I LIBRI  (v. anche Scrittori)

1.     All'infuori del cane il libro e' il migliore amico dell'uomo.  Dentro il cane e' troppo scuro per leggere! (Groucho Marx)

2.     Incendio alla biblioteca della caserma dei carabinieri: salvati entrambi i libri.

3.     Cosa fanno dei cinesi in un campo di riso?  Dei gialli Mondadori.

4.     Qual e' la differenza fra un libro e una donna? Il libro inizia con l'introduzione e finisce con l'indice. La donna inizia con l'indice e finisce con l'introduzione.

5.     Ho visto un libro con l'indice fratturato...

6.     A cosa serve l'indice nei libri? A girare le pagine.

7.     Perché sto festeggiando? Ho appena finito il mio primo libro ... domani inizio a leggere il secondo!

8.     Due libri su uno scaffale di una libreria. Dice il primo: "Che caldo che fa". Risponde il secondo: "Per forza, dormi con la copertina!".

9.     Alcuni scrittori per scrivere hanno bisogno della vena, altri  dell'avena. (Achille Campanile)

10.  Sono un libridinoso. (Luciano De Crescenzo)

11.  Punteggiatura. Sono vivo e vegeto. Sono vivo. E vegeto. (Paolo Cananzi)

12.  Non era colpa del Griso. Era la mamma che gli diceva sempre: "Fa il bravo, fa il bravo". (Karim Ayed)

13.  Mi piacerebbe scrivere come Shakespeare. Se non altro saprei l'inglese. (Furio Ombri)

14.  Dal vocabolario: Ricorsivo: aggettivo, vedi <Ricorsivo>

15.  L'uomo che sa leggere le donne come un libro aperto di solito adora leggere a letto. (Henny Youngman)

16.  Due capre affamate vagano nel deserto, ad un tratto scorgono la bobina di un film in mezzo alla sabbia. La prima capra urla: "Guarda! Finalmente qualche cosa da mangiare!" e si divora tutta la pellicola in pochi secondi. L'altra capra guarda stupita la compagna ed esclama: "Allora, com'e'? ". E la prima: "Mah, ti diro' ... era meglio il libro".

17.  L'imbecille legge i libri di storia sperando in un finale a sorpresa. (Franco Merafino)

18.  Il primo libro in braille era di Cechov.

19.  Quali sono le letture preferite dai culattoni? I libri di culinaria.

20.  Ho fatto un corso di lettura veloce. Ho letto "Guerra e Pace", parla della Russia. (Woody Allen)

21.  Nonostante la televisione, la scrittura rimane la piu' sorprendente invenzione dell'uomo: se va via la luce, il libro non si spegne.

22.  Ad Alberto Tomba volevano regalare un libro a Natale, ma lui ha risposto: "No grazie, ne ho gia' uno". (Enzo Iacchetti)

23.  La vita ed i sogni sono pagine dello stesso libro. (Pindaro)

24.  Cosa comprano in una boutique un pittore e una scrittrice? Lui una camicia a quadri, lei una camicetta a righe!

25.  I 15 libri piu' corti della storia (edizione internazionale):
15. "Le cose che ho imparato da papa' ", by Chelsea Clinton
14. "Le star che ho conosciuto", by The Hunchback of Notre Dame
13. "La mia vita con Hillary, Jennifer, Monica, and Paula by Bill Clinton
12. I piu' popolari avvocati americani
11. "Le donne che ho amato", by Rock Hudson
10. Il libro dei diritti umani in Cina
 9. "Il galateo", di Mike Tyson
 8. "Le cose che non posso fare per denaro", by Dennis Rodman
 7. "Le donne con cui non ho fatto sesso", by Bill Clinton
 6. La grande cucina inglese
 5. Le mie favorite commedie albanesi
 4. Piani Etiopici per il Dominio del Mondo
 3. Tutto cio' che gli uomini conoscono delle donne
 2. Il libro dell' humor femminista
 1. "Etica Presidenziale", by Bill Clinton

26.  L'intellettuale e' un signore che fa rilegare i libri che non ha letto. (Leo Longanesi)

27.  Leggo per legittima difesa. (Woody Allen)

28.  Io sono molto precoce. Pensate che ho imparato prima a scrivere che a leggere. Infatti scrivevo e mi chiedevo: ma che cazzo ho scritto? (Claudio Bisio)

29.  Qual e' il libro piu' letto al Polo Nord? Il Van...gelo!

30.  Guardo National Geographic con lo stesso atteggiamento con cui guardo Penthouse: per vedere luoghi meravigliosi dove non riusciro' mai ad andare di persona. (Art Buchwald)

31.  Il letto si puo' rileggere?

32.  Dal momento in cui ho preso in mano il libro fino a quando l'ho rimesso a posto, non ho smesso di ridere per un solo momento. Un giorno ho intenzione di leggerlo. (Groucho Marx)

33.  I lettori sono personaggi immaginari creati dalla fantasia degli scrittori. (Achille Campanile)

34.  Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene o scritti male. (Oscar Wilde)

35.  La differenza tra letteratura e giornalismo consiste nel fatto che il giornalismo e' illeggibile e che la letteratura non viene letta. (Oscar Wilde)

36.  Avete notato che quelli che scrivono le proprie memorie cominciano a scriverle solo quando hanno l'eta' in cui ormai stanno perdendo la memoria? (da il 'CONTRADDIZIONARIO'  di Guido Clericetti)

37.  Questo libro e' stato scritto nelle lunghe ore che ho passato aspettando che mia moglie si vestisse. Se non si fosse vestita affatto, questo libro non sarebbe mai stato scritto. (Groucho Marx)

38.  La frase piu' bella di tutte le lingue e': 'Si allega assegno'. (Dorothy Parker)

39.  Lei scrive? Che coincidenza. Io leggo. (Leopold Fechtner)

40.  Sto leggendo un libro giallo molto strano. Sembra che l'assassinato sia stato ucciso da un uomo di un altro libro. (Leopold Fechtner)

41.  Fai attenzione quando leggi libri di medicina. Potresti morire per un errore di stampa. (Mark Twain)

42.  Anche l'analfabetismo altrui rende difficile lo scrivere. (Stanislaw Lec)

43.  Sono in molti a vivere una tragedia. Non tutti pero' trovano un Sofocle che gliela scriva. (Stanislaw Lec)

44.  Cosa ci fa una bionda in libreria? Si e' persa!

45.  Il suo nuovo libro era del tutto scontato, tranne che nel prezzo. (Giampiero Casoni)

46.  Getto' i suoi scritti alle ortiche; esse li lessero e, assai piu' educatamente, li gettarono nell'immondizia. (Comix)

47.  Un libro indegno di essere letto una seconda volta e' indegno pure di essere letto una prima. (Carlo Dossi)

48.  Un ecologista e' uno che scrive un libro di 600 pagine chiedendosi dove sono finiti gli alberi.

49.  Una donna e' come un buon libro: divertente, ispira, istruisce. Talvolta ci sono troppe parole, ma se la rilegatura e le decorazioni sono belle e' irresistibile. Vorrei potermi permettere una biblioteca. (Marcus Long)

50.  Gli errori si vedono solo quando il libro e' stampato (Legge di Jones sull'editoria). Corollario di Black: la prima pagina che l'autore guarda e' quella col peggiore errore.

51.  Tutti i libri storici che non contengono menzogne sono mortalmente noiosi. (Anatole France, "Il delitto di Sylvestre Bonnard")

52.  Per favore: evitate le abbrev.

53.  Lo scrittore alle prime armi e l'editore scafato: "Io so scrivere!". "Che coincidenza: io so leggere!"

54.  Un libro senza indice non si puo' mettere le dita nel naso. (Carlo Turati)

55.  Che cosa disgustosa uno scrittore che legge. Sarebbe come un cuoco che mangia. (Karl Kraus)

56.  Una notte d'amore e' un libro letto in meno. (Honore' de Balzac)

57.  Il volume si calcola in libreria?  (Zap)

58.  Non so leggere, ma intuisco. (Toto' in "San Giovanni decollato")

59.  Scrivere e' viaggiare senza la seccatura dei bagagli. (Emilio Salgari)

60.  Perché non ho scritto "La Divina Commedia"? Perché non c'ho pensato. (Roberto Benigni)

61.  Mi guidano, quando scrivo, lampi d'imbecillita'. (Achille Campanile)

62.  Un classico e' qualcosa che tutti vogliono aver letto e nessuno vuole leggere. (Mark Twain)

63.  Io non riesco a capire perché una persona impieghi un anno o due per scrivere un romanzo, quando puo' facilmente comprarne uno per pochi dollari. (Fred Allen)

64.  Un libro di psicologia non ti e' di alcuna utilita' se sei in grado di capirlo! (Lucy) (Charles M. Schulz)

65.  Gli scrittori amano i gatti perché sono creature cosi' tranquille, amabili e sagge, e i gatti amano gli scrittori per gli stessi motivi. (Robertson Davies)

66.  La macchina per scrivere, quando suonata con sentimento, non da' piu' disturbo del pianoforte quando suonato da una sorella o parente vicino. (Oscar Wilde)

67.  "Per caso hai mai letto Garcia Lorca?". "No, chi l'ha scritto?". (Gianni Palladino)

68.  Come si intitola il libro piu' piccolo del mondo? "Quello che gli uomini sanno delle donne".

69.  Libro: Le due coperte di questo libro sono troppo distanti. (Ambrose Bierce)

70.  Un uomo che non legge buoni libri non ha alcun vantaggio rispetto a quello che non sa leggere. (Mark Twain)

71.  C'e' gente tanto brava da scrivere due libri contemporaneamente: il primo e l'ultimo. (Mark Twain)

72.  Avere una prosa cosi' graffiante che i suoi lettori si riconoscevano dai segni sulla faccia. (Massimo Bucchi)

73.  C'era una volta un ragazzino che voleva diventare un grande scrittore. A chi gli chiedeva cosa intendesse per "grande" rispondeva: "Voglio scrivere qualcosa che l'intero mondo legga, qualcosa che coinvolga la gente sul piano emotivo, che la faccia piangere e gemere di angoscia!". Adesso scrive... i messaggi di errore alla Microsoft.

74.  Per ogni libro degno di essere letto c'e' una miriade di cartastraccia. (Arthur Schopenhauer)

75.  Se il mio dottore mi dicesse che mi rimangono solo sei minuti da vivere, non ci rimuginerei sopra. Batterei a macchina un po' piu' veloce. (Isaac Asimov)

76.  Alcuni editori sono scrittori falliti, ma del resto anche la maggior parte degli scrittori lo e'. (Osservazione di Thomas S. Eliot)

77.  Quelli che scrivono chiaro hanno lettori, quelli che scrivono oscuro hanno commentatori. (Legge di Albert Camus)

78.  Il libro Ź l'oppio dell'Occidente. (Anatole France)

79.  Leggendo i grandi autori di aforismi si ha l'impressione che si conoscano tutti bene fra loro. (Elias Canetti)

80.  Vorrei che mi consigliassi dei libri che una quindicenne possa leggere a occhi chiusi. (Jean Charles)

81.  Ci sono molti uomini che leggono per non dover pensare. (Georg Christoph Lichtenberg)

82.  Il libro che meriterebbe per primo al mondo di essere proibito sarebbe il catalogo dei libri proibiti. (Georg Christoph Lichtenberg)

83.  Che ci vuole a scrivere un libro? Leggerlo e' la fatica. (Gesualdo Bufalino)

84.  Questo non e' un romanzo da mettere da parte con leggerezza. Bisogna scagliarlo via con grande forza. (Dorothy Parker)

85.  Ermetici: Nome che danno a se stessi certi poeti i cui libri restano sempre ermeticamente chiusi perché nessuno li legge. (Pitigrilli)

86.  Ogni libro insegna qualcosa, se non altro a diffidare del suo autore. (Mirko Amadeo)

87.  Io ho imparato molto prima a scrivere che a leggere, tanto che i primi tempi era tutto un chiedermi cosa diavolo scrivessi. (Paolo Giorgi)

88.  Alcuni libri vanno assaggiati, altri divorati, pochissimi masticati e digeriti. (Francis Bacon)

89.  Oggi ai semafori si puo' acquistare di tutto dagli ambulanti. Ci sono anche zingarelli che vendono dizionari. (Pongo)

90.  Prima che a scrivere, imparate a pensare. (Nicolas Boileau) (1636-1711)

91.  Rimango talmente impressionato dalla lettura di un libro giallo, che quando lo poso cancello le mie impronte digitali. (Carlo Dapporto)

92.  Perché mi piace leggere in aereo? Perché mi libro in volo.

93.  Tra le maggiori scoperte fatte dall'intelligenza umana negli ultimi tempi va annoverata, secondo me, l'arte di giudicare i libri senza averli letti. (Anonimo)

94.  Manuale di conversazione per l'uomo d'oggi di Piero della Gherardesca: I grandi libri.
Pinoculos - Pinocchio
Pardalis - Il Gattopardo
Sub umbra puellam floresentium - All'ombra delle fanciulle in fiore
Pertubatio illa foedissima viae Merulanae - Quer pasticciaccio brutto de via Merulana
Confessiones cuisdum lotofagi - Le confessioni di un mangiatore d'oppio
Domina Bubulcy - Madame Bovary
Mulierculae augescentes - Piccole donne crescono
Artusius - La scienza e l'arte di mangiare bene
Orbiculus terrarum vetustus - Piccolo mondo antico
Retrorsum - A ritroso
Adulescentes voluptatibus indulgentes - Ragazzi di vita
Cunicularius Collis - La collina dei Conigli
Nimbosa cacumina - Cime tempestose
Utinam evadam - Io speriamo che me la cavo
Gens Invita - I Malavoglia
Fervidus Paulus - Paolo il caldo
Pecus suillum alatum - Porci con le ali
Florilegium Fluminis Cochleari - Antologia di Spoon River

95.  Nessuna lacrima nello scrittore, nessuna lacrima nel lettore. (Robert Lee Frost)

96.  Leggere arricchisce, talvolta lo spirito, piĚ spesso l'editore.

97.  Ho un solo rimpianto: di non aver mai letto Shakespeare. Anzi, non so neanche chi l'ha scritto.

98.  Sto leggendo "La critica della ragion pura" di Kant... non Ź niente male, saltando le parti filosofiche... (Groucho di Dylan Dog) (Tiziano Sclavi)

99.  Lettore del tipo "sperduto" (Legens Fortuitus)
Questo tipo di lettore non ha alcuna familiaritą con le librerie. Vi entra solo una o due volte all'anno, a volte una o due volte nella vita. Si riconosce dall'aria spaurita e impacciata, da alunno che teme di essere interrogato da un momento all'altro. Cammina tra le pile di libri come tra mucchi di filo spinato, o cespugli di rovi. Ogni tanto lo potete sorprendere mentre legge il titolo di un volume con la stessa espressione preoccupata con cui guarderebbe la sua radiografia del rachide. Sorride solo quando vede apparire, su una copertina, il volto di qualche personaggio televisivo. Allora chiama il compare (questi lettori viaggiano sempre in coppia per sostenersi a vicenda nell'impresa) e con grandi cenni di giubilo, gli indica che c'Ź qualcosa di umano in quel pianeta alieno. A questo punto prende coraggio, avanza e fa subito cadere una fila di pocket, ripiombando nel terrore. Riprende fiato nel settore mappe geografiche, dove lo si vede fingere interesse per la periferia di Hong Kong, mentre sta solo cercando un commesso a cui rivolgersi. Individuatolo, si accosta, ma quasi sempre chiede l'informazione: - a un cliente; - alla cassiera sommersa dagli scontrini; - alla sagoma in cartone di Umberto Eco. Se a questo punto un vero commesso impietosito si avvicina, con aria abbastanza rassicurante da non metterlo in fuga, il lettore sperduto gli rivolgerą una delle seguenti richieste:
- mi dą quel libro di cui parlava un prete con la barba al Maurizio Costanzo Show? (alla richiesta del commesso di fornire dati ulteriori, risponde: era seduto vicino a Heather Parisi)
- mi dą un libro con la copertina dove c'Ź una donna e nel titolo c'Ź la parola "amore"? (alla richiesta del commesso di fornire dati ulteriori  risponde: lo ha scritto uno che in televisione Ź tifoso dell'Inter)
- mi dą il libro scritto in questo biglietto?
- mi dą sei libri larghi complessivamente 42 centimetri che devo riempire un buco nella libreria?
- mi dą un libro per uno che non legge? (domanda a cui piĚ di un commesso reagisce con crisi epilettiche)
- mi dą un romanzo da regalare a mia figlia per Natale dove la protagonista fa motocross e lui Ź uno dei Take That? No, non so se l'han scritto davvero, chiedevo a lei...
- mi dą il libro che ha in mano quella della pubblicitą dello sciroppo per la tosse?
- mi dą un libro che si chiama "il processo di Kafka" perė non so dirle l'autore?
- mi dą il libro che Ź primo in classifica? Come sarebbe a dire, ci sono parecchie classifiche? Oddio, adesso come facciamo?
- mi dą due Campielli uno Strega e due Viareggi ma mi raccomando, che non abbiano la fascetta rovinata.
- mi dą tredici libri da spendere in tutto duecentomila lire per tredici regali di Natale, ma faccia in fretta che non ho tempo da perdere.
Completiamo la descrizione del lettore sperduto segnalandovi una sua misteriosa particolaritą. Il lettore sperduto Ź magnetizzato. Qualunque sia il libro che ha acquistato, con grande stress e tensione, quando uscirą dalla forca caudina del rilevatore di furti, l'allarme suonerą. Decine di commessi tenteranno di smagnetizzarlo ma sarą tutto vano e il lettore sperduto si troverą a lungo esposto al pubblico ludibrio. La sua gią scarsa propensione a entrare in libreria uscirą massacrata da questa orribile esperienza. Il fatto Ź che Ź lui, il lettore, a far scattare l'allarme, e non il libro! Il caso del lettore magnetizzato Ź da tempo allo studio di medici, editori e fisici. Per alcuni si tratterebbe di un'allergia all'ambiente, per altri di una vendetta dei troll dei libri: ma nessuno Ź ancora riuscito a sciogliere il mistero. (Stefano Benni)

100.                Nel Fedro di Platone, Socrate diceva che la scrittura era una minaccia per la cultura perché a un libro non si possono fare domande. A Socrate mancava Internet. (Luciano De Crescenzo)

101.                Quante lettere si scrivono solo per il loro postscriptum!  (Sacha Guitry)

102.                Leggere tra le righe fa bene, stanca meno gli occhi...  (Sacha Guitry)

103.                A volte coi libri di teologia e filosofia si fa una strenua fatica per capire che quanto si arriva a capire non valeva la pena di essere capito. (Carlo Dossi)

104.                Regole per scrivere in italiano corretto:
-Concordare i pronomi con il suo antecedente.
-Non usare virgole, che non sono, necessarie.
-Il verbo devono concordare con il soggetto.
-E' importante un' uso corretto dell' apostrofo.
-Bisogna che si sappi usare il congiuntivo.
-E' importante servirsi del pronome relativo che si collegano le frasi e si evitano ripetizioni.
-Rileggere sempre cio' che si e' scritto per vedere se qualche parola.
-L' ortografia e' esenziale.

105.                Sto scrivendo un libro. Ho gią tutti i numeri delle pagine. (Steven Wright)

106.                Letteratura Italiana by Daniele Luttazzi:
1. "Il principe", di Niccolo' Machiavelli (1513): Per arrivare al potere bisogna essere dei figli di buona donna.
2. "La Gerusalemme liberata", di Torquato Tasso (1575): Tancredi ama Clorinda, che pero' non e' cristiana, e Tancredi la converte uccidendola.
3. "Ultime lettere di Jacopo Ortis", di Ugo Foscolo (1789): Ortis ama Teresa, ma questa non gliela da', e lui s'uccide.
4. "Promessi sposi", di Alessandro Manzoni (1840): Renzo e Lucia rimandano le nozze finche' il lettore non ne puo' piu', e allora si sposano.
5. "Il fu Mattia Pascal", di Luigi Pirandello (1904): Un uomo vince una forte somma a Montecarlo e non dice nulla a sua moglie che lo crede morto.
6. "La coscienza di Zeno", di Italo Svevo (1923): Un uomo ha un esaurimento nervoso, e non si riprende.
7. "Quer pasticciaccio brutto de via Merulana", di Carlo Emilio Gadda (1957): Sarebbe un ottimo romanzo giallo, se alla fine l'autore si ricordasse di dirci chi e' l'assassino.

107.                I 15 libri piu' corti della storia (edizione italiana):
15. "Le barzellette che non conosco" del Dr. Zap
14. "Io e il sesso" di Rosy Bindi
13. "L'etica francescana nel partito Socialista" di Bettino Craxi
12. "Come redarre un giornale satirico e umoristico" di Pirotti
11. "Il miracolo economico italiano negli anni '90" di Massimo D'Alema
10. "Le mie memorie" di Salvatore Riina
 9. "Deontologia professionale del giornalista" di Emilio Fede
 8. "Traguardi della Politica Estera Italiana" di Romano Prodi
 7. "Manuale di Meccanica quantistica" di Alberto Tomba
 6. "Esaltazione della Modestia" di Silvio Berlusconi
 5. "Il nuovo galateo" di Vittorio Sgarbi
 4. "Il ruolo del CDU nella politica italiana" di Buttiglione
 3. "Elogio della verginita'" di Madonna
 2. "Grammatica e Sintassi Italiana" di Antonio Di Pietro
 1. "I miei pensieri" di Umberto Bossi

108.                I 12 libri piu' venduti nel 1998 (Umberto Eco):
Agatha Cristo, Dodici piccoli apostoli
Arthur Rambo, Uno stallone all'inferno
Bela Ciaok, Concerto per partigiano e celeste
Clark Kant, Critica della cryptonite pura
Freud Astaire, Tic Tap
H.P.Lovekraft, Cose buone dall'altro mondo
Italo Calvi, Se una notte di primavera un banchiere
Jerome Kafka Jerome, Tre insetti in barca (per tacer del K)
Marcel Prost, Alla ricerca del cambio perduto
Platoone, Dialoghi sulla guerra
Rudaids Kipling, Capitani contagiosi
Sean Xiao Ping, Mai dire Mao

109.                Un classico Ź un libro che non smette mai dire quel che ha da dire. (Italo Calvino)

110.                Quando approcci Ionesco dovresti iniziare a leggere tra le righe: ci troverai delle linee bianche, sicuramente la parte piĚ interessante dei suoi libri.

111.                L'uomo e' come un libro, soltanto gli manca la parola.

112.                Grosso libro, grosso male.

113.                Chi disprezza compra. In Italia dice la statistica che legge abitualmente solo un italiano su tre, la stessa percentuale di quelli che hanno velleitą da critico letterario.

114.                La miglior vendetta Ź un pessimo libro.

115.                Arrestata la signora in giallo, e' passata col rosso...

116.                Il talento da solo non puė fare lo scrittore. Ci deve essere un uomo dietro al libro. (Ralph Waldo Emerson)

117.                Tuttilibri: 1) Sono nato libero di Renato Curcio; 2) Donne guardate che frutta ho (Premio bancarella); 3) Storie del ferro battuto (Fratelli Fabbri editori); 4) Stasera torno a casa di Ionesco; 5) Quadri di Pinter; 6) Sai cucinare il pollo di Ariosto; 7) Sali e... Tabucchi; 8) Questione di... Zeri; 9) Da dove vieni? Dali'; 10) Un miliardo al giorno di Sonsogno; 11) Ne' la, ne' la seconda di Laterza. (Premiata Ditta)

118.                Si dice che Lincoln abbia scritto un suo compito su un badile. Mi domando come sia riuscito ad infilarlo nella macchina da scrivere. (Jack Klugman)

119.                "Manca di comicita'" disse il critico d'uno scrittore di tragedie. (Stanislaw Lec)

120.                Regole di William Safire per gli Scrittori: Non mettete frasi in forma negativa. La voce passiva non dovrebbe essere mai usata. Se si rilegge il proprio lavoro, si puo' trovare nella rilettura che un gran numero di ripetizioni possono essere evitate rileggendo e correggendo. Uno scrittore non deve spostare il vostro punto di vista. E non iniziate una proposizione con una congiunzione. Non esagerate con i punti esclamativi!!  Posizionate i pronomi il piu' vicino possibile, specialmente nelle lunghe frasi, tipicamente di 10 o piu' parole, ai loro antecedenti. Prendete il toro per le corna ed evitate le metafore miste. Sempre l'avverbio segue il verbo. Anche se vi piace farlo, e quando non lo fate ci pensate sempre, ed anche alla vostra ragazza piace molto farlo, evitate di usare i doppi sensi. Ultimo ma non ultimo, evitate le frasi fatte, specie se nel posto sbagliato. Infine, sappiate che, per scrivere bene, non esistono regole precise.

121.                Il successo di molti libri Ź dovuto all'affinitą tra la mediocritą delle idee dell'autore e la mediocritą del pubblico. (Nicolas de Chamfort)

122.                Odio il fatto che quando hai bisogno di una penna non ne trovi mai una e finisci per dover tagliare la gola a qualcuno solo per usare il sangue come inchiostro. (Paul Hancox)

123.                Una stanza senza libri Ź come un corpo senz'anima. (Marco Tullio Cicerone)

124.                Cosa leggono gli anziani negli ospizi? I romanzi di fatiscenza.

125.                Vi sono molti libri con un errore di stampa: Ź stato un errore stamparli.  (Robert Lembke)

126.                Il reverendo Jesse Jackson ha passato dei momenti difficili di recente, ma ora Ź tornato alla grande con questo utile libro 'Nomi da dare ai vostri figli illegittimi'. (David Letterman)

127.                Ieri sera e prima di andare a letto, sono andato in biblioteca a curiosare e ho portato un po' di libri nuovissimi. ť una rubrica che s'intitola 'Libri nuovi'. Questa piccola guida Ź indispensabile a chiunque venga a New York: 'La guida Zagat agli ambulanti di New York che fanno cadere a terra gli hot dog e li rivendono'. (David Letterman)

128.                Scrivere Ź un modo di parlare senza essere interrotti. (Jules Renard)

129.                Con una mano alzo` il pugnale e con l'altra disse... ( Ponson du Terrail)

130.                Non esistono argomenti noiosi. Solo scrittori noiosi. (Henry Louis Mencken)

131.                Il prossimo punto in agenda riguarda la corretta punteggiatura nelle agende. (Mauroemme)

132.                Ho deciso di postare alcune regole fondamentali della netiquette, non si sa mai possano servire a qualcuno:
1. I verbi avrebbero da essere corretti
2. Le preposizioni non sono parole da concludere una frase con
3. E non iniziate mai una frase con una congiunzione                                                                                                                                                 4. CERCATE DI URLARE *SOTTOVOCE*, SE PROPRIO NON RIUSCITE A PARLARE NORMALMENTEEEEEE!!!!
5. Evitate le metafore, sono come i cavoli a merenda
6. Inoltre, troppe precisazioni, a volte, possono, eventualmente, appesantire il discorso
7. Siate press'a poco precisi
8. Le indicazioni fra parentesi (per quanto rilevanti) sono (quasi sempre) inutili
9. Attenti alle ripetizioni, le ripetizioni vanno sempre evitate
10. Non lasciate mai le frasi in sospeso perche` non
11. Evitate sempre l'uso di termini stranieri, soprattutto sul web
12. Cercate di essere sintetici, non usate mai piu' parole del necessario, in genere e' di solito quasi sempre superfluo
13. Evitate le abbreviaz. incomprens.
14. Mai frasi senza verbi, o di una sola parola. Eliminatele.
15. I confronti vanno evitati come i cliche'
16. In generale, non bisogna mai generalizzare
17. Evitate le virgole, che non, sono necessarie
18. Usare paroloni a sproposito e' come commettere un genocidio
19. Imparate qual'e' il posto giusto in cui mettere l'apostrofo
20. Non usate troppi punti esclamativi!!!!!!
21. "Non usate le citazioni", come diceva sempre il mio professore
22. Evitate il turpiloquio, soprattutto se gratuito, porca puttana!
23. C'e' veramente bisogno delle domande retoriche?
24. Vi avranno gia' detto centinaia di milioni di miliardi di volte di non esagerare
25. Trattate sempre i vostri interlocutori come amici, brutti idioti.

133.                Leggere Ź niente, il difficile Ź dimenticare ciė che si Ź letto. (Ennio Flaiano)

134.                Lettori tipici di Stefano Benni. (Alcuni clienti tipici delle librerie).
Il lettore superiore (Lector Elitarius)
Questo lettore, oltre che dagli occhiali e dal colore del viso, tra il bianco Fabriano e il giallo pergamena, Ź riconoscibile dall'espressione di spregio e disgusto con cui si aggira tra gli scaffali della libreria. Egli ha infatti letto e riletto tutta l'umana grafomania, raccolta nella sua biblioteca di un milione di volumi che nessuno ha mai visto, ma di cui lui assicura l'esistenza. Al termine di questo Giudizio Letterario Universale, egli non salva che tre o quattro rarissimi e scelti autori. Il resto Ź un magma cartaceo che lo schifa, ma in cui ama tuffarsi per una sublime forma di perversione. Eccolo perciė entrare in libreria come in un tunnel dell'orrore, sospirare addolorato vedendo una copertina che lo disturba, gemere di raccapriccio davanti alle pile di scrittorucoli circostanti. Talvolta, arricciando il labbro, si avvicina a un volume, lo solleva per un angolo, come fosse il cadavere di un topo, legge la prima pagina e lo lascia ricadere con espressione schifata. Alcuni Lettori Superiori particolarmente teatrali simulano conati di vomito o reazioni allergiche quali asma e prurito. Soltanto nella zona dei Libri Superiori, da lui individuata in angolo apposito, egli si placa per raggiungere l'Unico Degno, il Solo Leggibile, il Vero Autore, Kostantin Markus Swolanowsky. Trovatolo sullo scaffale, lo sfiora con le dita e poi volge intorno uno sguardo di rimprovero che coinvolge:
- i lettori che non comprano abbastanza Swolanowsky;
- i librai che non l'hanno messo nella dovuta evidenza;
- la cultura occidentale in genere.
Il Lettore Superiore diventa particolarmente pericoloso quando si accompagna, in veste di Consigliere, a un Lettore Normale. In questo caso il protocollo Ź il seguente: il Lettore Normale si avvicina timidamente ad un libro, lo sfoglia, poi volge gli occhi verso il Consigliere. Se incontra un'occhiata di disapprovazione, posa il libro e prosegue. Attraversa chilometri di volumi, sempre marcato strettamente e sempre dissuaso. Timidamente indica un libro, lassĚ sullo scaffale, che forse lo interesserebbe. Ma il commento del Consigliere Ź sempre lo stesso "Robetta, ciarpame, scrittore improvvisato, romanzuccio stantio". A questo punto il Lettore Normale si dirige tristemente verso il reparto Libri Superiori, dove rassegnato si lascia mettere in mano il terzo Swolanowsky mensile. Ma non Ź finita qui! Dopo dieci minuti il Lettore Normale rientra in libreria da solo, e si dirige svelto e furtivo verso il reparto Libri di Fantascienza. Ne compra otto, piĚ due gialli e un horror di duemila pagine. Illuso! Da dietro la pila di best-sellers ove era in agguato, sbuca il Lettore Superiore. Il Lettore Normale viene privato del suo acquisto, redarguito, a volte picchiato, ed esce con un ennesimo Swolanowsky in tasca. Se siete un Lettore Normale, e siete perseguitato da uno di questi individui, c'Ź un solo modo per liberarvene. Quando vi trovate in sua compagnia, acquistate l'opera omnia dello Swolanowsky e poi, saltando come un canguro, dirigetevi verso la cassa urlando: "Adoro Swolanowsky, Ź mitico, me l'ha consigliato questo mio amico, per me Ź come farsi una pera, peccato che non faccia televisione, lo legga signore, compri Sera in campagna, c'Ź la descrizione di un campanile che Proust non gli fa neanche un baffo, e poi Ź gagliardo come racconta le cene, fa venire un appetito che non le dico, io ogni volta che lo leggo devo farmi un'amatriciana". Quindi sbottonatevi la giacca sotto la quale avrete indossato una maglietta con l'effigie di Swolanowsky e iniziate ad urlare, sull'aria di un coro calcistico: « Alé - oh - oh, Swolanowsky - oh - oh! ». Dopo pochi minuti di questo show, sicuramente vedrete il Lettore Superiore sgattaiolare via, fingendo di non conoscervi. Se proprio volete assaporare il trionfo, gli avrete infilato in tasca, a sua insaputa, il libro di fantascienza Le vergini verdi di Andromeda. Egli farą risuonare l'allarme e verrą redarguito davanti a tutti con la seguente frase: "Va bene che lei ha la passione dei libri di fantascienza, ma non Ź un buon motivo per rubarli". La vostra vendetta sarą di qualitą superiore.

135.                Lettori tipici di Stefano Benni. (Alcuni clienti tipici delle librerie).
Il lettore entusiasta
Questo lettore, detto lettore E, entra in libreria come in casa sua. Il sorriso con cui saluta i commessi Ź il suo stendardo. In piedi, incurante degli altri clienti, inizia a leggere tutto quello che trova. Alcuni libri li sottolinea con risate fragorose, o li commenta leggendone brani ai presenti. Al reparto fumetti, si sdraia per terra e legge per ore. A volte si porta la merenda. Una farcitura di briciole in un volume Ź il segno del suo passaggio. Se il lettore E vede un lettore normale incerto su un acquisto, lo assale alle spalle, gli fa leggere tutti i risvolti di copertina oltre a bibliografie e brani scelti. Il suo incitamento a comprare ha una martellante tenacia che nessun libraio possiede. Nel reparto libri d'arte passa ore e ore, e non di rado, all'ora di chiusura, lo si puė trovare nascosto nel reparto tascabili mentre con occhi imploranti dice "per favore, l'ho quasi finito". ť insomma un lettore avido e allegro, con un solo difetto: non compra quasi mai libri, non si sa se per povertą, difetto genetico o scelta ideologica. [Mia aggiunta.] In ogni caso, per la sua gią citata opera di convincimento, il lettore entusiasta Ź per le librerie infinitamente  meglio di qualsiasi battage pubblicitario, e viene spesso tollerato. Ogni libreria, in generale, ne ha uno o piĚ d'uno, e sono convinto che nel prossimo futuro si arriverą a una vera e propria lotta tra librerie concorrenti per accaparrarsi i "lettori E" piĚ convincenti, capaci e caratteristici. Una battaglia a colpi di cappuccini e cornetti offerti dalla casa, e comode poltrone riservate dove accomodarsi a leggere.

136.                Lettori tipici di Stefano Benni. (Alcuni clienti tipici delle librerie).
Il lettore fissato
Terrore di ogni libraio, il lettore F si riconosce dagli occhiali molto spessi, dall'andatura decisa e dal foglietto che tiene in mano. Questo lettore cerca da mesi, da anni, forse dalla nascita, un libro introvabile, e in questa ricerca ha ormai consumato l'esistenza. Ma non demorde. Eccolo avvicinarsi all'incauto libraio e chiedergli le Note sulla composizione gregoriana nelle chiese trentine dell'abate Vermentin, edizioni La Talpa Bianca, Castel Luvisonio. Il libraio, dopo aver consultato i suoi ricordi e il computer, gli comunica di non avere nessun titolo simile. Alle ulteriori pressioni del lettore F vengono consultate prima la voce Note, poi Gregoriano, poi Chiese, indi Trentino, Vermentin, Talpa Bianca. Non appare alcun abate Vermentin nella storia della letteratura. Le edizioni Talpa Bianca risultano aver pubblicato un solo libro sui funghi nel 1953, e poi sono scomparse nel nulla. Non esiste, sulle carte geografiche, la localitą Castel Luvisonio. Ma il lettore F non demorde. Resta fermo davanti al libraio, col suo biglietto, chiedendo se si puė fare qualcosa, magari consultare gli archivi della CIA. A volte si mette a piangere sommessamente, nei casi piĚ gravi ha un leggero mancamento. Dopo che l'intera libreria si Ź mobilitata, si Ź chiesto aiuto a due librerie trentine, si Ź convocato il parroco della chiesa limitrofa e si Ź litigato con tutte le centraliniste d'Italia chiedendo la linea con Castel Luvisonio, il direttore della libreria in persona si presenta dal lettore F e gli comunica ufficialmente: "Mi dispiace signore, ma il suo libro Ź introvabile". "Grazie", risponde il lettore F, "tornerė domani". Le ipotesi a questo punto sono molte:
- il lettore F Ź pazzo;
- il lettore F ha un sacco di tempo libero;
- il lettore F Ź un provocatore mandato dalla libreria concorrente;
- il lettore F Ź l'abate Vermentin in persona;
- il lettore F Ź Talpa Bianca;
- il lettore F Ź un venusiano, mandato dal suo pianeta a studiare la resistenza psichica dei terrestri;
- il lettore F Ź un rompicoglioni.
A voi la risposta. Chi indovina, vince una copia del libro dell'abate Vermentin, firmata dall'autore.

137.                Lettori tipici di Stefano Benni. (Alcuni clienti tipici delle librerie).
Il lettore indeciso
Il lettore I. entra in libreria, sceglie un libro, lo lascia, lo riprende in mano. Lo scambia con quattro pocket. Va verso la cassa, si pente, rimette i pocket al loro posto facendo crollare la pila, e li sostituisce con un libro d'arte da mezzo milione. Lo consulta a lungo con aria afflitta. Lo ripone e prende due guide turistiche della Camargue. Va alla cassa, si mette in fila, ma quando Ź il suo turno all'improvviso si scusa, torna indietro, ripone le guide e acquista lo Zibaldone di Leopardi. Si pente e nasconde Leopardi nel reparto fantascienza. Prende un libro di fantascienza, lo cambia con sei volumi della Storia d'Italia e poi alla fine compra un libro di barzellette. Tornerą il giorno dopo per cambiarlo. Anche sul lettore I. abbiamo alcune ipotesi:
- vorrebbe comprare tutto ma non ha abbastanza soldi;
- non vorrebbe comprare nulla, ma fuori piove;
- non vorrebbe comprare nulla, ma fuori c'Ź un killer che lo bracca;
- Ź innamorato della cassiera;
- Ź innamorato del cassiere;
- non sa leggere;
- ha lasciato gli occhiali a casa e non vuole ammetterlo;
- Ź pazzo;
- il libro che cerca gli serve per pareggiare le gambe di un tavolo;
- Ź in realtą il lettore F travestito, e sta cercando il libro sul canto gregoriano perché non Ź convinto che l'abbiano cercato abbastanza;
- Ź un rompicoglioni.
Chi indovina la risposta vince l'opera completa dell'abate Vermentin. (Stefano Benni)

138.                Gerusalemme liberata del Tasso. Da allora, nella zona gli esemplari si sono estinti. (Mauroemme)

139.                Stendhal scrisse "Il rosso e il nero". L'avesse intitolato "il nero e l'azzurro" non avrebbe avuto fortuna. (Mauroemme)

140.                Il motivo delle profonde occhiaie di Gabriel Garcia Marquez si scopri' con la pubblicazione de "Cent'anni di solitudine". (Mauroemme)

141.                G. Verne, a proposito della recente alleanza politica, scrisse: Ventimila leghe sotto i nani. (Mauroemme)

142.                Polo imprigionato scrisse: "Il milione". Polo delle liberta' scrisse: "Il milione e mezzo di posti di lavoro". (Mauroemme)

143.                Picasso e Verga erano amici per la pelle. Entrambi preferivano Goldoni. (Mauroemme)

144.                Ovviamente, Byron usava la Bic. (Mauroemme)

145.                Umberto Eco: il nome della rosa...osa...osa. (Mauroemme)

146.                Quando arrivava Purcell, Candido fuggiva. (Mauroemme)

147.                A Fabio Capello non piace Calvino. (Mauroemme)

148.                Manzoni e Vanvitelli adoravano Pascoli. (Mauroemme)

149.                Quando ti imbatti in Kafka, attento a dove metti i piedi. (Mauroemme)

150.                Foscolo scrisse "O S", ovvero le ultime lettere di Iacopo Ortis. (Mauroemme)

151.                Nella prima edizione de "I miserabili" non c'era neppure la copertina. (Mauroemme)

152.                I film di Hitchcock mi terrorizzano. Psyco, quella scena nella doccia! Avevo 10 anni quando l'ho vista per la prima volta, e ancora oggi mi fa paura, accoltellare una donna nella doccia. (Daniele Luttazzi)

153.                Sď, all'origine delle origini, molto prima delle chiacchiere accademiche, Ź il silenzio a celebrare la bellezza del racconto. (Daniel Pennac, "Signor MalaussŹne")

154.                La prima cosa che impari dalle emozioni Ź che hanno un prezzo. (da "Equilibrium")

155.                La penna Ź piĚ potente della spada, e decisamente piĚ comoda per scrivere. (Marty Feldman, Igor in "Frankenstein Junior")

156.                1056 Stampa a caratteri mobili in Cina. Venne subito abbandonata perché la stampa veniva sempre mossa. L'inventore aveva un brutto carattere. (Le grandi invenzioni della Storia)(Mauroemme)

157.                I libri possono essere pericolosi. I migliori dovrebbero avere la scritta ' Potrebbe cambiare la tua vita'. (Helen Exley)

158.                Gli uomini leggono i libri, gli scrittori leggono gli uomini. (Fulvio Fiori)

159.                Yes-man: Abbassando la testa mi si alza lo stipendio. (Fulvio Fiori)

160.                Pubblicare un libro Ź sempre un pericolo: non sappiamo in quali mani puė finire. (Carlo Gragnani)

161.                Lo scrittore che non va in profonditą rimane sempre a galla. (Stanislaw Lec)

162.                Se non si ha piacere a leggere un libro piu' volte, non serve a niente leggerlo nemmeno una volta. (Oscar Wilde)

163.                Tutto quello che ha letto, lo ha letto in bagno. (Umberto Domina)

164.                Colmo per uno scrittore N.1: non avere voce in capitolo! (Groucho di Dylan Dog)

165.                Leggo anche dei libri, molti libri: ma ci imparo meno che dalla vita. Un solo libro mi ha molto insegnato: il vocabolario. Oh, il vocabolario, lo adoro. Ma adoro anche la strada, ben piĚ meraviglioso vocabolario. (Ettore Petrolini)

166.                Non conosco nessuna lettura piĚ facile, piĚ affascinante e deliziosa di un catalogo. (Anatole France)

167.                Penso che nessuno dovrebbe scrivere la propria autobiografia da vivo. (Samuel Goldwin)

168.                Dagli appendini alle ante: un libro commovente sugli armadi.

169.                Tornando a casa progettate un bel giallo con tanti omicidi: vi farą bene alla salute. (Daniel Pennac)

170.                Grazie per avermi inviato una copia del vostro libro. Non perdero' nessun tempo a leggerlo. (Thank you for sending me a copy of your book. I'll waste no time reading it). (Moses Hadas)

171.                Molti grandi autori morirono giovanissimi lasciando dei capolavori. Io ho scritto questo libro, ma in compenso sto benone. (Fabio Fazio)

172.                Abbiamo letto poco le mani, le rughe, le foglie: abbiamo letto solo dei libri. (Guido Ceronetti)

173.                Un'intervista di Alessandra Casella sul tema dei libri: "Preferisce scrittori italiani o stranieri?". "Preferisco leggere i libri degli scrittori italiani perché le lingue straniere non le so".

174.                Un'intervista di Alessandra Casella sul tema dei libri: "Scusi, lei ha letto la Bibbia? Conosce il Nuovo Testamento?". "Guardi, la Bibbia la conosco abbastanza perché sono un buon cristiano, ma quell'altra cosa che ha detto nuova non la conosco perché non sono tanto aggiornato".

175.                In libreria le richieste piu' strane. Di seguito alcune, doverosamente annotate da un libraio.
- Vorrei "Alla ricerca del tempo perduto" di Alain Prost (Pseudonimo di Marcel Proust quando saliva su una formula uno?)
- 'E tenite 'e Pistole di Cicerone? (O forse le Epistole?)
- Vorrei un libro di cui non mi ricordo l'autore. S'intitola: "Tutte le poesie".
- Vorrei un libro che...aspetti un momento, eh, che me lo sono scritto... (si fruga freneticamente nelle tasche per qualche minuto, poi estrae un bigliettino spiegazzato, l'apre e legge). Ah, ecco, si, dunque, la Bibbia!
- Mi scusi, ma questi libri da millelire non hanno ancora fatto le edizioni economiche?
- Mi serve un metro e mezzo di libri, non importa di che tipo, l'importante e' che abbiano tutti lo stesso colore.
- Vorrei un libro di cui non ricordo l'autore, e nemmeno la casa editrice. Il titolo? Adesso come adesso non mi viene.
- Vorrei un libro di cui non mi ricordo ne' il titolo ne' l'autore. Non so neanche di cosa parla, ma so che e' piccolo e rosa.
- Vorrei un libro di fotografie del periodo medievale.
- Vorrei il risotto di Doria Gay (Il ritratto di Dorian Gray, Oscar Wilde)
- Vorrei 'I trenta che sconvolsero la figa' (Trent'anni che sconvolsero la fisica, George Gamow)
- Vorrei 'le palle di Malaparte' (La pelle, di Curzio Malaparte)
- Vorrei 'Il giardino dei finti pompini' (Il giardino dei Finzi Contini, Giorgio Bassani)
- Vorrei 'Il fu Matia Bazar' (Il fu Mattia Pascal, Pirandello)
- Vorrei 'Edipo a Cologno' (Edipo a Colono, Sofocle)
- Vorrei 'E dico re' (Edipo re, Sofocle)
- Vorrei 'Sequestro un uomo' (Se questo e' un uomo, Primo Levi Sandri)
- Vorrei 'Mandovado' (Marcovaldo, Calvino)
- Vorrei 'Braccobaldo' (Marcovaldo, Calvino)
In compenso, uno che chiedeva il cofanetto di Goldoni e' stato malamente spedito dall'assistente del libraio alla farmacia all'angolo.

176.                Per la maggior parte della gente i libri non sono altro che soprammobili di carta.

177.                L'autore nel suo libro deve essere come Dio nel suo universo, dovunque presente e in nessun luogo visibile. (Gustave Flaubert)

178.                La medicina Ź la mia legittima sposa, mentre la letteratura Ź la mia amante: quando mi stanco di una, passo la notte con l'altra. (Anton Cechov)

179.                I biografi non conoscono la vita sessuale intima delle loro mogli, ma credono di conoscere quella di Stendhal o di Faulkner. (Milan Kundera)

180.                Tramite un catalogo di vendita per corrispondenza mi e' arrivato a casa un libro di Marco Montorsi che avevo ordinato qualche tempo fa dal titolo: "Come scrivere una poesia". Con deciso interesse e un pizzico di curiosita' ho tolto il cellophane e ho sfogliato le prime pagine, ma...tutte bianche, freneticamente ho continuato a sfogliare e cercare, infine ho trovato l'unica frase stampata del libro, la quale diceva: "Con la penna".

181.                Il racconto preferito da Bossi di Cuore: La piccola vendetta lombarda.

182.                Mai giudicare un libro dalla sua versione su film. (J. W. Eagan)

183.                Ci sono tre ragioni per le quali si diventa scrittori: la prima e' che hai bisogno di soldi; la seconda e' che hai qualcosa da dire e ritieni che il mondo dovrebbe saperla; la terza e' che non riesci a pensare a cos'altro fare nelle lunghe sere invernali. (Quentin Crisp)

184.                Diario minimo di Umberto Eco:
- Urbanistica Tzigana
- Enologia musulmana.
- Fonetica del film muto.
- Iconologia Braille.
- Istituzioni di rivoluzione.
- Lingue franco-germaniche.
- Lingue uralo-melanesiane.
- Lingue ugro-romanze.
- Idrografia selenitica.
- Dinamica parmenidea.
- Statica eraclitea.
- Oceanografia tibetana.
- Microscopia siderale.
- Oftalmologia gastrica.
- Spartanica bizantina.
- Istituzioni di devianza.
- Istituzioni di aristocratica di massa.
- Istituzioni di oligarchica popolare.
- Storia delle tradizioni innovative.
- Elementi di senescenza dei momenti aurorali.
- Dialettica tautologica.
- Euristica booleana.
- Storia dell'agricoltura antartica.
- Storia degli Stati Uniti nell'epoca ellenistica.
- Storia della pittura nell'isola di Pasqua.
- Letteratura sumera contemporanea.
- Istituzioni di docimologia montessoriana.
- Psicologia delle folle nei paesi sahariani.
- Fenomenologia dei valori cromatici nella Sindone.
- Storia della pittura paleolitica.
- Storia dell'agricoltura nel Giurassico.
- Storia delle istituzioni familiari presso i Templari.
- Anatomia delle tigri africane.
- Filatelia assiro-babilonese.
- Ippica azteca.
- Tecnologia della ruota negli imperi precolombiani.
- Terapia della aerofagia da impiccagione. (Umberto Eco)

185.                La grande quantita' di libri ci rende ignoranti. (Voltaire)

186.                Taxi scomparso. E' un giallo. (Dario Alesani)

187.                Uno scrittore professionista fa ribrezzo, perché tutto quello che mangia lo trasforma in carta. (Ennio Flaiano)

188.                Ornella Muti: "A me piacciono molto i gialli". Celentano: "Io non ho pregiudizi razziali". (da "Il bisbetico domato")

189.                Sulla tomba d'uno scrittore: "Si privė del sonno per procurarlo ad altri". (Achille Campanile)

190.                Scopare con il rimorso di non aver letto un libro Ź sempre meglio che leggere un libro con la voglia di scopare. (Giorgio Melazzi, il cronista di That's Entertainment TV, "Scatafascio")

191.                "Questo e' davvero un buon libro", e se lo mangio'. Era forse uno che aveva il gusto della lettura?

192.                Il piĚ grande difetto dello scrittore vivente Ź di non essere ancora morto. Io appartengo alla categoria dei Melville, degli Wilde: reietti finché sono in vita. (Aldo Busi)

193.                C'Ź un tale che ha una biblioteca vastissima, migliaia e migliaia di volumi; questa biblioteca ha solo un grave difetto: i libri non sono ordinati secondo alcun ordine logico, e ciė crea una gran confusione. Cosď, un giorno, questo tale decide di fare la cosa che aveva sempre rimandato, decide che Ź ora di catalogare i suoi libri. Essendo una persona molto precisa, perė, procede in questo modo: cataloga tutti i libri piĚ volte, a seconda di criteri diversi. Per esempio: prima li cataloga per anno di edizione, poi li cataloga per argomento, poi li cataloga per autore, poi per lingua, ecc ecc...'. Per fare ciė procede in questo modo: prende un registro (un catalogo appunto) e comincia a segnare, per esempio, tutti i libri scritti prima del 1900; poi prende un altro catalogo e vi segna tutti i libri scritti dopo il 1900; poi un altro e vi scrive tutti i libri di storia; poi un altro, il catalogo di tutti i libri scritti in italiano; poi il catalogo di tutti i libri scritti in inglese; poi il catalogo di tutti i manoscritti, e via dicendo. Alla fine di questo immane lavoro (fatto a mano) si ritrova con un centinaio di cataloghi, e d'improvviso si rende conto che anche quelli sono fisicamente dei libri, libri che si sono aggiunti alla sua collezione e che quindi vanno catalogati. E qui nota una cosa: alcuni cataloghi fanno parte dei libri che essi stessi catalogano, altri no. Per esempio: il catalogo dei libri scritti in italiano Ź ANCH'ESSO un libro scritto in italiano, e quindi deve essere catalogato in se stesso, in altre parole l'ultimo libro catalogato nel catalogo dei libri scritti in italiano Ź "il catalogo dei libri scritti in italiano". E sono tanti altri i cataloghi che rispettano questa regola; per es. il catalogo dei libri scritti dopo il 1900 Ź un libro scritto dopo il 1900, e quindi si auto-cataloga; oppure il catalogo dei manoscritti Ź un manoscritto, quindi si cataloga; e via dicendo. Altri cataloghi invece non rispettano questa regola; per esempio: il catalogo dei libri di storia NON E' un libro di storia, quindi non aggiunge se stesso in fondo all'elenco dei libri di storia; il catalogo dei libri scritti in inglese NON E' scritto in inglese, quindi non si cataloga; eccetera. A questo punto il tale si accorge che manca solo una cosa alla sua opera per poterla ritenere completa: i due cataloghi finali: IL CATALOGO DEI CATALOGHI CHE SI CATALOGANO e IL CATALOGO DEI CATALOGHI CHE NON SI CATALOGANO. Prende due nuovi cataloghi ed in uno vi segna tutti i cataloghi che aggiungono se stessi in fondo, e nell'altro segna tutti i cataloghi che non aggiungono se stessi in fondo. Ed ora, per finire, deve solo decidere se questi due cataloghi finali si catalogano oppure no. E qui viene il bello... infatti mentre Ź logico che IL CATALOGO DEI CATALOGHI CHE SI CATALOGANO si auto-cataloga, il problema sorge con l'altro, IL CATALOGO DEI CATALOGHI CHE NON SI CATALOGANO, perché se lo scrive in fondo a se stesso allora diventa un catalogo che si cataloga, e quindi non deve scrivercelo essendo quello il catalogo di quelli che non si catalogano, ma se non ce lo scrive diventa un catalogo che non si cataloga, e allora deve scrivercelo, ma se ce lo scrive diventa un catalogo che si cataloga, e allora deve toglierlo..... eccetera eccetera, e non se ne esce.

194.                Chi era il poeta preferito dal Manzoni? Era Pascoli.

195.                Ho comprato un libro per imparare a leggere. C'era allegato un opuscolo con le istruzioni. (Lopezzone)

196.                Quelli che scrivono i libri perché hanno dei figli da mantenere. (Beppe Viola)

197.                Non l'ho letto e non mi piace. (Vanni Scheiwiller)

198.                Dopo un giorno speso davanti al monitor di un computer, pensa ad un libro come sorta di screen saver della tua mente. (New York Times Book Review)

199.                Ho scritto un nuovo libro che sta per uscire. E' uno di quei manuali per il 'fai da te' psicologico. Si chiama: "Come andar d'accordo con tutti". L'ho scritto in coppia con un figlio di puttana. (Steve Martin)

200.                Libri: le cose da cui si ricava un film per la televisione. (Leonard Levinson)

201.                Quando non si sa scrivere, un romanzo riesce piu' facile di un aforisma. (Karl Kraus)

202.                Ma dove trovero' mai il tempo di non leggere tante cose? (Karl Kraus)

203.                COPYRIGHT. Scrittore inglese che lavoro' moltissimo. La maggior parte delle opere in circolazione porta infatti la sua firma.

204.                COME SCRIVERE BENE
1. Evita le allitterazioni, anche se allettano gli allocchi.
2. Non Ź che il congiuntivo va evitato, anzi, che lo si usa quando necessario.
3. Evita le frasi fatte: Ź minestra riscaldata.
4. Esprimiti siccome ti nutri.
5. Non usare sigle commerciali & abbreviazioni etc.
6. Ricorda (sempre) che la parentesi (anche quando pare indispensabile) interrompe il filo del discorso.
7. Stai attento a non fare... indigestione di puntini di sospensione.
8. Usa meno virgolette possibili: non Ź "fine".
9. Non generalizzare mai.
10. Le parole straniere non fanno affatto bon ton.
11. Sii avaro di citazioni. Diceva giustamente Emerson: "Odio le citazioni. Dimmi solo quello che sai tu."
12. I paragoni sono come le frasi fatte.
13. Non essere ridondante; non ripetere due volte la stessa cosa; ripetere Ź superfluo (per ridondanza s'intende la spiegazione inutile di qualcosa che il lettore ha gią capito).
14. Solo gli stronzi usano parole volgari.
15. Sii sempre piĚ o meno specifico.
16. La litote Ź la piĚ straordinaria delle tecniche espressive.
17. Non fare frasi di una sola parola. Eliminale.
18. Guardati dalle metafore troppo ardite: sono piume sulle scaglie di un serpente.
19. Metti, le virgole, al posto giusto.
20. Distingui tra la funzione del punto e virgola e quella dei due punti: anche se non Ź facile.
21. Se non trovi l'espressione italiana adatta non ricorrere mai all'espressione dialettale: peso e! tacėn del buso.
22. Non usare metafore incongruenti anche se ti paiono "cantare": sono come un cigno che deraglia.
23. C'Ź davvero bisogno di domande retoriche?
24. Sii conciso, cerca di condensare i tuoi pensieri nel minor numero di parole possibile, evitando frasi lunghe - o spezzate da incisi che inevitabilmente confondono il lettore poco attento - affinché il tuo discorso non contribuisca a quell'inquinamento dell'informazione che Ź certamente (specie quando inutilmente farcito di precisazioni inutili, o almeno non indispensabili) una delle tragedie di questo nostro tempo dominato dal potere dei media.
25. Gli accenti non debbono essere nŹ scorretti nŹ inutili, perché chi lo fą sbaglia.
26. Non si apostrofa un'articolo indeterminativo prima del sostantivo maschile.
27. Non essere enfatico! Sii parco con gli esclamativi!
28. Neppure i peggiori fans dei barbarismi pluralizzano i termini stranieri.
29. Scrivi in modo esatto i nomi stranieri, come Beaudelaire, Roosewelt, Niezsche, e simili.
30. Nomina direttamente autori e personaggi di cui parli, senza perifrasi. Cosď faceva il maggior scrittore lombardo del XIX secolo, l'autore del 5 maggio.
31. All'inizio del discorso usa la captatio benevolentiae, per ingraziarti il lettore (ma forse siete cosď stupidi da non capire neppure quello che vi sto dicendo).
32. Cura puntiliosamente l'ortograffia.
33. Inutile dirti quanto sono stucchevoli le preterizioni.
34. Non andare troppo sovente a capo.
Almeno, non quando non serve.
35. Non usare mai il plurale majestatis. Siamo convinti che faccia una pessima impressione.
36. Non confondere la causa con l'effetto: saresti in errore e dunque avresti sbagliato.
37. Non costruire frasi in cui la conclusione non segua logicamente dalle premesse: se tutti facessero cosď, allora le premesse conseguirebbero dalle conclusioni.
38. Non indulgere ad arcaismi, apax legomena o altri lessemi inusitati, nonché deep structures rizomatiche che, per quanto ti appaiano come altrettante epifanie della differenza grammatologica e inviti alla deriva decostruttiva - ma peggio ancora sarebbe se risultassero eccepibili allo scrutinio di chi legga con acribia ecdotica - eccedano comunque le competenze cognitive del destinatario.
39. Non devi essere prolisso, ma neppure devi dire meno di quello che.
40. Una frase compiuta deve avere.

205.                Ludovico Muratori scrisse testi edificanti. (Carlo Squillante)

206.                "Salve, Agente Stowe, come state?" disse Jack con la sua caratteristica R moscia. (Traduzione di un romanzo inglese degli anni '30)

207.                In libreria: Libri richiesti: 1) Anna Balena; 2) L'amaro di Moliere; 3) L'amuleto di Shakespeare; 4) Il camerone di Boccaccio; 5) Cristo si e' fermato ad Empoli

208.                In libreria: Libri richiesti: 6) La congiura di caterina; 7) Il Conte di Montezemolo; 8) Castore e Pollice; 9) I cannoni di Taricone; 10) Le concessioni di un italiano di Nievo.

209.                In libreria: Libri richiesti: 11) Il diario di Anna Falchi; 12) Le De Filippi di Cicerone; 13) Le favole di Esofago; 14) Il fu Matia Bazar; 15) Giovanna d'Arcore; 16) L'autobiografia di GesĚ Cristo.

210.                Il tuo manoscritto Ź sia bello che originale, ma le parti belle non sono originali, e quelle originali non sono belle.  [attribuita a Samuel Johnson, o anche a Gioacchino Rossini (secondo Stephen King in On Writing)]

211.                La libertą di scrivere non puė ammettere il dovere di leggere. (Daniel Pennac)

212.                La carriera di un scrittore Ź comparabile a quella di una donna di facili costumi. Lei scrive dapprima per piacere, poi per far piacere ad altri e in fine per soldi. (Marcel Achard)

213.                Strane richieste di libri in libreria:
- "Sto cercando un libro"
- "Avete una lista di tutti i libri scritti in lingua inglese?"
- "Avete una lista di tutti i libri che non ho letto?"
- "Puo' dirmi come mai tante guerre civili famose sono state combattute all'interno dei Parchi Nazionali?"
- "Tre settimane fa ho visto qui un libro di ricette che costava 39 dollari. Sa qual e'?"
- "Ho bisogno di una foto a colori di George Washington." (altre richieste: Cristoforo Colombo, Re Artu', Mose', Socrate etc.)
- "Avete dei libri con fotografie di dinosauri?"
- "Sto cercando un libro sulla sindrome del tunnel carpale. Penso di avere qualcosa nel collo."
- "Sto cercando un elenco di leggi da infrangere per poter tornare in prigione per un paio di mesi."
- "La scorsa settimana ho visto un libro che mi interessava ma mi sono dimenticato di appuntarmi l'autore e il titolo. E' voluminoso, verde e stava sullo scaffale in alto. Me lo puo' cercare?"
- Cliente: "Sto cercando un mappamondo". Libraio: "C'e' un modello da scrivania laggiu'". Cliente: "Uhm no, non e' abbastanza grande. Non ne avete uno a grandezza naturale?". Libraio (pausa): "Uhm si', ma al momento lo stiamo utilizzando".

214.                Sono del tutto favorevole a togliere le armi pericolose dalle mani dei pazzi. Incominciando dalle macchine da scrivere. (Solomon Short)

215.                Anche il peggior libro ha una pagina buona: l'ultima! (John Osborne)

216.                Il miglior libro Ź quello mai scritto. (Walter Serner)

217.                Un buon consiglio per gli scrittori: in certi momenti smettere di scrivere, anche prima di aver cominciato. (Stanislaw Lec)

218.                Colmo per un editore: non avere voce in capitolo! (Danilo Arlenghi)

219.                Una signora in libreria: "Vorrei un libro di cucina". "Lo vuole grande o piccolo?". E la signora: "Ma piccolo! Siamo solo io e mio marito!"

220.                Molti nuovi libri sono dimenticati nel giro di un anno, specialmente da quelli a cui li abbiamo imprestati. (Most new books are forgotten within a year, especially by those who borrow them) (Evan Esar)

221.                Leggevo un libro sulla scrittura mentre scrivevo un libro sulla lettura. (Giancarlo Tramutoli)

222.                Ho la macchina da scrivere piĚ vecchia del mondo: scrive a matita.

223.                I libri condussero alcuni alla saggezza, altri alla follia. (Francesco Petrarca)

224.                L'educazione... Ha prodotto una vasta popolazione capace di leggere, ma incapace di distinguere cio' che e' meritevole di essere letto. (1942) (G. M. Trevelyan)

225.                In realta' ogni autore desidera vedere stampate le proprie lettere sui giornali. Incapace di arrivare a tanto, scende di un gradino e scrive romanzi. (Pelham Grenville Wodehouse)

226.                Il caso Ź il piĚ grande romanziere del mondo; per essere fecondi, non c’Ź che da studiarlo. (Honore' de Balzac)

227.                Ogni uomo con la pancia piena di classici Ź un nemico della razza umana. (Henry Miller)

228.                Il lettore Ź un prigioniero cui Ź molto difficile impedire l'evasione. (Pierre Véron)

229.                Scrivere Ź trasformare in soldi i propri momenti peggiori. (James Patrick Donleavy)

230.                Elenco dei libri Mondadori meno venduti del 2001:
Il segreto della mia intelligenza, di Valeria Marini.
I vantaggi di Windows 98.
Guida alle democrazie arabe.
Unix facile.
Controllo di centrali nucleari con Windows 95.
Le grandi bellezze britanniche.
100 anni di umorismo tedesco.
Enciclopedia del carabiniere.
Tecniche di memorizzazione avanzata,  di R. Reagan.
Tutto quello che l'uomo sa delle donne.
Tutto cio' che le donne sanno di qualsiasi cosa.
Guida dell'avvocato onesto.
La mia visione del mondo, di Stevie Wonder.
Il futuro del mio paese, di S. Berlusconi.
Guida ad un appuntamento romantico, di M. Tyson.
La seduzione della voce, di R. Bindi.
(Mauroemme)

231.                Ci sono tre regole per scrivere un romanzo. Sfortunatamente, nessuno sa quali siano. (William Somerset Maugham)

232.                Naturalmente non basta avere tanti libri bisogna anche spolverarli. (Mirco Stefanon)

233.                I libri migliori sono proprio quelli che dicono quello che gią sappiamo. (George Orwell)

234.                La gente oggi legge sempre sempre meno. L'ho sentito alla tivu'. (Mauroemme)

235.                Tratto da "Le ultime lettere di Jacopo Ortis": "Ca zo, me sta a f nď la pen a". (Akel Barzo)

236.                Tratto dall'ultima pagina "Quaderni dal carcere" di Gramsci: "Cazzo, non posso piĚ scrivere, mi sta finendo la pena". (Akel Barzo)

237.                I dotti leggono, gli ignoranti scrivono. (Giovanni Rajberti)

238.                Un libro censurato Ź un insulto al quadrato.

239.                I bei libri si distinguono perché sono piĚ veri di quanto sarebbero se fossero storie vere. (Ernest Hemingway)

240.                Un libro non Ź mai un capolavoro: lo diventa. (in 'Diario') (Edmond e Jules de Goncourt)

241.                I due libri piĚ grandi della storia sono la Bibbia e la Divina Commedia, diceva don Bendazzi, ma la Bibbia Ź ben piĚ completa della Commedia. Infatti la Commedia inizia "Nel mezzo", mentre la Bibbia "In principio". (Paolo Beneforti)

242.                Da un romanzo: "Guardandolo negli occhi gli diede un calcio nel sedere".

243.                Se abbiamo 2 orecchie e 1 bocca perché dobbiamo ascoltare il doppio di quanto parliamo, non significa che, avendo 2 occhi e 10 dita, dobbiamo scrivere il quintuplo di quanto leggiamo.

244.                Se non lo trovate nell'indice, cercatelo attentamente nell'intero catalogo. (Catalogo Sears)

245.                La rivista Playboy ha annunciato che stanno licenziando l'8 % della loro forza-lavoro. Sapete chi e' questo 8% che sta per essere licenziato? Il ragazzo che scrive gli articoli. (Jay Leno)

246.                Biblioteche, musei, cineteche. Non amo che camposanti. (Gesualdo Bufalino)

247.                Quando ho voglia di leggere un libro, me ne scrivo uno. (Benjamin Disraeli)

248.                Uno scrittore che parla dei propri libri Ź quasi insopportabile quanto una madre che parla dei propri figli. (Benjamin Disraeli)

249.                La lettura Ź un atto necessariamente individuale molto piĚ bello dello scrivere. (Italo Calvino)

250.                Se avessi detto a mio padre, severo ingegnere, che io volevo scrivere, mi avrebbe detto: "A chi ?". (Maurice Donnay)

251.                "Potevi venire con noi, perė... almeno quest'anno!". "Sai che non posso, devo finire il mio libro. Sono anni che ci sono dietro: Storia della Cultura Mondiale, di tutti i tempi e paesi, da prima della preistoria a dopo settimana prossima!". "Ma sono anni che stai fermo a pagina 12!". "... perché scrivo piccolo!" (Francesco Salvi)

252.                Piccola esposizione di opinione personale sulla natura sessuale del libro. Il libro Ź per sua natura bisessuale e gay. Non puė essere maschile o femminile. E' neutro. Si sposa con uomini e donne, lettori e lettrici. Come per ogni rapporto, esistono approcci, preliminari, libidine, godimento, atto finale. Con un libro si puė instaurare un'amicizia o un amore che puė durare tutta la vita o solo lo spazio d'una lettura. Con lui puoi starci a letto, sul divano, sulla poltrona, in autobus, etc. La sua carta la puoi toccare, lisciare, limonare, baciare; la pagina puoi palpeggiarla, violarla, darci dentro. Con le sue righe puoi raggiungere l'acme del piacere, la sublimazione e la licenziositą. Chi puė farlo? In teoria tutti e nessuno. Il libro sta lď, attende. Come una prostituta sotto il suo lampione languido e smorto. Il libro riconosce il passante. Sa se si tratta d'un Casanova, di un libertino, di un masochista, d'un viveur, di un violentatore di testi, di un travestito da lettore, d'una vergine di pagine, di una lesbica della didascalia, di un ambiguo della nota, di un seduttore del sommario. Ecco perché il libro Ź bisessuale e gay. Perché accoglie tutti nel suo grembo, senza distinzione di sesso o di razza o di religione. Dentro vi trovi il bacio ardente dei protagonisti d'una storia d'amore, l'amplesso furtivo, la libidine vorace, la seduzione leggera, la voluttą misogena, l'eccitazione morbosa, l'orgasmo violento, l'omosessualitą dichiarata, l'autoerotismo temporaneo, il climax, il travestitismo inveterato. Ed ora provate a capire se il libro che state leggendo in questo momento non si riconosca in una di queste particolaritą... (Jacopo Ortis)

253.                Una delle cose favolose dei libri Ź che a volte ci sono delle immagini bellissime. (U.S. News & World Report, 3,1, 2000) (George Bush)

254.                Lo scrittore Ź un uomo la cui intelligenza non basta per smettere di scrivere. (Gunter Grass)

255.                Lo scrivere tra le righe non rende, visto che vengono pagate le righe. (Zarko Petan)

256.                Libro : un utensile usato per passare il tempo mentre riparano la TV.

257.                Qual Ź il libro piu' letto dai conigli? Pel di carota.

258.                Inserzione giornalistica: "Vendo libro: "Alla ricerca del tempo perduto" di Proust. Astenersi perditempo". (Maurizio Tecli)

259.                In casa ho un libro veramente antico e raro, dal valore inestimabile. Si tratta di una Bibbia autografata. (Mauroemme)

260.                In generale gli scrittori sono convinti di essere letti da Dio. (Giorgio Manganelli)

261.                La cosiddetta profonditą negli scrittori non Ź altro, cinquanta volte su cento, che oscuritą. (Aldo Gabelli)

262.                Ci sono dei romanzi-fiume che non sono in nessun punto navigabili. (Paul Morand)

263.                Chiedere ad uno scrittore cosa pensa dei critici e' come chiedere ad un lampione cosa pensa dei cani. (John Osborne) (Nicolas Boileau)

264.                Un grande classico e' uno scrittore che si puo' lodare senza averlo letto. (Gilbert K. Chesterton)

265.                Scrivere e' come la prostituzione. Dapprima lo fai per amore, poi per pochi amici stretti, e alla fine per soldi. (Jean Baptiste MoliŹre)

266.                Visto l’incredibile successo editoriale di “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire” di Melissa P., diario bollente di una sedicenne catanese che narra la propria iniziazione sessuale, tutte le principali case editrici sono in procinto di pubblicare roventi diari autobiografici di giovani e disinibite adolescenti. Ecco l’elenco di alcuni titoli in uscita:
“Cento colpi in banca prima di andare a dormire” di Ottavia K.
Ottavia K. Ź una tredicenne morbosa che diventa rapinatrice di banche perché i genitori che avevano un negozio di passamontagna falliscono e in casa rimane un sacco di merce invenduta. Ottavia K. racconta nel libro come la faccia impazzire entrare in banca in guepiere, calze a rete e lo zainetto di Hello Kitty sulle spalle, sequestrare il cassiere nel caveau e dedicarsi a pratiche estreme come la marchiatura a fuoco del proprio codice abi sulle natiche del vicedirettore e del cab sull’inguine di tre o quattro broker dell’istituto San Paolo di Torino. Particolarmente raffinata la scrittura, giocata soprattutto su doppi sensi linguistici di un certo fascino quali: “Fammi un versamento”, “Aprimi il caveau” o “ Un bot e via”. Le pagine piĚ morbose sono sicuramente quelle in cui Ottavia K. racconta quando, con la catenella della penna di uno sportello, lega i polsi al cassiere e lo costringe a cambiare l’insegna luminosa della “Banca del Monte dei Paschi” in “Banca del Monte di Venere”. (Postato da Vanderbilt – alberto@hellokitty.com)

267.                Visto l’incredibile successo editoriale di “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire” di Melissa P., diario bollente di una sedicenne catanese che narra la propria iniziazione sessuale, tutte le principali case editrici sono in procinto di pubblicare roventi diari autobiografici di giovani e disinibite adolescenti.
Ecco l’elenco di alcuni titoli in uscita:
“Cento colpi di stato prima di andare a dormire” di Conchita S.
Sono le pruriginose confessioni erotiche di una quattordicenne cilena che vive per cento giorni una torbida relazione sessuale con Gianni Miną e puntualmente raggiunge il piacere solo se lo destituisce e prosegue l’atto con un ex - ufficiale dell’esercito boliviano. (Postato da Vanderbilt – alberto@hellokitty.com)

268.                Visto l’incredibile successo editoriale di “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire” di Melissa P., diario bollente di una sedicenne catanese che narra la propria iniziazione sessuale, tutte le principali case editrici sono in procinto di pubblicare roventi diari autobiografici di giovani e disinibite adolescenti.
Ecco l’elenco di alcuni titoli in uscita:
“Cento colpi di mortaio prima di andare a dormire” di Cecilia P.
Cecilia P. Ź, a soli dodici anni, generale di corpo d’armata dell’esercito. Cecilia ha due perversioni sessuali: la prima Ź che le piace farlo con le due sentinelle che stanno in garitta dentro un carro armato ultraleggero Leopard con i ribaltabili e l’impianto stereo che suona a settantotto giri l’inno di Mameli. La seconda perversione Ź mettersi nuda, avvolta solo da una bandiera dell’Onu, e provocare con uno spogliarello i marinai italiani che si stanno imbarcando da Livorno. La trama Ź abbastanza semplice: ogni tre pagine c’Ź un amplesso, per cui fino a pagina novanta ci sono trenta amplessi. Nelle ultime quaranta pagine c’Ź un solo amplesso che dura perė per trentotto pagine, mentre nelle ultime due si spiega come oggi, senza la Nato, non si va da nessuna parte. (Postato da Vanderbilt – alberto@hellokitty.com)

269.                Visto l’incredibile successo editoriale di “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire” di Melissa P., diario bollente di una sedicenne catanese che narra la propria iniziazione sessuale, tutte le principali case editrici sono in procinto di pubblicare roventi diari autobiografici di giovani e disinibite adolescenti.
Ecco l’elenco di alcuni titoli in uscita:
“Cento colpi della strega prima di andare a dormire” di Doriana L.
E’ la storia di una fisioterapista osteopata di undici anni che curando Ferdinando F., vittima del colpo della strega, viene travolta da un desiderio brutale incontrollato. Un giorno, mentre gli fa una ionoforesi, si scatena la sua perversione feticista: la ragazzina Ź infatti ossessionata dal Voltaren che, sotto forma di pomata, fiale o gel, sarą l’elegante ma enigmatico tormentone erotico di questa cieca passione.
Il finale Ź sconvolgente: Tatiana B. , una paziente afflitta dal ballo di San Vito, si invaghisce di Doriana L. e Ferdinando F., roso dalla gelosia, la uccide strangolandola con una calza contenitiva Sanagens. (Postato da Vanderbilt – alberto@hellokitty.com)

270.                Visto l’incredibile successo editoriale di “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire” di Melissa P., diario bollente di una sedicenne catanese che narra la propria iniziazione sessuale, tutte le principali case editrici sono in procinto di pubblicare roventi diari autobiografici di giovani e disinibite adolescenti.
Ecco l’elenco di alcuni titoli in uscita:
“Cento colpi di sonno prima di andare a dormire” di Flavia P.
E’ l’unico caso di diario scritto da una non piĚ giovanissima. Sono infatti le piccanti rivelazioni della moglie di Romano Prodi sugli effetti che hanno sulla sua libido gli intensi e vivaci incontri amorosi col marito.
(Postato da Vanderbilt – alberto@hellokitty.com)

271.                Di solito una autobiografia non rivela nulla di cattivo riguardo il suo autore ad eccezione della sua memoria. (Franklin P: Jones)

272.                Devo farmi riparare la macchina da scrivere. La O Ź capovolta. (Leopold Fechtner)

273.                Il quinto libro di Harry Potter, in vendita a giugno, avra' una tiratura record di 8 milioni e mezzo di copie. Il che spiega perché il sesto libro si intitolera': 'Harry Potter e la fine degli alberi'. (Jimmy Fallon)

274.                Il bibliotecario, registrando un libro appena restituito ma in condizioni deplorevoli, cosď annota: "Pagina 83, un buco" (Voltando pagina) "Pagina 84, un altro buco..."

275.                E’ facile individuare quelli che scriveranno un’autobiografia: appena nati invece di piangere prendono appunti. (Enzo Costa)

276.                Un tizio in libreria chiede al commesso: "Mi sa dire dove posso trovare qualche libro sul fai da te?". "E se lo cerchi da solo!!"

277.                Qual e' lo scrittore piĚ amato dagli scalatori? Quello che va con Hemingway a farsi Dos Passos. (Venticello)

278.                Romanzo: un racconto gonfiato. (Ambrose Bierce)

279.                Ultimamente leggo moltissimo. Dopo essermi letto tutta la serie del Tenente Colombo adesso sto finendo "Morte di un piccione viaggiatore". La prossima settimana mi leggo l'autobiografia di Enzo Tortora. (Dodo©)

280.                Zopicare con una P e' un errore ortografico o ortopedico? (Da "Lotto per vincere") (Mirco Stefanon)

281.                Scoppare con due P e' un'offesa al pudore o all'ortografia? (Da "Lotto per vincere") (Mirco Stefanon)

282.                Lingua neoclassica: Punto: single; Virgola:  single femmina; Punto e virgola: una coppia normale; Due punti: una coppia gay; Due virgolette: due giovani figlie di lesbo. (Da "Lotto per vincere") (Mirco Stefanon)

283.                Che Manzoni sia il cardine della letteratura italiana Ź fuor di dubbio. Cosď pure come il fatto che, dopo duecento anni, cigoli in modo DECISAMENTE troppo fastidioso. (J.B.)

284.                Nei miei romanzi non descrivo il futuro. Cerco di prevenirlo. (Ray Bradbury)

285.                Vorrei consigliarvi un libro toccante. La storia, di scottante attualitą, Ź narrata in terza persona singolare, ma senza disdegnare anche la seconda plurale, cosď, per educazione. Il protagonista, un galletto arrogante e spavaldo, si trova a vivere in un mondo dove l'influenza dei polli sta dilagando orribilmente, perdendo molti amici e familiari, valori e credenze, rimettendo in gioco se stesso e tutto il suo passato. Il titolo: "Se questo Ź un uovo". (Acheo)

286.                GUERRA E PECE - Come fare una guerra e vedersi saltare in aria i pozzi di petrolio. (Umberto Eco)

287.                IL BURINO DEL PO - Grande romanzo di Umberto Bossi. (Umberto Eco)

288.                LA ROMENA - Da un inedito di Alberto Moravia, sulla triste vicenda di un'extracomunitaria che cade preda della mafia della prostituzione. (Umberto Eco)

289.                TRE UOMINI IN BURKA - Pruriginosa vicenda tra i transessuali di Kabul. (Umberto Eco)

290.                DILETTO E CASTIGO - Vicende di masochisti. (Umberto Eco)

291.                Ci sono tante grammatiche quanti sono i grammatici, e anche di piu'. (Da 'Elogio della follia') (Erasmo da Rotterdam)

292.                Mi si gelo' fin l'ultima goccia di inchiostro nella penna. (Horace Walpole)

293.                "Yawn... 'Notte - come disse il libro - nessuna che mi rimbocchi la copertina?". (Mauroemme)

294.                Leggeva cosď tanti libri che alla fine andė letto. (Dodo©)

295.                In libreria: "Buongiorno, avete libri sul nepotismo?". "Un attimo, chiedo al principale. Papą, puoi venire un attimo?". (Lopezzone)

296.                In libreria: "Buongiorno, avete libri sulla proctologia?". "Un attimo, guardo sul retro."

297.                L'altro giorno ero in libreria quando Ź entrato un ragazzo e ha chiesto al libraio: "Scusi, ha qualcosa di Hemingway?" E il libraio: "Si, il vecchio e il mare" "Uhm... allora mi dia il mare". (Mauroemme)

298.                Ieri sono andato in libreria per comprare un libro sulla memoria, ma me lo sono scordato. (Gello Ramello)

299.                Ieri sono andato in libreria per prendere il libro "Come fare soldi", ma non avevo da pagare. (Gello Ramello)

300.                Ieri sono andato in libreria per prendere il libro "Come sviluppare la forza", ma non sono riuscito a sollevarlo. (Gello Ramello)

301.                Ieri sono andato in libreria per prendere il libro "Come vincere la timidezza", ma mi sono vergognato a chiederlo. (Gello Ramello)

302.                Ieri sono andato in libreria per prendere il libro "Come farsi valere", ma mi hanno fregato l'ultima copia da sotto il naso. (Gello Ramello)

303.                Ha i denti cosď gialli che ogni volta che sorride si puė leggere la biblioteca di Agatha Christie.

304.                Conosco un libraio in grado di fornire a ciascun cliente il libro piĚ giusto per lui. E' un vero equilibrista. (Paolo Beneforti)

305.                I libri sono l'umanitą stampata. (Barbara Tuchman)

306.                Ormai per me tu sei come un libro aperto. Ma sappi che io adoro leggere a letto... (su un SMS)

307.                Carlo Lorenzini ebbe l'ispirazione per la sua opera piĚ famosa camminando in una pineta, ove, assorto, sbatté la montatura degli occhiali contro un albero. Questo lo indusse a scrivere una storia dedicata al suo paese d'origine: Collegno. Sempre per omaggio al villaggio natďo, nonché al suo eroe (un burattino fatto co' llegno di pino [pino fu poi chiamato mastro ciliegia per una questione di ripicche tra gay; per vendetta pino parlė sempre del libro dell'amico come "finocchio", ndr]), decise di assumere come nome d'arte quello del paese in questione; ma a causa della sua distrazione, decise di chiamarsi Collodi. In seguito il paese di Collodi assunse il nome di "Lorenzini-Collodi", Collegno divenne "Lorenzini-Bastardo", e Lorenzini fu chiamato "lo smemorato di Collegno". (Paolo Beneforti)

308.                Aveva tutto per essere un grande scrittore: la carta, la penna, la scrivania... (Pino Caruso)

309.                Ci sono scrittori che riescono a esprimere gią in venti pagine cose per cui talvolta mi ci vogliono addirittura due righe. (Karl Kraus)

310.                Ho impiegato quindici anni per scoprire che non avevo alcun talento per scrivere, ma non mi sono piu' potuto fermare perché ormai ero troppo famoso. (Robert Benchley)

311.                Esistono due motivi per leggere un libro: uno, perché vi piace, e l'altro, che potrete vantarvi di averlo letto. (Bertrand Russell)

312.                Il colmo per un autore di fantascienza sarebbe di essere accusato di plagio per aver copiato uno scrittore del futuro. (DrZap)

313.                Per fare della letteratura con la L grande, bisogna essere qualcuno con un grande Q.

314.                Tutti i libri si assomigliano... e' il contenuto che cambia! (Sarė bre') (DrZap)

315.                Chi ruba ai morti Ź un ladro malvagio, oppure un autore di successo. (Austin O'Malley)

316.                Chi ha scritto l'Iliade con gli zombi come protagonisti? Romero. (Scirio)

317.                Il Signore degli Anelli, un libro che si vende solo in gioielleria. (DrZap)

318.                Quelli che prendono in prestito i tuoi libri - questi mutilatori di collezioni, distruttori della simmetria degli scaffali, e creatori di volumi spaiati. (Charles Lamb)

319.                Quando leggi in aereo, ti libri in volo? (Zap)

320.                I libri di medicina hanno l'appendice? (DrZap)

321.                Bibliofilia : malattia grave dell'encefalo che spinge colui che ne e' affetto a mettere in fila libri e libri senza leggerli. (Giancarlo Tramutoli)

322.                La grammatica italiana:
1. I verbi deve concordare con i propri soggetti
2. Se si deve decidere se finire una frase con o senza preposizione, conviene finire senza.
3. E non si inizino frasi con una congiunzione.
4. Iniziare una frase con un infinito Ź scorretto.
5. Evitate come la peste le frasi fatte (sono cosď vecchio stile...).
6. Assoluta attenzione anche alle allitterazioni.
7. Siate piĚ o meno precisi.
8. I commenti tra parentesi (anche se rilevanti) sono (spesso) inutili.
9. E anche, mai in nessun caso utilizzare ripetitive ridondanze.
10. Niente frasi ellittiche.
11. Evitare le contrazioni e' d'obbligo per una persona spett.le.
12. Le parole italiane sono OK, ma quelle straniere sono out: non le si utilizzi.
13. Non siate ridondanti; non si utilizzino piĚ parole di quelle strettamente necessarie. E' assolutamente superfluo.
14. Non si deve MAI generalizzare.
15. I paragoni sono come i cliches: da evitare.
16. Si eviti di non usare doppie negazioni.
17. Si evitino "e" commerciali & abbreviazioni, ecc.
18. Frasi composte da una sola parola? Eliminatele.
19. Le analogie negli scritti sono come gli scarafaggi su un tappeto.
20. Le voci passive devono essere evitate...
21. Non usare virgole, che non sono, necessarie; le parole parentetiche tuttavia devono essere chiuse tra due virgole.
22. Scrivendo precipitevolissimamente si corre il brutto rischio di utilizzare parole troppo lunghe.
23. Togliete tutti i punti esclamativi!!!
24. Usate correttamente le parole, innoncuranti di quello che fanno gli altri.
25. Usare un tono pacato Ź assolutamente il migliore dei modi immaginabili per comunicare idee che cambieranno il mondo.
26. E' importante un'uso corretto dell'apostrofo: sometta quando non e' strettamente necessario.
27. Eliminate le citazioni. Come dice Ralph Waldo Emerson, "Io odio le citazioni. Dimmi cosa TU pensi, non come pensa il Pinco Pallino di turno".
28. L'avete sentito un milione di volte: evitate le iperboli; nenche uno scrittore su un milione le sa usare correttamente.
29. Inseriamo un gioco di parole? Non e' una domanda da porci.
30. Non menate il can per l'aia: evitate le espressioni colloquiali.
32. Chi ha bisogno di domande retoriche?
33. E' mille volte peggio esagerare rispetto a sottovalutare.
34. Si ricontrolli sempre il testo per vedere se si e' dimenticata qualche.
35. Concordare i pronomi con il suo antecedente.
36. E' importante servirsi del pronome relativo che si collegano le frasi e si evitano ripetizioni.
37. Bisogna che si sappi usare il congiuntivo.
38. Non si concludano le frasi con domande inutili, va bene?
39. L'ortografia Ź esenziale.
40. Non usate mai l'imperativo!
41. Non sottolineate mai le parole importanti.
42. ņE' cosď dificile capire che in italiano le domande si pongono diversamente dallo spagnolo?
43. Le negazioni non vanno usate.
44. Evitare assolutamente l'uso del primo ordinale.
45. Comporre le frasi con dei verbi che abbiano esclusivamente le desinenze -are, -ere o -ire.
46. Ah! Se fossero evitate le interiezioni la scrittura sarebbe piĚ elegante. AhimŹ, vengono usate in continuazione.
47. Utilizzar la rima Ź brutto nella prosa; come dicevam prima, non Ź cosa graziosa.

323.                A mia moglie da' fastidio quando leggo a letto. Soprattutto se stiamo trombando. (Lopezzone)

324.                Tanto lo scrittore che cos'Ź? Uno scrittore Ź una specie di puttana. Si usa e poi te ne scordi. (Charles Bukowski)

325.                Qual e' la differenza fra un libro e un televisore? Il libro ha l'indice, mentre il televisore ha i pollici. (Indrid Cold)

326.                La biblioteca di un uomo e' una specie di harem. (Ralph Waldo Emerson)

327.                Riscoperte le ultime parole scritte da Cesare Pavese... andate a quel pavese. (Icr)

328.                All'ultima presentazione dell'Enciclopedia Treccani c'erano solamente quattro gatti. (E_A_N-8)

329.                Tutti i libri del mondo non contengono piu' informazioni di una trasmissione video di una singola citta' americana in un anno. Ovviamente tutti i bit non hanno uguale valore. (Carl Sagan)

330.                In biblioteca. "Vorrei un libro sul suicidio". "Mi dispiace, ma quelli non li prestiamo. Non tornano mai indietro!".

331.                Due scrittori si incontrano, litigano poi fanno a Bozze. (Dr. ICE)

332.                Romeo e Giulietta. Giulietta Ź morta, Romeo disperato ed in lacrime inizia a piangere urlando verso il cielo: "COSA POSSO FARE ORAAA?... COOOSA!". "Scopala finché Ź calda!" (Dr. ICE)

333.                Colmo per uno scrittore N.2: essere considerato un uomo di carattere. (E_A_N-8)

334.                Scrivo a dieci dita ma senza testa. (Dr. ICE)

335.                Volevo scrivere un romanzo su tutta la gente che viene qui, ma non ne vale la penna.. (Scirio)

336.                Ho comprato il libro dei fatti: Ź di 1000 pagine. Bisogna assolutamente fare qualcosa contro la droga. (Lopezzone)

337.                Libreria centrale assume commessa, preferibilmente voluminosa. (Zap)

338.                Virgilio cadde e Dante, persa la guida, caduto nel girone dei lussuriosi, prese il nome di Ricevente. (Acheo)

339.                Alessandro Mansioni: poeta e scrittore milanese che per vivere svolgeva lavoretti.

340.                Codice "Dai" Vinci. Ri-tenta sarai piĚ fortunato! (Dr. ICE)

341.                D'agrande faro' il scritore. (Zio Scriba) (Nicola Pezzoli))

342.                Ho tutte le opere di Aldo Busi. Non si sa mai che finisce la carta igienica. (Paolo Burini)

343.                Avete mai letto ‘I Malavoglia’? E’ un libro talmente deprimente che per legge non puė essere venduto senza prozac. (Paolo Burini)

344.                Il mio primo libro ha venduto 1.000.000 di copie. Ed Ź stato straordinario, davvero incredibile. Io non potevo neanche lontanamente immaginare di avere cosď tanti parenti. (Paolo Burini)

345.                Sto leggendo l’autobiografia di Edward Bunker. Che vita incredibile ha avuto! E’ stato abbandonato dai genitori, Ź scappato da tutti i collegi in cui Ź stato, ha commesso furti incendi e risse, Ź finito in un carcere di massima sicurezza e una volta si Ź svegliato di fianco a un cadavere. E sono arrivato solo a pag. 5. (Paolo Burini)

346.                LUI: "Che cosa fai nella vita?". LEI: "Scrivo". LUI: "Fantastico: una dattilografa!". (Paolo Burini)

347.                Ho letto un libro assai avvincente, dove un giovane abate dopo infinite peripezie si trasforma in uno zuzzurellone. Si chiama "dizionario"! (Bilbo Baggins)

348.                Alcuni pensano che i libri di Oriana siano pieni di idee Fallaci. (Lopezzone)

349.                E' noto per non aver mai scritto una parola che potesse far venir voglia di prendere un vocabolario ad un lettore. (William Faulkner) (riferendosi a Ernest Hemingway). Risposta di Hemingway: "Povero Faulkner. Pensa veramente che le grandi emozioni vengano dalle grandi parole?"

350.                Libri interessanti: "Guadagnare con le borse", autore "Louis Vuitton". (Stardust)

351.                Scrittrice di origine fiorentine, recentemente scomparsa, scrive un libro sulla sua ultima esperienza in spiaggia: l'ombrellone accanto al suo era occupato da una numerosa famiglia araba, composta da bimbi che tiravano sabbia ovunque e da adulti che, consumando continuamente del cibo, dimostravano di aver gradito ruttando sonoramente. "La sabbia e il gorgoglio". (Brancaleone)

352.                Un libro sogna. Il libro Ź l'unico oggetto inanimato che possa avere sogni. (Ennio Flaiano)

353.                Titoli tratti dal volume: "I LIBRI PIU' ASSURDI DEL MONDO"
di A. Russell e L. Brian edito da Castelvecchi (2007)
* Oderico da Pordenone e' mai stato in Tibet?
* Addomesticamento del cormorano in Cina e in Giappone
* L'influenza delle montagne sullo sviluppo dell'intelligenza umana
* La Svizzera. Guida delle passeggiate in discesa
* Gabinetto a controllo a tempo. Un nuovo sistema per far
 risparmiare minuti preziosi agli impiegati
* Procedure per il salvataggio dei libri danneggiati dall'acqua
* Analisi sessuologica delle frasi di Dickens
* Storia dell'ortodonzia nell'Oregon
* Gli organi genitali della falena
* Cento risposte senza domande

354.                L’ultimo libro di Hannibal Lecter l’ho letto tutto d’un fiato, anzi l’ho divorato. (Paolo Burini)

355.                Ieri sono andato in libreria per comprare il libro "Come non farsi fregare", ma arrivato a casa non l'avevo piĚ. (Gello Ramello)

356.                Ieri sono andato in libreria per comprare il libro "Come smettere di farsi le seghe", ma era esaurita l'edizione braille. (Gello Ramello)

357.                Ieri sono andato in libreria per comprare il libro "Come conquistare le donne a prima vista", ma la commessa ha vomitato. (Gello Ramello)

358.                Autore : scrittore con amici editori.

359.                Un libro disse alla sua compagna: "E adesso sfogliati...". (Boris Abito)

360.                Ho comprato un libro di Umberto Eco. Si intitola "Il cognome della Rosa". (Antonio Albanese)

361.                La storia si racconta in un momento /  del prode Don Chisciotte e Dulcinea. /  Lui la trombava sui mulini a vento: /  un colpo d'aria, ed ebbe la diarrea. (lume)

362.                Molta gente la sera preferisce leggere un libro giallo, piuttosco che vedere un thriller terrificante. La moglie che si spoglia. (Mauroemme)

363.                Rileggere : Si usa per i classici che si leggono per la prima volta. (Giuseppe Pontiggia, in 'Le sabbie immobili')

364.                La piĚ grande invenzione dopo la scrittura Ź stata la lettura.

365.                In che cosa consiste la gloria per un famoso autore? Nel fatto che migliaia di persone si sentono vagamente colpevoli per non aver mai letto una sola riga delle sue opere. (H. de Montherbant)

366.                Leggere l'Iliade rappresenta un'Odissea? (snowdog)

367.                Scrivere un romanzo e' bello. E comunque sempre meglio che lavorare. (Carlo Lucarelli)

368.                DARIO FO alla Fiera del Libro di Torino presenterą il secondo libro che ha scritto. Questo geniaccio Ź un caso letterario mondiale. Pensate che ha vinto un Nobel per la letteratura E POI ha scritto i suoi primi due libri. IO LO ADOOOORO... (Aldo Vincent)

369.                Ma nei romanzi gotici i personaggi sono tutti tedeschi? (Bilbo Baggins)

370.                Vorrei scrivere un libro sulle mie avventure sentimentali, ma non so se gli editori pubblicano un libro di due pagine. (Giancarlo Magalli)

371.                Mi nutrivo di carta ed emettevo fiamme. (Bernard Shaw)

372.                Il nuovo libro di Harry Potter Ź cosď grosso e spesso che lo si puė usare per salirci sopra e arrivare a prendere un libro migliore. (David Letterman)

373.                Un libro non si presta mai. Soprattutto non si restituisce mai. (Luciano Guareschi)

374.                Letteratura italiana riassunta per chi non ha molto tempo da perdere. Corso rapido di apprendimento minimo per ottenebrati.
(By Daniele Luttazzi)

La Divina Commedia, di Dante Alighieri (1300)
Dante si fa un weekend nell'oltretomba.

Decamerone, di Giovanni Boccaccio (1348)
Sette ragazzi e tre ragazzi si eccitano a vicenda col racconto di episodi boccacceschi.

Orlando Furioso, di Ludovico Ariosto (1505)
La bella Angelica tradisce Orlando con un cavallo alato, l'Ippogrifo.

Il Principe, di Niccolė Machiavelli (1513)
Per arrivare al potere bisogna essere dei figli di buona donna.

La Gerusalemme Liberata, di Torquato Tasso (1575)
Tancredi ama Clorinda, che perė non Ź cristiana, e Tancredi la converte uccidendola.

Antigone, di Vittorio Alfieri (1776)
Remake dell'omonimo dramma di Sofocle.

Ultime lettere di Jacopo Ortis, di Ugo Foscolo (1799)
Ortis ama Teresa, ma questa non gliela dą, e lui s'uccide.

Zibaldone, di Giacomo Leopardi (1817)
Le donne non lo cagano per via della gobba, Giacomo cerca di farsene una ragione.

Promessi sposi, di Alessandro Manzoni (1825)
Renzo e Lucia rimandano le loro nozze finché il lettore non ne puė piĚ, e allora si sposano.

Odi Barbare, di GiosuŹ Carducci (1877)
Il poeta accetta l'idea della morte. Come se potesse fare altrimenti.

I Malavoglia, di Giovanni Verga (1881)
Una famiglia perde un carico di lupini e va in rovina.

Myricae, di Giovanni Pascoli (1891)
Liriche soavi dopo che ignoti gli hanno ammazzato il padre.

Alcyone, di Gabriele D'Annunzio (1903)
Monotonie sonore da un esperto di auto-erotismo.

Il fu Mattia Pascal, di Luigi Pirandello (1904)
Un uomo vince una forte somma a Montecarlo e non dice nulla a sua moglie che lo crede morto.

Zang, tumb, tumb, di Filippo Tommaso Marinetti (1914)
Gasp, sigh, sigh.

Verso la cuna del mondo, di Guido Gozzano (1917)
Svenevolezze di un feticista di crinoline.

La coscienza di Zeno, di Italo Svevo (1923)
Un uomo ha un esaurimento nervoso, e non si riprende.

Ossi di seppia, di Eugenio Montale (1925)
Sono poesie. Ma sono farina del suo sacco?

Gli Indifferenti, di Alberto Moravia (1929)
Le noiose avventure di una famiglia di ipocriti.

Quer pasticcio brutto de via Merulana, di carlo Emilio Gadda (1957)
Sarebbe un ottimo romanzo giallo, se alla fine l'autore si ricordasse di dirci chi Ź l'assassino.

Castelli di rabbia, di Alessandro Baricco (1989)
Ovviamente sto scherzando.
(Daniele Luttazzi)

375.                Il valore dei libri varia secondo le circostanze. Un libro rilegato in cuoio Ź eccellente per affilare i rasoi; un libro piccolo serve per zeppare la gamba piĚ corta di un tavolino traballante; un vecchio libro rilegato in pergamena Ź un'ottima arma per scacciare gatti molesti; un atlante dai grandi fogli Ź quanto di meglio si possa desiderare per accomodare vetri rotti. (Mark Twain)

376.                La maggior parte degli scrittori considera la veritą il bene piĚ prezioso, perciė ne fa l'uso piĚ parco possibile. (Mark Twain)

377.                Pretesto: quella parte del libro, messa all'inizio, in cui si spiega perché sarebbe meglio che non lo leggeste.

378.                Ogni libro Ź letto, ma ogni letto non Ź anche un libro. (da Domus)(Bruno Munari)

379.                Carneade sollevė lo sguardo dal libro che stava leggendo e grattandosi la testa si domandė: "Don Abbondio, chi era costui?"

380.                Da Comix, nuove opere letterarie in programmazione (Gianfranco Malafarina)
Italo Svevo, La coscienza di Seno: Dopo una lunga, tormentosa autoanalisi, Maria Grazia Cucinotta e Sabrina Ferilli si rendono conto che la ragione principale del loro successo non Ź il talento.

Jack Kerouac, Sull'Estrada: La saga on the road di alcuni hippy americani che sognano un'improbabile avventura con una nota show-girl della televisione italiana.

Joseph Conrad, Lord Tim: L'ascesa di un ambizioso ragioniere ai vertici di un impero delle telecomunicazioni e della telefonia mobile.

Sigmund Freud, Psicopatologia della gita quotidiana: Il padre della psicoanalisi studia un caso clinico da manuale: la coazione a ripetere di un escursionista nevrotico.

Louisa May Alcott, Piccole tonne crescono: Speranze, timori, turbamenti di giovani vite in una tonnara del Trapanese. Sull'argomento si veda anche il giallo di Raymond Chandler: Il grande tonno.

A.A.V.V., La Fibbia: La rivelazione del secolo, il manoscritto del Mar Morto che finalmente stringe insieme il Vecchio e il Nuovo Testamento.

Edgar Allan Poe, I racconti del terrone: Un calabrese dotato di grandi doti affabulatorie riesce a farsi accettare in un piccolo paese della Valcamonica.

381.                Robinson Crusoe poteva riposarsi e prendere il sole per ben sei giorni alla settimana, perché tutto il lavoro lo sbrigava il Venerdď! (Bilbo Baggins)

382.                Perché Robinson Crusoe parlava da solo? Perché gli mancava un Venerdď! (Bilbo Baggins)

383.                Alfred Kazin racconta che una volta Thomas Mann aveva prestato un romanzo di Kafka a Einstein, che glielo aveva restituito dicendo: "Non m'Ź riuscito di leggerlo: il cervello umano non Ź complesso fino a questo punto". (Umberto Eco)

384.                Ho comprato l'Enciclopedia Treccani. Solo che non mi sono accorto che uno dei cani era femmina, cosď adesso ogni tre mesi mi arriva un volume di aggiornamento! (Paolo Caiazzo)

385.                Umberto Eco ha lanciato il suo ultimo libro. Gli e' tornato indietro. (Mauroemme)

386.                Lo scrittore Ź un uomo che piĚ di chiunque altro ha difficoltą a scrivere. (Thomas Mann)

387.                I Dieci Romanzi Meno Popolari Di Stephen King :
10. "L' uomo che morď di vecchiaia"
9. "Come Cujo riottenne il suo peso forma"
8. "Eccone un altro che ho sfornato in un pomeriggio"
7. "Il vampiro macrobiotico"
6. "Il terribile bagno senza ricambio d'aria"
5. "Il tizio che accidentalmente mise il latte scaduto nel suo caffŹ - Non lo ha bevuto, ma cosa sarebbe successo se lo avesse fatto?"
4. "La parte piĚ spaventosa di questo libro Ź la mia foto sul risvolto di copertina"
3. "Dentro la cucina del McDonald's all'ora di punta"
2. "L'orrendo rotolo di carta igienica fatto di carta vetrata"
1. "Christine il pandino infernale"

388.                E' uscito il nuovo libro di Mark Twain, che narra le gesta di un navigatore solitario. Si intitola: "Le avventure di Tom Tom Sawyer". (Mauroemme)

389.                Il libro della settimana invece narra la storia di Diana, una ragazza che decide di fare un viaggio in Giappone. Durante il viaggio perė qualcosa va storto e quella che doveva essere una tranquilla vacanza si trasforma in un weekend di paura, viene rapita e si ritrova con dieci giapponesi che la conducono su un'isoletta deserta ed abusano di lei.  "Dieci piccoli in Diana", Ed. Montatori.  (Piccolo Principe)

390.                Io sto scrivendo le mie memorie, ma per il titolo sono ancora molto indeciso. E' meglio "pensieri inutili di un ozioso", oppure "pensieri oziosi di un inutile"? (Bilbo Baggins)

391.                Vedere il tuo romanzo trasformato in un film e' come vedere i tuoi buoi trasformati in dadi da brodo. (John Le Carré)

392.                Sto terminando un libro che farą scalpore, che spiega tutti gli scandali irrisolti del paese. Si, insomma, un libro bianco. (Mauroemme)

393.                Metti sulla TV cinese, che c'e' un giallo. (Ezio Ciuspiont)

394.                Ultimamente ho fatto delle letture molto impegnate. Mi sono arrivate ben tre ingiunzioni di pignoramento! (Bilbo Baggins)

395.                Leggo sempre l'ultima pagina di un libro per prima, cosi' se dovessi morire so almeno come e' andato a finire. (Nora Ephron)

396.                Torno tra un minuto... Godot. (graffito)

397.                Per contribuire alla mia immortalita' la signora mi consiglio' di togliere una virgola al mio libro. Era la sola cosa che sarebbe passata ai posteri. (Leo Longanesi)

398.                I premi letterari sono una crudelta'. Soprattutto per chi non li vince. Umberto Saba)

399.                Quando il tedesco che sa di lettere si tuffa in una frase, non lo vedi piu' finche' non emerge dall'altra parte del suo Atlantico con il verbo in bocca. (Mark Twain)

400.                Forse non lo sapete, ma nella prima versione di 'Delitto e Castigo' Raskolnikov veniva solo sculacciato forte. (Francesco Vespa)

401.                Leggo i libri piu' velocemente di chiunque altro. Prima leggo l'inizio, poi la fine, poi parto dal mezzo e vado verso l'estremita' che mi e' piaciuta di piu'. (Gracie Allen)

402.                Ieri ho visto 'Natale in India' il film con Boldi e De Sica: divertente, anche se, come al solito, e' molto meglio il libro del film. (Federico Basso)

403.                Mio nonno leggeva molti libri, ma ci metteva anche molto a leggerli. Era il guardiano del faro. (Federico Basso)

404.                Giallo in un minuto (1). Era una notte buia e tempestosa quando la figlia del dottore rincaso' tardi come al solito. Suo padre non approvava la sua attuale relazione amorosa e giuro' che l'avrebbe ostacolata in tutti i modi. Il giorno dopo trovarono tre civette sgozzate sul como'. (Fabrizio Canciani)

405.                Giallo in un minuto (2). Era una notte buia e tempestosa, il semaforo nella via lampeggiava, la freccia di un'auto lampeggiava, la scritta di un hotel lampeggiava, l'albero di Natale lampeggiava... Lui vide il cadavere, poi non lo vide, poi vide il cadavere, poi non lo vide, poi vide il cadavere... (Fabrizio Canciani)

406.                Sono molto avvilito perché il mio romanzo 'Fiero Emetico', ha ricevuto fredde accoglienze dalla critica. L'unica recensione favorevole, sul Times, e' viziata pero' dalla frase finale che definisce il libro "un miasmatico marasma di asinini luoghi comuni che non trova l'uguale nella letteratura occidentale". Willie mi dice che, sebbene la frase potrebbe variamente interpretarsi, e' opportuno non servirsene a scopi pubblicitari. (Woody Allen)

407.                Indovinello: Sta sempre fra il pari e il dispari. [Il segnalibro]

408.                Sono stato a Gerusalemme...  A scuola raccontano fandonie. Non Ź per nulla liberata! (Equus Insanus)

409.                Ieri ho visto Orlando. Era furioso. (Equus Insanus)

410.                Trarranno un film dal libro Cuore. V per vedetta... (Guru)

411.                Se tutte le volte che ho fatto sesso avessi letto un libro a quest'ora sarei un analfabeta. (Lorenzo Bosio)

412.                Il 'Buco nello zoo', un'opera che regge sicuramente il paragone con interi scaffali delle vostre librerie. Certo, se poi sugli scaffali ci sono dei libri, allora il discorso cambia... (Riccardo Cassini)

413.                "E' giunto il momento di voltare pagina" disse la bibliotecaria lasciata dal fidanzato. (Claudio Annoni)

414.                Ma Harry Potter l'unico uccello che usa Ź la civetta? (Bilbo Baggins)

415.                Non c'Ź nulla che mi faccia sentir male come la porta chiusa di una biblioteca. (Barbara Tuchman)

416.                Ieri sera non avendo altro ho letto il primo giallo che ho trovato in casa, che perė ho scoperto essere piuttosto noioso. L'unica cosa che mi ricordo Ź che il protagonista si chiamava Giallo Ocra, e di mestiere faceva la pittura poliuretanica a rapida essiccazione. Per il resto non ci ho capito nulla, e non saprei che rispondere se mi si chiedesse chi Ź stato ucciso, o chi era l'assassino! (Bilbo Baggins)

417.                Ho avuto un'idea, che consentirebbe alle case editrici di aumentare il gradimento di tutti i nuovi libri che pubblicano. Devono solo stamparli su carta molto morbida, e fare un foro alla copertina, che permetta di agganciarli al portarotolo del cesso! (Bilbo Baggins)

418.                Quelli che non leggono non sono migliori di quelli che non sanno leggere. (legge di Farlow)

419.                Sembra che tutti abbiamo un libro nel cassetto, e io il mio ho anche cercato di pubblicarlo, ma senza successo. Proprio non riesco a capire perché il mio originalissimo "passeri mannari, fiori di sangue" sia stato rifiutato dalle edizioni paoline a cui l'avevo proposto! (Bilbo Baggins)                    

420.                Ebbene sď, sono il primo che ha scritto piĚ libri di quanti ne abbia letti. (Antonio Cassano)

421.                I libri di evasione sono proibiti nelle carceri? (DrZap)

422.                Ludovico Arioso fu l'autore di un poema di largo respiro. (Baloo)

423.                La rivista preferita dai muratori? "Famiglia Cristiana". Perché? Perché Ź una lettura assai edificante! (Bilbo Baggins)

424.                In Italia abbiamo un grande scrittore e un grande pensatore che insegna all'Universita' di Bologna; ha un solo difetto: che parla troppo di se'. Si chiama Umberto Ego. (DrZap)

425.                Giovin signore poco avvezzo al sapone: "Il Piccolo Lordo!". (Matteo Morbio)

426.                Edmond Dantes era un nobile molto ricco e che non badava a spese. Alessandro Dumas ne descrisse la vita in un libro: "Il conto di Montecristo". (DrZap)

427.                Ho comprato un libro molto interessante. Si intitola "delegare tutto". Adesso non ho che da trovare uno che me lo legga. (DrZap)

428.                Giulietta si innamoro' del suo giovane amante perché uso' per la prima volta in quei tempi un nuovo tipo di medicina... la romeopatia. (DrZap)

429.                La sua vita era un libro aperto, ma era scritto in una lingua sconosciuta. (Sarė bre') (DrZap)

430.                Sta uscendo un nuovo film horror tratto da una tragedia di Shakespeare e diretto dal piĚ grande regista di questo genere: si chiamera' Romero e Giulietta. (DrZap)

431.                Mia moglie e' cosď ossessionata dai film gialli che quando il film finisce cancella le impronte dal telecomando. (DrZap)

432.                Apocrifo: scritto sicuramente non autentico in quanto palesemente contrario al preconcetto che ci si Ź fatti sull'autore. (Bilbo Baggins)

433.                Bibbia: il libro piĚ venduto e piĚ frainteso di tutta la storia della letteratura. (Bilbo Baggins)

434.                Disorientare: il caotico ritorno a casa di Marco Polo. (Bilbo Baggins) 

435.                Ho comprato un libro russo che si chiama " arcipelago gulasch",  perché a giudicare dal titolo ci deve essere dentro della roba assai piccante! (Bilbo Baggins)

436.                Mai imprestar libri, non uno fa ritorno; i soli che ho in biblioteca sono quelli che altri mi hanno imprestato. (Anatole France)

437.                La censura Ź una buona cosa, poiché in tal modo ad ogni libro Ź garantito almeno un lettore attento. (Alan Ayckbourn)

438.                Il mondo Ź un bel libro, ma poco serve a chi non lo sa leggere. (Carlo Goldoni)

439.                Le pagine degli ebook sono fatte di carta ricaricabile. (Mix) (Periferia Galattica)

440.                Pare che il figlio di Sandokan fosse molto buono e pio. Lo chiamavano Santokan. (DrZap)

441.                Dan Brown: "Per ogni pagina ne butto 10". Grazie, Dan! (Daniela Ranieri)

442.                Nelle biblioteche si possono indossare cravatte chiassose? (DrZap)

443.                Esame di letteratura tedesca. Il docente: "Come finisce il romanzo 'I dolori del giovane Werther'?". Lo studente: "Con due Voltaren!"

444.                Un mese prima di partire per la Grecia ho regalato un libro al figlioletto di un mio caro amico. Oggi ho telefonato per sapere se gli era piaciuto e il padre mi ha detto: "Poverino, non ha ancora iniziato a leggerli. Non trova mai dove vanno inserite le pile". (DrZap)

445.                Oggi e' entrata nella libreria dove lavoro una signora molto elegante che cercava una certa collana, ma non capivo di cosa si trattasse. Alla fine l'ho mandata dal gioielliere di fronte. (DrZap)

446.                Ho uno zio a Catania che vado spesso a trovare quando vado in Sicilia, ma mi fermo poco da lui perché non conosce mastro don Gesualdo e parla di malavoglia. (DrZap)

447.                All'edicola: "Ce li ha dei gialli intensi?". "No, ma in fondo alla strada c'e' un colorificio". (DrZap)

448.                Secondo i dati dell' Associazione italiana Editori, leggono solo 4 italiani su 10. Gli altri 6 aspettano il film. (Daniela Dania Farnese)

449.                Il dottor Watson e' sempre stato tanto denigrato da Sharlock Holmes con il suo "Elementare, Watson" che il poveretto non e' mai riuscito ad arrivare alle medie. (DrZap)

450.                Gianmatteo e quelli che "ho visto il film, pero' il libro e' un'altra cosa". Grazie al cazzo che il libro e' un'altra cosa. (Gianmatteo Pellizzari)

451.                Come molti sanno in Cina ci sono i piĚ accaniti lettori di gialli. Anzi spesso per leggerli si alzano presto la mattina al canto del giallo. (DrZap)

452.                Ieri ho fatto un affare. Ho comprato il libro "I tre moschettieri", e dentro ce n'era un quarto in omaggio! (Bilbo Baggins)

453.                Un romanzo sul polpo Paul a un anno dalla morte. Polp Fiction. (Lia Celi)

454.                Scoperto finalmente chi era Carneade: il fratello di Pesceade e padre di Contorneade e Dolceade. (Antonio Covatta)

455.                Come molti sanno O'Neill nel 1931 scrisse un dramma chiamato "Il lutto si addice ad Elettra". Pochi sanno che anni dopo scrisse il seguito: "Il lotto si addice ad Elettra" (dove si racconta che l'eroina puntava pochi soldi al superenalotto vincendo spesso somme cospicue) e "Il letto si addice ad Elettra" (dove si narrano le avventure erotiche dell'eroina) (DrZap)

456.                Secondo il giornale 'Libero' "le donne che leggono libri fanno meno figli". Ecco perché la madre degli idioti Ź sempre incinta. (Paola Magi)

457.                Fabio Volo: «Facevo il pane, ora scrivo libri». Ecco perché io li evito. (Lia Celi)

458.                Fabio Volo: «Facevo il pane, ora scrivo libri». Perché ha sempre le mani in... pasta!!! (Celiliaci)

459.                Fabio Volo: "Prima vendevo pane, ora scrivo libri". Braccia rubate ai forni. (Mass Ssi)

460.                Fabio Volo: "Mi considerano uno scrittore di serie B". Ah si'? E quand'Ź che ti hanno promosso? (Enrico Tonasso)

461.                ILIACO - Osso molto legato all'omero che, riconoscente, gli ha dedicato l'Iliade. (Zap)

462.                Anche i libri hanno il loro orgoglio. Quando si prestano non tornano mai. (Zap)

463.                Lo sapevate che Jessica Fletcher non Ź riuscita a incastrare Roger Rabbit? (Nonciclopedia)

464.                I bravi di don Rodrigo venivano regolarmente promossi a giugno? (Zap)

465.                Watson non Ź mai riuscito a passare alle medie? (Zap)

466.                Un mio amico professore universitario di latino ha scoperto un'opera considerata perduta di Cicerone (quello che di nome faceva Marco Tullio), scritta in un periodo in cui era molto giu' di corda: si chiama il "De Pressione". (DrZap)

467.                "L'altra settimana ho preso in prestito un vostro libro e l'ho trovato orribile!". L'uomo le chiede: "In che senso, signora?". E lei: "Stampato in caratteri troppo piccoli e assolutamente privo di trama!". Il bibliotecario annuisce e dice al collega: "Aho, eccola quella che ci ha rubato l'elenco telefonico!".

468.                All'ultimo terremoto tutti i libri del mio e-book si sono sparpagliati per terra. (DrZap)

469.                Vivere senza leggere Ź pericoloso, ci si deve accontentare della vita, e questo comporta notevoli rischi. (M. Houellebecq)

470.                Robinson Crusoe fu internato in manicomio: non aveva tutti i venerdď ; anzi ne aveva uno solo... (Renato R.)

471.                Il sapere umano Ź misera cosa se bastano tre cani a fare un’enciclopedia. (Mirco Stefanon)

472.                Lo so, i libri non sono il Vangelo eppure... il Vangelo Ź un libro. (Mirco Stefanon)

473.                Il plagio Ź la base di tutte le letterature, eccettuata la prima, peraltro ignota.  (Jean Giraudoux)

474.                I libri non moriranno mai. La prova? Buttare per terra un libro. Poi buttate per terra un Ipad. (Alessandro JazzAddict Berto)

475.                Quello che Ź da considerarsi uno degli animali piĚ cattivi Ź di sesso maschile e compie anche molestie sessuali: Mobbing DICK. (Renato R.)

476.                I grandi dubbi. Ma se i libri si spulciano, perché i cani non si possono sfogliare?

477.                Mi piace il letto, ma ancora di piu' quello che non ho ancora letto. (DrZap)

478.                Come si chiama la Dea dei libri? DEA- GOSTINI !

479.                Rinunciare ad andare in libreria perché ci sono gli ebook sarebbe come smettere di fare l'amore perché c'Ź youporn.

480.                E' un lavoro come gli altri, un buon lavoro, piuttosto variato. Il lunedď bruciamo Lucrezio, il martedď Molďere, mercoledď Machiavelli, il giovedď Goldoni, il venerdď Voltaire, il sabato Sartre e la domenica Dante. Li riduciamo in cenere e poi bruciamo le ceneri, questo Ź il nostro motto. (da "Fahrenheit 451")

481.                Ho deciso di scrivere un romanzo per bambini, cioe' un ro...vitello! (DrZap)

482.                Ah beh, se esce il libro di Albano vado a bruciare qualche libro di Shakespeare per fargli posto. (fabiogiallo) (matteo grandi)

483.                Il figlio di Primo Levi si chiama Secondo Metti. (tiamq)

484.                Sentite in libreria.
Vorrei un libro di cui non ricordo il nome, e nemmeno la casa editrice. Il titolo? In questo momento mi sfugge.
Vorrei un libro di fotografie del periodo medievale.

485.                La lettura Ź il viaggio di chi non puė prendere un treno.

486.                Ieri sono entrato in libreria. In vetrina Albano, Volo, Litizzetto, un DJ, e un calciatore. Insomma di tutto: ma libri veri no. Che pena! (Nicola Lecca)

487.                Leggere Ź un modo particolarmente elegante di tenersi lontano dagli altri.  (Giovanni Soriano)

488.                "Papą, piĚ passa il tempo piĚ mi manchi !" disse il figlio di Guglielmo Tell, raccogliendo le due mezze mele. (Renato R.)

489.                Di regola non amo i memoriali moderni. Sono generalmente scritti da gente che o ha perso la memoria, o non ha mai fatto nulla che valga la pena di ricordare. (Gian Carlo Moglia)

490.                Il Trota legge spesso le pagine gialle, ma non riesce mai a capire chi e' l'assassino. (DrZap)

491.                Un libro cade dallo scaffale e un altro libro gli chiede: "Che ti sei rotto qualcosa?". E lui: "Si', mi sono rotto l'indice". (bossKiyoe)

492.                Il capitano Nemo, la cui vera patria erano le profonditą marine, aveva sempre presagito che, alla fine, lui ed il suo Nautilus, sarebbero stati sopraffatti dalla gigantesca piovra: Nemo propheta in patria ! (Renato R.)

493.                Il Trota ha detto che non ha mai letto il vocabolario perché aspetta che esca il film. (Maria Sbrighi)

494.                Dorian Grey acquisto' un quadro. Quando si accorse che era brutto, esercito' il diritto di ripensamento e disse: "Ritratto !". (Renato R.)

495.                Il kamasutra supera la Bibbia fra gli e-book scaricati. (notizia vera)

496.                Ci sono dei momenti nella vita in cui non Ź sufficiente voltare pagina. E' necessario cambiare libro. (Agostino Degas)

497.                Suggerisco lo slogan per il prossimo Salone del Libro: "Adesso sfogliati, come sai fare tu". (insopportabile)

498.                Se la Bibbia fosse stato un romanzo di fantascienza gli ebrei avrebbero mangiato del pane Azimov. (CapaGrezza)

499.                Morto Ray Bradbury, autore di Fahrenheit 451. Il suo corpo verrą cremato. (Ilario Elmorisco)

500.                "Mi candido" - "Ok Voltaire, ok". (Serafino Bandini)

501.                Un uomo col coltello dalla parte del sadico. E una coscienza due punto zeno.  (Comeprincipe)

502.                Chi legge sa molto; chi osserva sa molto di piĚ. (Alexandre Dumas figlio)

503.                Normale che uno gnomo apprezzi i gialli di Ken Follett. (Fabio Carapezza)

504.                Se uno si vuole immergere nella lettura, deve mettersi la maschera? Mah... (Fabio Carapezza)

505.                Don Chisciotte era amatissimo, nei ristoranti. Per via della Mancha. (egyzia)

506.                Credo di averlo gią detto, comunque a volte non Ź necessario leggere tra le righe. Basta leggere le righe. (egyzoa)

507.                Una volta un tale che doveva fare una ricerca andava in biblioteca, trovava dieci titoli sull'argomento e li leggeva; oggi schiaccia un bottone del suo computer, riceve una bibliografia di diecimila titoli, e rinuncia. (Umberto Eco)

508.                Ma se i libri si spulciano, perche' i cani non si possono sfogliare?

509.                Don Chisciotte era uno che tirava sempre acqua al suo mulino. (DrZap)

510.                Ma se Fabio Volo ha il blocco dello scrittore, vuol dire che non riesce piĚ a fare la cacca? (ossimorobindo)

511.                "Jack, amami". "Non posso". "E perché?". "Sei troppo prevedibile". "Sei un bastardo, Jack". "Sapevo che lo avresti detto". (IdeeXscrittori)

512.                Fate i bravi come diceva Don Rodrigo.

513.                Come odio quando trovo un bel libro da leggere in biblioteca e poi scopro che e' solo una leva che mi porta in una stanza segreta. (Paperoga Style)

514.                Ho scritto anch'io un best seller: "50 sfumature di marrone". Storie di mutande usate. Lascerą il segno, lo sento! (mamoloati)

515.                Leggere Ź vivere piĚ di una vita nella tua esistenza. (Paola Felice)

516.                Cinquanta sfumature di Gigio (Topo Gigio)

517.                Ho letto un libro di fantascienza ove si descriveva un mondo in cui tutti erano costretti a lavorare per pagare le tasse, dove le energie pulite venivano nascoste per far usare ancora il petrolio,
dove la televisione faceva vedere solo programmi stupidi e telegiornali pieni di bugie, un mondo in cui un manipolo di criminali emanava leggi che non rispettava e che facevano comodo solo a loro, dove delle "persone" compravano uomini e Stati con dei pezzi di carta senza valore. Pazzesco ! (Walter Angelucci)

518.                Un bambino che legge sara' un adulto che pensa.

519.                Quello che terrorizza gli estremisti religiosi e i talebani non sono i carriarmati americani ne' le pallottole... e' una ragazza con un libro...

520.                Su uno scaffale di una libreria ci sono due volumi, uno di matematica e uno di latino. Quest'ultimo dice: "Insomma sono stufo di sentire i tuoi problemi". (DrZap)

521.                Le avventure de La Primula Rossa, iniziate all'inizio del secolo scorso, sono proseguite per anni e anni, finché il personaggio diventato vecchio e grasso fu semplicemente chiamato "La Primula Grossa". (DrZap)

522.                La lettura Ź il cibo della mente, e tutto quello che ha a che fare con il cibo deve per forza essere buono. (Snoopy) (Charles M. Schulz)

523.                Ho scritto un libro ma la critica me lo ha stroncato duramente. Sono anche volate parole grosse. Ma insomma non sono libero di scrivere un libro usando solo il grassetto corpo 24? (DrZap)

524.                Ma se i libri si spulciano... perche' i cani non si possono sfogliare?

525.                Quando entro in libreria il negoziante bisbiglia: "evviva, oggi si mangia". (frandiben)

526.                Lui senti' sbattere forte la porta... era stato il libro che era appena uscito! (DrZap)

527.                Sto correggendo le bozze di un articolo che non finisce piĚ. Se mi date una mano, lo porto in un negozio, cosď potete correggerne una parte ciascuno a scelta: lista di bozze... (Renato R.)

528.                Il mondo e' come un libro... chi non viaggia legge sempre la stessa pagina. (Giovanni Artuso)

529.                "Padron Frodo, voi sapete dove andrete quando sarete morto?".  "Certo Gollum, o in paradiso o all’inferno...". "No... all’Hobbitorio". (Gennaro Sessa)

530.                Perché pagare un dollaro per un segnalibro, quando si puė utilizzare la banconota come segnalibro? (S. Spielberg).

531.                I libri e la mente funzionano solo se sono aperti. (James Dewar)

532.                Ho regalato un libro a una modella. Mi ha risposto: "Perché? non cammino abbastanza eretta?". (serena gandhi)

533.                Cartello esposto in una libreria. Tutti i libri costano 1 euro. A chi chiede quanto costano i libri sarą applicato un sovrapprezzo di 2 euro. A chi si lamenta del prezzo dei libri sarą applicata una maggiorazione di 20 euro.

534.                Bisognerebbe studiare le persone allo stesso modo in cui si studiano i libri.
(Baltasar Gracin y Morales)

535.                Ho finito l'inchiostro invisibile, ma non so da quanto ! (Sergio Masse Massetani)

536.                Chi ama i libri non va mai a letto da solo.

537.                Musica, libri, sport, teatro, cinema... le uniche "sostanze dopanti" che creano una certa Indipendenza... (Felice Ubertiello)

538.                Purtroppo la giornata mondiale del libro Ź stata rilegata in fondo alle notizie della giornata... (filipio)

539.                La Finanza perquisisce  la casa di Riccardo Bossi. Niente da fare, neanche un libro! (giulysua)

540.                Ho trovato il libro da leggere tutto di un fiato. Si intitola : "Lezioni di apnea !!!". (Sergio Masse Massetani)

541.                Il 10 maggio si ricorda il rogo dei libri avvenuto a Berlino nel 1933. Per la Padania Ź festa nazionale. (Nicoletta Lucheroni)

542.                Navigare con Virgilio Ź un' Eneide o un'Odissea ? (Da MONDO WEB di Zap e Ida)

543.                Trovo che il Kindle sia un oggetto fantastico, ma ad un libro di carta non sarebbe mai venuto in mente di scaricarsi mentre sono in treno. (Daniela Farnese)

544.                Cosa dice un uccello bibliotecario? Mi LIBRO in aria!

545.                Roma, nascondevano esplosivo in un libro. In Italia Ź uno dei posti piĚ sicuri. (Lia Celi)

546.                Oggi ho visto un libro che si chiama "Come vivere con 5 euro al giorno". Costava 9 euro. (Marta_Marzotto)

547.                Se Ź previsto un finale tragico, evitate di essere i protagonisti della storia. [Consigli per personaggi] (IdeeXscrittori)

548.                Il romanzo Cecitą parla di una persona non vedente che si interroga sull'essenza dei legumi. (Pich)

549.                Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere. (Daniel Pennac)

550.                Un abilissimo arciere robinė le losche trame dello sceriffo di Nlottingham. (Renato R.)

551.                Esce il libro Guinness World Records 2014. Che entra nei Guinness come il libro piĚ grosso sui Guinness World record 2014. (Massimo Pica)

552.                Il gatto Ź un topos letterario. (Claudio Barzini)

553.                Silvio Pellico alle prese con l'affitto. Le mie pigioni. (egyzia)

554.                Era un lettore cosď avido di libri che leggeva anche i numeri delle pagine. (DrZap)

555.                Un testo... sterone si puo' leggere? (Giorgio Rossi)

556.                Lancillotto, quando, durante una guerra, veniva fatto prigioniero, si appellava sĚbito alla convenzione di Ginevra. (Renato R.)

557.                E' uscito il mio libro: "Trovarsi sempre al posto sbagliato al momento sbagliato". Lo troverete nelle migliori Farmacie alle 4 di notte. (Daniele Villa)

558.                Economico: libro di Umberto Eco venduto con forte sconto. (Bilbo Baggins)

559.                Ho letto il libro di Stephen King "Il miglio verde", ma non mi Ź piaciuto... forse non era ancora maturo! (DrZap)

560.                Ho letto l'ultimo libro di Vespa, bellissimo. Addirittura le pagine si leccano da sole. (Feel Ice)

561.                Per sfogliare le pagine del nuovo libro di Bruno Vespa non servirą inumidirsi le dita, sarą il libro stesso che ve le leccherą. (Daniele Maice Valicella)

562.                Tradurre Vespa in inglese o tradurre Berlusconi a San Vittore, questo Ź il problema. (Carlo Turati) (ad. da Marinella)

563.                Sono rimasto deluso dal libro Cuore, non c'era scritto niente sull'olio. (Sergio Neddi)

564.                Capitolare: verbo che indica l'azione per la quale, quando uno sta leggendo un libro palloso ed Ź gią scocciato, si trova a leggerne un capitolo particolarmente palloso. Allora si arrende, chiude il libro e non lo riaprirą mai piĚ. (Renato R.)

565.                Ho iniziato a leggere perché la vita non era un granché.  (A. Baricco)

566.                Ho comprato il libro di Barbara D'Urso... Grazie, Barbara, la mia scrivania non balla piĚ. (Giancarlo Aiosa)

567.                Barbara D'urso, quella che viene ripresa con filtri e telecamere asfaltarughe, scrive "Te lo leggo in faccia", libro sul linguaggio delle espressioni facciali e del corpo. A 'sto punto aspetto con ansia: "E adesso due dita in gola, dai!" di Benedetta Parodi. (Annalisa Arione)

568.                Dopo la D'Urso anche Prodi presenta oggi un suo libro. Se il primo Ź utile contro la stipsi, il secondo potete usarlo come sonnifero. (GI_GI_TO)

569.                Ho disistima di me. Non riesco neanche ad andare Dalla terra alla luna: mi sento un Verne. (Renato R.)

570.                Di fronte alla minaccia di bruciare i libri, ogni persona civile deve ribellarsi e avere un unico grande dovere: bruciare solo le prefazioni. (MisterDonnie)

571.                Manifestanti in libreria: "bruciate i libri". VabbŹ, tutti tutti no. Magari quelli di Vespa. (Elisio Marinelli)

572.                Mi sono dato alla scrittura, ho provato a scrivere un giallo, l'editore mi ha detto che era illeggibile....cazzo, quel cinese non stava fermo un secondo! (Maury Matt)

573.                L’aforisma Ź un breve spreco di tempo. La poesia Ź un completo spreco di tempo. Il romanzo Ź un monumentale spreco di tempo. (Don Paterson)

574.                Un sondaggio rivela che gli Italiani sono un popolo di non lettori. VabbŹ, che cazzo ve lo scrivo a fare. (daniele villa)

575.                Un sondagio rivela ke solo il cuattordici per ciento degli itagliani leggie. (sciscia)

576.                Solo il 14% degli italiani legge. Alternando etichette di bagnoschiuma e shampoo nella pausa cesso. (ItsCetty)

577.                E' inutile che vi date le arie da letterati se non avete mai letto niente di piĚ impegnativo della targhetta dell'ascensore. (Pirziobiroli)

578.                Come si intitola la biografia di Schettino? Relitto e Castigo. (Oltreuomo)

579.                Libro: il modo per installare nel cervello nuovi circuiti logici.

580.                Sfrattato il gobbo di Notre Dame! "Ma davvero ti mandano via dalla tua celebre cattedrale??". "Da qua sď, mo' dove vado??". (Arlec Chino)

581.                Libro per ragazzi basato su musicisti girovaghi ma molto puliti: "Senza fanghiglia". (Penelope Ventisei)

582.                "Ehi, Jean-Valjean, quanto sei alto? Quanto pesi? Quanti anni hai?". (tratto da "I Misurabili") (Stefano Lottini)

583.                Il libro Cuore mi ha deluso...nemmeno una riga sull'Olio. (Giuliano Argon Sacchi)

584.                Una biblioteca e' un ospedale per la mente. (Anonimo)

585.                Il 57% degli italiani non ha letto neanche un libro. Quanta ignorantitą. (Francesco Sanfrancesco)

586.                Il 57% degli italiani non ha mai letto un libro. Perė ha visto il film. (Massimo Pica)

587.                Il 57% degli italiani non ha letto neanche un libro. Quanta ignorantitą. (Francesco Sanfrancesco)

588.                Ogni volta che apri un libro, un albero sorridera' sapendo che c'e' vita dopo la morte.

589.                Open books, not legs!

590.                Ho letto un libro sull’edilizia... Un mattone! Perė mi sono piaciute le note in calce. (Walter Di Gemma)

591.                Appartengono alla letteratura tutti i libri che si possono leggere due volte. (Nicolás Gómez Dávila)

592.                Anche i dirigenti leghisti hanno deciso di bruciare libri trovati in casa, per protesta. Una strage di elenchi telefonici. (Aleandro Bartolini)

593.                ULTIM'ORA. Renzo Bossi ha tentato di strappare un'unghia all'indice dell'ultimo libro di Eugenio Scalfari. (Giovanni Djanni Soldano)

594.                Militante grillino brucia libro di Augias. Dopo aver provato a cliccarlo per ore. (francesco de collibus)

595.                Ad una 13enne americana Ź andato a fuoco l'iPhone. Stava scaricando il libro di Augias. (Avvocato Brosisky)

596.                Dal punto di vista della balena, il capitano Achab era un molestatore coglione. Mobbing Dick. (Daniele Totolo)

597.                I libri non si bruciano... Nemmeno le intercettazione scomode!

598.                Lą dove si bruciano i libri, si finisce per bruciare anche gli uomini. (Heinrich Heine)

599.                Film ispirato da un racconto di Steven King che parla di ripetuti omicidi in seguito a furti di Parmigiano: "Grana rosso sangue". (Penelope Ventisei)

600.                Dramma di Arthur Miller: la storia un uomo che finď sotto un treno mentre salutava piangendo e sventolando il fazzoletto: "Morte di un commosso viaggiatore". (Penelope Ventisei)

601.                Esce il libro di Lapo Elkann. Ne sono sicuro, tirerą tantissimo. (Andrea Cappellini)

602.                I libri sono l’intrattenimento perfetto: nessuna pubblicitą, nessuna batteria, ore di divertimento per pochi dollari spesi. Quello che mi chiedo Ź perché nessuno porta con sé un libro per quegli inevitabili punti morti nella vita.  (Stephen King)

603.                Ho appena finito di leggere un romanzo. Era la storia di un gruppo di lombrichi dediti alle messe nere: "VerMetti Satanici".

604.                Il pusillanime si stava allontanando, incurante di ciė che il suo quadrupede compagno aveva fatto. Lo richiamai: "Messere, gli dissi, non vorrai giunger ad un alterco, per non pulire un po' di sterco...". Romanzo di cacca e strada. (Flavio Chirico)

605.                Dopo aver vissuto per anni in navigazione sul sottomarino Nautilus, il capitano Nemo scrisse il suo romanzo autobiografico "100mila Seghe sotto i mari". Non venne apprezzato dalla critica. D'altronde si sa, Nemo profeta in patria. (Gabriele Tortuga Greco)

606.                Henry Miller ha scritto un romanzo sulla vita di un uomo che, nato in luglio, ha profuso immensi sforzi ed moltissime energie per combinare poco o nulla: "Entropico del cancro". (Fiorenza Ferrero)

607.                La quiete dopo la tempesta ormonale "un romanzo postadolescenziale". (Francesco Fernando Villani)

608.                Straziante romanzo storico che ha incantato piĚ generazioni. La storia di un medico che non aveva il coraggio di riferire ai propri pazienti diagnosi precise: DOTTOR DIVAGO. (Sere Na)

609.                Avrebbe voluto un sacco conoscere quella bella donna, ma non riusciva a trovare il giusto approccio. All'improvviso un illuminazione, le chiese se voleva leggere la bozza del suo ultimo romanzo. La avvicinė con un pre-testo. (Andrea Zingales)

610.                Stephen King ha scritto il seguito del suo celebre e voluminoso romanzo "it". Contrariamente all'altro, sarą breve e si chiamerą "post it". (Anthony Withdown)

611.                Salman Rushdie ha finalmete scritto il seguito del suo famoso romanzo. Orsetti Satanici. (Daniele Totolo)

612.                Da oggi in tutte le librerie "Il modulo 4-4-2 nel calcio", un romanzo di formazione. (Dario Quatrini)

613.                Romanzo su un cavallo marrone e nero campione di salto ostacoli: "Il baio oltre la siepe". (Fiorenza Ferrero)

614.                La ragazza di Proust non trova piĚ gli assorbenti. "Alla ricerca del tampax perduto". (Fabio Carapezza)

615.                Casa editrice, che produce lussuosi volumi rilegati in PELLE: CUTE(T) (Renato R.)

616.                Ho trovato un lettore e-book nel mio uovo di cioccolata! Era un uovo kindle. (Mariano Rizzo)

617.                Un libro comincia sempre con una introduzione e finisce con l'indice. La donna... viceversa!

618.                Oggi vi propongo un libro scritto a 4 mani "i disastri della genetica". (Carlo Prestori)

619.                Sono una persona equilibrata: se dico una cosa intelligente rimedio subito facendo una cazzata. (Pierpaolo Episcopo)

620.                Se scrivi ancora un'altra commedia, Luigi, ti randello.

621.                Secondo il rapporto Nielsen sulla lettura in Italia i libri hanno iniziato a leggersi fra loro. (periferia galattica)

622.                Ho visto uno che si immergeva cosi' tanto nella lettura che usava maschera e boccaglio. (DrZap)

623.                I libri non si bruciano MAI, a meno che non si abbiano sufficienti copie per bruciare anche l'autore. (Alberto Galgano)

624.                Oggi mi hanno montato una nuova libreria. E' cosi' piena di viti che sembra una vigna. (DrZap)

625.                Chi non legge, a 70 anni avrą vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrą vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposė Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito.. perché la lettura Ź un’immortalitą all’indietro. (Umberto Eco)

626.                Per troppi italiani, purtroppo, il concetto di libro Ź associato solo a quello di telefonare. (Aleandro Bartolini)

627.                Approfitto dell'inizio del 2014 per scrivere un libro, che sarą un best seller. Conterrą informazioni grammaticali sull'uso dell'acca e delle doppie e sarą letto da tutti i gay e da tutte le donne, che sempre litigano su chi ce l'ha piĚ bello. Il libro si intitolerą "L'ano del paragone". (Renato R.)

628.                I libri dei leghisti non hanno l'indice ma il medio.

629.                E' Stato la mafia. (Marco Travaglio) (Titolo di un suo libro)

630.                Il 30% degli italiani Ź incapace di comprendere un testo scritto. Tipo la bibbia! (Roberto Nuccioni)

631.                Pensa prima di parlare. E prima di pensare, LEGGI! (Fran Lebowitz)

632.                Voglio andare a letto con un buon libro o con qualcuno che lo ha letto. (su una T-shirt)

633.                Oggi mentre leggevo un libro, una bambina di pochi anni mi ha chiesto: "Come mai il tuo ebook si apre?". (DrZap)

634.                Oltre al famoso libro su de Sade, rilegato in pelle umana (cf. The skull) esistono libri rilegati con pelle di grossi rettili: sono prodotti in un'alligatoria. (Renato R.)

635.                Ho scritto un giallo ambientato in un supermercato, ma l'editore non me lo ha accettato. Dice che non c'e' suspense... e' tutto scontato! (DrZap)

636.                In Brasile c'Ź un paese dove vivono solo donne.  Sembra l'inizio di un libro di Stephen King. (pirata21)

637.                Pochi sanno che Collodi era un tossicodipendente e che la prima versione del suo famoso libro si chiamava... Pinoppio. (DrZap)

638.                Per la lista dei dieci libri che mi hanno colpito chiedere a mia moglie. Io mentre tento di schivarli non riesco a far caso ai titoli. (Elisio Marinelli)

639.                Ho sempre sognato di scrivere per il teatro, e il mio primo lavoro e' stato una rivisitazione in chiave maschile di uno spettacolo in voga una decina di anni fa. Inspiegabilmente, pero', "I monologhi del cazzo" non ha avuto un grande successo. (inismor)

640.                I libri si offendono quando vengono dati in prestito. Per questo spesso non ritornano. (Oscar Kokoschka)

641.                Se accanto alla biblioteca hai un giardino, allora non ti manca nulla. (Cicerone)

642.                Pochi sanno che dopo il libro cuore De Amicis pubblicė il libro fegato, e poi il libro rene, e infine il libro intestino, ma non ebbero la stessa fortuna. (DrZap)

643.                San Pietroburgo: entra al museo, si alza la gonna e si toglie un libro dalla vagina. Ha partorito il suo primo romanzo. (Egyzia)

644.                Ho cercato sul dizionario la parola  "volume". Significa "spazio occupato da un libro. (Groucho Marx)

645.                Non c’Ź bisogno di bruciare libri per distruggere una cultura. Basta fare in modo che la gente smetta di leggere. (Ray Bradbury)

646.                Questo Ź il sesto libro che scrivo. Non male per uno che ne ha letti solo due. (George Burns)

647.                Un lettore di professione Ź in primo luogo  chi sa quali libri non leggere. (Giorgio Manganelli)

648.                Questa notte ho letto un libro di uno scrittore russo molto erotico e coinvongente. Ho passato una bella notte divertente ed eccitante. Il titolo: "Il Dottor Ti Svago". (DrZap)

649.                Un mio amico sta scrivendo un libro sulla vita del Presidente della Repubblica. Sara' sicuramente un grande successo per via dei numerosi scandali raccontati. Si chiamera' "Romanzo Quirinale". (DrZap)

650.                Bologna: va a fuoco un appartamento e muoiono tre cani. L'enciclopedia Ź in lutto. (Tonino Vinci))

651.                Ho trovato un libro che spiega come gestire la fame nervosa. E' buonissimo. (Non c'Ź Duo senza TŹ)

652.                Quel cialtrone di Harry Potter mi ha venduto un disco, ma non si sente un bel niente! ť un ALBUM SILENTE. (Alessandro Bozzi)

653.                La tua vita e' come un libro: c'e' chi merita di vedere l'indice. E chi il medio. (Attico)

654.                Una biblioteca e' un ospedale per la mente. (anonymous)

655.                "Ssshhhh". "Sshhhh". "Sssssshhhhh". "Ssshhh". Conversazione tra un serpente ed un bibliotecario. (Maurizio Campia)

656.                Comprate questo libro, farete contenta tutta una serie di persone e avrete speso l'equivalente del pieno di benzina di una macchina microscopica: il vostro cervello. (quarta di copertina di Prima comunella, poi comunismo di Claudio Bisio) (Rocco Tanica)

657.                Morto Livio Garzanti il re delle enciclopedie, sarą seppellito tra Gap e Gas. (Fabrizio Ferri) (Pietro Diomede)

658.                1 italiano su 2 legge meno di un libro all'anno. L'altro Ź uno scrittore. (Davide Morresi)

659.                Romanzo erotico ambientato nell'epoca della rivoluzione francese: 50 sfumature di frigio. (Gianfranco Verardi)

660.                "SCUSI, DOVE TROVO I SURGELATI?". "Ma signora, questa Ź una biblioteca!". La donna allora sussurra: "Dove trovo i surgelati?"

661.                Oggi Ź la Giornata Mondiale del Libro, che per molti Ź la Giornata Mondiale del Perė Aspetto che Facciano il Film. (Kotiomkin)

662.                Ho scoperto che nei Promessi Sposi di Manzoni viene nominato il Resegone, situato vicino al lago di Como. Non credevo che oltre a Don Rodrigo, il signorotto che insidiava donne gią impegnate, nel romanzo figurasse anche un monarca dedito all'autoerotismo! (Antonello Iaccarino)

663.                Giallo. Un telespettatore di "Uomini e donne" indaga su misteriosi segni tracciati su fogli di carta. Lo attende una sconvolgente veritą. Si tratta di un libro. (IdeeXscrittori)

664.                Questa mattina, abituale immersione nella storica libreria cittadina. Ero in cerca di raccoglimento e ispirazione, con la speranza - mentre fuori la pioggia scrosciava a ondate irregolari - che gli scaffali pieni di libri, secoli e secoli di idee, intuizioni, rivoluzioni stratificate, mi risvegliassero dentro una scintilla lungamente sopita. Mi hanno fregato l'ombrello. (Francesco Cocco)

665.                Cristina Chiabotto, per anni, ci ha fatto pisciare e ora, da scrittrice, ci farą cagare ! (Renato R.)

666.                Nell'udienza di stamattina, il Papa, parlando dei corsi per fidanzati, ha esortato: "Leggete 'I Promessi Sposi!' ". Evidentemente, oltre a non sapere il latino, non sa che S. Giovanni Bosco, per tutta la vita, si battŹ per introdurre i "Promessi Sposi" nell'indice dei libri proibiti, perché il clero, rappresentato dalla figura di don Abbondio, ci fa una figura di merda. (Renato R.)

667.                L'avvento di internet, provoca il crollo delle vendite delle enciclopedie. Pare che ora la Treccani sia letta solo da quattro gatti. (Giuliano Gavagna)

668.                Gli elettori sono coloro che leggono solo e-book ! (Sergio Masse Massetani)

669.                Ho letto le avventure di un bovino nella capitale: un Romanzo. (Valerio Coscetti)

670.                Il nuovo libro di Schettino mi ha ribaltato la libreria. (Daniele Maice Valicella)

671.                Rubata copia manoscritta del sequel di "Cinquanta sfumature di grigio". E comunque quando scappa davvero qualunque carta diventa igienica! (Spinoza.it) (Bilbo Baggins)

672.                Capisci di avere bisogno di vacanze quando fai battute del tipo: I serial killer fanno i loro acquisti online su Ammazzon. (Alexandro Mantovan)

673.                Leggere Ź inutile se poi non applichi. (Jeffrey Gitomer9

674.                Ipotizzando Salgari fornito di precognizione, avrebbe interrotto il romanzo su un suo audace eroe e ne avrebbe scritto uno sulla pusillanimitą, l'inerzia e l'abulia di Obama: IL CAZZARO NERO. (Renato R.)

675.                Quando il selvaggio amico di Robinson dovette assentarsi per qualche tempo, Robinson divenne stravagante e pazzoide: gli mancava un Venerdď! (Antonello Iaccarino)

676.                Dal punto di vista della balena, il capitano Achab era un molestatore coglione. Mobbing Dick. (Daniele Totolo)

677.                Libreria rifiuta di vendere il libro di Schettino in segno di rispetto per i morti. E anche perche' fa cagare. (Satiraptus) (Cesare Di trocchio)

678.                Berlusconi compra RCS. Ora Berlusconi possiede il 35% del mercato dei libri. Ottimo risultato se si considera che controllava gia' il 90% degli analfabeti. (Kotiomkin) (Vincenzo Comunale)

679.                Il premier Nobel 2015 per la Letteratura assegnato alla bielorussa Svetlana Alexievitch. Per i suoi libri su ammore. (Soppressatira) (gianni macheda)

680.                Svetlana Alexievich ha vinto il premio Nobel per la Letteratura. Peccato: avevo scommesso su Fabio Volo. (Soppressatira) (Avvocato Brosisky)

681.                Usa. Una ragazza si spoglia in biblioteca. Ssssht. (Soppressatira) (Enzofilia)

682.                Usa. Una ragazza si spoglia in biblioteca. In ogni caso Ź un'indecenza, mio figlio Ź dovuto andare a studiare in uno strip club. (Soppressatira)

683.                Usa, studentessa si spoglia in biblioteca. Una topa di biblioteca. (Soppressatira) (Antonio Giuseppe Paladino)

684.                Usa, studentessa si spoglia in biblioteca. Era una ragazza copertina. (Soppressatira) (Scemifreddi)

685.                Usa, studentessa si spoglia in biblioteca. E gode con il solo indice. (Soppressatira) (Scemifreddi)

686.                Usa, studentessa si spoglia in biblioteca... cose Einaudite! (Soppressatira) (scemifreddi)

687.                Usa, studentessa si spoglia in biblioteca. ť una che si sfoglia facilmente. (Soppressatira) (Enzofilia)

688.                Romanzo erotico ambientato nell'epoca della rivoluzione francese: 50 sfumature di frigio. (Gianfranco Verardi)

689.                La rivista piĚ bella che ho mai letto Ź Playboy. Non ci sono cazzi. (Colorado) (Nando Timoteo)

690.                Mi e' caduto un libro dallo scaffale della libreria... si e' fratturato  l'indice. (DrZap)

691.                Non Ź vero che la Lega vuole i libri della Fallaci nelle scuole. Vuole gli audiolibri. (Satiraptus) (Nicoletta Lucheroni)

692.                Il Mein Kampf di Hitler torna in vendita. Per fortuna i leghisti detestano i libri. (Arsenale K)  (Michele Mikus Breda)

693.                Ho regalato un paio di leggins a una ragazza, ma ho scoperto che Ź analfabeta. (Giovanni Soldano)

694.                Certi libri gią dopo tre righe mostrano un radiatore che fuma. (Gesualdo Bufalino)

695.                Le parole possono essere paragonate ai raggi X; se si usano a dovere, attraversano ogni cosa. Leggi, e ti trapassano. (Aldous Huxley)

696.                Wikipedia compie 15 anni. Tra un po' non chiederą piĚ i due euro, ma il motorino. (Alexandro Mantovan)

697.                La moglie di Calvino viaggiava con Italo gią da tempo. (michele lizzi)

698.                Il 60% degli italiani non legge neanche un libro all’anno. Curioso che il 98% degli italiani ami visceralmente UmbertoEco. (ilMangla)

699.                Ho finito di leggere quel libro che parla di dieta senza pane e pasta. Alla fine lui muore. (Anonimo)

700.                Antifascisti devastano libreria di Casa Pound. Distruttu tutti e 3 i libri. (Kotiomkin) (Prince Ciro)

701.                Vivere senza leggere e' pericoloso, ti obbliga a credere quello che dicono gli altri. (Mafalda) (Quino)

702.                Rassegna stramba. Cultura. Secondo indiscrezioni, tra i selezionati per il prossimo "Premio Strega" ci sarą anche il romanzo "Il dito divino" di Tino d'Alcole. (Michele Laperuta)

703.                Se la persona che maneggia il maggiore arsenale del mondo vince il Nobel della pace, il Nobel della letteratura dovrebbero darlo a quello che ha bruciato la Biblioteca di Alessandria.

704.                Il prossimo libro che scriverė sarą una raccolta di vaffanculo. Avrą il medio al posto dell'indice. (Giuseppe D'Elia)

705.                In RAI volevamo piu' libri e piu' autori capaci, non i libri degli autori di Capaci. (Satiraptus) Luciano Picchi)

706.                Bologna. La Fiera del libro per ragazzi promossa a pieni voti dal New York Times. La scoperta dell'America ! (Renato R.)

707.                Qualcuno di voi ha letto il libro di Salvo Riina? E' vero che inizia con "L'Italia Ź il paese che amo?". (Kotiomkin) (Mike Wasosky)

708.                Il vocabolario Ź l'unico libro dove l'indice non Ź messo ne' all'inizio, ne' alla fine, ma circa in mezzo. (DrZap)

709.                Rassegna stramba. Giornata mondiale del libro. Un libro ti cambia la vita: "Come vincere al Superenalotto". (Michele Laperuta)

710.                Dopo quello di Vespa, arriva anche il libro della Santanche'. Se continua cosi', la Mondadori fara' fallire la Scottex. (Prugna) (Francesco Giamblanco)

711.                Bruciare  i libri di Salvini  non solo Ź sbagliato ma pericoloso e dannoso. Respirare quel fumo, intendo. (Nicoletta Lucheroni)

712.                27/4/2016: esce il libro di Daniela Santanche'. 5/5/2016: esce il libro di Matteo Salvini. 6/5/2016: Scottex licenzia mille operai. (Satiraptus) (Fabrizio Gilli)

713.                E' sbagliato strappare i libri di Salvini: se davvero vuoi punire un leghista, faglieli leggere. (Kotiomkin) (Bob Vespervalley)

714.                Noooo... mi Ź volata la camicia dal balcone ed Ź finita su una quercia: dagli appendini alle ghiande! (Geronimo Pitrelli)

715.                Il dramma di questo Paese non e' Salvini o un Riina che scrive un libro. Ma quelli che lo leggono. (Satiraptus) (Aurė cento passi avanti)

716.                Ci sono due tipologie di cretini: quelli che entrano in libreria per distruggere il libro di Salvini e quelli che entrano in libreria per comprarlo. (Prugna) (Francesco Giamblanco)

717.                Non capisco perche' l'Italia sia al 77esimo posto per liberta' di stampa. Se anche uno come Salvini puo' scrivere un libro, dovremmo essere al primo. (Prugna) (Matteo Tacchi)

718.                Arriva nelle scuole il libro: La nuova Costituzione spiegata ai ragazzi, che spiega la riforma voluta da Renzi. Dopo Salvini, la SantanchŹ e Adinolfi qualsiasi cretino si sente autorizzato a scrivere un libro. (Marco Barbon)

719.                Dopo i libri di Riina, SantanchŹ, Salvini, D'Urso e Adinolfi, non si puė certo sostenere che in Italia non ci sia libertą di stampa. Per fortuna c'Ź anche la libertą di non leggere. (Stean Ginca)

720.                Flavia Vento arriva al Salone del Libro. Ma ha dato la colpa al Tomtom. (Kotiomkin) (Aleandro Bartolini)

721.                ť uscito il bignami del libro di Salvini. Testo: Ruspa, che vadano a casa loro, w la padania, prima noi italiani, ruspa. Fine. (Satiraptus) (Lorenzo Giordano)

722.                Nel 2014 uscď il libro di Adinolfi "Voglio la mamma". Ieri ha iniziato as crivere il suo nuovo libro "Mi scappa la cacca". (Satiraptus) (Cesare Di Trocchio)

723.                Rassegna stramba. Politica e TV. Renzi ospite di Porta a Porta; ha presentato anche lui un libro, scritto con l'inchiostro simpatico. (Michele Laperuta)

724.                Bologna. Sette a processo per avere distrutto alcune copie libro di Salvini. Rischiano la condanna a leggerlo. (Renato R.)

725.                Il 5 maggo ese il nuvo libro di Salvimi. Scritti con il T9. (Paolo Pasini)

726.                Tra i romanzi-fiume, sono pochi i navigabili. (Jean Mistler)

727.                Franceschini: "La televisione puo' fare moltissimo per promuovere la lettura". Soprattutto se e' spenta. (Soppressatira) (Gianni Macheda)

728.                Mi annoia moltissimo consultare Wikinedia. (Maria Luisa LaMolly Tegon)

729.                Il libro Ź da leggere, il volume Ź da pesanti. (Lucilla Masini)

730.                "La cattiva strada" negli anni 70 era una canzone di De Andre'. Oggi e' un libro di Corona. Da un Fabrizio all'altro, la sintesi dell'involuzione di un Paese... (Satiraptus) (Nello Pane)

731.                QUANTE STORIE. La scuola cattolica ha vinto il premio strega. Non c'Ź piĚ religione ! (Michele Laperuta)

732.                "Cosa fai nella vita?". "Studio i libri di Tolkien". "Lo fai per lavoro?". "No, Ź solo un hobbit".

733.                Il Salone del Libro trasloca da Torino a Milano. E il resto della casa, quando? (Giulysua)

734.                Ho scritto un libro che illustra le 100 posizioni in cui oziare meglio. Kalmasutra. (Daniele Totolo)

735.                Si credeva tanto intellettuale perche' metteva al collo sempre collane di libri. (DrZap)

736.                L'edizione rumena dei Promessi sposi inizia con "Quel rame del lago di Como". (katadaniele)

737.                Tra le maggiori scoperte fatte negli ultimi tempi dall' "intelligenza umana" Ź annoverata, a mio parere, l'arte di giudicare i libri senza averli letti. (George Lichtenberg)

738.                Visto in libreria. "Come vincere la noia". Beh? Da quando in qua, la noia Ź un premio cosď ambito? (Giuliano Gavagna)

739.                Esce "Amanda Knox": i giorni dell'omicidio e del processo di Meredith ripercorsi come fossero un diario. Il diario di Farla Frank. (Capsicum) (Ivan Leonte)

740.                Telecamera a radiazioni del MIT permette di leggere un libro senza aprirlo. Ai miei tempi si usavano i Bignami. (Konrad K. Schubert)

741.                Leggere - Ź la terza cosa migliore da fare a letto. (Paola Mancini)

742.                Non tenere il tuo vecchio libro di matematica in cantina vicino i vini. Con tutti i problemi che ha potrebbe darsi all'alcolismo. (Simone Brancato)

743.                Bologna. Per riqualificare la zona universitaria, da stasera la biblioteca CICU resterą aperta fino a mezzanotte. SULLA CARTA, una buona idea. (Renato R.)

744.                Esce il libro di Icardi "Sempre avanti". A breve quello di Wanda nara "Sempre dietro". (Soppressatira) (Gianni Macheda)

745.                Il libro di Icardi Ź l'unico in circolazione ad avere il medio anziché l'indice. (La parte buffa di me)

746.                Se sono libri cassa hanno l'indice imponibile. (Pier Luigi Ariotti)

747.                Bari, gambe amputate a un uomo di 43 anni dopo aggressione da parte di tre cani. Ecco perché molti scelgono Wikipedia. (Davide Davide)

748.                Ieri mi Ź caduto un libro in testa, ora ho un ematomo… (Roberto VisionAir Miele)

749.                Raccomandazioni. "Figlio mio, i libri ti faranno crescere". "Papą, allora prenderė quelli con piĚ pagine". (Michele Laperuta)

750.                ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE. Sarą stata un'italiana emigrata in Svizzera. (Vincenzo Nizza)

751.                "Ho comperato uno di quei libri per potenziare la memoria" "Quanto lo hai pagato?" "Non mi ricordo". (@Fibia)

752.                Ho letto un giallo noiosissimo... era tutto nero su bianco. (DrZap)

753.                Sto scrivendo un libro sul sesso, introduzione di Rocco Siffredi. (Sarė bre') (Vincenzo Nizza)

754.                Ho dovuto buttare i vecchi libri che tenevo in soffitta perché i topi me li hanno rosicchiati tutti. Se n'Ź salvato soltanto uno. Un libro di toponomastica. (Walter Ytr)

755.                Un libro deve frugare nelle ferite, anzi deve provocarle. Un libro deve essere un pericolo. (E.M. Cioran)

756.                Un libro non Ź fatto per essere letto, ma per essere solamente venduto. (Pierre Desproges)

757.                Tutti dovremmo andare a letto con un buon libro. O con qualcuno che ne ha letti molti.

758.                E' uscito il libro che racconta la storia mia vita: "Cinquanta sfumature di marrone" (@ilmarziano)

759.                Salvini a Firenze alla Fiera del libro aperto, per la prima volta. Anche senza virgola, volendo. (Satiraptus) (Strato Sferico)

760.                Sta uscendo una nuova versione di Peter Pan dedicata ai gay. Uno dei personaggi principali e' Capitan uncinetto. (DrZap)

761.                Fallire Ź un sistema pratico ed economico per evitare di rendersi ridicoli scrivendo libri come "Il segreto del mio successo". (IdeeXscrittori)

762.                Certe letture sono solo per pochi eletti. (Sarė bre') (Chiara Meneguzzi)

763.                In Abruzzo 53% dei ragazzi non legge libri. L'altro 47%non ha piĚ una libreria. (Simona Marchetti)

764.                Mi piace leggere e vivere in biblioteca. Se moriro' travolto dalla caduta di grossi tomi da qualche scaffale si potra' dire finalmente che sono finito nei libri di storia. (DrZap)

765.                Ho restaurato un antico divano-letto: era tutto sottolineato! (Sarė bre') (Roberto Pagetta)

766.                Mi piace andare a letto con un buon libro o con qualcuno che l'ha letto.

767.                Facci caso, mai una rissa in biblioteca. (Sarė bre') (Graziella Natale)

768.                "Cosa sono gli E-book?". "Libridi". (GdP) (Giorgio Ladisa)

769.                Scoppia la moda del mash up fra libri famosi. Gią disponibile "Cent'anni di solitudine dei numeri primi". Di Gabriel Garcia Giordano. (GdP) (Giuliano Gavagna)

770.                Ho comprato il libro de I Promessi Sposi su Amanzon. (Storpionimi) (Dino D'Amico)

771.                Che cosa non puo' mai mai mancare in una buona libreria? Delle buone mensole.

772.                Leggete. I libri fermi soffrono. Hanno le pieghe da decubito. (Sarė bre') (Chiara Meneguzzi)

773.                Nell'ingresso del commissario Poirot c'Ź un appendialibi. (GdP) (Gianni Passarelli)

774.                Il libro di Renzi si chiama "nel cammino"". Se si fosse chiamato "nel camino" e fosse uscito in inverno l'avrei comprato. (Antonio Di Stefano e Lino Giusti)

775.                Sei inutile come Salvini al Salone del Libro. (Satiraptus) (Fabrizio Delprete)

776.                Ma i libri di Sarė brŹ li pubblica LONGAnesi? (Sarė bre') (Anna Laura Folena)

777.                Di Maio al salone del libro. Ma preferisce il film. (Soppressatira) (Lucilla Masini)

778.                Piacere, sono un divoratore di libri, mi chiamo Hannibal Lector... (Max Bertozzi)

779.              Il primo libro in braille fu un romanzo di Cecov.

780.                Morto l'astrofisico Giovanni Bignami: i funerali si terranno in forma ristretta, anzi riassunta. (Claudio Caruana)

781.                E' venuto a mancare all'etą di 73 anni il divulgatore Giovanni Bignami. In sintesi Ź morto. (Leo Morabito)

782.                Foucault faceva il pendolare da Nizza a Parigi. (Sarė bre') (Giulio Bergami)

783.                "Per le cose che pubblichi non ti ha ancora contattato nessuna casa?". "Casa editrice?". "No, casa di cura".

784.                Per viaggiare basta comprare un biglietto o un libro. (Sarė bre') (Assunta Orefice)

785.                Salvini invita a boicottare la Feltrinelli. Come se i leghisti fossero mai entrati in una libreria in vita loro. (Fabrizio Delprete)

786.                Ma lo Hobbit se va al mare rischia di essere pescato dai pescatori di frodo? (DrZap)

787.                Introvabili libri usati scritti da donne. Liberarsene Ź impossibile. (Silvana Maja)

788.                Vent'anni fa usciva il primo libro di Harry Potter. Ancora oggi fonte di ispirazione per Renzi. (Sentina Scor@zzata) (Salvatore la Porta)

789.                Quest’anno al posto del premio BANCARELLA sarą assegnato il premio BANCAROTTA. (Antonio Di Stefano e Lino Giusti)

790.                Il dramma di Alice: la notte porta coniglio... (Sarė bre') (Rosamaria Francucci)

791.                Secondo voi ho difficoltą a comprendere i vangeli perché sono cristografati? (GdP) (Simone Quarta)

792.                E' uscito il libro di Renzi... edito dalla Tenderly!! (GdP) (Ludo Vicario)

793.                Si puė ritenere “I dolori del giovane Werther” uno dei romanzi che segnė l'inizio del Reumanticismo? (Storpionimi) (Francesco Ingargiola)

794.                Oggi a Mondello mi sono seduto in riva al mare con un libro in mano. Sono stato accerchiato da un’infinitą di persone con smartfhone e cellulari in mano, che mi hanno preso a brutte parole e mi volevano menare. Erano convinti che li stavo sfottendo. (Antonio Di Stefano)

795.                Nei libri di Sarė Bre' il mignolo sostituirą l'indice? (Sarė bre') (Roberto Pagetta)

796.                Nelle case di riposo i libri hanno il fronteospizio. (GdP) (Silvia Scaratti)

797.                L'unico libro sacro che non ha mai creato odio e violenza Ź chiamato Kamasutra.

798.                PicciĚ finimula di cugliunią! Il libro di Renzi Ź piĚ ricco di quello di Collodi. Di bugie, intendo! (Lino Giusti)

799.                Se vuoi guadagnare con la scrittura organizza concorsi letterari. (Walter Angelucci)

800.                Del libro "Il kamasutra" la parte che mi piace Ź l'introduzione. (Vincenzo Zoda)

801.                Se hai letto.... puoi sognare.  (Sarė Bre') (Assunta Orefice)

802.                I miei Treccani sono molto istruiti! (Sarė bre') (DrZap)

803.                Statistiche. Milano Ź la cittą italiana dove si legge di piĚ. Il particolare bizzarro Ź che leggano solo libri in cinese. (Arsenale Kappa) (LVIX)

804.                "Cara, ti Ź piaciuto?". "Preferisco il libro". (Lucilla Masini)

805.                La donna e' un libro di bugie. L'uomo il suo editore. (Fulvio Fiori)

806.                La ditta Bignami mi ha assunto. La ditta Bignami mi ha licenziato. La ditta Bignami mi ha riassunto. (DrZap)

807.                ť morto il fondatore di playboy. P.I.P. (Lucilla Masini)

808.                Ho scritto un libro dal titolo "VAFFANCULO". Al posto dell'Indice, ha il medio. (Giuseppe D'Elia)

809.                Il libro preferito da Belen e' Moby Dick. (DrZap)

810.                Le letture peggiori sono quelle dei contatori. (Walter Angelucci)

811.                Il Nobel della letteratura, quest'anno, l'hanno dato a Kazo. (Salvo Sciascia)

812.                Nobel alla letteratura assegnato a Kazuo Ishiguro. E chi kazuo Ź? (Pier Paolo)

813.                E' piu' facile trovare qualcuno che abbia scritto un libro che non qualcuno che lo abbia letto. (Corsivo Corrosivo) (Terzanota)

814.                Molte persone leggono ogni giorno un libro : face-book. (Sarė bre') (Assunta Orefice)

815.                Giulietta scelse Romeo perché voleva un maschio Alfa. (Sarė bre') (Massimo Biffi)

816.                Per la prima volta, sul paginone centrale di Playboy ci sarą un trans. Che come mossa comunque Ź sempre meno rivoluzionaria che avere un toscano di destra alla guida del PD. (Claudio Caruana)

817.                Equilibrista sei quando ti allacci le scarpe. In ascensore. (Anna Vercesi)

818.                LŹggere vi rende leggŹre. Amare, meno amare. (Sarė bre') (Pietro Vanessi)

819.                Ad Halloween vestitevi da libri; la cultura a tanti fa ancora paura.

820.                Ho letto un giallo veramente agghiacciante. Si chiama "Il gelataio assassinato al Polo Nord". (Sarė bre') (DrZap)

821.                Il Signore degli Anelli l'ho letto per meta'. Una mezza saga. (Guido Rojetti)

822.                Da quando faccio il gommista sono molto piĚ equilibrato. (Sarė bre') (Maurizio Dumont)

823.                Nei Promessi Sposi, Don Rodrigo aveva un dubbio: perpetuare la violenza o violentare la perpetua? (Riccardo Cassini)

824.                Per Robinson Crusoe era sempre Black Friday. (Matteo Tacchi)

825.                Che poi il primo ad avere a che fare con black friday Ź stato Robinson Crusoe! (scemifreddi)

826.                Lui: "Dei libri che ti ho regalato non ne hai aperto nemmeno uno!". Lei: "Non mi hai dato la password". (Luca Ricciarelli)

827.                In libreria: "Mi scusi, quanto costa 'Dieci piccoli indiani'?". "15 euro". "Non e' che me ne potrebbe vendere solo 2 o 3 ?". (DrZap)

828.                E' un grande errore considerare le persone un libro aperto. Un libro aperto mostra solo due pagine. (Lucilla Masini)

829.                Lui: "Dei libri che ti ho regalato non ne hai aperto nemmeno uno!". Lei: "Non mi hai dato la password". (Luca Ricciarelli)

830.                Ho quasi finito di scrivere il manuale di manicure, mi manca solo l’indice. (Anna Laura Folena)

831.                Ho scritto il libro "Come ingrandire il seno". Editrice Laterza. (Sandro Di Sabatino)

832.                Ho scritto una biografia di Cocciante: "Adesso sfogliati, come sai fare tu". (Sandro Di Sabatino)

833.                Ho scritto la versione erotica della favola di Pollicino. Ditalino. (Giuseppe D'Elia)

834.                Che se avessero aumentato il prezzo dei libri sei italiani su 10 non se ne sarebbero accorti. (Satiraptus) (MarVa)

835.                E' stato piu' letto 50 sfumature di grigio che Harry Potter, quindi, la bacchetta che interessa non Ź quella magica.

836.                Nello studio del mio dentista non manca mai il libro IL DESERTO DEI TARTARI. (Lino Giusti)

837.                Quando un libro mi piace parecchio, tendo a divorarlo in poche ore. Il problema perė so' i pezzetti di carta che mi restano tra i denti. (Capsicum)
(@Raggelante)

838.                "Perché vai in giro con una copia de "la coscienza di Zeno"?". "Perché fa freddo e mamma mi ha detto di portarmi qualcosa di pesante per uscire". (Raggelante)

839.                In uscita il libro del Cardinal Bertone: "L'attico fuggente". (Davide Lazzaro Aldieri)

840.                Esce il libro del cardinal Bertone, passato alle cronache per essersi ristrutturato un attico con i soldi destinati ai piccoli del Bambin GesĚ. A riprova che per certi preti inculare i bambini Ź piĚ forte di loro. (Jack Kojonsky)

841.                Bologna. Si apre la Fiera del libro per ragazzi, che ospita la Cina. Sbatti il Dragone in prima pagina ! (Renato R.)

842.                Un grosso libro mi ha colpito procurandomi un ematomo. (GdP) (Simone Brancato)

843.                Qualsiasi bambino che ha due genitori che si interessino a lui e una casa piena di libri non Ź povero. (Sam Levenson)

844.                Ieri Salvini e Di Maio al VinItaly. Ma la notizia sarebbe se fossero andati alla Fiera del Libro. (Kotiomkin) (Davide Lazzaro Aldieri)

845.                Oggi Ź la Giornata Mondiale Del Libro, ricordiamo con un minuto di silenzio gli alberi abbattuti per diventare romanzi di Fabio Volo. (Il Reverendo)

846.                Oggi Ź la Giornata Mondiale del Libro. Domani si volta pagina! (Rocco Simeone)

847.                Oggi Ź ėa giornata mondiale del libro. Per la maggioranza degli italiani, quella del tavolo che traballa. Syndrome magazine) (Lucilla Masini)

848.                Oggi Ź ėa giornata mondiale del libro. Anche se molti aspettano la giornata mondiale del film. (Tauro)

849.                Quest'anno non verrą assegnato il Nobel per la letteratura. E ora chi glielo dice a Fabio Volo? (Corsivo Corrosivo) (WaWe)

850.                AAA. Vendo libro di italiano mai aprito. (Lercio) (Augusto Rasori)

851.                I libri aumentano, i lettori diminuiscono. (Sarė bre') (Sabastiano Paulesu)

852.                Milano, preservativi nelle biblioteche. D’altronde sono piene di libri del cazzo. (Fabrizio Baduino)

853.                "Che letture vorresti portare in vacanza?". "Il libro paga". (Sarė bre') (Lucilla Masini)

854.                Ho un’inclinazione per l’equilibrio. (Sarė bre') (Pietro Gorini)

855.                La scrittrice di "Come uccidere il marito" aveva davvero ucciso il marito. Ora scusate ma devo lasciarvi per andare a scrivere il mio primo libro "Come scoparsi Belén". ('O Strunz) (Strato Sferico)

856.                Io non ho tempo da leggere, perché penso molto.

857.                In libreria. "Cerco un trattato di Etica". "Di destra o di sinistra"

858.                L'eroe dei mulini a vento amava le donne vestite male: DON CHISCIATTE.

859.                L’ultima lettera di Jacopo Ortis non era affrancata ed Ź arrivata tassata. (A. Di Stefano e L. Giusti)

860.                Ho letto tutto il Kamasutra. Lei alla fine confessa che ha finto l'orgasmo in tutte le posizioni. (La Sveltina) (Maria Servidio)

861.                RICHIESTE IN LIBRERIA PER SORRIDERE (raccolte da Gabriella Novara)
Strane ed incredibili richieste in libreria per... morire dal ridere doverosamente annotate da un libraio...
Vorrei “Alla ricerca del tempo perduto” di Alain Prost
(Pseudonimo di Marcel Proust quando saliva su una formula uno?)
– Tenete le Pistole di Cicerone?
(O forse le Epistole?)
– Vorrei un libro di cui non mi ricordo l’autore.
S’intitola: “Tutte le poesie”.
– Vorrei un libro che…aspetti un momento, eh, che me lo sono scritto…
(si fruga freneticamente nelle tasche per qualche minuto, poi estrae un bigliettino spiegazzato, l’apre e legge) Ah, ecco, sď, dunque, la Bibbia!
– Mi scusi, ma di questi libri da 1 euro non hanno ancora fatto le edizioni economiche?
– Mi serve un metro e mezzo di libri, non importa di che tipo,
l’importante Ź che abbiano tutti lo stesso colore.
– Vorrei un libro di cui non ricordo l’autore, e nemmeno la casa editrice.
Il titolo? Adesso come adesso non mi viene.
– Vorrei un libro di cui non mi ricordo nŹ il titolo nŹ l’autore.
Non so neanche di cosa parla, ma so che Ź piccolo e rosa.
– Vorrei un libro di fotografie del periodo medievale.
– Vorrei ‘Le palle di Malaparte’
(La pelle, di Curzio Malaparte)
– Vorrei ‘Il fu Matia Bazar’
(Il fu Mattia Pascal, Pirandello)
– Vorrei ‘Edipo a Cologno’
(Edipo a Colono, Sofocle)
– Vorrei ‘E dico re’
(Edipo re, Sofocle)
– Vorrei ‘Sequestro un uomo’
(Se questo Ź un uomo, Primo Levi)
– Vorrei ‘Mandovado’
(Marcovaldo, Calvino)
– Vorrei ‘Braccobaldo’
(Marcovaldo, Calvino)
– “Avete una lista di tutti i libri scritti in lingua inglese?”
– Cliente: “Sto cercando un mappamondo“. Libraio: “C’e’ un modello da scrivania laggiu’”. Cliente: “Uhm no, non e’ abbastanza grande. Non ne avete uno a grandezza naturale?”. Libraio (pausa): “Uhm si’, ma al momento lo stiamo…. utilizzando”.

862.                Il Kamasutra con le sue 64 posizioni Ź un po' come il libro delle ricette di cucina. Lo metti in un cassetto e fai sempte la pasta col sugo. (Ameritha Daniela)

863.                La nuova edizione del libro Cuore contiene la storia tristissima di un dipendente IKEA che continuava a essere trasferito in reparti sempre diversi. Dagli Appendini Alle Ante. (Stefano Lasagna)

864.                Un libro. Avete appena finito di leggere un libro.

865.                Credo di essere un porco. Nei libri cerco solo le figuracce. (DrZap)

866.                Ma alla fine del Kamasutra lui e lei vengono? (DrZap)

867.                "Questo non fa testo", disse la bibliotecaria. (DrZap)

868.                Don Porchetta ha una biancheria che Ź un romanzo: Cinquanta sfumatura di giallo! (Don Porchetta)

869.                I libri aumentano, i lettori diminuiscono. (Sarė bre') (Sebastiano Paulesu)

870.                E’ uscito un libro di Corona. Un albero “Quindi il peggio non Ź essere usati per Libero?”. (Augusto Davico)

871.                Fabrizio Corona Ź oggi uno degli autori piĚ letti in Italia. Capite perché ci meritiamo di essere governati da analfabeti? ('O Strunz) (Lucilla Masini)

872.                Fabrizio Corona presenta il suo libro: "Non mi avete fatto niente". Aspetta che lo leggiamo e poi vedi... (Corsivo Corrosivo) (Mario Cafiero)

873.                Sedici milioni di spettatori per il festival. Il libro di Corona in vetta alle classifiche. Non ci vuole il reddito di cittadinanza, ci vuole l'accompagnamento. (Poppy Ajosa)

874.                Quelli che leggono Corona guardano Sanremo. (@Nonfaretardi)

875.                Fabrizio Corona: "In Italia non esiste una carriera basata sul talento". E lui ne Ź un esempio. (Trumpo) (@iltrumpo)

876.                Il libro di Fabrizio Corona Ź da leggere tutto, dalla prima riga all'ultima figa. (Corsivo Corrosivo) (DottKang)

877.                A occhio e croce Corona ha scritto piĚ libri di quanti ne ha letti. ('O Strunz) (Il Lino)

878.                Il libro di Fabrizio Corona Ź al settimo posto in classifica. Pare che l'anno prossimo sostituirą "I Promessi Sposi" in molti Licei. (DrZap)

879.                La maggioranza degli italiani vede Sanremo, vota per Matteo Salvini e legge il libro di Fabrizio Corona. Giusto per farvi capire "recessione". (Kotiomkin) (Christian de Vivo)

880.                Stasera ascolto Sanremo, leggendo il libro di Corona mentre guardo Uomini e Donne vecchi. Voglio vedere se mi negano ancora l'accompagnamento! (Andrea Vasumi)

881.                Il libro di Fabrizio Corona Ź al settimo posto in classifica. Pare che l'anno prossimo sostituirą "I Promessi Sposi" in molti Licei. (DrZap)

882.                Il libro di Corona Ź sceso al nono posto nella classifica delle vendite. C'Ź il 3x2 di carta igienica in qualche grande magazzino? (La Sveltina) (Lucilla Masini)

883.                Tutto sommato mi sembra giusto che il libro abbia la copertina e la ruota il copertone. (DrZap)

884.                Comunque, ho letto su FB, che con il voto popolare, il nobel per la letteratura andrebbe a Fabrizio Corona. (@ilburch)

885.                Non comprerė mai e poi mai il libro di Corona! Lo leggerė quando me lo presterą mia cugina. (Lino Giusti)

886.                A Giacarta riescono a fare libri e giornali dagli alberi in tempi brevissimi. (DrZap)

887.                La televisione cattura la mente. Un buon libro stimola e insieme libera la mente. (Bruno Bettelheim)

888.                Vendo libro mai aperto sugli stati confusionali. Prezzo 5 centesimi e 80 euro. (Magnus)

889.                Mia moglie da giovane collezionava collane di libri, ora collane di perle. (DrZap)

890.                Con un mio amico ho scritto a 4 mani un libro sugli ottomani. (Lino Giusti)

891.                Corona: dopo il libro "Non mi avete fatto niente" arriva in libreria "VabbŹ, giusto qualcosina". (Klaus)

892.                Che poi diciamolo: di tutto il libro del Kamasutra, la parte fondamentale Ź l'introduzione. (Lucilla Masini)

893.                In copertina: “Un autore da 500.000 copie!”. Sď, al macero. (Emanuele Gabellini)

894.                Festeggio "giornata del libro" ascoltando la radio a tutto... volume! (Sarė bre') (Roberto Pagetta)

895.                Mi sono formato leggendo grandi libri, ma credo che oggi in molti abbiano letto solo libri grandi e piccoli post. (Maurizio Dumont)

896.                La casa editrice CasaPound fuori dal Salone del libro di Torino. Portatevi la carta igienica da casa. ('O Strunz) (WaWe)

897.                Salone del libro: mi affascina vederci tutti accalorati in dotte disquisizioni nel paese in cui l'autore piĚ venduto Ź Fabio Volo. (Flavio Pandolfo)

898.                Salone del Libro: Adriano Sofri, condannato a 22 anni per aver ammazzato il commissario Calabresi, invitato e applaudito al Salone del Libro di Torino. Nessuna protesta, perché come ci dicono i radicalchic, Ź libertą di pensiero. Tutto il resto Ź fascismo. (Roberto Lorenzetti)

899.                Era una pornostar molto colta, le piaceva molto leggere libri... specie se avevano l'introduzione molto lunga. (DrZap)

900.                Se Dickens oggi fosse vivo scriverebbe un libro sulle frasi dei giovanissimi che circolano in rete: Oliver Twit. (DrZap)

 

Per tornare all’HomePage

 Per tornare al menu Argomenti