LĠEDUCAZIONE SESSUALE

1.     Liceo privato retto dalla Chiesa. Dopo molta insistenza da parte degli allievi viene deciso di inserire un corso di educazione sessuale e viene incaricata dell'insegnamento una bella e provocante professoressa. E gia' dalla prima lezione gli studenti non fanno altro che allungare le mani: chi le tocca le cosce, chi le tette, chi il sedere, chi i fianchi. La professoressa, gia' dopo mezz'ora, non ne puo' piu' e protesta: "Ma insomma la volete smettere! ". E uno dei ragazzi: "Ma, professoressa, l'ha detto il vescovo". "Che cosa?!? ". "Si', quando abbiamo fatto la richiesta del corso i preti hanno chiesto il nulla osta del vescovo che ha detto: 'Va bene, ma con molto tatto' ! ".

2.     Universita': Corso di Educazione Sessuale. Gli esami consistono in una prova scritta e ... in una orale!

3.     La nonna va a prendere il piccolo Pierino, suo nipote, allĠuscita da scuola e gli chiede cosa la maestra gli abbia insegnato. E Pierino: "Educazione sessuale. Ci ha insegnato cosĠeĠ un pene, la vagina, come avviene la fecondazione... ". La nonna rimane shockata, ma non ribatte. Arrivata a casa dice tutto alla figlia che non appare scandalizzata: "Ma mamma, siamo oramai al 2000. LĠeducazione sessuale fa parte del programma di studi!". Arriva la sera e la cena pronta. La mamma dice alla nonna di andare a chiamare il piccolo. La nonna entra nella camera di Pierino senza bussare e lo trova che si sta masturbando con gran vigore e allora gli dice: "Senti, Pierino, quando hai finito il compito a casa vieni a mangiare cheĠ la cena pronta! ".

4.     La professoressa di educazione sessuale spiego' alle sue attente allieve: "Il pene dell'uomo medio, eretto, e' lungo da 8 a 12 centimetri". Una ragazza si alzo' in piedi e disse: "Quello del mio ragazzo e' lungo 17 centimetri". La maestra la rimbecco': "Siediti pure, Lorella, io parlavo di necessita', non di lussi!".

5.     Pierino frequenta una scuola elementare molto moderna e assiste alla prima lezione di educazione sessuale. Naturalmente capisce a modo suo. Torna a casa, si chiude nella sua stanzetta e si masturba. Poi deposita il seme in un buco del muro. Dopo un po' guarda nel buco e li' dentro vede uno scarafaggio. Pierino lo guarda a lungo e poi inorridito esclama: "Non te lo dovrei dire perchŽ sei mio figlio... ma fai  proprio schifo!".

6.     Alla scuola elementare il direttore di nuova elezione annuncia che sara' introdotta una nuova materia: l'educazione sessuale! Inevitabili le proteste dei genitori, tanto che una mattina una delegazione di 50 mamme, va infuriata dal direttore per protestare. Questi vistosi costretto dalla situazione a chiamare rinforzi, fa convocare il maestro della nuova materia. Entra un biondone alto, muscoloso, dallo sguardo alla George Cloony. Al che il direttore chiede alla portavoce delle mamme: "Esponga il problema al professore". E la madre sovrappensiero: "...si puo' partecipare?".

7.     Credevo che l'educazione sessuale consistesse nel dire "grazie" al ginecologo. (Slogan dello Jagermeister)

8.     Un giorno il preside, per vedere come vanno i nuovi corsi di educazione sessuale istituiti dal ministero, decide di entrare in una classe. Entrando vede la professoressa di educazione sessuale completamente nuda. Sbalordito le fa: "Ma... signorina! Che cosa sta facendo?". "Spiego educazione sessuale... mi pare ovvio!". Il preside, rassegnato, pensando che quelli siano i programmi ministeriali, se ne esce dall'aula con la coda in mezzo alle gambe. Alcuni giorni dopo fa il solito giro delle aule, ed entrando nell'aula dove si insegna educazione sessuale trova la professoressa completamente vestita e gli alunni impegnati in movimentate masturbazioni... "Ma che diavolo sta succedendo qui???". "Eh... oggi c'e' compito in classe!"

9.     Una volta l'educazione sessuale consisteva nell'imparare a baciarsi senza urtarsi con i nasi. (D.F.P.)

10.  Una mamma, scandalizzata dal fatto che in classe di suo figlio si faccia educazione sessuale, va dalla maestra e dice: "Ma come signorina?! Mio figlio viene a casa e parla di ovuli e spermatozoi, e questo in Prima Elementare!!!! E quando andra' in seconda a cosa arrivera' ? ". E la maestra: "Non si preoccupi, signora. Se suo figlio continua a scrivere "pompino" con la "n" e' difficile che arrivera' in seconda...".

11.  La favola di Finocchio di aracno@excite.com
   C'era una volta un falegname omosessuale
che, pe' non sta pi solo nella vita banale,
si fece un burattino col legno d'alberetto:
in paese era conosciuto come Geppetto!
   Quando all'opera diede l'ultima mano
not˜ che non ne poteva stare lontano
e, fissandolo fermamente coll'occhio,
esclam˜:  " Ti chiamer˜ Finocchio! "
   Il falegname felice and˜ a dormire
per aspettare il giorno di l“ a venire
Al mattino il burattino si mosse d'incanto
dicendo: " Sono bello, ma non me ne vanto! "
   Come un bambino che da poco  nato
per fame grid˜ come un addannato.
Mangi˜ allora tutto il cibo voracemente
e a Geppetto non volle dar niente.
   La sera, col suo tondo e pieno pancino,
non fece altro che addormentarsi di fianco al camino
finchŽ una scintilla alzatasi per caso l“ vicino,
and˜ a  cadere e gli incendi˜ il pisellino.
   Quando Finocchio realizz˜ l'accaduto
pianse e strill˜ come un pennuto
e, con il rumore che fa in stalla la vacca,
appare per magia la Turchina Baldracca.
   Con il tono gentile e dimesso
di una donna dedita al sesso,
soavemente esclam˜:
" Porca puttana che cazzo  successo? "
   Finocchio guard˜ la Baldracca Turchina
poi indic˜ la cenere della sua rovina.
La gentile signora lo fiss˜ dolcemente e disse:
" Sei un fesso se continui ad esser  triste! "
   Come d'incanto, e quasi per caso,
il suo lungo coso era rinato:
il burattino ball˜ felice e contento,
scivol˜ e batt il grugno sul pavimento!
   La dolce matrona continu˜ nel suo dire:
" Da adesso Finocchio sarai un bravo bambino,
se ancora tieni caro il tuo pisellino!

E bugie non dire senn˜ crescerˆ a non finire! "
   E mentre quella semplice donna spariva,
il legnetto gioiva, rideva e pensava:
" Ma cosa ha detto quella deficiente?
Chi se ne frega se non ho capito niente! "
   Al mattino si svegli˜ voglioso Geppetto,
ma pens˜: " Non posso perforarlo di netto! "
E, presi dei soldi dall'umil zinale,
lo mand˜ ad un corso di educazione sessuale.
   Col denaro doveva comprare il libro di testo
e a casa avrebbe portato tutto il resto!
E, camminando per strada felice e giocondo,
non pensava che alle gioie del mondo!
   D'improvviso, e quasi del tutto distratto,
aveva acciaccato la coda di un gatto!
E, continuando la strada ancor pi contento,
una volpe nascosta gli mise spavento!
   Subito il burattino chiese perdono,
ma i due loschi individui, quali essi sono,
perchŽ lo potessero pienamente scusare,
si fecero dire dove doveva andare.
   Il gatto e la volpe son noti al paese
per avere il lavoro pi umile e cortese.
Oltre ad esso nessuno guardano in faccia:
sono dei professionisti e noti magnaccia!
   Visto il soldo del piccoletto disorientato,
dissero che tosto sarebbe stato aiutato:
indicarono un posto brullo e con vento,
dove nottestante sarebbe sorta una casa d'incontro!
   Il burattino inesperto e credulone
ne volle comprare subito uno stanzone
e, con in testa travestiti brasiliani,
torn˜ a casa fregandosi le mani.
   Una vocina lo rimprover˜ improvvisamente
ricordandogli quanto fosse stato demente!
Finocchio scopr“ che era il Grillo Puritano,
che gli parlava mesto dal deretano!
   A questa voce non volle dar retta
e torn˜ a casa di tutta fretta.
A Geppetto raccont˜ tutt'altra storia
gonfiando il petto con grande gloria.
   Ma non solo il petto si gonfi˜
e, per poco, il malandato tetto non sfond˜!
Geppetto fugg“ come un coniglio impaurito
vedendo quel coso non pi lungo come un dito!
   Il pezzo di legno, non sapendo pi che fare,
la Baldracca Turchina cominci˜ ad invocare
e, come la brezza riecheggia nella valle,
s'ud“: " Stronzo! Sei una rottura di palle! "
   Poi, in coro, insieme al grilletto:
" Te l'avevamo detto, te l'avevamo detto!
Da quei due ti sei fatto fregare
e guarda in che guaio ti sei andato a cacciare! "
   Finocchio, capendo di avere sbagliato,
prima si mise tre dita nel naso,
poi profer“ con un triste tono:
" Baldracchina, ti chiedo perdono! "
   Dopo aver promesso di comportarsi bene,
il burattino vide ridursi veloce il suo pene
E, per far notare quanto la sua promessa vale,
decise di tornare al corso di educazione sessuale.
   In quella scuola di gran tradizione e cultura,
dove anche una loffata era cosa ben pura,
segu“ le lezioni con diligenza e discrezione
finchŽ un bel giorno si ruppe un coglione!
   Volendo salvare l'altro pezzo rimasto,
decise una carriera con pubblico pi vasto.
E, non avendo una reclame persa di vista,
esclam˜: " Andr˜ da Mangiafuoco, il porno-regista! "
   Giunto da quest'uomo assai fine ed onesto,
immediatamente gli mostr˜ il suo sesso!
Mangiafuoco, essendo sveglio e molto lesto,
si accorse subito trattarsi di un fesso!
   Volendo spremerlo bene fino al midollo
gli mise d'un tratto il cappio intorno al collo!
" Domani mattina, se non vuoi andare mona,
 ti riprender˜ con una bella porcona! "
   La notte Finocchio dolcemente chiam˜
quel grillo che si trovava nel suo pop˜:
" Grillo, Grillo, ti prego dimmi che fare,
io con una donna vera non voglio andare
! "
   L'insetto prontamente e subitamente rispose:
" Nella vita ci son spine e ci son rose! "
E, capendo che il grillo di vittoria segnava una tacca,
a sua volta lo sommerse con una valanga di cacca!
   Il mattino sul set al momento decisivo,
Finocchio decise uno strategico ritiro.
E, non avendo a disposizione un uccello incisivo,
Mangiafuoco lo mand˜ affangiro!
   Tornando al paese incontr˜ Lucign˜lo,
compagno di scuola dal ceppo ben duro,
il quale disse: " Attento campagnolo,
se non te lo vuoi trovare dritto nel culo! "
   Avendo il buchetto ancora non rotto,
Finocchio esclam˜: " Magari mi otturi il condotto! "
Il perverso compagno, apprezzando la battuta,
lo invit˜ nel "paese della dissoluzione" per una bevuta.
   In quel paese tutto era permesso,
tutti i vizi ed ogni forma di sesso!
I due amici non vi si erano mai recati
ed eran ben felici di esserci andati!
   Tutti alcol bevevano e sigari fumavano
e diverse fanciulle a turno stupravano!
C'era anche un bambino piuttosto brutto
che ad ogni domanda rispondeva col rutto!
   Finocchio era si decisamente eccitato,
ma nessun bambino aveva adescato.
FinchŽ, a tarda notte, successe una cosa ben strana:
a tutti quanti cominci˜ a pruder la banana!
   Tutti guardaron dentro la mutandotta
e, al posto della fava, trovarono la potta!
Ed ogni bambino, dalla paura bloccato,
da misteriosi individui veniva catturato!
   Chi riusciva a correre non aveva miglior sorte
perchŽ veniva fermato e riempito di botte!
Ogni bambina era un gran investimento
per quell'arabo che pagava con soldi d'argento!
   Incredibilmente il burattino venne scartato
perchŽ di cose di legno era in disuso il mercato!
Solitario altro non gli rimase da fare
che tornare a casa e nel perdono sperare.
   Giunto infine alla sua umil dimora,
di rivedere il babbino aveva un po' paura
e, sbirciando dalla finestra come una trota,
scopr“ che la casa era del tutto vuota!
   "Dove si sarˆ andato a cacciare? -
pensava curioso il piccolo bambino -
non ha parenti da andare a trovare
ne' amici con cui fornicare! "
   A tutti chiese in giro disperato il poveretto
se avessero per caso visto  suo babbo Geppetto.
E non pensava che il padre fosse vittima di losche trame,
piuttosto che di questo passo sarebbe morto di fame!
   Dopo lungo tempo e vario penare,
finalmente un signore gliene potŽ parlare:
" Tuo padre non era felice come tutti i falegnami
perchŽ bei bastoni non aveva fra le mani!
  "Aveva deciso di cercarne qualcuno
nella lontana terra di nessuno,
dove vivono felici e in tanti
degli uomini dai cosi giganti!

12.  Io ringrazio sempre la mia donna dopo aver fatto l'amore. E' un fatto di educazione sessuale. (Mauroemme)

13.  Finalmente una donna a capo della scuola italiana. Ha gia' annunciato che sviluppera' maggiormente l'insegnamento dell'educazione sessuale. Insomma, finalmente un ministro della pubica istruzione. (Mauroemme)

14.  "Ragazze, tutte sedute, che oggi parleremo di educazione sessuale". "Mi scusi, prof, quelle che sono incinte possono fare ricreazione?". (Mauroemme)

15.  Era una ragazza molto ingenua. Figuratevi che dopo aver eseguito un corso di educazione sessuale, pass˜ mesi e mesi a chiedersi da che parte uscisse la cicogna. (Valerio Peretti Cucchi - Mario Zucca)

16.  Perplessita': quando la tua giovane figlia torna a casa dopo aver preso 10 in educazione sessuale. (James Dent)

17.  Un professore di educazione sessuale manda a chiamare la madre di una sua alunna: "Complimenti signora, sua figlia  proprio brava!". "Davvero?". "Pensi, siamo soltanto alla seconda lezione e lei  giˆ al sesto mese! (Anonimo)

18.  Londra, insegnante di educazione sessuale rimane incinta dell'allievo. (Notizia vera dai giornali, settembre 1994)

19.  Educazione sessuale a scuola: "Pierino, che precauzioni si devono prendere in caso di rapporti sessuali con sconosciute?". "Nome e indirizzo falsi, signora maestra!!!"

20.  PerchŽ nelle scuole mussulmane non si fa educazione sessuale ed educazione stradale nello stesso giorno?  Per non provocare troppi stress alle cammelle.

21.  Quando ero piccolo, durante una delle mie prime lezioni di educazione sessuale, mi chiesero se sapevo cosa arrivasse alle donne una volta al mese e che durava circa tre - quattro giorni. Io lo sapevo, e risposi fieramente: lo stipendio del marito. (Mauroemme)

22.  Un esempio d'educazione sessuale? Toc Toc, posso entrare? (Bilbo Baggins)     

23.  Educazione sessuale. Un ragazzino chiede al padre da dove arrivano i bambini. "Vedi figlio mio, l'uomo mette il suo organo sessuale dentro la donna; cos“ lei rimane incinta, e dopo nove mesi partorisce un bel bimbo". "E quando ce lo restituiscono il cazzo che gli mettiamo dentro?". (Bilbo Baggins)

24.  Selen ed Eva Henger vennero invitate a tenere una lezione di educazione sessuale in una scuola. Tutto and˜ per il meglio finchŽ Selen os˜ dire: "Ed ora, avete delle domande da porci?".

25.  A scuola cominciano a fare educazione sessuale giˆ all'asilo. Ho chiesto a mio figlio cosa aveva imparato quel giorno, e lui mi ha risposto: "Ci hanno fatto provare a dare dei bacetti alle ragazzine". "E la bambina a cui li davi era d'accordo, o si  lamentata?". "Non saprei, avevo le orecchie tra le sue cosce e non sentivo niente!". (Bilbo Baggins)

26.  E' finita l'ora di educazione sessuale. Adesso fate un quarto d'ora di procreazione. (Lino Giusti e Antonio Di Stefano in "L'ultimo chiuda la morta!!!")

27.  Un orgasmo al giorno toglie il medico di torno. E' lo slogan, molto discusso, di una nuova campagna di educazione sessuale lanciata dal National Health Service, il ministero della Salute britannico. L'idea e' quella di ÒaggiornareÓ l'educazione sessuale nelle scuole aggiungendo alle lezioni su contraccezione e malattie anche un nuovo messaggio: il sesso e' bello, piacevole e fa bene alla salute.
Spiega l'opuscolo informativo distribuito a insegnanti, educatori e genitori: ÒGli esperti di salute consigliano di mangiare cinque porzioni di frutta o verdura al giorno e di fare almeno 30 minuti di attivita' fisica tre volte alla settimana. Ma che ne direbbero di suggerire anche di fare sesso o masturbarsi due volte alla settimana? Fa bene anche quelloÓ. Secondo gli esperti questo nuovo approccio potrebbe aiutare i giovani ad essere piu' consapevoli o allontanarli da frutta e verdura. (Fonte: Repubblica)(da C@c@o)

28.  Che mondo sarebbe senza Nutella? Il mio sarebbe stato fantastico. Da bambino mi piaceva molto la Nutella, ma poi crescendo l'ho presa in odio, e questo  accaduto solo perchŽ ai miei tempi non si faceva ancora l'educazione sessuale a scuola, e noi cinni eravamo nell'ignoranza. Il fatto  che un giorno, quando avevo appena dieci anni, ero in casa da solo con una mia cugina di tredici, piuttosto carina ma anche molto puttanella, e all'ora della merenda lei mi chiese se preferivo che mi facesse del pane con la Nutella oppure un pompino. Io il pompino non sapevo proprio cosa fosse, e naturalmente preferii la Nutella, e quando tempo dopo ho capito tutto, era ormai troppo tardi, e da allora in poi ho sempre odiato la Nutella! (Bilbo Baggins)

29.  A scuola durante l'educazione sessuale non riuscivo a stare sveglio. La lezione era noiosa perchŽ tutta teoria e niente pratica! (Bilbo Baggins)

30.  Scuola: il voto di Religione fara' media. Con quello di Educazione Sessuale. (Demerzelev)

31.  Nella scuola di Pierino hanno introdotto a scopo sperimentale la materia "Educazione sessuale". La mamma di Pierino e' perplessa, ma decide di acconsentire riservandosi di controllare di tanto in tanto. Cos“ un giorno, entrando in camera del figlio, lo trova circondato da immagini porno mentre si sta masturbando. "Ma che fai?" gli grida. E lui: "Senti, mamma, se non ti decidi ad assumere una badante rumena per il nonno, io sono costretto a fare cos“ i compiti a casa!". (DrZap)

32.  La maestra tiene un corso di educazione sessuale, disegna un seno sulla lavagna e chiede alla classe cosa e'. Pierino alza la mano e dice: "Quello e' un seno e mia mamma ne ha due". "Bravo Pierino!". Ora disegna un pene, Pierino alza la mano e dice: "Quello e' un pisello e mio padre ne ha due, uno di 5 cm per fare pipi' e l'altro di 15 cm per pulire i denti della mamma". (tin™)

33.  L'educazione sessuale pu˜ essere una buona idea nelle scuole, ma non credo che ai ragazzi dovrebbero essere assegnati compiti. (Bill Cosby)

34.  Disse l'asina al somaro: "Ma sei stato bocciato anche in educazione sessuale?". (Bilbo Baggins)

35.  Educazione sessuale:  chiedere educatamente: 'SCUSA POSSO SCOPARTI?'.

36.  Comunque l'educazione sessuale non consiste nel dire grazie dopo il rapporto. (Igor)

37.  Studente tedesco rimane incastrato dentro una statua a forma di vagina. LĠora di educazione sessuale diventa sempre pi impegnativa! (Bilbo Baggins)