LA SAGGEZZA

1.     L'uomo intelligente regala alla sua donna un pianoforte. L'uomo saggio le regala un organo verticale.

2.     Una volta un muto molto saggio scrisse: "Io non parlo con gli idioti". (Max Strazzari)

3.     L'umanita' si trova oggi ad un bivio. Una via conduce alla disperazione e alla completa impotenza, l'altra all'estinzione totale. Speriamo di avere la saggezza di scegliere bene! (Woody Allen)

4.     L'amore e' la saggezza del pazzo e la pazzia del saggio. (Samuel Johnson)

5.     Quando il saggio indica la luna con il dito... lo stolto guarda il dito.

6.     Agli esami gli sciocchi fanno spesso domande a cui i saggi non sanno rispondere. (Oscar Wilde)

7.     Intelligenza: quando ti accorgi che il ragionamento del tuo principale non fila. Saggezza: quando eviti di farglielo notare. (James Dent)

8.     La differenza tra il saggio e lo sciocco e' che il saggio fa errori piu' gravi perché nessuno affiderebbe decisioni importanti a uno sciocco.

9.     I proverbi si contraddicono. E' in cio' che si cela la saggezza dei popoli. (Stanislaw Lec)

10.  C'e' un angolo sciocco nel cervello dell'uomo piu' saggio. (Aristotele)

11.  Non preoccuparti del fatto che la gente non ti conosce, preoccupati del fatto che forse non meriti di essere conosciuto. (Confucio)

12.  Il saggio ha come palestra lo stupido.

13.  Lo sciocco non perdona e non dimentica. L'ingenuo perdona e dimentica. Il saggio perdona, ma non dimentica. (Thomas Szasz)

14.  Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire. Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa. (Anonimo)

15.  L'uomo ha raccolto tutta la saggezza dei suoi predecessori, e guardate quanto e' stupido! (Elias Canetti)

16.  Piu' sei saggio piu' hai da imparare.

17.  Un ottimista e' una persona che vede una luce verde dappertutto, mentre il pessimista vede soltanto lo stop rosso. La vera persona saggia e' cieca. (Albert Schweitzer)

18.  Lo stupido parla del passato, il saggio del presente, il folle del futuro. (Napoleone Bonaparte)

19.  La tragedia della vita e' che diventiamo vecchi troppo presto e saggi troppo tardi. (Benjamin Franklin)

20.  Colui che chiede e' uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede e' uno stolto per sempre. (Proverbio cinese)

21.  Cerca di conoscere te stesso, cosi' non rompi le scatole a me. (Corrado Guzzanti)

22.  Un ramo di pazzia abbellisce l'albero della saggezza. (Alessandro Morandotti)

23.  Man mano che aumenta la saggezza diminuiscono le occasioni di utilizzarla. (Alessandro Morandotti)

24.  Il primo passo verso la follia e' credersi saggio. (Fernando da Rojas)

25.  I pazzi aprono le vie che percorrono i savi. (Carlo Dossi)

26.  Se sei saggio, ridi. (Marziale)

27.  Tutta la saggezza umana si può riassumere in due parole: aspetta e spera. (Alexandre Dumas padre)

28.  Un uomo noto per la sua bonta' e rettitudine, ricevette un giorno la visita di un angelo il quale lo avvertiva che, in virtu' delle sue doti, il Signore aveva deciso di regalargli una tra le seguenti cose: 1. Infinita salute; 2. Infinita saggezza; 3. Infinito denaro. L'uomo scelse la saggezza. "Fatto", disse l'angelo, e scomparve. Il giorno dopo, l'uomo racconto' tutto alla moglie la quale, subito, chiese: "Allora, dimmi qualcosa di saggio". E l'uomo: "Avrei dovuto scegliere il denaro".

29.  Spesso la saggezza è più vicina quando ci chiniamo che quando c'innalziamo in volo. (William Wordsworth)

30.  L'uomo accorto impara dai propri errori, il saggio impara da quelli altrui. (anonimo)

31.  Gli uomini non sono saggi in proporzione tanto all'esperienza quanto alla loro capacità di fare esperienza. (Bernard Shaw)

32.  I beneducati contraddicono le altre persone. I saggi contraddicono se stessi. (Oscar Wilde)

33.  Non devi spiegare una cosa che non hai detto. (Commento di Calvin Coolidge)

34.  Credo ad un saggio quando gli ho sentito dire tre volte "dubito" e due volte "non so". (Alphonse Karr)

35.  Saggezza: provare una gioia più grande nel vedere dieci uccelli nel cielo che nel tenerne uno in pugno. (Julien De Valckenaere)

36.  Sembra che Donald Trump abbia abbandonato tutto per trovare la verità da solo. E' salito su un altissimo monte del Tibet dove vive un vecchio saggio, e quando l'ha incontrato gli ha chiesto: "Che cosa devo fare nella vita?". E il vecchio: "Mah, io lascerei il mercato immobiliare e mi butterei sulle obbligazioni".

37.  Saggio è colui che si stupisce di tutto. (Andre' Gide)

38.  Deve essere stato un uomo saggio a inventare la birra. (Platone)

39.  Il saggio cerca di raggiungere l'assenza di dolore, non il piacere. (Aristotele)

40.  Le persone sagge non dicono tutto ciò che pensano, ma pensano tutto ciò che dicono.

41.  Un giorno un Angelo del Signore apparve davanti al Papa Giovanni Paolo II e gli disse: "Giovanni Paolo, sei stato un Papa in gamba e Dio vuole ricompensarti. Devi scegliere tra tre regali: se scegli il primo regalo diventerai l'uomo più ricco in questa terra. Se scegli il secondo regalo, sarai l'uomo più saggio in questa terra. Se scegli il terzo regalo sarai immerso in un mondo circondato da una enorme bellezza. Quale scegli?". Il Papa ha scelse la saggezza. Il giorno dopo era domenica e la folla si raccolse sotto la sua finestra per sentire il discorso e ricevere la benedizione. Il Papa si affacciò e si mise a guardare la folla imbarazzato senza parlare. Ad un certo punto una signora gridò: "Santo Padre, diteci qualche cosa, illuminateci con la Vostra saggezza". E il Papa rispose: "Avrei dovuto scegliere i soldi".

42.  L'uomo saggio si fa i fatti suoi, ma si annoia da morire.

43.  Saggio è colui che non ha nulla da dire e tace lo stesso. (Helmut Muller)

44.  La saggezza non può essere trasmessa. La saggezza che un saggio tenta di trasmettere suona sempre simile alla follia. (Hermann Hesse)

45.  In ogni cosa è salutare, di tanto in tanto, mettere un punto interrogativo a ciò che a lungo si era dato per scontato. (Bertrand Russell)

46.  A un pranzo di gala uno dovrebbe mangiare con saggezza ma non troppo bene, e parlare bene ma non troppo saggiamente. (William Somerset Maugham)

47.  Il saggio sa di essere stupido, e' lo stupido invece che crede di essere saggio. (William Shakespeare)

48.  Solo i saggi possiedono delle idee; la maggior parte dell'umanità ne è posseduta. (Samuel Taylor Coleridge)

49.  Nella vita val piu' a volte una goccia di fortuna che non un intero barile di saggezza. (Diogene di Sinope)

50.  Se lo stolto persistesse nella sua stoltezza diverrebbe saggio. (William Blake)

51.  Quando succede un guaio gli stolti cercano il colpevole, i saggi cercano la causa, e quelli ancora più saggi se ne sbattono i coglioni. (Franco Kappa)

52.  L'uomo comune ragiona. Il saggio tace. Il fesso discute. (Pitigrilli)

53.  Spesso la reputazione di grande saggezza si ottiene col far nulla. (6a legge del senatore Sorghum)

54.  Chi poco sa, presto parla. (Maurizio Costanzo)

55.  L'arte di essere saggi è l'arte di capire a che cosa si può passar sopra. (William James)

56.  La saggezza è un punto di vista sulle cose. (Marcel Proust)

57.  Piu' uno ingrassa, più diventa saggio. Pancia e saggezza crescono insieme. (Charles Dickens)

58.  E' peggio non sapere che sapere il peggio. (Anonimo)

59.  Ascoltare significa sentir raccontare delle cose che si sanno da uno che le ignora. (Maurice Donnay)

60.  La saggezza non sta nel distruggere gli idoli, sta nel non crearne mai. (Umberto Eco)

61.  La saggezza non e' il risultato di un’educazione ma del tentativo di una vita intera di acquistarla. (Albert Einstein)

62.  Pensa a quanto è saggio un topolino, non affida mai la sua vita ad un solo buco. (da 'Truculentus')(Plauto)

63.  Un uomo saggio impara dall'esperienza, un uomo ancora più saggio impara dall'esperienza degli altri. (saggio cinese)

64.  Se sei talmente saggio da conoscere tutte le risposte, ma nessuno si preoccupa di farti le domande, t'incazzi come una belva. (Bilbo Baggins)

65.  Ieri mia madre mi ha dato una lezione di saggezza e prudenza. Le ho chiesto se avesse fumato mentre era incinta di me, mi ha ribattuto che non fumava mai tranne quando beveva whisky. Allora ho domandato se avesse bevuto whisky mentre era incinta. Mi ha risposto che non beveva mai whisky, tranne quando si faceva una canna, a quel punto volevo chiederle se si fosse fatta delle canne, ma ho pensato fosse più saggio e prudente non saperlo. (Bilbo Baggins)

66.  STORIELLA NARRATA DEL PICCOLO SAGGIO. (Saggezza Indiana).
Un giovane cherokee, sta interrogando un anziano della tribù sulle cose della vita: "Consigliami o saggio, io avverto un contrasto nella mia anima, una lotta terribile e mortale fra due nemiche fiere feroci. La prima è un lupo demoniaco.. gonfio di rabbia, invidia, ingordigia, lussuria, vanità, arroganza e rancore. L'altra è una fiera aquila, colma di gioia, amore, speranza, serenità e umiltà, sempre generosa e leale. Questo combattimento mi dilania le viscere, e non mi concede tregua, come posso farlo finire e raggiungere la pace?". "Questo scontro accade in tutti noi figlio mio, solo tu puoi farlo terminare, decidendo quale delle due belve, deve avere il sopravvento sull'altra". "Ma io non posso controllarle in nessun modo". "Si nutrono di te, perciò puoi sfamarne solo una, lasciando morire d'inedia l'altra". "Ma quale devo scegliere? La buona o la cattiva?". "Quella che ti dà gioia figlio mio, alimenta quella che ti dà gioia".    
P.S.  a quelli che non trovano divertente questa storiella. Attenti, vi trovate in mortale pericolo, il lupo demoniaco dentro di voi sta uccidendo la fiera aquila, attenti a voi. (Bilbo Baggins)

67.  TEST FINALE DEL PICCOLO SAGGIO.
Due possibilità.

Devi preoccuparti?
Esistono solo due possibili risposte.
O sei intelligente o sei stupido.
     1) Sei intelligente. Tutto è a posto e non devi preoccuparti.
     2) Sei stupido.

Se sei stupido ci sono due possibilità.
     1) Sei bello. Tutto è a posto e non devi preoccuparti.
     2) Sei brutto.

Se sei brutto ci sono due possibilità.
     1) Sei ricco. Tutto è a posto e non devi preoccuparti.
     2) Sei povero.

Se sei povero ci sono due possibilità.
    1) Pensi che tanto i soldi non fanno la felicità.
     Tutto è a posto e non devi preoccuparti.
    2) Ti ammali dal nervoso.

Se ti ammali ci sono due possibilità.
       1) Guarisci. Tutto è a posto e non devi preoccuparti.
       2) Muori.

Se sei morto ci sono due possibilità.
      1) Vai in paradiso.Tutto è a posto e non devi preoccuparti.
      2) Vai all'inferno e ci trovi tutti i tuoi migliori amici.
         
Se all' inferno incontri i tuoi amici ci sono due possibilità.
    1) Ti chiederanno se questa storielle sul bimbo saggio ti sono piaciute e tu risponderai Si.
     Tutto è a posto e non devi preoccuparti.
    2)Ti chiederanno se questa storiella ti è piaciuta  e tu risponderai No.

 Se risponderai No, ci sono due possibilità.
 .    1) Sei solo stupido, brutto, povero, ammalato, morto e andato all'inferno.
        A parte questo, tutto è a posto e non devi preoccuparti.
      2)  Ricomincia dall'inizio e cambia una delle risposte.
(Bilbo Baggins)

68.  L'ignorante sa molto. L'intelligente sa poco. Il saggio non sa niente. L'imbecille sa sempre tutto. (Antonello Fabio Parisi)

69.  Ci sono due regole nella vita. 1. Non faticare per piccole cose. 2. Tutto è fatto di 'piccole cose'. (Finn Taylor)

70.  Si puo' essere un uomo saggio e pensare alla bellezza delle proprie unghie. (Alexander Puskin)

71.  L’arte di essere saggi e' l’arte di capire a che cosa si puo' passare sopra. (William James)

72.  Solo i saggi dubitano. Ne sono sicurissimo. (Stellario Panarello)

73.  Il saggio non dice tutto quello che pensa, ma pensa a tutto quello che dice. (Aristotele)

74.  La stupidità deriva dall'avere una risposta per ogni cosa. La saggezza deriva dall'avere una domanda per ogni cosa. (Milan Kundera)

75.  La gente beneducata contraddice gli altri. I saggi contraddicono se stessi. (Oscar Wilde)

76.  Il saggio dubita, ma io ho il dubbio di essere uno stronzo... (Basil Fawlty)

77.  Benvenuti all'angolo della posta del Dr. Tarozzo. Anche oggi cercherò di dare una risposta sintetica ad alcune tra le migliaia di lettere che giungono in redazione. E infine una interessantissima domanda ci viene da Prosperino di Catania, il quale si domanda perché mai Gesù è nato nelle terre d'Israele e non - per esempio - in Italia. In realtà la risposta è alquanto ovvia: dove diavolo avremmo potuto scovare dodici uomini saggi che la pensino allo stesso modo e, soprattutto, una vergine?". Dott. Laido Tarozzo - Ass. Psyconline.com (Mauroemme)

78.  Sotto il sole di luglio il cervello non è mai saggio. (Proverbio cinese)

79.  Tutte le donne che aspirano al matrimonio dovrebbero ricordare che Atena, la dea della saggezza, non era sposata.  (Lopezzone)

80.  Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui. (Friedrich Nietzsche)

81.  L'uomo saggio sente una parola e ne capisce due. (Detto Yiddish)

82.  L'uomo saggio, anche quando trattiene la lingua, dice molte più cose di uno stupido che parla. (Detto Yiddish)

83.  Come tutti gli uomini anche il saggio e' pieno di vizi. Ma lui sa scegliere quelli cui abbandonarsi! (Bilbo Baggins)

84.  Come disse (o avrebbe dovuto dire) Confucio, il saggio sa quando non e' opportuno svuotare un pozzo nero con la cannuccia. (Leonardo Serni)

85.  I saggi sono contenti quando scoprono la verità, gli idioti quando scoprono la falsità. (Osservazione di Gabirol)

86.  Si riconosce un uomo stolto dal fatto che è pronto a morire per una causa. Si riconosce un uomo saggio dal fatto che è pronto a vivere umilmente per una causa. (J.D. Salinger)

87.  Antichissima storiella zen che ho appena scritto: il saggio della montagna! In un piccolo villaggio dell'India, una sera un uomo si sedette accanto agli anziani radunati accanto al fuoco, e li sentì parlare di un antico saggio, che viveva in eremitaggio in una grotta in cima alla montagna, e a quanti lo visitavano dispensava consigli di gran saggezza. L'uomo, che da tempo aspirava a divenire sapiente, attese con impazienza che arrivasse il giorno, e alle prime luci si mise in marcia per raggiungere il saggio della montagna che poteva illuminarlo. All'inizio la zona era densamente abitata, e il sentiero facile, e quindi prese a pensare tra sé a tutte le domande che gli sarebbe piaciuto rivolgere al saggio. Dopo un poco però, la via si restrinse ed il percorso divenne accidentato, e l'uomo iniziò a sudare e a domandarsi quali importanti domande avrebbe posto al saggio. Venne la metà del giorno, e l'uomo aveva trovato solo dell'acqua da bere, e nulla da mangiare, ma augurandosi che ne valesse la pena, continuò faticosamente ad inerpicarsi su di un tracciato aperto dalle capre. Infine arrivò l'imbrunire, e la cima della vetta era quasi raggiunta: ora si trattava solo di farsi strada tra un folto tratto interamente a rovi, armati di spine lunghe ed affilate. L'uomo fu sul punto di rinunciare, ma poi pensò a tutta la strada che avrebbe dovuto ripercorrere, e questa volta al buio, e decise di continuare per quell'ultimo pezzo. E mentre nutriva gli spietati rovi con la sua stessa carne e sangue, l'uomo pensò che se il saggio non gli avesse detto qualcosa di veramente importante l'avrebbe ucciso, e probabilmente, pur di non rifare tutta la strada si sarebbe ucciso pure lui. Infine però i rovi si diradarono con riluttanza, ed apparve finalmente la radura con la grotta dove viveva l'eremita. L'uomo stanco e sanguinante, vi si diresse barcollando, e al bagliore di un fuoco intravide un piccolo vecchio tranquillo. Lo raggiunse, si sedette accanto a lui, e con voce pericolosamente calma gli narrò delle fatiche da lui sopportate per raggiungerlo, infine sputò nel fuoco, e pretese che il saggio gl'insegnasse qualcosa di fondamentale, che lo compensasse di tutta la sua agonia. L'ometto tranquillo lo ascoltò senza mai interromperlo, limitandosi ad annuire comprensivo, e quando il primo uomo iniziò a piangere, lo abbracciò per confortarlo. Poi sorrise placidamente, e gli rammentò che la via alla conoscenza era sempre ardua e faticosa, ma coloro che la percorrevano sino in fondo, n'erano poi ricompensati da una grande rivelazione. Allora il primo uomo chiese ingordamente quale fosse la rivelazione a lui destinata, e il grande saggio si raccolse per alcuni minuti in una profonda meditazione, al termine della quale gli confidò che... sull'altro versante della montagna era stata istallata una comoda teleferica, che ogni mezzora gli portava un gruppo di turisti americani, che pagavano un dollaro per fotografarlo! (Bilbo Baggins)

88.  Il limite estremo della saggezza è ciò che la gente chiama pazzia. (Jean Cocteau)

89.  La vecchiaia porta la saggezza, ma io rimpiango i tempi in cui ero meno giudiziosa. (A.M. Sadocchi)

90.  Quando il saggio indica lo stolto, la luna continua a fregarsene di entrambi. (Waxen)

91.  DICE IL SAGGIO:
Non cercare guai: saranno loro a trovarti.
Aspettati il peggio, non resterai deluso.
Chi fa da sé è perché non ha trovato nessuno disposto ad aiutarlo.
La vera felicità sta nelle piccole cose: una piccola villa, un piccolo yacht, una piccola fortuna.
Colui che è capace di sorridere quando tutto va male, è perché ha già pensato a chi dare la colpa.
Se cerchi una mano disposta ad aiutarti, la trovi alla fine del tuo braccio.
C'è un mondo migliore, però è carissimo.
L'importante non è vincere. L'importante è competere senza perdere né pareggiare.
Chi ride ultimo, pensa più lentamente.
Se non puoi convincerli, confondili.
Se riesci a non perdere la testa quando tutti intorno a te la perdono, allora forse non hai capito la situazione.
Quando arrivi all’ultima pagina, chiudi il libro.
Se osservi abbastanza attentamente il tuo problema, ti accorgerai di essere parte del problema.
Il denaro non fa la felicità, figurati la miseria.
Se tutti ti vengono incontro, sei nella carreggiata sbagliata.
Ci sono soltanto due uomini perfetti: uno è morto e l'altro non è mai nato.
Quando il sole si alza iniziano i problemi.

92.  Quando il saggio indica lo stolto, la luna continua a fregarsene di entrambi.  (Gaspare Bitetto)

93.  Dice il saggio: se ti fai i cazzi tuoi campi cent'anni... se ti fai i cazzi miei... finisci all'ospedale!!!

94.  L'uomo saggio aspetta il momento giusto, il pazzo lo anticipa, l'imbecille lo lascia passare. (Ridere o Piangere)

95.  Il buon pastore deve tosare le pecore, non scorticarle. (consiglio per Monti) (Svetonio, Vite dei Cesari, I/II sec.)

96.  Un uomo diventa saggio solo quando inizia a calcolare l'approssimativa profondità della sua ignoranza. (Gian Carlo Menotti)

97.  Dice il saggio: "Tu non fale incazzale me, io non mandale fanculo te!"

98.  I vecchi non diventano saggi, diventano attenti.

99.  E' utile tirar fuori l'intelligenza... ogni tanto per sgranchirla.

100.                Ero intelligente e volevo cambiare il mondo. Ora sono saggio e sto cercando di cambiare me stesso. (Dalai Lama) 

101.                Dice il saggio: "Tu non fale incazzale me, io non mandale fanculo te!"

102.                Dice il saggio: "Se sei nelvoso di plima mattina una giolnata di melda si avvicina". (Confucius)

103.                Dice il saggio: "Non puoi passare una bella giolnata se plima non fai una glande cagata". (Confucius)

104.                Illumino spesso gli altri, ma io rimango sempre al buio. (Alda Merini)

105.                Si racconta che il Buddha se ne stava da molti anni in profonda meditazione su una montagna. Un giorno, gli si avvicinò un viandante, che lo volle mettere alla prova, interrogandolo sul senso della vita.
"Maestro, cos'è il dolore?"
"E' ciò che lega l'uomo alla vita" rispose il Buddha.
"Maestro, e cos'è la quiete?"
"E' ciò che innalza l'uomo al cielo"
"Maestro cos'è la perfezione?"
"Uno stato di pura coscienza"
"Maestro, e che cos'è l'amore?"
"Il principio di ricerca"
"Maestro, ma sei proprio saggio. E dimmi, cos'è quell'animale con le corna e che muggisce?"
"Tu' sorella". (Mauroemme)

106.                La saggezza di Snoopy. Impara dal passato, vivi per il presente, pensa al futuro. Ma oggi pomeriggio riposati! (Snoopy) (Charles M. Schulz)

107.                Il saggio Maestro: "Non si torna mai indietro". L'allievo: "Scusi, Maestro, e se devo prendere la rincorsa?". (DrZap)

108.                Se non esistessero gli stupidi non si distinguerebbero i saggi. (Proverbio cinese)

109.                Quando si consiglia ad una persona si e' quasi sempre saggi. E' per se stessi che si e' quasi sempre degli idioti. (F.J. Bautist)

110.                Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito. E un amico del saggio gli frega il portafogli. (Francesco Cocco)

111.                Quando il saggio indica il cielo, il grillino cerca le scie chimiche.

112.                Quando il saggio indica la Luna, Gasparri pensa che stia imitando E.T. (Aleandro Bartolini)

113.                Se hai fame lo stolto ti darà del pesce, mentre il saggio una canna da pesca perché i saggi devono trovare sempre il modo di romperti il cazzo. (lo stronzo abusivo)

114.                La migliore saggezza e' tacere e passare oltre. (Friedrich Nietzsche)

115.                La saggezza non può prevenire una caduta, ma può provvederla di un cuscino. (Mason Cooley)

116.                Per essere vecchi e saggi bisogna prima essere stati giovani e stupidi. (Pippo Forever)

117.                Il saggio non è un uomo buono.. ma un uomo che sa fino a che punto essere buono. (Antonio Curnetta)

118.                Non mi sono mai sognato di prendere la strada che porta alla saggezza... E' vero che c'e' poco traffico, ma e' piena di autovelox !!! (DrZap)

119.                Dice il saggio cinese: "Se con stipendio non liesci ad allivare a fine mese non pleoccupalti: l'impoltante e' allivale a fine anno". (Confucius)

120.                Il saggio legge. Lo stolto guarda l'indice. (Lilla Ria)

121.                E' meglio prendere pillole di saggezza che supposte di esperienza.

122.                Spiegami perché definiamo "saggio" chi ti spiega come vivere e non chi vive bene. (Simone Magnani)

123.                Quando parli stai solo ripetendo quello che sai gia'. Quando ascolti potrai imparare qualcosa di nuovo. (Dalai Lama)

124.                Temendo sempre il saggio evita tutti i guai. (Publilio Siro)

125.                Comprendere che ci sono altri punti di vista e' l'inizio della saggezza. (Campbell)

126.                L'ignoranza e la presunzione viaggiano sempre nello stesso scompartimento. La saggezza e l'umilta' anche... ma in un altro treno. (S.W. Field)

127.                L'allievo: "Maestro di grande saggezza…". Il saggio: "Sì?". L'allievo: "Se sei così saggio, perché te ne stai al freddo? Non potevi svolgere la tua attività in un ufficio caldo con un bel computer e con una segretaria poco vestita che gironzola annoiata?". Il saggio: "Evidentemente non sono così saggio!!". (da "Nirvana") (Roberto Totaro)

128.                L'allievo: "Secondo questa autorevole rivista di psicologia spicciola, un buon genitore e' quello che ammette di aver sbagliato". Il saggio: "I tuoi genitori ammettono di aver fatto degli errori con te?". L'allievo: "I miei genitori se ne vantano, di aver fatto errori con me!!". (da Nirvana) (Roberto Totaro)

129.                Dice il vecchio saggio cinese: "Chi si accontenta gode... chi tlomba anche..."

130.                Quando l'uomo saggio incontra l'uomo che non capisce un tubo, l'uomo saggio è un uomo morto.

131.                L'ignorante sa molto. L'intelligente sa poco. Il saggio non sa nulla. L'imbecille sa sempre tutto. (Il Giralibro)

132.                Dice il saggio cinese: "Se non ascolti i consigli del saggio, vali meno di uno scalafaggio!!!"

133.                Il debole si vendica. Il forte perdona. Il saggio… e' a giugno. (Ilenia K-jem)

134.                È compito della conoscenza parlare ed è privilegio della saggezza ascoltare. (OLIVER WENDELL HOLMES SR)

135.                Al mondo c'è più cicuta che Socrate. (Sarò bre') (Sebastiano Paulesu)

136.                La saggezza è sapere di non sapere. Ma se sai di non sapere qualcosa la sai, e non sei più saggio. Meglio non sapere di sapere di non sapere. (Paolo Dune)

137.                Saggio cinese dile: Una volta lavata e asciugata... nessuno sa chi l'ha usata.

138.                Più che pillole di saggezza, sono supposte di verità. (Sarò bre') (Giovanni Govoni)

139.                La saggezza altro non è che il buon senso, ovvero l’esatta conoscenza delle cose della vita, laddove l’idealismo rappresenta l’irresistibile voglia di credere in un futuro migliore. (Luciano De Crescenzo)

140.                Un eremita è inutilmente saggio. (Sarò bre') (Pietro Gorini)

141.                Il giorno del giudizio saremo tutti più saggi. (Assunta Orefice)

142.                Se il saggio indica la Luna, il dottore guarda che il dito non abbia un patereccio. (DrZap)

 

Per tornare all’HomePage

 

Per tornare all’indice degli Argomenti