1.     Perché un killer professionista, ex carabiniere, e' stato visto orinare in strada? Perché il capo gli ha ordinato: "falla fuori!".

2.     "I carabinieri si lavano le mani prima o dopo di pisciare?". "!?!?". "Durante!".

3.     Due anziani coniugi vanno dal dottore per un controllo. Questi visita prima il marito e poi gli dice: "Bene, Sig. Rossi, lei e’ in perfetta forma per un uomo della sua eta’". E l'uomo: "Certo, non bevo, non fumo, e il buon Dio veglia su di me". "Che vuol dire?" fa il dottore. Ed il vecchio: "Per esempio, ieri notte sono andato in bagno e il buon Dio mi ha acceso la luce per impedire di cadere". Il dottore non capisce, ma chiede all’uomo di uscire e di far entrare la moglie. Questa entra e dopo la visita il dottore le dice: "Sig.ra Rossi, anche lei e’ in perfetta forma per una della sua eta’". E la donna: "Certo, non bevo, non fumo...". Il dottore la interrompe: "E il buon Dio veglia su di lei, vero?". La donna rimane confusa e chiede al dottore: "Ma che dice?". Il dottore allora le spiega: "Suo marito mi ha detto la stessa cosa. Che il  buon Dio veglia su di lui. Come ieri notte quando mentre era in bagno il buon Dio ha acceso la luce per lui". E la moglie: "Porca miseria, ha di nuovo pisciato nel frigo!".

4.     Che differenza c'e' fra un intellettuale e un operaio? L'operaio si lava le mani prima di pisciare, l'intellettuale dopo. (Jacques Prevert). E il carabiniere? Durante!

5.     Una coppia sul punto di sposarsi va dal medico per gli esami prematrimoniali. Il dottore dice loro che glieli spedira' per posta. Qualche giorno dopo infatti la coppia riceve i risultati, ma non capendo il significato ritorna dal medico per la spiegazione. La donna dice: "Sul mio foglio c'e' scritto P.S.". E il dottore: "Certo, vuol dire Perfetta Salute". L'uomo dice: "Sul mio c'e' scritto P.P.S.". E il dottore: "Certo, vuol dire: Per Pisciare Solamente!".

6.     Un uomo va dal dottore per fare delle analisi e questi gli dice di tornare l'indomani a digiuno. L'indomani il tizio si dimentica di stare a digiuno e fa colazione con un cappuccino ed un cornetto. Poi si ricorda che il dottore si era raccomandato del digiuno, ma pensa: "Che ne sa lui se ho mangiato. Vado lo stesso".  Cosi' dal dottore: "Faccia le urine qua dentro e me le porti. Il bagno e' la". L'uomo va, piscia e torna soddisfatto. Il dottore analizza ad occhio nudo controluce il barattoletto, si fa serio e dice: " Ma scusi, non mi faccia perdere tempo, mi ero raccomandato tanto. Invece lei ha preso un cappuccino ed un cornetto. Torni domani, ma stavolta proprio digiuno !". Il giorno dopo l'uomo si concentra,  si veste, si prepara, e mentre esce si sbaglia e beve un caffe' senza zucchero. Poi ci pensa e: "Cazzzzzo! Non dovevo, ma vabe', e' solo liquido, anche senza zucchero. Non puo' accorgersene". Torna dal dottore, riempie il barattolino, lo consegna e il dottore: " Aaaahh! Ci risiamo! Non vuole capire! Lei questa mattina ha preso un caffe' senza zucchero. Basta! Torni domani!". Nuova mattina. L'uomo si sveglia, si prepara in fretta, uscendo vede un cracker e se lo mangia. Poi pensa: "No! Non posso fare questa figura. Ora ci penso io !".  Sveglia la figlia di 15 anni, la fa pisciare in un barattolino, poi guarda e pensa che e' troppo limpida, cosi' scende in garage, prende una goccia d'olio dal motore della macchina, lo mette nella pipi', agita, la guarda e dice: "Perfetta!". Si reca dal dottore, gli consegna il barattolino, tutto soddisfatto e sorridente, e si mette da una parte ad aspettare la risposta. Il dottore comincia a guardare, si avvicina, agita un po' il liquame, poi si avvicina all'uomo e dice: "Io non so cosa ha da ridere uno come lei ... con una figlia di 15 anni incinta e la macchina con il motore oramai fuso!".

7.     Sicilia. Un tizio va dal dottore: "Dottore, da un po' di tempo me la faccio sempre addosso". "Incontinente". "No, no, qui a Palemmo!".

8.     Incazzato con il medico che per un dolore alla mano, gli aveva prescritto l'esame delle urine, riempie la provetta con le sue, quelle della moglie, della figlia e del cane! Voglio proprio vedere cosa mi dira' adesso quello stronzo del dottore! Ed il dottore: "Allora ecco il risultato delle sue analisi: il cane sta bene, sua figlia e' incinta, sua moglie la tradisce con il postino, e lei, se non la smette di farsi seghe, il male alla  mano col cazzo che le passa!".

9.     Un tale si reca dal dottore per una visita di controllo. Il dottore: "Per farle degli esami accurati ho bisogno di un campione di urine, di feci, di sperma". Il paziente: "Forse e' meglio se le lascio le mutande".

10.  Un tizio ha un problema: tutte le volte che si addormenta sogna uno gnomo che gli dice: "E fai pipi'! E fai pipi'!...". E allora lui  Psssssss... si piscia sotto, a letto. Un giorno va dal dottore, e gli dice: "Dottore, tutte le volte sogno uno gnomo che mi incita a  pisciare, e io me la faccio sotto...". E il dottore: "E lei gli dica NO, con sicurezza!". Quella notte, di nuovo lo gnomo: "E fai pipi'!", e lui  "NO!", e lo gnomo "E fai pipiii'!", e lui "NOO!!", e lo gnomo "E fai la  pipiiiii!!" e lui "NOOOOO!!!", e lo gnomo: "E allora vai a cagare!".

11.  Un uomo consulta il suo medico perché ha dei problemi ad urinare: "Sono molto preoccupato perché ho delle perdite di urina notturne e improvvise". "E' senz'altro la vostra prostata. Spogliatevi". "Ma e' proprio indispensabile?". "Certamente". "Anche le mutande?". "Certo, vi devo fare un'esplorazione rettale. Rilassatevi, vi fa male qui?". "Senta, dottore, al punto in cui sono le nostre relazioni, io credo che ci possiamo dare del tu".

12.  Perché i giapponesi sono gialli? Perché pisciano controvento.

13.  Sul muro di un vespasiano: Veni vidi pisci.

14.  Due camionisti, un bianco e un negro, si fermano sul ponte di Brooklin per pisciare. Il bianco: "Hai sentito l'acqua quanto e' fredda?". E il negro: "E sapessi quanto e' fonda!".

15.  In piscina: "Ehi Lei! Non si puo' fare la pipi' in piscina!". "Ma la fanno tutti!". "Si', ma non dal trampolino!".

16.  Don Gennarino, 42 anni, un metro e sessanta, senza capelli e secco secco, aveva aspettato tanto... ma alla fine c'era riuscito a portare sull' altare la bella donna Cuncetta: 37 anni e 140 Kg. Proprio 'nu piezz' 'e femmena. I due avevano gia' salutato amici e parenti e si erano ritirati felici ed emozionati a consumare la prima notte di matrimonio. "Donna Cunce', finalmente...". Don Gennari', che emozione... Io andrei in bagno a mettermi il pigiamino, Voi permettete ? ". Prego, don Gennari', ma fate presto. Io intanto mi accomodo sul letto". Restata sola, donna Cuncetta preparo' il letto e si tolse quel fastidiosissimo corpetto che l' angustiava poiche' le restringeva la circonferenza della vita di oltre un metro. Fu una vera esplosione... di grasso. Don Gennarino nel frattempo aveva indossato un bel pigiamino rosso, con tutti PonPon, comprato apposta per camuffare un po' la sua spettrale magrezza. I due si ritrovano dopo un po' sul letto e... vinta l'emozione, don Gennarino esclama: "Donna Cunce'... Voi permettete ? ". "Don Gennari'... Vostro dovere ! ". Ezzacchete ! "Donna Cunce'... e' entrato ? ". "No! Don Gennari'... avete preso una piega di grasso ! ". Don Gennarino era mortificato,  rosso rosso, si ritiro' in un angolo ... ma... non poteva e dopo un po' ritorno' all'attacco: "Donna Cunce'... Voi permettete ? ". "Don Gennari'... ripeto... Vostro dovere ! ". Zac ! "Donna Cunce'... e' entrato ? ". "No! Don Gennari'... avete preso un' altra piega di grasso ! ". Era ormai una questione di orgoglio...Zac ! "Donna Cunce'... e' entrato ? ". "No! Don Gennari'... avete preso una piega di grasso ! ". "Donna Cunce'... posso ? Me putisseve fa 'nu grande piacere ? ". "Don Gennari', chiedete pure". "Me putisseve fa 'na pisciatina orientativa ?".

17.  Due vecchi decidono di fare una gara a chi piscia piu' lontano. Allora vanno dietro un albero, fanno la pipi' e il primo dice: "Mi sono bagnato le scarpe". E il secondo: "Hai vinto tu!".

18.  Un giorno un contadino sorprende un commesso viaggiatore che fa l'amore colla sua figlia piu’ giovane e preso dall’ira gli spara all'inguine con il suo fucile da caccia riducendo il suo pene a un colabrodo. Il commesso, strillando per il dolore, scappa in citta’ alla ricerca di un dottore. Ne trova uno, ma questi gli dice che non puo’ fare nulla per lui. "Oh, per favore faccia qualche cosa" implora il commesso "Sono un uomo ricco e posso pagarla bene". "Spiacente, figliolo" dice il dottore "Non c'e’ nulla che posso fare. C'e’ comunque un uomo dall’altra parte della strada che potrebbe aiutarla". "Oh? E’ uno specialista?" chiede il commesso. E il dottore: "No! Lui e’ un suonatore di flauto. Le insegnera’ come tenerlo senza pisciarsi addosso".

19.  Un tizio entra in un bar e chiede una birra. Dopo che gliel'hanno servita gli scappa di andare urgentemente al bagno. Per evitare che la birra gia' pagata rimasta sul bancone sia bevuta da un altro appoggia di fianco al bicchiere un biglietto con su scritto: "CI HO PISCIATO DENTRO". Al ritorno trova la birra e sul biglietto una scritta aggiunta: "ANCH'IO!!".

20.  Come si chiama il piu' famoso teppista giapponese? Urinawa Sulimuri.

21.  I pisciatori di Berlino, ora che sono senza muro, come fanno? (Zap)

22.  Concettina, donna semplice e analfabeta, abita nel quartiere piu' povero di Napoli. Credendosi incinta va dal dottore che consegnandole un raccoglitore le dice: "Mi porti un campione di urine". Concettina torna dal marito e gli chiede spiegazioni di quello che gli ha detto il dottore. Ma anche il marito (stessa estrazione sociale) non sa bene cosa vuol dire 'campione di urine' e le consiglia di andare dalla sora Peppina che sta al piano di sotto. Poco dopo Concettina ritorna dal marito tutta pesta e con i vestiti stracciati. Il marito le chiede che cosa le sia successo e la Concettina risponde (in napoletano): "Ho chiesto a quella zoccola della Peppina cosa vuol dire un campione di urine e lei mi ha detto: 'Va a pisciare!' e allora io le ho risposto: 'Ma va a cagare tu' ... e a quel punto abbiamo cominciato a darcele di santa ragione..."

23.  Craxi col suo seguito va a passare una settimana bianca a Cortina. La mattina al risveglio apre la porta-finestra sul balcone e vede scritto con la pipi' nella neve fresca "Craxi cornuto". Fa chiamare i servizi segreti per scoprire l'autore e dopo molte ricerche il capo dei servizi relaziona a Craxi il risultato delle indagini. "Vedi compagno abbiamo fatto analizzare la pipi' ed e' risultata essere quella di Martelli". Craxi rimane esterrefatto e dice "Una notizia peggiore non me la potevi dare"... ma il capo servizi continua "credo che il peggio venga adesso, perché abbiamo fatto una perizia calligrafica e la scrittura e' quella di tua moglie".

24.  Un gruppo di bambini della terza, quarta e quinta elementare sono accompagnati da due maestre al locale ippodromo per imparare qualcosa sul mondo dei cavalli. Durante il giro alcuni dei bambini decidono di andare alle toilettes per cui viene deciso che le bambine sono accompagnate da una delle maestre, mentre i maschietti dall'altra. Dopo un po' le maestre escono e aspettano fuori, ma poco dopo uno dei maschietti esce dalla toilette e dice alla maestra che alcuni compagni non riescono ad arrivare all'urinatorio. Non avendo altra scelta la maestra entra e comincia ad issare i piccoli ragazzini prendendoli per le braccia uno ad uno. Ma giunto all'ultimo cerca di alzarlo senza riuscirci, notando pero' che e' ben dotato per un ragazzino di scuola elementare. "Io credo che tu sia della quinta..." lei comincia a dire. Ma lui subito: "No madam, io sono della settima, corro su Silver Arrow. Comunque grazie per l'elevazione!".

25.  Un uomo trova la classica lampada, strofinata la quale esce il solito genio che si mostra disposto ad esaudire un suo desiderio. Ma l'uomo dichiara di avere gia' tutto. Il genio insiste: "Possibile? Soldi, case, diamanti, gioielli...". "No, guarda, ho tutti i soldi che voglio". E il genio: "Allora donne. Posso darti tutte quelle che vuoi e belle quanto vuoi". "No, ho anche quelle, basta che schiocco le dita...". "Ma davvero non vuoi nulla? Allora la salute?". "Guarda, ho a mia disposizione tutti i medici del mondo e scoppio di salute". Il genio insiste e alla fine l'uomo chiede: "Fammi pisciare champagne". E quindi abracadabra! E il tipo e' servito. Torna a casa dalla moglie e le spiega l'accaduto, declamando alla fine la sua nuova abilita'. "Ed ora, cara, piscio champagne!". E la moglie: "Wow! Che notizia! Dai che proviamo! Vado a prendere due bicchieri...". "No, cara! Uno solo". "perché ?". E l'uomo: "Tu bevi a collo..."

26.  Un europeo si trova in Sudafrica per motivi di lavoro. Una sera decide di andare al cinema, ma qui giunto vede una lunga fila di negri che aspettano di fare il biglietto per cui si mette in coda. Si avvicina un bianco che gli dice: "Lei non e' sudafricano, vero?". L'uomo, sorpreso, ammette di non esserlo. "Cosa ci fa in fila con questi negri? Vada subito alla cassa a fare il biglietto". L'uomo, anche se un po' perplesso, salta la fila e chiede un biglietto per la platea. "Lei non e' sudafricano, vero?" gli chiede la cassiera. L'uomo, un po' scocciato, risponde di no. "La platea e' per i negri; lei deve andare in galleria!" e gli da' un biglietto per la galleria. L'uomo, sempre meno convinto, sale in galleria. Si mette seduto quando vede l'uomo che vende le bevande. "Una Coca per favore!". La prende e chiede il costo. "Lei non e' sudafricano, vero?" domanda il venditore. "No, non sono sudafricano...". "Al cinema solo i negri pagano le bibite" e si allontana senza prendere una lira. Dopo qualche minuto decide di andare in bagno. Gira per tutto il piano, ma non lo trova. Va dalla maschera e gli chiede dove si trovi. "Lei non e' sudafricano, vero?". "NO, NON SONO SUDAFRICANO !!!!". "Gli uomini non usano il bagno, vanno alla balaustra e pisciano di sotto. Vede li' c'e' gia' uno che sta pisciando; faccia come lui". Il tizio si mette accanto all'altro e comincia a fare pipi'. "Lei non e' sudafricano, vero?" gli dice quasi subito. "No, non lo sono..." risponde ormai rassegnato. "Lei sta pisciando dritto". "Si', e allora?". "Faccia come me: destra, sinistra, destra, sinistra...".

27.  Un ubriaco sta urinando per strada, mentre passa una vecchia signora che, vedendolo si mette a urlare: "Signora, non si preoccupi, lo tengo per il collo, e se si azzarda a fare qualche scherzo, giuro che lo strozzo!!!"

28.  Un napoletano si presenta alla mutua per fare l’analisi delle orine. L’ infermiere di turno lo invita a pagare 20000 lire di ticket e a ritornare con un campione. Dopo circa un ora si presenta con la ricevuta del ticket e una damigiana con 5 litri di orina. "Ecco... mi fate le analisi?". "Che e' questa damigiana?" chiede l’infermiere sorpreso. "E' per sicurezza. Voi non fate caso e fate le analisi!". "Va bene! Tornate domani per l’esito!". Il giorno dopo l’uomo ritorna alla mutua, ritira il referto, e poi di buon passo ritorna a casa. Giunto sul portone inizia a urlare: "Giova'... Nicola ... Carmela ... Adelina ... stiamo tutti bene!!".

29.  Un uomo sta bevendo in un bar. Dopo un po' gli viene da andare in bagno e qui giunto nota che ci sono tre negri vicino a lui che stanno pisciando. Per caso si volge verso di loro e cosi' nota con grande sorpresa che uno dei tre negri ha l'organo bianco. Rapidamente finisce di urinare e ritorna al bar per raccontare al barista la stranissima cosa che ha visto in bagno. E il barista: "Oh, no, quelli non sono negri, ma minatori. E probabilmente uno di loro e' stato a casa per il pranzo".

30.  Qual e' la santa protettrice degli incontinenti? Santa Cateterina!

31.  Mettere incinta una donna e poi sposarla e' come pisciare in un cappello e poi metterselo in testa. (Samuel Pepys)

32.  Ogni deficiente puo' bagnare per terra, siate degli eroi e pisciate sul soffitto!

33.  Qual e' la differenza tra una birra ed una pisciata? Circa mezz'ora...

34.  Due messicani in siesta: "Pedro... Pedro!". "Si', Pablo?". "Per favore, guarda se ho la patta dei pantaloni aperta". Con immenso sforzo Pedro gira la testa ed apre una palpebra. "No Pablo, non e' aperta". "Ah, va bene. Piscero' domani".

35.  "Scommettitore professionista". Durante la Grande Depressione un tizio entra in un bar e dice al barista: "Barista, voglio offrire a tutti un giro di liquori". Il barista dice: "Va bene, ma preferirei prima vedere il colore dei tuoi soldi". Il tizio tira fuori un un bel pacco di banconote e il barista gli chiede come le abbia avute. "Io sono uno scommettitore professionista". Il barista e' perplesso: "Mai sentito dire niente di simile". "Vede, io scommetto solo su cose sicure" dice il tizio. "Ad esempio?" chiede il barista. "Bene, per esempio, scommetto 50$ che io riesco a mordere il mio occhio destro". Il barista accetta la scommessa e cosi' il tizio si toglie il suo occhio di vetro e gli da' un morso. "Ah, mi hai fottuto" dice il barista e gli paga i 50$. Il tizio insiste: "Voglio darti un'altra possibilita'. Scommetto altri 50$ che io mi mordo anche l'occhio sinistro". Il barista ci pensa e sicuro che il tizio non puo' essere cieco accetta la scommessa. Cosi' il tizio tira fuori la sua dentiera e da' un morso al suo occhio sinistro. "Ah, mi hai fottuto di nuovo" dice il barista. "E' cosi' che io vinco un sacco di soldi. Adesso io prendero' una bottiglia del tuo miglior wiskey invece dei 50$". Con la bottiglia in mano il tizio si reca nel retrobottega e gioca tutta la notte con altri avventori del bar. Dopo molte ore di gioco e di bevute il tizio ritorna dal barista, ubriaco fradicio e dice: "Barista, ti voglio dare un'ultima possibilita'. Scommetto 500$ che io posso stare in piedi su una gamba sola sopra questo tavolo e pisciare dentro quella bottiglia di wiskey sullo scaffale dietro di te senza far cadere fuori una sola goccia di urina". Il barista ci pensa un poco e poi sicuro di vincere accetta la scommessa. Il tizio sale sul bancone, si mette su una gamba sola e comincia a pisciare dappertutto. Bagna il bancone, tutto il bar, il barista e se stesso e neanche una goccia cade nella bottiglia di wiskey. Il barista e' felice: "Hey, hai perso 500$!". Il tizio scende dal bancone e dice: "OK, OK, io ho scommesso 1000$ con gli altri avventori del bar che sarei rriuscito a pisciare su di te e su tutto il bar e per di piu' che tu saresti stato contento!".

36.  In un WC: qui si entra e non si paga, qui si piscia e si caga, qui si esce a cuor contento, si prega solo di fare centro!

37.  John Wayne sta cavalcando nel deserto del Texas. Giunto accaldato e stanco in un piccolo villaggio, scende da cavallo e si precipita nel saloon: "Hey barman, un whisky, presto!". Il barman lo riconosce e si mostra particolarmente gentile: "Che piacere averla qui! Se permette le offro io da bere". "Grazie, ma la prego abbassi la voce e non mi faccia riconoscere dalla gente" risponde J. W.; e mentre beve pesta i piedi vistosamente. "Posso servirgliene un altro?" aggiunge il barman, che nota lo strano comportamento del celebre avventore. "Si' grazie!" risponde J.W. con una smorfia di fastidio, sempre pestando i piedi e persino piegandosi un po' sul ventre. "Mister J.W., non vorrei essere impertinente, ma se per caso avesse bisogno del W.C., e' laggiu' in fondo a destra ed e' pulito". "Per carita', non ci penso neppure; so bene cosa mi succede quando vado in un bagno pubblico!" risponde J.W. sempre dimenandosi per i crampi al ventre. "Come crede" replica un po' sorpreso il barman. "Mi dia un altro whisky!" chiede J.W. "Volentieri, ma guardi che bevendo rischia di peggiorare la situazione" replica il barman. Ma J.W., incurante dell'avvertimento, tracanna d'un fiato l'ennesimo bicchiere, finche' la vescica non regge: "Porca vacca, devo andare in bagno, ma so gia' che succedera' anche stavolta!". Poco dopo esce dal W.C. con una gamba dei pantaloni tutta sbrodolata. Il barman lo guarda meravigliato e confuso.  "Ecco, lo sapevo!" si giustifica J.W. "Tutte le sante volte che vado in un bagno pubblico, c'e' sempre qualcuno che arriva e si mette a pisciare di fianco a me; poi immancabilmente mi guarda, mi riconosce, si gira verso di me e dice soddisfatto <<GUARDA CHI C'E', JOHN WAYNE!!!>>

38.  Il nuovo garzone del lattaio si presenta la mattina presto a casa di una nuova cliente. Questa si presenta in vestaglia e tutta insonnolita, prende le bottiglie ringrazia e saluta il ragazzo: "Mi scusi," sbadiglia, "ero ancora a letto''. La mattina dopo il garzone mette la signora al primo posto del suo giro. la trova che gli apre in baby-doll, tutte trasparenze, gli sorride prende le bottiglie, lo saluta e lo ringrazia. La mattina successiva il garzone arriva prestissimo. Lei lo accoglie senza reggiseno, coprendosi a mala pena con la mano. La mattina ancora dopo il garzone si prepara davanti alla porta direttamente nudo e col pisello in mano. Suona, ma stavolta viene ad aprire il marito, un omone gigantesco. Il garzone, imbarazzatissimo, fa: "Io... io... io... io volevo avvertirvi che ha detto il padrone mio che se non mi ridate i vuoti del latte vi devo pisciare per tutta casa..."

39.  Due missionari esploratori sono catturati dai cannibali. Vengono messi a cuocere nel pentolone quando, a un tratto, uno dei due comincia a ridere a crepapelle. Meravigliato, l'altro gli chiede: "Si puo' sapere cos'hai da ridere in un momento come questo?". "Ho appena pisciato nel brodo".

40.  Sembra che l'alce maschio si bagni con la propria urina in modo da avere un odore piu' attraente per il sesso opposto. Beh, ho pensato io. Che coincidenza! (Daniele Luttazzi)

41.  Non so se il mio cane e' maschio o femmina perché quando fa la pipi' si chiude in bagno. (Fichi d'India)

42.  Al WC: a partire dal muro davanti al water: leggi qui --->  . Sull'inizio del muro di destra: --> leggi qui -->  . A meta' muro di destra: STAI PISCIANDO FUORI DALLA TAZZA!!!

43.  Maltempo: Allarme acqua alta a Venezia.  L'acqua ormai arriva alla cintola. I turisti hanno smesso di entrare nei bar per urinare. (Panfilo Maria Lippi (Daniele Luttazzi))

44.  Chi beve birra "light" non ama il gusto della birra, gli piace soltanto pisciare parecchio. (Capital Brewery, Middleton, WI)

45.  Bisogna vivere come i gigli dei campi. E cosi' voglio fare: baciata dal sole, lambita dal vento e pisciata dai dobermann. (Luciana Littizzetto)

46.  Un signore sogna tutte le notti un omino verde che gli dice: "Piscia!". E il signore se la fa addosso. Dopo mesi di questa storia il tizio va dal dottore: "Senta dottore, io ho un problema, tutte le notti quando vado a dormire sogno un omino verde che mi dice piscia 'piscia' e io mi piscio addosso; come posso fare?". "Ha mai provato a dirgli di no?". "No!". "Allora provi, poi mi faccia sapere". Il signore va a letto, si addormenta e sogna l'omino verde... "Piscia!". "No!!". "Piscia!!". "No!". "Piscia!!!". "NO!"... "E allora vai a cagare!!!". (e il signore si caga addosso)

47.  Il massimo della competizione per un uomo? Pisciare accanto alle cascate del Niagara.

48.  La cosa più furba al mondo è la pipì, perché scappa anche ai poliziotti!

49.  In uno scompartimento del Milano-Roma ci sono un negro ed un bianco; ad un certo punto al negro gli scappa la pipì, ma i gabinetti sono chiusi; il bianco suggerisce di farla dal finestrino. Il negro mette fuori il proprio affare ed alternativamente porge in avanti ed indietro il culo. "Ma dalle vostre parti fanno cosi' per pisciare ?". "No! No! è perché ci sono i pali del telefono !!!"

50.  Nobiltà inglese. Il vecchio lord incontra il maggiordomo nel salone del castello: "James, ho per caso l'uccello di fuori?". James risponde con stupore: "No di certo, Milord!". Il lord sconsolato: "Peccato, stavo pisciando..."

51.  In salotto, insieme alla mamma di Pierino ci sono le signore piu' importanti del quartiere, Pierino entrando esclama: "Mamma, mamma devo pisciare!". La mamma non appena le donne se ne sono andate richiama il figlio e gli raccomanda di non essere piu' cosi' maleducato, semmai in futuro usi il verbo fischiare piuttosto che pisciare. Durante la notte Pierino si sveglia e fa al padre: "Papa', papa', devo fischiare". "E tu mi svegli nel cuore della notte per dirmi che devi fischiare? Dormi su!". Dopo qualche attimo si sente nuovamente il bambino: "Papa', papa', devo fischiare!". "E va bene, ma fischia piano qua nell'orecchio di papa'..."

52.  perché la birra americana va servita fredda? Per distinguerla dall'urina. (David Moulton)

53.  Come si confonde una bionda ? Mettila in una stanza tonda e dille di pisciare in un angolo.

54.  A 4 anni, il successo è non pisciarsi nelle mutande. A 12 anni, il successo è avere degli amici. A 20 anni, il successo è fare sesso. A 35 anni, il successo è fare i soldi. A 60 anni, il successo è fare sesso. A 70 anni, il successo è avere degli amici. A 80 anni, il successo è non pisciarsi nelle mutande.

55.  Colmo per un cane da caccia: pisciare con l'uccello in bocca!

56.  Due amici non si vedevano da tanto tempo. Si incontrano quasi per caso in centro e si abbracciano con affetto: "Caspita che eleganza!!! L'ultima volta che ti ho visto mica eri cosi' combinato...". E l'amico comincia a sparare cazzate: "E si', sai, ho messo su una azienda in proprio e nel giro di un solo anno  ho avuto un fatturato di quindici miliardi. I vestiti che ho indosso sono tutti di Armani, ma non li ho comprati in negozio... me li ha cuciti addosso Giorgio stesso! Te piuttosto... che bel paio di occhiali che hai!". "Quali occhiali?". "Ma come "quali occhiali"? Quelli che hai sopra la testa!". L'amico, ricordandosi di avere degli occhiali a specchio sopra la testa, per prendere la palla al balzo e ricambiare fa: "Ma questi non sono occhiali... sono pannelli solari!". "Pannelli solari?!? E a che ti servono?". "Ora ti faccio vedere... metti le mani cosi' e guarda i pannelli... (Mettere le mani a coppa all'altezza del bacino) "Ecco... la senti l'acqua calda?"

57.  In un WC: Così come nun ce sta insalata senza aceto, nun c'è pisciata senza peto.

58.  In un WC: Lo disse Aristotele, lo confermò Platone / che dopo la pisciata ci vuole lo scrollone.

59.  In un WC: una pisada senza un pet... l'è cume una dona senza i tet!! (una pisciata senza una scoreggia è come una donna senza le tette).

60.  In un WC: O Amato ti ringrazio / che cagar non paga dazio, / che per far una pisciata / non ci vuol carta bollata.

61.  Al figlio Tito che lo criticava per aver imposto una tassa anche sulle urine, il padre, mettendogli sotto il naso il denaro della prima riscossione: "Puzza?" gli domandò. E alla risposta negativa, aggiunse: "Eppure è dalla latrina che viene". (risposta di Vespasiano a Tito; da Svetonio)

62.  Si racconta che durante una lezione di chimica un professore sia entrato in laboratorio con in mano un barattolo pieno di piscio dicendo: "Due buone qualità per un chimico sono ingegno e concentrazione. L'ingegno vi potrebbe far scoprire che un metodo semplice per scoprire la presenza di zuccheri nelle urine è assaggiarle". Detto questo mette un dito nel piscio e poi lo lecca. "Qualcuno vuole provare?". Uno studente che non crede che quello sia piscio ci mette dentro il dito e lo lecca, sentendo che era proprio piscio. Al che il professore continua: "La concentrazione invece vi potrebbe far scoprire che ho immerso il medio e ho leccato l'indice". Una scena simile si trova anche nel film 'L'ospedale più pazzo del mondo'. In quella versione, uno studente più furbo si accorge del trucco, cambia il dito e spara una gran diagnosi; al che il professore assaggia davvero e dice: "Per me sa di piscio..."

63.  La durata di un film dovrebbe essere direttamente proporzionale alla resistenza della vescica umana. (Alfred Hitchcock)

64.  L'impiegato russo al mattino prende una bottiglia, la riempie di vodka e va al lavoro. L'impiegato francese la riempie di vino e va al lavoro. L'impiegato tedesco la riempie di birra e va al lavoro. L'impiegato italiano la riempie di pipì e va alla mutua!!!

65.  Una insegnante entra nel bagno dei bambini e trova quattro monelli che stanno facendo una gara a chi piscia piu' in alto sul muro. La maestra disgustata porta i quattro discoli nell'ufficio del preside. Piu' tardi, questa maestra racconta cosa era successo, ad una collega: "... e allora li ho portati dal preside". "E il preside che ha fatto?". "Ha colpito il soffitto!"

66.  Il nome più buffo per una donna è Dorina. Soprattutto se poi la devi fare a pezzi, cosa fai.... un quarto Dorina?? (Guru)

67.  Perché le donne hanno due serie di labbra? Perché così hanno la possibilità di pisciare e lamentarsi allo stesso tempo.

68.  Martelli: "Capo: mi scappa la pipi'!". Craxi: "Vai a farla fuori: non voglio autoironia all'interno del Psi". (Angese)

69.  Conosco un posto così secco che se fai pipì evapora prima di arrivare a terra! (Guru)

70.  Homo sapiens non urinat in ventum.

71.  "Congratulazioni, come si sente ?". "Devo fare pipi'". (da "Forrest Gump" di Robert Zemeckis) (Forrest Gump risponde al presidente Kennedy dopo aver bevuto 15 Dr Pepper)

72.  Nomi e cognomi strani: Piscia Tranquilla in Collina.

73.  Un signore entra da un urologo: "Dottore... mi aiuti: ho un uccello troppo lungo". "E che sara' mai?!? Alle donne piace cosi'! "Ma vede dottore... il mio e' veramente troppo lungo!". "Va bene... mi faccia vedere!". Il tizio si sbottona i pantaloni ed incomincia a srotolare metri e metri di cazzo...  il dottore stupito: "Ma... ma e' incredibile!!! Ma lei come fa a pisciare?". "Cosi'! (Mimare il gesto di chi travasa il vino da una damigiana: aspira alla punta del tubo e versa.)

74.  Bevo troppo. L'ultima volta che ho dato un campione di urine c'era un'oliva dentro. (Rodney Dangerfield)

75.  Ma il massimo, l’apice della follia umana sta racchiuso nel nome di un farmaco per urinare che si chiama (giuro, esiste) Ben Ur. Ma vi rendete conto? Perche’ allora non chiamare quello contro la diarrea Quo Vadis? (Luciana Littizzetto)

76.  Doping: La moglie di Edgar Davids torna dall'orto in giardino con un pomodoro di due chili nel cestino: "Tesoro, sarebbe ora che smettessi di pisciare nell'orto..."

77.  "Mi è successa una cosa strana". "Cosa è capitato ?". "Un cane mi ha pisciato sulla ruota della macchina". "E Allora ?". "Andavo a 130 !". (Ale e Franz)

78.  Colmo per un pilota da caccia: fermarsi sul muro del suono per fare pipi'.

79.  "Dove vai?". "A orinare. Puoi trovarmi al sito www.cesso.it". (Altan)

80.  Nell'acquario ho messo dei pesci che ho preso a Rimini. Ogni tanto ci piscio dentro per farli sentire a casa. (Sergio Cosentino)

81.  Un brigadiere dei carabinieri deve fare una serie di accertamenti medici per poter tornare in servizio dopo aver avuto dei calcoli renali. Entra nello studio del medico militare il quale gli fa: "Buongiorno brigadiere, avrei bisogno di un campione delle vostre urine. Potete metterlo in quella provetta sullo scaffale!". "Dottore... io ci provo. Ma mica lo so se faccio centro da qui..."

82.  Trombare con il preservativo e' come pisciare senza togliersi le mutande. (Maurizio Tecli)

83.  In un WC: Puoi scolarlo dagli Appennini alle Ande... ma l'ultima goccia finirà nelle mutande.

84.  Amore... un fiammifero usato che galleggia in un pisciatoio. (Hart Crane)

85.  Colmo della competizione: pisciare a lato di una cascata.

86.  Il mondo dell'incontinenza geriatrica è un mondo in gran parte sommerso. (da Tv Elisir)

87.  "Maestra, devo andare a pisciare...". "PIERINO! Non si dice così: si dice devo fare un filino di pipì". (5 min) "Maestraaa, devo andare a pisciare...". "PIERINO! T'ho detto di non usare quell'espressione! Si dice devo fare un filino di pipì". (altri 10 min). "Maestraaaaa devo andare a pisciare!". "ALLORA PIERINO BASTA! Non te lo dico più. E finché non parli per bene non ti mando al bagno". (mezz'ora) "Scusi signora maestra...". "Si', Pierino?". "Dovrei fare un cordone di merda..."

88.  Da piccolo facevo la pipi' nel letto e mi addormentavo sul cesso. (Gianfranco Manfredi)

89.  Da piccolo facevo la pipi' nel letto, cosi' i miei mi costrinsero a dormire nella vasca da bagno. Senza il tappo... per non farmi affogare. (Gianfranco Manfredi)

90.  Da piccolo facevo la pipi' nel letto e la pupu' sul divano. (Gianfranco Manfredi)

91.  Da piccolo facevo la pipi' nel letto, cosi' i miei mi misero un pappagallo tra le gambe... certe beccaaate!!! (Gianfranco Manfredi)

92.  Da piccolo facevo la pipi' nel letto e... Ehm... Insomma... cioe'... per me non era un problema cosi' grave in fondo... tanto la facevo nel letto di mio fratello. (Gianfranco Manfredi)

93.  In un WC: Per quanto lo scrolli, sempre goccia in mutande molli.

94.  Io sono uno che si alza alle sei del mattino. Faccio pipi' e torno a letto fino alle 11. (Stefano Zaccarella)

95.  Un uomo entra in un ambulatorio affollato. Avvicinandosi alla scrivania dell'infermiera chiede: "Posso vedere il dottore ?". Infermiera: "Certo, qual e' il suo problema ?". Paziente: "C'e' qualcosa che non va con il mio cazzo". L'infermiera si acciglia e risponde: "Lei non dovrebbe presentarsi cosi' in un ambulatorio affollato ed usare queste espressioni sconce". Paziente: "perché no? Lei mi ha chiesto quale fosse il problema ed io glielo ho riferito ...".  Infermiera: "Qui non si usa un linguaggio del genere, per favore, esca di qui, rientri e mi dica che le fa male l'orecchio o qualcos'altro". Il paziente esce, aspetta un paio di minuti e rientra. L'infermiera gli chiede sorridendo: "Si ?!". Paziente: "C'e' qualcosa che non va con il mio orecchio". Infermiera: (sorridendo soddisfatta) "Cosa c'e' che non va con il suo orecchio, signore?". Paziente: "Non riesco a pisciarci..."

96.  Piscicologia
- Tipo sociale: Si unisce agli amici per pisciare che ne abbia voglia o no: dice che non costa niente e fa piacere.
- Tipo timido: Non può pisciare quando lo si guarda, afferma di avere gia' pisciato, e se la fa addosso piu tardi.
- Tipo nervoso: Non riesce a trovare l'abbottonatura, si arrabbia e si strappa i bottoni.
- Tipo rumoroso: Fischia a canticchia pisciando, parla ad alta voce sgrollandosi l'aggeggio e scoreggia.
- Tipo abile: Piscia senza tenere in mano l'utensile e si aggiusta la cravatta mentre funziona.
- Tipo infantile: Guarda il fondo dell'orinatoio per ammirare gli schizzi.
- Tipo vanitoso: Si slaccia cinque bottoni mentre due sarebbero largamente sufficienti.
- Tipo brutale: Sbatte l'arnese sul bordo del pisciatoio per far cadere le ultime gocce.
- Tipo frivolo: Si diverte a pisciare contro vento, in alto e di traverso, e tenta di pisciare contro le mosche.
- Tipo curioso: Ogni volta ispeziona minuziosamente il proprio strumento mentre funziona.
- Tipo sospettoso: Silenziosamente annusa l'aria e guarda il suo vicino come per accusarlo.
- Tipo gaio: Racconta barzellette pisciando, ride continuamente scuotendo l'utensile come un campanello.
- Tipo menefreghista: Trovando occupato il pisciatoio, vi piscia accanto senza innervorsirsi
- Tipo addormentato: Agita lo strumento per risvegliarlo ma senza riuscirvi.
- Tipo pignolo: Piscia saltellando per evitare le gocce che rimbalzano.

97.  LE VENTI REGOLE PER NON FARLA FUORI  (In uso presso il monastero francese di Pichon)
Fratello!
I. Ricordati di sollevare la tavola.
II. Se sei smemorato, non dimenticare di sbottonarti.
III. Cercala con calma: chi troppo vuole nulla stringe.
IV. Quando sei in posizione di tiro, prendi la mira.
V. Se non ti viene subito, pazienta: chi la fa, l'aspetti.
VI. Se sei troppo basso, sali su uno sgabello.
VII. Se sei troppo alto, mettiti in ginocchio.
VIII. Se ti trema la mano, usa anche l'altra.
IX. Se sei miope, tocca il vaso per orientarti.
X. Se ti piacciono gli uccelli, usa il pappagallo.
XI. Se sei strabico, mettiti di traverso.
XII. Se sei introverso, mettiti di spalle.
XIII. Se ti trovi al buio, osa! Chi nulla ardisce, nulla fa.
XIV. Se il getto è a spruzzo, usa un imbuto.
XV. Se sei affetto da nanismo d'organo, usa un flauto come prolunga.
XVI. Non rimandare a domani quella che puoi fare oggi.
XVII. Se ti senti ancora in riserva, agitala dopo l'uso.
XVIII. Se trovi occupato, bussa. Il fratello si riconosce nel bisogno.
XIX. Se ti senti eccitato, non preoccuparti: chi l'ha dura, la vince.
XX. Opera in solitudine, perché chi fa per sé, fa per tre.
Agli irriducibili trasgressori si rammenta l'antifona di medioevale memoria: "Fratello, ricordati che devi pulire!"

98.  Ci sono due donne che passeggiano in un bosco. Giungono a un torrente e iniziano a costeggiarlo. Il torrente ad un certo punto inizia a ingrossarsi e viene attraversato da un vecchio ponte. Le due donne decidono di attraversare il ponte, ma a meta' strada una si ferma e fa all'altra: "Ho sempre sognato di pisciare come gli uomini, adesso provero' a far pipi' in piedi giu' da questo ponte". L'altra risponde: "Be' non c'e' nessuno: e' il tuo momento!". Cosi' la prima si tira giu' pantaloni e mutande e inizia a far pipi', guardando giu'... "Guarda!!!" esclama all'amica "Sto facendo pipi' dentro a quella canoa!!". L'altra, preoccupata, corre a vedere: "Tranquilla, non hai pisciato in una canoa, era solo il tuo riflesso..."

99.  Un edonista quando orinava / diceva sempre con amarezza / scuotendo forte la testa: / 'ogni pisciata e' persa'. (Giancarlo Tramutoli)

100.                "Ora sarà meglio che vada a pisciare sul pesce" "Io non ti umilierei mai così" "Ti manca lo strumento". (da "La guerra dei Roses")

101.                Due irlandesi sono gli unici superstiti di un naufragio. Da settimane ormai stanno vagando per l'oceano su una barchetta, finche' sulla spuma delle acque non notano una lampada. La raccolgono, la strofinano e ovviamente esce il genio, che concede loro un desiderio. I due si guardano e uno fa: "Trasforma l'oceano in una distesa della miglior birra del mondo". Il genio batte le mani, avvera il desiderio e scompare. Subito dopo l'altro lancia un urlo disperato. "Che c'e'?". "Cazzo!! Lo sai che ora dovremo pisciare nella barca!!!". (Fashanu)

102.                Tre uomini stanno pisciando. Il primo finisce, tira su la zip e inizia a lavarsi le mani in modo quasi maniacale, fino al gomito e usa 20 salviettine di carta per asciugarsi. Poi si gira verso gli altri due e fa: "Io mi sono laureato alla Bocconi e innanzitutto ci hanno insegnato l'igiene!". Poi finisce il secondo, tira su la zip, si sciacqua la punta delle dita e si asciuga con una sola salviettina e fa: "Io mi sono laureato all'Universita' Cattolica e innanzitutto ci hanno insegnato il rispetto delle risorse ambientali". Il terzo finisce, si tira su la zip e esce dalla porta dicendo: "Io mi sono laureato alla Statale e innanzitutto ci hanno insegnato a non pisciarci sulle mani". (Fashanu)

103.                Io e mio figlio di 10 anni eravamo in viaggio in autostrada e ci siamo fermati ad un autogrill per pisciare. C'erano 5 orinali, ma tutti occupati. Abbiamo atteso e se ne sono liberati 2 dopo poco. Uno era piu' basso, fatto apposta per i bambini, l'altro era di altezza normale, per adulti. Mio figlio si e' avvicinato a quello più alto e mi ha lasciato quello più basso. L'ho lasciato fare: non mi sembrava il caso di fargli osservazioni, soprattutto considerando che c'erano altre persone. Mentre ci stavamo entrambi "liberando", mio figlio si e' accorto del suo piccolo errore e mi ha detto: "Oh, papa', il mio e' piu' grande del tuo..."  E tutti sono scoppiati a ridere! (Fashanu)

104.                Tre uomini anziani parlano dei loro problemi e in particolare del fatto che le loro mani tremino di continuo. Uno fa: "Le mie mani tremano cosi' tanto che stamattina, mentre mi radevo, mi sono tagliato la faccia!". Un altro aggiunge: "Le mie mani tremano cosi' tanto che, ieri, mentre potavo le piante del giardino, ho tagliato via tutti i fiori!". Il terzo ride e fa: "Questo e' niente: le mie mani tremano cosi' tanto che mentre pisciavo, ieri, sono venuto tre volte!". (Fashanu)

105.                Mio marito e' una noia, da quando è in pensione esce di casa solo per portare fuori il cane. Gli ho chiesto: "Qualche sera potresti portare fuori anche me!". Lui mi ha guardato sbalordito: "Alla tua età vuoi metterti fuori a pisciare contro gli alberi???".

106.                Tre amici giocano di sera in strada a chi piscia piu' in alto. Ad un certo punto uno di essi arriva all'altezza della finestra del primo piano. Per caso proprio in quel momento un vecchietto si sta sporgendo e ne viene completamento investito. Il vecchietto si ritrae di colpo e urla verso il basso: "Sempre i soliti scherzi del cazzo, eh!"

107.                Un turista americano sta visitando Londra. All'improvviso gli viene una voglia matta di pisciare e non riesce a trovare un bagno pubblico dove liberarsi. Cosi' decide di mettersi in un angolo della strada e di fare li' cio' che deve. Ma si e' appena tirato giu' la zip dei pantaloni, che viene raggiunto da un poliziotto. "Ehi, che sta facendo?" chiede il poliziotto. "Mi spiace" risponde l'americano "ma mi scappa proprio!". "Non puo' farla qui" replica il poliziotto "Venga, mi segua". E lo porta in un bellissimo giardino, con erbetta ben tagliata, aiuole di fiori e siepi ben tenute: "Puo' fare qui, se deve" dice il poliziotto. L'americano si gira, tira di nuovo giu' la zip e fa tutta la sua pipi' sui fiori. "Aaaaah" dice, sentendosi piu' leggero. Poi si gira verso il poliziotto e fa: "Molto gentile da parte sua. E' questa la famosa cortesia britannica?". "No" risponde il poliziotto "Questa e' l'ambasciata francese!". (Dio)

108.                ASSISTENZA SCARICO
*driiin*.......... *driiin * Pronto! Supporto tecnico, come posso esserle d'aiuto ???
Buongiorno. Ho un problema: avrei bisogno di assistenza per fare pipì !!
Okay.... che tipo di equipaggiamento avete per fare pipì ? ?
Ovviamente overclocckato.....sono un bastardo.
Allora, come prima cosa dovete trovare la vostra ZIP...
La mia cosa ?????
La ZIp .... serve ad aprire i pantaloni . Dovrebbe essere davanti a Voi, guardate in basso....
Vedo le mie scarpe
No, No..... più in alto.... guardate più o meno davanti a voi appena sotto lo stomaco. Dovreste vedere del metallo sui pantaloni.... Quella è la zip...
L'affare tondo ????
No, quello è il bottone... ma già che ci siete , aprite anche quello. la zip è più lunga, e disposta verticalmente.
Oh, Okay l'ho trovata. O.K. è aperta.... e ora ?
Bene, riuscite ad afferrare il Vs. pisellino ? ?
NO ! !
Riuscite a vedere il vs. pisellino ??
NO !
Ditemi cosa vedete ????
E' tutto bianco, con delle cuciture....
Avete delle mutanda installate ??????
NO !
Se non riuscite a vedere il vs. pisellino e vedete solo del bianco con delle cuciture, dovete avere installato delle mutande !!!!! per fare pipì, è necessario prima disinstallare le mutande.....
O.K. beh, ora afferrate l'orlo della parte bianca e tirate verso il basso...... continuate a tirare finchè non vedete il pisellino......
Non ce la faccio.... non va più giù
La parte bianca o il vs. pisellino..........
Il mio pisellino.....
NON TIRATELO !! potreste danneggiarlo !! S O L O le mutande.... tiratele giù finchè non vedete il pisellino...
Oh, O.K. ci siamo...
Allora guardatevi intorno... nella stanza in cui i trovate vi sono oggetti di porcellana ????
C'è un piccolo pinguino su uno scaffale...
Bene, allora siete nel soggiorno... andate in bagno. Non potete fare pipì se non siete nel bagno. il bagno ha un qualche tipo di piastrellatura sul pavimento... Forse dei tappetini... o degli specchi... Alcuni hanno anche delle docce...
Beh io sono al piano terra, credo che il bagno si al primo piano...
UFFFFF... salite al primo piano allora...
Ma,... non posso camminare...
Mamma Mia,... allora reistallate temporaneamente le mutande... poi salite al primo piano... e poi disinstallatele nuovamente.
La parte bianca giusto ??????
SI... esatto...
[pausa]
O.K. sono di sopra,...
Bene, guardatevi attorno. vedete degli oggetti di ceramica simili a bacinelle ????
Uhmmmmm, ne vedo due...
Quanto siete alto ??
1 metro e 78...
O.K. andate a quello il cui bordo si trova più in basso del vs. pisellino.... l'altro non è adatto.
Si... Ci sono...
Allora assicuratevi che il vs. pisellino sia puntato verso il centro della bacinella di ceramica, e lasciatevi andare...
In che senso...
Beh quando (il pisellino) vi manda un segnale... basta che rispondiate O.K.
(da Fr@nz)

109.                Pantani... quello se piscia nell'orto vengono su le patate di un metro e venti. (Claudio Batta)

110.                "Vado a pixiare...". "Con la X?". "No, col cazzo!!!" (Mbgiorge)

111.                La tua donna la chiamo Fogna perché le piscio sempre in bocca. (Pozzoli & De Angelis)

112.                Ai cessi pubblici: "Ehi, Antonio, sto parlando con te, mi caPisci quando parlo?". (Scirio)

113.                L'uguaglianza tra uomini e donne si avrà quando tre donne potranno fare pipì in un water, contemporaneamente. (Mauroemme)

114.                In un W.C.: Lo disse Dante e lo confermò Pilato che dopo aver pisciato il cazzo va sgrullato.

115.                Un tizio va dal barbiere e nota che ogni tanto, mentre lavora, il barbiere sputa per terra. Stupito gli chiede spiegazioni: "Scusi, come mai lei sputa nel suo negozio?". E il barbiere: "perché tanto tra una settimana me ne vado!". Dopo essere stato servito e aver pagato il conto, il cliente va in un angolo, abbassa la cerniera dei pantaloni e fa la pipi'. Il barbiere, indignato, urla: "Ma scusi, che cosa sta facendo?". "Beh", risponde l'uomo, "Tanto io vado via subito!". (da Uffa)

116.                Nel Reno scorre la pipì? (Respect!)

117.                La felicita' e' come pisciarsi addosso nei pantaloni: tutti lo possono vedere, ma solo tu puoi sentirne il calore. (Happiness is like peeing down your pants : everybody can see it, but only you can feel the warmth)

118.                Io conoscevo uno talmente basso che quando faceva pipi' per terra doveva ripararsi dagli schizzi. (Gommaflex)

119.                Stava Gesù sulla croce, sotto un cielo oscuro e cupo. Con un filo di voce, invocò: "Pietro... sei qui, sotto di me?". "Si, mio Signore, sono qui, sotto di te". "E tu Giacomo, anche tu sei qui, sotto di me, vicino a me?". "Si, mio Signore, sono vicino a te, sotto di te". "E tu, Madre, anche tu sei qui sotto di me, vicina a me?". "Si, figliolo, sono proprio qui, sotto di te". "Bene, allora spostatevi tutti, che devo fare una pisciatina". (Mauroemme)

120.                Quand'ero piccolo, siccome facevo sempre la pipì a letto, mia madre mi fece dormire sul water. (Mauroemme)

121.                Mio nonno era così basso che per fare la pipi' in terra doveva salire su una scala.

122.                Meglio un bambino che fa la pipì, che un pipì che fa un bambino. (Mauroemme)

123.                In un W.C.: "Perché leggi? Pensa a pisciare".

124.                Colmo di un pilota d'aereo: fermarsi un attimo sul muro del suono per fare una pisciatina.

125.                Hanno indetto un concorso per le signore che hanno problemi di incontinenza ... il nome del concorso? Miss ... Kappa.

126.                Un neonato lo chiamano creaturina per l'enorme quantita' di pipi' che produce? (Zap)

127.                A fare pipi' contro un vecchio palazzo si rischia uno scrollo? (Zap)

128.                Parole crociate: "La fa la pattinatrice sul ghiaccio". "Pipì". (Claudio Batta)

129.                La tua donna la chiamo 'Pipì' perché me la faccio contro il muro. (Pozzoli e De Angelis)

130.                Una notte mi alzo per andare in bagno, apro la porta e la luce si accende da sola, senza toccare l'interruttore; entro, faccio i miei bisogni, esco, chiudo la porta e la luce si spegne da sola senza che io tocchi l'interruttore. Torno a letto e dico fra me e me: "Magia? Chiaroveggenza? O forse ho pisciato nel frigorifero?". (Mago Oronzo) (Raul Cremona)

131.                Un uomo sta pisciando in un bagno pubblico quando telefona la sua fidanzata. "Adesso non posso parlare". ".....?". "Ho le mani occupate". ".....?". "Ti ho detto che non posso, perché ho le mani occupate!". ".....??!". "Tengo il cazzo!". ".....?". "Ma come sarebbe "il cazzo" di chi??!!!". (Mario)

132.                E' illegale fare liquori privatamente o acqua pubblicamente. (It is illegal to make liquor privately, or water publicly).

133.                BUONE MANIERE. In una classe dove si insegnano Morale e Buone Maniere, l'insegnante interroga un allievo: "Paolo, se stai facendo la corte ad una giovane fanciulla di buona famiglia, molto bene educata, durante una cenetta intima hai bisogno di andare in bagno, cosa diresti?". "Aspettami un secondo, vado a pisciare". "Questo sarebbe molto grossolano e maleducato da parte tua. Simone, tu come diresti?". "Scusa, ma devo andare alla toilette, torno subito". "Questo va già meglio, ma è comunque sgradevole menzionare la toilette durante il pasto". "E tu, Francesco, saresti capace di usare la tua intelligenza per dimostrare le tue buone maniere?". "Io direi: 'Mia cara, mi scuso di dover sottrarre la mia presenza per un momento alla vostra deliziosa compagnia, ...consentitemi di assentarmi qualche minuto per tendere la mano a un amico intimo che spero di potervi presentare subito dopo cena".

134.                Ma ad uno che gli scappa e' un bisognoso?

135.                La quarta legge di Newton: Te lo puoi sgrullare quanto vuoi ma l'ultima goccia cade sempre nelle mutande !!

136.                Ho un amico che soffre di incontinenza, ma non ne fa un problema anzi uronizza su se stesso! (Dr. ICE)

137.                Progresso scientifico: analizzando un campione d'urina, si è scoperto che è capace di farne 10 litri al secondo. (Alessandro Mazzà)

138.                Ieri sera ho bevuto tanta di quella birra che stamattina ho dovuto pisciare inclinando il water per non riempirlo di schiuma. (Paolo Burini)

139.                Il nano abbassa la tavoletta per pisciare?

140.                Cartello affisso nel gabinetto di un ristorante di Genova:
Prima che utilizziate questo servizio Vi chiediamo di compiere un onesto esame di coscienza:
- Se siete presuntuosi Vi invitiamo a fare un passo avanti: probabilmente "lui" e' molto piu' corto di quanto pensiate.
- Se siete modesti fate un passo indietro: salvaguarderete cosi' la parete e il coperchio, per la gioia dei posteri.
- Se siete molto alti dedicate qualche istante a un attento esame di carattere balistico per essere sicuri di "fare canestro" al primo tentativo. Dopo sara' troppo tardi ...
- Se siete molto bassi procurateVi uno sgabello: eviterete il fastidio di saltellare spisciacchiando a destra e a manca.
- Se siete strabici sappiate che davanti a Voi c'e' un solo water.
- Se, infine, siete donne prendete orgogliosamente atto di questa Vostra magnifica condizione e ricordateVi che siamo accesi fautori della parita' dei diritti. Tuttavia la nostra, pur modesta, esperienza non ci ha affatto convinti dell'uguaglianza dei sessi. Adeguate, per favore, il Vostro comportamento a questa evidenza e rinunciate a farla in piedi.
Grazie per avere scelto, anche per questa funzione, il nostro locale ...

141.                Avevo un arbre magique in auto. Ma l'ho tolto perché ci andava sempre a pisciare il mio cane di peluche. (rafrasnaffra)

142.                Vorrei avercelo più lungo, ma non di tanto, perché altrimenti, andando a pisciare alle 3 di notte, la pipì cadrebbe da troppo in basso, farebbe troppo poco rumore e i miei vicini rischierebbero di non svegliarsi. (Andrea "Zuse" Balestrero)

143.                Tra amici: "Tua moglie è un cesso". "Sì, ma pagano 50 euro per pisciargli dentro". (Giulio Severini)

144.                Se tieni un piede nel passato, rimpiangendo quello che sarebbe potuto essere, e metti l'altro nel futuro sognandolo migliore, allora stai pisciando sul presente! (Bilbo Baggins)

145.                Il Ministro X prende l'aereo di stato per vedere la Formula 1, il Sottosegretario Y compra casa nel centro di Roma al prezzo di un Box Auto, l'Onorevole XY Vladimir Luxuria va a pisciare nel cesso delle donne! (Stefano Skalkotos)

146.                Ho visto bambini al guinzaglio fare la pipi sulle gomme delle macchine che per ripicca poi cancellano la strada. (Boris Abito)

147.                Ma dove vanno a pisciare al Ministero degli Interni se lì ci sono i servizi segreti? (Giulio Severini)

148.                Non fare mai a gara di pisciate con un farabutto. (Dwight D. Eisenhower)(parlando di Joseph McCarthy)

149.                Devi stare attenta perché e' come un cane! Se vede qualcosa prova a scoparla, se non riesce a scoparla prova a mangiarla e se non riesce a mangiarla ci piscia sopra. (da "Vertical limit")

150.                Stavo camminando per strada con due grosse borse della spazzatura in mano quando un carabiniere mi ferma, mi fa notare che una borsa è bucata e che perdo per strada biglietti da cento euro. Allora io lo ringrazio, e comincio subito a raccogliere le banconote cadute. Il carabiniere mi guarda storto, si insospettisce, mi ferma di nuovo e mi fa: "Senta un po' lei medesimo, dove li ha chiappati tutti quei soldi? Li avrà mica rubbati, eh?". Allora mi avvicino, mi guardo intorno per assicurarmi che non ci senta nessuno e gli sussurro all'orecchio il mio segreto: "Vede, dietro a casa mia c'è un campo di calcio e quando ci sono le partite un mucchio di gente maleducata viene a pisciare sulle mie rose. Allora oggi mi sono stufato, mi sono nascosto dietro le piante con delle grosse forbici in mano e ogni volta che ne arrivava uno gli gridavo: Ehi, ciccio, adesso o mi dai cento euro o te lo taglio!". Il carabiniere si gratta la testa, mi guarda incredulo e poi mi dice: "Eh, complimenti, una ottima idea. Due borse di cento euro per ogni partita diventa ricco in fretta". "Beh, no - gli rispondo un po' imbarazzato - veramente non sono due borse ma solo una. Sa, mica tutti pagano...". (Mauroemme)

151.                Ho bisogno d'acqua pura, voglio ubriacarmi d'acqua alla fonte, bere acqua sotto le cascate... Devo pisciare un calcolo.

152.                Qual è la differenza tra un albanese ed un negro che pisciano nel lavandino? Il negro, prima, toglie i piatti.

153.                Fa caldo. C'e' siccita'. Ho visto un albero correre dietro ad un cane per farsi pisciare addosso. (Giancarlo Barbara)

154.                Eva mi raccontava stasera che, quando da piccola faceva la pipi' nel letto, sua madre la riempiva di botte. Che donna crudele! Mia madre invece sapeva che tutto dipende da quello che si mangia la sera. Il segreto è tutto lì. Innanzi tutto niente cavoli, niente carote, niente latte, niente riso, niente carne. Insomma io non pisciavo, ma non stavo in piedi. (Romano Bertola)

155.                Ho scoperto che bevendo una certa acqua si diventa puliti dentro e belli fuori. Allora ho bevuto 12 litri di quell'acqua lì, sono diventato bellissimo, sono uscito con una ragazza bellissima... e mi sono pisciato addosso tutta la sera. (Fabrizio Canciani)

156.                Date un significato sociale al vostro tempo libero: prendetevi un cane randagio dal canile e un vecchio senza famiglia come nonno. Passerete il vostro tempo ad accompagnarli a pisciare. (Gianni Carino)

157.                Certo che gli uomini sono superiori alle donne! Innanzitutto possono fare la pipi' da una macchina in corsa. (Will Durst)

158.                Sai che un brutto giorno sta per cominciare quando ti svegli su un materasso ad acqua esploso e sai che non possiedi un materasso ad acqua. (Jan Murray)

159.                Quante volte il parroco, prima di salire sull'autobus della gita parrocchiale, dà l'estrema minzione! (Lino Giusti)

160.                Una signora riceve la visita di un amico di famiglia che le annuncia la morte improvvisa del marito. "Ma come e' successo?". E lui: "Eravamo in visita ad una azienda agricola che produce vino quando lui e' caduto nella grande tinozza di raccolta del vino". E la signora: "Oh, mio Dio, che morte orribile; ma almeno e' stata una morte rapida?". E l'amico: "Direi di no, ci sono volute ore, perché ogni volta usciva dalla tinozza per andare a fare pipi'..."

161.                Un attimo prima del disastro dell'apollo tredici, s'è sentita la voce di un astronauta che diceva queste precise parole: "Vado un attimo fuori a fare pipì!". (Bilbo Baggins)

162.                Ci siamo alzati presto per andare a pisciare lontano. (proverbio astigiano)

163.                Ma i pisciatori medievali si sfidavano a singolar minzione? (Matteo Morbio)

164.                Ripa di Meana lancia su Sgarbi della "pipì d’artista". Anche se normalmente avviene il contrario: è dal pene che va nel cesso. (Matteo MestMuttèe Mazzarella)

165.                Teramo, fece pipì in strada, condannato. Se la faceva sulla Costituzione, diventava ministro delle Riforme. (Lia Celi)

166.                Stati Uniti. Da 4 anni la 53enne Carrie beve la sua urina. La usa inoltre per lavarsi i denti, come lozione per il corpo e come collirio. Ai giornalisti confessa: "Sento il bisogno di assaggiare qualunque cosa derivi dal mio corpo. Ma entrate, prego. Vi preparo un tè". (Chiorbaciov)

167.                Mi hanno raccontato una barzelletta così bella che mi sono scom...pisciato addosso. (DrZap)

168.                Ho scritto T'AMO sulla sabbia...non hai idea di quanto sia difficile fare le M pisciando. (inismor)