FAMIGLIA e FAMILY DAY

1.     Ci sono uomini che credono tanto nella famiglia che ne hanno due.

2.     Al casello autostradale si presenta una famiglia (padre, madre e figlio) e il casellante si rivolge loro con tono allegro:  "Siete fortunati! Questa e' la milionesima auto che passa da questo casello. Avete vinto un assegno da 5.000.000". Un vigile li vicino si congratula con il guidatore e gli chiede:  "Bene, cosa pensa di fare con la vincita?".  "Beh, prima di tutto finalmente prendero' la patente...".  "Ah, mi dispiace, allora per la guida senza patente le devo fare la multa". E la moglie seduta accanto:  "Ma no, non gli dia retta! E' ubriaco!".  "Bene, allora devo farle un'altra multa per guida in stato di ebbrezza...". E il figlio seduto dietro:  "Te l'avevo detto, papa', che con questa macchina rubata non andavamo lontano!".

3.     PerchÄ i carabinieri di rado hanno una famiglia numerosa? PerchÄ sparano sempre il primo colpo in aria.

4.     Che differenza c'e' fra un padre di famiglia e un libertino? Il primo ama i piaceri della casa, il secondo le case di piacere.

5.     Due padri vantano gli exploits dei loro figli. Il primo: "Mio figlio di 2 anni riesce a tenere alzato un martello di 10 Kg!". Il secondo: "Il mio di un anno riesce a tenere alzata ogni notte tutta la famiglia".

6.     "Figlio mio, tu non mi hai dato soddisfazioni da quando sei nato!". "Si', papa', ma prima di nascere ?". (Achille Campanile)

7.     Un tale entra in un bar tutto triste e chiede un whisky. Il barista vedendolo cosi' triste chiede: "Problemi?". Il tizio risponde: "Ho appena saputo che mio cugino e' frocio". Beve e se ne va. Dopo un paio di giorni ritorna ancora piu' triste e chiede un doppio whisky. Il barista chiede:  "Ancora problemi?". E quello risponde: "Ho appena saputo che mio fratello e' un frocio". Beve e se ne va. Ritorna dopo qualche giorno e chiede una bottiglia di whisky. Il barista ormai stufo:  "Ma non c'e' nessuno nella tua famiglia a cui piacciano le donne?". E l'altro: "Si', mia sorella!".

8.     "Papa', mi devi dare 5 milioni perchÄ ho messo incinta una ragazza". Secondo figlio: "Papa', mi devi dare 5 milioni perchÄ ho messo incinta una ragazza". Arriva la figlia: "Papa' sono incinta". "Oh finalmente si incassa".

9.     Notizia giornalistica: Panda inferocito sbrana intera famiglia ecologista.

10.  I parenti sono come le scarpe: piu' sono stretti e piu' fanno male. (Toto' in "Che fine ha fatto Totś Baby ?")

11.  La mia famiglia era cosi' povera che a Natale mio padre usciva di casa e sparava un colpo di pistola;  poi rientrava dicendo: Babbo Natale si e' suicidato. (Jake La Motta)

12.  L'uomo e' il capo della famiglia, ma la donna e' il collo e muove il capo dove vuole. (Kuan Tao-Sheng) (Proverbio cinese)

13.  Nessuna nuora, buona nuora. (Marcello Marchesi)

14.  Due neo-genitori si presentano ad un parroco di un paesino del Veneto per accordarsi sulla data del battesimo della neonata. Il parroco: "Allora figlioli, come volete chiamare la piccola...?". "Avremmo pensato... Sifica". "Sifica!?". "Si'... perchÄ Simona ci sembra cosi' volgare!".

15.  Non posso fare a meno di detestare i miei genitori. E' cosi' triste dover sopportare chi ha i vostri stessi difetti. (Oscar Wilde)

16.  La mamma e' la parte piu' femminile dei genitori. (Roberto Benigni)

17.  Per farmi addormentare mio padre mi lanciava in aria. Purtroppo non era mai la' quando tornavo giu'. (Robin Williams)

18.  "Sono nata col parto indolore, mamma?". "Si'. Ne approfitto per ricordarti che e' l'unica soddisfazione che mi hai dato, a tutt'oggi". (Altan)

19.  "Non son degno di te, babbo". "Allora sei proprio l'ultima delle merde". (Altan)

20.  La prima meta' della vita e' rovinata dai genitori, e la seconda meta' dai figli. (Clarence Darrow)

21.  Evviva: esclamazione usata quando ci si accorge che la nonna e' viva. (Riccardo Cassini)

22.  Il primo terzo della vita e' rovinato dai genitori. Il seconda terzo dai figli. E il terzo terzo dai nipoti.

23.  La ricchezza dei poveri e' rappresentata dai loro figli, quella dei ricchi dai loro genitori. (Massimo Troisi)

24.  I giovani all'inizio amano i loro genitori, poi crescendo li giudicano e qualche volta li perdonano. (Oscar Wilde)

25.  Dietro la frase: 'Mio figlio e' un piccolo genio' c'e' sempre un genitore idiota. (Ivan Della Mea)

26.  Un neopadre e' nella sala d'attesa del reparto maternita' che aspetta fremente. Arriva una infermiera tutta sorridente che porta in braccio due bei gemellini. L'uomo li guarda un po' in silenzio poi fa: "OK! Prendo questo a destra!"

27.  Un uomo spiega ad un amico di avere un modo sicuro per far addormentare il suo bambino: "Non faccio altro che buttarlo in aria e riprenderlo al volo". "E funziona?". "Certo". "E pensi che funzionerebbe anche con mio figlio?". "Sicuro. Se anche tu hai i soffitti bassi !!!"

28.  Il coniato e' una parente che lavora alla Zecca? (Zap)

29.  La tua famiglia e' felice? Oppure tu la sera rincasi? (Henny Youngman)

30.  Nonostante fosse piena di piaghe purulente ando' a trovare il figlio di sua sorella all'ospedale. Quando lui la bacio' senti' il sapore del pus, ma gli piacque. Morale: Di buone infezioni e' lastricata la zia dell' infermo.

31.  Non e' necessario avere i parenti a Kansas City per essere infelice. (Groucho Marx)

32.  Quando ti nasce un figlio non sai mai chi ti metti in casa. (Achille Campanile)

33.  Trovatello: Bambino che si e' sbarazzato dei suoi genitori, non giudicandoli all'altezza delle sue condizioni e delle sue prospettive. (Ambrose Bierce)

34.  "Babbo, che ne sara' di me?". "Per intanto, sei giovine. Poi farai l'emarginato, il soldato e il disoccupato. Poi scegli: o meridionale o donna". (Altan)

35.  In tutte le epoche, insomma, avere figli ha sempre significato sacrificio, almeno fin che non viene il giorno in cui col colapasta e il grembiule si apre un periodo nuovo: cioe' l'eta' scolare. (Alessandro Bergonzoni)

36.  "Basta con questa vita, voglio farmi una famiglia". "Esagerato... fatti solo la piu' carina di tutta la famiglia". (Alessandro Bergonzoni)

37.  Il conte Ugolino passo' alla storia per essersi mangiato i figli. Li guardo' in faccia: Anselmo il primo, Gaddo il secondo, Marco come contorno e se li mangio'. (Anatolj Balasz)

38.  Le cose cambiano, il tempo passa e mi sono fatto una nuova famiglia. Vi ricordate mio figlio Alcatraz, il condor? Ormai e' sistemato, ha seguito le orme del padre: non fa un cazzo. Con la mia nuova famiglia ho tre figli: Thomas, Nicholas e Giuseppes, per coerenza. (Antonio Albanese).

39.  Noi nella mia famiglia lavoriamo tutti. Da generazioni. Mio nonno ha fatto il capannone piccolo, mio padre il capannone grande, io il capannone grandissimo. Mio figlio si droga. (Antonio Albanese)

40.  Io non sono mai stato il preferito dei miei genitori. Ed ero figlio unico. (Gianni Palladino)

41.  Come Ć gentile per essere una parente: sembra un'estranea! (Toto' in "Totś cerca pace")

42.  Il Bestia abitava in una casetta piccolissima e stava stretto. Poi ha avuto un colpo di fortuna: ha vinto alla lotteria e ha comprato una casa di 200 metri quadri. Allora ha detto alla moglie: "Adesso possiamo fare un figlio". Gli e' nato un figlio di 200 metri quadri ed e' stretto ancora adesso! (Francesco Salvi)

43.  Non ho mai avuto molti rapporti con mio papa': lui preferiva le donne... Pero' mi voleva bene. Quando voleva parlarmi mi diceva sempre: "Ascolta, cretino!". Non ho mai capito perchÄ mi chiamava "Ascolta". Ma quando si hanno tanti figli non si puo' dar retta a tutti.  Meno male che sia io sia i miei fratelli siamo tutti figli unici: nel loro genere. Ci chiamiamo tutti Mino, Lino, Gino, Pino, Rino, Vino, Sino, Zino, Bino, Cino, Rino secondo estratto, Dino, Fino, Qino (gli piace disegnare fumetti), Tino e io. (Francesco Salvi, "Una strana famiglia")

44.  "Caro, il dottore mi ha prescritto due mesi di mare e due di montagna. Dove mi porti prima?". "Da un altro medico".  (Calendario di Frate Indovino)

45.  Quando io ero un ragazzo, comandavano i padri.  Ora che io sono un padre, comandano i figli. Ma a me non tocca mai? (Pino Caruso)

46.  "Suo figlio dice le parolacce". "Ma dove cazzo le impara?". (Luisca)

47.  La mia famiglia e` composta da mio padre, mia madre e me. Io sono il piu` giovane. (Jean Charles)

48.  Solo a Hollywood capita di ascoltare dialoghi familiari di questo tipo: "Caro, i miei figli e i tuoi figli hanno picchiato i nostri figli!".

49.  Quand'ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli. (Woody Allen)

50.  Solo i creditori e i parenti suonano alla porta con impeto Wagneriano. (Oscar Wilde in "L'importanza di chiamarsi Ernesto")

51.  Prenditi la tua rivincita! Vivi abbastanza a lungo da essere un problema per i tuoi figli!

52.  Non c'e' nulla che distingua la societł umana dal cortile di una fattoria, a parte il fatto che i bambini procurano piŁ guai e costano piŁ delle galline e le donne non sono completamente schiavizzate come gli animali della fattoria. (Bernard Shaw)

53.  Quando i nostri parenti sono a casa, dobbiamo pensare a tutte le loro buone qualitł o sarebbe impossibile sopportarli; ma quando sono assenti, ci consoliamo della loro assenza indugiando sui loro vizi. (Bernard Shaw)

54.  Se i genitori riuscissero soltanto a capire quanto annoiano i loro figli. (Bernard Shaw)

55.  I padri non dovrebbero essere nÄ visti nÄ sentiti. Questa Ć l'unica base appropriata per la vita famigliare. (Oscar Wilde)

56.  I parenti sono solo un mucchio di gente noiosa che non ha il minimo senso di come vivere ne' la piu' pallida idea di quando morire. (Oscar Wilde)

57.  Io sono la madre di tutte le cose, e tutte le cose dovrebbero mettersi una giacchetta di lana...

58.  Tutti sanno la storia di quel padre che, bastonando il figlio, gli diceva: "Figlio mio, credimi, fa piu` male a me che a te". Al che il figlio rispose: "Allora, papa`, perchÄ non lasci che ti bastoni io?". (Bertrand Russell, Elogio dell'ozio)

59.  A tavola perdonerei chiunque, anche i miei parenti. (Oscar Wilde)

60.  Un figlio non Ć abbastanza, ma due sono decisamente troppo. (Assioma di O'Toole)

61.  Lei ha ragione, signore: mio padre era un meticcio, sua madre era una negra, e i suoi genitori erano due scimmie. Dunque il mio pedigree comincia esattamente dove finisce il suo. [A un uomo che lo insultava perchÄ Dumas discendeva da una schiava di colore.] (Alexandre Dumas padre)

62.  Quando mio figlio va in discoteca sto in ansia. Finche' il mio BMW non torna in garage qui nessuno chiude occhio. (Davide Ceccon)

63.  Dieci regole per uscire con mia figlia.
Regola numero Uno: Se entri nel mio vialetto e suoni il clacson e` meglio che tu abbia qualche pacco da consegnare, perche` di sicuro non carichi nulla.
Regola numero Due: Non toccare mia figlia davanti a me. Puoi guardarla, finche` non sbirci nulla al di sotto del suo collo. Se proprio non riesci a tenere occhi o mani lontani dal corpo di mia figlia, vorrł dire che te li dovrś togliere.
Regola numero Tre: Sono al corrente che e` considerato di moda, per i ragazzi della tua eta`, l'indossare dei jeans cosi` larghi che paiono caderti dai fianchi da un momento all'altro. Ti prego, non prenderlo come un insulto, ma tu e i tutti i tuoi amici siete una manica di idioti. Comunque, voglio essere gentile e di mente aperta in proposito, per questo ti propongo un onesto compromesso: Tu puoi arrivare sulla mia porta con la tua biancheria in vista ed i tuoi jeans piu` larghi di dieci taglie e io non avro` nulla da obbiettare. Comunque, per essere sicuri che i tuoi vestiti restino al loro posto, almeno durante l'appuntamento con mia figlia, prendero` la mia chiodatrice elettrica e te li fissero` solidamente ai fianchi.
Regola numero Quattro: Sono certo che ti e` stato detto che, al giorno d'oggi, fare sesso senza utilizzare un "metodo barriera" di un qualche genere ti puo` uccidere. Lascia che ti chiarisca il concetto, quando arriverai a pensare al sesso con mia figlia, io saro` la barriera, e io ti uccidero`.
Regola numero Cinque: Si considera normale che, per conoscerci meglio, noi si debba parlare di sport, politica, e altri argomenti quotidiani. Ti prego di non farlo. L'unica informazione che desidero da te e` quando pensi di riportare indietro mia figlia sana e salva a casa, e l'unica parola che mi occorre di sentire in proposito e` "presto."
Regola numero Sei: Non dubito che tu sia un ragazzo popolare, con molte opportunita` di appuntamenti con altre ragazze. Questo mi va benissimo fintanto che va bene a mia figlia. Quindi, una volta che sei uscito con mia la mia bambina, continuerai a uscire con lei e nessun'altra finche' lei non ti lascerł. Se tu fai piangere lei, io faro` piangere te.
Regola numero Sette: Mentre te ne stai sul vialetto di casa mia, aspettando che mia figlia appaia, e che quell'oretta e piu` trascorra, non startene lô a sospirare e lamentarti. Se volevi arrivare in tempo per il film non dovevi prendere appuntamenti. Mia figlia si sta truccando, un procedimento che puo` richiedere piu` tempo della tinteggiatura del Golden Gate di S.Francisco. Invece di startene li` a far nulla, perchÄ non fai qualcosa di utile tipo cambiarmi l'olio alla macchina?
Regola numero Otto: I seguenti posti non sono adeguati per un appuntamento con mia figlia: Luoghi dove ci siano letti, sofa`, o qualsiasi cosa piu` morbida di una seggiola in legno. Luoghi senza genitori, poliziotti o suore a portata di vista. Luoghi dove c'e` poca luce. Luoghi dove si balla, ci si tiene per mano o dove c'e` allegria. Luoghi dove la temperatura ambiente e` abbastanza calda da indurre mia figlia ad indossare shorts, canottiere, mezze magliette o qualsiasi altra cosa che non sia una tuta da lavoro, un maglione e un eskimo - allacciato fino alla gola. I film fortemente romantici o a tema sessuale devono essere evitati; i film con motoseghe vanno bene. Le partite di Hockey sono okay. Case di persone anziane vanno meglio.
Regola numero Nove: Non mentirmi. Posso sembrarti un ridicolo ometto di mezza eta` con pancetta e calvizie incipiente, poco furbo e sorpassato. Ma per mia figlia, io sono l'onniescente e spietato dio del tuo universo. Se io ti chiedo dove stai andando e con chi, tu hai solo una possibilita` per dirmi la verita`, tutta la verita` e nient'altro che la verita`. Ho un fucile, una vanga e due ettari dietro casa. Non cercare di imbrogliarmi.
Regola numero Dieci: Abbi paura. Abbi molta paura. Ci vuole veramente poco per confondere il rumore della tua auto sul vialetto con quello degli elicottero sulle risaie vicino ad Hanoi. Quando la mia intossicazione da diserbanti torna a farsi sentire, le voci nella mia testa continuano a ripetermi "pulisci il fucile mentre aspetti che riporta a casa tua figlia". E' per questo che quando arrivi sul vialetto di casa mia devi: uscire dalla macchina con entrambe le mani bene in vista. Dire la parola d'ordine, annunciando con voce forte e chiara che hai riportato mia figlia a casa sana, salva e presto, per poi tornare in macchina. No non c'e` bisogno che entri. Il volto cammuffato che vedi alla finestra e` il mio.

64.  Credeva molto nella famiglia al punto che ne aveva due. (Fabio Fazio)

65.  Quattro signore molto pie chiacchierano in salotto davanti a una tazza di the. La prima racconta orgogliosa alle amiche: "Sapete mio figlio e' un prete. Ogni volta che entra in una stanza con altra gente tutti si alzano in piedi e lo chiamano 'padre'". La seconda allora replica: "Mio figlio invece Ć vescovo e chi lo incontra lo chiama sempre 'Vostra Grazia'". La terza donna allora dice: "Sapete, invece mio figlio Ć un cardinale e quando incontra qualcuno questo si inginocchia e lo chiama 'Vostra Eminenza'". Intanto, visto che la quarta signora continua a sorseggiare il suo the in silenzio, la prima delle altre tre la incoraggia a raccontare anche lei qualcosa di suo figlio: "Dunque...?". E la quarta allora fa: "Mio figlio Ć un muscoloso spogliarellista, alto uno e novanta, quando entra in una stanza la gente dice 'Mio Dio...'".

66.  "Mamma, Ć vero che discendiamo dalle scimmie?". "Non lo so. Tuo padre non ha mai voluto presentarmi i suoi parenti". (Mauroemme)

67.  Beh sô, ogni tanto mio padre me le suonava. E mentre lo faceva parlava. Picchiava e urlava: "Ne hai avute abbastanza?". Avute abbastanza? Ma che razza di domanda Ć? Cosa voleva che rispondessi: "Ehi, papł, un altro calcio nelle palle non Ć proprio possibile?". (Billy Connolly)

68.  L'ho detto e lo ripeto adesso: Ć assolutamente  impossibile che tu sia mio figlio. Adesso vado a casa e piglio a schiaffi tua madre. (Jackie Gleason)

69.  Se una persona ha due genitori, quattro  nonni, otto bisnonni, sedici trisnonni e cosô via, significa che  l'umanitł Ć in via di estinzione?

70.  Siate sempre molto gentili con i vostri figli, perchÄ saranno loro che un giorno sceglieranno la vostra casa di riposo. (Phyllis Diller)

71.  L'altra sera mio figlio - appena sedicenne - mi chiese le chiavi dell'auto perchÄ aveva un appuntamento con una ragazza. Gli ricordai che non aveva ancora la patente. Lui alzo' le spalle e mi rispose "Che mi frega? Tanto non usciamo dal garage". Promette bene. (Mauroemme)

72.  Non posso abbandonare mio padre e mio fratello: sono come parenti per me. (Jay Mohr)

73.  Figlio: "Ci ho la bambola che partorisce, pa'.". Padre:  "E che vuoi da me?  La prossima volta fa piu' attenzione". (Donarelli)

74.  Quando la figlia si sposa, il padre perde la dote, ma riguadagna il bagno e il telefono.  (Robert Lembke)

75.  Una coppia, felicemente sposata, non ce la fa piŁ: dal giorno del loro matrimonio, la Zia Giuseppa si Ć installata a casa loro e, per 7 lunghi anni, ha continuato a criticare, domandare, pretendere, insomma rendere la loro vita coniugale un inferno. Alla fine Zia Giuseppa muore. Funerale. Al ritorno del funerale, il marito dice alla moglie: "Amore, Tesoro, devo dirti una cosa: se in questi sette anni non sono riuscito ad amarti come avremmo entrambi voluto, ricordati solo che era solo a causa di tua Zia Giuseppa....". La moglie lo guarda, e con un filo di voce risponde:" Come mia Zia Giuseppa? Non era TUA Zia Giuseppa?"

76.  Gli amici sono il modo di Dio per scusarsi dei parenti!

77.  La famiglia e' un'unita' di individui che vivono nella stessa casa. E' formata da marito, moglie, bambini, servi, cane, gatto, uccellino, scarafaggi, cimici e pulci. Tutti a costituire insieme la 'base' della moderna societa' civile. (Ambrose Bierce)

78.  Fino a tredici anni credevo che il mio nome fosse "Stazitto". (Joe Namath)

79.  "Sono stata a trovare mia madre". "E come l'hai trovata?". "Beh, la strada me la ricordavo benissimo". ("Buffy, l'ammazzavampiri")

80.  Cosa pensa mia figlia di me? Me l'ha detto: per lei sono una stronza. Pero' ha detto che mi vuole bene. Ma non le piaccio. Ha paura di me. La intimidisco. Dice che mi rispetta, ma non vorrebbe mai diventare come me. Insomma, abbiamo un normalissimo rapporto madre-figlia...(da "California suite") (Neil Simon)

81.  Se la mia ragazza avesse avuto un figlio avrei dovuto riconoscerlo e io non sono fisionomista.

82.  Ogni uomo vede nei propri parenti, e specialmente nei cugini, una serie di grottesche caricature di se stesso.  (Henry Louis Mencken)

83.  "Mamma, ma non aspettiamo papa' per mangiare?". "Se... se dovevo aspettare tuo padre, tu ancora non eri nato!"

84.  Un giorno, tornando a casa dalla scuola elementare, scoprii che i miei avevano fatto trasloco.  Allora capii perchÄ la mia merenda era stata avvolta in una mappa. (Alan Law)

85.  Johanna al pestilenziale figlio Gerolamo: "Se continui cosi' piovono botte". E Gerolamo: "Bene, vado a mettere l'impermeabile". (Jean Charles)

86.  Mamma, se diventi sorda devo dirti lo stesso 'per favore'? (Jean Charles)

87.  Quando avevo 14 anni, mi stupivo di come i miei genitori fossero ignoranti.  Quando ne ebbi 21, mi stupii di quanto avessero imparato in 7 anni. (Mark Twain)

88.  Non alzare mai le mani sui tuoi figli. Lasceresti il tuo inguine senza protezione. (Red Buttons)                   

89.  LA LETTERA DELLA MAMMA (1). Caro figlio, ti scrivo queste poche righe per farti sapere che sono ancora viva. Scrivo lentamente perchÄ so che non sai leggere in fretta. Tuo padre ha un nuovo lavoro molto soddisfacente. Ora ha 500 uomini sotto di lui. Taglia l'erba al cimitero. Ho trovato una lavatrice nella nuova casa quando ci siamo trasferiti, ma non funziona tanto bene. La scorsa settimana ci ho messo dentro una dozzina di camicie, ho tirato la catena e non le ho piu' ritrovate. Tuo zio Mario e' morto affogato in una vasca di vino della azienda vinicola. Alcuni suoi colleghi si sono tuffati per salvarlo, ma li ha respinti con coraggio. Abbiamo cremato il corpo. Ci sono voluti tre giorni per spegnere il fuoco. Ha piovuto solo due volte la scorsa settimana. La prima volta per quattro giorni e la seconda per tre.  E' meglio che vada ora, tua sorella Lucia ha appena avuto un bambino questa mattina. Non so ancora se e' un maschietto o una femminuccia, quindi non posso dirti se sei diventato zio o zia. Con affetto, Mamma.

90.  Cosa fanno tante persone in una cinquecento dietro a un carro funebre? I parenti stretti.

91.  I genitori moderni non  menano mai i propri figli se non per legittima difesa. (Jean-Luc Michel)

92.  Mia madre non vide mai l'ironia nel chiamarmi figlio-di-puttana. (Richard Jeni) (Jack Nicholson)

93.  Ci sono 3 modi per fare una cosa: farla da soli, pagare qualcuno o proibire ai vostri figli di farla. (M. Crane)

94.  Tutto ciś che un figlio puś ragionevolmente aspettarsi da suo padre Ć che sia almeno presente all'atto del concepimento. (Joe Orton)

95.  Il matrimonio, Dio, i figli, i parenti e il lavoro. Non ti rendi conto che qualsiasi idiota puś vivere cosô e che la maggior parte lo fa? (Charles Bukowski)

96.  Quando ero piccolo i miei genitori litigavano in continuazione, dalla mattina alla sera. Fino a 7 anni sono stato convinto di chiamarmi "tuo figlio". (Sergio Viglianese)

97.  Sono figlio di genitori separati. Mio papł se n'Ć andato di casa che io non ero ancora nato. Mia mamma anche. Sono nato da solo. Non c'era nessuno in casa. E suonava anche il telefono. Ero io: controllavo se l'indirizzo era quello giusto. (Francesco Salvi)

98.  I miei genitori mi odiavano. Come giocattoli da bagno avevo una radio e un tostapane. (Rodney Dangerfield)

99.  Una volta mi ero perso, ho visto un poliziotto e gli ho chiesto di aiutarmi a ritrovare i miei genitori. Gli ho domandato se pensava che li avremmo mai trovati. "Non lo so, ragazzo, ci sono cosô tanti posti dove possono nascondersi". (Rodney Dangerfield)

100.                Quand'ero piccolo i miei genitori traslocavano spesso, ma io li trovavo sempre. (Rodney Dangerfield)

101.                Una volta io dissi a mio padre che mi sentivo solo. Lui mi guardś e mi disse: "Chi sei?". (Valerio Peretti Cucchi)

102.                Il direttore di una scuola elementare chiama i genitori di tre bambini che si sono picchiati. Entra la prima coppia di genitori: due uomini. "Come, due uomini !?". " Si', ci siamo conosciuti, ci siamo innamorati e adesso viviamo felici con questo bambino che abbiamo adottato". "Fuori di qui!" esplode il direttore inorridito: "La vostra non Ć una famiglia normale, ma una coppia di pervertiti ! Andate via, voi e il vostro bambino !". Entra allora la seconda coppia di genitori: due donne. "Due donne !?". "Si', stiamo assieme da molti anni e abbiamo avuto questo bambino con l'inseminazione artificiale". "Anche il vostro Ć solo un covo di pervertiti !" esplode nuovamente il direttore. "Fuori di qui, deviate, e non fatevi piŁ vedere!". A questo punto entra il padre del terzo bambino. "Guardi - dice rassicurando il direttore - io sono un normalissimo uomo eterosessuale, e glielo posso dimostrare subito. Ecco, vede in strada quella donna con il braccio ingessato e la faccia piena di lividi ? Bene, quella cretina sottosviluppata Ć mia moglie". E il direttore: "Oh, grazie al cielo ! Finalmente una famiglia normale !"

103.                Dopo tutto, non vi sono figli illegittimi, ma solo genitori illegittimi. (Anthony Burgess)

104.                La stupidaggine costituisce in una bella moglie un particolare incanto. Per lo meno, io ho conosciuto molti mariti che vanno pazzi per la stupidaggine della propria moglie, e scorgono i segni dell'innocenza infantile. (Nicolaj Gogol)

105.                Conviene, a chi nasce, molta oculatezza nella scelta del luogo, dell'anno, dei genitori. (Gesualdo Bufalino)

106.                "Come stai John?". "Sto bene, a parte il fatto che sono disoccupato, senza casa, sordo, cieco, zoppo e con una palla sola". (da "Guai in famiglia", 1992)

107.                Ho portato i miei figli ovunque, ma hanno sempre trovato la via di casa. (Robert Orben)

108.                Genitori: Due persone che insegnano ad un bambino a parlare e a camminare, per in seguito dire loro di tacere e di stare fermi.

109.                "Caro, perchÄ non giochi mai a pallone coi ragazzi?". "perchÄ non rimbalzano bene". (Lia Celi)

110.                Mia madre parlava con me solo tramite delle parole d'ordine: "Metti a posto!". (Furio Ombri)

111.                Mio padre non mi picchiava mai senza un buon motivo: metteva su un pezzo dei Beatles e mi faceva un culo cosi'. (Furio Ombri)

112.                Mia madre non mi ha mai picchiato. Di solito assoldava qualcuno. (Furio Ombri)

113.                Sapete com'e' composta la famiglia-tipo spagnola?  Da madrid, padrid e figlid...

114.                Sapete come mio padre ha tenuto insieme la famiglia? Semplice, ha venduto le sedie. (Mario Zucca)

115.                "Papł, ho una crisi d'identitł". "La smetta di darmi del tu e si presenti".

116.                Mio figlio era proprio un giovanotto intelligente. Un giorno arrivś a casa con la sua pagella e disse: "Papł, questa Ć la mia pagella. E questa invece Ć una delle tue che ho trovato in solaio".

117.                Un padre Ć un banchiere fornito dalla natura.

118.                Dovevo lasciare la mia famiglia per andare all'Universita'. Eh si', i miei genitori organizzarono una gran festa d'addio per me. Secondo quel che dice la lettera. (Emo Philips)

119.                Recentemente ho compiuto 50 anni, che Ć un'etł giovane per un albero, media per un elefante, e avanzata per un jogger il cui figlio dice: "Papł, non vengo piŁ a correre con te a meno che non mi porti qualcosa da leggere!". (Bill Cosby)

120.                E' vero: ho un debito con mio padre. All'incirca un cucchiaino di sperma. (J.B.)

121.                Mio padre mi voleva bene e me lo dimostrava continuamente; mi accarezzava, mi faceva giocare con una pallina di gomma, ogni tanto mi portava in un prato e mi lanciava un bastone. (Teo Teocoli)

122.                Il figlio era praticamente uguale alla madre, ma senza baffi. (Ezio Greggio)

123.                Le gioie della famiglia sono cosi' delicate che bisogna essere soli per apprezzarle. (Georges Feydeau)

124.                La mamma.
Mia madre mi ha insegnato rispettare il lavoro degli altri: "Se dovete ammazzarvi, fatelo fuori di qui, che ho appena pulito!".
Mia madre mi ha insegnato a pregare: "Prega Dio che non ti sia caduto sul tappeto!".
Mia madre mi ha insegnato a rispettare le tempistiche di lavoro: "Se non pulisci la tua camera entro domenica, te la faccio pulire durante la settimana!".
Mia madre mi ha insegnato la logica: "perchÄ lo dico io, ecco perchÄ!".
Mia madre mi ha insegnato ad essere previdente: "Assicurati di avere su le mutande pulite, non sia mai fai un incidente e ti devono visitare!". (oppure tieni la camera pulita che se viene un terremoto e vengono a soccorrerci che figura ci facciamo?)
Mia madre mi ha insegnato l'ironia: "Prova a ridere e ti faccio piangere io!".
Mia madre mi ha insegnato la tecnica dell'osmosi: "Chiudi la bocca e mangia!".
Mia madre mi ha insegnato il contorsionismo: "Guarda che sei sporco dietro, sul collo!".
Mia madre mi ha insegnato la resistenza: "Non ti alzi finche' non hai finito quello che hai nel piatto!".
Mia madre mi ha insegnato a non essere ipocrita: "Te l'ho gia' detto mille volte di non farlo, non fare finta di niente!".
Mia madre mi ha insegnato il ciclo della Natura: "Come ti ho fatto, ti disfo!".
Mia madre mi ha insegnato il comportamento da non tenere: "Smettila di comportarti come tuo padre!".
Mia madre mi ha insegnato cos'e' l'invidia: "Ci sono milioni di poveri bambini che non hanno genitori meravigliosi come me!".

125.                Fin da piccolo ho fatto quello che desiderava mio padre: lui voleva un medico e io sono andato a chiamarglielo. (Paolo Vitullo) (Comix)

126.                La famiglia Ć una piccola azienda a tassazione agevolata per la produzione di nuovi contribuenti. (Wolfram Weidner)

127.                Nonni e nipoti vanno tanto d'accordo perchÄ hanno un nemico in comune. (Sam Levenson)

128.                "Pronto, mamma, l'hai buttata la pasta?". "Si', Marco". "Beh, allora butta pure il secondo perchÄ non vengo a cena".

129.                Io e mia moglie abbiamo finalmente deciso che tra un annetto circa metteremo in cantiere un bambino... cosi potrś smettere di mantenere la famiglia... (Sanfinix)

130.                Figlio: tassa trentennale, variabile dagli uno ai due milioni al mese. (Martino Ragusa)

131.                Mio padre quando ero giovane aveva paura che non mi piacessero le donne. E' stata l'unica cosa in cui non l'ho deluso. (Diego Parassole)

132.                "Che hai alla mano?". "EŇ di legno sai, caro. Si', sono cose che tu non puoi capire, ma te lo dico lo stesso: io sono un anarchico". "Ma tutti gli anarchici hanno una mano di legno?". "No, soltanto i fessi come me che si sono fatti scoppiare la bomba in mano". (Un bambino e Ugo Tognazzi in ĎIl padre di famigliaË)

133.                Un burino neo ricco decide di andare a trovare la mamma con la sua auto e mentre guida la sua Ferrari si ripete dentro di se' con grande orgoglio: "Guarda che macchina che ho... guarda che macchina che ho". Arrivato, scende dall'auto, si guarda il braccio sinistro e dice: "Guarda che Rolex che ho... guarda che Rolex che ho". Suona alla porta di casa e viene ad aprire la madre, una signora di 200 Kg e dice: "Guarda che mamma che ho, guarda che mamma che ho". Entra e chiede della sorella. La madre gli riferisce che la sorella ha avuto una crisi mistica ed e' andata in convento. Il tizio vuole andarla a trovare, riprende l'auto, dicendo sempre: "Guarda che auto che ho, guarda che auto che ho". Bussa alla porta del convento dicendo: "Guarda che muscoli che ho, guarda che muscoli che ho". Viene ad aprire una delle religiose alla quale chiede della sorella. Ma la suora gli risponde: "Mi dispiace, ma sua sorella non puo' venire, si e' fatta suora, ha sposato Gesu' Cristo!". Il tizio allora esclama: "Guarda che cognato che ho! Guarda che cognato che ho!".

134.                "Il country... Come faccio a spiegarti... E' tutta la mia vita". "Hai una visione piuttosto angusta della vita, fratello caro". (da "L'amico di famiglia")

135.                Murphy's Laws Of Parenting
- Nessun bimbo vomitera' su di un pavimento sporco.  (A child will not spill on a dirty floor)

- Un bambino Ć un rumore con dello sporco intorno. (A young child is a noise with dirt on it)

- Un giovane diviene uomo quando capisce che il segno che vuol lasciare nel mondo, non ha niente a che fare con i pneumatici. (A youth becomes a man when the marks he wants to leave on the world have nothing to do with tires)

- Un giocattolo infrangibile Ć utile per rompere gli altri giocattoli. (An unbreakable toy is useful for breaking other toys)

- Il celibato non Ć ereditario. (Celibacy is not hereditary)

- Per educare gli adulti, nulla batte i bambini.  (For adult education, nothing beats children)

- Avere dei bambini Ć come ritrovarsi una sala da bowling installata nel cervello. (Martin Mull)(Having children is like having a bowling alley installed in your brain)

- Se un bambino sembra suo padre Ć ereditarietł; se sembra un vicino di casa Ć ambiente. (If a child looks like his father, that's heredity; if he looks like a neighbor, that's environment)

- Se hai difficoltł ad attirare l'attenzione dei tuoi bambini, basta che ti siedi e mostri di esser rilassato. (If you have trouble getting your children's attention, just sit down and look comfortable)

- L'alienazione mentale Ć ereditaria; la prendi dai tuoi figli. (Insanity is inherited; you get it from your kids)

- Ora costa piŁ far divertire un bambino di quanto una volta costasse dare un'educazione al padre. (It now costs more to amuse a child than it once did to educate his father)

- Gli adolescenti difficilmente realizzano che verrł il giorno in cui sapranno tanto poco quanto i loro genitori. (It rarely occurs to teenagers that the day will come when they'll know as little as their parents)

- I soldi non sono tutto, ma sicuramente riescono a tenere i vostri figli in contatto con voi. (Money isn't everything, but it sure keeps the kids in touch)

- La vacanza estiva Ć il momento in cui i genitori comprendono che gli insegnanti sono decisamente sottopagati. (Summer vacation is a time when parents realize that teachers are grossly underpaid)

- Il primo segnale della maturitł Ć la scoperta che la manopola del volume si gira anche dall'altra parte. (The first sign of maturity is the discovery that the volume knob also turns to the left)

- Ci sono tre modi di realizzare le cose: 1: farle da soli. 2: pagare qualcun altro per farle 3: proibire ai vostri figli di farle. (There are three ways to get things done: 1: do it yourself. 2: hire someone to do it. 3: or forbid your kids to do it)

- Puoi imparare molte cose da bambini ... tipo quanta pazienza hai. (You can learn many things from children...like how much patience you have) (Franklin P. Jones)

136.                Durante una violenta discussione con i genitori un adolescente si scatena contro le restrizioni impostegli. "Voglio divertirmi, voglio avventura, soldi e donne! - grida - A casa tutto questo mi Ć negato, quindi me ne vado, e non cercate di fermarmi!". Detto questo, il ragazzo si avvia verso la porta, ma il padre lo insegue. "Ti ho detto di non cercare di fermarmi!". "E chi vuole fermarti? Se aspetti un minuto, vengo con te!"

137.                Tutti gli uomini della mia famiglia avevano la barba e anche la maggior parte delle donne. (W.C. Fields)

138.                Un medico termina di visitare un paziente e gli dice: "Tutto bene, caro signore: voi avete una salute perfetta, continuate cosô". E il paziente: "Perś, dottore, c'Ć una cosa di cui vorrei parlarvi...". "Dite pure". "Ecco... sto pensando di farmi vasectomizzare". "Beh, Ć una decisione da non prendere alla leggera, visto che poi non si puś tornare indietro... Vi ricordo che la vasectomia vi impedirł DEFINITIVAMENTE di procreare, magari potreste pentirvene un giorno... Ne avete parlato con vostra moglie e coi vostri figli?". "Oh, certo! I risultati della votazione sono stati: 15 favorevoli, 2 contrari e 7 astenuti"

139.                Tre figli lasciano la casa materna e dopo un po' di tempo decidono di fare ognuno un bel regalo alla loro vecchia mamma. Il primo dice: "Io le regalero' una grande casa tutta per lei". Il secondo: "E io una bella Mercedes con tanto di autista". Il terzo: "Il mio regalo sara' quello che le piacera' di piu'. Visto che lei ama leggere la Bibbia, ma non ci vede piu' tanto bene, le regalero' un pappagallo ammaestrato che ogni volta che uno dice il capitolo e il versetto desiderato, lui lo recita a memoria!!". La madre riceve i regali e risponde a ogni figlio con una lettera. Al primo scrive: "La casa e' troppo grande. Io vivo in una sola stanza ma devo pulirla tutta!!". Al secondo scrive: "Sono troppo vecchia per viaggiare, uso molto di rado la Mercedes. E l'autista e' un gran cafone!!". "Mio tesoro" scrive al terzo "Tu sei stato l'unico a capire cosa piace alla tua mamma. Quel pollo era davvero squisito!!".

140.                Signor Ministro della Difesa,
mi permetta di prendere rispettosamente la libertł di esporvi quanto segue, e di sollecitare per vostra benevolenza lo sforzo necessario al rapido disbrigo della pratica. Sono in attesa della chiamata alle armi, ho 24 anni e sono sposato con una vedova di 44 anni, la quale ha una figlia di 25 anni. Mio padre ha sposato tale figlia. Quindi attualmente mio padre Ć diventato mio genero, in quanto ha sposato mia figlia. Inoltre, mia nuora Ć divenuta mia matrigna, in quanto moglie di mio padre. Mia moglie ed io abbiamo avuto lo scorso Gennaio un figlio. Costui Ć quindi diventato fratello della moglie di mio padre, quindi cognato di mio padre. Ed inoltre mio zio, in quanto fratello della mia matrigna. Mio figlio Ć dunque mio zio. La moglie di mio padre a Natale ha avuto un figlio che quindi Ć contemporaneamente mio fratello in quanto figlio di mio padre, e mio nipote in quanto figlio della figlia di mia moglie. Io sono quindi fratello di mio nipote, e siccome il marito della madre di una persona Ć suo padre, risulta che io sono padre della figlia di mia moglie e fratello di suo figlio. Quindi io sono mio nonno. Spiegato ciś, Signor Ministro, la prego di volermi concedere di essere esentato dal servizio militare, in quanto la legge impedisce che padre, figlio e nipote prestino servizio contemporaneamente. Fermamente convinto della vostra comprensione, la prego Signor Ministro di accettare i miei piŁ distinti saluti. (P.S.: Per la cronaca, il ragazzo in questione Ć stato riformato per "stato psichico instabile e preoccupante e turbe mentali aggravate da un clima familiare molto disturbante")

141.                Gomez: "Sei infelice, tesoro?". Morticia: "Oh, si'... si', completamente! (Da "La famiglia Addams")

142.                Morticia mentre cerca nell'armadio: "Il guardaroba invernale di zia Niknek... il guardaroba estivo di zia Niknek... zia Niknek". (Da "La famiglia Addams")

143.                Signora: "Lo spirito umano Ć cosa difficile da distruggere". Nonna Addams: "Anche con la sega elettrica!". (Da "La famiglia Addams")

144.                Morticia: "Immagina, tesoro, se Fester tornasse davvero... mezzo morto, a malapena umano, una carcassa in decomposizione". Gomez: "Non eccitarmi!". (Da "La famiglia Addams")

145.                Avete mai notato che i parenti si misurano in gradi... come le scottature e i terremoti? (Boris Abito)

146.                Gomez: "Che donna incantevole, cosô glaciale!". (Da "La famiglia Addams")

147.                Morticia: "Pensa, un giorno saremo sepolti qui, uno accanto all'altro, sotto due metri di terra... in bare coordinate, i nostri corpi esanimi, a marcire uniti, per l'eternitł!". (Da "La famiglia Addams")

148.                Morticia: "Bambini, che state facendo?". Mercoledô: "Sto per folgorarlo". Morticia: "Ma faremo tardi all'asta di beneficienza!" (da "La famiglia Addams")

149.                Una madre prende in disparte la sua bambina: "Samantha...". "Sô, mamma?". "Devo dirti una cosa...". "Ok, dimmi pure...". "Non so se posso, Ć una cosa che ti puś far star male...". "Oddio, dai non tenermi sulle spine!". "Va bene, senti, io...io...no, non ce la faccio !". "Ti prego, dimmelo!". "Ok, senti, io... io... io non... io non sono la tua vera madre...". "Oh mamma mia !!!"

150.                Morticia: "Non devo torturarti cosô, Gomez. A quello penso io" (da "La famiglia Addams")

151.                Il momento piŁ bello delle feste Ć quando si resta soli a sparlare. (da "La famiglia" di Ettore Scola)

152.                Genitori: "perchÄ non ci hai scritto?". Figlio: "perchÄ voi non sapete leggere ed io non so scrivere". Genitori: "Mi sembra un'ottima ragione"

153.                Una signora si reca in drogheria con i suoi due figli adottati, l'uno dai forti lineamenti slavi e l'altra dalla pelle nera e' di origine etiope. Il proprietario li guarda incuriosito ed esclama: "Sono suoi signora questi bimbi??". "Certo" risponde orgogliosa la donna. "Sono stati adottati vero???". "Si', certo". "Me n'ero accorto, lei e' troppo vecchia per avere figli cosi' piccoli".

154.                Per motivi familiari sono dovuta andare in un'altra cittł e lasciare i miei cari a casa soli, sono tornata dopo 15 giorni di assenza e ho varcato la soglia di casa dicendo: "Ciao, sono tornata!". Silenzio di tomba. Mi sono guardata intorno. Sembravano le fogne di Calcutta. Sul pavimento giacevano 155 contenitori di cartone per le pizze e 155  croste di pizza; kg 140 di piatti di carta con avanzi; 715 lattine e 788 bottiglie di birra; 1 pesce rosso morto 35 contenitori di riso alla cantonese; 3500 cadaveri di gamberetti che avevano tentato la fuga; kg 24 di calzini pietrificati e poi... magliette, canottiere, jans il cui colore sbiadito sembrava non poter piŁ tornare come prima, alle finestre tende con macchie di sugo e piselli schiacciati, per terra stivali da pioggia pieni di pop-corn, spiedi con vecchie carogne arrostite e neanche una mutanda sporca, il che la diceva lunga! La TV accesa implorava di essere spenta e il fornetto a microonde vomitava, per protesta, venefiche radiazioni che illuminavano la stanza. Sul divano, sul como' barocco piemontese, nella scarpiera, giornalini di "Le avventure di Lella porcella", 13a puntata, sottotitolo: "I buchi dei miei amici sono miei amici". Un rotolo di carta igienica aveva attraversato la stanza e si era diretto fuori....?? La lavatrice aveva le ragnatele, il lavandino sembrava il Rio Secco del Sahara e il boiler si accendeva da solo tanto per sentirsi utile. Ho bussato alla porta del bagno. I batteri han risposto: "Occupato". Un foglietto, appeso con una puntina, svolazzava alle correnti nauseabonde che uscivano dal locale. C'era scritto: "Ma non vi vergognate di questo porcile!? Qui c'e' da prendersi la tigna. Noi qua dentro non muoviamo neanche un dito. Come si fa a lavorare in queste condizioni! Fate una disinfestazione e poi, forse, ci rivediamo". Firmato: I ladri. Appena il mio Gino e' tornato dal lavoro e ha visto la casa tirata a lucido, mi e' saltato al collo... per strozzarmi. Mi ha detto: "Mi hai spostato tutto. Cosi' adesso non trovo piu' niente!". E giu' botte. A quel punto sono tornati anche i bricconi e hanno cominciato a urlare: E' tornata la pazza! E' tornata la pazza!" e giu' bombette puzzolenti e calci negli stinchi. Allora ho messo tavola e i bricconi si sono mangiati tutto, minestrone di fagioli e verdure come quello della nonna, costatine alla Veneta con patate e olive, budino al cioccolato, frutta di stagione, gelato, caffĆ. Si sono alzati e, scoreggiando e ruttando hanno lasciato la stanza con un buon odore ai fermenti vivi. Il gatto ha perso un paio di manciate di pelo e tutte le pulci sono morte. La prossima volta che muore un parente mando un telegramma. (Guarino)

155.                Dopotutto io sono tuo padre. E' vero che se non fossi stato io sarebbe stato un altro, ma non Ć una scusa. (Samuel Beckett)

156.                Lo so, c'e' molta dolcezza nel sorriso di un bambino / Hai ragione... c'e' molta tenerezza negli occhi di un anziano. / Certo... puoi trovare della poesia nello sguardo di un randagio. / Pero' siccome questi sono 40 mq / adesso, tu, tuo figlio, tuo nonno e il cane andate fuori dai coglioni! (Flavio Oreglio)

157.                Mia sorella Santa e' bottana, mio fratello Libero e' detenuto. Anzi approfitto a salutare tutti i detenuti che ci seguono... anche noi fuori ci abbiamo il nostro Altracazz. (Anna Maria Barbera)

158.                Una ragazza va dalla madre e le parla: "Mamma, senti, ti volevo dire... sai... sono lesbica!". "Ma cara, che significa? Su, siamo nel 2000, ognuno deve vivere la propria sessualita'!". "Ah grazie ma... vedi mamma, sono anche incinta!". "Ma e' meraviglioso, diventero' nonna! E poi potrete adottare il bambino, tu e la tua compagna!". "Si', certo mamma, ci ho pensato ma... ne parlero'  con lei... ma... vorrei andare al programma della De Filippi...". E la madre: "Ma... non potresti drogarti come tutti gli altri???"

159.                Non provare a far crescere i tuoi figli per farli diventare come te, potresti riuscirci. (Russell Baker)

160.                Tema: descrivimi la tua famiglia. La mia famiglia Ć composta da 22 persone: mio padre mia madre, io, mio fratello, mia sorella, il fratello di mia sorella, la sorella di mio fratello e altri che non sto qui a parlarne. I rapporti migliori li ho con mio padre: non lo vedo da quando avevo 5 anni e sto meglio senza che con lui. Mia sorella si chiama Enrica ma i suoi amichetti la chiamano Lula la Mula che ogni lunedô si incula. Io voglio molto bene a mia sorella anche se lei ogni notte non so dove vuole andare perchÄ sta sempre a urlare: "Adesso vengo, siii..." Mia sorella mi porta sempre nei giardini pubblici e si diverte sempre a giocare a nascondino, perś ogni volta che la ritrovo c' Ć sempre un suo amichetto con lei dietro le piante con i pantaloni sbassati. Sarł una nuova regola... Mia madre al contrario di mia sorella non ha amichetti, perś da qualche tempo porta degli ufficiali in licenza dentro casa quando mio padre non c'Ć. Mia madre inoltre Ć molto buona e brava perchÄ nella sua borsa trovo sempre dei palloncini che perś non mi da' mai. Si vede che sono per gli orfani. Che buon animo! Ah scusate, non vi ho parlato di Fuffy, il mio cagnolino. Ú un incrocio tra un doberman e un mastino napoletano ricchione. Quando il postino viene invece di attaccarlo se lo incula. Per troppo che Ć piccolo davanti al cancello di casa abbiamo messo un cartello: "Attenti al cane, a non calpestarlo". Ci gioco sempre insieme anche se lui preferisce aiutare la mamma a riaggomitolare i gomitoli (scusate la ripetizione). Come fa? Se lo tira in alto e inizia a girare...

161.                Io da grande voglio fare il coglione. Ogni volta che esco con mio padre, lui dice sempre: "che bella casa che ha sto coglione, che bella macchina che ha sto coglione..." (Mauroemme)

162.                Genitori: persone che sopportano bambini, adolescenti, e giovani appena sposati. (Parents: People who bear infants, bore teenagers, and board newlyweds)

163.                Una coppia ha una figlia neonata e il marito si rivolge spesso alla moglie per avere consigli su come trattare la piccola. Un giorno, la moglie sta facendo la doccia quando il marito va da lei e le chiede: "Cosa posso dare da mangiare alla bambina?". La moglie decide di iniziare a farlo essere indipendente e gli risponde: "C'e' ogni genere di cibo per bambini. Prova a fare come se io non fossi a casa, dai...". Pochi minuti dopo, squilla il cellulare della moglie. Lei risponde e sente il marito che le fa: "Tesoro, che posso dare da mangiare alla bambina?".

164.                Non basta leggere libri e preparare il corredo... Eccovi alcuni semplici test per prepararvi alla vera esperienza di madre/padre.

1. Donne: Come preparsi alla maternita': Indossate un abito e infilate sul davanti un sacco di fagioli. Tenetelo per 9 mesi. Dopo i 9 mesi, togliete il 10% dei fagioli.
Uomini: Come prepararsi alla paternita': Andate dal farmacista, svuotate il contenuto del vostro portafoglio e ditegli di prendere cio' che vuole. Fate lo stesso al supermercato. Tornate a casa, prendete il giornale e leggetelo per l'ultima volta.

2.
Camminate per il salotto tutto il giorno dalle 17 alle 22, portando in braccio una borsa bagnata che pesi dai 5 ai 7 chili. Alle 22, lasciate giu' la borsa, mettete la sveglia per mezzanotte e andate a dormire. Svegliatevi a mezzanotte, camminate per il salotto con la borsa fino all'una e poi mettete la sveglia alle 3. Poiche' non riuscirete a riaddormentarvi, alzatevi alle 2 e preparatevi il te'. Tornate a letto alle 2.45 e svegliatevi alle 3. Dalle 3 alle 4 cantate una ninnananna e poi mettete la sveglia per le 5. Alzatevi alle 5 e fate colazione. Tenete questo ritmo per 5 anni e cercate di essere sorridenti.

3. Prova di resistenza al disordine. Ungete di burro il divano e di marmellata le tende. Nascondete una lisca di pesce dietro lo stereo e lasciatela li' per tutta l'estate. Infilate le dita nella terra dei vasi di fiori e pulitele sulle pareti. Coprite le macchie con i pastelli. Siete pronti?

4.  Vestire i bambini.
Non e' cosi' semplice come sembra: comprate una piovra e un sacchetto di spago. Provate a infilare la piovra nel saccetto in modo che nessun tentacolo esca. Tempo disponibile: tutta la mattina.

5. Comprate una scatola di uova. Con una forbice e i pennarelli, fatene un alligatore. Poi prendete un rotolo vuoto di carta igienica: con solo lo scotch e la carta stagnola, fatene un albero di Natale. Infine, prendete una confezione vuota di latte, una pallina da ping-pong e un pacchetto di patatine vuoto e create la replica perfetta della Torre Eiffel. Ora siete pronti a giocare con i vostri bambini.


6. Come far diventare "familiare" la vostra automobile. Non vi serve comprare una monovolume: comprate invece un gelato al cioccolato e infilatelo nel portaoggetto. Lasciatelo li'. Prendete poi un wafer e infilatelo nel lettore cd. Prendete una confezione famiglia di biscotti al cioccolato e sbriciolateli nei sedili posteriori. Con un rastrello passate su entrambi i lati della macchina. Ora e' perfetta!

7. Uscire coi bambini. Aspettate fuori dal bagno per una mezz'ora. Entrate e uscite dalla porta per 3 o 4 volte. Aspettate fuori dalla porta. Camminate su e giu' per almeno 3 volte. Accendetevi una sigaretta e fumate lentamente per 5 minuti. Smettetela di esaminare ogni cicca, insetto morto e traccia di sporco sul marciapiede. Tornate in casa. Urlate che avete aspettato fin troppo tempo finche' tutti i vicini non avranno sentito. Ora siete pronti a portare fuori il bambino.

8. Ripetete ogni cosa che dite almeno 5 volte.

9. Andate al supermercato. Portate con voi la cosa che piu' assomiglia ad un bambino in eta' pre-scolastica. Una capra ben cresciuta va benissimo. Se pensate di avere piu' bambini, portatevi piu' capre. Fate pure la vostra spese, ma senza mai perdere di vista la capra. Pagate per ogni cosa che essa distrugge. Finche' non riuscite bene in questo, evitate di avere bambini.

10.
Prendete un melone, fategli un piccolo buco in un lato e svuotatelo. Appendetelo al soffitto, in modo che possa oscillare in ogni direzione. Ora prendete un omogeneizzato e cercate di infilare un cucchiaino di omogeneizzato nel buco del melone, facendo l'aeroplanino. Continuate fino a svuotare meta' del vasetto, poi versate il rimanente sul vostro vestito, facendo attenzione a che ne cada un bel po' anche sul pavimento. Ora siete pronti a dare la pappa a un bimbo di 1 anno.

11.
Iniziate a guardare la Melevisione e imparate i nomi dei Teletubbies. Quando imparerete a parlare come loro, potrete iniziare a definirvi "genitori".
(Lord Yoruno)

165.                I genitori sono le ultime persone al mondo che debbano avere figli. (Samuel Butler)

166.                E' durissima. Ma devo comunque tirare avanti : ho una famiglia da farmi mantenere. (Mino Maccari)

167.                Le faccende di casa sono piŁ facili e piŁ rapide quando sono fatte da qualcun altro. (James Thorpe)

168.                Quella famiglia era cosô numerosa che la cicogna ormai dormiva con loro. (Mauroemme)

169.                Mi ricordo ancor oggi le prime parole che ho detto... Ho guardato mio padre e mia madre e ho detto: "Papi... Mami...". E mio padre mi ha detto: "Figliolo, Ć ora di ampliare il tuo vocabolario: hai ventiquattro anni!". (Bob Saget)

170.                E' noto che noi uomini non cerchiamo nella moglie le qualitł che adoriamo nell'amante... (Italo Svevo)

171.                La mamma di Ale incontra una sua amica che non vede da anni e le chiede: "Come sta tua figlia?". E l'altra: "Molto bene, e la tua?". "Beh, e' cresciuta... ormai e' un ometto..." (Maurizio Tecli)

172.                I nostri figli non sono violenti. Non ci odiano mica. Se ogni tanto ci picchiano e' per il nostro bene. (Lia Celi)

173.                Tutti questi giovani che ammazzano i genitori. Pazzesco. Con tutti i soldi che gli diamo non potrebbero pagarsi un killer? (Lia Celi)

174.                Un figlio e' una riproduzione assolutamente originale. (Fulvio Fiori)

175.                Vedendomi crescere, un giorno mia madre mi disse: "Bravo, sei diventato proprio un OMETTO". Subito dopo mi trovai chiuso in un armadio...

176.                Un portuale livornese Ć a tavola in canottiera con moglie e tre figlioli di 11, 7 e 4 anni. Il piŁ grande lo guarda disgustato mentre mangia e alla fine sbotta: "Babbo, la smetti di biascił... o lo vedi fai schifo!". E il babbo TONFA... una manata sul viso e il bimbo UAAAAAAA si mette a piangere. Il suo fratello di 7 anni: "Bene, ti sta bene, cosô impari a offendere babbo... un lo vedi... Ć mezzo rincoglionito?!". E il babbo TONFA... un'altra manata e il bimbo UAAAAAA inizia a piangere. Quello piccino che ha seguito tutta la scena UAAAAAAAAAA si mette a urlare anche lui e il babbo: "O' te cosa piangi? Un t'ho mi'a fatto nulla a te". E il piccino: "Lo so, ma stronzo come sei un si sa mai!!!". (Mr Oba Oba)

177.                Guarda che e' dura nascere in una famiglia dove si tira la cinghia. Oltre tutto mio padre tirava anche quella vera! E' che eravamo in troppi. Ricordo una volta, tornando da scuola, mio padre appena mi ha vista, ha detto: "Cazzo, e' tornata anche oggi!". (Brunella Andreoli)

178.                Appartengo ad una famiglia affamata, mia madre era solita contarci dopo ogni cena. (Bob Shaw)

179.                Voglio che i miei figli abbiano tutto quello che io non ho avuto. Poi voglio traslocare nella loro casa. (Phyllis Diller)

180.                La mia Ć sempre stata una famiglia molto religiosa, mia madre prima di iniziare a mangiare si fa sempre il segno della croce. Una volta da piccolo le ho chiesto perchÄ lo faceva, e lei mi ha risposto: "E' per ricordare il sacrificio che ha fatto GesŁ morendo sulla croce per noi". E mio padre: "Meno male che non lo hanno impalato..."

181.                Era una famiglia cosô numerosa che quando la sera tornava il papł, i figli nascondevano la mamma. (Mauroemme)

182.                Ti rendi conto che i tuoi figli stanno crescendo quando non ti chiedono piu' da dove vengono e si rifiutano di dirti dove vanno. (P.J. O'Rourke)

183.                Stiamo cercando di allevare i figli nel migliore dei modi. Non e' necessario sculacciarli. Il solo fatto che mostriamo le pistole il piu' delle volte ottiene il risultato voluto. (Denis Leary)

184.                "Papa', domani svegliami con dolcezza...". L'indomani, gridando a squarciagola: "CIOCCOOLAAATAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!". (Grizzly)

185.                Quando sarś vecchio, vivrś per un certo periodo con ogni figlio e porterś loro tanta felicitł, cosô come loro hanno ne hanno portata a me. Voglio ritornare loro tutta l'allegria che mi hanno dato. Oh, come saranno emozionati! Scriverś sulle pareti con i pennarelli di tutti i colori. Salterś sul letto con le scarpe. Berrś dal cartone del latte e lo lascerś fuori, e poi intaserś il water con la carta igienica. Quando saranno al telefono, svuoterś tutti i cassetti, gli scatoloni e le scatoline della casa. Oh, mi faranno cenno di no con il dito, ed io farś la faccia di "non sono stato io" e farś l'offeso. Quando prepareranno la cena e mi chiameranno per mangiare, tarderś a sedermi a tavola, cosô, tanto per renderli nervosi. Non mangerś assolutamente la verdura! Mi abbufferś coi cereali, spanderś l'acqua sul tavolo, e quando si arrabbieranno mi metterś a piangere finchĆ non mi carezzeranno amorevolmente il capo... hehe, voglio proprio vedere la loro faccia. Mi siederś attaccato alla televisione, cambierś canale quando vorrś, alzerś il volume al massimo e incrocerś gli occhi solo per vedere se resto strabico. Naturalmente, poi me ne andrś senza spegnere la tivŁ... eeehehehehe. Prima di andare a letto andrś a prendere il mio bicchierozzo di latte e lascerś aperta la porta del frigo, le luci accese e le mie scarpe in mezzo alla cucina, poi chiamerś al telefono una mia amica e le racconterś per mezz'ora quanto mi sta andando bene. PiŁ tardi, a letto, mi stirerś, canterś la mia canzoncina preferita e appicciccherś la mia gomma da masticare sotto la sedia. Ringrazierś Dio con una orazione e chiuderś gli occhi. I miei figli mi osserveranno con un sorriso, usciranno lentamente dalla stanza e diranno, sottovoce: "E' tanto tenero, quando dorme!". (Mauroemme)

186.                Il figlio si rivolge entusiasta al padre: "Babbo, babbo! Mi sono trombato nonna!!!". "Che cosa? Nonna ? ma come hai potuto???". "Eh bĆ sô, era lô sul letto, con le gambe aperte... non ho resistito...". Il padre, sempre piŁ atterrito: "Ma.. la nonna..., Ć da pazzi, ti sei trombato la mi' mamma!!!". "Deh, perchÄ, tu non ti sei trombato la mia??".

187.                L'atto di ragione fa esistere: d'altronde Ć noto che i figli son frutti del pen... siero. (El Barzo)

188.                Ho appena avuto il mio secondo figlio, il mese scorso. Il primo, che ha due anni e mezzo, era preoccupatissimo. Continuava a dire: "No voio fratellino, no voio fratellino". Allora per calmarlo gli ho detto: "Vedi? Se avessi imparato a parlare meglio, non avremmo dovuto sostituirti!". (Greg Geraldo)

189.                Non sono mai andato d'accordo con mio padre. Gli altri bambini venivano da me e mi dicevano: "Il mio papł prenderł a pugni il tuo papł!". E io: "Davvero? Quando?". (Bill Hicks)

190.                "Mamma, mamma, mi sono tagliato un dito!". "Succhialo, che ti passa tutto!". "E' che non lo trovo piŁ!". (Lopezzone)

191.                Chiese il piccino: "Papł cos'Ć l'oro?". "L'oro Ć il metallo piŁ prezioso". "Papł cos'Ć l'incenso?". "L'incenso Ć un profumo sacro". "Papł cos'Ć la mirra?". "Figliolo, guarda, ci sono i Pokemon in TV!!". (da "Bastardidentro")

192.                Un bambino domanda al padre: "Papł, papł perchÄ ti sei sposato con mamma???". E il padre risponde: "Sta zitto, disgraziato, per colpa tua". (da Bastardidentro)

193.                Papł, Mi piacerebbe venirti a trovare, Papł. Mi piacerebbe stare un po' con te mentre fai la settimana enigmistica. Ti ricordi quando facevamo a gara a chi la finiva per primo. Avevo 10 anni, tu la compravi e io te la rubavo, bruciavo dalla frenesia di aprirla alla pagina mia, quella dove c'era l'unico gioco che io sapevo fare: unire tutti i puntini e scoprire la figura della settimana. IO, prima che lo facessi tu. Poi tu mi hai spiegato le parole crociate con tutte quelle definizioni orizzontali, verticali, e li Ć nata la mia prima illusione. Il pensiero che la vita puś essere un incastro perfetto basta avere le risposte giuste, no ? ma la vita non Ć cosi e tu lo sapevi, vero papł adesso lo so anch'io... Papł mi piacerebbe telefonarti, per farti gli auguri di compleanno, per dirti la frase che ti dicevo sempre "Allora, quanti ne compi stavolta ?" e sentire la risposta di sempre... "18 !! " seee, pe gamba... Per darti quei regali inutili, scelti distrattamente, senza essermi mai interrogato veramente sui tuoi gusti quella cravatta che non hai mai messo, quella pipa che non hai mai fumato e quell'agenda... che non hai mai aperto. Papł, mi piacerebbe parlarti e raccontarti che adesso anch'io sono papł che c'Ć un bimbo che mi chiama papł, come io chiamavo te... Oddio, veramente lui chiama piŁ spesso mamma, ma sentissi come lo dice bene "Papł - Papł" e le fossette sulle guance quando ride. Oddio, lui sembra me, che sembro te... Chissł se un giorno mi dirł le stesse cose che sto dicendo a te. Beh, speriamo non cosi presto perś, eh. Papł, vorrei... vorrei tenere la mano nella tua come tutte le volte in cui l'ho tenuta, tranne una... quella volta li', che non c'era da andare insieme al cinema, non c'era da tuffarsi insieme nel mare e non c'era neanche da attraversare insieme la strada o forse si... una strada da attraversare c'era ma quella strada, l'hai attraversata da solo... Io sono rimasto di qua...a salutarti... Ciao Papł. (Gabriele Cirilli)

194.                A proposito di famiglie, c'Ć sempre un componente che piŁ degli altri Ć sensibile al richiamo dei valori etici rappresentati dallo Stato. Nella famiglia di zio Paperino, per esempio, il piŁ sensibile al richiamo dello Stato Ć il nipote Quo che perciś viene chiamato Status Quo. (dall'"Enciclopedia comica del Diritto" di Bruno Gambarotta)

195.                La mia famiglia era molto numerosa, avevo 9 fratelli e ricordo che ognuno di noi aveva un soprannome. Il sottoscritto, per esempio, tutti lo chiamavano Agostino. Non so perchÄ, forse era tradizione di allora. Io ero sempre incazzato, perchÄ essendo il maggiore, tutte le incombenze alla fine capitavano a me. Ogni volta che c'era da fare qualcosa... Agostino di qua, Agostino di lł... non ne potevo piŁ. Un giorno confidai questa mia inquietudine ad un amico, il quale mi diede un'idea a cui in effetti non avevo mai pensato. "Vedi - mi disse - quando tuo padre ti chiama, tu rispondigli che Agostino non c'Ć, vedrai che chiamerł qualche altro tuo fratello". Tornai a casa e, neanche a farlo apposta, appena varcato l'uscio udii la voce di mio padre dalla cucina che mi chiamava con insistenza. Allora io gli risposi che Agostino non c'era, e mio padre mi rispose: "Ah, non importa, allora vieni tu". (Mauroemme)

196.                Marito e moglie hanno sei figli. Il marito Ć cosô fiero che comincia a chiamare la moglie "madre dei sei". La moglie Ć infastidita, ma nn dice niente al marito. Una sera devono uscire per una cena con amici. Giunti ad un certo orario il marito che vuol tornare a casa chiama la moglie e le dice: "Dai andiamo "madre dei 6". E la moglie: "Prendo il cappotto e arrivo, "padre dei 4"!!!" (da Bastardidentro)

197.                L'altra sera ho mostrato a mio figlio la pila di stoviglie sporche sul lavandino e gli ho detto: "Figliolo, un giorno tutto questo sarł tuo". (Mauroemme)

198.                Il Re: "Chi sono gli ascendenti e discendenti tuoi?". Bertoldo: "I fagiuoli, i quali bollendo al fuoco vanno ascendendo, su e giu' per la pignatta". (da 'Bertoldo e Bertoldino') (Giulio Cesare Croce)

199.                Io sono una di quelle donne che hanno avuto la fortuna di arrivare alla maternita' con una certa esperienza, Possedevo da tre anni uno Yorkshire terrier. A dieci mesi i miei figli erano capaci di accucciarsi al piede. A un anno sapevano afferrare un frisbee a mezz'aria con i denti. A 15 mesi, dopo aver passato settimane a strofinargli il naso nei loro bisogni e a cacciarli fuori, erano addestrati a non sporcare per terra. ( Erma Bombeck)

200.                E' molto facile far smettere di mangiarsi le unghie ai propri figli. Basta nascondere loro la dentiera. (Mauroemme)

201.                "Hai saputo, caro? La figlia di Andrea ha 15 anni e non esce mai di casa la sera". "Lo sapevo che Andrea era un padre come si deve, che ha sempre saputo dare la migliore educazione ai suoi figli. Pero' io non la vedo uscire nemmeno di giorno!". "Non puś perchÄ deve allattare il bambino!".

202.                Un genitore saggio lascia che i figli commettano errori. EŇ bene che una volta ogni tanto si brucino le dita. (Gandhi)

203.                Il figlio: "Mi suicido, babbo!". Il padre: "Non fare il moralista: spara agli altri". (Altan)

204.                La piŁ grande unitł sociale del Paese Ć la famiglia. O due famiglie: quella regolare e quella irregolare. (Federico Fellini)

205.                I giovani hanno perso il senso della famiglia, ma non l'indirizzo di casa. (Mirco Stefanon)

206.                I miei litigavano cosô tanto che fino all'etł di 5 anni credevo di chiamarmi "tuo figlio".

207.                "Io gliel'avevo detto a mio figlio di non sposare Miss Svezia, ma lui niente, non ha voluto darmi ascolto. E cosô adesso abbiamo la croce di questo povero nipote alto, biondo, con gli occhi azzurri" mi dice la mamma del gobbo. (Romano Bertola)

208.                Non disprezzare i parenti poveri; un giorno potrebbero diventare ricchi di colpo. (Josh Billings)

209.                Chiedi a tuo figlio quello che vuole da mangiare solo se paga. (Ask your child what he wants for dinner only if he's buying) (Fran Lebowitz)

210.                Dopo 30 anni di perplessita' sul fatto di essere cosi' diverso dal suo fratello piu' piccolo, un tale trova il coraggio di chiedere alla madre: "Mamma, dimmi la verita'. Io da piccolo, sono stato adottato???".La madre dice di sô, e poi comincia a piangere a dirotto. Infine aggiunge: "...ma eri cosô schifoso e rompiscatole che ti hanno riportato indietro".

211.                Quand'era ancora un bambino, una sera mio figlio mi chiese: "Papł, ma tu non ti stanchi mai di giocare a marito e moglie?". (Mauroemme)

212.                Quasi tutte le mamme preferiscono che i figli pratichino la pallanuoto, perchÄ cosi' non tornano a casa tutti impolverati. (Gene Gnocchi)

213.                LA LETTERA DELLA MAMMA (2). Carissima figlia mia, Se non ricevi questa mia lettera avvisami, cosô te la rimando. Sai, noi non abitiamo piŁ nella vecchia casa. Tuo padre ha letto in un giornale che la maggior parte degli incidenti avvengono entro un raggio di 30 Km dalla casa, per cui abbiamo deciso di traslocare piŁ lontano. A proposito: se vedi tuo fratello digli che ci venga a trovare, se non lo vedi, non dirgli nulla. Sfortunatamente, non posso mandarti il nuovo indirizzo perchÄ la famiglia che abitava in questa casa prima si Ć portata via il numero civico, per non dover cambiare indirizzo. Sai, questo posto Ć davvero meraviglioso. Il clima non Ć male, la scorsa settimana ha piovuto solo due volte, la prima volta ha piovuto per tre giorni, la seconda per quattro. Ti abbiamo spedito la giacca che mi avevi chiesto. Tuo padre ha detto che era un po' troppo pesante per mandarla via posta, cosô abbiamo tolto i grossi bottoni e li abbiamo messi in una delle tasche. Abbiamo ricevuto una raccomandata dalla Funeraria Bertelli, dicono che se non paghiamo l'ultima rata del funerale della nonna, la dissotterrano. Ieri tuo padre ha inavvertitamente chiuso l'auto con le chiavi dentro, io e tua zia Gertrude eravamo molto preoccupate perchÄ ha impiegato piŁ di due ore per tirarci fuori. Tua sorella Ermenegilda si Ć sposata con suo marito e proprio questa mattina ha avuto il suo primo bebĆ. E' bellissimo. Ancora non sappiamo che sesso Ć, per cui non sappiamo se sei diventata zia o zio. La cosa bella Ć che se sarł una femminuccia, tua sorella ha deciso che la chiamerł come me: la chiamerł Mamma. Purtroppo ho una brutta notizia, lo zio Asdrubale ha avuto un grave incidente sul lavoro: la scorsa settimana Ć caduto in una botte di grappa. Alcuni operai della distilleria hanno cercato di tirarlo fuori ma lui ha resistito finchĆ non Ć affogato. Lo abbiamo fatto cremare, ed Ć ancora lô che arde. Il tuo amato cagnolino Boby si Ć molto divertito, ha rincorso un'auto per tutta la settimana, poi ha dovuto smettere perchÄ l'auto Ć partita dal parcheggio. Ti ricordo con affetto. Mamma. (Mauroemme)

214.                "Papł sono uscita col mio ragazzo, ha detto che ho una bella carrozzeria e due belle sospensioni". Il papł: "Di' al tuo ragazzo che se alza il cofano e tocca il motore gli rompo la marmitta". (GiDi)

215.                Mia madre era solita dirmi: "Se uno sconosciuto ti si avvicina e ti offre delle caramelle, e ti dice di salire sulla sua auto... vai!". (Laura Kighlinger)

216.                Un uomo dice al fidanzato di sua figlia: "Giovanotto, mi avevi promesso di portare mia figlia a casa prima delle dieci! Per primo: sono le tre di notte, e secondo: questa non e' mia figlia!". (Mario)

217.                Un mio amico ha avuto un'infanzia molto difficile, con un padre terribile che lo picchiava sempre. A volte, quando era particolarmente incazzato, metteva la cinghia per terra e ci sbatteva sopra il figlio. (Mauroemme)

218.                Ho sempre avuto discussioni con mia madre sull'orario per andare a dormire ... poi ho smesso quando le ho concesso di andare a letto alle 10. (Mac Gyver)

219.                LA LETTERA DELLA MAMMA (3). Caro figlio, ti scrivo queste poche righe perchÄ tu sappia che ti ho scritto. Se ricevi questa lettera, vuol dire che e' arrivata. Se non la ricevi, fammelo sapere, cosi' te la rimandero'. Scrivo lentamente perchÄ so che tu non riesci a leggere in fretta. Qualche tempo fa tuo padre ha letto sul giornale che la maggior parte degli incidenti capitano entro un raggio di un chilometro dal luogo di abitazione. Allora abbiamo deciso di traslocare un po' piŁ lontano. La nuova casa e' meravigliosa. C'e' una lavatrice, ma non sono sicura che funzioni. Proprio ieri ci ho messo dentro il bucato, ho tirato l'acqua e poi il bucato e' sparito completamente. Il tempo qui non e' troppo brutto. La settimana scorsa ha piovuto due volte: la prima volta per tre giorni e la seconda per quattro. A proposito della giacca che mi avevi chiesto, tuo zio Piero mi ha detto che spedirtela coi bottoni sarebbe stato molto caro (per via del peso dei bottoni). Allora li ho staccati. Se pensi di riattaccarli, te li ho messi tutti nella tasca interna. Tuo fratello Gianni ha fatto una grossa sciocchezza con la macchina: e' sceso e ha chiuso di scatto la portiera lasciando dentro le chiavi. Allora e' dovuto rientrare a casa a prendere il secondo mazzo di chiavi, e cosô anche noi abbiamo potuto scendere dalla macchina. Se vedi Margherita salutala da parte mia. Se non la vedi, non dirle niente. La tua mamma che ti vuole tanto bene!
P. S.: volevo metterti anche un po' di soldi, ma avevo gia' chiuso la busta.

220.                Due amici: "Tua moglie Ć come la prugna, fa cagare!". L'altro: "Tua moglie invece Ć come la barba, me la faccio tutti i giorni..."

221.                "Io non so da chi abbia preso i difetti nostro figlio!". "Da me certamente no!". "Gił! Tu ce li hai ancora tutti!!!". (Scirio)

222.                "Mamma, mamma, Ć ora che tu mi dica la veritł: chi Ć mio padre?". "La veritł, figlio mio, Ć che sei un figlio di provetta". "Di provetta??". "Si. Ne ho provati talmente tanti che non ho proprio idea di chi possa essere tuo padre". (Mauroemme)

223.                Ultimamente mia moglie non riusciva piŁ ad accontentarmi. Cosô ho sperimentato sua sorella, che mi si era gentilmente offerta. Ma purtroppo si Ć rivelata piuttosto goffa e impacciata. Allora sono andato da mia suocera e le ho francamente confessato i miei bisogni di vero maschio. Lei sorridendo si Ć detta disposta a soddisfarmi, e devo dire che delle tre era certo la migliore. Cosô ho iniziato ad abusare di lei per interi pomeriggi, ma essendo un poco anziana mi pareva si stancasse troppo. Infine ho finalmente trovato una puttana ormai in pensione, vecchia ma molto esperta. Viene a casa mia due volte la settimana e per pochi soldi stira alla perfezione tutte le mie camicie. (Bilbo Baggins)

224.                I miei genitori ci mettevano a letto lanciandoci in aria. Certo, perchÄ il sistema funzioni ci vogliono dei soffitti bassi.  (Slartibartfast)

225.                Stavo parlando con un'amica che ha dei bambini: "E se il figlio a cui avrś dedicato la mia vita, crescendo mi odierł e mi incolperł di tutto ciś di sbagliato gli accadrł nella vita?". E lei mi ha chiesto, "cosa intendi dire con 'se'?"

226.                Una mamma dice al figlio che sta per uscire: "Mettiti qualcosa di pesante addosso !". E il ragazzo: "Si', ora mi metto la lavatrice sulle spalle..."

227.                La giovane sposa dice al marito: "Caro, so che non Ć colpa tua se non trovi lavoro, perś io mi vergogno". "E perchÄ ti vergogni amore?". "PerchÄ viviamo alle spalle della mia famiglia. Mio padre ci paga l'affitto, mamma fa la spesa per noi, mia sorella ci compra i vestiti, e la zia ci ha regalato l'automobile". "Hai ragione, amore, e sai cosa significa questo?". "Che anche tu hai dei rimorsi?". "No! Significa che quel balordo di tuo fratello, non ha mai fatto niente per noi". (Bilbo Baggins)

228.                Spine letali, spine pungenti / tali sono le zie e le parenti. (Leonardo Sinisgalli)

229.                Non giudicare le persone dai loro parenti. (Don't judge people by their relatives)

230.                Non bisogna avere bambini, solo nipoti. (Never have children, only grandchildren) (Gore Vidal)

231.                Altro divario tra noi, l'etł. Ma questo non Ć un ostacolo. Anzi, mi consenti di parlarti come un padre. Dimmi: non senti un prepotente istinto incestuoso? (Groucho di Dylan Dog)

232.                Sono la pecora nera della famiglia. Mio padre era lo zio Tom, sai, quello dello capanna. (Groucho di Dylan Dog)

233.                Anche papł non ci stava tanto con la testa. A un certo punto era fissato che la mamma volesse avvelenarlo. Povero papł! Ricorderś sempre le sue ultime parole: "Questo caffĆ ha uno strano sapore..." (Groucho di Dylan Dog)

234.                Ebbene, devo dire la veritł, non mi fido molto a lasciare soli mia figlia e il suo fidanzato. Ieri sera io e mia moglie li stavamo spiando dalla porta del salotto e a un certo punto io dissi incazzato: "Altri dieci minuti e vado di lł a dirgli che se ne vada!" E mia moglie, calma: "Su, su, ricordarti di quando eravamo noi fidanzati". Ho riflettuto un attimo, poi ho detto: "Ah, allora Ć meglio che vada a dirglielo subito!". (Mauroemme)

235.                "Papł, mi fai l'esercizio di matematica?". "No, figliolo, non sarebbe giusto". "Potresti almeno provare!!"

236.                Ogni donna che non trova il marito ideale si vendica allevando dei pessimi figli!

237.                Non sono mai stato il preferito di mia mamma, e sono figlio unico. Un giorno le ho chiesto: "Mamma, sono stato adottato?". Mi ha risposto: "Non ancora, ma abbiamo messo un annuncio". (Aldo Colombini)

238.                La figlia: "Mamma, perchÄ il babbo lavora mentre noi siamo in vacanza?". La madre: "PerchÄ cosô dopo puś rinfacciarmelo". (Altan)

239.                Il figlio: "Babbo, da grande vendero' l'anima al diavolo, cosi' divento immortale". Il padre: "E cosi' passi l'eternita' in un ricovero dei vecchi". (Altan)

240.                Un bambino ad una bambina: "Ce l'hai il babbo?". Lei: "Si', lo vuoi?". (Altan)

241.                Mia madre e mia sorella sono inseparabili: un insolito caso di madre e figlia siamesi. (Paolo Burini)

242.                Proprio non so cosa fare con quel disgraziato di mio figlio. Droga, traffico dŇarmi, sfruttamento della prostituzione. Queste cose Ć ora che le impari. (Paolo Burini)

243.                Non sopporto quelle madri che per ricordo tengono il cordone ombelicale o ciocche di capelli dei propri figli. Lo trovo disgustoso. Io di mia figlia conservo solo lŇimene. (Paolo Burini)

244.                "Senti, ma i tuoi genitori erano severi?". "Si', mio padre mi picchiava sempre con la cintura!". "Invece mia madre mi picchiava col battipanni. Ma quello non era niente, perchÄ a un certo punto e' passata al Folletto ...". (Marco Terenzi)

245.                "Ieri mio padre mi ha detto chiaro e tondo che se non voglio piu' studiare dovro' andare subito a lavorare". "E tu cosa gli hai risposto?". "Che ci studiero' sopra". (da "La Settimana Enigmistica")

246.                Alf (leggendo un libro): "Qui dice che il numero ideale dei bambini e' uno e mezzo! Quanti eravate voi in famiglia?". Sandy: "Solo mio fratello ed io". Alf: "Perfetto! Il numero ideale!". (da "Dropouts") (Howard Post)

247.                Da piccolo ero un bambino molto impegnato. Pero' appena i miei genitori potevano permetterselo, venivano al Monte di Pieta' a riprendermi! (Bilbo Baggins)

248.                Inserzione giornalistica: Ragazza madre cerca ragazzo padre per fare insieme ragazzo figlio.

249.                Inserzione giornalistica: Famiglia con le idee confuse cerca collaboratrice domestica che gliele metta in ordine.

250.                La mia Ć una famiglia allargata. Mia suocera da sola arriva a centoventi chili! (Bilbo Baggins)

251.                "Qual Ć il suo problema piŁ grave?". "Il fatto che i miei genitori non mi hanno mai amato". "Come fa ad esserne certo?". "Alla mia nascita si sono fatti indennizzare per l'assicurazione contro la grandine". (Woody Allen)

252.                La madre di Woody Allen: "La mia gioventŁ Ć stata senza tutto un seguito di traumi emotivi. Sô, caro, tu sei stato un bambino prematuro. Sei arrivato durante la mia vita terrena". (Woody Allen)

253.                Vedendo mio fratello che si sposa, ripenso alla nostra infanzia, e a mia madre che ha sempre preferito lui fin da quando eravamo piccoli. Quando Ć nato lui, mia madre ha detto: "E' un dono di Dio". Quando sono nato io: "E' un errore della Madonna!". (Leonardo Manera)

254.                Vi presento un semplice giochetto cui siete invitati ad unirvi. Scegliete un personaggio famoso, e immaginate cosa la mamma usasse dirgli da piccolo. Io ho pensato a queste!
ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-╚ă-
            Trenta mamme
- La mamma di Molotov diceva al suo bambino: "Lascia stare la bottiglia!"
- La mamma di Dante diceva al suo bambino: "Inutile che fai la commedia, non sei malato e a scuola ci vai!"
- La mamma di Pietro Micca diceva al suo bambino: "Se aiuti il duca di Savoia nella sua guerra ai francesi, farai una carriera esplosiva!"
- La mamma di Ulisse diceva al suo bambino: "Non perder tempo a bighellonare e torna presto a casa!"
- La mamma di Zamenhof diceva al suo bambino: "E spero tanto che un giorno riuscirś a capire cosa dici!"
- La mamma di Schliemann diceva al suo bambino: "Sposa una brava ragazza e lascia perdere le troie!"
- La mamma di GesŁ diceva al suo bambino: "Devi studiare di piŁ. Quest'anno sei stato promosso per miracolo!"
- La mamma di Icaro diceva al suo bambino: "Hai la testa tra le nuvole!"
- La mamma di Galvani diceva al suo bambino: "Le rane servivano per la cena!"
- La mamma di Morse diceva al suo bambino: "Ti esprimi in maniera incomprensibile!"
- La mamma di Sansone diceva al suo bambino: "Vatti a far tagliare quei capelli lunghi, che cosô mi sembri un barbone!"
- La mamma di Pavlov diceva al suo bambino: "Ficcati in testa che quando suono la campanella tu devi venire a cena!"
- La mamma di Marco Polo diceva al suo bambino: "Gioca pure coi tuoi amichetti, ma bada di non allontanarti troppo!"
- La mamma di Matusalemme diceva al suo bambino: "Copriti bene, che sei cagionevole di salute !"
- La mamma di Berlusconi diceva al suo bambino: "No che non puoi avere una televisione tutta tua!"
- La mamma di Fidel Castro diceva al suo bambino: "I sigari saranno la tua rovina!"
- La mamma di Hitler diceva al suo bambino: "Attento, che se sei troppo buono... poi la gente se n'approfitta!"
- La mamma di Freud diceva al suo bambino: "Tu vivi in un mondo di sogni!"
- La mamma di Edipo diceva al suo bambino: "Sarai il conforto della mia vecchiaia!"
- La mamma di Godot diceva al suo bambino: "Non ci sei mai quando ho bisogno di te!"
- La mamma di Robinson Crosue diceva al suo bambino: "A volte sospetto che ti manchi un venerdô!"
- La mamma di Samuele diceva al suo bambino: "Sei cosô carino che ti ammazzerei di baci!"
- La mamma di Lucrezia Borgia diceva alla sua bambina: "Quei funghi che hai raccolto avevano uno strano sapore!"
- La mamma di Carlo Martello diceva al suo bambino: "Che testa dura che hai!"
- La mamma di Cicerone diceva al suo bambino: "Le chiacchiere stanno a zero, contano solo i fatti!"
- La mamma di Dracone diceva al suo bambino: "Figlio mio, tu sei troppo accondiscendente!"
- La mamma di Filippo il Bello diceva al suo bambino: "Hai preso tu la mia cipria?"
- La mamma di Giugurta diceva al suo bambino: "Attento agli strozzini!"
- La mamma di Emilio Lepido diceva al suo bambino: "Prevedo che farai molta strada!"
- La mamma di Einstein diceva al suo bambino: "Sei relativamente intelligente!".
- La mamma di Washington diceva al suo bambino: "Possedere schiavi va bene, ma se dici una bugia vai all'inferno!"
- La mamma di Pipino il Breve diceva al suo bambino: "Non piangere sciocchino, non importa quanto Ć grosso, ma come lo usi!"
(Bilbo Baggins) 

255.                La mamma di Ulisse diceva sempre "Come te non c'e' nessuno". (DrZap)

256.                La mamma di Nerone diceva sempre: "Ma come mai, figlio mio, ti piacciono solo i giochi nuovi fiammanti?". (DrZap)

257.                La madre di Alfred Nobel diceva: "Sono arrivate le analisi: scoppi di salute!"
La madre di Walt Disney diceva sempre: "Smettila di disegnare e pensa a studiare, che ti devi costruire un futuro!"
La madre di Bart Simpson ha sempre detto: "Se devono proprio ciucciartelo, quel maledetto calzino, mettilo pulito tutti i giorni!". (Grizzly)

258.                La mamma del Milite Ignoto diceva al suo bambino: "Tu diventerai qualcuno!". (Bilbo Baggins)

259.                La mamma del medico che inventś il viagra diceva al suo bambino: "Tu farai grandi cose!". (Bilbo Baggins)

260.                Uffa che confusione! I bambini da stirare, i panni da portare a scuola. Da quando ho dimenticato mia moglie in autogrill in questa casa devo fare tutto io! (Bilbo Baggins)

261.                Sfogliando l'album di famiglia un bambino domanda: "Mamma, chi e' questo bel giovanotto vicino a te in questa foto?". "E' il tuo papł!". "E allora chi e' quel ciccione pelato che vive con noi?". (La Settimana Enigmistica)

262.                Il marito legge il giornale in poltrona. Torna a casa la moglie: "Caro, allora, vuoi che chiami mio fratello per aiutarti a portar su il pianoforte?". "Non serve. Gił fatto". "Come? Hai portato da solo un pianoforte da sei quintali per quattro rampe di scale? Ma come hai fatto?". "Oh, semplice: l'ho legato al gatto e l'ho fatto tirare su". "Al gatto? Ma dai, come fa un gattino a portar su un pianoforte?". "Beh, in effetti l'ho dovuto frustare parecchio". (Mauroemme)

263.                Potete essere sicuri che i vostri figli stanno crescendo quando smettono di chiedervi da dove vengono e rifiutano di dirvi dove vanno.

264.                "In 33 anni l'unica soddisfazione che ci hai dato Ć stata la notte che ti abbiamo concepito", disse papł. "A me neanche quella", disse mamma. (Domenico Lannutti)

265.                A Mother's Dictionary

DUMBWAITER
one who asks if the kids would care to order dessert.


FEEDBACK
the inevitable result when the baby doesn't appreciate the strained carrots.


FULL NAME
what you call your child when you're mad at him.

GRANDPARENTS
the people who think your children are wonderful even though they're sure you're not raising them right.


HEARSAY
what toddlers do when anyone mutters a dirty word.

INDEPENDENT
how we want our children to be as long as they do everything we say.

OW
the first word spoken by children with older siblings.


PUDDLE
a small body of water that draws other small bodies wearing dry shoes into it.

SHOW OFF
a child who is more talented than yours.

STERILIZE
what you do to your first baby's pacifier by boiling it, and to your last baby's pacifier by blowing on it and wiping it with saliva.

TOP BUNK
where you should never put a child wearing Superman jammies.


TWO-MINUTE WARNING
when the baby's face turns red and she begins to make those familiar grunting noises.

VERBAL
able to whine in words.

WHODUNIT
none of the kids that live in your house.

266.                Marito e moglie prima di dormire discutono del loro unico figlio, che l'indomani deve partire per il servizio militare: "Sai amore, a volte ho paura che abbiamo cresciuto il nostro bambino nella bambagia. Mi chiedo se sia davvero pronto ad affrontare il mondo". "Tesoro rassicurati, tu sei stata una madre stupenda e nostro figlio e' ormai un giovane aquilotto, pronto a lasciare il nido per vivere la sua vita!". "Ma partire militare, lui che a 21 anni a volte sembra ancora un bambino". "Per le madri i figli non crescono mai. Stai tranquilla che il nostro ragazzo e' un tipo tosto. Vedrai che s'ambientera' presto e si fara' tanti nuovi amici tra i suoi compagni". "E le donne? Sei sicuro d'avergli parlato abbastanza delle cose della vita?". "Certamente! Del resto i giovani d'oggi sono assai piu' maturi e preparati, di quanto lo fossero quelli della nostra generazione". "Ma prima che parta non sarebbe meglio che gli parlasti almeno dei preservativi?". "Moglie mia, nostro figlio e' un donnaiolo. So per certo che ha sempre dei preservativi in tasca". "Si'. Ma quelli li ha trovati nel nostro bagno, e visto che crede siano palloncini, ogni tanto li tira fuori e ci soffia dentro!". (Bilbo Baggins)

267.                "Nonno, ma tu come hai conosciuto la nonna?". "Mah, cosô, per caso. Er bordello aveva gił chiuso e lei stava a riccoje i preservativi...". (Giulio Severini)

268.                Il momento migliore per dare consigli ai propri figli Ć quando sono ancora abbastanza piccoli da credere che sappiate veramente di cosa state parlando. (Slartibartfast)

269.                Gli esseri umani sono l'unica creatura vivente sulla terra che accetta che propri piccoli vivano in casa fino ad etł avanzata. (Slartibartfast)

270.                Uno dei grandi misteri della vita Ć come abbia fatto il ragazzo che non era abbastanza in gamba per sposare tua figlia, sia divenuto il padre del nipotino piŁ intelligente del mondo. (Detto ebraico)

271.                Certamente mio figlio non puś aver preso tutti i difetti da mia moglie. Lei li ha ancora tutti. (Mauroemme)

272.                Un padre decide di portare suo figlio a fare una passeggiata con il passeggino. Tutto ad un tratto il bimbo scoppia a piangere; il padre comincia a dire: "Luca stai calmo, Luca stai calmo, Luca stai calmo...". Una signora gli chiede: "Mi scusi, le pare questo il modo di far calmare un bambino?". E il padre: "A signo', Luca so' io!"

273.                Pensi di avere dei figli?
Quando hai figli, scopri cose interessanti come:
Un letto ad acqua matrimoniale contiene abbastanza acqua da riempire di sei centimetri d'acqua un appartamento di 100 metri quadrati.
La voce di un ragazzino di 3 anni Ć piŁ alta del brusio prodotto dalla voce di 200 adulti in un ristorante affollato.
Se agganci un guinzaglio per cani al ventilatore a pale sul soffitto, il motore non Ć abbastanza robusto da far ruotare un ragazzino di 20 Kg con il costume da Batman o da Superman, perś basta ed avanza per far ruotare un barattolo di vernice e spandere il contenuto sulle quattro pareti di una stanza di 4 metri per 4.
Quando senti il rumore dello sciacquone del bagno, e le parole "Oh-Oh!", e' sempre troppo tardi.
Il liquido per freni, mischiato con la candeggina produce fumo. Tanto fumo.
Un ragazzino di sei anni puo' appiccare un incendio con una pietra focaia anche se un adulto di 36 anni riesce a farlo solo nei film.
Alcuni pezzi di Lego passano attraverso l'apparato digerente di un bambino di 4 anni.
La super colla Ć per sempre.  
Guarda sempre all'interno del forno prima di accenderlo. I giocattoli di plastica non gradiscono il forno.
I pompieri, a Torino, rispondono in sei minuti
L' 80% delle donne passeranno questo messaggio a tutti i loro amici, con o senza bambini.
L' 80%  degli uomini che leggono questo messaggio proveranno a mescolare candeggina e liquido per i freni.
(Da MagnaRomagna)(Marika)

274.                Conosco una famiglia composta da padre e madre di 40 anni, un figlio grande e grosso di 21 e una figlia piccola e mingherlina di 7. Sapete qual e' il nomignolo con cui quest'ultima chiama il fratello? "Il Grande Fratello". (DrZap)

275.                Le madri normali per tenere buoni i bambini gli concedono di vedere i cartoni animati. Mia madre invece mi dava solo i cartoni. (Claudio Bisio)

276.                Ebbene si', io picchio mio figlio. Per leggitima difesa ... (Ottovolante)

277.                "Papł, ti secca se ti chiamo pelato?". "Per nulla, figlio imbecille. PerchÄ?"

278.                I figli sono un genere voluttuario. (Marcello Marchesi)

279.                Rientra il figlio trentenne, che vive ancora con i genitori. La madre: "Ha telefonato un tuo amico!". Il figlio: "Come si chiama?". La madre: "Non mi ricordo!". Il figlio: "Mannaggia, la prossima volta, scrivilo!". Il giorno seguente, il figlio rientra e trova un biglietto sul tavolo: <HA TELEFONATO UN TUO AMICO>.

280.                "UĆ, fai il bravo, perchÄ guarda che io ti infilo una mano in bocca, una in culo, e ti uso come manicotto!". (dal film "Il vizio di famiglia" di Mariano Laurenti)

281.                E quando lei... "Ma tee... Se rapiscono me e tua madre, per chi stai in pena?". E lui: "Per i rapitori". (Stefano Bellani di Zelig)

282.                Siate gentili con i vostri figli, saranno loro che sceglieranno il vostro ospizio. (Coluche)

283.                Avrś avuto si e no un paio d'anni, quella volta che la mamma dovette uscire e lasciś a mio padre l'incarico di badare a me e mia sorella, che aveva compiuto da poco due anni. Qualcuno le aveva regalato un servizio da te per le bambole ed il suo gioco preferito era di organizzare il te per le bambole. Io e papł ce ne stavamo in soggiorno a guardare le notizie del telegiornale quando Lucia portś a papł una piccola tazza di "te" che poi era solo acqua. Il babbo la prese e la bevve per farle piacere e lei continuś a portargliene. Dopo molte tazze e molti complimenti per un te cosô buono, la mamma tornś a casa. Il papł la fece restare in soggiorno per vedere "Lucia che serve il te (Ć cosô carina!)". La mamma restś a osservare Lucia che dava la tazza a papł, attraversando tutta la stanza, e il babbo che se la beveva deliziato prima di commentare (come solo una madre puś)... "Non ti Ć venuto in mente che l'unico posto da cui puś arrivare a prendere dell'acqua Ć il gabinetto?". (Slartibartfast)

284.                Le madri, naturalmente, hanno ragione. Pagano i conti del figlio e non lo infastidiscono. I padri, invece, infastidiscono il figlio e non pagano mai i suoi conti. (Oscar Wilde)

285.                Aveva una famiglia sulle spalle e una suocera sulle palle. (Lino Giusti e Antonio Di Stefano in "L'ultimo chiuda la morta!!!")

286.                I figli illuminano davvero una casa: non spengono mai le luci!

287.                I risparmi sono un'ottima cosa, soprattutto se i tuoi genitori li hanno fatti per te. (Winston Churchill)

288.                Vorrei mettere in scena una famiglia modello dell'Italia dei nostri giorni: un nonno come Riina, un padre come Craxi, una madre come Marina Ripa di Meana, una figlia come Cicciolina e un figlio fisico nucleare: in ogni famiglia c'Ć una pecora nera. (Dino Risi)

289.                A casa mia comando io. Quando sto zitto tutti parlano, e quando obbedisco gli altri ordinano! (Bilbo Baggins)

290.                Uno che arriva ad affacciarsi alla finestra tutte le domeniche all'ora di pranzo per gridare a una folla di turisti in difesa della famiglia e dei figli, ma perchÄ non si sposa lui? (Fabio Fazio)

291.                Non Ć bizzarro quando vostra nonna chiama vostro nonno 'Nonno'? E tu sei lô: "E' pure tuo nonno? Dunque tu sei mia sorella? E sei pure la mamma di mio papł? Cosa cazzo Ć successo, in questa famiglia?!". (Eddie Izzard)

292.                Avere una famiglia e' come avere una pista di bowling installata nel tuo cervello. (Martin Mull)

293.                Mia moglie insiste nel coinvolgermi come padre. L'altro giorno mi ha detto: "Il bambino ha fatto la cacca, bisogna cambiarlo". Esagerata, basta pulirlo. (Daniele Raco)

294.                I nipoti sono la tua ricompensa per non aver ucciso i tuoi figli. (dal libro 'Cose che ho imparato dai miei figli' di un'anonima mamma texana)

295.                Se un bambino non sa leggere, e' colpa della mamma. Se un bambino non sa leggere perchÄ non c'e' la luce in casa, e' colpa del papa'. (Chris Rock)

296.                Tempo, marito e figli, vengono come li pigli.

297.                Ho un problema, so che posso parlarne con voi che siete persone discrete e comprensive. La domanda che mi pongo Ć: Ć normale soffrire di invidia del pene nei confronti del proprio figlio? Temo, tra l'altro, che la cosa possa peggiorare piŁ avanti, alla prossima ecografia. (Piccolo Principe)

298.                La mia famiglia Ć talmente numerosa che il reparto maternitł dell'ospedale vicino a casa mia si chiama col nome di mia madre. (Francesco Rizzuto)

299.                PerchÄ hai difficoltł a capire i tuoi figli? PerchÄ in realtł non sono davvero i tuoi figli! (Bilbo Baggins)

300.                Con i miei genitori le cose vanno alla grande: parlo con loro almeno una volta alla settimana ed e' il meno che io possa fare, dal momento che vivo ancora con loro. (D. Corrado)

301.                La figlia 18enne: "Mamma, io devo riuscire! Cosa debbo fare?". "Esci, rientra e poi riesci nuovamente!". (DrZap)

302.                Ieri sera mi sono preoccupato un po' quando mio figlio, vedendomi accendere la TV, mi ha detto: "Forse, papa', sarebbe meglio che tu ascoltassi prima la mia versione...". (DrZap)

303.                I miei figli hanno preso tutto dalla madre. Da me hanno preso solo i soldi. (Gianluca Giugliarelli)

304.                Babbeo: l'orgoglioso padre di un qualunque teen ager. (Bilbo Baggins)

305.                Capofamiglia: chi nell'affetto dei familiari viene subito dopo il cane. (Bilbo Baggins)

306.                Cognata: moglie del proprio fratello per cui la si puś scopare senza commettere incesto. (Bilbo Baggins)

307.                Si parla molto di generi alimentari, ma nessuno parla mai delle nuore alimentari! (rafrasnaffra)

308.                Degenere: un cattivo genero. (Bilbo Baggins)

309.                Un adolescente alla madre: "Mamma, posso farti due domande?". La madre: "Certo, caro!". "Posso andare con gli amici a una festicciola che finirł verso le quattro del mattino?". "E quale sarebbe la seconda domanda?". "PerchÄ non posso?". (La Settimana Enigmistica)

310.                Tutti hanno una madre naturale, ma qualcuno ha anche un padre snaturato. (DrZap)

311.                Io ho tre figlie tutte felicemente sposate. A me e mia moglie fa molto piacere averle tutte a pranzo o a cena coi loro mariti almeno una volta alla settimana. Noi li chiamiamo i generi alimentati. (DrZap)

312.                Mia mamma ha misure perfette: 90-90-90. Ed Ć sempre vestita di tutti i colori. Praticamente, Ć il cubo di Rubik! (Paolo Arcuri)

313.                La famiglia Ć l'associazione istituita dalla natura per provvedere alle quotidiane necessitł dell'uomo (Aristotele) (o Totś Riina?) (BombacĆ)

314.                Io vengo da una famiglia moooolto semplice. Per esempio, quando ho detto a mia madre: "Sai mamma che c'Ć stato un ciclone in Germania?". Lei ha risposto: "A proposito: devo raccogliere i panni!". (Peppe Iodice)

315.                "Ho una famiglia molto numerosa. Non so come fare a tenerla in piedi". "PerchÄ non vendi le sedie?". (DrZap)

316.                Genitori a cui basta sentirsi dire: 'Oh, io esco eh? ' per chiederti who, when, why, which, what, e in piŁ il senso della vita. (Pietro Borrelli)

317.                Due genitori vanno dallo psichiatra: "Dottore, non ce la facciamo piŁ. Nostro figlio ha piŁ di 30 anni e vive ancora sulle nostre spalle. Cosa possiamo fare?". "Avete provato a scuoterlo un po'?". "Sô, ma quando lo faccio, lui salta sulle spalle dell'altro".

318.                Mamma: "Fai il ruttino... coraggio, fai il ruttino...". Figlio: "Burp!". "Bravooo!". Dieci anni dopo: "Burp!". "Maiale, ma chi te lo ha insegnato?". (Sebastiana Coma)

319.                "Papa' tu mi vuoi bene?". "Solo se mi dici come hai fatto a slegarti". (Marco 'Makkox' Dambrosio)

320.                "Mio nonno collezionava monete d'oro, mio padre collezionava monete d'oro, mio zio collezionava monete d'oro╔". "Ah, quindi immagino che anche tu collezioni monete d'oro╔". "No, io pago i debiti di famiglia!"

321.                Il modo migliore per tenere i figli a casa la sera Ć creare un'atmosfera rilassata e... sgonfiare le gomme della moto.

322.                Il padre: "Allora, Andrea, chi conta di piŁ in questa casa?". Il figlio:
"Non lo so, papł, io conto fino a mille e tu?"

323.                Tra "ciś che uno ha" non ho annoverato la moglie e i figli, poichÄ da questi Ć meglio dire che si Ć posseduti. (Arthur Schopenhauer)

324.                Per tenere in piedi una famiglia non basta togliere le sedie dal salotto. (Gian Carlo Moglia)

325.                "Figliolo, un giorno tutto questo sarł tuo!". "Ma papł, io non vedo niente!"
"APPUNTO".

326.                Dopo tanti anni che stavo con lei, capii che la mia vita e la sua vita erano unite da una sola parola. Questa parola Ć: MUTUO.

327.                Lo sapevate che vostra cugina Ć la sorella della figlia della moglie del figlio del padre di vostra madre? (Nonciclopedia)

328.                Su una tv locale ho visto un bambino con un cartello dove c'era scritto: "Mamma, per favore torna a casa, sennś papł continua a dirmi figlio di mignotta! Filippo". (Walter Angelucci)

329.                Un figlio naturale comporta sempre una quantitł di problemi: meglio un figlio frizzante.  (Renato R.

330.                Il 65% degli italiani al primo posto della scala dei valori mette il senso della famiglia. L'altro 35% il senso del tanga della commessa. (ItsCetty)

331.                Secondo il Censis, Dio, Italia e famiglia restano i valori piŁ importanti per gli Italiani. L'ipocrisia Ć quarta, appena fuori dal podio. (Antoni Conteddu)

332.                19 marzo. Oggi si festeggiano tutti quelli che fanno sesso non protetto senza pensare alle conseguenze. (Stefano Antonucci)

333.                Un genitore su quattro ricorre ai ceffoni. Gli altri tre li prendono. (Battute Scontate)

334.                Mio padre, ai suoi tempi, era riuscito, da solo, a tenere in piedi una famiglia. Aveva venduto tutte le sedie. (bittershadow)

335.                Papa, via Crucis di quest'anno dedicata alla famiglia. Cristo sara' crocifisso tra due suocere. (Lia Celi)

336.                Mamma: una stalker che ti riempie di regali.

337.                Dio non puś essere ovunque: e' per questo che ha creato le madri.

338.                L'odore dei Prizzi - Storia di una povera famiglia di extracomunitari senza acqua corrente in casa e costretta a lavarsi molto saltuariamente. L'odore nauseabondo si propaga in sala... (DrZap)

339.                Scilipoti: "Non posso dire a mio figlio che le coppie di fatto sono come la famiglia, lui non mi capisce". Prova a pagarlo. (Rosaria Greco)

340.                La parola STATO ormai fa pensare ad un padre di famiglia alcolizzato che sta tutto il giorno all'osteria; poi la sera torna a casa ubriaco e picchia moglie e figli per rubagli i soldi che gli servono per andare a giocare a carte (e perdere, ovviamente).

341.                Visto che Leopardi, per licenza poetica, usa "il zappatore" al posto di "lo zappatore" e tenuto conto che, in latino, "minor (natu)" significa "piŁ giovane". si puś dire che due nipoti, appartenenti al ramo cadetto, sono "Figli di un ZIO minore ?" (Renato R.)

342.                Il menŁ di mia madre aveva due scelte: prendere o lasciare. (Gian Carlo Moglia)

343.                La piŁ grande unitł sociale del Paese Ć la famiglia. O due famiglie: quella regolare e quella irregolare. (Federico Fellini)

344.                E' in preparazione il rifacimento di un film di grande successo del passato. Una famiglia sfrattata va incontro a mille peripezie nel tentativo di cercare casa. Si chiamera' 'L'attico fuggente'. (DrZap)

345.                Al Sud, una famiglia su quattro Ć povera, le altre sono clan. (Satirsfaction)

346.                Io vengo da una famiglia moooolto semplice. Per esempio, quando ho detto a mia madre: "Sai mamma che c'Ć stato un ciclone in Bermania?", lei ha risposto: "A proposito: devo raccogliere i panni!". (Peppe Iodice)

347.                La moglie di Vespa alla Privacy, ma dichiara: "Rivolevo la toga". Invece avrł per sette anni la divisa di famiglia, una livrea. (manginobrioches)

348.                La famiglia Ć quella cosa che quando torni dall'Indonesia ti chiede "Com'Ć andata in Polinesia?". (laura carcano)

349.                Secondo le statistiche, la famiglia uccide piŁ della Famiglia. (Nonfaretardi)

350.                Ogni volta che vedeva il marito della sorella aveva la nausea. Un cognato di vomito. (ilduca)

351.                La moglie di Dell'Utri indagata per riciclaggio. I soldi sporchi si lavano in famiglia? (MarcodallaSardegna)

352.                Secondo uno spot norvegese gli italiani sono tutti dei mammoni. Ma mia madre dice che i norvegesi non capiscono niente. (Francesco Conte)

353.                Finalmente sono riuscita a conciliare famiglia e lavoro... Sono single e disoccupata. (Pat)

354.                Tutte le famiglie felici si somigliano. Ogni famiglia infelice Ć invece disgraziata a modo suo. (L.Tolstoj)

355.                "Mamma, papł... ho deciso di vivere da sola... i vostri bagagli sono fuori". (ossimorobiondo)

356.                Cassazione: un bambino che cresce con due madri non rischia squilibri nello sviluppo, ma al massimo di dover portare due maglie di lana. (Andrea Michielotto)

357.                Monti: "La famiglia? Uomo e donna". E' il Vaticano che ce lo chiede. (frandiben)

358.                L'illegittimo: lapsus talami. (Gian Carlo Moglia)

359.                I miei genitori mi hanno sempre trattato come un re. Il problema Ć che erano rivoluzionari. (twittopolis)

360.                Il nipotino di una coppia di amici ha emesso il primo suono: "da". Ciś fa pensare che il padre naturale sia un Russo. Io penso piuttosto a un "dł" e penso che il padre naturale sia un Ebreo...  (Renato R.)

361.                Crescere un figlio richiede molta pazienza. Soprattutto da parte del figlio. (El Perich)

362.                Il maric di mia sorec... insomma mio cognac. (Giuliano Argon Sacchi)

363.                Dieci regole per uscire con mia figlia:
1. Trovati un lavoro
2. Sii consapevole del fatto che NON mi piaci
3. Ricordati che io sono OVUNQUE
4. Portala sempre a casa con 30 minuti di anticipo
5. Se la fai soffrire, io farś soffrire te
6. Trovati un avvocato
7. Se mi dici una bugia io lo scoprirś
8. Lei Ć la mia principessa, non una tua conquista
9. Io non ho problemi a ritornare in prigione
10. Tutto quello che farai a lei, io lo farś a te

364.                Le sue figlie sono delle scellerate con i mariti. Son mogli de' generi. (egyzia)

365.                Il padre della moglie si era portato da casa la candela in chiesa. Suo cero (andreafdx)

366.                I miei figli hanno preso tutto dalla madre. Da me hanno preso solo i soldi. (Gianluca Giugliarelli)

367.                Mia madre mi stirerebbe pure le scarpe. (Alessandro Clemente) (serena gandhi)

368.                Un giorno ho chiesto a mia madre: "Mamma, ma io sono stato adottato?". "No, ma abbiamo messo alcuni annunci".

369.                Vorrei mettere in scena una famiglia modello dell'Italia dei nostri giorni: un nonno come Riina, un padre come Craxi, una madre come Marina Ripa di Meana, una figlia come Cicciolina e un figlio fisico nucleare: in ogni famiglia c'Ć una pecora nera. (Dino Risi)

370.                Che emozione ! Mio figlio ha detto " Genitore 1 " per la prima volta ! (Teomondo Scrofalo)

371.                Per me la proposta di chiamare mamma e papł come genitore 1 e genitore 2 Ć una vaccata. Ne parlavo poco fa con mio figlio Log(x/2). (gianlgab)

372.                Oggi non avevo connessione a internet e sono stata costretta ad interagire con la mia famiglia. Sembra gente perbene. (ailama1973)

373.                La mia famiglia era cosô povera che la festa della mia maggior etł la organizzarono ai 28 anni. (DrZap)

374.                "Babbo, babbo, quand'e' la festa del papa'?". "Quando non c'e' tua madre, figliolo!". (Lo stronzo abusivo)

375.                "Ma papł, ma io sono stato adottato?". "Ma no!! Ti pare che avremmo scelto te?"

376.                Era un cosi' cattivo padre che si portava dietro i due figli gemelli attaccati ai polsini. (DrZap)

377.                Un padre ed un figlio si fermano in un posto di ristoro autostradale, per prendere un caffĆ e fare pipô. Il figlio fa pipi' e poi va a ordinare i 2 caffĆ, ma il padre tarda. Torna ai gabinetti e vede il padre annaspare all'interno dei pantaloni. "Che fai ?", e lui: "Dove mette le mani tua madre, non si trova piŁ niente !".  (Renato R.)

378.                Dopo Aurora, arriva la sorellina Sole. Ora si aspetta un fratellino, Tramonto! (Dario Cage de Remigis)

379.                Per Papa Francesco le tre parole fondamentali in una famiglia sono permesso, grazie e scusa. Mio marito me lo dice sempre, in certi momenti. (Giuliana Implacabile Guizzi)

380.                Il Papa ricorda le tre parole che fanno funzionare la famiglia : scarpe, borse, bancomat. (Fabio Cavallari)

381.                Il Papa: "L'attaccamento ai soldi distrugge le famiglie". Si dice 'guerra tra clan'. (Avvocato Brosisky)

382.                Gli muore il marito della figlia. Un degenerato. (Marco Casini)

383.                "Questo week-end lo voglio passare per conto mio". "Ma sai che sei un fratello siamese stronzo?". (DrZap)

384.                Varato il decreto che rende i figli tutti uguali. Bravi e ora come faranno i genitori a riconoscerli? (Carla de Santis)

385.                Il neo ministro Kyenge ha confidato: "Mio padre Ć poligamo e, in tutto, siamo 38 fratelli". Insomma, quando Ć a casa, le sembrerł di essere nell'ufficio di un ministero.  (Renato R.)

386.                Una mattina sono entrato in camera di mio figlio: era tutto in ordine!!! Poi ho capito. Nella notte c'erano stati i ladri. (DrZap)

387.                Roma. La madre dei 4 gemelli nati a Capodanno sta bene. Il padre non tanto. (Francesco Brescia)

388.                "Figlio, perchÄ continui a pensare che sei stato adottato?". "これを翻訳しているなら、私はあなたを愛していることを知っている". "Se la metti cosô..." (Battutiere)

389.                "Mamma come sono nata io?". "Ti ha portato la cicogna". "Ok, ma l'ha trombata il papa'?". (Franco Tartaro)

390.                I miei genitori hanno il vizio di interrompere ogni cosa che... SI' MAMMA, ARRIVO! (Mordicchio)

391.                "La crisi e' tutta sulle spalle delle famiglie". "Fortuna che mi sono appena separato". (Bertolotti e De Pirro) (Prugna)

392.                Lei e' la sorella? E da quanto tempo? (Toto')

393.                Io sono figlio vedovo di madre unica. (Toto')

394.                Mio figlio mi sfida in continuazione, credo sia il complesso di Edipo. Oggi gli ho menato per punirlo, credo sia il complesso di Erode. (Marco Camillieri)

395.                I primogeniti sono piŁ intelligenti. Me lo ha detto mio fratello maggiore. (Mordicchio)

396.                Il fratello di mio padre Ć assai dissoluto. Lo zio Ć padre di tutti i vizi. (Gabriele Tortuga Greco)

397.                7 milioni di under 35 vivono ancora con i genitori. E molti di loro li conservano in freezer. (Antonio Galuzzi)

398.                Fini, Casini, Berlusconi e adesso la Mussolini....curioso che i piŁ fervidi paladini della difesa della famiglia tradizionale sono gli stessi che non hanno saputo tutelare la loro. (Carlo Trombetta)

399.                La cosa piŁ difficile del mondo Ć far capire a tua nonna che la fame del mondo non ce l'hai tutta te.

400.                Oggi 19 marzo tanti papa' italiani non hanno potuto dare ai figli i soldi per farsi fare un regalo. (Arianne Lapelouse) (Kotiomkin)

401.                Le mamme fanno i video ai loro bambini per avere dei ricordi. I papł li fanno sperando che i bambini si schiantino contro un albero per mandare il video a paperissima! (Teresa Mannino)

402.                La Ue ha condannato l'Italia: Ć un diritto dare ai figli il cognome della madre. Cosô, al padre, resterł solo il diritto di dare la paghetta.  (Renato R.)

403.                Matteo ad Aldo: "che ci fai cosô presto di domenica mattina?". Aldo: "compro un regalo a mia figlia!". Matteo: "fa il compleanno?". Aldo: "no Ć perchÄ si chiama domenica e vuole un regalo ogni domenica". Matteo: "che fortuna che hai". Aldo: "perchÄ?". Matteo: "mia figlia si chiama alba".

404.                Secondo la Coldiretti, i single spendono il 66% in piŁ della "famiglia tipo". Giusto. Perś, con l'altro 34%, fanno quel cazzo che vogliono. (Renato R.)

405.                Mio padre e' psicologo, mio fratello disegnatore grafico e io sono architetto. Meno male che mia sorella e' prostituta e mantiene la famiglia. (paranaturale)

406.                "E' mai possibile che in questa casa sono sempre l'ultimo a sapere le cose?". "Dai, calmati, che svegli il bambino!". "Bambino? Quale bambino?"

407.                Io sono uno all'antica. Dopo il sesso chiedo sempre "Ti Ć piaciuto?". Lei di solito risponde: "No, papł". (Cinico e baro)

408.                Guardo gli 80.000 in Piazza San Pietro a pregare per la famiglia e mi commuovo. Poi penso che magari, in passato, c'Ć andata anche la madre di Bossetti e mi scappa da ridere. Sono una brutta persona, io. (Aleandro Bartolini)

409.                Mia moglie ha comprato l'asciugatrice. Con il conto in banca ha funzionato benissimo. (Elisio Marinelli)

410.                Nel momento in cui capirai che i tuoi genitori avevano ragione avrai gił un figlio che penserł che tu hai torto.

411.                Waszkiewicz, l'eurodeputato polacco: "Picchiare moglie e figli rafforza il carattere". Ok, dove sono tua moglie ed i tuoi figli? (Elisio Marinelli)

412.                "Mamma, e' vero che da piccolo sono stato adottato?". "Sô, ma poi ti hanno riportato indietro". (Igor)

413.                Per i ragazzi Halloween Ć un rito pagano. Nel senso che loro si divertono ed i genitori tirano fuori i soldi. (GI_GI_TO)

414.                "Papy, ci sei? Ce la fai?? Sei connesso???" (Pino Campagna)

415.                Lui: "Cara, hai visto che brutto indente lô in strada?". Lei: "Caro, ti prego, smettila di chiamare cosi' nostro figlio!"

416.                Sto contando le volte che ho cambiato i pannolini e pulito il culo ai miei figli. Dovranno mettersi in pari, prima o poi. (Marco Camillieri)

417.                In famiglia a Natale invece dei regali ci facciamo dei pensieri: Ho visto dei bellissimi pantaloni che avrei voluto regalarti. (Corrado Guzzanti)

418.                Istat, secondo una statistica il 70% degli italiani preferisce compiere i femminicidi all'interno della famiglia tradizionale. (ATP) (Faberbros)

419.                Il Papa bacchetta i politici: "Siate piŁ attenti alle famiglie". Degli italiani, non le vostre. (Carlo Trombetta)

420.                Latina, picchia il figlio con il crick. Ora si sente sollevato. (Fabio Cavallari)

421.                Quando ero piccola sono caduta dalle scale di testa. Quando mio padre mi ha chiesto come avevo fatto, sono risalita in cima alle scale e sono ricaduta di testa apposta per fargli vedere.

422.                "Mamma, papł penso sia giunto il momento che viva da solo". "Va bene". "Sapevo che avreste capito, ho lasciato le vostre cose fuori casa". (Isterica)

423.                Quando qualcuno mi dice: ĎFidati di meË mi viene in mente sempre mia madre quando da bambino mi diceva: "Vieni qua, non ti faccio niente".

424.                Quelli che quando piove entrano in classe con la macchina lo fanno per dimostrare di volere molto bene ai loro figli. (Leo Morabito)

425.                La famiglia piu' numerosa d'Italia a Sanremo: "E' stato lo Spirito Santo!". Classico di noi italiani: facciamo una cazzata, diamo la colpa ad un altro! (Satiraptus) (Andrea Vasumi)

426.                Matteo Salvini difende la famiglia tradizionale: "La famiglia vera Ć composta da padre, madre e figlio... e madre e figlio... e la Isoardi!". (Pietro Pit Marino)

427.                "Papł, mi fai vedere l'Incredibile Hulk?". "Certo. Vai a dire alla mamma che ha il culo grosso". (Marco Camillieri)

428.                Il Ministro Lupi e' cattolico e difende la famiglia tradizionale: mamma, papł e figlio raccomandato. (Prugna) (Davide Astolfi)

429.                In un asilo romano abolite la Festa della Mamma e quella del Papł, la famiglia Ć cambiata! Invece festeggiare il primo maggio ha ancora un senso, in Italia. (Marinella Etzi)

430.                In tutte le famiglie c'e' quello intelligente. Nella tua Ć lo smartphone. (Frank Magnifico)

431.                I termini moderni di Genitore1 e Genitore2 sono stati criticati dalla maggior parte della gente. Ma ci pensate invece ai vantaggi di poter chiamare anche Amante 12, Amante 73... (DrZap)

432.                "Come si chiamano le bimbe?". "Asia e India: le abbiamo concepite in giro per il mondo... e i tuoi?". "Ronco e Bilaccio: c'era coda in appennino..." (Robgere)

433.                80enne abbandonato in autostrada dal figlio. "Signore, cosa fa qui solo in mezzo alla strada? Potrebbe farsi male...". "Mio figlio mi ha lasciato qui". "Chi Ć suo figlio?". "Quello di una grandissima puttana..." (Fabio Cavallari)

434.                Quando mia moglie mi cerca per le faccende di casa indosso subito la tuta dello stesso colore del copridivano e rallento il battito cardiaco! (@alecerio)

435.                Matrimoni gay? Io sono favorevole anche alle adozioni. Pensateci bene, un padre e un padre, o una madre e una madre non possono certo fare un lavoro peggio dei genitori etero di Salvini. (Kotiomkin) (Daniele Raco)

436.                Al Family Day sul palco anche un imam. Pur di non fare parlare un gay. (Enrico Antonio Cameriere)

437.                A Roma c'Ć il Family Day. Che farlo a Cogne pareva brutto. (Fabrizio Gilli)

438.                Family Day. Sono oltre un milione. E molti di loro hanno le corna. (Carlo Turati)

439.                Io sono per la famiglia tradizionale, quella in cui il papł va nei bordelli durante i viaggi di lavoro e normalmente si mantiene una ucraina, la mamma se la fa col collega ma in vacanza si tromba l'animatore, con i figli rincoglioniti davanti alla playstation e che a scuola non capiscono un cazzo. (Fabrizio Ferri)

440.                1.000.000 di persone in difesa della famiglia. "Bene cosô. La famiglia Ć la cosa piŁ importante" ha commentato Totś Riina. (Vincenzo Scalfari)

441.                Al Family Day abbiamo visto molti padri confusi. Non sapevano se difendere la famiglia della prima moglie, della seconda oppure dell'amante.

442.                Un milione di persone al Family Day contro le unioni omosessuali. Ma non se li incula nessuno. (Pietro Pit Marino)

443.                La differenza fra il Family Day e il Pride Ć che nel primo i travestimenti sono meno evidenti. (Cactus) (Rosario Gallone)

444.                Secondo una ricerca luglio e agosto sarebbero i mesi migliori per diventare papa'. Ma pure cornuti. (Satiraptus) (paolo Parziale)

445.                Un prete che insegna la famiglia Ć come Platinette che insegna equitazione. (Matteo Ferrari)

446.                Io sono per la famiglia tradizionale formata da un nipote, una nonna e i fiori di zucca fritti. (Prugna) (Federico Bagnolesi)

447.                Al Familyday ci sono tutti: c'Ć Casini con la prima, la seconda moglie e i quattro figli avuti con entrambe; c'Ć Berlusconi con la sua compagna e i cinque figli avuti dalle due ex mogli; c'Ć Salvini con la sua attuale compagna, l'ex moglie, il figlio avuto da questa e l'altro figlio avuto dalla ex compagna; c'Ć Adinolfi con la compagna, l'ex moglie e la figlia. Poi c'Ć anche tanta ipocrisia. (VaLentina) (Ivan Leonte)

448.                Cile, scoperto feto di 50 anni nel corpo di una 96enne. E' il nuovo record dei 'mammoni'. (Ridichetipassa) (Soppressatira)

449.                Roma, Family Day: "No allŇinsegnamento gender nelle scuole!" Ok, forse vi sembreranno degli ottusi retrogradi, ma un giorno i vostri figli torneranno da scuola e vi diranno che lo siete anche voi!

450.                Family Day, un milione in piazza secondo gli organizzatori. Va detto che considerano gli spermatozoi esseri viventi. (Spinoza.it) (montales)

451.                Bagnasco elenca la composizione della famiglia perfetta. Per sentito dire. (frandiben)

452.                Ai miei figli ho detto: "Non prendetemi mai in giro perche' dovete aiutarmi col computer. Io vi ho insegnato a usare un cucchiaio". (Caffeina)

453.                La scienza ci insegna che piu' sei distante da casa, piu' tua madre urlera' al telefono. (Prugna) (Luca Farinelli)

454.                Turismo sessuale, italiani al primo posto. Quando non vanno al Family Day. (Prugna) (Luigi Repola)

455.                Elisabetta Canalis e' mamma, e' nata Skyler Eva. Ma il padre chi e', un maestro Jedi? (Soppressatira) (Henry Brown)

456.                Si apre il Sinodo chiuso sulla famiglia. (Kotiomkin) (Michele Fabozzi)

457.                Il Sinodo: vescovi discutono sulla famiglia. Come per dio, non riescono a smettere di parlare di cose di cui non sanno niente. (Kotiomkin) (Alberto Boa Ferrari)

458.                "Mamma, in classe mia c'e' un bambino che ha due papł". "Beh, pure tu, solo che i tuoi, tra loro non si conoscono". (Leggo) (Pietro Vanessi)

459.                "Mamma, cos'e' il Sinodo?". "Gente che parla di famiglia, ma se ne guarda bene dal metterne su una". (Kotiomkin) (Valerio Vestoso)

460.                Se il Sinodo puo' stabilire le regole per la famiglia, Israele potra' dettare quelle per la pace nel mondo. (Soppressatira) (Tiziana Milito)

461.                "Che vuol dire che non vieni al compleanno di Luca?". "Maddai, c'e' il derby e poi Luca lo conosco da meno di un anno". "Ma Ć tuo figlio!". (Prugna d'Oro 2015) (Prugna) (Konrad Schubert)

462.                E dopo che i preti ci hanno spiegato come deve funzionare la famiglia, mi aspetto che i vegani ci spieghino quanto deve cuocere la salsiccia sulla griglia. (Satira marcia)

463.                Da piccolo vivevo in una casa piccolissima, 50 mq. Io, mamma e papa', i nonni e 5 fratelli. Non avevamo spazio. E' stato da allora che ho desiderato tanto fare l'astronauta. (DrZap)

464.                Italia, 6 giovani su 10 vivono coi genitori. Gli altri 4 si sono sposati e vivono coi genitori di lei. (Rivoluzionario Stanco) (Gabriele Iannicelli)

465.                Con mia moglie abbiamo dato un ultimatum ai ragazzi..se non mettono in ordine la stanza gliela bombardiamo. ((COL)LATERAL) (Matteo Nespoli)

466.                Casini si separa. La famiglia Ć sacra, ma non questa, la prossima. (Kotiomkin) (Giuseppe Gdb Del Buono)

467.                Adinolfi dł della puttana alla madre surrogata. Ne approfitta perchÄ dare del porco a lui sarebbe solo un complimento. (Kotiomkin) (Tiziana Milito)

468.                ISTAT: sale la spesa per prostitute. La famiglia tradizionale non basta piŁ. (Tiziana Milito)

469.                "Pierferdi e Azzurra non stanno piu' insieme". "Potranno sempre incontrarsi al Family Day". (Gianfalco)

470.                Casini si separa per la seconda volta. 'Sti democristiani tengono cosi' tanto alla famiglia che ne vogliono sempre una nuova. (Soppressatira) (Francesco La Mantia)

471.                "Una vergogna le nozze gay". "La famiglia normale Ć quella formata da un uomo che ammazza una donna". (Ellekappa)

472.                Dichiarazione shock di Babbo Natale "Sono i genitori che non esistono". (Labbufala)

473.                Pensavo fosse scattato un antifurto e invece erano le mie zie che discutevano sul ripieno dei cannelloni. (Roberto Albanese)

474.                "Papa', mi aiuti con la matematica?". "Certo, piccola. Addizioni o sottrazioni?". "Integrali di secondo grado". "Scusa, mi ha chiamato il gatto". (Prugna) (Max Mangione)

475.                Berlusconi indeciso sul family day. Non sa se presentarsi con Francesca o mandare la famiglia di Dudť. (Laura Barresi)

476.                W la famiglia tradizionale. Per crescere sani e belli bisogna avere un papa' e una banca! (Vauro)

477.                Ai nostri nonni mancavano i soldi, ai nostri padri mancava il tempo, a noi mancano i soldi e il tempo. (@postofisso2012)

478.                Unioni civili, Bagnasco: "Family Day condivisibile, veri problemi dell'Italia sono altri". Per esempio la CEI. (Soppressatira) (Avvocato Brosisky)

479.                Non so se sono a favore delle adozioni gay. Penso solo che dietro ognuna di quelle adozioni c'e' una famiglia tradizionale che ha abbandonato un bambino. (Kotiomkin) (Fabrizio Bragagnolo)

480.                Gasparri: "Il family Day sara' colossale". Aggettivo che in genere si associa al termine minchiata. (Soppressatira) (Gianni Macheda)

481.                Il fatto che mio figlio non dica ancora "papł" ha i suoi vantaggi: tipo quando di notte si sveglia urlando "MAMMA!"

482.                Il cardinal Ruini si chiede a cosa serva il matrimonio omosessuale visto che non si puś procreare. Manco tu Ruini puoi procreare, quindi a che servi? (Flaminia Sabatello)

483.                Bagnasco a favore del Family Day per il sostegno alla famiglia tradizionale. Gli chiederei: "Cardinale, se lo ricorda il primo esempio di famiglia che ha scelto Dio?". (Paola Fernandez) (La Ferdy)

484.                Lui adotta il figlio di lei generato con utero in affitto. Giuseppe e Maria cacciati dal 'FamilyDay'. (Paola Fernandez)

485.                La Mussolini contro la legge sulle unioni gay. "Il vero matrimonio Ć quello tra una donna e un puttaniere". (Arsenale K) (heliandros)

486.                Bagnasco: "Vescovi uniti per difendere la famiglia". La Sacra Famiglia Unita. (Soppressatira) (wawe)

487.                La maggior parte dei sostenitori del Famili Day e' divorziato o separato. Se vostro marito vuole andarci probabilmente vi tradisce. (Arsenale K) (Frandiben)

488.                La Mussolini al Family day col marito... Claudia Koll guida spirituale... no niente, volevo sapere a che ora la dice la messa Cicciolina? (Satiraptus) (Silvia La Monaca)

489.                I cardinali ci tengono cosi' tanto a questo Family Day che questa volta porteranno in piazza anche le loro famiglie. (Prugna) (Pietro Pellescura)

490.                Tragedia in 2 battute.
Personaggi:
Psicanalista
Sentinella in Piedi
P: "Si sdrai sul Lettino".
SIP: "VabbĆ, cosô son buoni tutti!"
Sipario (franco kappa)

491.                Papa Francesco contro le unioni civili. L'Arcigay replica: "Noi in fondo abbiamo chiesto la soluzione del problema e non l'assoluzione". (D'Elia Giuseppe)

492.                Il Papa: "Non si confonda la famiglia con altre unioni". Riina: "parole sante". (VaLentina) (Paolo Parziale)

493.                Quindicenni appartenenti a famiglie tradizionali si prostituivano con uomini appartenenti a famiglie tradizionali. I gay non potranno mai raggiungere questo livello di tradizionalita'. (ATP) (Andrea Rastelli)

494.                Il family day si svolgera' al Circo Massimo. "I tristi andamenti della storia. Passare dalle bighe ai bigotti". (Tauro)

495.                Bulli rubano batterie dell'apparecchio acustico a bambina sorda. Immagino provengano da una sana famiglia tradizionale. (Satiraptus) (Paolo Parziale)

496.                Bagnasco: "Ci sono cose piu' importanti delle unioni civili". Tipo insabbiare i casi di pedofilia, comprare attici e nascondere i bilanci dello IOR? (Gufi professori╔)

497.                "Non puo' esserci confusione tra famiglia e altri tipi di unione", ha detto il papa al marito di Alessandra Mussolini. (Arsenale K) (Giulysua)

498.                Mussolini al family day col marito. Tradimento con le baby squillo ormai morto e sepolto. Sotto un sepolcro imbiancato. (Soppressatira) (Gianni Macheda)

499.                Lo insegna anche il poker che chi ha paura di una coppia e' perche' non ha in mano niente. (Prugna) (Alessandro Braga)

500.                Aumentano le adesioni al family day. Oggi e' il turno di Rosa e Olindo. (Prugna) (Ciccio Alcamo)

501.                Family day. Per ricordare a tutti che il vero divorzio e' tra un uomo e una donna. (Luminol)

502.                Se domenica porterete i vostri figli al Circo massimo, vedranno piu' bestie che al circo Orfei negli anni '80. (Soppressatira) (Fabrizio Bragagnolo)

503.                Italo Treni propone lo sconto per quelli che vanno al Family Day. Noi invece a Fanculo ce li mandiamo gratis. (Satiraptus) (Cesare Di Trocchio)

504.                Italo si giustifica per la riduzione sui biglietti in occasione del Family Day: "Noi facciamo sconti a cani e porci e questa Ć un'occasione d'oro". (Tiziana Milito)

505.                "La madre non puo' essere con barba o baffi". Pero' puo' spaccare il cranio a un figlio o gettarlo dal balcone. (Soppressatira) (Rossella Vietri)

506.                Family Day, famiglia arcobaleno e unioni civili ci fanno capire soprattutto una cosa: noi single non ci caga proprio nessuno. (Soppressatira) (EnzoFilia)

507.                Sgarbi: "Una madre non puś essere uno con la barba o coi baffi". Si vede che non Ć mai venuto in Calabria. (Leo Morabito)

508.                A proposito di confusione nelle famiglie, potete evitare di chiamare i preti 'padre' e le monache 'sorelle' che mio figlio non ce sta a capô un cazzo? (Kotiomkin) (Elisio Marinelli)

509.                Ma il solo fatto che il Family day si svolgera' al Circo non dice gia' tutto? (Soppressatira) (Paolo Fernandez)

510.                Sgarbi: "Una madre non puś avere barba e baffi". Dipende rispetto a quali labbra la si guarda. (ATP) (Simone GionStravorto Brugnetti)

511.                Alfano: "Non vado al Family day perche' sono Ministro dell'Interno". Quindi, averlo fatto ministro a qualcosa serve. (Prugna) Anna Mallamo)

512.                Siete cresciuti dicendo che la figlia del dottore si scopava le civette e ora volete la famiglia tradizionale? (Igor)

513.                Le sentinelle in piedi. La civiltł in ginocchio. (matteo grandi)

514.                Sto organizzando un 'Ariani day' in difesa della razza tradizionale. Appena Italo mi conferma le agevolazioni, vi comunico data e luogo. (Prugna) (Stafano Prada)

515.                No al lievito madre! Il pane ha bisogno di un padre e di una madre! E poi lievito e' maschile! Non potra' mai essere madre! (@MannaiaStorta)

516.                I Cardinali ci tengono cosi' tanto a questo Family Day che questa volta porteranno in piazza anche le loro famiglie. (Prugna) (Pietro pellescura)

517.                Sabato a Roma ci sarł il Family Day contro le unioni civili. Il Family Day Ć importante, eh sô. PerchÄ il Family Day difende la famiglia tradizionale, quella che deriva direttamente dalle Sacre Scritture. Sai, no? Tipo la famiglia di Abramo, che voleva accoltellare il figlio Isacco. No, va be', quella di Abramo accantoniamola un attimo. Tipo la famiglia di Giacobbe, che ha avuto quattro mogli. No, va be', accantoniamola un attimo. Ah be', perś c'Ć sempre quella di Giuseppe e Maria: lui 70 anni, lei 16. E vogliamo parlare di come hanno concepito il figlio? Hmm... Ma sai che di famiglie tradizionali, nella Bibbia, non me ne vengono in mente tantissime? (Maurizio Crozza)

518.                Volevo andare al Family day ma rischio di trovare il mio migliore amico Davide e sua moglie. Che gił mi trombo il lunedô ed il giovedô, per cui domani cinema.  (Kotiomkin) (Giovy Novaro)

519.                Domani a Roma il Family Day. Proprio adesso che avevano risolto l'emergenza guano. (Kotiomkin) (Letizia Battaglia)

520.                Io non sono come tutti quegli ipocriti che prima vanno a puttane e poi al Family Day. Io al Family Day non ci vado. (Kotiomkin) (Gabriele Iannicelli)

521.                Non Ć vero che "prima vanno a puttane e poi vanno al Family Day". Lo fanno contemporaneamente. (Kotiomkin) (Fabrizio Bragagnolo)

522.                Quando mio padre perde le staffe, poi ci mette tutto il giorno a ritrovarle. (DrZap)