LA POESIA

1.  Perché i cavernicoli sono stati i primi poeti? Perché si esprimevano con i versi!

2.  Il contrario di abbondantemente? A Berlino Petrarca dice la verita'!

3.  Dante: poeta che si legge quando fa molto caldo. Infatti in tali occasioni la gente si ferma ... sudante!

4.  Giacomo: "Mamma posso uscire con Leo?". "No potresti perderlo". "No non lo perdo!".  "Stai attento che lo perdi". Abbiamo trasmesso :  Giacomo Leo...perdi.

5.  "Pierino, dimmi l'infinito di Leopardi". "Leopardare".

6.  Perché i poeti sono tutti dei depravati? Perché esprimono sempre i loro pensieri perversi...

7.  Allo zoo nella gabbia dei leopardi il futuro leopardo padre confida agli amici: "Se sara' maschio lo chiameremo Giacomo!".

8.  Invitato a dire qualche verso di Leopardi, Mike Bongiorno ha ruggito. (Amurri e Verde)

9.  Di questo potrei parlare all'infinito, ma odio Leopardi e tutti i poeti da pelliccia. (Alessandro Bergonzoni)

10.          Un uomo prende un rasoio e ZAC. Si taglia una vena. E da dove doveva sgorgare sangue, provengono invece delle parole: 'Nel mezzo del cammin di nostra vita...'. Vi abbiamo presentato: "La vena poetica".

11.          La vita ed i sogni sono pagine dello stesso libro. (Pindaro)

12.          Che differenza c'e' tra un oste e Dante Alighieri? L'oste mesce VINI DIVERSI, Dante scrive VERSI DIVINI!

13.          Se Laura fosse stata la moglie di Petrarca, pensate che lui le avrebbe dedicato sonetti tutta la vita ? (George Byron)

14.          Algebra poetica carducciana: "Carducci aveva 12 figli: sei (6) nella terra fredda, sei (6) nella terra negra".

15.          "Ed e' subito gol" come direbbe Ungaretti. (Marcello Giannini)

16.          Cosa disse Alighieri andando dal dentista? Mi fa male un dante.

17.          La maestra ha spiegato la rima baciata facendo qualche esempio: "Amo il mio cane/ quando mangia il pane". Chiede agli alunni se hanno capito e a dimostrazione ne chiede degli esempi. Tutti fanno degli esempi giusti, finche' non giunge il momento di Pierino che declama: "Sono andato a pescare i salmoni/ e mi sono bagnato le ginocchia". La maestra e' un po' perplessa e chiede spiegazioni: "Ma, Pierino, ginocchia non fa rima con salmoni". E Pierino: "E che colpa ne ho io, se l'acqua era bassa..."

18.          I piu' bei versi d'amore possono servire a conquistare una donna o a fasciare cioccolatini. (Fabio Fazio)

19.          CANTO DI UN PESCATORE SOLITARIO. Amo/soltanto/l'amo/purche'/non esca/l'esca. (Boris Makaresko)

20.          Tutta l'opera di Petrarca si puo' riassumere in un verso di Sergio Endrigo: "Dite a Laura che l'amo".  (Vittorio Sgarbi)

21.          I poeti sono come i bambini: quando siedono a una scrivania, non toccano terra coi piedi. (Stanislaw Lec)

22.          Augelli: Genere di uccelli conosciuti solo dai poeti. Uccelli che non mangiano, non dormono, non cacano, ma cantano, cantano, cantano tutto il giorno e tutta la notte. (Pitigrilli)

23.          Il primo uomo che disse a una donna sei bella come una rosa fu un poeta. Il secondo, un cretino. (Pitigrilli)

24.          E' un poeta cosi' cattivo che sette cittą si rinfacciano il disonore di avergli dato i natali. (Ennio Flaiano)

25.          Diceva Senofonte al figlio Aristodemo:/ "Non farti troppe seghe se no diventi scemo!"/ Rispondeva Aristodemo al padre Senofonte:/ "Meglio farsi seghe che aver le corna in fronte!".

26.          Disse Ulisse al vecchio nella grotta / "E' meglio il culo o 'na fica rotta?" / Rispose il vecchio dalla barba antica / "Il culo e' culo... ma la fica e' fica!!!"

27.          Ei fu, siccome immobile dato il mortal sospiro / prese la bicicletta e si fece un altro giro./ Dall'alpi alle piramidi, dal Manzanarre al Reno/ correva come un matto e gli si ruppe un freno.

28.          La vispa Teresa
  La vispa Teresa
Avea con l'erbetta
Rollato una canna
PiĚ o meno perfetta.
  Fumando giuliva
Da locomotiva
Gridavą un po' fiacca
«Mi scappa la cacca!»
  Dal bosco spuntando.
un lupo arrivė
«Mi fai fare un tiro?»
Lui le domandė.
  «Ma lupo cattivo
Devi essere pazzo!
Tu vuoi fare un tiro?
Attaccati al cazzo!»

29.          Quanti poeti occorrono per cambiare una lampadina? Tre! Uno per maledire l'oscuritą, uno per accendere una candela e uno per cambiare la lampadina.

30.          In un WC: Lo disse Socrate, lo confermė Santippe / che Ź meglio 'na scopata che cento pippe...

31.          Un poeta che legge i suoi versi in pubblico puo' avere altre cattive abitudini. (Robert Heinlein)

32.          Un poeta sta passeggiando amabilmente in un parco, immerso in profonde riflessioni, quando, da dietro un cespuglio, vede sbucare all'improvviso una splendida ragazza: alta, mora, prosperosa... una Venere, insomma. Ne e' subito colpito. Improvvisamente ispirato da cotale idilliaca bellezza, decide di dedicarle una poesia. Tuttavia non ha con se' nulla su cui scrivere, pertanto le si avvicina e, sorridendo, le chiede: "Mi scusi, gentile signorina, non avrebbe un foglio di carta?". "No gguarda, me spiasce... me so' pulita pur'io co' 'na manciata de foje!"

33.          Poesia di Enzo Iacchetti: Cara/ scendo un attimo a comprare le sigarette,/ disse un giorno alla sua moglie/il signor Beppe/ e non torno' mai piu' / ando' a comprarle in PerĚ,/coi soldi messi via/si compro' una tabaccheria./Non lo trovarono mai/alla faccia della Raffai! (Enzo Iacchetti)

34.          [ Sull'aria di 'Teorema' di Marco Ferradini] Prendi una donna prendila a ore/ meglio se e' di colore/ la tieni un mese/ poi la saluti e non le dai i contributi. (Stefano Nosei)

35.          Le ragazze serie son rimaste in tre/ una e' mia sorella ma non abita con me / le ragazze serie l'ultima sei tu / se pulisci il water / non ti lascio piu'. / Le ragazze serie non ci sono piu' /non ho piu' camicie/ puzza il mio ragu'. (Poesia di Stefano Nosei sull'aria di 'Le ragazze serie' di Marco Masini)

36.          Le cinque della sera: Erano le cinque della sera, le cinque della sera, le cinque della sera, sull'orologio fermo. (Gino Patroni)

37.          [Sull'aria di 'La guerra di Piero' di De Andre']. Dormi sconvolto in un campo di grano/ non era nero non e' pakistano/ che ti fumavi all'ombra dei fossi/ ma erano mille papaveri rossi./ Lungo le sponde del mio torrente/ voglio sconvolgermi/ come un demente/ con pezzi di fumo e di pakistano/ portati in braccio dall'africano. (Stefano Nosei)

38.          Razzismo di poeta: Ti odio, zingaro: perché non fai rima con niente. (Paolo Cananzi)

39.          Eros stanco (poesia di Vasco Mirandola). Mi sono spogliato/ vestito da nudo/ ho fatto una doccia/ mi sono infilato un pigiama/ di cotone leggero/ (quasi un fruscio)/ Mi aspettavi nel letto/ la camicia scostata/ abbiamo spento la luce/ abbiamo riacceso la luce/ hai spento la luce/ ho riacceso la luce/ abbiamo pensato/ che non era serata. (Vasco Mirandola)

40.          Dal bulbo/ nacque un fiore./ Sul fiore una farfalla / che un uomo catturo'. / Con la rŹtina. (Angelo Abbate)

41.          Poesia di Enzo Iacchetti. Oh Tarlo. Gnam Gnam Gnam Gnam/ Gnam GnamGnam Gnam/ Uop/ Gnam Gnam/ Gnam Gnam/ Gnam Gnam Gnam Gnam/ oh no!/ Il mio comodino del '600. Nota: Uop: piccolo rutto. (Enzo Iacchetti)

42.          Tutti sono capaci di vedere l'aspetto poetico di un bel tramonto: pochi sanno vedere quello di una patata lessa. (Giorgio Mazzoldi)

43.          Cadendo dal balcon, Suor Margherita, / scivolė sul cazzo dritto di Fra' Carlo. / Si ruppe il cul, ma si salvė la vita./ Si domanda se debba ringraziarlo.

44.          Il primo uomo che paragono' la donna a una rosa fu un poeta, il secondo un imbecille. (Georges Courteline)

45.          La Giustizia.
Dea fulgente, d'ogni colpa immune,
maestosa, altera, incontaminata,
passa nel mondo la giustizia umana,
           
ed e' una gran puttana!

Cinta d'allori, nel suo tempio assisa,
dove per tutti si proclama eguale,
per la bonta' de' sacerdoti suoi,
            la fotti come vuoi!

Talor la spada col suo pugno abbassa,
le bilance depone e, impunemente,
tra i ceppi pur di mille leggi oppressa,
            decide con la fessa!

Ingenuo, ahime', chi per le vie legali
spera il trionfo delle sue ragioni:
fidente aspettera', tranquillo e muto,
            e restera' fottuto!

Menzogna e' delle leggi la tutela,
follia la fede e la virtu' d'Astrea:
della Giustizia il sacro ministerio
            e' tutto un fottisterio!

Io pur non cessero' - per la mia toga -
di millantare i giudici, i processi,
le leggi austere, le sentenze dotte,
            e... il cazzo che li fotte!

Ma se qualcuno il mio diritto offende,
faro' giustizia con le proprie mani
e l'offensore, delinquente o pazzo,
            mi cascherebbe il cazzo!

46.          "A CAPO CHINO". / Ho affrontato la vita cosi', / a capo chino, / sempre... / A capo chino nell'amore.../ per venti anni non ho creduto alla Befana... / poi ne ho sposato una... / A capo chino nel lavoro... / ragazzo di ascensore in un albergo... / io che soffro di claustrofobia... / Poi, un giorno,  improvvisamente,/  ho deciso di alzare la testa... / E' stato un attimo... / S T R A P P O /   D E L L A / T E R Z A /  V E R T E B R A /  C E R V I C A L E !! (Corrado Guzzanti da "POE'SIE, ANGOSSIE & ALTRE STORIE")

47.          Un giornalista chiede ad un poeta beat: "Ma lo scrivere poesie le rende dal punto di vista economico?". E lui risponde: "Si', ma solo quando scrivo a mio padre di mandarmi un assegno".

48.          Che differenza c'Ź tra poesia e prosa? La poesia dice troppo in pochissimo tempo, la prosa dice poco e ci mette un bel po'. (Charles Bukowski)

49.          Ogni uomo Ź un poeta. (Charles Bukowski)

50.          Un poeta puė sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa. (Andy Warhol)

51.          In genere i poeti gobbi sono bravini, finché non esagerano. Leopardi ad esempio Ź abbastanza bravo perché non Ź che la sventolava sotto il naso a tutti. Quasimodo invece faceva proprio schifo a guardarlo, con quella gobba, e infatti lo chiamano poeta emetico. E poi che cazzo ne sanno i francesi di poesia!

52.          Sboccian le tette dalle magliette diafane e timide ballano strette, crescono gambe alle gonne, son rette alcune, altre ricordan perette, Ź tempo di peli vene cerette, Ź tempo che gli occhi diventan barchette, nuotano gai, sai mai come le mani pronti a far guai. (Vasco Mirandola)

53.          Tum   tum   tum
nell'attimo che precede il risveglio
tum tum tum
quando sto ancora a metą tra veglia e sonno
tum tum tum
sento solo il dolce rumore del mio cuore
tum tum tum
che mi rassicura che sono ancora vivo
tum tum tum
fra un attimo sarė del tutto desto
tum tum tum
e questo rassicurante rumore
tum tum tum
lascerą il posto al meno calmo baccano della vita.
tum tum tum
TUM TUM TUM
TUM TUM TUM
... vicini di merda,
vi sembra questa l'ora di attaccare i quadri?

54.          Il poeta comprende la natura meglio dello scienziato. (Novalis)

55.          So che la poesia Ź indispensabile, ma non saprei dire a che cosa. (Jean Cocteau)

56.          Poesia bonsai: "Fermi tutti: questo e' un rap...ino". E faccio un rap.../ e faccio un rap e faccio un rap e faccio un rap/ Ma faccio un rap che dura poco/ se no vi annoio./ Lo so che io vi annoio io vi annoio io vi annoio. / E' un rap che dura poco/ ma tanto poco tanto poco tanto poco / che in men che non ti dico / e' gia' finito. (Enzo Iacchetti)

57.          Poesia bonsai: "Cosa vuoi che ti dica: se la amo la amo!". Faccia di me / quello che vuole/ come quando l'altra sera/ mi ha costretto ad inginocchiarmi/ davanti a sua madre. / Faccia di me / quello che crede/ come quando al ristorante / mangiando gli ossi buchi / vuole sempre il mio midollo./ Faccia di me quello che vuole/ Faccia di me quello che vuole/ Faccia di me...e...e...rda. (Enzo Iacchetti)

58.          La pittura Ź poesia silenziosa, e la poesia Ź pittura che parla. (Simonide)

59.          LA CAVALLINA STORNA (Omaggio a Giovanni Pascoli). / Oh cavallina, cavallina storna / ho puntato tutto su di te / e non ti qualifichi nemmeno tra i primi tre. (Gino Nebiolo)

60.          M'illumino d'immenso... e se mi attacco alla corrente... m'illumino ancor piĚ intensamente.

61.          POETA, s.m.: Autore che deve andare a capo ogni quattro parole per assicurarsi che la gente legga quel che scrive.

62.          Chi e' un poeta? Uno che va preso per il suo verso.

63.          Poesiola: Seduta sudata / s'Ź data bagnata / sedata sedotta / sedotta bigotta / Carlotta mignotta! (Da:Pluto (pippo@pippo.it)

64.          Gara di poesia tra Dante, Boccaccio e Petrarca. Il tema consiste nel descrivere il modo di godere a poco prezzo. Inizia Boccaccio declamando: "Sorge il sole e il vento spira, io vado a puttane e spendo una lira"; prosegue Petrarca: "Sorge il sole e il vento spira, mi faccio una sega e non spendo una lira"; infine Dante declama: "Sorge il sole e il vento spira, mi faccio inculare e guadagno una lira".

65.          L'ultima Poesia. / Le rose sono rosse / Le viole sono blu / Se io fossi un poeta / La poesia farebbe rima. (Slartibartfast)

66.          Poesia: Nostalgia di primavera. MAGGIO... m'aggio cagato ė cazzo. (Mr Oba Oba)

67.          Poesia: Paura d'amare. T'amo. Temo (Leonardo Manera)

68.          Orgia a Carmagnola.
 S'ode a destra un mandrillo che tromba;
 a sinistra risponde una squillo:
 d'ambo i lati calpesto chi impiomba
 ed imbratta di seme il terren.
 Quinci spunta per l'aria un cazzillo;
 
quindi un altro s'avanza spiegato:
 ecco appare un uccello tarchiato;
 ecco un altro che in bocca mi vien.
(lume)

69.          La poesia solo in piccola parte si trova negli innumerevoli libri detti di poesia. (Benedetto Croce)

70.          Il 5 Maggio
Ei fu.
Siccome immobile
dato il mortal sospiro
stette la mia automobile
spider da capogiro.
Cosď percossa e attonita
la chiave un giro fa...
Muta!
Pensando all'ultimo conto
dell'uom fatale
né so quando una simile
cifra su una cambiale
l'esiguo patrimonio
a prosciugar verrą.
Ei si nomė meccanico
di cacciavite armato.
Sommesso a lui mi volsi
come aspettando il fato.
Ei silenzio!
E sul carrello
incominciė il lavoro.
E sparve.
Ed i pistoni
saggiė con una sonda
tolse la retromarcia
e mise la seconda.
E subito fu fumo
e di bruciato odor.
Dall'Alpi alle Piramidi
dal Manzanarre al Reno
sarebbe andata meglio
se avessi tolto il freno.

71.          I poeti sono dei piccoli animali, in quanto emettono dei versetti. (Dr. ICE)

72.          Nella poesia foglio su foglio ...fa risma? (Dr. ICE)

73.          Ludovico Arrosto: poeta epico la cui casa ando' a fuoco tre volte. Lď compose l'"Urlando furioso"

74.          La poesia e' un pezzo di prosa dove ogni tanto si va a capo!

75.          Ma se litigo con un poeta... mi risponde per le rime? (Scirio). "No, ti fa i versacci".. (Enotrio Pallanzo)

76.          Palmo ardito
(Carducci - Brancaleone)

L'asta su cui scorreva
la pargoletta mano,
 
il viscido membrano
nelle mutande a fior,

   del muto cesso lindo
   facesti tua dimora,
   e lď passasti ogn'ora
   a farti quel lavor.

La mano ormai piagata,
i polpastrelli come un geco
tua madre, disperata:
"bRAZIL, diventi cieco!!!"

   nella usenet fredda
   unico amico, negro:
   Motumbo, da didietro
  
risveglia in te l'amor
(Brancaleone)

77.          *** La principessa sul piZtello ***
C'era una volta – e forse ancora adesso –
una serena e bella principessa,
ch'aveva un far d'un candido e dimesso;
fin quando un dď, mentr'era genuflessa

in picciole orazion, vide il riflesso
nel suo specchio d'una gran cosa spessa,
del suo Guardian d'Onor, che s'era messo,
con l'arma propria, per benin "compressa".

Compressa l'arma, inperciocchŹ "gonfiata",
ma la madama, ch'era curēosa,
dolendo si chiese: «E' forse malata???»

Ma quel guardēano, in poche battute,
la prese veloce! Ed ella, giocosa:
«Che dico malata? E' TUTTA SALUTE!!!»

78.          Il Puttanone
(De André - Brancaleone)

All'ombra dell'ultimo lampione
s'era assopito un puttanone
e aveva uno schizzo lungo il viso
come una specie di sorriso

venne al viale un marocchino
due palle grandi come un cestino
rotta al cavallo la cucitura
da cui spuntava la minchia dura

e chiese alla troia dammi il buco
sono ingrifato come un lupo
disse alla troia dammi la fica
che mi so rovinato palmi e dita

le gambe dischiuse gaia al giorno
l'aveva  larga come un forno
ma l'infornė come fosse pane
di dimensioni disumane

e fu questione d'un momento
e il negro le era tutto dentro
poi via di nuovo sul viale
altri clienti ad adescare

venne al lampione un trollettino
mostro, coglione e un po' bruttino
non la voleva mora o rossa
per lui bastava fosse russa

niente parole discorsi
offrď diretto pochi eurozzi
non te lo voglio metter dentro
ma dimmi delle ferrovie lo scartamento

ma all'ombra dell'ultimo lampione
si presentė anche il pappone
disse incazzato come un toro
"bRAZIL, non disturbar tua mamma al lavoro"
(Brancaleone)

79.          M'illumino d'incenso. (Ungaretti religioso) (Giulio Severini) 

80.          Leopardi ebbe un unico grande amore nella sua vita. Quando lei lo lasciė, lui scrisse "il passero solitario". (E_A_N-8)

81.          La vispa Teresa avea tra l'erbetta
Dal culo emessa gentil scorreggetta
E tutta in festa nasandola fresca
gridava da matta: "L'ho fatta
! L'ho fatta!"
A lei supplicando la natura gridė:
"Vivendo, respirando che  male ti fė?
Tu si mi fai male sporcandomi l'aere!
Deh! Trattieniti che anch'io son figlia di Dio!".
Teresa, pentita, di colpo arrossď,
dischiuse le chiappe e un'altra sfuggď.
(Guru)

82.          Le Poesie di Kuerkulis tratte dall’opera “La Camporella”
1) Ascolta le mie parole sante/che in camporella bisognerebbe consocer fiori e piante/ perché sai mai che sei lď che cerchi la F.ca / e ti trovi invece la cappella nell’ortica.

2) Queste son frasi di uno che non mente/ prima della camporella esplora l’ambiente/perché qualche problema puoi aver con la ragazza/ se la stendi per sdarinarla sopra fresca bovazza.

3) Or ti darė una dritta atomica/ che in camporella Ź utile la pratica agronomica/ che se ti sdrai con la donna di cui hai fame/ non farlo nel periodo che hanno dato giĚ il letame.

4) Ascolta il mio consiglio per quanto fosco/ attenzione alla camporella in bosco/ che cerchi godimento ma, destin gramo/ ti trovi nel culo un grosso ramo

5) questo consiglio Ź stato ahimŹ sperimentato/ dei guai in camporella in campo coltivato/che magari pensi di trombare a tutte l’ore/ ma sopra i marroni ti passa un trattore.

6) o io che di queste cose sono il vate/ occhio alla camporella nell’estate/ che prima indulgi in pratiche a te care/ e poi conti sulle chiappe i beccotti di zanzare.
(Kuerkulis) kuerk@libero.it

83.          "Oh Antonietta" - Poesia di Giuseppe Giacobazzi
Capello platinato, gonna corta
agile e scattante come una pantera morta.

Mi aveva detto che eri un'amante ingorda
Perė bisognava urlare perché eri sorda.
Venisti verso di me, pensai: ha gli occhiali ma Ź una bella donna,
in quel mentre davi una picconata di faccia contro una colonna.
Ti offrii da bere tu dicesti: solo un bicchierino,
sparirono tre bottiglie perché bevevi come un alpino.
Andammo a casa tua e hai detto: sono un po' sudata, pazienza.
In realtą puzzavi come la distilleria di Faenza.
Ti sei tolta gli occhiali e andavi a tastoni
e ti sei bevuta ad occhi chiusi due bottiglie di Peroni.
E per dimostrarmi che eri una tipa tosta,
da due metri con un rutto, hai ammazzato una mosca.
Per baciarti, dicesti, voglio avere l'alito sopraffino,
e in un colpo ti sei scaraffata una boccia di vino.
Mi hai guardato di sbieco e mi hai detto: vedrai sarė grande,
e nel togliertele ti si Ź ingavagnato un orecchino nell'elastico delle mutande.
Oh Antonietta,
ti ho slegata, messa a letto e con dolcezza ti ho chiesto: va meglio nasino rosso?
Mi hai detto si e con un sorriso beato te la sei fatta addosso! 
(Giuseppe Giacobazzi)

84.          L'infinito di Leopardi Ź un'opera incompiuta? (Bilbo Baggins)

85.          La mattina non mangio: penso a te. /A mezzogiorno non mangio: penso a te. /La sera non mangio: penso a te. /La notte non dormo: HO FAME.

86.          Sapete cosa differenzia un dentista da un dantista? Il dentista vi addormenta un dente per dieci minuti, mentre il dantista vi fa dormire per tutto il tempo in cui parla di Dante! (Bilbo Baggins)

87.          Qual e' la disperazione maggiore del poeta? Non trovare nulla che vada per il verso giusto! (DrZap)

88.          Sacrestano con la passione per la poesia compie la sua ultima opera dandosi fuoco... M'illumino d'incenso. (Brancaleone)

89.          Chi sono i piu' grandi poeti della terra? Gli animali, perché si esprimono sempre in versi. (DrZap)

90.          Commento di un poeta all'uscita dal gabinetto: "Che feci ... che feci!"

91.          La mia segretaria legge sempre Pascoli e Manzoni... che sia una vacca? (DrZap)

92.          Il 5 maggio di Manzoni. "Ei fu, siccome immobile dato il mortal sospiro/ io gliel'avevo detto che non era capogiro". (da 'Sempre cara mi fu quest'ernia al colon-il libro dei fincipit' di Alessandro Bonino e Stefano Andreoli, Mondadori)

93.          Io sono un poeta e un po' no.

94.          Sono tempi AVversi, si parla quindi solo in rima! Periodo favorevole per i POeti che insieme agli ARNOeti ci regalano fiumi di poesie! (Pierluigi Cavarra)

95.          La poesia Ź una malattia del cervello. (Alfred Victor de Vigny)

96.          Scrivevo un po' di tutto, in particolare poesie. Vorrei citarvene almeno una: "Nel mezzo del cammin di nostra vita/ Mi ritrovai per una selva oscura...". Poi va avanti. E' lunghissima. L'ho letta a un mio amico che mi ha detto: "Ma questa e' la Divina Commedia!". Io mi sono schermito: "...Divina... Diciamo carina...". (Claudio Bisio e Antonio Catania)

97.          Lettera di rifiuto di una poesia intitolata 'Perché sono vivo?'. Perché ha inviato la poesia per posta. (Eugene Field)

98.          Leopardi : felini gobbi che si aggirano nelle campagne di Recanati. (da 'Sveltopedia')

99.          Trovo incongruente che CARDUCCI abbia scritto "t'amo pio bove". PRATI o PASCOLI sarebbero autori piĚ adatti. (Renato R.)

100.       Mi piace Ungaretti, che Ź un ermetico. Al mio amico Marco non piace, anzi, gli procura conati di vomito: per lui Ź un EMETICO. (Matteo Morbio)

101.       A scuola eri cosď lento ! Mi ricordo quella volta quando leggevi la poesia e l'Infinito di Leopardi ti disse: «Basta! Hai vinto tu!». (Peppe Iodice)

102.       Bardotto: giovane apprendista poeta e cantore. (Bilbo Baggins)

103.       Perché Giacomo Leopardi scriveva poesie? Perché a memoria non se le ricordava!!! (Roberto Carrori)

104.       L'unico poeta classico conosciutissimo ai giorni nostri Ź virgilio.it (Renato R.)

105.       Un noto poeta aveva un'amica che la dava a tutti. Si ammalė di blenorragia (o gonorrea); guarď e lui le dedicė l'ode "All'amica risanata": Ugo fo...SCOLO. (Renato R.)

106.       Mi Ź venuto a trovare un mio amico, Ź un poeta, particolare, non sbuffa, non starnutisce, non rutta, non scoreggia... Ź un poeta ermetico. (Dr.Tarr)

107.       La professoressa di italiano: "Parlami dell'Inferno di Dante...". La studentessa: "Dante, nella Divina Commedia deve navigare con Caronte, ma non ci riesce. Allora chiede aiuto a Virgilio, che infatti Ź un ottimo motore di ricerca...". (Maria Di Biase)

108.       Un poeta puė sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa. (Andy Warhol)

109.       Leopardi passava molte ore allo zoo di Recanati: gli piacevano molto i versi degli animali! (DrZap)

110.       Nel medioevo si pensava che Dante fosse nato in Versilia. (DrZap)

111.       D'Annunzio e' stato uno dei piu' grandi poeti del '900 italiano, tanto da essere chiamato "Il Vate". Alla fine della sua vita si rinchiuse al Vittoriale. Per questo gli italiani lo chiamarono il vate-closet. (DrZap)

112.       La donzelletta vien dalla campagna in sul calar del sole. Attraversa la tangenziale e poi muore. (Baz 4.0)

113.       Un poeta puė sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa. (Andy Warhol)

114.       Oggi in Grecia ci sono molti poeti. Alcuni sono ispirati dalle muse, altri dovrebbero portare le muse...ruole. (DrZap)

115.       Il mondo gay e' alla ricerca di un vasto componimento poetico che inneggi all'amore omosessuale. Di tale opera se ne sta occupando un mio amico professore universitario. L'opera si intitolerą semplicemente "Bucolica". (DrZap)

116.       Ogni tanto mi diletto a scrivere delle poesie in versi sciolti. Poi le sottopongo alla critica di un mio amico professore universitario di lettere. Ieri mi ha detto: "Secondo me i tuoi versi sciolti dovresti tenerli legati piu' stretti". (DrZap)

117.       Leopardi aveva la pelle a chiazze? (Zap)

118.       Certi giorni mi sento un grande poeta. Compongo versi divini bevendo vini diversi. (DrZap)

119.       DANTE - Grande poeta che decise chi mandare in paradiso, all'inferno e in purgatorio. Da cui il famoso 'Dante del giudizio'. (Zap)

120.       I poeti intimisti erano quelli che componevano i loro versi in mutande? (DrZap)

121.       Nel mezzo del cammin di nostra vita mi imbattei in una selva oscura...  (Dante Alighieri ricordando un incontro con prostituta avvenente) (Nonciclopedia)

122.       Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai nel culo una matita. Oh che gioie! Oh che dolori! E' una Bic multicolori! (Dante Alighieri nell'introduzione della Divina Commedia)

123.       Repubblica, per San Valentino poesie d'amore lette da Roberto Saviano. Sfidando le minacce dei poeti. (Lia Celi)

124.       Dante, da giovane, era molto grasso e si sottopose ad una dieta ferrea. Quando si misurė la circonferenza dei fianchi, tirė un sospiro di sollievo e scrisse La VITA nova e pensė che, visti i risultati, poteva scrivere anche Il Convivio. (Renato R.)

125.       M'illumino d'imene. (Stefano Pazqo Brancaleone)

126.       Consulenti Onu: via la Divina Commedia dalle scuole, Ź omofoba e razzista. Gią, sembra scritta nel Medioevo. (Lia Celi)

127.       "La Divina Commedia Ź razzista: via dai programmi". Assurdo! Poi proporranno di togliere la matematica, piena di diseguaglianze e disparitą. (IdeeXscrittori)

128.       La DivinaCommedia considerata antisemita e omofoba. Un po' come Bibbia e Corano. (Micro Satira)

129.       Mi piace MONTALE, ma con gli accenti giusti mi piace di piu'.

130.       Tecnicamente, l'autore della DivinaCommedia non era omofobo: ce l'aveva solo coi sodomiti. Non per nulla si chiamava Dante. (EngyOhEngy)

131.       Dopo la censura della DivinaCommedia il WWF chiede quella delle pitture rupestri del Paleolitico, istigano alla violenza contro gli animali. (Cesare Fronteddu)

132.       Lo sapevate che i poeti intimisti componevano i loro versi in mutande? (Nonciclopedia)

133.       Oggi 21 marzo e' il giorno della poesia. Occhio che oggi rispondo per le rime. (ioguido)

134.       Tonino Guerra nelle ultime settimane era stato ricoverato per accertamenti, ma rimandato a casa.  Letale l'ottimismo dei medici. (FrandIben)

135.       Misteri della storia. Quando Leopardi era stanco, le gambe gli facevano "giacomo-giacomo"? (Vincenzo Visciotto)

136.       Dante, nella Commedia, secondo il suo giudizio, mette i nemici all'Inferno e gli amici in Paradiso: il Dante del giudizio. (Renato R.)

137.       Visto che Leopardi, per licenza poetica, usa "il zappatore" al posto di "lo zappatore" e tenuto conto che, in latino, "minor (natu)" significa "piĚ giovane". si puė dire che due nipoti, appartenenti al ramo cadetto, sono "Figli di un ZIO minore ?" (Renato R.)

138.       1) Poeta interessato all'automobilismo: Cardarally
2)     "          "                     alle donne: Montale
3)     "          "                  ai gay         : UngaRETTI
(Renato R.)

139.       Le bucoliche di Virgilio gli furono ispirate dalle sue coliche gassose? (DrZap)

140.       Ma in Versilia, che minchia di versi faranno? Boh... (Fabio Carapezza)

141.       Molti concittadini di Orazio soffrivano di insufficenza VENOSA. (Renato R.)

142.       Nell'Orlando furioso, il protagonista impazzisce e Astolfo si reca sulla luna per recuperarne il cervello: la luna nel pAzzo. (Renato R.)

143.       Dante Alighieri, nel fare colazione, declamė: "Nel mezzo del cammin...", poi gli andė di traverso la brioche... Quando si fu ripreso, disse: "Stamattina, ho mangiato un po' di-verso !". (Renato R.)

144.       Non ti piacciono le Poesie? Le Odi? (egyzia)

145.       La pittura Ź poesia silenziosa, e la poesia Ź una pittura che parla.

146.       Lessi Croce, l'Estetica, dove dice che tutti gli italiani fino a diciotto anni possono diventare poeti, dopo i diciotto chi continua a scrivere poesie o Ź un poeta vero o Ź un cretino. Io, poeta vero non lo ero. Cretino nemmeno. Ho scelto la via di mezzo: cantante. (Fabrizio de André)

147.       Ma se litigo con un poeta... mi risponde per le rime?

148.       Beatrice fece un gesto di saluto e abbozzė un sorriso. Per questo Dante scrisse 14.233 versi. E se gli avesse dato un bacio con la lingua quanti ne scriveva? Grazie Beatrice, di essere stata tanto onesta pare. (Massimo Cavezzali)

149.       Oggi Ź la giornata della Poesia e voglio celebrarla con una poesia del compianto Taricone: Sempre caro mi fu quest'ermo collo. (Lughino Viscorto)

150.       Carducci scriveva: "Ansimando fuggia la vaporiera,/mentr'io cosď piangeva entro il mio cuore". Una moltitudine di pendolari, bloccati in treno dalla neve, oggi potrebbe dire: "Piangevo io, dentro la vaporiera/ferma, per neve, in mezzo alla brughiera". (Renato R.)

151.       Quando un tribunale militare giudica degli epigrammi, assume la denominazione di corte MARZIALE. (Renato R.)

152.       Montale Ź l'autore preferito dall' Ikea.

153.       Ostentava un italiano infarcito di citazioni della Divina Commedia. Pedantesco. (egyzia)

154.       Era un poeta timido e alle prime armi. Non aveva mai baciato una rima. (MGF)

155.       Il topolino poeta in crisi creativa, forse non Ź ispiratto? (Fabio Carapezza)

156.       Dante + Dante... (sommo poeta) (Gianni Passarelli)

157.       Ma quando fanno il bypass ad un poeta usano la vena poetica? (DrZap)

158.       A Benigni, e smettila di declamare la "Divina Commedia", stai a diventą, pedante. (Mariassunta Di Matteo)

159.       Dante, Diavolo, Dio. (La Divina Commedia in 3D) (Lilla Ria)

160.       Elegia: componimento poetico in cui s'inneggia alle ciliegie. (Bilbo Baggins)

161.       Pascoli si sedette davanti ad un piatto di lasagne e polpette dell'Ikea e...sonė alto un nitrito ! (Renato R.)

162.       Sillogismo. Leopardi dedicė un canto "Ad un vincitore nel pallone". I giocatori di pallone si esibiscono nello stadio. Lo stadio in cui si esibiva il giocatore del Leopardi era il Ma-RECANA'. (Renato R.)

163.       Pochi sanno che fu scritto un saggio sull'apparato digerente del Sommo Poeta. L'interno di Dante. (Daniele Totolo)

164.       "Silvia, tiri membri ancora?" (Andrea Saccomani)

165.       Molti ammirano la Divina Commedia. Alcuni la trovano pe...DANTE. (Renato R.)

166.       I poeti non ne azzeccano una. "Aveva le labbra come una ciliegia". Piccole, tonde e con il nocciolo? Ah! (Terry Pratchett)

167.       L’aforisma Ź un breve spreco di tempo. La poesia Ź un completo spreco di tempo. Il romanzo Ź un monumentale spreco di tempo. (Don Paterson)

168.       Qual Ź il colmo per un pastore? Leggere Giovanni Pascoli. (Oltreuomo)

169.       Nella versione ebook quella di Foscolo si chiama "le ultime email di Jacopo Ortis". (Teo Guadalupi)

170.       Di Achille si sa che fosse un eroe piuttosto peloso, anche Omero ne parla nel proemio dell'Iliade: "Cantami, o diva, dei peli di Achille...". (Cristina Foti)

171.       Ho comprato un kit per poesie. C’Ź un mare, una luna, un io, un tu, un noi, un cuore, un bacio. Ora devo solo capire come va montato. (ilfascinodelvago)

172.       La sensibilitą non Ź donna... la sensibilitą Ź umana. Quando la trovi in un uomo... diventa poesia. (Alda Merini)

173.       Lo chiamavano il poeta water... scriveva certe cagate! (Valentinaries)

174.       Ho visto una rima baciata dare un ceffone al poeta. (pierfranco brusati)

175.       Ho appena finito di leggere un romanzo. Era la storia di un gruppo di lombrichi dediti alle messe nere: "VerMetti Satanici".

176.       Un poeta maiale scrive versi in scrofe? (Fabio Carapezza)

177.       Deca-denti: poeti con solo 10 denti, le poesie pre-carie. (Tally)

178.       Lei: "Ci sono piĚ cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia". Lui: "Puoi citare chi ti pare, Clarabella, ma resti una vacca!". (Daniele Totolo)

179.       Orazio soffriva di parecchie patologie, soprattutto agli occhi. Dato che era nato al confine tra Puglia e Lucania, soffriva anche di insufficenza VENOSA. (Renato R.)

180.       Corre voce che Leopardi fosse molto affezionato allo Zio Baldone, che, confidenzialmente, chiamava Zi' Baldone. (Renato R.)

181.       Se vivi dei suoi respiri stai inalando anidride carbonica e morirai soffocato, poeta del cazzo!

182.       Per essere poeti, bisogna avere molto tempo. (Pier Paolo Pasolini)

183.       Ho una carie che mi sta facendo provare le pene dell'inferno: mi sa che domani andrė da un dantista... (Carlo Ripanti)

184.       Carducci ha influenzato molto la mia concezione dell'amore. "T'amo, pio bove": l'incipit che mi ha permesso di associare in maniera definitiva il 't'mao' e le corna. (Anna Valentina Farina)

185.       Le produzioni letterarie di Omero, sono vere e proprie opere d'arto. (Simone Scalzini)

186.       Nella seconda metą dell'800, Ź noto che il primo ministro Gladstone fu un grande studioso di Omero e di Dante, cosa, quest'ultima, assai ardua per un Inglese. David Cameron Ź un grande studioso di Leopardi. L'ultimo suo pronunciamento: "Neanche un migrante in Inghilterra" Ź dovuta ad una sua interpretazione dell'ultimo verso de "L'Infinito": 'e naufragar m'Ź dolce in questo mare'; di solito, s'intendeva: 'm'Ź dolce (=gradito) naufragare in questo mare'. Il Cameron, invece, ritiene che "naufragare" sia un verbo sostantivato: "il naufragare" (come il mangiare, il bere, il credere ecc.), ed interpreta: "il naufragare (il fatto che si naufraghi ed avvengano naufragi) in questo mare, m'Ź dolce (=gradito)". (Renato R.)

187.       750 anni fa nasceva Dante Alighieri. Si mise a piangere appena gli dissero che non esiste il Segno della Lonza. (franco kappa)

188.       La poesia dedicata dal Carducci al suo figlio deceduto prematuramente Ź politicamente scorretta: un suo verso recita "Sei nella terra negra"! Bisogna organizzare una petizione affinché questo verso venga sostituito con "Sei nella terra di colore"! (Antonello Iaccarino)

189.       "Per aver intascato monete d'oro al canal televisivo nazionale,
il Benigni si esibď d'obbligo al Senato come buffon di corte".
(Petrarca) (Luca Nava)

190.       04 MAGGIO: 750 anni fa nasceva Dante Alighieri. L'ultimo a preferir Virgilio a Google. (ATP) (Mario Zeudo Punterco)

191.       Era un poeta ondivago : Giovanni Basculi. (Luca Moretti)

192.       La Columbia University “mette al bando” le Metamorfosi di Ovidio perché disturba la psiche. E pare che gli ebrei siano finiti nei forni perché i bimbi tedeschi avevano letto “Hansel e Gretel”! (Spinoza.it) (Birbo Bicirossa) (Bilbo Baggins)

193.       C'era un poeta che aveva tre nasi e mezzo: componeva settenari. (Antonello Iaccarino)

194.750 anni da nascita Dante Alighieri, ‎Benigni al Senato. Per l'occasione i presenti hanno sollevato la bocca dal fiero pasto. (Manuel Cerfeda)

195.       Il Petrarca era un illuso: "Chiare, fresche, dolci acque": non sapeva che ne sarebbe giunta la rottura. (Renato R.)

196.       "ROAR, ROAR!". "Ma che fai???". "Leggo dei versi di Leopardi". (Fibia)

197.       Stanotte ho sognato che era venuto a trovarmi il grande poeta latino Catullo: era proprio lui, in carme e ossa! (Antonello Iaccarino)

198.       Era un poeta con un'accentuata sensibilitą, che perė esprimeva nei suoi scritti con termini molto volgari. Ciė gli valse il soprannome di profondo rozzo. (Giuliano Gavagna)

199.       Poesia. Desiderio violento
Scende lieve la pioggia.
Tin. Tin. Tin.
Tin. Tin. Tin.
Tin. Tin. Tin.
T’incardinerei contro il muro. (Giovanni Mainato)

200.       "Nel XVIII canto della Divina Commedia, Dante ha scritto 'merda ". "Beh, scriveva in volgare. Che t'aspettavi?". (Raffaele Avallone)

201.       Silvia... tiri membri ancora?

202.       Ditirambo entra nel tempio di Dioniso e ammazza sei coreuti! (Geronimo Pitrelli)

203.       Secoli di poesia d'amore spazzati via dalla faccina con gli occhi a cuore di Whatsapp. (Gianni Solla)

204.       I poeti sono spesso persone antipatiche. Chi per un verso, chi per un altro. (Egyzia)

205.       7 aprile 1300 ...DANTE ALIGHIERI si perde nella "selva oscura" ed inizia cosď il suo viaggio nell'Inferno di cui parlerą nella Divina Commedia. Ne Ź uscito ieri da un buco delle trivelle in Basilicata...ha letto i giornali ed Ź rientrato subito indietro. (René Descartes)

206.       "Ed Ź subito sega" [Salvatore Quasigodo]

207.       Sono entrato in una osteria dove decantano poesie e ho chiesto "versi!". (Vincenzo Zoda)

208.       M'illumino d'immenso, gli lampeggio, spegne gli abbaglianti. (Effetti Collaterali)

209.       Vorrei avere la stessa fiducia di chi continua a scrivere poesie pur vivendo in un mondo di analfabeti funzionali. (Chiara Pontremoli)

210.       Ho due amici che detestano le poesie. Hanno pareri contro versi, pur essendo d'accordo tra loro. (Silvia Scaratti)

211.       "Ed Ź subito sega" [Salvatore Quasigodo]

212.       Rima: Daniela la fa con cautela.

213.       Poesia alla morte di Majorca. M'inumido d'immerso. (Sarė bre') (Pietro Vanessi)

 

E inoltre v. Poemetti goliardici (n=7)