I CRITICI

1.     Il cantante al critico: "Cosa ne pensa della mia esecuzione?". "Sono favorevole!".

2.     Che la critica mi critichi, e non la critichero'.

3.     Criticare la televisione e' come descrivere un crimine a un testimone oculare. (Jackie Gleason)

4.     Per evitare le critiche, non fare niente, non dire niente, non essere niente. (Elbert Hubbard)

5.     Il critico e' uno che sul libro fa il tassello, come se fosse un'anguria: se e' rosso dice che e' bello senza assaggiarlo. (Marcello Marchesi)

6.     I libri che recensiva li leggeva soltanto in seguito. Cosi' sapeva gia' quello che ne pensava. (Elias Canetti)

7.     Il critico deve scrivere e non prescrivere. (EugŹne Ionesco)

8.     Il critico deve stare tutto o sulla scena o sulla platea, altrimenti il sipario gli cadra' sul collo come una ghigliottina. (Stanislaw Lec)

9.     Anche dormire Ź una forma di critica, specialmente a teatro. (Bernard Shaw)

10.  C'Ź una sorta di piacere nel rimproverare se stessi. Quando critichiamo noi stessi sentiamo che nessun altro ha il diritto di criticarci. (Oscar Wilde)

11.  L'uomo che vede entrambi i lati di una questione e' un uomo che non vede assolutamente nulla. (Oscar Wilde)

12.  Le critiche sono la tassa che un uomo paga al pubblico per essere famoso. (Jonathan Swift)

13.  Critici si chiamano quelle persone che non hanno niente da dire, ma che devono parlare lo stesso. (Robert Lembke)

14.  Non solo e' incomprensibile, ma l'inchiostro e' brutto e la carta proviene dal tipo sbagliato di albero. (Professor W.)

15.  Il critico Ź un soldato che spara sulle sue truppe. (Jules Renard)

16.  Un critico teatrale Ź una persona che sorprende il drammaturgo spiegandogli cosa ha voluto dire. (Wilson Mizner)

17.  Non leggo mai un libro prima di recensirlo. Trovo che mi influenzi. (S. Smith)

18.  Nessuno ha mai visto un critico drammatico durante il giorno? Certamente no. Escono a notte fatta, per combinarne qualcuna delle loro. (Pelham Grenville Wodehouse)

19.  Dai un dito a un critico e questo scriverą una commedia. (John Steinbeck)

20.  A meno che un critico abbia il coraggio di lodarti senza riserve, io dico, ignora il bastardo. (John Steinbeck)

21.  Qualcuno, ieri, mi diceva che un critico Ź come un eunuco in un harem. Puė osservare, studiare, analizzare... ma, da parte sua, non puė far niente. (Isaac Asimov)

22.  La critica Ź un pregiudizio reso plausibile. (H. L. Mencken)

23.  Un giornalista scrisse un articolo molto negativo sul compositore Max Reger. Lui rispose per lettera: "Sono seduto in un piccolo e delizioso gabinetto e ho il vostro articolo davanti a me. Tra non molto l'avro' dietro".

24.  I critici letterari? Sono come dei cactus con troppe spine. (da "Il favoloso mondo di Amelie")

25.  I critici sono di solito persone che avrebbero voluto essere poeti, storici, biografi, ecc., hanno messo alla prova il loro talento, e non hanno avuto successo. (Samuel Taylor Coleridge)

26.  Un critico Ź qualcuno che da' il meglio di sé quando voi avete dato il peggio di voi. (Tony Petito)

27.  E' difficile accettare una critica, soprattutto quando viene da un parente, un amico, un conoscente o un estraneo. (Franklin P. Jones)

28.  La critica, come la caritą, dovrebbe cominciare in casa propria. (B.C. Forbes)

29.  La letteratura serve soprattutto per evitare la disoccupazione fra i critici letterari. (Harold Pinter)

30.  La critica Ź piĚ facile dell'arte. (Zeusi)

31.  La critica Ź l'arte di far risuscitare i morti e di far morire i vivi. (Corrado Alvaro)

32.  "Secondo te chi Ź piĚ infelice, uno sceneggiatore o un critico cinematografico?". "Le loro mogli". (da "La terrazza" di Ettore Scola)

33.  La critica Ź un'imposta che l'invidia percepisce sul merito. (Duca di Lévis)

34.  La critica e' indulgente coi corvi e si accanisce sulle colombe. (Giovenale)

35.  Chiedere ad uno scrittore cosa pensa dei critici e' come chiedere ad un lampione cosa pensa dei cani. (John Osborne) (Nicolas Boileau)

36.  Sono cosď spietato nell’autocritica che dopo essermi stroncato mi mando lettere di protesta. Che ovviamente cestino per lo stile involuto, la sintassi traballante e il contenuto assurdo. (Enzo Costa)

37.  Il critico indovina cio' che l'autore non cercava di dire. (Marcello Martinez Gomez)

38.  I critici non sono diversi dagli altri uomini: vedono quello che cercano e non quello che sta sotto i loro occhi (Bernard Shaw)

39.  Per ogni azione, c'e' una critica uguale e contraria. (Postulato di Harrison) (Dalle Leggi di Murphy)

40.  I critici mi hanno paragonato a Michelangelo... dicono che faccio pieta'. (Giorgio Panariello)

41.  L'imparzialita' e' artificiale. L'uomo e' parziale sempre, e ha ben ragione. Persino l'imparzialita' e' parziale. (Georg Christoph Lichtenberg)

42.  Ciė che si dice di un uomo non conta, conta chi lo dice. (Oscar Wilde)

43.  Il critico e' quel tale che afferma di conoscere bene le autostrade, ma che non sa guidare. (K. Tynan)

44.  La critica Ź come lo champagne: non c'Ź niente di piĚ ributtante quando Ź cattiva, niente di piĚ delizioso quando Ź buona. (Charles Caleb Colton)

45.  La critica Ź un fucile molto bello: deve sparare raramente! (Benedetto Croce)

46.  Un "critico" Ź un uomo che non crea nulla e proprio perciė si ritiene qualificato a giudicare il lavoro degli uomini creativi. Vi Ź logica, in questo: lui non ha preconcetti... odia allo stesso modo tutti gli individui creativi.  (Robert Heinlein)

47.  Sono molto avvilito perché il mio romanzo 'Fiero Emetico', ha ricevuto fredde accoglienze dalla critica. L'unica recensione favorevole, sul Times, e' viziata pero' dalla frase finale che definisce il libro "un miasmatico marasma di asinini luoghi comuni che non trova l'uguale nella letteratura occidentale". Willie mi dice che, sebbene la frase potrebbe variamente interpretarsi, e' opportuno non servirsene a scopi pubblicitari. (Woody Allen)

48.  Chi sa fare la musica la fa, chi la sa fare meno la insegna, chi la sa fare ancora meno la organizza, chi la sa fare cosi' cosi' la critica. (Luciano Pavarotti)

49.  Critico: ometto che il settimo giorno pubblicė un articolo di giornale in cui dottamente spiegava come l'universo fosse l'ingenua opera di un principiante. (Bilbo Baggins)

50.  La gente critica, critica, critica... e intanto rosica, rosica, rosica. (ABC)

51.  Io senza una recensione non compro manco le mutande. (fagol)

52.  Le critiche della gente piovono a dirotto... Io apro l'ombrello e me ne fotto! (ABC)

53.  Sei stronzio, ti criticano. Sei educato, ti criticano. Sei grasso, ti criticano. Sei magro, ti criticano. Muori, "era tanto una brava persona".  (Le cazzate di Johnson peps)

54.  Mamma mia che brutte gambe e che razza di braccia hai...scusate sono un critico d'arti. (ilmarziano)

55.  Per capire chi vi comanda basta scoprire chi non vi e' permesso criticare. (Voltaire)

56.  Per evitare il criticismo, non dire nulla, non fare nulla, sii nulla. (murales)

57.  Solo un po’ di amarezza, ve lo confessiamo, per avere ricevuto il premio della critica: vorremmo il premio del complimento. Siamo stufi di critiche, critiche, critiche e critiche: dopo trent’anni di attivitą fateci ‘sto complimento! (Rocco Tanica)

58.  All'esame di autocritica sono sempre troppi gli assenti ingiustificati. (ancora_tu)

59.  L'opera mescola l'anelito della gestazione con la carne della memoria, combattendo in vitro non solo i sintagmi plenipotenziari dell'uso del colore, ma anche la brutalitą contro i corpi congiunti che Ź concomitante con la retromutazione di forme ed ombre. Criptico d'arte. (Daniele Totolo)

60.  Pare che il critico televisivo Aldo Grasso, abbia stroncato una trasmissione condotta da Salvo Sottile, per pura invidia. (Giuliano Alichino)

61.  Pare che Vincenzo Mollica si sia venduto per un tozzo di pane. (DrZap)