SOCIOLOGIA e SOCIETAŇ

1.     Il padre al figlio: si dice avanzata una societa' nella quale il valore piu' alto e' quello del colesterolo!

2.     Colmo per un pasticciere N.1: avere fra i suoi clienti la crema della societa'.

3.     Una societa' fondata sul lavoro non sogna che il riposo. (Leo Longanesi)

4.     Cosa si puo' dire di una societa' in cui molta gente e' convinta che Dio sia morto e che Elvis sia vivo? (Irv Kupcinet)

5.     Criminale: Una persona con istinti predatori che non ha sufficienti capitali per formare una Societa'. (Howard Scott)

6.     Come si chiama una societa' che non sta mai ferma? Societa' Per Azioni.

7.     Universita'. Il professore di sociologia tiene l'annuale conferenza: "In ogni parte del mondo, ogni secondo di ogni giorno, una donna mette al mondo un bambino. Che cosa c'e' dunque da fare ?". Dal fondo dell'aula, lo studente Giorgetti risponde: "Secondo me, la prima cosa da fare e' trovare questa donna e convincerla di smetterla di darla a tutti".

8.     Societa' per azioni: un ingegnoso stratagemma per ottenere un profitto individuale senza responsabilita' individuale. (Ambrose Bierce)

9.     Sociologo e' colui che va alla partita di calcio per guardare gli spettatori. (Gesualdo Bufalino)

10.  La societa' e' permissiva nelle cose che non costano nulla. (in "Strettamente personale") (Enzo Biagi)

11.  Non c'e' nulla che distingua la societł umana dal cortile di una fattoria, a parte il fatto che i bambini procurano piŁ guai e costano piŁ delle galline e le donne non sono completamente schiavizzate come gli animali della fattoria. (Bernard Shaw)

12.  Gli altri sono veramente terribili. La sola societł accettabile Ć quella di noi stessi. (Oscar Wilde)

13.  Una societa' di atei inventerebbe subito una religione. (Honore' de Balzac)

14.  Principio dell'Ottimismo Sociologico: Un giorno la fortuna bussera' alla tua porta. Solo che tu non sarai in casa. (Andrea `Zuse' Balestrero)

15.  Nella nostra organizzazione civile e sociale, l'uomo viene per primo, poi viene la macchina. Quindi l'ambulanza. (Herbert V. Prochnow & Herbert V. Prochnow jr.)

16.  Politico, sostantivo. Un'anguilla nella melma sopra la quale Ć edificata la sovrastruttura della societł organizzata. Rispetto allo statista ha lo svantaggio di essere ancora vivo. (Ambrose Bierce)

17.  La solitudine e' impossibile, e la societa' e' fatale. (Ralph Waldo Emerson)

18.  Non i filosofi, ma coloro che si dedicano agli intagli in legno o alle collezioni di francobolli costituiscono l'ossatura della societa'. (Aldous Huxley)

19.  Le societa' iniziano con la poligamia e finiscono con la poliandria. (Edmond e Jules de Goncourt)

20.  Era un giovane strano, quasi disadattato. Non si drogava, non andava in discoteca, non beveva superalcolici e non fumava. Tutta colpa della societł! (Guru) 

21.  Ci stiamo avviando verso una societł multirazzista. (Vip)

22.  La famiglia e' un'unita' di individui che vivono nella stessa casa. E' formata da marito, moglie, bambini, servi, cane, gatto, uccellino, scarafaggi, cimici e pulci. Tutti a costituire insieme la 'base' della moderna societa' civile. (Ambrose Bierce)

23.  Sa cosa stavo pensando? Io stavo pensando una cosa molto triste, cioÄ che io, anche in una societł piŁ decente di questa, mi troverś sempre con una minoranza di persone. Ma non nel senso di quei film dove c'Ć un uomo e una donna che si odiano, si sbranano su un'isola deserta perchÄ il regista non crede nelle persone. Io credo nelle persone, perś non credo nella maggioranza delle persone. Mi sa che mi troverś sempre a mio agio e d'accordo con una minoranza...e quindi... (Nanni Moretti in "Caro Diario")

24.  La moda Ć l'autoritratto di una societł e l'oroscopo che essa stessa fa del suo destino. (Ennio Flaiano)

25.  Il prodotto principale di una societł automatizzata Ć un molto esteso ed approfondito senso della noia. (Cyril Parkinson)

26.  L'unica possibile interpretazione di qualunque ricerca nel campo delle ``scienze sociali'' e': alcuni lo fanno, altri no. (Ernest Rutherford)

27.  Teorema Fondamentale dell'Algebra Sociologica: Siano le radici di P(x) tante quante le ragazze a te interessate. Si puo' dimostrare che P(x)=0 non ha soluzioni ne' in R, ne' in C, ne' altrove. (Andrea `Zuse' Balestrero)

28.  La cucina di una societł Ć il linguaggio nel quale essa traduce inconsciamente la sua struttura. (Claude Levi-Strauss)

29.  La societł perdona spesso al delinquente, non perdona mai al sognatore. (Oscar Wilde)

30.  L'America sta diventando una piatta societł di vegetariani, astemi e puritani. Io credo nella carne rossa, nel vino e nelle donne. (Jack Nicholson)

31.  "CosŇe' una joint-venture?". "Una societł a capitale misto. Per esempio: noi mettiamo il capitale e gli iracheni mettono gli iraniani". (Ellekappa)

32.  Papa: l'unico vice di una societł che non vede mai il proprio capo, neanche a Natale.

33.  Adamo ed Eva, Caino e Abele non formavano una societa' molto numerosa, eppure nacquero da essi l'amore, l'adulterio, la gelosia, l'invidia, l'assassinio e la menzogna. (Anna Zuccari)

34.  Una donna intelligente vale un reggimento di imbecilli, ma e' vero anche il contrario. Il vero problema della societa' futura e' stabilire chi, fra gli uomini e le donne, lavera' le mutande. (Lina Wertmuller)

35.  In una strada molto affollata un distinto signore Ć intento a fare un prelievo al bancomat quando, improvvisamente, viene aggredito da uno sconosciuto che per rapinarlo gli rifila una coltellata nell'addome. L'uomo stramazza a terra sanguinante invocando aiuto. Per primo interviene un avvocato che gli dice: "Questa Ć senza dubbio una rapina a mano armata con lesioni volontarie! Se mi lascia un acconto potrei difenderla!". Allora si avvicina un medico che, guardando in malo modo l'avvocato dice allo sventurato: "Questa Ć certamente una ferita da taglio! Inoltre quel sangue che esce a zampilli indica un'emorragia arteriosa... la aiuterei... ma non ho nemmeno i guanti e sa... con l'AIDS in giro...". Nel frattempo Ć accorso un sociologo che incomincia a inveire contro i bancomat e il sistema bancario finchÄ arriva uno psicologo che apostrofa tutti: "Ma siete tutti degli insensibili!!! Non vi rendete conto che bisogna immediatamente aiutare CHI HA FATTO QUESTO!!!"

36.  Se vuoi essere accettato in societł, non applaudire durante una cena mentre porti il brodo alla bocca. (Carlo Squillante)

37.  Uno dei nostri vanti Ć quello di non avere mai creduto che la societł civile fosse meglio del Palazzo. A tal proposito, abbiamo fatto anche un titolo non eufemistico: l'uomo della strada Ć una merda. (Michele Serra)

38.  Susanita: "Dico, se una si sposa e poi salta fuori un altro tipo che le piace di piu', cosa deve fare? Cambiare marito o cosa?". Mafalda: "Che ne so io, Susanita!". Susanita: "In fin dei conti la nostra e' una societa' consumistica, diavolo!". (Quino)

39.  Come rimedio alla vita di societł suggerirei la grande cittł. Ai giorni nostri, Ć l'unico deserto alla portata dei nostri mezzi. (Albert Camus)

40.  Nelle metropolitane delle nostre cittł vivono strane specie di animali. L'ambiente, anguste carrozze dei mezzi di trasporto su rotaia delle metropoli italiane, ne ha reso inconfondibili alcune caratteristiche salienti. La mia osservazione si limita alla metropolitana (sotterranea e di superficie) della capitale, ma puś essere esteso, con le dovute eccezioni socio-culturali, nella altre cittł dotate di questo ben di Dio.
GIBBO PENSILE
Specie di primate che affolla le metropolitane, il cui comportamento Ć solitamente pacifico, rilassato; e tale rilassamento Ć raggiunto mediante "penzolamento" dalle barre orizzontali che dovrebbero aiutare i passeggeri a resistere agli strappi delle forze di inerzia a cui il mezzo li sottopone. Dovrebbe, perchÄ queste sbarre sono letteralmente colonizzate da questa specie di primati, i quali, oltre a penzolare, oscillano pericolosamente, accentuando i pericoli per il resto dei passeggeri. L'abbigliamento, invariabilmente, Ć costituito da jeans e magliette, piŁ o meno mostranti vello pettorale sempre molto fitto, catene da bulldog al collo, e telefonino nelle tasche dei jeans, solitamente assai stretti a strizzapacco.
RAMPICANTE SOTTERRANEO
Specie animale che preferisce, a differenza del GIBBO, le barre verticali delle carrozze, alle quali solitamente si abbarbica in maniera morbosa. Questa specie animale tende a "sdraiare" la maggiore superficie consentita del loro corpo sulla sottile sbarra, impedendo alle altre specie il corretto utilizzo della barra stessa. Talvolta alcuni esemplari ignorano la presenza, su dette sbarre, di organi piŁ o meno vitali di esemplari di altre specie, per cui tendono ad intrappolare queste povere vittime con tutto il peso del loro corpo sulle sbarre stesse: non si Ć ben capito quale sia lo scopo di questa tecnica di caccia, visto che spesso le prede vengono del tutto ignorate e infine liberate doloranti nell'organo schiacciato nel disinteresse totale del predatore.
SEATSEEKER
Specie di missile umanoide, probabilmente sfuggito a qualche laboratorio di ricerca per nuove armi strategiche, all'apertura delle porte si lanciano come ordigni all'interno delle carrozze cercando posti liberi, al pari di come i missili heatseeker cercano il calore. Probabilmente il funzionamento Ć il medesimo, cioÄ si basano sul corretto funzionamento di sensori di calore, ed ingoiano ogni ostacolo che si frapponga fra loro ed il bersaglio. Perś, a differenza dei missili, non esplodono, anzi sono pronti a colpire anche alla successiva fermata.
PARONAMISTA MAMMARIO
Specie non molto diffusa, Ć facilmente avvistabile laddove, sui seggiolini sfuggiti al bombardamento dei SEATSEEKER, sia presente un'avvenente esemplare di PASSEGGERA VULGARIS, specie se dotata di sontuoso apparato mammario vistosamente scoperto. Al pari del GIBBO, si penzola, ma con meno grazia, in prossimitł delle sue prede, rigorosamente in piedi e con occhi serrati nella direzione della profonda scollatura. Talvolta si stacca dalla preda solo quando si accorge di aver superato la stazione dove avrebbe dovuto scendere.
CONTORSIONISTA AVVOLGENTE
Apparentemente camaleontico, Ć in grado di nascondere la sua vera identitł in mezzo ai PASSEGGERI VULGARIS, salvo rivelarsi solo in presenza di un seggiolino che si libera nei pressi: in quel momento, inizia una specie di evoluzione, in cui contorce il suo corpo e lo flette in maniera tale da infilarsi in tutti gli interstizi liberi tra i vari passeggeri, per quanto siano essi piccoli, fino a spalmarsi sul seggiolino appena liberato.
CONTORSIONISTA CARTACEO
Anche questa specie si rivela solo in particolari occasioni, ed in particolare all'apparire di una qualsiasi pagina di carta stampata. Ogni esemplare Ć sensibile ad un particolare tipo di carta, ma i piŁ diffusi, a Roma, sono quelli che iniziano le loro evoluzioni di fronte al Corriere dello Sport, specie se con titoli a nove colonne sulla Maggica. Le contorsioni in questo caso sono meno sinuose ed eleganti di quelle del CONTORIONISTA AVVOLGENTE, anzi portano gli esemplari ad assumere una posizione statica, in genere scomoda, purchÄ esponga loro una gran superficie di carta stampata, contenente, se possibile, una gran parte ricoperta di articoli, piŁ che di figure, le quali perś possono assolvere alle funzioni tipiche dei petali dei fiori, e cioĆ attirare questi esemplari.
CANTORE DI STAZIONE
Questi esemplari, all'apparenza assolutamente normale, hanno la caratteristica di emettere un loro particolare canto, nei pressi delle stazioni metropolitane. Molto spesso si accompagnano con strumenti musicali, meno frequentemente con questuanti che assalgono i passeggeri con un cappellaccio o un bicchiere McDonald di CocaCola. Passano vita grama, in quanto scansati dai piŁ e perseguitati dai PASTORI DI PASSEGGERI.
CANTORE DI CARROZZA
Analogo al precedente, vive saltando di carrozza in carrozza, ed ha in genere una varietł di canto assai piŁ ridotta del CANTORE DI STAZIONE, contando sul fatto che la stessa melodia puś modularla anche piŁ volte di seguito cambiando carrozza. Purtroppo ha abitudini ripetitive, per cui alle stesse ore si ritrova insieme ad altre sue vittime, le quali sanno che ascolteranno, invariabilmente le stesse canzoni: in particolare, sulla metro B di Roma, tra la Garbatella e Termini nella fascia oraria 7-7,15 la colonna sonora delle carrozze Ć, invariabilmente "Besame mucho", "Comandante Che Guevara" e "El Condor Pasa", intonate da un esemplare andino di questa specie. Inviso ancor piŁ del CANTORE DI STAZIONE, deve questa sua pessima fama alle sue salite su carrozze stracariche armato di chitarra e amplificatore da mulo, con cui colpisce, benchĆ involontariamente, la totalitł dei passeggeri delle carrozze su cui imperversa col suo canto.
Ed infine: I PASTORI DI PASSEGGERI
Ne esistono diverse specie: quelle in divisa, innocui a dispetto delle armi che indossano, per lo piŁ si dedicano al tacchinaggio di belle turiste, ignorando del tutto borseggiatori, orde di ragazzini scatenati ed armati di spray-gun con cui arricchiscono le gallerie d'arte delle societł di trasporto urbano. L'altra specie, assai piŁ pericolosa, si nasconde e esce fuori all'improvviso manifestandosi mediante badge con foto e logo dell'azienda di trasporto, e chiedendo il titolo di viaggio a tutti gli altri esemplari presenti sulle carrozze. Azzannano solo vittime sprovviste di questio mezzo di difesa, solitamente a colpi di verbale.

41.  Penso che i poveri siano indispensabili alla societł. A condizione che lo rimangano. (Coluche)

42.  I politici, ce ne sono di quelli che per brillare in societa' mangerebbero della cera. (Coluche)

43.  Nella piu' alta societa', cosi' come nella piu' bassa, la donna e' un mero strumento di piacere. (Lev Tolstoj)

44.  Una societł tarata ha inventato la psichiatria per difendersi dalle investigazioni di certe lucide menti superiori, le cui facoltł divinatorie la infastidivano. (Antonin Artaud)

45.  Non so che cosa voi chiamate una societł perfetta. Ma non vŇĆ societł vivente fuori di quella che Ć animata dallŇineguaglianza e dallŇingiustizia. (Paul Claudel)

46.  Gli uomini hanno costruito una societa' a loro immagine, una societa' basata sul rapporto psicologico col loro pisello. (Syusy Blady)

47.  GLI OTTUSI.
Gli etologi, dopo lunghi studi hanno diviso gli ottusi in 6 grandi categorie, ognuna contraddistinta da una differente percezione di se stesso da parte del soggetto studiato:
1) Ottuso e contento. Sa di essere ottuso e ne Ć contento. La sua bibbia Ć  "canto notturno del pastore errante dell'Asia" che legge 2 volte al giorno compiacendosi di assomigliare alle pecore e non al pastore. A volte la legge agli amici nella speranza di convertirli e renderli felici.
2) Ottuso inconsapevole. Cerca inutilmente di fare interventi intelligenti, non riesce proprio a rassegnarsi alla sua condizione
3) Ottuso consapevole mimetico. Ben sapendo di essere ottuso spera di ingannare gli altri; dichiara ai 4 venti di essere sveglio, porta anche dei testimoni della sua non ottusitł, ma puntualmente si dimostra per quello che Ć.
4) Ottuso consapevole livellante. Sa di essere irrimediabilmente ottuso e cerca di mimetizzarsi. Se non ha abbastanza simili a disposizione spera di far passare tutti per ottusi, in modo da essere individuato meno in fretta.
5) Ottuso consapevole emergente. Sa che essere ottuso Ć male, ma Ć nella sua natura e non puś farci niente. Nei momenti di raro per quanto scarso ingegno cerca senza successo di far sembrare i componenti del suo branco tutti piŁ ottusi di lui, in modo da emergere quale cima. I frequenti buchi nell'acqua lo trasformano in un ottuso iracondo.
6) Ottuso iracondo. Generalmente Ć un ottuso consapevole che Ć stato scoperto.  Vistosi in trappola, ben sapendo di non poter competere con gli altri del branco, decide di passare alla carica. Insulti, frasi sardoniche mal riuscite. A volte preso dalla disperazione cerca di fuggire arrampicandosi a qualche specchi; altre volte cerca di attaccare i capo branco;  irrimediabilmente inciampa sui cuccioli. Si isola irrimediabilmente quando si accorge che persino i cuccioli lo ignorano o riescono a scornarlo. Ma l'ottuso iracondo Ć vendicativo, prima o poi ricomparirł ne branco munito di rinforzi e tutto ricomincerł da capo.

48.  Un pellerossa che legge un giallo ad un negro e' un segno di societa' multietnica? (DrZap)

49.  In societł le persone educate si riconoscono dal fatto che vi parlano di ciś che vi interessa. (Edmond de Goncourt)

50.  La politica sociale Ć la disperata decisione di operare i calli di un malato di cancro. (Karl Kraus)

51.  Sociologo: Tutti gli uomini sono un po' filosofi e in particolare i nani sono dei metafisici. (Mirco Stefanon)

52.  Una siringa a terra Ć segno della brutta strada che ha preso un povero disgraziato. Tre siringhe a terra sono indice dell'evidente degrado della nostra societł. Dieci siringhe a terra sono segno di come questo schifo di governo ci ha ridotto e non fa nulla per rimediare (ecc..). Cinquanta siringhe a terra sono una tappa del 'Giro d'Italia'.

53.  Secondo recenti studi, i bambini che russano raggiungono i gradini piu' bassi della societa'; specialmente se russano in classe. (Jay Leno)

54.  Il sistema dell'istruzione pubblica Ć uno dei fondamenti della nostra democrazia. Dopotutto, Ć dove i bambini d'America imparano a essere cittadini responsabili, e imparano le abilitł necessarie per trarre vantaggio dalla nostra fantastica societł opportunistica. (George Bush il 1.5.02).

55.  Nella societa' opulenta non si puo' fare nessuna valida distinzione tra i lussi e le necessita'. (J.K. Galbraith)

56.  La televisione e' come una spugna: raccoglie tutto ciś che c'Ć sul pavimento e quando vai a spremerla esce fuori il succo della societł. (Pippo Baudo)

57.  Per non aver saputo celebrare l'aborto e legalizzare il cannibalismo, le societł moderne dovranno risolvere le loro difficoltł adottando procedimenti ben piŁ sbrigativi. (Emile M. Cioran)

58.  Tutto ciś che ha valore nella societł umana dipende dalle opportunitł di progredire che vengono accordate ad ogni individuo. (Albert Einstein)

59.  I vestiti fanno l'uomo. Le persone nude hanno poca o nessuna influenza sulla societa'. (Mark Twain)

60.  Primo Teorema di Sociologia: Se una decide di mettersi col primo che passa, allora uno passera' subito prima di te.

61.  Secondo Teorema di Sociologia: Se una decide di mettersi col primo che passa e nessuno passa prima di te, allora quell'una lo decidera' solo dopo che sei passato tu.

62.  Terzo Teorema di Sociologia: Se una decide di mettersi col primo che passa e passi solo tu, allora quell'una cambiera' idea.

63.  Questi terribili sociologi, che sono gli astrologi e gli alchimisti del nostro tempo. (Miguel de Unamuno)

64.  Teoremi Fondamentali della Sociologia Universitaria: (1) Lei non ci sta; (2) Se ci sta, non e' con te; (3) Se ci sta (con te), come minimo tiene l'AIDS.

65.  Legge di Einstein-Rossi: 1) Se lei piace a te, tu non piaci a lei. 2) Se tu piaci a lei, lei non piace a te. 3) Estensione dello Zuse: Chi ti ha mai detto che lei sappia che tu esisti?

66.  Principio dell'Aritmetica Sociologica: L'operazione 1 + 1 (uno + una) non e' definita se uno degli 1 sei tu.

67.  Principio di Indeterminazione Sociologica: E' impossibile sapere con assoluta certezza se la ragazza che ti interessa sia libera. Aggiunta di Schrodinger: E' invece certo che si farebbe suora piuttosto che mettersi con te.

68.  Principio di R.: Se le chiedi se sia libera, non lo e'. Se pensi sia impegnata e non glielo chiedi, invece e' libera. Aggiunta di Bohr: Nel frattempo glielo avra' gia' chiesto qualcun altro.

69.  Primo Teorema Fondamentale della Chimica Sociologica: Se tu e lei foste due atomi, ci sarebbe sempre un orbitale antilegante di troppo a rompere i nucleoni.

70.  Secondo Teorema Fondamentale della Chimica Sociologica: Se ogni rapporto sessuale fosse un legame chimico, tu avresti la reattivita' di un gas nobile.

71.  Teorema di Rouche'-Calvi: Se tutti fossero come te, la sovrappopolazione del pianeta non sarebbe un problema. Corollario 1: Se tutti fossero come te, la razza umana si estinguerebbe. Corollario 2: Se tutti fossero come te, il 50% delle donne diventerebbe lesbico ed il restante 50% si diletterebbe con gli idranti.

72.  Siano R e C gli insiemi dei numeri reali e complessi, rispettivamente. Teorema Fondamentale dell'Algebra Sociologica: Siano le radici di P(x) tante quante le ragazze a te interessate. Si puo' dimostrare che P(x)=0 non ha soluzioni ne' in R, ne' in C, ne' altrove.

73.  Primo Principio della Dinamica Sociologica: Quando una ragazza vede te, le forze repulsive a lei applicate sono in modulo molto maggiori di quelle attrattive.

74.  Secondo Principio della Dinamica Sociologica: La forza attrattiva che eserciti su una ragazza e' direttamente proporzionale a 0 tramite la massa inerziale m:  F = m 0. Precisazione dello Zuse: m ha valore finito.

75.  Terzo Principio della Dinamica Sociologica: Ogni tua azione provoca in lei una repulsione uguale e contraria.

76.  Legge Autocorrettiva della Sorte: Qualora, in barba alle Leggi di Murphy, una ragazza ti abbia dato il suo numero di telefono, tu lo perderai. Corollario: Quando lo ritroverai, lei si sara' gia' messa con un altro.

77.  Legge Autocorrettiva della Sorte di Riserva: Qualora una ragazza ti abbia dato il suo numero di telefono e tu non lo perda, la Telecom provvedera' a cambiarle numero senza preavviso.

78.  Primo Teorema di C.: Qualora una ragazza ti abbia dato il suo numero di telefono, tu non lo perda e la Telecom non le cambi numero, allora e' il numero della casa di campagna in cui lei va solo a Natale e a Pasqua.

79.  Secondo Teorema di C.: Qualora il teorema precedente cada in difetto, il numero che ti ha dato e' falso.

80.  Terzo Teorema di C.: Qualora tutti i teoremi precedenti cadano in difetto e tu riesca a telefonarle, rispondera' uno dei suoi dodici fratelli siciliani, gelosi e vendicativi. Corollario: I biglietti per l'Australia sono finiti.

81.  Teorema di Identita': L'insieme delle ragazze che con te NON ci starebbero coincide con l'insieme delle ragazze.

82.  Quarto Teorema di S.: L'insieme delle tue fans coincide con l'insieme vuoto.

83.  Teorema di R.: Se una ragazza ti fa l'occhiolino, vuol semplicemente dire che ha un tic nervoso.

84.  Legge di Condom: Qualora una ragazza decida di concedersi a te, quando ti sembrera' quasi fatta, lei avra' da ridire sulla marca dei preservativi.
Corollario 1: Dopo che sarai corso alla piu' vicina farmacia, il farmacista ti dira' che i profilattici sono finiti tutti ad eccezione di quelli che hai gia'.
Corollario 2: Qualora il corollario 1 cada in difetto, dopo di te entrera' una comitiva di suore.
Corollario 3: Qualora anche il corollario 2 cada in difetto, al farmacista sara' rimasta solo una scatola di preservativi che costa 50 lire di piu' di tutto quello che hai in tasca.
Sottocorollario: Il farmacista non ti fara' credito.
Corollario 4: Qualora al farmacista siano rimasti 50 tipi diversi di profilattici, compreso il tipo raccomandato da lei, tu ti sarai dimenticato il portafogli.

85.  Sabato sera. Zuse: "Esci con noi? Andiamo a ballare". Giorgia: "No, grazie. Stasera devo rimanere in casa a studiare sociologia". (Zuse)

86.  Professś, sui reati e sui delitti che commette l'ignoranza si muove tutto l'ingranaggio della macchina mangereccia della societł costituita; l'ignorante Ć una cartella di rendita; voi mettetevi un ignorante vicino e campate di rendita per tutta la vita. (in "Il sindaco del rione Sanitł")  (Eduardo de Filippo)

87.  Ghigliottina: utensile usato dai rivoluzionari che credevano in una societa' senza capi. (Giancarlo Tramutoli)

88.  Gli animali hanno due funzioni nella societa' odierna: di essere deliziosi e di starci bene addosso. (Greg Proops)

89.  Psicologia spicciola. Anatomicamente la bambola di Barbie Ć un'assurditł. Una ragazza cosô magra e con dei fianchi tanto stretti non puś esistere, non avrebbe neppure il posto per gli indispensabili organi interni. Cosô alcuni sociologi temono che Barbie possa danneggiare la psiche dei bambini, offrendo loro un modello fisico sbagliato, di un'anoressia esasperata. Non credo invece che si sia pensato ai possibili danni provocati dall'immagine, di colui che per anni Ć stato il fedele compagno di Barbie. Cazzo, ma vi rendete conto di quello che manca a Ken? (Bilbo Baggins)

90.  Ogni societa' ha il tipo di criminali che si merita. (Robert Kennedy)

91.  Tre uomini sono seduti uno accanto all'altro in uno squallido cinema di periferia, in cui viene proiettato un film a luci rosse incredibilmente volgare, con scene di sesso estremo a cui partecipa attivamente persino un grosso cane. Il tutto e' talmente indecente e di cattivo gusto, che il primo spettatore sente il bisogno di giustificarsi con i due estranei che gli siedono accanto, e dice: "Io comunque sono qui solo per fare un indagine sociologica su questi posti!". Il secondo spettatore assente e dichiara: "La capisco, io pure sono qui per lavoro. Sono giornalista e devo recensire questa schifezza di film per il mio giornale". A questo punto entrambi si voltano verso il terzo uomo, che sentendosi osservato si gira e mormora: "Ci credereste se vi dicessi che sono qui solo per vedere come recita il mio cane?". (Bilbo Baggins)

92.  Ho visto nani frequentare l'alta societa'. (DrZap)

93.  Una societł, per funzionare, dovrebbe essere formata da un numero dispari di persone e mai piŁ di due.

94.  PiŁ mi guardo attorno, piŁ vedo una societł di diversamente inabili. (Mauroemme)

95.  L'aviditł, non trovo una parola migliore, Ć valida, l'aviditł Ć giusta, l'aviditł funziona, l'aviditł chiarifica, penetra e cattura l'essenza dello spirito evolutivo. L'aviditł in tutte le sue forme: l'aviditł di vita, di amore, di sapere, di denaro, ha impostato lo slancio in avanti di tutta l'umanitł. E l'aviditł, badate bene, non salverł solamente la Teldar Carta, ma anche l'altra disfunzionante societł che ha nome America. (Michael Douglas, in "Wall Street")

96.  La scuola Ć una societł divisa in classi e gli studenti sono animali che vivono in banchi. Tali banchi, manufatti in ferro e truciolato molto simili a strettissimi seggioloni per poppanti, sono utilizzati ancora oggi sebbene risalenti ad epoche remote (probabilmente il neolitico). Sopra il ripiano di ogni banco si possono apprezzare incisioni rupestri di grande valore storico-culturale: simboli fallici, cuori trafitti, inusuali rituali dŇaccoppiamento, formule matematiche, codici decifrabili (T.V.T.B.,3MSC) o ancora sconosciuti agli studiosi (T.V.T.B.A.S.P.C.U.F.D.P., presumibilmente ĎTi voglio tanto bene anche se puzzi come una forma di pecorinoË) (DOCUMENTARIO A CURA DELLŇISTITUTO GEOGRAFICO-ANTROPOLOGICO COMIXIANO DI RICERCA)(da Comix)

97.  La societł di massa causa tanto vuoto; ed Ć per questo motivo che, malgrado la massa, c'Ć spazio per tanti SUV.

98.  Nella societł occidentale generalmente per avere belle donne bisogna avere molti soldi. La societł sovietica era indubbiamente piŁ giusta. I leader sovietici avevano delle mogli cosô brutte che sembravano voler dire: Vedete come siamo poveri anche noi!". (Antonello Breggia)

99.  Il grande merito della societa' e' che ci fa apprezzare la solitudine.

100.                Una societa' di persone che non sognano non potrebbe esistere. Sarebbero morti in due settimane. (William Burroughs)

101.                I giovani gay d'oggi sono poco o nulla discriminati, e di questo devono solo ringraziare i vecchi omosessuali di una volta, che si sono fatti il culo per farsi accettare da una societł che non li voleva! (Bilbo Baggins)

102.                Puo' un nano frequentare l'alta societa'? (DrZap)

103.                Quella era una donna appartenente alla piŁ alta societł. Tanto alta che si lasciava scopare solo alla Scala! (Bilbo Baggins)

104.                La societł Ć cosô fatta:
 1 - Il povero lavora
 2 - Il ricco sfrutta il povero
 3 - Il soldato difende i primi due
 4 - Il contribuente paga per tutti e tre
 5 - Il mendicante si riposa per tutti e 4
 6 - L'ubriacone beve per tutti e cinque
 7 - Il banchiere truffa tutti e sei
 8 - L'avvocato frega tutti e sette
 9 - Il medico uccide gli otto precedenti
 10 - Il politico si occupa della vita di tutti e nove
 11 - Il becchino seppellisce tutti e 10 !!

105.                Se io sono scrittore satirico, Ć perchÄ abito in una societł che offre soltanto questo fianco. (Ennio Flaiano)

106.                Non esiste difetto che alla lunga in una societł corrotta non diventi pregio. (Corrado Alvaro)

107.                Il passo del progresso: la societa' e' un mulo, non un'automobile... se la si spinge troppo, scalcia e disarciona chi la cavalca. (La legge di Murphy)

108.                Se la societa' ti volta le spalle... PALPALE IL CULO!! (Mauroemme)

109.                Salta dal quarto piano, passante lo prende al volo. Finalmente un ammortizzatore sociale. /Donnie Viglione)

110.                La societł ha bisogno, oggi piŁ che mai, di trasparenza, soprattutto in camicette, pantaloncini, tanga e mutandine. (Tiziano Solignani)

111.                RIFLESSIONE DELLA SERA - Con la societł umana ridotta in queste condizioni a volte mi vien la voglia di restituire la tessera di socio. (Zap)

112.                Il vero responsabile della rovina nazionale-prima con craxi e poi personalmente-, la sua becera televisione ha diffuso il culto del "tamarro" creando una societł ignorante e presuntuosa priva di ideali; una forma patologica fino a creare il berlusconismo, l'apoteosi di un delirio nazionale. (danilo)

113.                Abbiamo interi pezzi di societł che hanno ormai introiettato i modelli comportamentali dei mafiosi. E lo si vece in tutti i campi. Una mafia piŁ civile e una societł piŁ mafiosa. (Antonio Ingroia)

114.                L'aveva fermamente voluta, mantenere l'anonimato era stato durissimo. Era frutto delle sue lacrime e del suo sudore, la Societł Secreta. (egyzia)

115.                I tempi bui del medioevo, ora come ora, abbagliano. (ChiaraDiGiorno)

116.                La disperazione piŁ grave che possa colpire una societł e' il dubbio che vivere onestamente sia inutile. (Corrado Alvaro)

117.                Socializza! Rompi i coglioni a qualcun altro! (Massimo Cavezzali)

118.                L'uomo col Telepass che passa felice solo se negli altri caselli c'Ć la fila, Ć un Bignami degli equilibri sociali. (Banda Della Bandana)

119.                Presso alcune popolazioni antiche vi erano luoghi sacri dove le prostitute erano disponibili gratuitamente. Queste popolazioni non avranno ancora avuto i servizi sociali, ma avevano gił i servizi socc'mell. (Teomondo Scrofalo)

120.                La societa' di oggi preferisce vedere due uomini con le armi in mano piuttosto che due uomini che si tengono per mano. (Teste d'Arancia)

121.                Per chiudere la settimana stasera a Twitandshout parleremo del diritto alla cittadinanza. Voi a chi lo togliereste? (EnzoFilia)

122.                L'unico pericolo sociale e' l'ignoranza. (Victor Hugo)

123.                Tra migliaia di social ancora non ce n'e' uno per chi vuol star da solo. (Ennio F.) (Cruel)

124.                Se una libera societł non puś aiutare i molti che sono poveri, non dovrebbe salvare i pochi che sono ricchi. (1961) (John F. Kennedy)

125.                Ho organizzato un raduno di asociali. Ci si trova stasera alle 20... ognuno a casa sua. (Colorado) (Nando Timoteo)

126.                Ho conosciuto talmente tanti casi umani, che avrebbero gił dovuto consegnarmi una laurea ad honorem in antropologia. (imattimihannosempreamata)

127.                Qualcosa non funziona in una societa' in cui si va in macchina in palestra per usare una bicicletta statica. (Bill Nye)

128.                Una societł che sta perdendo, una dopo l'altra, tutte le sue certezze ! Ormai, si commettono degli errori, per cui non si puś piŁ dire che "di mamma ce n'Ć una sola". (Renato R.)

129.                Merditocrazia.s.f. : Concezione della societł in base alla quale le responsabilitł direttive, e spec. le cariche pubbliche, vengono affidate alle piŁ merde. (Ciaci Kinder)

130.                Non puoi dire di conoscere veramente una persona se non hai mai visto come si comporta davanti a un buffet. (@uhiahiohi)

131.                Un comportamento anti-sociale Ć un segno di intelligenza, in un mondo pieno di conformisti. (Nikola Tesla)

132.                I porno senza trama sono lo specchio di una societa' che ha dimenticato l'importanza dei valori. (Prugna) (Pierpaolo Episcopo)

133.                Finche' due uomini che si baciano faranno piu' scandalo di due uomini che si ammazzano, nella nostra societa' qualcosa Ć da rivedere. (Satiraptus) (Stean Ginca)

134.                A volte un asociale Ć soltanto una persona con il condizionatore in casa. (Il Gufetto Irriverente)

135.                Il popolo Ć un bambino. Se vuoi che non si perda nel bosco gli devi dire che c'Ć il lupo cattivo, l'uomo nero! I terroristi, l'arabi col barbone, i pirati della Malesia. Ogni tanto insomma bisogna cambiare, fare la rotazione. Il diavolo, gli zombie, il mostro di Loch Ness, il bocio, i marziani, i fantasmi. Il popolo Ć un bambino. Se gli metti paura ti porta le ciabatte, ti lava la macchina. Il popolo Ć un bambino. Se gli metti paura ti ubbidisce subito. (Ascanio Celestini)

136.                Una societa' felice consuma poco; per indurre a consumare bisogna creare insoddisfazione. (Serge Latouche)

137.                Sociopatico: vede una gabbia di matti fuori dalla propria gabbia. (Sarś Bre') (Lucilla Masini)