I GIOCHI  (escluso il poker)

1.     Che differenza c'e' fra il seno di una donna e un trenino elettrico? Nessuna, sono fatti tutti e due per i bambini, ma ci giocano i grandi!

2.     Era cosi' povero che a Natale invece di regalare al suo bambino uno yo-yo regalava solo yo. (Martin Kauffman)

3.     Il Papa porta ai bambini somali giocattoli in dono. Qualcuno gli fa notare: "Eminenza, guardi che i bambini non mangiano". "Non mangiano!?, allora niente giocattoli".

4.     Ho un sogno nel cassetto: vincere col 2 di picche quando comanda bastoni.

5.     "Non ci capisco una Sega, non me Nintendo!" disse il videogame.

6.     A scuola mi esclusero dalla squadra di scacchi a causa della mia statura. (Woody Allen)

7.     Da bambino ero in grado, bendato, di giocare quattro partite a scacchi contemporaneamente. Le perdevo tutte. (A. Drake e F. Marion)

8.     Inserzione giornalistica: Soldatino di piombo cerca sonatore d'ottoni con polmone di d'acciaio per fare braccio di ferro.

9.     La vita e' un gioco di difficile interpretazione, di quelli con le istruzioni scritte solo in coreano.

10.  La prima volta che ho visto un piatto di spaghetti, pensavo fosse una versione impegnativa dello shangai. (Alessandro Bergonzoni)

11.  Al telefono: "Pronto, ci sei?". "C7 ... Affondato!"

12.  Un tale vuole vincere ai cavalli, percio' chiede consulenza ad un ricercatore di statistica. Questi, dopo qualche settimana di studi, si ripresenta dal tale affermando di non essere riuscito a trovare un metodo, perché le probabilita' di vincere sono troppo poche. Allora il tale chiede aiuto ad un ingegnere. Il quale dopo qualche mese di studi si ripresenta con un bel programma al calcolatore affermando di essere riuscito a risolvere il problema: "Basta giocare 10 milioni di volte i numeri dei cavalli che il calcolatore suggerisce!". Il tale spazientito caccia via l'ingegnere a sonori calci nel sedere. Come ultima ipotesi decide di interpellare un fisico. Dopo qualche mese di studi il fisico si ripresenta con un volume di studi al riguardo, dicendo di essere riuscito a risolvere il problema. Il tale entusiasta gli chiede come si faccia a vincere sempre ai cavalli, ed il fisico esclama: "Dunque: supponendo i cavalli sferici, che si muovono di moto rettilineo uniforme..."

13.  Il maestro di scacchi Pierluigi Beggi, che fa il dentista, ama dire che egli gioca solo varianti perdenti.

14.  Quanti carabinieri ci vogliono per giocare a nascondino? Uno.

15.  Qual e' il gioco preferito degli spermatozoi? La scopa!

16.  Come si chiama il re del paese dei video games ? RE PLAY.

17.  Il Tetris e' una metafora della vita: le cose giuste arrivano sempre al momento sbagliato.

18.  Quando devo mettere qualcosa in frigo mi sembra di giocare a Tetris.

19.  Perché nessuno vuole giocare a carte con un becchino? Perché bara.

20.  In una sala giochi si allena il Campione Mondiale di Flipper. Ogni giorno alle 7 precise gli inservienti accendono le luci nella saletta privata, srotolano il tappeto rosso, tolgono il drappo di velluto dal Suo flipper, lo spolverano, lo accendono, fanno accomodare, in religioso silenzio, spettatori, cameraman, paparazzi e quant'altro... e infine arriva Lui. Pallido, elegantissimo, guanti di pecari a proteggere i polpastrelli, entra e si dirige verso il Suo flipper. Si sente, nella stanza accanto, volare una mosca. Gli inservienti in punta dei piedi vanno a pregarla di fare meno rumore. Ogni mattina lui gioca, una sola palla. Ogni mattina quella palla fa "scaricare" il contatore del punteggio un centinaio di volte, e basta (e avanza) per le 3 ore quotidiane di allenamento. Ecco che si accosta al flipper, si toglie i guanti e li passa ad un inserviente. La mosca della stanza accanto si e' accomodata fra il pubblico, e sta zitta pure lei. Il flipper pulsa impercettibilmente sotto i suoi polpastrelli, in attesa. Gli spettatori trattengono il respiro. Lui si raccoglie, e dopo qualche secondo finalmente... tira la palla. La palla fa un paio di rimbalzi sui respingenti, e finisce subito in buca. Punteggio: 3 punti! "oooooooh" mormorio sommesso, che piu' sommesso non si puo', della folla sbigottita. Non era, a memoria d'uomo, mai successa una cosa del genere. Lui e' li', fermo, anzi impietrito, assolutamente muto. Non riesce a crederci. Tutta la sua vita gli passa davanti agli occhi in pochi istanti. Si sente quasi mancare. In quel momento si sente tirare per un lembo della giacca... Si volta lentamente, e dapprima non vede nessuno. Poi guarda in basso e vede un nanerottolo gobbo e deforme, che con un sorriso di denti guasti e una voce sguaiata gli dice: "Oggi con una palla hai fatto poco, eh?". E lui: "perché, tuo padre con due palle ha fatto assai?".

21.  Un mio amico giocava a dama, e' stato male perché le pedine le mangiava veramente. (Fichi d'India)

22.  Quando giocano a tombola, i Verdi escludono la c'inquina? (Zap)

23.  Il bambino chiede al padre: "Dimmi, papa', che cos'e' un gioco 'infrangibile'? Ed il genitore, pronto: "E' un gioco che ricevi per Natale e che al primo dell'anno funziona ancora".

24.  Da giovane combattevo il sistema... oggi me lo gioco tutte le settimane!

25.  Ho venduto le memorie della mia vita sentimentale ai fratelli Parker... vogliono farci un gioco. (Woody Allen)

26.  Il campione di biliardo mangia la bistecca...

27.  Perché quando finalmente hai tutte le carte, gli altri decidono che e' arrivato il momento di giocare a scacchi ?

28.  Come fanno i carabinieri a giocare al Lotto? Si alzano alle Sette...

29.  Ho fatto un puzzle da 5000 pezzi, quando l'ho finito mi sono accorto che non era uguale alla scatola. (Fichi d'India)

30.  "Un italiano su tre ha l'amante". "Ah. E gli altri due?". "La playstation".

31.  Ogni bar Sport ha un flipper o due e almeno un giocatore professionista di flipper. Il flipper funziona a gettoni, a bottoni, a piccoli biscotti, a rondelle: con qualsiasi oggetto rotondo, insomma, che non sia una moneta da cinquanta lire. (Stefano Benni)

32.  Comprese tuttavia che la matematica non aveva bisogno di essere utile: era un gioco, come gli scacchi, ma molto piu` divertente. (Robert A. Heinlein, Cittadino della galassia)

33.  Non proponete mai ad una vedova una partita a tressette con il morto. (Felice Andreasi)

34.  Lo studio non è lavoro ma la forma più gloriosa di gioco. (Luciano de Crescenzo)

35.  Il puzzle era a pezzi!

36.  Nel 1997 il giocattolo più venduto è stato il tamagoci, tanto che i ristoranti cinesi lo servono per secondo. (Daniele Luttazzi)

37.  Perché i portalettere non giocano mai alla roulette? Perché hanno paura di perdere la posta. (Groucho di Dylan Dog)

38.  Le leggi di Murphy del tetris.
Assioma del Rosso n. 1 : Un pezzo rosso non arriva mai.
Assioma del Rosso n. 2 : I pezzi rossi arrivano sempre tutti insieme.
Postulato del clone : I cloni di Tetris sono brutti.
Prima legge del metodo: Ogni giocatore di Tetris conosce un metodo infallibile.
Seconda legge del metodo: La Prima legge del metodo si applica esclusivamente quando il giocatore è un altro.
Terza legge del metodo: Date due persone, il metodo di quella che non sta giocando è sempre migliore di quello della persona che sta giocando.
Postulato dell'interruzione: Le partite migliori devono essere interrotte a meno di 100 punti dal record.
Teorema della simmetria: I pezzi sono sempre simmetrici rispetto alle esigenze del momento.
Legge del Blu n. 1 : I blu vengono sempre tutti insieme.
Legge del Blu n. 2 : I blu non si sa mai dove metterli.
Legge del Blu n. 3 : I blu non servono a niente (anzi rompono i coglioni).
Legge del numero di partite: Sia n il numero di partite che si intende giocare: 1) esiste sempre n+1; 2) in un qualsiasi istante t si sta giocando la partita n.
Postulato filosofico: Il Tetris è una metafora della vita: le cose giuste arrivano sempre al momento sbagliato.
Legge spaziale  : Quando lasci uno spazio per mettere il rosso in piedi preparati a vedere solo quadrati blu.
Legge delle leggi
Le leggi di Murphy del Tetris ne costituiscono il regolamento.
Principio dell'esultanza temporanea: Mettere un pezzo nella posizione ottimale si rivelerà una scelta catastrofica per il pezzo successivo.
Assioma del buco: Gli azzurri e i verdi vengono sempre per primi, così si incomicia con un buco nella prima riga.
Dogma della giusta punizione: Quando ti vanti con i tuoi amici di essere un fenomeno, proprio in quel momento ti manda giù una sequela di pezzi che non servono a nulla facendoti crepare al quarto livello.
Legge dell'assoluta perfezione: Quando il pezzo che aspettavi da sempre finalmente arriva, sbagli a incastrarlo.
Legge del pezzo precedente: Il pezzo che ti serviva viene sempre dopo il pezzo che hai messo al suo posto.
Paradosso del record: Quando sarà abbastanza che giocate e sarete in procinto di mettere un record, inevitabilmente: a) squillerà il telefono; b) succederà qualcosa ai vostri familiari; c) salterà la corrente.
Legge del tappo: L'unico metodo infallibile per far scendere un pezzo rosso è tappare il buco che da tempo lo doveva accogliere.
Assioma del buco 2 : Anche il secondo pezzo è azzurro o verde, così i buchi iniziali sono due.
Assioma alfabetico : Le "Z" e le "S" quando cominciano non finiscono più.

39.  Figlio caro se hai il pallino del calcio comprati la maglia, allenati e vai a giocare, ma se hai quello delle bocce, ridammelo!!!

40.  Nel New Hampshire e' illegale vendere i propri vestiti per pagare un debito di gioco

41.  Bisogna sempre giocare lealmente... quando si hanno in mano le carte vincenti. (da 'Una donna senza importanza') (Oscar Wilde)

42.  Vuoi un suggerimento per un regalo "evergreen" ? Un puzzle da 1 miliardo di pezzi.

43.  Lo scopone scientifico e' il Liceo dei maniaci sessuali ? (Zap)

44.  E' cosi' vecchio che a giocare a dama gli viene il fiato corto. (Ed Winn)

45.  Qual e' il gioco preferito dai cuochi ? I dadi.

46.  Lottare è giocare furiosamente al gioco del lotto?? (Guru) 

47.  I bari più insidiosi sono quelli che dichiarano di mettere tutte le carte in tavola mettendole capovolte. (Frederick Wilcox)

48.  Mi piace andare al casino'. E' l'unico posto dove si vincono fiche. (Mauroemme)

49.  Un vero saggio non gioca mai alla cavallina con un unicorno. (Banaceck)

50.  Nell'intervallo, niente di particolare da segnalare. Ci siamo uniti alla combriccola dei giocatori fuggè, e tutti insieme in compagnia, come avviene regolarmente in ogni intervallo che si rispetti, sotto il vigile sguardo di Zeman, abbiamo fatto un po' di corsa coi sacchi, tiro alla fune, mosca cieca, quattro cantoni, braccio di ferro, freccette, birilli, bowling, rialzo, bandiera, testa o croce, un due tre stella, caccia al tesoro, palla prigioniera, palla avvelenata e palle di neve. Più tardi ci siamo rilassati con un po' di  backgammon, master mind, domino, paroliere, monopoli, dama, shangai, ombre cinesi, pulci, roulette, baccarat, scassaquindici, tombola, ambo terna quaterna e cinquina. Il bingo non è ammesso perché troppo violento. (Antonio Albanese)

51.  "Ricordati anche che di vita ce n'e' una sola". "Tranne che nei Videogiochi". (Ale e Franz)

52.  Mai giocare alla cavallina con un unicorno. (M. Shea)

53.  Chi non risica non monopola.

54.  Emilio Fede le donne le ha sempre amate cosi' e cosi'. Un po' piu' dei jack, certo, ma molto meno dei re. (Gino & Michele)

55.  SEGNALI PER CAPIRE SE UNO GIOCA TROPPO AI VIDEOGAMES
1) Chiede che lo stipendio gli venga pagato in monete da cinquecento
2) Non sa che stagione che anno è
3) L'Enel gli spedisce gli auguri di Natale
4) Nei suoi incubi viene schiacciato da grossi blocchi di marmo
5) Il suo indice non sta mai fermo
6) Quando si ammala, il commesso del negozio di videogames lo chiama per chiedergli come sta
7) Ormai si sfida da solo
8) Deve farsi leggere questa pagina da qualcuno perché... -... non posso smettere, sto cercando di battere il mio ultimo record...

56.  Avevo contratto debiti di gioco. Praticamente mi ero rovinato a <<Palla avvelenata>> ....poi certi tipacci mi avevano tirato dentro in un giro di <<Strega comanda color .....>>. (Claudio Bisio & Rocco Tanica)

57.  "Papà, è morto il nonno mentre giocava a carte". "Collasso?". "Che ne so... non gli ho mica visto le carte!".

58.  Faceva cosi' poco movimento che si faceva male anche giocando a dama. (Bruno Agostini)

59.  Qual e' il gioco preferito nell'infanzia dal Marchese de Sade? Il lego. (Stefano Bartezzaghi)

60.  Qual e' il gioco preferito nell'infanzia da Cofferati? Dama cinese. (Stefano Bartezzaghi)

61.  Qual e' il gioco preferito nell'infanzia dalla Ferilli? Le bocce.

62.  Qual e' il gioco preferito nell'infanzia da Sandra Milo? Il gioco dell'oca.

63.  Qual e' il gioco preferito nell'infanzia da Nanni Moretti? Il girotondo

64.  Gli uomini si divertono a seguire una palla o una lepre: è il piacere persino del re. (Da 'I Pensieri') (Blaise Pascal)

65.  Giochi di carte: can'asta: simile alla scopa, ma ci si accoppia con dobermann superdotati. (Lopezzone)

66.  Giochi di carte: Scopone scientifico: si gioca tra laureati in materie scientifiche (Law resta nuovamente fuori). E' vietato parlare, per cui si privilegia il sesso orale, ed è poco divertente a causa della leggendaria bruttezza delle laureate in ingegneria. (Lopezzone)

67.  Giochi di carte: Mercante in fiera: gioco diffusissimo tra i pastori sardi, si gioca distribuendo il mazzo di carte a 40 pecore, tra le quali è nascosto camuffato un lupo (una fiera n.d.r.). L'animale al quale viene assegnata la carta del "Lattante" viene poi posseduto dai partecipanti al gioco. (Lopezzone)

68.  Ormai ci sono giocattoli talmente automatici, che il bambino diventa inutile. (Guido Clericetti)

69.  A quale gioco giocava da piccolo Missoni? A golf. (Stefano Bartezzaghi)

70.  A quale gioco giocava da piccolo Giovanni da Verrazzano? A bridge. (Stefano Bartezzaghi)

71.  A quale gioco giocavano da piccoli i coniugi Curie? A scopone scientifico. (Stefano Bartezzaghi)

72.  A quale gioco giocava da piccolo Cesare? Ai dadi. (Stefano Bartezzaghi)

73.  Qual era il gioco preferito da Bill Gates da bambino? Monopoli. (Stefano Bartezzaghi)

74.  I video giochi non influenzano i bambini. Voglio dire, se Pac-man avesse influenzato la nostra generazione, staremmo tutti saltando in sale scure, masticando pillole magiche e ascoltando musica elettronica ripetitiva! (Kristian Wilson, Nintendo Inc., 1989)

75.  A che gioco giocava da piccola Lucrezia Borgia? A palla avvelenata.

76.  A NewYork da Fao Swartz è in vendita il bambolotto di Marylin Manson. Gli metti le pile, lo accendi, si stupra la Barbie di tua sorella. Non voglio sapere dove devi mettergliele, le pile.

77.  Galateo di Roleplaying per signorine
Questo breve manuale è indirizzato alle fanciulle desiderose di giocare a D&D, GURPS, Werewolf e affini, senza sapere nulla di armi (e senza alcun desiderio di impararlo).
Sei seduta al tavolo di gioco, con persone apparentemente normali. Non farti ingannare dalla prima impressione: i modi urbani e l'aspetto rassicurante nascondono dei folli invasati, come avrai modo di scoprire. Prendiamo una situazione tipica. Siete dei prodi mercenari trincerati in una foresta mentre attorno a voi piove il prodotto nazionale annuo di munizioni del regno di Ruritania. Il Master si rivolge all'individuo desuto accanto a te e gli chiede quali siano le sue intenzioni. «Suicidarsi? Arrendersi? Farsi prendere dal panico?» pensi tu. Niente di tutto questo. L'individuo consulta la propria scheda con espressione di tranquilla competenza e annuncia: «Prendo il ci-nove-barra-tre e lo carico con sei braz, sgnaccolo la fivola, arroccio il barigonzolo, faccio tre whops con scappellamento a destra in due fasi punto sette che diventano zero punto uno perché sono in copertura zigrinata alare, quindi ho più centosettanta a cui sommo ottanta grazie al waka barra cinque dal momento che è notte». Il Master lo guarda con compiacimento e tira vari etti di dadi sul tavolo facendolo sobbalzare violentemente e tenendo il computo dei morti con una calcolatrice tascabile. Generalmente, qualche altro individuo alza la testa con una luce indecifrabile negli occhi e fa notare che lui avrebbe optato per due whops anziché tre, data la pendenza del terreno e l'umidità dell'aria; qui di solito segue una disquisizione dotta e infarcita di citazioni di cui ti risparmio pietosamente i particolari.
Ora, vedendoti accanto queste spaventose macchine per uccidere che sono gli altri giocatori, tu te ne staresti buona buona nella tua comoda trincea senza dare fastidio a nessuno, magari a sferruzzare un copri-mitra di lana, tanto ti proteggono loro. Il credo femminile rispetto alla guerra, da che mondo è mondo, è «perché farsi coinvolgere se ci pensano questi fessi?», e chi sei tu per ignorare un istinto atavico così potente e radicato? Non sperarci nemmeno per un istante. Per due motivi. Primo, il Master, che è uomo d'onore, non vuole che tu rimanga estranea alla vicenda, e pur considerandoti nel fondo dell'anima una povera deficiente afflitta da incompetenza congenita come tutte le donne, ha la bontà di farti sparare addosso dai cattivi a ritmo regolare tanto per tenerti allegra. Secondo, per quante perdite umane vengano inflitte ai nemici dai tuoi commilitoni, in qualche luogo non lontano devono continuare ad arrivare dei pullman gran turismo carichi di rinforzi, visto che non si riesce mai a farli fuori tutti; la conseguenza è che giunge inevitabilmente l'attimo terribile in cui tutti i fanatici che ti sono seduti accanto esclamano contemporaneamente: «Ho finito i miei attacchi!» e diverse paia di occhi ti si puntano addosso mentre cerchi di scivolare sotto il tavolo con un sorriso di circostanza. Il Master ti chiede: «E tu che fai, non attacchi?» E' il tuo grande momento.
Non ti resta che annuire con un entusiasmo che sei ben lontana dal provare. Il tuo calvario è appena cominciato. La domanda successiva è: «Cosa fai?» Se pensi di cavartela indicando il vicino e dicendo «Quello che ha fatto lui!» sei completamente fuori strada: ti verrà fatto notare amabilmente che tu non hai un ci-nove-barra-tre perché non l'hai chiesto all'inizio dell'avventura. Consulti la tua scheda con preoccupazione, quindi ti rassereni: infatti hai scelto dalla lista delle armi quella con il nome più roboante, che dev'essere qualcosa di terribile: «Ho un Total Panic/Sterminator of Innocents!», annunci con entusiasmo, questa volta autentico. Cinque lunghi secondi di silenzio, in cui sei fatta oggetto di sguardi che vanno dal disgustato al compassionevole, quindi una voce dall'altro capo del tavolo esclama: «Ehi, gente, questa va in giro con una cerbottana caricata a pallini di carta!»
Che altro ti resta se non annunciare che ti accucci in fondo alla trincea coprendoti gli occhi per non vedere il sangue? Impossibile. Il Master, che è uomo d'onore, sapendo in cuor suo che sei una povera idiota convinta che Ingram sia una marca di lavatrici, ti concede una possibilità: «Senti, ti sostituisco il Total Panic con una scacciacani della prima guerra mondiale; se stai in mira un quarto d'ora hai il cinque per cento di probabilità di colpire un edificio a cinque metri di distanza». Traboccante di gratitudine, non puoi fare altro che usare immediatamente il potente strumento di sterminio messo così gentilmente a tua disposizione: «SPARO!», squittisci. Povera illusa. La tappa successiva del calvario è la più ardua. Pensavi che fosse così semplice? Il Master ti guarda con un pizzico di impazienza nella serafica bontà del suo sguardo: «OK, spari, ma come?» No, non serve puntare il dito e fare 'PUM!', lo dico per esperienza diretta.
Bisogna cercare di essere tecnici, e tu non sei preparata. Sentendoti improvvisamente tornata sui banchi di scuola, ti guardi attorno con la coda dell'occhio sperando che qualcuno suggerisca. Inutile: il pazzoide accanto a te è sprofondato nella lettura di tabelle che gli permetteranno di implementare ulteriormente il suo potenziale distruttivo, un altro che potrebbe darti un piccolo aiuto sta guardando rapito (eufemismo) la fidanzata che giace addormentata ormai da ore sul divano, i fanatici restanti discutono animatamente di qualcosa di insulso; se poi cerchi aiuto dalle giocatrici, una, quella vigliacca, si è nascosta dietro un mobile e non ha nessuna voglia di farsi notare dal Master prima che i nemici abbiano terminato i LORO attacchi, l'altra, quella creativa, è nella sua trincea che inietta morfina ai castori, conversa con i contadini locali (mai nominati dal Master), cerca erbe medicinali, insomma, per farla breve, è completamente avulsa dall'avventura in corso e ne sta arbitrando allegramente un'altra per conto suo. «Sparo e basta! Punto la canna verso il primo idiota di nemico che vedo e sparo!» rispondi stizzita, sentendoti un po' ingrata. Il Master ormai sembra trasudare santità, e siccome è uomo d'onore scaccia l'espressione di disprezzo che per un attimo gli ha alterato i lineamenti e ti chiede, con voce un'ottava più bassa del normale: «Ma ne sei proprio sicura?» «Nnn...be', cioé... ma sennò che cavolo faccio... Ma sì, sparo, e chi se ne frega!» esclami con aria di sfida. Il silenzio cala nella stanza, mentre il Master tira fuori da sotto il tavolo un secchiello da ghiaccio pieno di dadi, con espressione funerea. «Ma cosa ti è saltato in testa?» ti senti sibilare all'orecchio dagli altri giocatori. «Mai visto fare una cavolata del genere!».
Il Master ti guarda con pietà, e improvvisamente scorgi una debole aureola di luce dorata che gl'incornicia la nobile testa. «Mi dispiace, ma ti sei dimenticata di impunzonare il robolo. L'arma ti esplode in faccia.» A questa frase fatale segue uno scroscio di dadi dal secchiello (i danni che ti infligge l'esplosione; il secchiello era già pronto perché tanto ti succede tutte le settimane) che fa cedere definitivamente le gambe del tavolo con un ultimo sussulto. «Ma come, la mia scacciacani di danni ne faceva un dado da sei diviso trenta... Come può farmi tanto male esplodendo?!?» Il sorriso d'indulgenza che scorgi sulle facce degli altri ti fa capire che la tua domanda è così sciocca da non meritare risposta. «So... sono morta?» chiedi con un filo di voce. «Be', non proprio. Diciamo che SARESTI morta» risponde il Master, che ormai sta levitando a un metro e mezzo da terra tra le note celestiali di un coro di angeli, «ma non voglio eliminarti così dall'avventura. L'esplosione ti ha dato fuoco ai capelli, ti ha fatto saltare tutti i denti per l'impatto, ti puzza l'alito di carbone e sei in coma, FORSE reversibile.» «No, allora è meglio morta!» piagnucoli facendo cenno di accartocciare la scheda.
Non suscitare invano la collera del Master, che è uomo d'onore ed è stato fin troppo paziente con te: è pur vero che è meglio un personaggio morto che uno con l'alito cattivo, ma il prossimo personaggio sarebbe conscio e in grado di agire! Sei proprio sicura di volerlo? Dammi retta, è molto meno stressante impersonare un mercenario in coma. (Lord .::: Yoruno:::..)

78.  Una volta andai in viaggio a Las Vegas. Parcheggiai accanto al marciapiede, inserii la moneta nel parcometro e persi la mia auto. (Mauroemme)

79.  Pino gioca spesso a ramino. (Mauroemme)

80.  Franz: "Io a casa ho una coppia di canarini...". Ale: "Io ho un full di gatti". (Ale & Franz)

81.  Dracula e Frankenstein giocano a carte, chi vince? Dracula perché bara! (Scirio)

82.  Gioco : lavoro che non si deve fare. (Play: Work you don't have to do) (Evan Esar)

83.  Tre pensionati decidono di farsi un giretto al casino di Montecarlo Una volta entrati, si fermano alla roulette: "vogliamo provare a giocare?". "Ok, vediamo... ah facciamo così: quanti hanni ha tua figlia?". "31". "Ok, vada per il 31...". gira la pallina... trentuno! "Vinto!". "Dai, continuiamo: tuo figlio, quanti anni ha?". "trentadue!". "Vai col 32!". gira la pallina... 32! "Minchia, si è vinto anche questa volta! Continuiamo così: e tua figlia quanti hanni ha?". "35!". Giocano il 35... la pallina gira.... 35! "Cazzo, oggi ci dice bene: continuiamo... Quante volte fai all'amore, in un mese?". Il primo: "7 volte". Il secondo "12 volte". Il terzo "8 volte". "Bene, 7+12+8=27!". Gira la pallina..... 0! "Cazzo, se si diceva la verità, si vinceva anche questa volta!". (mof)

84.  I carabinieri non giocano a dama perché non amano vestirsi da donna. (Mauroemme)

85.  La regina è caduta dalla scala reale. (Mauroemme)

86.  Se non si puo' piu' barare con gli amici, non val piu' la pena di giocare a carte. (Marcel Pagnol)

87.  Con le carte in mano, tutti gli uomini sono uguali. (Nicolaj Gogol)

88.  Sono andato in un negozio di giocattoli, perché volevo un gioco elettronico portatile. Il commesso va in magazzino e ritorna con un frocetto tutto sculettante. Aveva capito che volevo un gay boy... (Friss)

89.  Al casino' bisogna andare vestiti decentemente, così possono portarti via anche la camicia. (Lopezzone)

90.  L'altro giorno ero in barca a vela quando all'improvviso e' scoppiata una tempesta e hanno iniziato a cadere dal cielo enormi pedine tipo quelle della dama di colore giallo e rosso... c'era il mare a forza quattro. (Scirio)

91.  Nella scelta dei loro balocchi gli uomini sono irrazionali come i bambini. (Rudyard Kipling)

92.  Serata di tombola della locale associazione degli amici degli uccelli: il più fortunato vince un magnifico fucile da caccia.

93.  Ieri sono andato a Shangai... ma appena mi sono mosso è crollato tutto! (Scirio)

94.  Sono andato a giocare a tombola in montagna, ma non avevano le cartelle, avevano solo gli zaini. (Fichi d'India)

95.  La vita per un giocatore d'azzardo e' ... un romanzo a puntate.

96.  Donna! Ho bisogno di te / Donna! Fammi felice / Donna! Ti aspetto a mani aperte / Donna! Fammi realizzare il mio sogno / Donna! Ho quasi tutto / Donna! Manchi solo tu / Donna! Se arrivi.... / Faccio Scala Reale.

97.  Giocattoli nel mondo.
a.. Capitalismo - Chi muore con più giocattoli, vince.
b.. Hari Krishna - Chi gioca con più giocattoli, vince.
c.. Giudaismo - Chi compra i giocattoli al prezzo più basso, vince.
d.. Cattolicesimo - Chi si nega più giocattoli, vince.
e.. Anglicani - Quelli erano i nostri giocattoli, prima.
f.. Greci-Ortodossi - No, prima erano i nostri.
g.. Ramo Davidiano - Chi muore con i giocattoli più grossi, vince.
h.. Mormoni - Ogni bambino può avere tutti i giocattoli che vuole.
i.. Avventisti del 7° giorno - Chi gioca di sabato perde.
j.. Chiesa di cristo - Colui i cui giocattoli fanno musica, perde.
k.. Amish - I giocattoli a batteria sono sicuramente peccaminosi.
l.. Battisti - Una volta che hai giocato hai giocato per sempre.
m.. Chiesa scientista di cristo - Noi siamo i giocattoli.
n.. Testimoni di Jehovah - Chi "piazza" più giocattoli porta a porta, vince.
o.. Pentecostali - Chi ha i giochi che parlano, vince.
p.. Non-denominazionalisti - Importa da dove vengono i giocattoli?
q.. Comunismo - Tutti hanno lo stesso numero di giocattoli.
r.. Confucianesimo - Una volta che un giocattolo è caduto in acqua, non è più asciutto.
s.. Voodoo - Lasciami prendere quella bamboletta per un attimo...
t.. Edonismo - Lascia perdere il manuale! Giochiamo!
u.. Ateismo - Non c'è nessun giocattolaio.
v.. Politeismo - Ci sono molti giocattolai.
w.. Evoluzionismo - I giocattoli si costruiscono da soli.
x.. Esistenzialismo - I giocattoli sono frutto della tua immaginazione.
y.. Baha'i - Ci vanno bene tutti i giocattoli.
z.. Taoismo - La bambola è importante come il camion della spazzatura.
(Slartibartfast)

98.  Qual e' il gioco piu' sanguinario? La dama... perché mangi le damine! (DrZap)

99.  Faceva carte false pur di vincere. Lo arrestarono perché faceva il baro! (DrZap)

100.                Quel giocatore di carte gay era bravissimo nel maneggiare il mazzo. (Dr. ICE)

101.                "Fra poco collasso", come disse il giocatore di briscola. (Scirio)

102.                Inserzione giornalistica: "Dama offresi come accompagnatrice di pedoni". (Zap)

103.                Gioco: un qualunque compito faticoso che ci sembra divertente solo perché non siamo pagati per farlo! (Bilbo Baggins)

104.                Ero una bambina gentile. Ero l'unica che giocava con la grassona. Io salivo da una parte dell'altalena, e lei saliva dall'altra. Poi i pompieri mi tiravano giù dall'albero. (Rita Rudner)

105.                "Caro Dottor Narciso, vorrei tanto andare a giocare al Casinò di Montecarlo, sa mica quale documento serve per entrare nel paese?". "Sì. La carta di credito". (da "L’adorabile Posta del Dottor Narciso") (Alfredo Accatino)

106.                Mai giocare a carte con i nobili. Specialmente se sono baroni. (Bilbo Baggins)

107.                Giocare a scacchi è come contemplare un oceano infinito; giocare a dama è come scrutare in un pozzo senza fondo. (Marion Tinsley)

108.                Problemi al tavolo di gioco. Roulette russa. Giocatori non riescono a dormire. (Giulio Severini)

109.                Ho giocato alla roulette russa ed ho perso tutti i miei rubli! (Bilbo Baggins)

110.                Se ti perdi in un bosco, inizia a fare un solitario con le carte: certamente saltera' fuori qualcuno che ti dira' di mettere il fante rosso sulla regina nera. (Beresford)

111.                Se son fiori... non sono picche, né cuori, né quadri. (Guido Penzo)

112.                "Basta. Mi sono stufato di giocare a dama". "Va bene, allora adesso la gonna la indosso io". (Mauroemme)

113.                Si può scoprire di più su una persona in un'ora di gioco, che in un anno di conversazione. (Platone)

114.                Ma le carte sono una guerra, travestita da giuoco. (Charles Lamb)

115.                Ho il pallino del biliardo. Forse dovrei riportarglielo! (Bilbo Baggins)

116.                C'era una volta un mattoncino che voleva diventare un grande mattone. Decise di scappare di casa ed erro' per il mondo, ma qualsiasi tentativo per crescere finiva sempre male. Frustrato, e sconsolato fece un giorno ritorno a casa dai genitori. E il mattoncino, avvilito, disse loro: "Sono stato colpito nel Lego". (DrZap)

117.                E' nella natura delle cose che i bambini crescendo abbandonino i loro passatempi infantili, per poi dedicarsi da adulti ad un serio hobby! (Bilbo Baggins)

118.                Il signor Puzzle? Non lo vedo da un pezzo! (Lino Giusti & Antonio Di Stefano)

119.                Mezzo busto cerca altro mezzo busto per fare il re di coppe.

120.                Non c'è niente che rovina il divertimento come lo scoprire che è formativo per il carattere. (Calvin di Bill Watterson)

121.                Bambino: "Giochiamo a chi sputa piu' lontano?". Bambina: "Su chi?". (Altan)

122.                Quando sei un bambino, e' cosi' facile divertirsi. Cosa ti basta? Una scatola di fiammiferi, qualche straccio bisunto, un fratellino piccolo... (Dave Attell)

123.                Ho inventato uno yo-yo con una corda lunga 600 metri. Da usare quando si va a visitare il Grand Canyon. (George Carlin)

124.                Voglio torna' bambino! perché era troppo bello quando veniva il momento di giocare a tombola! Si compravano le cartelle e si coprivano i numeri coi fagioli... Adesso e' cambiato tutto: i numeri si coprono con la soia geneticamente modificata! (Gabriele Cirilli)

125.                Mio nipote era sull'altalena e mi ha detto: "Spingimi, zio". E cosi' ho fatto, e lui mi ha detto: "Spingimi piu' forte, femminuccia!". E cosi' ho preso una rincorsa di venti metri e l'ho spinto. E lui: "Spingimi piu' forte, donnicciola!". Cosi' ho fatto retromarcia con la Buick... (Emo Philips)

126.                Nuovi giochi per fanciulli poveri: incipriate una merda. Sembrera' un paesino di montagna sotto la neve. (Marcello Marchesi)

127.                Ho inventato un giocattolo che mi rendera' una fortuna. Ogni volta che i bambini hanno finito di giocare, si mette via da solo! (Henny Youngman)

128.                Ogni ragazzo riesce a Capodanno a farsela dare. Ogni ragazzo riesce a convincere la propria ragazza a essere usata a guisa di fodero. Allora a Capodanno la porto fuori a cena. La porto al ristorante Etiope, cosi' finiamo in fretta, poi a casa mia. Le dico: "Spogliati, girati e stringi la carta d'identita' tra i denti per il riconoscimento. Poi la metto sul divano... troppo basso. Sul lavandino... ma scivola. Sulla libreria... ma non entra.  Non stavo facendo sesso, stavo giocando a Tetris col suo corpo. (Alessandro Brunello)(Potato)

129.                Io metterei religione all'ultima ora, abbinata a un bingo. (Altan)

130.                Mia madre è sempre stata una maniaca dell'igiene. Pensate che quando ero piccolo, dopo ogni partita che facevo, lei prima mi obbligava a fare la doccia, poi lavava i miei vestiti a 90°. E giocavo a dama. (Furio Ombri)

131.                Quando il gioco non vale la candela e' meglio andare a giocare al sole. (DrZap)

132.                Annuncio realmente pubblicato online! Causa inutilizzo offro Pleistation 3 o 2 non so di che tipo è, mio figlio non la deve più usare, l'ho comprata lo scorso Natale, ma ha smesso di studiare e quindi ho deciso di regalarla.

133.                In questo periodo di crisi i croupier dei vari casino' italiani preferiscono vedere soprattutto i telefilm... perché hanno molte puntate. (DrZap)

134.                Miliardo: gioco di estrema precisione perché basato su tante palline numerate, un milione di volte più piccole di quelle del biliardo. (DrZap)

135.                Bamboccio: gioco in cui si devono abbattere alcuni birilli lanciando dei bambini. (Bilbo Baggins)

136.                Bamboccione: giocatore del gioco del bamboccio. (Bilbo Baggins)

137.                Barone: chi si è comprato un titolo nobiliare con i proventi del gioco delle carte. (Bilbo Baggins)

138.                Cartesiano: il mazziere che distribuisce le carte al tavolo da poker. (Bilbo Baggins)

139.                Damerino: abile giocatore di dama. (Bilbo Baggins)

140.                Disperdere: disperarsi dopo aver perso tutto al gioco. (Bilbo Baggins) 

141.                Questa è una foto di me e tua sorella che giocavamo. Ma non si vede niente! Infatti giocavamo a nascondino. (Corrado Nuzzo e Maria di Biase)

142.                Mio zio e' molto bravo a biliardo e sarebbe senza dubbio un grande campione se non fosse tanto irascibile da avere spesso travasi di... bilie. (DrZap)

143.                La vita e' un gioco... solo che le pile non sono comprese. (DrZap)

144.                Mio cugino e' molto tagliato per i puzzle. E' una persona tutta d'un pezzo! (DrZap)

145.                Il mio hobby è spiegazzare origami. (professor Morte)

146.                Ho un amico a cui piacciono molto le bocce, ma sua moglie non tollera che lui vada in giro a toccarle. (DrZap)

147.                Sono un discreto cuoco e mi piace pure giocare d'azzardo soprattutto coi dadi: al casino' quando sono in vena faccio dei brodi... (DrZap)

148.                Giorgio è sempre stato appassionato di giochi da tavolo, in particolare era bravo a Monopoli. Ma anche nel foggiano non se la cavava male. (UomoMordeCane)

149.                La carriera stroncata dello Schermidore: Era un asso con le spade. Vinceva tutte le coppe, guadagnando molti denari. Poi un infortunio gli mise i bastoni tra le ruote. (Joe Wine)

150.                Sono stato in una luna park a tema. Il tema era "il luna park". (gabbbbro)

151.                Il gioco preferito dai falegnami? La pialla.

152.                Qual e' lo sport preferito dai robot? Braccio di ferro. (DrZap)

153.                La Settimana Enigmistica in Turchia prende nome di "Ottomana Enigmistica" ? (DrZap)

154.                I nichilisti non li capisco. Anzi, li ho capiti fino al 1984, poi non più. Non si può essere nichilisti in un mondo in cui esiste Tetris. (Barbiano Panzucci)

155.                I giochi di parole non mi piacciono, perdo sempre. (TheAubergine)

156.                Mia moglie si è iscritta a un centro sportivo dove ci sono 10 piscine, 30 sale per il fitness e 6 campi da tennis. Lei va lì tutti i giorni e gioca a burraco. (Gianluca Giugliarelli)

157.                Se vedi un ragazzo che piange significa che... ha spento la Playstation senza salvare. (ABC)

158.                "Che disastro, cara, oggi in ufficio. Un virus ha messo KO tutti i computer". "E come avete fatto?". "Beh, abbiamo fatto i solitari con le vecchie carte!".

159.                Era così intelligente che riusciva a fare perfino il sudoku in giapponese. (Maria Strada) (Lady of the Rings)

160.                Questo inverno sono stato in un casino' a Venezia. Tutti i croupier erano indaffaratissimi tranne uno che non faceva proprio nulla. E mia moglie: "Adesso ho capito perché lo chiamano bis...cazziere!". (DrZap)

161.                "Mirabilandia: il giorno dopo entri gratis!". Okay, allora ci vado il giorno dopo. (Lia Celi)

162.                Videogame, hacker contro la Sega. Ora non sanno più come sfogarsi. (UomoMordeRane)

163.                L'ego è una cosa che si costruisce mattone dopo mattone, anzi mattoncino dopo mattoncino direi. (Vincenzo Emanuele Sanfilippo)

164.                Dingo: cane australiano modificato geneticamente in Grecia per essere usato come mascotte nei giochi d'azzardo (bingo)(DrZap)

165.                In seguito a un naufragio alcuni passeggeri di una nave da crociera si sono raggruppati su una scialuppa di salvataggio. Il capitano dice loro: "Prepariamoci a rimanere alla deriva per giorni. A proposito: ho una notizia buona e una cattiva. La buona è che per passare il tempo abbiamo alcune riviste di sudoku. La notizia cattiva è che non ho preso le matite".

166.                Ho visto una persona tutta d'un pezzo diventare appassionata di puzzle.

167.                Il Trota ha detto che lui è bravo con i viedogiochi della Sega. Riesce persino a giocarci con una mano sola…

168.                Non bisogna confondere un reddito basso con un reddito (b)ASSO ! Se uno mette insieme 4 di questi redditi e, in più ha un certo COLORE politico, può ritenersi sulla SCALA di Giacobbe. (Renato R.)

169.                Lo sapevate che ogni giorno la vita di centinaia di yo-yo è appesa ad un filo? (Nonciclopedia)

170.                Un italiano su tre ha problemi col gioco d'azzardo. Sarà sicuramente una bufala, mi potrei giocare la casa, la macchina e mia mamma. (Satiricamente...)

171.                Chi non risica, monòpola. (Andrea 'Zuse' Balestrero)

172.                Sto finendo un puzzle. È in avanzato stato di composizione. (Alberto Capelli)

173.                Ragazzi, oggi mi sento a pezzi. Spero di trovare qualcuno che sia esperto di puzzle! (DrZap)

174.                Il gioco che di piu' cogli anni rischia di scomparire e' lo yo-yo... e' sempre attaccato ad un filo! (DrZap)

175.                Era un giocatore di biliardo con la passione per il canto. Ogni tanto pigliava una stecca. (Gian Carlo Moglia)

176.                Morto Steve Kordek, inventore del flipper. Ci sono voluti 100 anni, prima che finisse in buca. (Giggi Delirio)

177.                E' morto l'inventore del flipper. Lo ha ucciso l'inventore dei videogame. (Duccio Battistrada)

178.                Bagnasco: "Il gioco d'azzardo crea false illusioni. E ora, piccolo, indovina in quale mano ho messo l'ostia?" (Marco Bressanini)

179.                ‎Bagnasco: "Il gioco d'azzardo crea false illusioni" alias Bagnasco: "Il gioco d'azzardo ci fa concorrenza". (Gianni Zoccheddu)

180.                Steve Kordek, l'inventore del flipper, è morto oggi totalizzando 100 anni. (Stefano Pisani)

181.                Cercasi Rubik³. (Nonciclopedia)

182.                Differenza tra la chiesa e il casinò? Al casinò si prega veramente! (Ezoswo)

183.                Un bambino gioca con i soldatini chiuso nel frigorifero. Gioca alla guerra fredda. (bittershadow)

184.                Adoro giocare a Shanghai. L'unico inconveniente è il viaggio. (Enrico Cusi)

185.                Ho tirato i dadi ed e' uscito un brodo. Che fortuna! (edith_82)

186.                Giochi on line, a febbraio spesi 78 milioni. Ma comunque sono sicuro che recupero. (Mattia Uccheddu)

187.                Chi di spada ferisce... a bastoni finisce.

188.                "Nonno, ti sei giocato tutta la pensione al VideoPoker?". "No ragazzo, 200 € li metto sempre da parte per le zoccole". (MarioZeudoPunterco)

189.                Nintendo, dopo 30 anni conti in rosso. E' SuperMario che fa tutto a nero. (David_IsayBlog)

190.                Il cielo è una delle cose più belle che esistono. Non in un puzzle però.

191.                Quando mio figlio mi batte alla Playstation gli dico: "Ah si eh? E io mi sono scopato tua madre!". (David Di Tivoli)

192.                Roma, donne romene vinte al gioco. "Punto tutte le mie fiche!". (fdecollibus)

193.                Da piccoli giocano con Lego, da grandi giocano con l'Ego. (gillyan)

194.                Mia moglie dice che non so risparmiare e spreco un sacco di soldi: mi dice che sono un campione di sciupone scientifico. (DrZap)

195.                Il gioco non vale lo smorzacandela. (Fabio Carapezza)

196.                "Cos'hai ?". "Nulla". "Benissimo, allora vinco io con una coppia di 6!"

197.                Ragazzo, vuoi trovare un'alternativa al poker? Scopa! (Colorado)

198.                Il Tetris ci insegna che gli errori si accumulano e i successi scompaiono e che spesso la salvezza sta in qualcosa di lungo e dritto. (@Skellllll)

199.                Per produrre i videogiochi di oggi servono anche gli psicologi. Gli stessi da cui andrai in terapia quando ne sarai dipendente. (Iddio)

200.                Gioca responsabilmente...è come dire: Annega con cautela. Sparati con prudenza. Buttati dalla finestra, ma copriti che fa freddo... (Maurizio Crozza)

201.                Finalmente usci' dalla sala poker con in tasca un po' di soldi. Ma non si sentiva felice… vi era entrato con un sacco di soldi. (DrZap)

202.                L'uomo non smette di giocare quando diventa vecchio. Diventa vecchio quando smette di giocare. (Mauro Rizzi)

203.                Arriva il videogame che usa il pene come controller.  Non lo usate, è un'inculata pazzesca. (Gi_Gi_TO)

204.                Un giorno Platone rimproverò un suo discepolo per averlo trovato intento a giocare a dadi. "Ma io gioco sempre somme piccolissime", disse il discepolo. "Io non ti rimprovero per il denaro", rispose Platone, "ma per il tempo che perdi". (Platone)

205.                La vita e' un po' come Ruzzle. Le parole migliori ti vengono quando oramai e' troppo tardi. (Ahahah! Questa faceva ridere)

206.                Il gioco di fine anno alle cene eleganti? La Trombola. (R_Reventlov_G)

207.                I giardinieri giocano a ramino? (_sofforte)

208.                Berlusconi : Adesso giochiamo al mio gioco preferito RUBA MAZZO !! (Pier Paolo Padoan)

209.                Che differenza c'e' tra la chiesa e il casinò? Al casinò si prega veramente!

210.                Ho fatto una partita a Shanghai. Mi sono divertito e ho perfino vinto. L'unica cosa noiosa sono state le lunghe ore d'aereo per il viaggio. (Dado Tedeschi)

211.                Lewandowski fa 4 goal al Real. Adesso vale una quarantina di milioni, nonché 300 punti a ruzzle.  (Zip_1974)

212.                Lo Stato italiano ti fa perdere il Lavoro. In Compenso ti concede di perdere ai Videopoker i pochi Soldi che ti restavano. (franco kappa)

213.                Sono sempre di piu' gli adolescenti che rubano in casa per comprare i gratta e vinci. Per fortuna trovano sempre meno soldi: sono gia' stati spesi al video poker dai genitori. (Federico Taddia)

214.                Lo scopone scientifico e' un liceo pieno di pervertiti sessuali?

215.                Razzolo male, ma ruzzle meglio. (DrZap)

216.                Arrestato rumeno che pensava di far saltare la Clementoni con un'autobomba, il solito sapientino. (gdb) (Il Peggio)

217.                Sono a Monopoli (Ba). Sto disperatamente cercando Parco della Vittoria. (ForseCercavi)

218.                Quando il gioco si fa duro... approfittane!! (Benny Black)

219.                Il giogo è bello quando dura poco. (Luca Brambilla)

220.                Morto il presidente della Nintendo. I fan sono in consol...abili. (Hell Sante)

221.                Con i giochi di parole non ci mangi, dicevano. Così ho inventato i calemburger. (Andrea Bertora)

222.                "Quell'altalena funziona sempre?". "No, è altalenante". (FrandIben)

223.                Tedeschi, polacchi e svedesi amano i giochi acrobaltic... (Dino D'amico)

224.                Ho visto preti predicare bene, ma ruzzolare male. (DrZap)

225.                "E' un gioco che richiede intelligenza?". "Non necessaria mente". (Camabrillo) (Ban Keith Moo)

226.                Enigmista bloccato con cinque anagrammi di coca. (Maurizio Nubile)

227.                Se vuoi vincere al casinò, aprine uno.

228.                Conosco dei nobili che sono veramente a portata di mano di tutti... sono il re di cuori, di picche, di fiori... (DrZap)

229.                Gioca alla roulette russa, ventenne in gravi condizioni. Dopo cinque colpi vincenti si sentiva imbattibile. (alcafar)

230.                Può un puzzle di 2000 pezzi andare in mille pezzi se casca per terra ? (DrZap)

231.                Gioco per bambini non troppo svegli: girotonto. (Daniele Totolo)

232.                Uff... ogni volta che invito i miei amici a giocare a stecca...mi danno buca. (Giuseppe Gabriele De Luca)

233.                Portuale in cassa integrazione inganna il tempo sulle altalene ai giardinetti: camallo a dondolo. (Arlec Chino)

234.                Ieri ho visto uno perdere la voce al casino'. (DrZap)

235.                Mio zio, quello delle pompe funebri, non lo vogliono mai al bar del paese per giocare a carte. Porta jella? No, bara! (DrZap)

236.                Uccideva i suoi nemici a colpi di freccette alle spalle. Codardo. (Arlec Chino)

237.                Dire che il Casinò è in crisi per via della concorrenza slot nei bar, è come dire che il matrimonio è in crisi perché le strade son piene di puttane.

238.                Mestre: barista contrario alle slot machine riceve una multa per il calcio balilla. "Ma se fai tre ciliegie te la tolgo". (FrandIben)

239.                "Prof, com'e' andato il mio tema sui malati di gioco d'azzardo?". "Sette e mezzo". "Sto". (daniele villa)

240.                Ieri il governo è stato battuto sul gioco d'azzardo: c'era da SCOMMETTERCI ! (Renato R.)

241.                "Un italiano su tre ha l'amante". "Ah. E gli altri due?". "La playstation". (Gino Gatto)

242.                Maledetto peluche, lascia addosso segni imbarazzanti. È un or...succhiotto. (Lia Celi)

243.                Subbùteo con una mozzarellina rotonda al posto della pallina: caciobalilla. (Renato R.)

244.                A Capodanno il mio gioco preferito e' la trombola. (DrZap)

245.                Il quiz a premi preferito dai ginecologi era il 'Raschiatutto'. (DrZap)

246.                Lercionotizie: Videogiochi ultraviolenti, esce "La Bibbia". (Lercio)

247.                "Mi sento a pezzi" disse tutto sconfortato il puzzle. (DrZap)

248.                Quando con una persona non funziona più, soffiatele dentro e datele pugni. Con la Playstation funzionava. (Danilo Galli)

249.                "Prof, come e' andato il mio tema sui malati di gioco d'azzardo?". "Ti do 7 e mezzo". "Sto". (Prugna) (Daniele Villa)

250.                Mia moglie non ama giocare a dama. Dice che quando mangia le pedine non riesce a digerirle... (DrZap) 

251.                Due appartamenti in cambio di una villetta. Non è una partita di monòpoli: manca l'imprevisto "vai in prigione senza passare dal via". (Renato R.)

252.                Arrestata intera famiglia della Monopoli bene. Incredulità e sgomento a Parco della Vittoria. (Maurizio Fiorillo)

253.                Baldini lascia Fiorello: mi pare un azzardo. (elmorisco)

254.                Arrestata intera famiglia a Monopoli. Imprevisti. (Bruno Recchia)

255.                Arrestata intera famiglia a Monopoli. Per spaccio di banconote false. (Satiraptus) (Davide Lazzaro Aldieri)

256.                Marco Baldini: "Debiti di gioco ? Non ho paura per me, ma per mia moglie". A 'sto giro dev'essersi giocato anche lei... (Renata Toniazzo)

257.                Ti rendi conto che il Monopoly e' un gioco vecchio perche' i ricchi possono andare in galera. (Paperoga Style)

258.                Un consiglio: fate attenzione a scaricare giochi da internet... ho scaricato una ROM per GBA e mi son ritrovata una zingara per casa. (Cristina Foti)

259.                Buongiorno. Stato pensando che, nell'aldilà, i defunti stanno giocando all'oltretombola. (Giovanni Djanni Soldano)

260.                Un sogno terribile...direi complicato...un incubo di Rubik! (Francesco Vignola)

261.                Da bambino passavo giornate intere a giocare con mattoncini colorati ad incastro. Finché mia madre non mi portò dal Legopedista.

262.                Renzi ha venduto le azioni dell'ENEL e ora l'Italia ha solo il 25 % della proprietà dell'azienda. Per fortuna abbiamo ancora Vicolo Corto e Vicolo Stretto. ((Col)lateral) (Roberta Cafiero)

263.                Ho conosciuto una donna di Pechino con i capelli marron e con in mano una carta, un paio di forbici e un sasso. Credo che la conoscano come la mora cinese. (DrZap)

264.                Il colmo per un gruppo di amici? Fare insieme un solitario. (DrZap)

265.                "Est modus in rebus": esiste un modo di risolvere i rebus. (Antonello Iaccarino)

266.                Ho giocato a dama con Berlusconi. Malgrado io sia un campione mi ha battuto, ma lui ha barato... usava le pedine penali! (DrZap)

267.                Mosca cieca - Gioco che fanno le mosche dopo che hanno sbattuto contro una lampadina accesa. (DrZap)

268.                Un consiglio: Non giocare mai a carte con un palombaro! (DrZap)