LA SFORTUNA

1.     Il carabiniere piu' sfigato? Quello morto al posto di blocco. Il carabiniere piu' fortunato? Blocco.

2.     La grandi storie d'amore si dividono in 2 grandi categorie: quelle sfortunate e quelle infelici. (Max Greggio)

3.     Era il tipo di donna che si incontra solo una volta nella vita. Se sei proprio sfigato, due. (Daniele Panebarco)

4.     La fortuna aiuta gli audaci, ma la sfiga non ha preferenze.

5.     La fortuna e' cieca, ma la sfiga ci vede benissimo. E prende la mira anche col buio (Roberto "Freak" Antoni)

6.     Al gioco sono sfortunatissimo. Sono l'unico al mondo cui capita una mano di poker con cinque carte senza che ce ne siano due dello stesso seme. (Woody Allen)

7.     Sfiga: se hai culo la sfiga e' li' che te lo guarda. (Paco D'Alcatraz)

8.     Sfiga: quando scopri' di avere un cancro gli venne l'infarto. Mori' in un incidente mentre lo portavano in ospedale. Comunque, c'era lo sciopero dei medici. (Guido Clericetti)

9.     Sfiga: essere condannato agli arresti domiciliari lo stesso giorno dello sfratto.

10.  Toccato il fondo non puoi che risalire. A me capita di incominciare a scavare. (Bruno Agostini) (Comix)

11.  Colmo della sventura: morire di fame presso le isole Sandwich.

12.  Un tizio entra in un bar sputando dappertutto "Ptuuu..Ptuu salve vorrei Ptuuu..Ptuu un caffe'! Ptuuu...Ptuu". Il barista incuriosito mentre lo serve gli chiede del suo strano tic: "Mi scusi ma come mai lei sputa in continuazione mentre parla?". "E' una lunga storia. Due anni fa ero al Casino' di Montecarlo e stavo vincendo 4 miliardi di Franchi...". "Mamma mia che cifra" risponde il barista sempre piu' incuriosito. "Le Ptuuu...Ptuu dicevo che stavo vincendo Ptuuu...Ptuu un gran bel malloppo Ptuuu...Ptuuu, quando e' arrivata una donna bellissima Ptuuu...Ptuu che mi ha Ptuuu...Ptuu suggerito all' orecchio: PUNTA TUTTO SUL 32. Io allora Ptuuu... Ptuu ho fatto come mi aveva suggerito Ptuuu...Ptuuu sembrava un angelo Ptuuu..Ptuu, e allora...". "E allora?" chiede il barista ormai al culmine dell' eccitazione. "Ptuuu...Ptuu. E allora... ho Ptuuu...Ptuuu perso tutto Ptuuu...Ptuuu". "MAMMA MIA CHE SFIGA!!!! roba da mangiarsi i coglioni!". "E io Ptuuu...Ptuuu infatti sto ancora sputando i peli Ptuuu...Ptuu!"

13.  Essere superstiziosi porta sfortuna  (Umberto Eco) (Andrew W. Mathis) (Beckie Shiles)

14.  Ho avuto un incidente; mi hanno dato tanti punti che ho vinto una batteria di pentole... (Comix)

15.  Era cosi' sfortunata che decise di recarsi in pellegrinaggio a Lourdes. Trovo' chiuso per ferie.

16.  La statistica non pone limiti alla sfiga.

17.  Due amici si incontrano dopo molti anni. Uno e' veramente mal combinato e ha un'aria depressa. "Mario, come stai? Ti vedo depresso...". "Depresso? Ti ricordi mia moglie Evelina? Mi ha lasciato per andare con un rappresentante di commercio e mi ha vuotato il conto in banca". Lamico lo abbraccia: "Non te la prendere... in fin dei conti hai i tuoi figli...". "I figli ? Mia figlia fa la squillo e non la vedo da tre anni... mio figlio e' gay...". Lamico comincia a diventare imbarazzato: "Ma allora sei solo a casa ?". "Casa? Quale casa?! Mi hanno sfrattato perch sono disoccupato e non pagavo laffitto...". "Beh, direi che hai ragione ad essere incazzato...". "Incazzato... certo che lo sono... pensa che oggi un gatto nero mi stava tagliando la strada... mi ha visto ... si e' fermato... si e' grattato le palle ed e' tornato indietro!!!"

18.  Il massimo della sfiga? Un monco appeso ad una rupe col prurito al culo!

19.  La sfiga e' un'amante fedele e non ti abbandona neanche quando sei nella merda. (Paco D'Alcatraz)

20.  Era un perdente nato: gli erano morti i fiori di plastica. (Leopold Fechtner)

21.  Se hai un padre povero sei sfortunato. Se hai un suocero povero sei scemo (Anonimo).

22.  Due amici si incontrano dopo molti anni. Uno dice all'altro: "Amico mio, come stai? Dopo tanti anni...". "Non me ne parlare... una disgrazia dopo l'altra... Non parliamone, non sciupiamo questo incontro". "Ma no, ti prego racconta, vorrei poterti aiutare!". "Se sapessi! Mia moglie e' fuggita con il mio miglior amico, mio figlio e' stato arrestato per omicidio e si e' beccato trent'anni, mia figlia fa la mignotta e Carletto, di appena 9 anni, e' dedito alla droga!". "Cazzo, ma nella vita avrai pur avuto qualcosa di positivo!". "Si', l' HIV".

23.  Conosco un ciclista di Rovigo cosi' sfortunato che quando stava per battere il record dell'ora di Moser e' scattata l'ora legale. (Gene Gnocchi)

24.  Ai gatti neri porta sfortuna essere attraversati da un'auto? (Paolo Cananzi)

25.  Era un cavallerizzo sfortunatissimo. Tutte le volte che arrivava a un ostacolo il suo cavallo saltava con il metodo Fosbury. (Gene Gnocchi)

26.  Sono il piu' grande teorico della figa in Italia e il piu' grande pratico della sfiga in Europa. (Dario Vergassola)

27.  Chi nasce puveriello e sfortunato/ci piovono cazzi in culo/pure se sta assettato! (proverbio napoletano)

28.  Sfortuna: il tipo di fortuna che non manca mai. (Ambrose Bierce)

29.  Lui sul letto di morte, lei accanto a lui. Lui: "Maria, ti ricordi quando e' scoppiata la I Guerra Mondiale e io sono partito per il fronte, e tu eri accanto a me?". Lei: "Si', caro!". Lui: "...e quando poi sono rimasto ferito e sono stato quattro anni in ospedale, e tu eri accanto a me, Maria?". Lei: "Certo, caro!". Lui: "E ti ricordi quando e' scoppiata la II Guerra Mondiale e mi hanno richiamato, e tu eri accanto a me?". Lei, quasi piangendo: "Come no, caro!". Lui: "E quando mi hanno messo in campo di concentramento e dopo sei anni  mi hanno liberato? Anche allora tu eri accanto a me, Maria!". Lei, piangendo: "Poverino, il mio tesoruccio!". Lui: "E anche adesso che sto morendo, tu sei sempre accanto a me, Maria". Lei allora scoppia a piangere e lui: "Senti, Maria, ma non sara' per caso che porti sfiga?".

30.  Era cosi' povero che i passerotti gli portavano le briciole di pane sul davanzale. Ma era cosi' sfigato che le formiche gliele mangiavano tutte! (Eros Drusiani)

31.  Il destino ti ha voltato le spalle. CHE BEL CULO!!! (Vasco Mirandola)

32.  Non c'e' senso a farsi otto chilometri a piedi per pescare quando si puo' essere altrettanto sfortunati sotto casa. (Mark Twain)

33.  Colmo per la sfiga: che ti cade il cazzo e ti rimbalza in culo...

34.  I pesci sono gli esseri piu' sfortunati della terra. Ci avete mai pensato? Un pesce non puo' far finta di niente quando scoreggia. (Daniele Luttazzi)

35.  "La sfiga non esiste". "Prova a ripeterlo guardandoti allo specchio".

36.  C'hai 'na sfiga tarmente granne che se te casca 'r cazzo te rimbarza 'n culo. (espressione romanesca equivalente a "Non sei una persona estremamente fortunata")

37.  Un uomo che si vuole suicidare si butta dal terzo piano di un palazzo, ma, essendo particolarmente sfortunato, non riesce a morire e sviene solamente. Attorno a lui si forma un capannello di gente, i soliti curiosi, che cercano di capire cosa sia successo. Ad un certo punto il suicida riprende i sensi e si rialza in piedi. Un curioso appena arrivato gli fa: "Ma che e' successo?". Lui scrollandosi la polvere di dosso: "E che ne so io! ...so' arrivato adesso!"

38.  Le disgrazie sono di due tipi: quelle che capitano a noi, e le fortune che capitano agli altri. (Ambrose Bierce)

39.  Un giovane e' seduto al bar, fissando la sua bevanda. Non si muove per mezz'ora. Cosi', un grosso camionista che lo osserva, gli si avvicina e si beve il suo drink. Il povero giovane si mette a piangere. Il camionista gli dice:" Su dai, era uno scherzo, ti pago un altro di quello che bevevi. Non posso vedere un uomo piangere". "No, non e' per questo che piango. E' che oggi e' il peggior giorno della mia vita: Mi sono svegliato tardi e sono arrivato in ritardo ad un importante impegno di lavoro. Il mio capo si e' incazzato e mi ha licenziato. Quando sono tornato alla macchina ho scoperto che me l'avevano rubata e la polizia mi ha detto che non poteva farci nulla. Cosi' ho preso un taxi per tornare a casa, e dopo averlo pagato e dopo che il taxi se ne e' andato, mi sono accorto di aver dimenticato il portafoglio sul mezzo. Sono cosi' entrato in casa e ho trovato mia moglie che scopava con il giardiniere. Ho lasciato casa depresso per venire a questo bar. E ora che pensavo di suicidarmi, TU mi hai bevuto il veleno..."

40.  Quando senti il bisogno di toccare ferro, realizzi che il mondo e' composto di vinile, nichel ed alluminio. (Legge di Flugg)

41.  Non capisco perch il destino, ogni volta che inventa una sfiga nuova, la prova subito su di me. (Giorgio Faletti)

42.  Colmo per uno sfigato: vedere un gatto nero che si tocca le palle.

43.  Massimo Giuliani era l'eccellente doppiatore di John Belushi. Quando si dice sfiga: una carriera stroncata dagli eccessi di un altro. (Lella Costa)

44.  Nessuno e' nato sotto una cattiva stella: ci sono piuttosto persone che guardano male il cielo. (Dalai Lama)

45.  Era cosi' sfigato che quando aveva toccato il fondo scopri' che esisteva un doppio fondo...

46.  Era un uomo cosi' sfortunato che quando mise il piede nel pagliaio si buco' con l'ago.

47.  SE TE VEDE LAMORTE, SE GRATTA: hai l'ingrata fama di iettatore

48.  Colmo della sfortuna: toccare il fondo e accorgersi che esiste anche un doppio fondo!

49.  "La vedi quella? Se l'e' fatta mezza Napoli". "Aoh, ma che sfiga! Sto sempre nell'altra meta' ".

50.  Un tale in macchina sta rientrando a casa e vede sotto un lampione uno che fa l'auto-stop ( e' notte). Si ferma e chiede: "Dove  vai?". "Non  lo so, ma intanto scendi..." e gli punta una pistola in viso. L'autostoppista gli frega la macchina, tutti i soldi e lo lega nudo al  lampione. Dopo poco passa un'auto che si ferma e il guidatore chiede: "Ma che ti e' successo?". E l'uomo legato al lampione: "Non ci crederai... volevo dare un passaggio ad un autostoppista ....e questa e' l'ultima volta! E lui invece mi ha fregato la macchina, mi ha preso tutti i soldi e mi ha legato qui tutto nudo a questo lampione". E il tizio sbottonandosi i pantaloni: "Lo sai... tu sei proprio SFORTUNATO  STASERA".

51.  E' meglio impiegare la nostra mente a sopportare le sventure che ci capitano, che a prevedere quelle che ci possono capitare. (Franois de La Rochefoucauld)

52.  Voleva suicidarsi col gas ma... sfortunatamente gli venne un infarto. (Paco D'Alcatraz)

53.  Il massimo della iella? Un uccello che soffre di vertigini !

54.  La donna e' quel che si e' trovato di meglio quando si ha la sfortuna di non essere pederasti. (Boris Vian)

55.  Quando si tratta di pronosticare una sventura, nessun nemico mai all'altezza di un amico. (Jonathan Swift)

56.  Conosco una donna molto virtuosa. Ha avuto la sfortuna di sposare un cornuto. Da allora va a letto con tutti...  (Sacha Guitry)

57.  Si pu fare una cosa a prova di bomba, ma non a prova di iella. (Legge di Naeser)

58.  Se vendessi candele il sole non tramonterebbe mai. (Proverbio Yiddish). Se facessimo le "trullallere" all'uommene passass o' desiderio. (Variante napoletana)

59.  Ci siamo conosciuti per puro caso: vedi la sfiga?! (Fabio Fazio)

60.  La sventura costringe l'uomo a far la conoscenza di ben strani compagni di letto! (William Shakespeare)

61.  In un WC: Oggi sono cosi' sfigato che se mi cade il cazzo mi rimbalza in culo. (Andrea Mingardi)

62.  Chi porta sfiga deve girare con la bolla di accompagnamento ? (Zap)

63.  Non arrenderti alla sfortuna: lo sanno tutti che la sfiga non fa prigionieri. (Fabrizio Testini)

64.  Sono cosi' sfortunato che se vogliono mettermelo in culo i calzoni mi cadono da soli !!

65.  Noi siamo quella razza che non sta troppo bene / che di giorno salta i fossi e la sera le cene./ Lo posso gridare forte fino a diventa' fioco / noi siamo quella razza che tromba tanto poco. / Noi siamo quella razza che al cinema s'intasa / per vede' donne 'gnude e fassi seghe a casa./ Eppure la natura ci insegna sia sui monti sia a valle / che si po' nasce bruchi pe' diventa' farfalle./ Ecco noi siamo quella razza che l'e' fra le piu' strane/ bruchi siamo nati e bruchi si rimane./ Quella razza semo noi, e' inutile fa' finta./ Ci ha trombati la miseria e siamo rimasti incinta. (Carlo Monni)(da "Berlinguer ti voglio bene")

66.  Be', per Ceausescu stato sfortunato. Visto che il processo gliel'hanno fatto di luned, come giudice potevano chiamare Biscardi. Magari gli andava meglio: quello l'unico processo in cui, invece degli imputati, tutti vorrebbero ammazzare il giudice. (Striscia la notizia, 27 Dicembre 1989)

67.  Il vitello uno sfigato: ha la mamma vacca e il padre cornuto.

68.  PRIMA EQUAZIONE DI BOOLER: EdP (efficienza del programmatore) = (litri di caffe' * camel filters) + (ore di sonno godute) - FM  [FM = Fattore Murphy (sfiga nominale ^3)]

69.  Jessica Fletcher...  Ragazzi, statene il piu' lontano possibile!  Come porta sfiga quella...  ovunque vada, ci scappa sempre il morto!  (Alessandro Di Carlo)

70.  Ebbe la sfiga di finire i suoi giorni in galera. Ma per fortuna era completamente innocente. (Paco D'Alcatraz)

71.  Ho letto su un giornale di un tale che voleva impiccarsi, e quando ha messo la testa nel cappio gli venuto un infarto ed morto... Quella s che si chiama sfortuna!

72.  Quanno e' giornata da pijallo 'n culo er vento t'arza la camicia. (Quando giornata di prenderlo nel didietro il vento t'alza la camicia)  (Detto Romano)(Marco Navigli)

73.  Lo 'sfigato' subisce passivamente la sfiga. Lo 'scazzato' no: la erge a filosofia di vita. (Alessandra Appiano)

74.  Sei cosi' sfigato che se gli alberi facessero soldi a te toccherebbe un bonsai.

75.  Sei cosi' sfigato che se ci fosse un campionato mondiale di sfiga, lo vinci e ti investono mentre vai a ritirare il premio...

76.  Porti cosi' sfiga che quando un gatto nero ti attraversa la strada si tocca le palle!!

77.  C' un signore che da una vita ha una fissa per il numero 8. Nato alle 8 di mattina, a scuola era l'ottavo in ordine alfabetico, nella squadra di calcio era il numero 8, di notte sognava di fare 8 gol, sognava di correre in formula uno col numero 8, aveva 8 dita!!!, insomma, una vera e propria persecuzione. Un giorno , ed esattamente l'8 agosto 1988, si reca all'ippodromo e gioca buona parte dei suoi risparmi sul cavallo numero 8 dell' ottava gara. Il cavallo arrivo' ottavo!!!

78.  Siamo pi fottuti noi di una puttana allora di chiusura. (dal film "Dead Man")

79.  Compra un biglietto della lotteria, guardandolo intensamente ripeti 100 volte "Non vincer!". Quando poi non vincerai sarai certo di possedere poteri paranormali. Se vinci no. Ma chissenefrega!

80.  Chi e' la persona piu' sfortunata? Il contadino che si punge con l'unico ago del pagliaio.

81.  La fortuna un periodico, la iella un quotidiano.

82.  Test per la sfiga. Rispondete ad ogni domanda, scegliendo la risposta A, B C. Per ogni risposta A datevi 10 punti. Per ogni risposta B datevi 100 punti. Per ogni risposta C datevi una revolverata.

Domanda 1: Calcola il tuo tempo medio che trascorri fra due rapporti sessuali:
A - Devo contare anche puttane e travestiti?
B - Sono questi ultimi quindici anni che mi sciupano la media.
C - Non ci riesco. La calcolatrice guasta. Mi da' sempre errore: "Overflow: division by zero"

Domanda 2: Ti trovi su un jumbo in volo sull'atlantico verso New York. Alla compagna di viaggio, dopo ore di baccagliamenti, dici "O me la dai o scendi". Lei:
A - ti dice "Ma dai! non qui, aspettiamo di atterrare a Bombay"
B - ti ride sguaiatamente in faccia e risponde "nun te pisce nfaccia pe nun te fa vere' a pucchiacca (TM)"
C - viene violentemente rimproverata dall'hostess perch sta tentando di aprire il portello

Domanda 3: Scegli la canzone che meglio rappresenta il tuo rapporto con l'altro sesso:
A - "Bella stronza" di Masini
B - "Uomini soli" dei Pooh
C - "Con le mani" di Zucchero

Domanda 4: Finalmente ti trovi in camera con una donna, sul letto nuda e acconsenziente:
A - Le salto adosso, e sono sicuro che al massimo in mezz'ora di tentativi gliela trovo!
B - E' sicuramente un sogno. Ne approfitto per andare a giocare al superenalotto.
C - Mi guardo i pantaloni... non importa, io ho gi fatto.

Domanda 5: Lo sai com' fatta?
A - Mi spiace, ma io lo faccio solo con il buio pesto. Non mi piace sentirle ridere.
B - Certo! E se non fosse per Rocco Siffredi che non si leva mai di mezzo lo saprei anche meglio
C - Fatta cosa?
 
(Vincent Vega)

83.  Era cosi' sensibile che piangeva ogni volta che vedeva un treno partire. Sfortunatamente vinse un concorso da capostazione.

84.  Chiss quanto si annoiava, la Sfiga, prima che nascessi io! (J.B.)

85.  La mia giornata era iniziata maluccio, stato uno di quei giorni in cui vi cade lo spazzolino da denti nel water, tanto per intenderci... (David Letterman)

86.  Quando e' sfortuna incontrare un gatto nero? Quando sei un topo.

87.  Grattatio pallarum omnia sfigationa fugat, gratisque est!

88.  Non si pu impedire agli uccelli del malaugurio di volarci sulla testa, ma possiamo almeno impedire che ci facciano il nido sopra.

89.  Se sei sfigato, non cagare mai in un pagliaio: potresti pungerti il culo con un ago. (Mauroemme)

90.  Era tanto sfigato che quando mangiava  uova in camicia a lui toccavano solo i bottoni. (Carlo Squillante)

91.  La sfiga pi nera? Essere al verde e andare in bianco con la signora in rosso. (Carlo Squillante)

92.  Se questa non sfiga, chiamiamola pure Genoveffa: basta mettersi d'accordo sul nome! (J.B.)

93.  Io nel '68 ebbi una sfiga. Mi innamorai di una di Trieste. (Andrea Pazienza)

94.  Chi cerca trova, ma per la sfiga non c' bisogno di cercare molto, sar lei a trovarvi. (Carl William Brown)

95.  Quando ero bambino mi regalarono un cavallino di legno... Mor.

96.  Sfortunato: uno che scivola su una buccia di banana e cadendo sulla schiena si rompe il naso.

97.  Toccatevi sempre, non ve ne pentirete. (Mino Maccari)

98.  Verba volant, sfiga manet.

99.  VENERDI' TREDICI: Alcuni, ostinati, muoiono il giorno dopo. (Alessandro Paronuzzi)

100.                La mia sfortuna ha raggiunto vertici cos elevati che Paperino ora a leggere i miei fumetti. (S.s.)

101.                Avevo una probabilita' su 5 miliardi e ti ho incontrata. Sono stato baciato dalla sfortuna! (Mirco Stefanon)

102.                TREDICI. Evitare di sedere in tredici a tavola, porta sfortuna. Gli animi forti non mancheranno mai di scherzare: <<Che importa, io mangero` per due>>. Oppure, se ci sono delle signore, domandare se una di esse e' incinta. (Gustave Flaubert) (Dizionario dei luoghi comuni)

103.                Ci sono due caprette che stanno passeggiando, quando vedono una panca lungo la strada. La capretta piu' anziana fa alla piu' giovane: "Attenta! MAI andare sotto a una di quelle!!". "E perch?" chiede l'altra. "Dicono che porti sfiga!!!".

104.                Gli sfigati storici: Romeo camminava a piedi pur avendo una Giulietta, Ulisse ci mise 10 anni per conquistare una troia e Geppetto fece un figlio con una sega!

105.                Sfortuna, s.f.: Nume tutelare dei falliti, a cui possono essere attribuiti i risultati di pigrizia, disattenzione, imprecisione, inettitudine, incoscienza, stupidit, presunzione, testardaggine, debolezza, vigliaccheria, trascuratezza e insulsaggine. Se non vi fosse la Sfortuna ognuno dovrebbe addossarsi le proprie colpe, cosa fondamentalmente incompatibile con la posizione eretta.

106.                Meglio mezzi di fortuna, che interi di sfiga. (Roberto "Freak" Antoni) (Skiantos)

107.                Gufo: Jettatore alieno. (VonFelix)

108.                Quando hai un brutto momento, e ti senti un perdente nel gioco della vita, pensa che potrebbe esserti andata molto peggio, e tornerai allegro. Immagina come ti sentiresti se... tu avessi un fratello siamese. Fosse impossibile separarvi perch avete una parte in comune. Lui un allegro gay. A te piacciono le donne e ti fanno schifo i froci. Il tuo gemello stasera ha un appuntamento. Con un grosso motociclista vestito di pelle e catene. La parte che avete in comune il culo. E ora la cattiva notizia. E' interista. (Bilbo Baggins)

109.                Lass c' qualcuno che sta facendo la punta all'uccello! (Geg Piron)

110.                I cazzi cambiano ma i culi sono sempre gli stessi! (Geg Piron)

111.                Quando una squadra di calcio diviene veramente sfortunata? Quando si rompe lo specchio della porta. (Claudia Vigo)

112.                Se viaggiassi per 2000 Km con lo scopo di vedere un'eclisse di sole, avverrebbe di notte. (Boris Makaresko)

113.                La sua bambola gonfiabile scappata con l'omino della Michelin. (Boris Makaresko)

114.                La cosa peggiore che ti pu capitare scoprire che ancora vergine, o una donna poliziotto. Con la sfortuna che ho, mi capiter un poliziotto vergine. (Dialogo tra Jerry Lacy-Bogart e Woody Allen che si appresta ad andare ad un appuntamento in "Provaci ancora Sam")

115.                La fortuna ti fa una visita ogni tanto, la sfiga mangia sempre alla tua tavola.

116.                Tornata la tempesta, odo la sfiga fare festa.

117.                La sorte a volte frega pi di mille napoletani.

118.                E' meglio non morire di venerdi'. Porta male. (Dino Verde)

119.                La sfortuna e' molto altruista. (Eros Drusiani)

120.                Anche la sfortuna gli era contraria. (Roberto Sonaglia)

121.                Certo che se ti sdrai su un pagliaio e ti buchi il culo con un ago... (Stefano Zaccarella)

122.                Era cosi' sfigato che trovava i bifogli. (Paolo Bellon)

123.                Il telefono la tua voce, la sfiga la mia croce.

124.                Masini porta sfiga? Toccate Ferro (Franco Kappa)

125.                Le leggi di Sajiuuk Kaar:
1-   La sfiga quella cosa che ti precede sempre quando stai per fare qualcosa che pensi che porti sfiga.
2-   Lo sfigato colui che riesce a scivolare su una buccia di banana buttata 2 anni prima da una signora da una finestra, presa poi successivamente da un piccione che si fatto il nido all'imboccatura dello scarico di una grondaia e caduta nello scarico della grondaia e uscita quindi sul marciapiede.
3-   La quantit di sfiga che ci si porta alle spalle quadraticamente proporzionale alla tua voglia di evitarla.
4-   La sfiga come una saponetta, quando non ti serve te la trovi sotto il piede...
5-   La sfiga quella cosa che se elevata al cubo capace di farti cadere in testa quest'ultimo.
6-   La sfiga c' se ci credi...zdf dfnghnj vnhjm... cazzo, come dicevo per l'appunto... sono volato dalla sedia...
7-   Se stai vicino ad uno perseguitato dalla sfiga la tua reputazione andr pi a fondo del titanic.
8-   Evitare la sfiga provoca una reazione in quest'ultima che ti porter inevitabilmente ad un altro colpo di sfiga.
9-   La sfiga ha un piano per tutti, se lo mandi in aria essa dovr fare un altro piano.
10- La sfiga come una donna, se per un po' non la caghi essa ti fa un brutto scherzo...

126.                Era un giocatore d'azzardo cos sfigato che quando nella macchinetta si allinearono i tre limoni, invece del denaro gli cadde uno spremiagrumi. (Mauroemme)

127.                Mio cugino un imprenditore agricolo, coltiva cipolle. Ma quando le persone gli si avvicinano, si fanno gli scongiuri. Dicono che porti scalogna. (Respect!)

128.                Leggi Non Reciproche della Conoscenza:  (1) Conoscere le Leggi di Murphy comporta la loro realizzazione pratica. (2) Non conoscere le Leggi di Murphy, idem; solo che ti chiedi: "perch sono cosi' sfigato?". (Andrea `Zuse' Balestrero)

129.                Sfiga: quando si tocc le palle e scopr che non erano le sue. (Mauroemme)

130.                Ci vuole culo a trovare un ago in un pagliaio, io l'ho trovato e mi sono punto. (SiMCarD)

131.                La notte era calata sulla citt, avvolgendola con il suo gelido mantello. Un silenzio surreale si effondeva tra i vicoli bui, interrotto solo dai lamenti discontinui del vento. Il tizio camminava lento e curvo, avvolto solo dal suo smoking sgualcito, lento riecheggiava sulle pareti il tacchetto ritmato dei suoi passi. Era stata proprio una giornata di merda. Assorto nei suoi pensieri, rivedeva questo giorno come un vecchio film di serie B in bianco e nero. Il casin con le sue luci, i suoi soldi volatilizzati in pochi secondi, il lavoro buttato nel cesso, la moglie coi suoi pochi bagagli salire sul taxi ed andarsene. Il cane che gli pisciava sul divano. Il pc bloccato su un post di scirio. La tv che mostrava la partita dell'Inter. Dio, che giornata di merda. Aveva perso tutto in un solo giorno, ma si sentiva quasi contento, sollevato, ma non perch l'Inter avesse pareggiato: tutto sommato, aveva ormai toccato il fondo, e ora non poteva far altro che risalire. Improvvisamente, gli si par d'innanzi un brutto ceffo, alto quasi due metri e con un ghigno feroce, una pistola nella mano. Il tizio dapprima sobbalz per lo spavento, ma si riebbe subito, e reag all'omone con una grassa risata: "Hahahaha...". L'omone lo guard sorpreso, poi ringhi: "Che cazzo c'hai da ridere, idiota?". Il tizio si pass la mano sulle gote, e sulle palpebre, ad asciugarsi le lacrime di tante risa. "Vedi, il fatto che... hehehe... caschi proprio male, amico... io non c'ho una lira!". L'omone rimase impassibile, l, con la sua pistola nella mano. Poi ebbe l'abbozzo d'un sorriso, un ghigno, e disse: "E a me che cazzo me ne frega? Io sono uno stupratore". (Mauroemme)

132.                LA LETTERA DELLA MAMMA (2). Carissima figlia mia, Se non ricevi questa mia lettera avvisami, cos te la rimando. Sai, noi non abitiamo pi nella vecchia casa. Tuo padre ha letto in un giornale che la maggior parte degli incidenti avvengono entro un raggio di 30 Km dalla casa, per cui abbiamo deciso di traslocare pi lontano. A proposito: se vedi tuo fratello digli che ci venga a trovare, se non lo vedi, non dirgli nulla. Sfortunatamente, non posso mandarti il nuovo indirizzo perch la famiglia che abitava in questa casa prima si portata via il numero civico, per non dover cambiare indirizzo. Sai, questo posto davvero meraviglioso. Il clima non male, la scorsa settimana ha piovuto solo due volte, la prima volta ha piovuto per tre giorni, la seconda per quattro. Ti abbiamo spedito la giacca che mi avevi chiesto. Tuo padre ha detto che era un po' troppo pesante per mandarla via posta, cos abbiamo tolto i grossi bottoni e li abbiamo messi in una delle tasche. Abbiamo ricevuto una raccomandata dalla Funeraria Bertelli, dicono che se non paghiamo l'ultima rata del funerale della nonna, la dissotterrano. Ieri tuo padre ha inavvertitamente chiuso l'auto con le chiavi dentro, io e tua zia Gertrude eravamo molto preoccupate perch ha impiegato pi di due ore per tirarci fuori. Tua sorella Ermenegilda si sposata con suo marito e proprio questa mattina ha avuto il suo primo beb. E' bellissimo. Ancora non sappiamo che sesso , per cui non sappiamo se sei diventata zia o zio. La cosa bella che se sar una femminuccia, tua sorella ha deciso che la chiamer come me: la chiamer Mamma. Purtroppo ho una brutta notizia, lo zio Asdrubale ha avuto un grave incidente sul lavoro: la scorsa settimana caduto in una botte di grappa. Alcuni operai della distilleria hanno cercato di tirarlo fuori ma lui ha resistito finch non affogato. Lo abbiamo fatto cremare, ed ancora l che arde. Il tuo amato cagnolino Boby si molto divertito, ha rincorso un'auto per tutta la settimana, poi ha dovuto smettere perch l'auto partita dal parcheggio. Ti ricordo con affetto. Mamma. (Mauroemme)

133.                Oggi alla macchinetta del caff un impiegato mi ha chiesto se secondo me sposarsi di venerd porta sfiga. Gli ho risposto di si, diamine. perch mai il venerd dovrebbe fare eccezione? (Mauroemme)

134.                Conosco un tale sfigato che stato a Lourdes. E' entrato camminando, ed uscito in carrozzella. (Mauroemme)

135.                La sfiga secondo le religioni. Buddisti: La sfiga c' sempre stata; Pagani: Fa che la sfiga capiti a un altro; Cristiani: Sei sfigato perch hai peccato; Ebrei: Perch Questa sfiga sempre a noi?; Mussulmani: La sfiga volont di Dio; Rasta: Hei amico, facciamoci una canna.

136.                La Sfiga troppo astuta per scomodarsi per cagionare danni minimi. (J.B.)

137.                Esperimenti scientifici condotti su topi di laboratorio hanno definitivamente confermato che incontrare gatti neri porta sfortuna.

138.                Sfiga. "Alicia, tesoro mio, hai una sigaretta?". "No, mi dispiace, debbo andare a comperarle". "E' rimasta una goccia di whiskey?". "Macch, abbiamo prosciugato ieri l'ultima bottiglia". "E' rimasta per caso una fettina di quell'ottima torta?". "Oh scusami tesoro, l'ho mangiata io a colazione". "Beh pazienza, fammi dare una leccata di fica". "Amore, ti prego perdonami, arrivato proprio adesso!". (nucnuc)

139.                Essere superstiziosi da ignoranti, ma non esserlo porta male. (Eduardo De Filippo)

140.                Era talmente sfigato, che nei "gratta&vinci" avevano scritto direttamente "RINUNCIA!"

141.                Se la iella addormentata nel bosco, non svegliatela. (Pino Imperatore)

142.                Se la Sfortuna si dice Sfiga, allora la fortuna si dice...? (Elcobra)

143.                Il concetto di infinito un po' come il concetto di sfiga... entrambi non hanno limiti.

144.                Era uno che ridefiniva ampiamente il concetto di sfigato...  

145.                Mi si attivato il Caps Lock della sfiga!

146.                Conosco uno cos sfortunato, ma cos sfortunato che si specializzato nel cucinare lo scalogno. (rafrasnaffra)

147.                Perdeva sempre, non so come facesse. Una volta riusc a perdere anche a pari e dispari, gli usc due e mezzo giocando contro un monco. (Piccolo Principe)

148.                Venerd 17 cade 365 giorni all'anno. (Paradosso di Foschini) (Dalle Leggi di Murphy del 2006)

149.                Era cosi' sfigato che quando portava la conchiglia all'orecchio gli dava sempre occupato.

150.                Era cosi' sfigato che come ha trovato un angolo di paradiso, lo ha preso in pieno... (Giulio Severini)

151.                Portava cos sfiga che la morte inciamp due volte nel tentativo di prenderlo, rompendosi due costole ed un ginocchio. Poco ci manc che morisse pure. (Giulio Severini)

152.                Lo sfigato quello che trova una lampada antica, la strofina, compare il genio, esprime il desiderio di avere una moglie pi giovane di trent'anni e PUFF!... si ritrova improvvisamente ad avere novant'anni. (Mauroemme)

153.                Era un tipo talmente sfortunato, che nel momento della sua morte, mentre tutta la vita gli stava passando davanti agli occhi come un film, si inceppo' la pellicola. (Maurizio Tecli)

154.                Una giovane coppia che deve prendere in affitto una casa si rivolge ad un'agenzia immobiliare. Dopo un breve colloquio i giovani optano per un appartamento piccolo, ma munito di alcuni confort. Firmato il contatto, l'addetto gli consegna le chiavi di un monolocale in centro e i giovani se ne escono soddisfatti. Dopo pochi giorni per, la coppia torna indietro dall'agenzia dicendo che i rubinetti perdono. Cosicch la stessa l'agenzia manda i giovani in un appartamento adiacente. Dopo poco la coppia torna ancora alla carica dicendo che il solaio stato divorato dai tarli. Spazientito l'addetto consegna ai giovani le chiavi di un terzo appartamento. Dopo una settimana i due tornano dicendo che la casa piena di spifferi e molto umida. Seccatissimo l'addetto chiede ai giovani: "Ma non che siete voi che magari portate un po' di sfiga??". E il giovane: "Pu essere amico... pu essere...". (Gianni)

155.                Un uomo tirava a sorte tutte le sue decisioni. Non gli capit maggior male che a quelli che riflettono. (Paul Valry)

156.                Voi non immaginate nemmeno quanto sia difficile la vita per uno che uscito dal buco del culo della dea bendata che forse non ci vede, ma l'odorato le funziona benissimo. Tutto cominciato il giorno in cui sono nato. L'ostetrica ha subito guardato mia madre con uno sguardo misto di compassione e rimprovero e anzich darmi uno schiaffettino mi ha sputato in un occhio. Appena mio padre mi ha visto ha fatto un salto che non ci si credeva, era felicissimo! Era cos felice che andato a comprare una bottiglia di champagne e doveva essere abbastanza rara perch ancora non tornato... Quando si dice la sfiga! L'unica persona che mi adorava vaga per il mondo alla ricerca di un Dom Prignon! Passavano gli anni e io crescevo ed ero baciato dalla Grazia che era una ragazzotta di quattordici anni e due quintali. Le piacevo proprio alla Grazia, ogni volta che mi vedeva mi abbracciava e una volta mi ha abbracciato cos forte che mi hanno ritrovato dopo due giorni. Fu un'esperienza indimenticabile, ero entrato in una donna! Fu l'ultima volta che entrai in una donna perch la Grazia s'innamor d'un certo Orso o almeno cos lo chiamava lei, un ragazzetto con 1 metro cubo di simpatia e omogeneizzato al posto del cervello. Era cos stupido che quando apriva l'uovo di Pasqua lui mangiava la sorpresa. Erano fatti l'uno per l'altra l'Orso e la Grazia e anch'io mi sarei fatto se fossi stato con la Grazia e soprattutto con Orso. Ma torniamo a me. Fin da piccolo non fui accettato nel ristretto circolo degli "Amici della strada", una cinquantina di ragazzetti che ogni giorno si organizzavano per fare i giochi pi divertenti in strada. Non che non mi accettassero proprio ma io intuivo una certa repulsione. Tutto cominci una volta che giocavamo a nascondino, ero sotto io. Cominciai a contare fino a cento e poi a cercare ovunque. Dopo un'ora che cercavo li trovai tutti al campo di calcio che giocavano a pallone. Allora urlai "accusati tutti!" e loro risposero in coro "Tua madre vende il suo corpo per pochi spicci e d pure il resto!" e poi non contenti aggiunsero "E
a tua sorella basta il resto!". Non era giusto! Andai da mia madre e mi sfogai. Le dissi "ma come ti salta in mente di mercanteggiare il tuo corpo per pochi spicci! I miei amici mi prendono in giro! Potresti chiedere di pi, no?". E mia madre, una donna paziente, cont fino a dieci prima di sgranare i miei denti col mestolo. Ma qualcosa in me stava crescendo, l'intima consapevolezza di maturare, di diventare ogni giorno pi uomo. Sapevo che il brutto anatroccolo si stava lentamente trasformando nello splendido cigno! Ne ebbi la conferma quando una ragazzina mi ferm per strada. Mi fiss negli occhi per un istante, poi si decise a parlare e mi disse: "Io ti ho gi visto da qualche parte...". Il cigno aveva fatto colpo! Continu a fissare il suo sguardo rapito su di me e dopo qualche altro istante continu:   "Ora ci sono! Tu sei quel tale che fa la pubblicit dei brufoli in tv! Sotto tutti quei brufoli difficile vederti! Mi fai un autografo?". Ci vuole tempo prima che
un anatroccolo cresca... Del resto non potevo darle torto visto che una volta un cieco mi aveva scambiato per un'enciclopedia. A scuola le cose non andavano molto meglio. Durante la ricreazione passavo il tempo a studiare la lezione successiva. Una volta un mio compagno mi chiese: "'azzo studi?" Lo guardai con aria di
superiorit e gli dissi "Io studio la lezione successiva e tu che studi? Continua pure ad ammucchiare ignoranza, affonda nel mucchio di merda
dell'incompetenza, sprofonda nella balordaggine, ma un giorno si vedr chi quello pi furbo!". L'avevo annichilito, dopo cento giorni da pecora era uscito il leone e il suo ruggito aveva fatto tremare quel pusillanime! Lui mi guard negli occhi e disse delle parole che non avrei mai dimenticato: "Senti Braille... se non
fosse che c'hai il fisico di un tossico e un codice a barre al posto dei pettorali, ti riempirei cos tanto di calci nel culo da farti cagare come un coniglio per il resto dei tuoi giorni". E' incredibile come le persone riescano a comunicare con poche parole un universo di paure e mentre tiravo lo sciacquone per fare sparire ci che restava di quell'universo presi una decisione irrevocabile ed eroica. Sarei andato in palestra! Quando incontrai per la prima volta l'istruttore e gli dissi che volevo iscrivermi mi disse stranamente di togliermi la maglietta e mi punt una lampada addosso dicendo: "Uhm... la radiografia a posto ma se vuoi iscriverti devi farmi un favore". "Dica pure!" risposi entusiasta. "Devi venire dopo la mezzanotte e nei giorni festivi, sai l'immagine conta e se qualcuno ti vede uscire da qui ci rovini". Capii che all'istruttore ero stato simpatico, si curava della mia immagine! Cos il giorno dopo andai alla mia prima lezione di body-building, ero al settimo cielo, gi immaginavo la faccia sconvolta delle ragazze mentre le salutavo stringendo il pugno e facendo guizzare i bicipiti. Presi cos il manubrio in mano, non ebbi il tempo di sollevarlo che mi slogai il polso. L'istruttore mi disse allora di cominciare con qualcosa di pi leggero e mi pass un libro di storia e tradizioni del popolo della Papuasia, era pesantissimo! Non faccio per vantarmi, ma completai la serie di 5 quasi senza sudare e a fine giornata avevo i muscoli in frenetica vibrazione. Il giorno dopo erano cos infiammati che dovetti chiedere aiuto a mia madre per scostare il piumone. Passavano le settimane, passavano i mesi e cresceva l'Arnold Schwarzenegger che era in me. Tornai dallo spaccone, lo guardai negli occhi e gli dissi: "Ripeti un po' quello che hai detto l'altra volta!". Ci mise un po', ma alla fine cap : "Ci vediamo all'uscita dietro la scuola". Non poteva pi tirarsi indietro, gli rimaneva solo la fuga, dietro la scuola l'avrei picchiato senza spettatori e nessuno avrebbe saputo della sua magra figura. All'uscita notai una strana atmosfera, c'era uno strano silenzio, non c'era nessuno... erano tutti nel retro. Lo spaccone mi stava aspettando e appena mi vide esclam "Ho chiamato qualche testimone per evitare che tua madre abbia problemi col riconoscimento del cadavere...". In quell'attimo realizzai... ma era troppo tardi. Neanche il tempo di pensare a una via di fuga che una valanga di pugni invase il mio corpo. Mi sentii come un buco nero, le sberle arrivavano alla velocit della luce e io diventavo sempre pi nero... pi o meno penso funzioni cos un buco nero... Mi chiese "ti bastato o ne vuoi ancora?" e io risposi "Ma no continua, mi fa piacere, rompi un altro paio di ossa e vinci l'orsetto!" e lui che aveva un gran senso dell'umorismo mi luss tutta le ossa della pelvi con relativi organi. Alla fine se ne andarono tutti meno una ragazza che si avvicin a me, si chin sul mio corpo tumefatto e con la voce pi dolce del mondo mi sussurr "Ne ho visti di coglioni...". Non poteva continuare cos, avevo bisogno di una donna! Decisi di scrivere a un giornale di annunci per single e di essere sincero al 100% perch la sincerit, si sa, viene sempre premiata. Sono alto 1,65cm, peso 45kg, ho una leggera alitosi, da piccolo mi usavano come insetticida e ogni volta che sbadiglio alzo il livello di inquinamento della citt di due punti. Inoltre ho qualche brufolo e l'ultima volta che quelli della Topexan mi hanno visto si sono messi a piangere. Sudo come un lottatore di sumo e ho un po' di forfora. Quando da piccolo partecipavo al Presepe vivente io facevo la neve. Per finire ho un leggero tappo di cerume in entrambe le orecchie tanto che i "cotton fiocc" a casa mia hanno il rinforzo in acciaio. Perch dico questo? Perch voglio essere sincero e trovare la vera anima gemella, la sincerit paga sempre!. Ero soddisfatto di me! Forse non sarebbero arrivati tanti annunci ma ci sono migliaia di persone al mondo a cui l'aspetto non importa affatto! E infatti and meglio del previsto, dopo soli due anni arrivarono ben due lettere di risposta. Chi la dura la vince! La prima era di un camionista transessuale della Val Camonica che voleva mettere su famiglia, la seconda invece recitava cos: Eccomi, sono la tua mezza mela! Sembriamo fatti l'uno per l'altra, sono una ragazza di 22 anni. Sono leggermente anoressica al punto che quando da piccola partecipavo al presepe vivente io facevo il quarto re Magio. Anch'io ho una lieve alitosi, l'ultima volta che ho sbadigliato ho trovato il pappagallo con la testa sott'acqua e in quanto al sudare sembriamo fatti con lo stampo perch io sudo cos tanto che per farmi il bagno nella vasca mi basta un bicchiere d'acqua, se tracima. Per fortuna ho risolto il problema dei brufoli qualche tempo fa con l'utilizzo di acido formico, peccato che ora mi puzza leggermente il volto. Il cerume poi non un problema, perch sono sorda dalla nascita e non me ne accorgo nemmeno. Ho cercato ovunque un tipo come te, viva la sincerit! Ti amo!. Oggi finalmente la mia vita felice, mio marito non c' mai, purtroppo, dovendo viaggiare col camion ma i giorni si susseguono felici e la mia vita va bene cos, ringrazio ogni giorno il signore di avermi fatto uscire dal buco del culo della dea bendata e non da quello di suo marito che la cagata veniva pi grossa. (Piccolo Principe)

157.                Io sono sfortunato, da sempre. L'unico viaggio che ho vinto e' stato un weekend a Sarajevo! (Luigi Caizzi)

158.                SE TE VEDE LA MORTE, SE GRATTA (Hai l'ingrata fama di iettatore)

159.                Nella nostra galassia ci sono almeno trecento milioni di mondi abitabili, e io dovevo nascere proprio su di questo? Che sfiga galattica! (Bilbo Baggins)

160.                Sono cosi' sfortunato che hanno rinunciato a costruire intorno a casa mia. (Brian)

161.                Sono cosi' sfortunato che le chiromanti mi hanno censurato la mano. (Wiseman)

162.                Sono cosi' sfortunato che quando lancio i dadi, ottengo sempre un doppio zero. (Cinocina)

163.                Sono cosi' sfortunato che se un virus informatico capisce di essere entrato nel mio computer, si suicida (Chiagia)

164.                Sono cosi' sfortunata che sono stata inviatata come ospide d'onore ad un convegno di assicuratori. (Rossellac)

165.                POLTERGEIST A CASTELMOLA. Dovete sapere che casa mia "intrappolata" tra le montagne, e quindi, il mio telefonino Vodafone non prende MAI, mentre il Tim ce la fa solo se montato sui cellulari migliori. L'antenna tv non riceve nessun canale, usiamo la parabola sin da quando ci siamo trasferiti qui. La radio, invece, si sintonizza benissimo... ma solo su radio maria. La linea telefonica disastrata, ogni volta che c' un temporale, Zeus lancia in aria una monetina. Se esce croce, si rompe il modem. Se esce testa si rompe anche il telefono. L'adsl? Ahahahah! No, non arriva. Il lampione davanti casa perennemente fulminato. Tranne la notte di San Lorenzo, ovviamente. Ormai sono praticamente certo che casa mia sia stata costruita su di un cimitero indiano. (da www.blogsenzacensura.splinder.com)

166.                E' cos sfigato che ha un piede nella fossa e l'altro su una buccia di banana. (Mauroemme)

167.                Che sfiga. Ho girato tutto il palazzo dei servizi segreti senza riuscire a trovare nemmeno un cesso! (Bilbo Baggins)

168.                Era un uomo cosi' sfortunato che una volta si corico' su un pagliaio e si punse con un ago.

169.                Io non sono sfortunato. Infatti il biglietto della lotteria che mi finito in lavatrice era quello vincente. (Bilbo Baggins)

170.                Chi spugnettando vive da sfigato muore! (Bilbo Baggins)

171.                Non vero che i gatti neri portano iella, sono i superstiziosi che portano iella ai gatti neri.

172.                Quando penso a quanto sono fortunato, inevitabilmente mi vieni in mente tu.

173.                Sfigamanometro: era talmente iellato che, anche se correva ai ripari, veniva squalificato per falsa partenza! E siccome, da buon boscaiolo, si abbatteva facilmente, chiedeva sempre al suo medico: "Dr, quanto ho di apprensione?" (Lino Giusti)

174.                I primi cinque minuti di vita sono i pi importanti: da come ti sorride l'infermiera riesci gi a capire se sei nato figlio di pap o no.

175.                Io sono scettico per natura, e non ho mai creduto in superstizioni come la fortuna o la sfiga, poi per successo qualcosa di straordinario, che ora voglio proprio raccontarvi. Tra dei vecchi oggetti avevo trovato un ferro di cavallo ancora in discrete condizioni, e pensando solamente all'effetto estetico dato da quella cosa d'altri tempi, lo appesi sopra la soglia di casa. In apparenza mal me ne incolse, perch da quel momento ho avuto un periodo che si potrebbe definire di sfortuna nera. Un giorno per un amico che credeva a quelle cose, mi fece notare che avevo appeso il ferro al contrario, cos che invece d'attirare la fortuna, la scacciava. Io non ci credevo, ma per tranquillizzare il mio amico, che sembrava davvero preoccupato, gli permisi di staccare il ferro e riappenderlo capovolto. Sembra incredibile, ma dopo solo tre giorni sapete che cosa successo? Che mentre passavo dalla porta quel ferro di cavallo mi caduto in testa!

176.                Tu sei la pubblicit della sfiga. (Stefano Benni)

177.                E' cosi' sfigato che se anche cercasse di correre ai ripari verrebbe squalificato per falsa partenza. (Dal "Japan Rulez Calendar")

178.                Credo di portarmi sfortuna: ogni volta che mi succede qualcosa di negativo ci sono sempre presente io. (Andrea Gaddini)

179.                Io sono un uomo cos sfortunato che, se organizzassero una lotteria di donne, vincerei mia suocera! (Marco Nocera)

180.                Non credo che esista una persona piu' iellata di me: pensate, di notte, invece di entrare nella fase REM, entro nella fase Cugini di Campagna. (Cristina Colombo)

181.                Era cos sfigato che sui gratta&vinci trovava sempre scritto "rinuncia"! (Big)

182.                Era cos sfigato che tutti i gatti neri del quartiere, prendevano il taxi per attraversare la strada. (Big)

183.                l'importanza di chiamarsi ernesto. ancora prima di nascere tutti sapevano che doveva essere felice. felice fu suo padre, e gaia era sua madre quando nacque. nacque settimino, ma era felice. non conobbe mai chi fosse suo padre, ma era felice. allegretti furono i nonni paterni quando lo videro la prima volta in fasce quasi cianotico, per aver ingerito male il latte alla prima poppata. e fu felice ad avere la prima polmonite, 17 giorni esatti dalla nascita. all'asilo nido tutti i bambini lo picchiavano perch era il piu' brutto di tutti, sembrava un rospo, ma lui era felice. le maestre dell'asilo lo ignoravano volontariamente quando piangeva perch si era cagato addosso. lui era felice. quando alle elementari si ruppe una gamba andando alla lavagna, la maestra lo picchio'. lui era felice. e fu felice durante la gita scolastica a venezia a cadere nel canal grande, in mezzo ai vaporetti che sfrecciavano in tutte le direzioni. e fu sempre felice ad essere ripescato dal canale, con l'asta uncinata per la mattanza dei tonni. e fu felice ad essere avvelenato con l'unica ostia andata a male durante la cerimonia della prima comunione. fu felice che all'eta' di 12 anni gli amputarono il braccio destro a causa di una stupida infezione dovuta ad una spina. fu felice a prendersi lo scolo alla prima scopata con la ragazza piu` troia del paese. fu felice a beccarsi l'a.i.d.s. con un chiodo quando cadde a terra ai giardini pubblici giocando con la sua prima fidanzata. e fu felice ad essere abbandonato il giorno dopo. fu felice a beccarsi il cancro ai polmoni fumando la sua prima sigaretta. e quando fu sbattuto per errore a causa di uno scambio di nomi in iran durante la guerra contro l'iraq, lui resto` sempre felice. e fu felice a finire sull'unica mina anti-uomo rimasta nel deserto alla fine della guerra dopo la bonifica fatta dagli americani. (Big)

184.                Porta sfortuna versare nella tazza lo zucchero prima del latte, non trovi? Ha dei tremendi effetti sulla tua vita... Mia zia Dolly un giorno mise lo zucchero prima del latte e nei successivi 40 anni ha perso tutti i denti! (Dud & Pete)

185.                Il papa esorta: "Quest'estate siate casti". Beh, allora cambia tutto: ero uno sfigato, saro' un devoto. (Mattia Feltri)

186.                La mia sfiga in amore? Non ne parliamo proprio. Io sono stato a letto una sola volta nella mia vita e tengo un figlio. Quella sera c'era lo sciopero delle farmacie, allora le dissi: "Cara, che dobbiamo fare? Facciamolo con il metodo del coitus interruptus...". Quella sera a Napoli venne il terremoto. Direte: "E che c'entra?". Provate voi ad uscire in tempo con il settimo grado della scala Mercalli! (Gino & Michele)(Silvio Orlando)

187.                Sono sfigato. Perfino i piccioni hanno smesso di cacarmi addosso. Non vogliono illudermi. (Gianluca Irti)

188.                Sono molto sfortunato. Avevo il raffreddore, ho preso una medicina che mi aprisse il naso, e mentre questo era aperto ho preso un altro raffreddore. (Robert Orben)

189.                Se esistesse la reincarnazione, con la sfiga che mi ritrovo, tornerei in questo mondo reincarnato in me stesso. (da "Only fools and horses")

190.                Io ho avuto la sfortuna di nascere con la camicia; cos ho subito dovuto comprarmi una cravatta! (Bilbo Baggins)

191.                Io sono talmente sfortunato che, se anche andassi a Lourdes, troverei chiuso! (Il Ruggito del Coniglio)

192.                Odio i boy-scout: oggi uno ha aiutato un gatto nero ad attraversare. (puccio di luce)

193.                Io sono uno proprio scalognato. Ho ereditato un miliardo di euro da mio zio, ma non mi riesce proprio di vincere al Superenalotto! (DrZap)

194.                Sono cos fortunato che, se vendessi cappelli nascerebbero tutti senza testa. (Nonno)

195.                Sono proprio sfigato. Non posso neppure piangere sulla spalla di mia moglie... soffre di reumatismi. (DrZap)

196.                La iella per gli ignoranti, come il demonio per i credenti.

197.                Ieri un gatto nero mi ha attraversato la strada. Insomma la iella e la bestia. (DrZap)

198.                "Volevo fallire, ma non mi riuscito". "Ritenta, sarai pi sfortunato". (Dr. ICE)

199.                Mancano pochi minuti a mezzanotte e poi potr dire: "Ma che giornata di merda!". (DrZap)

200.                E ricordate, se pesti una merda porta fortuna... votarla che porta sfiga !! (tutte le cazzate del presidente)

201.                La fortuna bisogna coglierla al volo. ma la sfiga ti colpisce anche da fermo!

202.                Londra. Trova uccello morto dentro insalata preconfezionata. Ma sfortunatamente bisognava trovare il topo per vincere. (Mattia Uccheddu)

203.                Inizialmente pensavo che fosse il destino a metterci sempre sulla stessa strada.....poi ho capito che semplicemente SFIGA!

204.                Lui: "Credi che sia il destino che ci ha fatti incontrare?". Lei: "No, la sfortuna". (Ridere o Piangere)

205.                Tra amici: "Tu credi davvero che porti disgrazia sposarsi di venerdi'?". "Certo!!! Perche' il venerdi' dovrebbe fare eccezione?".

206.                Due cose sono infinite: i rompicoglioni e la sfiga. E sono abbastanza certa di entrambe. (Carmelita Zappal) 

207.                Sei per cento la tassa sulla fortuna... La sfiga, rimane gratis. (Aldo Vincent)

208.                Il giornalista: "Nonnina, cosa pensa del metro'?". La nonnina: "Porta sfiga...va sottoterra!" (Zap)

209.                Chi porta sfiga tenuto a viaggiare con la bolla d'accompagnamento? (Zap)

210.                Sono cosi' sfigato che se avessi la macchina del tempo sarei costretto a fermarmi... ad ogni secolo! (DrZap)

211.                E' noto che soltanto uno spermatozoo su circa trecento milioni arriva a fecondare lovulo da cui nascer un determinato individuo; il che ognuno potr giudicare se, nel suo caso, si sia trattato di unincredibile fortuna o di una scalogna tremenda.

212.                Mi ha appena tagliato la strada un gatto grigio. Non ho fortuna nemmeno per la sfiga. (C. Simple)

213.                Certa gente non la incontri per caso... la incontri per sfiga!

214.                Sfiga: quando uno si tocca le palle e scopre che non sono le sue. (Mauroemme)

215.                I periodi di merda sono come i rotoloni Regina... non finiscono mai.

216.                E se provassi a denunciare la sfiga per stalking?

217.                "La fortuna e la sfortuna non esistono". (Enzo Ferrari)

218.                La citta' piu' sfortunata d'Italia? B-iella.

219.                Chi ha le occhiaie e' affetto da malocchio? (DrZap)

220.                Sfiga e' incrociare un umano ignorante. (un gatto nero)

221.                Mi hanno regalato un biglietto omaggio per il teatro. Ma sono proprio sfortunato. Io volevo andarci ora, in novembre... (DrZap)

222.                Lo iettatore voleva affrontarlo in un duello: gli aveva gettato il guanto di sfiga. (egyzia)

223.                Era cosi' sfortunato che trovo' l'amore della sua vita la sera del 20 dicembre. (DrZap)

224.                Ho sempre pensato di avere qualcosa piu' degli altri, poi ho capito che era sfiga.

225.                C'ho le tette piccole, ma una GRANDE SFIGA. (lucky luciano) (porcammerda)

226.                Vespa in greco si dice Sfiga. (Danka e Alfonso)

227.                Pensi che 7 anni di sfiga per aver rotto uno specchio siano un male? Prova a rompere un preservativo

228.                Sono cos sfigato che la mia carta d'identit anonima.

229.                Sono cos sfigato in amore che se dico "Sali che ti mostro una collezione di scarpe da donna" trovo l'unica a cui piacciono le farfalle. (Daniele Villa)

230.                La fortuna gira. La sfiga sta ferma. E ti guarda.

231.                Se vuoi qualcosa non dirlo a nessuno. La gente porta sfiga. (I like Snoopy)

232.                La gente critica un mio mobile dicendo che attira la sfortuna, per me solo una CREDENZA! (Arturo Li Pira)

233.                A parte la sfortuna di contrarre la mia grave malattia dei motoneuroni, sono stato fortunato sotto quasi ogni altro aspetto. (Stephen Hawking)

234.                Sono cos sfigato che ho bisogno di un trapianto di culo.  (Mordicchio)

235.                Attenzione alle donne che credono alla sfiga, troveranno uomini tendenti allo scazzo. (beatrice rurini) & (fabio barbera)

236.                I miei biscotti della fortuna hanno scritto dentro "Rinuncia".

237.                Non si pu impedire agli uccelli del malaugurio di volarci sulla testa ma possiamo almeno impedire che ci facciano il nido sopra.

238.                Ma l'uccello del malaugurio tromba con la sfiga?

239.                La vita un po' come gli ovetti Kinder: pieni di sorprese, che per quasi sempre fanno cagare!

240.                Ma l'uccello del malaugurio tromba con la sfiga?

241.                Statistica e' il nome che i matematici hanno dato alla sfiga. (elmorisco)

242.                Se ti dicono che un certo numero di commensali porta sfortuna non essere scettico. Credici a tavola. (Lia Celi)

243.                La fortuna ceca, la sfiga slovacca. (donlione)

244.                Sono talmente sfigato che perfino una prostituta mi ha detto di avere mal di testa. (Tiziano Roversi)

245.                Sono cosi' sfigata che se faccio il trenino di Capodanno... sale il controllore!

246.                Secondo una ricerca USA, la causa principale dei tumori non lo stile di vita, ma la sfortuna. Insomma, non serve ritoccare la dieta, basta toccare ferro. (Renato R.)

247.                Dubbi sullo studio che ritiene solo sfortuna ammalarsi di cancro. A destare sospetti il fatto che gli autori della scoperta si sono tutti laureati in Albania. (Antonio Pacifico)

248.                Dubbi sullo studio che ritiene solo sfortuna ammalarsi di cancro. A destare sospetti il fatto che gli autori della scoperta si sono tutti laureati in Albania.  (Kotiomkin) (Antonio Pacifico)

249.                Non credo nella storia del Venerdi 17. Credo pero' che il saldatore che mi ha riempito la macchina di scintille lavori per la sfiga. (Col-Lateral) (Barbara Zappacosta)

250.                PROVACI ANCORA, PROF.! Mi sono chiesto spesso cosa significa per un uomo la sfortuna e sono arrivato a questa conclusione: la sfortuna per un uomo avere cinque sensi a disposizione e conoscere una bella donna solo di vista. (Mirco Stefanon)

251.                Moriva oggi Edgar Allan Poe, scrittore. Un omino cos allegro e ottimista che i gatti neri si grattavano le balle al suo passaggio. (TristeMietitore)

252.                Sono cos sfigato che se piscio da un ponte minimo mi parte un calcolo e mi arrestano per lancio di pietre dal cavalcavia (Kotiomkin) (Matteo Ferrario)

253.                Oggi ho una sfiga incommensurabile: mi si rotto lo sfigomanometro (misuratore manuale della sfiga) (Renato R.)

254.                "Che ci fai con tutti quei preservativi?". "Mi hai detto tu che venerdi 13 porta figa". "Sfiga, ho detto sfiga". (GI_GI_TO)

255.                Capitan Uncino perde un testicolo dopo che un gatto nero gli ha tagliato la strada. (Labbufala)

256.                Se questo e' l'anno della svolta, io di sicuro becco un rettilineo. (@kikkalenzi)

257.                Il massimo della sfortuna per una donna e' essere senzatetto e per di piu' senza tette. (DrZap)

258.                Non ho mai visto una sfiga soffrire di solitudine. (Renato R.)

259.                Per cominciare a contare le sfighe ci vuole un inizio. Questo e' chiamato Capodanno. (Enrico Vaime)

260.                La fortuna ceca mentre la sfiga serba. (bittershadow)

261.                Era cosi' sfigato che tutti gli anni sotto l'albero trovava solo... le radici! (DrZap)