e anche nelle vicinanze. In breve tempo egli fece esaurire tutte le scorte di orsacchiotti, e anche la pazienza degli altri uomini. Tanta attivita' mino' la salute di Enoch, il quale mori' nel fiore della giovinezza, a soli trecentosessantacinque anni. Suo fratello mori' un anno dopo a trecentosessantasei anni; infati si chiamava Bisestile. Enoch genero' MATUSALEMME, che fu padre di tutti coloro che eccellono negli sport quali: tiro alla cinghia, salto del pasto, arrampicata sugli specchi, salto nel buio, ecc. Matusalemme non ando' mai d'accordo con Enoch, per via del gap generazionale, e gli diceva spesso: <<Katon shakavil>> che in antica lingua prebabilonica significa: <<Papa', sei vecchio, non puoi capire noi giovani!>>. Matusalemme visse millecentonovanta anni, che con l'Iva al 19% fa un netto di mille anni esatti.  Matusalemme genero' LAMECH, che fu padre di tutti i maghi, le streghe e i commercialisti, ovvero di tutti coloro che fanno fattura. Lamech visse 777 anni, e fu lui che invento' nel televideo i sottotitoli in antica lingua prebabilonica. Lamech non conobbe mai sua moglie, eppure genero' cinquantaquattro figli maschi e quattro cosi' cosi'. Egli pensava di essere un mago, ma era l'unico a pensarlo. Di tutti questi figli uno solo passo' alla storia: NOE'. Egli era il prediletto. Parola di Giobbe. (Giobbe Covatta)

51.  Adamo ed Eva, Caino e Abele non formavano una societa' molto numerosa, eppure nacquero da essi l'amore, l'adulterio, la gelosia, l'invidia, l'assassinio e la menzogna. (Anna Zuccari)

52.  Come ha fatto Eva a capire che Adamo era un uomo? Ha mangiato la foglia!!

53.  Quando il mondo giˆ nasceva,
du' picciotti, Adamo ed Eva,
se ne andavano contenti
senza avere addosso niente.

Se ne andavano felici
in quell'Eden profumato
e vivevano con niente:
ne' lavoro ne' tormenti

Ma un giorno Eva antica
s'accorse che il suo compagno,
bel maschio aitante,
aveva un difetto sul davanti.

Ammirava divertita [ omissis, non si deve sapere cosa]
e man mano  che toccava,
diventava lungo, grosso e duro

"Bih, che bello, bih, che teso!!"-
smaniava divertita... [omissis]
e Adamo, annichilito
con le gambe molli molle
le diceva: "Tocca, tocca....[omissis ancora]
su dammi sto ristoro,
sto piacere mai provato!"

Ma a quel punto un serpente
si intromise nel frangente:
"Non si tocca con la mano
sto pendente mascolino.

Eva mia devi sapere
che il c***o si deve s***re

Eva, allora, ci provo'
e... Adamo s'ammoscio'

Il Signore in quel momento
s'affaccio' sul firmamento
e incazzato come un signu
e gridando a voce piena,
dicea: "Ma che fai...sucaminKina...
puttanuna sopraffina
di sto mondo sei la rovina!
Vergognatevi, vastasi,
copritevi il davanti..."
e incazzato come un mulo
li prese a calci in culo.

54.  Adamo ha avuto i suoi bei problemi a comperare a suo padre il regalo per il giorno del papˆ. Che si compera a uno che ha tutto? (Milton Berle)

55.  Se Dio avesse voluto gli omosessuali, non avrebbe creato Adamo ed Eva, ma Adamo e Peppino.

56.  Ai tempi di Caino e Abele il 50 % della gioventu' era costituita da assassini. (Massimo Cavezzali)

57.  La cacciata di Adamo ed Eva: un errore genetico. (Boris Vian)

58.  Dopo ch'Adamo comincio' co Eva / tutte le donne se so' fatte fotte. (Gioachino Belli)

59.  Dopo che ebbe creato Adamo ed Eva, Dio stava per allontanarsi quando si accorse che nel suo Cesto dei Miracoli aveva ancora due doni divini da assegnare. Allora ritorno' e disse: "Figli miei carissimi, mi sono rimasti ancora due doni divini da assegnare. Il primo e' quello di orinare in piedi. Chi lo vuole?". Adamo, volendo sempre essere il primo, alzo' la mano esclamando: "Io! Io! Per favore! Cosi' potro' farla dove voglio, e fare anche la schiumetta, e i concorsi per chi la fa piu' lontano... per favore, dallo a me!". "D'accordo, Adamo, cosi' sia". Eva, sommessa e comprensiva, se ne stava in disparte, tutto sommato contenta della felicita' di Adamo. Allora il Creatore rovisto' nel Cesto dei Miracoli ed esclamo': "E il secondo dono e'... avere orgasmi multipli!"

60.  Adamo, subito dopo la creazione, si addorment˜ e il suo primo sonno tranquillo fu anche l'ultimo: si svegli˜ e aveva moglie. (Anonimo)

61.  CAINO E ABELE. Scena: la sala da pranzo di Adamo, una sera durante la cena. Adamo  capotavola, Eva al suo fianco, Caino e Abele agli altri lati. Caino (guarda in cagnesco il fratello) rivolto al cameriere filippino: Manuel, passami l'odio. (Gino Nebiolo)

62.  Adamo: "EVA!!! L'hai rifatto un'altra volta! Hai messo il mio vestito nell'insalata!". (Lopezzone)

63.  Giardino dell'Eden. Dopo tre settimane dalla creazione, il signore viene nel giardino dell'Eden a visitare la prima donna: "Come vanno le cose, Eva?". Ed Eva: "Meravigliosamente, tutto  cos“ bello, signore. Le albe ed i tramonti sono sbalorditivi, e il giardino  incantevole, ho solo un problema; questi tre seni che mi avete dato, quello centrale  compresso dagli altri due e spinge gli esterni all'infuori; camminando urto sui rami e mi graffio sui cespugli, insomma il terzo seno m'infastidisce e non serve a nulla". "La tua osservazione  giusta, - le risponde Dio, - ma questa era la mia prima creazione sai? Ho dato agli animali... quante ? Sei mammelle ? Ho calcolato che per la donna dovessi dividere per due, ma capisco che hai ragione. Rimedier˜ subito!". Cos“ il signore allunga una mano e strappa quel seno centrale tanto ingombrante, gettandolo nei cespugli. Altre tre settimane passano e Dio una volta ancora viene nel giardino in visita: "Ti saluto Eva, come sta la mia creazione favorita?". "Splendidamente, - risponde Eva - solo ho notato una piccola svista dalla vostra parte. Vedete, tutti gli animali sono accoppiati e felici, la pecora ha il suo ariete, la mucca ha il proprio toro, lo stallone ha la sua cavalla, insomma tutti gli animali hanno un compagno; tutti tranne me.  Io mi sento sola". Dio pensa per un attimo: "Sai Eva, ancora una volta hai ragione. Come posso aver trascurato un particolare importante come questo?! Naturalmente anche tu hai bisogno di un compagno e io all'istante creer˜ l'uomo da una parte di te!". "Ora vediamo... dove ho lasciato quell'inutile seno?". (Bilbo Baggins)

64.  Che pretesa sostenere che l'informatica sia recente: Adamo ed Eva avevano giˆ un Apple!

65.  Chi furono i primi comunisti della storia? Adamo ed Eva: non avevano vestiti, da mangiare avevano solo una mela in due, furono presi a calci nel culo da chi diceva di amarli ed erano convinti di essere in Paradiso

66.  Eva: "Adamo, ti sembra questa l'ora di rincasare?". Adamo: "Ma lasciami stare, Eva... una filaaaa!".

67.  E se Adamo ed Eva non si fossero piaciuti? (Milovan Vitezovic). E in effetti si detestavano. Da dove credi sia nato il matrimonio? (Mauroemme)

68.  Adamo non  mai stato regolarmente sposato con Eva... per cui fa di tutti noi dei figli di... (Groucho)

69.  Secondo alcuni scritti apocrifi, viene a cadere l'ipotesi che il frutto del peccato fosse la mela, e anche il fatto che fosse stata Eva a tentare Adamo. Fu infatti Adamo il tentatore, continuando a chiedere incessantemente ad Eva "Me la dai?". (Lopezzone)

70.  Adamo e' stato il primo paranoico: era terrorizzato dalle corna. (Paco Genovese)

71.  E' autunno e cadono le foglie. Per Adamo ed Eva inizia la stagione degli amori. (Camillo Canovi)

72.  Supposta di saggezza: qual e' stato il primo piatto che Eva ha preparato per Adamo? La mela! Vedi che gia' allora non aveva voglia di lavorare? (Omen) (Raul Cremona)

73.  E Adamo alz˜ le braccia al cielo, invocando il Padre Celeste, che in quel momento era rosso perchŽ la notte era andato in bianco. Aveva creato gli uccelli, e da allora si guardava sospettosamente in giro. "Non capisco, Dio, davvero, non capisco: che mesi sono questi che hai appena creato, Febbraio e Marzo? Imprevedibili, assurdi, un giorno cade un acquazzone incredibile e l'altro splende un sole brillante. Oggi soffia un vento che non si riesce a stare in piedi e domani non si muove foglia, che oddio, cio, volevo dire, porca ev.. cio no, accidenti,  anche meglio che non si muova la foglia... Insomma, mi spiego, Signore, perchŽ diav... cio, perchŽ mai hai creato mesi come questi?". Dio si lisci˜ la lunga barba, "cazzo, non ho ancora inventato le lamette" pens˜... poi guard˜ Adamo e gli rispose: " Vedi Adamo, tra poco vado a creare la donna, ed  cosa buona e giusta che giˆ fin d'ora tu ti vada abituando...". (Mauroemme)

74.  La genesi.
   Quando Dio fece eva
la fece di sambuco
ma tanto non ne aveva
cos“ lasci˜ un bel buco.
   Ma per il suo compagno
che poi chiamo' Adamo
us˜ tanto castagno
che gli avanzo' un bel ramo.
(Lopezzone)

75.  En passant vorrei farvi notare che Adamo, appena ne ha avuto l'occasione, ha dato la colpa alla donna. (Nancy Astor)

76.  E allora Dio disse: "Ora vai, Adamo, e se incontri una certa Eva, mi raccomando, gira al largo..." (Mauroemme)

77.  "Che Dio ce la mandi bona", come disse Adamo. (Scirio)

78.  Al principio, Eva non voleva mangiare la mela. "Mangiala - le disse il serpente - e sarai come gli Angeli". "No" rispose Eva imbronciata. "Sarai immortale". "No". "Sarai come Dio". "No no e no!". Il serpente, esasperato, imprec˜ dio per aver creato le donne cos“ complicate, poi gli venne un'idea. Le pose la mela e le disse: "Mangiala, non ingrassa". (Mauroemme)

79.  Adamo fissando negli occhi (si fa per dire...) Eva, le disse: "Mela dai?". (Priapo)

80.  Adamo, in quanto uomo, non era secondo a nessuno. (Prof. Spalmalacqua)

81.  Nell'eden Chuck Norris era Adamo, Eva ed il Serpente. (Giulio Severini)

82.  Dio prese una costola ad Adamo e fece Eva. Chuck Norris prese una costola a Dio e fece Ges.  (Giulio Severini)

83.  Eva pecc˜ di gola facendo il sugo col Pomo d'Adamo? (Dr. ICE)

84.  Eva pecc˜ di gola facendo la macedonia col Pomo d'Adamo? (DrZap)

85.  Negli ultimi giorni di Paradiso era chiarissimo ormai che Adamo ed Eva erano arrivati alla frutta, lei non si staccava un istante dalla banana. di lui. (Dr. ICE)

86.  Adamo ed Eva mangiano la mela e Dio li caccia dal paradiso terrestre. Meno male che non ha scoperto cosa avevano fatto con le banane.  (Daniele Luttazzi)

87.  Chissa Adamo quante Eve si sarˆ mangiato prima di capire a cos'altro potessero servire... (Alfredo Accatino)

88.  E Dio dopo aver sorpreso Adamo ed Eva gli disse: Continuate prego, fate come se io non ci fossi. (Jacques PrŽvert)

89.  La conversazione tra Adamo ed Eva era difficile, perchŽ non avevano nessuno di cui sparlare.

90.  Adamo era semplicemente un essere umano e questo spiega tutto. Non voleva la mela per amore della mela. La voleva soltanto perchŽ era proibita. Lo sbaglio fu di non proibirgli il serpente, perchŽ allora avrebbe mangiato il serpente. (Mark Twain)

91.  L'inizio... All'inizio c'era Adamo. E dio disse: "Non  bene che l'uomo sia solo". Cos“ cre˜ il cellulare. Allora Adamo telefon˜ a Eva, ma trov˜ occupato. (Leo Ortolani)

92.  Fin da quando Eva diede ad Adamo la mela, c'e' stato un fraintendimento tra i sessi in fatto di regali. (Nan Robertson)

93.  Quando Adamo chiese: "Me-la dai?", Eva, come tutte le donne, fece finta di non capire... (John Smith)

94.  E Dio creo' l'uomo a sua immagine e somiglianza. Poi creo' la donna, ma un po' piu' stronza. (Francesco Miccio)

95.  Sam: "Il mio papa' ha una spada di Washington e un cappello di Lincoln". Billy: "Il mio papa' ha il pomo di Adamo". (Bob Phillips)

96.  Dopo aver mangiato la mela, Adamo fa all'amore con Eva e poi fa, col sopracciglio alzato: "Certo, anche te, a trombare col primo che passa..."

97.  La cosa che faceva piu' indispettire Eva era quando Adamo le diceva: "Eppure tu mi ricordi qualcuno!" (Romano Bertola)

98.  La gente e' ossessionata dalle mode fin dai tempi del Paradiso Terrestre. Quando Eva ha guardato Adamo, gli ha detto: "Adamo, quella foglia di fico e' cosi' dalla scorsa stagione!". (Dennis Miller)

99.  AllÕinizio Dio cre˜ la Luce. Poi, dopo aver scacciato Adamo ed Eva, cre˜ il contatore.

100.                E' nato prima l'uovo o la gallina? Ovviamente sono nati prima i polli, e quindi la gallina. Se fosse nato prima l'uovo non sarebbe stato fertile, perchŽ il gallo non l'aveva fecondato, quindi Adamo se lo sarebbe bevuto, ed oggi non esisterebbero le ali di pollo arrosto, e gli americani di razza nera non saprebbero che cosa mangiare! (Bilbo Baggins)

101.                Costola: secondo gli scienziati  la parte di Adamo da cui fu clonata Eva. (Bilbo Baggins)

102.                "Peccato!" disse Adamo vedendo Eva che si avvicinava furtiva all'albero di mele. (DrZap)

103.                Ma il cazzone era il pene di Adam? (Currenti Calamo)

104.                Un giorno nel paradiso terrestre Adamo, dopo essersi fatto una pera, chiese ad Eva: "Mela dai?", ed ella rispose: "Se vuoi conoscermi, prepara il serpente!". Da quel giorno il demonio entr˜ in Eva e il peccato oginoknaus entr˜ nel mondo. (Cosoduro)

105.                Secondo la tradizione, dio cre˜ la donna da una costola di Adamo. Ci abbiamo guadagnato una spina nel fianco. (puccio di luce)

106.                Come pescava Eva? Ad...amo. (DrZap)

107.                Adamo ed Eva generarono l'intera umanita'. I risultati dimostrano che fa malissimo scopare tra consanguinei. (Umore Maligno)

108.                Eva, dopo l'ennesimo litigio con Adamo: "Me ne torno da mia madre!". (Filippo Boschetti)

109.                Il Trota ha detto che se oggi le mele costano l'ira di Dio  colpa di Adamo ed Eva.

110.                Il Trota ha detto che Eva offr“ la mela ad Adamo, ma lui prefer“ la patata!

111.                Adamo  stato condotto al peccato da Eva, non Eva da Adamo. é giusto, quindi, che la donna accolga come padrone chi ha indotto a peccare. (Sant'Ambrogio)

112.                Da sempre gli uomini sono inclini alle esagerazioni: pu˜ darsi che il serpente nel paradiso non fosse che un vermicino nella mela. (Ilona Bodden)

113.                Ma, se Eva  nata da una costola di Adamo, ci˜ vuol dire che ha DNA maschile? E dunque, se lei  una donna con DNA maschile, per la religione cristiana noi siamo tutti figli di un transessuale?

114.                Eva si mangio' la mela perche' Adamo non le dava la banana.

115.                Adamo cerco' di convincere Eva che lui era un uomo. Eva mangio' la foglia e gli credette!!!

116.                Professore: "Quando  nato Adamo". Pierino: " Mangia la mela... C'era la foglia di fico... in estate, in estate..." (Gian Carlo Moglia(

117.                Lo sapevate che Dio ha creato Eva da una costola di Adamo, ma la Chiesa  contro la clonazione? (Nonciclopedia)

118.                Eva: "Adamo, ti sembra questa l'ora di rincasare?". Adamo: "Ma lasciami stare, Eva... una filaaaa!".

119.                "Puttana Eva" come disse il cantante Salvatore Adamo parlando di Eva Henger. (DrZap)

120.                In fondo Adamo, da una costola, non poteva aspettarsi niente di meglio.

121.                Sino da Adamo ed Eva possiamo riconoscere che la donna  portata al piacere del peccato!

122.                Adamo Eva...cuava? (PaoloGalati)

123.                Se Adamo ed Eva fossero stati cinesi, ora saremmo ancora nell'Eden. Si sarebbero mangiati il serpente al posto della mela. (matteo grandi)

124.                Se Eva mordesse ora la mela, romperebbe un iPad. (testadicoglione)

125.                Dio cre˜ Eva grazie a cellule prelevate da una costola di Adamo. Dio  per la fecondazione assistita. (Dlavolo)

126.                Puttana Eva ! (Adamo)

127.                Dio cre˜ Eva grazie a cellule prelevate da una costola di Adamo. Dio  per la fecondazione assistita. (Dlavolo)

128.                Che Dio ce la mandi bona (Adamo)

129.                Il credente che prende una cuscinata porge l'altro guanciale? (Zap)

130.                Se avere rapporti sessuali prima del matrimonio e' peccato chi ha sposato Adamo ed Eva per permettere loro di riprodursi?

131.                Pare che un giorno Adamo disse di non sopportare pi Eva .... voleva sempre fare la prima donna !!!

132.                Eva, benedetta figliola, te lo spiego un'altra volta: Adamo non ti ha chiesto "mi dai la mela?", ti ha detto "me la dai?". (lddio)

133.                "Come mai hai chiamato Adamo il protagonista del tuo tema?". "PerchŽ lei aveva detto di scriverlo in prima persona..." (Mauroemme)

134.                Adamo ed Eva hanno fatto ricorso alla corte europea perchŽ quando hanno mangiato la mela il reato di peccato originale non esisteva. (Stefano Ceccanti)

135.                Non ho nulla contro i vegetariani, ma se Adamo ed Eva avessero mangiato il serpente piuttosto che la mela ora saremmo ancora in Paradiso. (Paperoga Style)

136.                Basta con questa storia del Ņbig benÓ si sa che siamo qui solo ed esclusivamente grazie a quella notte in cui Eva si avvicin˜ ad Adamo e gli sussurr˜ allÕorecchio: "Amore, non ho messo la foglia di fico". (Scars Wars)

137.                Eva del resto spesso era proprio una vipera.  (Valentinaries)

138.                Eva ha permesso ad Adamo di mangiarsi il frutto per permettere poi al resto degli uomini di mangiarsi il fegato. (Walter Di Gemma)

139.                Nel Paradiso terrestre tutti andavano in giro svestiti, persino la mela che se ne stava l“ a torsolo nudo. (Valentinaries)

140.                Caro Dio, era solo una mela! (L'Umanitˆ)

141.                L'unico frutto dell'amor  la banana,  la banana!! Chiquita la banana amica sorella di Federica la mano amica!! La veritˆ? é che Adamo era gay ed Eva una vegana!! (Marco Donisi)

142.                Adamo preferi' subire l'ira di Dio piuttosto che l'incazzatura di una donna. (Piuccio)

143.                E il sesto giorno il Signore prese del fango ci soffi˜ sopra e cre˜ Adamo. E il Signore disse: Fatto! Poi prese una costola di Adamo ci soffi˜ sopra e cre˜ Eva. E il Signore disse: Fatto! Adamo ed Eva sono la prima coppia di fatto. COMPLIMENTI PER LA PRECISAZIONE! (Mirco Stefanon)

144.                Eva ride perchŽ Adamo ha mangiato la foglia. (Mauroemme)

145.                Adamo disse ad Eva (che se la tirava): "Smettila di fare la primadonna!". (Arturo Li Pira)

146.                Eva, quando voleva divertirsi, pescava ad...amo ? (DrZap)

147.                Cio, sei nell'Eden, puoi fare tutto quello che ti pare, e ti vai a mangiare l'unico frutto proibito!?!? Ma  paradossale!!! Paradosso Terrestre. (Daniele Totolo)

148.                Si dice che Dio, dopo aver creato Adamo, lo guard˜ e disse: "Sono stanco ed ho un po' di fame, faccio ricreazione". Cos“ nacque Eva. (Maria Luisa LaMolly Tegon)

149.                Eva: "Basta, torno da mia madre!". Adamo: "Da chi?". (Fabio Magnasciutti)

150.                A proposito di vegani, se Adamo avesse mangiato il serpente invece della mela, ora saremmo tutti nel paradiso terrestre. (Alfredo Deodati)

151.                E comunque creando l'uomo con il fango e la donna con un osso cosa si aspettava Dio da noi? La prossima volta usa materie prime migliori! (genio78)

152.                Adamo, quando vide la figona di Eva a stento coperta da una foglia di fico, pronunci˜ il famoso detto: "Stretta la foglia, larga la via...". (Renato R.)

153.                Nel libretto rosso americano delle ultra-femministe c'e' scritto: "Il sesto giorno, Dio cre˜ Adamo. Poi ha corretto il suo errore". (Pierre Desproges)

154.                La pubblicitˆ  vecchia come il mondo. Infatti, come tutti sanno, cominci˜ il serpente a decantare a Eva le virt della sua frutta. (Cesare Marchi)

155.                Eva ha permesso ad Adamo di mangiarsi il frutto per permettere poi al resto degli uomini di mangiarsi il fegato. (Walter Di Gemma)

156.                "Mamma, da chi discendiamo?". "Figlio mio, da Adamo ed Eva!". "Ma papa' mi ha detto che l'uomo discende dalla scimmiaÉ". "Una cosa e' la famiglia di tuo padre, un'altra e' la mia".

157.                Adamo appena vide Eva disse: Mela faccio! (Sar˜ bre') (Arcangelo Carrera)

158.                Come quando Eva disse ad Adamo: "Con te mi diverto un sacco, perchŽ le tue barzellette sono sempre tutte nuove!". (Vincenzo Piazza)

159.                Sarebbe stato meglio se Eva avesse detto: ''Non mela sento''. (Sar˜ bre') (Chiara Meneguzzi)

160.                A quei tempi Caino ad Adamo come regalo prepar˜ una torta di pere. Dal libro dei profeti imbroglioni. (Michele Giunta)

161.                C' anche da dire che la Chiesa ha un problema con le mele marce fin dai tempi di Adamo ed Eva. (periferiagalattica)

162.                La cacciata dall' Eden fu il primo, vero melodramma. (Sar˜ bre') (Giulio Bergami)

163.                LA LEZIONE DI EVA. Nonostante fosse la prima donna, non se la tirava. (Sar˜ bre') (Lucilla Masini)

164.                Il pomo di Adamo e la mela di Eva. Ecco le origini ancestrali della Apple. (Sar˜ bre') (DrZap)

165.                Eva inizi˜ a sbagliare fin dalla prima spesa dal fruttivendolo. (Sar˜ bre') (Maurizio Dumont)

166.                Il Papa: "Le prime vittime delle fake news furono Adamo ed Eva". Mai fidarsi di un biscione. (Spinoza.it) (Abkualcosa)

167.                Io non capisco come mai Eva si sia lasciata tentare da una mela... potrei capire un tiramis o dei profiteroles... MA UNA MELA ?!

168.                Eva: "Caro, con chi si sposeranno i nostri figli?". Adamo: "Bella domanda..." (Guido Rojetti)

169.                A te che mi rubi le battute, come diceva il mio amico Adamo: "se devi fare un peccato fallo originale!". (Lino Giusti)

170.                Il seme della gelosia  germogliato nella donna fin dalla sua creazione. ĒSmettila di guardare le altre donne!Č diceva Eva a Adamo. (Guido Rojetti)

171.                La mela di Eva si vantava sempre di essere la piu' bella del ramo. (DrZap)

 

Per tornare allÕHomePage

Per tornare allÕindice degli Argomenti