LATINUM

1.     Carpe diem quam minimum credula postero. (Cogli l'attimo confidando il meno possibile nel domani) (Orazio)

2.     "Coram populo nullam copulam mandrilla, sed sola ante mandrillum, facit copulam et pompillum".

3.     Repetita iuvant sed scocciant. (Detto moderno)

4.     Quidquid latine dictum sit, altum viditur. (Qualunque cosa, detta in Latino, suona profonda.)

5.     Tria sunt genera petorum. Petus, Contropetus et Petus cum rotella. Petus fetat sed non tronat. Contropetus tronat sed non fetat. Petus cum rotella fetat tronatque.

6.     Cum grano salis, cum orzo scendis..

7.     Quis custodiet ipsos custodes? Chi custodirą gli stessi custodi? (Giovenale)

8.     Homo sine pecunia: imago mortis.  --  Un povero e' l'immagine della morte.

9.     Mala digestio nulla felicitas.

10.  Manuale di conversazione per l'uomo d'oggi di Piero della Gherardesca: I grandi libri.
Pinoculos - Pinocchio
Pardalis - Il Gattopardo
Sub umbra puellam floresentium - All'ombra delle fanciulle in fiore
Pertubatio illa foedissima viae Merulanae - Quer pasticciaccio brutto de via Merulana
Confessiones cuisdum lotofagi - Le confessioni di un mangiatore d'oppio
Domina Bubulcy - Madame Bovary
Mulierculae augescentes - Piccole donne crescono
Artusius - La scienza e l'arte di mangiare bene
Orbiculus terrarum vetustus - Piccolo mondo antico
Retrorsum - A ritroso
Adulescentes voluptatibus indulgentes - Ragazzi di vita
Cunicularius Collis - La collina dei Conigli
Nimbosa cacumina - Cime tempestose
Utinam evadam - Io speriamo che me la cavo
Gens Invita - I Malavoglia
Fervidus Paulus - Paolo il caldo
Pecus suillum alatum - Porci con le ali
Florilegium Fluminis Cochleari - Antologia di Spoon River

11.  Verba volant, Invicta manent -- Una volante fa il verbale a chi guida lo zaino senza mani. (Andrea `Zuse' Balestrero)

12.  "Dura lex, sed lex", cioŹ il lesso Ź duro, ma Ź sempre lesso.

13.  In un WC: Defecatio matutina/ bona quantum medicina. Defecatio meridiana/ neque bona, neque sana.

14.  In un WC: Tacta taesticula fugant omnia pericula.

15.  Beata solitudo, sola beatitudo (fulgido esempio di frase del cazzo). (Giorgio Mazzoldi)

16.  SORS EST SUA CUIQUE FERENDA (Ognuno deve sopportare pazientemente la propria sorte) (Manilio, Astronomica, 4,22)

17.  Affrettati lentamente. (Festina lente). (Augusto) (Svetonio)

18.  Homo sapiens non urinat in ventum.

19.  In un WC: Cacatio matutina est quasi medicina, cacatio serale est quasi funerale.

20.  Totus homo semen est. Tota mulier est in utero.

21.  Lo dicevano anche i latini: In media stat virtus che vuol dire che dopo le scuole medie sono tutte puttane. (Aldo Vincent)

22.  Si vis pacem, para bellum. Si vis penem, para culum.

23.  Canis a non canendo, / non penis a pendendo / nec minime a poenando / sed certe penetrando.

24.  Cum grano penis sit semper intellectus.

25.  Studere, studere: post mortem quid valere? Non studere, non studere: ante mortem quid magnere?

26.  Grattatio pallarum omnia sfigationa fugat, gratisque est!

27.  In omnia Pericula tasta testicula!

28.  MELIOR EST HABERE TUNICA FRACTA IN DERETANUS QUAM DERETANO FRACTO IN TUNICA.

29.  "Ubi non accusator, ibi non judex". (Dove non c'e' la polizia, non c'e' limite di velocita') (Legge Antico-Romana)

30.  Grattatio pallarum omnia paericula perfugant.

31.  Tria sunt genera petorum: loffa, cataloffa et piritum casalingum... Loffa: parvo clamore et magno fetore; Cataloffa: magno clamore et parvo fetore; Piritum casalingum: magno clamore et magno fetore...

32.  Mentula cessas, verpa lumbos apstulit. (Hai il cazzo fuori uso: il tuo strumento troppi culi ha suonato) (da "Il Piccolo Libro degli insulti" di Beppe Cottafavi)

33.  Vos mea mentula deseruit, dolete, puellae, predicat culum. Cunne superbe, vale. (Piangete ragazze. Il mio cazzo vi ha abbandonato, ora incula culi. Figa superba addio) (da "Il Piccolo Libro degli insulti" di Beppe Cottafavi)

34.  Amat qui scrivit, predicatur qui legit, qui opsulat prurit, paticus est qui praeterit, ursi me comedant, et ego verpa qui lego. (Chi scrive ama, chi legge lo brama nel culo, chi salatabecca gli prude, chi passa é una checca, mi sbrani un plotone d'orsi, chi legge e' coglione.) (da "Il Piccolo Libro degli insulti" di Beppe Cottafavi)

35.  Hic ego nunc futui formosam forma puellam, laudatam a multis, sed lutus intus erat. (Qui e ora ho scopato una ragazza molto bella, da molti lodata, ma dentro era soltanto fango) (da "Il Piccolo Libro degli insulti" di Beppe Cottafavi)

36.  Move te fellator. (Muoviti succhiacazzi) (da "Il Piccolo Libro degli insulti" di Beppe Cottafavi)

37.  Caio Tullio Catilina / pulivat culum con carta velina / carta velina laceravit / dito in culum penetravit.

38.  Verba volant, sfiga manet.

39.  Infra coscias stat fessura, / tam profunda quam obscura, / si introduxit cosam dura, / nova vita (et fregatura)! (nova vita nascitura...). Variante: Inter cosces est fessura tam profonda qua obscura et si entrat cosa dura potes nascere creatura!!! Altra variante: ... felicitas est sicura!

40.  Mingere cum bombis est res saluberrima lombis. (Scuola Salernitana)

41.  Cacatio matutina bona et fina, cacatio meridiana nec bona nec sana, cacatio serotina fert viscera ab ruina. (In un W.C.)

42.  Defecatio matutina est tamquamquam medicina / illam autem meridiana neque bona neque sana / defecatio vespertina est tamquamquam matutina. (Scuola salernitana)

43.  Civitas magna opulentia operuit me = La civetta mangia la polenta, o poveretto me!

44.  Caesar, cum omnibus completibus esset, venit in Italia in summa diligentia = Cesare, essendo gli omnibus al completo, venne in Italia sul tetto della diligenza.

45.  Estote parati = Mangerete (i cibi che) sono stati preparati

46.  Film tradotti in latino:
Homo Araneus - Spider Man
Petrosus - Rocky
Supra Apex - Over the top
LXVI dies et XII horas: Nove settimane e mezzo (3573 bytes free)

47.  "Nomen atque omen". (Il nome e presagio, cioe' gią contiene un presagio) (Plauto)

48.  Castigat ridendo mores (I gatti casti muoiono ridendo)

49.  Gattam frettolosibus fecit gattini guercem... (Toto’ in "Totė a colori")

50.  Mutatis mutandis, profumato pene, ad copulam ite.

51.  Qui leccat non peccat / nec piattolas beccat.

52.  UBI MAIOR MINOR CESSAT (Trad: Il maggiore Ubi si e’ inculato un sottoposto nel cesso)

53.  DEUS EX MACHINA (Trad.: A Napoli hanno fottuto una macchina che andava da dio)

54.  Ubi maior, mini minor!

55.  Usque tandem: richiesta di noleggio di una bici a due posti per durata ancora da definire. (Enotrio Pallanzo)

56.  Lui: "Cara, vuoi venire a ballare con me domani sera?". Lei: "Invitus, inviti, invito, invitum, invite, invito... inviti, invitorum ...". Lui: "Ma cosa stai dicendo?". Lei: "Sto declinando l'invito!" (da "Uffa!")

57.  "Estote parati" come dice sempre Gigi Buffon. (Enotrio Pallanzo)

58.  Se refeciebat (cioŹ, si ristorava) iure nigro (con una zuppa spartana), non si puė tradurre: SI SOLLAZZAVA GIUSTAMENTE CON UN NERO, come ha fatto qualcuno di voi molto fantasioso". (da Comix)

59.  Errare humanum ovest. (Andrea `Zuse' Balestrero)

60.  GUTTA CAVAT LAPIDEM SED QUOQUE CACA CAZZUM

61.  Merda volant, furbi schivant. (Barbara Civitelli)

62.  Verba volant, scripta AMEN

63.  In latino, ZIO paterno si dice patruus e ZIO materno, avunculus. Ovviamente, sono differenti le etimolo...ZIE. (Renato R.)

64.  Scarpe diem. Ciabatte noctis. (rafrasnaffra)

65.  In vino veritas, in birra pures.  (ghiaccio-nove)

66.  Risus abundat in ore pasti! (fabiano marti)

67.  Excusatio non pepita, come disse il cercatore d'oro... (Guru)

68.  "Divide et Imperia" come dicono i grandi condottieri genovesi. (DrZap)

69.  Quando il cercatore d'oro torno' a casa senza aver trovato nulla la moglie gli disse prima che aprisse bocca: "excusatio non pepita...". (DrZap)

70.  Castigat ridendo mores ovvero ridendo castiga gli extracomunitari. (Lodovico Zanetti)

71.  "Mala tempora currunt". "Che hai detto?". "Che so' cazzi... ma in latino". (Antonio Parrilla)

72.  Cum grano salis, cum ascensore salis piĚ svelto. (Massimo Cavezzali)

73.  "Gallia est divisa in partes tres: Cosciam, pettum, alam". (Cesare, De Bello Gallico)(Nonciclopedia)

74.  Sus Minerva docet. (il porco fa lezione a Minerva)(Cicerone)

75.  In Vino Veritas, In Vodka Figuriamocis.

76.  Si racconta che il monaco Martin non divenne priore perché sulla porta del convento, volendo scrivere "Porta patens esto nulli claudatur onesto" ossia " Stia aperta la porta, non si chiuda a nessun uomo onesto", mise un punto dopo la parola "nulli". L'iscrizione divenne: "La porta non si apra per nessuno, si chiuda per l'uomo onesto"

77.  CUNNILINGUS: Laeccatius cum moltis gustibus gnoccae.

78.  Alcuni anni fa ci fu un convegno sui rapporti dell'uomo col cibo nell'antichitą intitolato HOMO EDENS (l'uomo che mangia, da edo-is edi-esum-edere). Un mio collega notė che c'era ambiguitą: se uno faceva derivare edens da edo-is-edidi-editum-edere, si poteva pensare a "l'uomo che ( lo )tira fuori", aprendosi, magari, l'impermeabile. Io pensai alla caduta di un apostrofo tra la n e la s finali di edens, ritenendolo un originario genitivo sassone HOMO EDEN'S=l'uomo dell'Eden: si alluderebbe ad Adamo "che lo tira fuori", sollevando la foglia di fico. (Renato R.)

79.  Berlusque tandem? (PeggioSatira)

80.  Puttana. Dal latino [puta] fanciulla e [peteus] grotta sacra. Etimi nobili, lasciano strada ad ignominie. La strada, appunto. (Retwit_star)

81.  "In tedio stat virtus", come dicevano gli antichi romani quando avevano voglia di oziare di brutto. (DrZap)

82.  Orate pro nobis... sardine pro vobis

83.  Una tantum. Due tantissimum. Tre non ne parliamum neanchem. (Serafino Bandini)

84.  L'altra sera discutendo con mia moglie ho detto "Est modus in rebus". E lei: "Anch'io non ho ancora trovato un modo di risolvere i rebus". (DrZap)

85.  A un certo punto mi chiede: "Che ne diresti di un cunnilingus?". E io: "Ehm, l'ho finito. Ma se vuoi ho del Petrus". (inismor)

86.  Leggo che Faye Dunaway, a 70 anni, Ź stata sfrattata per morositą: non riusciva a mettere insieme 1.000 $ al mese per pagare l'affitto. Con tutto quello che avrą guadagnato nella sua vita ha commesso 2 errori: non ha comprato casa quando avrebbe potuto e non ha studiato almeno i primi rudimenti del Latino: ciė le avrebbe permesso di meditare sul detto "sic transit gloria mundi". (Renato R.)

87.  Gli dŹi protettori della casa erano i Lari, che, per metėnimia, venivano ad indicare la casa stessa. Allora, non esistevano i mutui e, se non si aveva contante, non si potevano acquistare Lari, ma si dormiva all'aperto: tra i Lari-ci. (Renato R.)

88.  "Cogito ergo boom" diceva l'artificiere che era solito spararle sempre grosse. (DrZap)

89.  Clamorosamente smentito il detto di quel coglione che affermė: "CONCORDIA res parvae crescunt; maximae discordia dilabuntur". Si Ź dimostrato tutto il contrario ! (Renato R.)

90.  Nanus cum sis, cede: Se sei nano, non pretendere di aver ragione.

91.  "Ab Urbe" non aveva alcun sapore, perciė Livio ci aggiunse sale e olio. "Ab Urbe condita". (Vinc_ends)

92.  Il pranzo oggi in convento e' a base di pesce. L'abate entra in refettorio con un grosso vassoio: "Orate fratres!" (Teomondo Scrofalo)

93.  "Mala tempUra currunt" disse un cliente schifato dal ristorante giapponese. (GaspErCarbonaro)

94.  Quello, che imponeva il ritmo ai rematori della galera di Ben Hur, avrą parlato in Latino o in Vogare ? (Renato R.)

95.  In Vino Veritas, In Vodka Figuriamocis, in Cannabis Lasciamoperderis.

96.  L' "Hora et labora" dei Benedettini si Ź tramutato in "Gratta et Vinces". (Carlo Congia)

97.  Totė passa in rassegna la truppe di Mori e ne schiaffeggia uno. Totė: "E' cosď che pulisci la pistola tu!! eh!! E' cosď che pulisci la pistola?! Arabo: "Ma cosa fai ?". Totė: "Non vedi... CASTIGAT RIDENDO MORES...RIDENDO CASTIGO I  MORI". (Toto' in "Totė Sceicco")

98.  Un romano entra in un bar e chiede un martinus. Il barista replica “intendi dire un martini?”. Allora il romano “se ne avessi voluto piĚ di uno lo avrei detto”. (Oltreuomo)

99.  Poco dopo un altro gruppo di romani entra nello stesso bar. Uno di loro si reca al banco e ordina sollevando indice e medio della mano destra, “cinque birre per cortesia”. (Oltreuomo)

100.                Fin dall'antichitą, il motto dell'ISTAT era: "Fe' stime, l'Ente". (Stefano Lottini)

101.                Errare humanum est... perseverare hupiedum ovest!

102.                "Errare humanum est, perseverare autem diabolicum". Ma scusa dillo in italiano che Ź molto piĚ diretto: "LA SMETTI DI FARE MINCHIATE?". (Teresa Mannino)

103.                I miei genitori ignorante com'ero hanno deciso di iscrivermi al classico... In 5 anni di classico l'unica parola che so di latino Ź "Premium Saiwa". (Teresa Mannino)

104.                I legionari dell'antica Roma erano belli, ma solo per casus. (Gabriele Tortuga Greco)

105.                "Errare humanum est" disse un vagabondo.

106.                "MELIUS ABUNDARE QUAM DEFICERE" dicevano i romani: MEGLIO ESSERE ABBONDANTI CHE DEFICIENTI! (Sergio Neddi)

107.                In Moldavia andava forte la Carpazio Benevolentiĺ. (Gabriele Tortuga Greco)

108.                I bei tempi dei Romani, in cui ARABO era solo la prima persona singolare del futuro del verbo ARO e significava "io arerė". (Renato R.)

109.                Colloquio: "Quindi lei Ź laureato in lettere antiche?". "Sď e ho redatto la tesi direttamente in greco antico e latino". "Magna cum laude?". "No, oggi no, magno con mj moje". "Bene, le faremo sapere". (Mario Zeudo Punterco)

110.                Bisogna trovare una soluzione per esistere. Escogito ergo sum. (pellescura)

111.                Impotenza virile. Il debello fallico. (Giuliano Gavagna)

112.                Durante le versioni di latino mi innervosisco. Se dativo, mi calmo. (Giochi di parole - il villaggio dei bannati) (Flavio Chirico)

113.                In vino veritas, in vodka vomitas. In birra urinas.

114.                Atene ha assicurato: "Rispetteremo gli obblighi 'ad infinitum' ". Insomma, quando si tratta di cose serie, anche i Greci preferiscono il Latino. (Renato R.)

115.                La Boldrini vuole eliminare la parola "dux" dall'obelisco del Foro Italico. E' il prodromo di un rogo dei libri come ai tempi di Savonarola. Andranno al rogo tutte le opere latine ! In quale non compare la parola "dux"? Da ultimo, speriamo che, come Savonarola, anche la Boldrini finisca sul rogo. (Renato R.)

116.                Decesso: famoso trattato latino sui servizi igienici. Sembra che l'autore sia l'imperatore Vespasiano. (Antonello Iaccarino)

117.                I saggi latini dicevano: "Melius abundare quam deficere", ossia "Meglio essere obesi che deficienti". (Antonello Iaccarino)

118.                "Est modus in rebus": esiste un modo di risolvere i rebus. (Antonello Iaccarino)

119.                Ob torto collo venit cervicalem. (Manuel Cerfeda)

120.                A scuola. L'insegnante interroga Pierino:
"Pierino, conosci qualche frase latina che si usa anche in italiano?"
Pierino: "Si', per esempio DE GUSTIBUS NON DISPUTANDUM EST!"
L'insegnante: "Qualcun'altra?"
Pierino: "Mmmm... MELIUS ABUNDARE QUAM DEFICERE"
L'insegnante: "Bravo... Qualcun'altra?"
Pierino: "Mmmm... MAGNUM MANDORLE!"

121.                Ma... se in latino la battaglia si chiama "pugna", come si chiamerą una piccola battaglia? (Antonello Iaccarino)

122.                La prostituzione Ź cambiata nei secoli (vera): "Hostes se abscondebant in silvis"= le hostes si nascondevano nei boschi. (Renato R.)

123.                Epidemia di priapismo : debello fallico. (Maria Luisa LaMolly Tegon)

124.                Verba volant. Congiuntiva manco decollant... (Digital Play)

125.                Ubi maior Minotauro cessat.

126.                Il cunnilingus ci dimostra che il latino non Ź una lingua morta. (Igor)

127.                Invecchiando si perde la memoria. Non ricordo se uno dei primissimi documenti della lingua latina Ź la Fibula prenestina o il Perone prenestino. (Renato R.)

128.                Ostetricia nell'antica Roma: "Ave Cesareo, prematuri te salutant". (Barbara Civitelli)

129.                Lezione di latino
Ubi maior minor cessat = se la sorella maggiore Ź bbona ... la minore e' un cesso
De gustibus non est disputandum = se vai a mangiare da Augusto non devi sputare
Ex aequo = il cavallo che avevo
Melius abundare quam deficere = meglio uno grasso che un deficiente
Mutatis mutandis = cambiati le mutande
Dura lex sed lex = Ź duro incontrare la propria ex ma Ź la ex
(Antonio Covatta)

130.                Ritorno al Latino, grazie alla riforma costituzionale, legge elettorale e legge di stabilitą. Si comincia con un Referendum, si continuerą con l'Italicum, si finirą con Una Tantum. (Renato R.)

131.                Il cattivo Ristorante Giapponese. Mala tempura currunt. (Sarė bre') (Maria Angelica Correra)

132.                "Livello di latino?". "Alto". "Traduca 'Carpe diem' ". "Pesce di giornata". "Le faremo sapere...". (Capsicum) (AugustoDavico )

133.                In magna pericula tastatio testicula.